Iveri bíblii in i Duri Spirituali

 

AfrikaansShqipአማርኛالعربيةՀայերենAzərbaycan diliEuskaraБеларуская моваবাংলাBosanskiБългарскиCatalàCebuanoChichewa简体中文繁體中文CorsuHrvatskiČeština‎DanskNederlandsEnglishEsperantoEestiFilipinoSuomiFrançaisFryskGalegoქართულიDeutschΕλληνικάગુજરાતીKreyol ayisyenHarshen HausaŌlelo Hawaiʻiעִבְרִיתहिन्दीHmongMagyarÍslenskaIgboBahasa IndonesiaGaeligeItaliano日本語Basa Jawaಕನ್ನಡҚазақ тіліភាសាខ្មែរ한국어كوردی‎КыргызчаພາສາລາວLatinLatviešu valodaLietuvių kalbaLëtzebuergeschМакедонски јазикMalagasyBahasa MelayuമലയാളംMalteseTe Reo MāoriमराठीМонголဗမာစာनेपालीNorsk bokmålپښتوفارسیPolskiPortuguêsਪੰਜਾਬੀRomânăРусскийSamoanGàidhligСрпски језикSesothoShonaسنڌيසිංහලSlovenčinaSlovenščinaAfsoomaaliEspañolBasa SundaKiswahiliSvenskaТоҷикӣதமிழ்తెలుగుไทยTürkçeУкраїнськаاردوO‘zbekchaTiếng ViệtCymraegisiXhosaיידישYorùbáZulu

Una Prospettiva Coronavirus - Riturnà à Diu
Quandu si verificanu circostanze cum'è a situazione attuale, noi cum'è esseri umani tendimu à pone dumande. Sta situazione hè assai difficiule, à u cuntrariu di tuttu ciò chì avemu avutu in a nostra vita. Hè un nemicu invisibile in u mondu sanu chì ùn pudemu micca riparà da solu.

À noi umani, ci piace à avè u cuntrollu, à piglià cura di noi stessi, à fà funziunà e cose, à cambià è à riparà e cose. Avemu intesu questu assai ultimamente - avemu da passà per questu - avemu da batte questu. Purtroppu ùn aghju micca intesu parlà di parechje persone chì cercanu à Diu per aiutacci. Parechji ùn pensanu micca d'avè bisognu di u so aiutu, pensendu ch'elli ponu fà elli stessi. Forse questa hè a ragione stessa chì Diu hà permessu à sta situazione perchè avemu scurdatu o rigettatu u nostru Creatore; certi dicenu ancu ch'ellu ùn esiste mancu appena. Tuttavia, Esiste esiste è Ellu hà u cuntrollu, micca noi.

Di solitu in una tale catastrofe a ghjente si rivolge à Diu per aiutu, ma ci pare avè fiducia in persone o guverni per risolve stu prublema. Duvemu dumandà à Diu di salvaci. L'umanità pare avè l'ignuratu, è u lascianu fora di a so vita.

Diu permette e circustanze per una ragione è hè sempre è infine per u nostru bè. Diu hà da risolve lu in u mondu sanu, naziunale o persunale per questu scopu. Puderemu o ùn sapemu micca perchè, ma ne sia sicuru, hè cun noi è hà un scopu. Eccu alcuni mutivi pussibuli.

  1. Diu vole chì u ricunniscimu. L'umanità L'hà ignoratu. Hè quandu e cose sò dispirate chì quelli chì l'ignuranu cumincianu à chjamallu per aiutu.

E nostre reazzione ponu differisce. Pudemu pregà. Certi si vultaranu versu ellu per aiutu è cunfortu. Altri l'accuseranu di ellu per avè purtatu questu nantu à noi. Spessu facemu cum'è Ellu hè statu creatu per u nostru benefiziu, cum'è s'ellu fussi ghjustu quì per serveci, micca à u cuntrariu. Dumandemu: "Induve hè Diu?" "Perchè Diu hà permessu chì sta cosa mi succeda?" "Perchè ùn Ellu micca risolve questu?" A risposta hè: Hè quì. A risposta pò esse mundiale, naziunale o persunale per insegnaci. Pò esse tuttu què sopra, o ùn pò avè nunda à chì vede cù noi personalmente, ma pudemu tutti amparà à amà di più Diu, avvicinassi di ellu, lasciarlu entre in e nostre vite, esse più forte o forse esse più primurosi nantu à l'altri.

Arricurdatevi U so scopu hè sempre per u nostru bè. Riturnà ci à ricunnosce lu è una relazione cun ellu hè bona. Puderia ancu esse di disciplinà u mondu, una nazione o noi personalmente per i nostri peccati. Dopu tuttu, ogni tragedia, sì a malatia o l'altru male hè u risultatu di u peccatu in u mondu. Diceremu più nantu à quessa più tardi, ma duvemu prima capì ch'ellu hè u Creatore, u Signore SUVERIGNU, u nostru Babbu, è ùn agisce micca cum'è zitelli ribelli cum'è i figlioli d'Israele anu fattu in u desertu murmurendu è lagnendu, quandu vole solu ciò chì hè megliu per noi.

Diu hè u nostru Creatore. Semu stati creati per u SU piacè. Simu stati fatti per glurificà, lodà è adurà lu. Ci hà creatu per fraterna cun ellu cum'è Adamu è Eva anu fattu in u bellu Giardinu di Eden. Perchè hè u nostru Creatore, Hè degnu di a nostra adorazione. Leghje I Cronachi 16: 28 & 29; Rumani 16:27 è Salmu 33. Hà dirittu à u nostru cultu. Rumani 1:21 dice: "Perchè ancu se cunnuscianu à Diu, nè u glurificavanu cum'è Diu nè u ringraziavanu, ma u so penseru divintò inutile è i so cori scemi sò stati scuriti". Vidimu ch'ellu hà dirittu à a gloria è à e grazie, ma invece scappemu da ellu. Leghje i Salmi 95 è 96. U Salmu 96: 4-8 dice: "Perchè grande hè u Signore è più degnu di lode; Hè da teme sopra à tutti i dii. Perchè tutti i dii di e nazioni sò idoli, ma l'Eternu hà fattu i celi ... Attribuite à l'Eternu, o famiglie di e nazioni, attribuite à l'Eternu gloria è forza. Attribuite à u Signore a gloria per via di u so nome; portate una offerta è intrite in i so corti ".

Avemu spoiled this walk with God by sinning through Adam, è seguitemu i so passi. Ricusemu di ricunnosce lu è ricusemu di ricunnosce i nostri peccati.

Diu, perchè Ellu ci ama, vole sempre a nostra fraternità è ci cerca. Quandu u Ignuremu, è ribellu, Ellu vole sempre dà cose bone. I Ghjuvanni 4: 8 dice: "Diu hè amore".

U Salmu 32:10 dice chì u so amore hè infallibile è u Salmu 86: 5 dice chì hè dispunibule per tutti quelli chì u chjamanu, ma u peccatu ci separa da Diu è da u so amore (Isaia 59: 2). Rumani 5: 8 dice chì "mentre eramu peccatori Cristu hè mortu per noi", è Ghjuvanni 3:16 dice chì Diu hà tantu amatu u mondu chì hà mandatu u so Figliolu per more per noi - per pagà u peccatu è rende pussibule di ristabilì ci à fraterna cun Diu.

Eppuru semu sempre alluntanati da ellu. Ghjuvanni 3: 19-21 ci dice perchè. U versu 19 è 20 dicenu: "Questu hè u vermentu: A luce hè ghjunta in u mondu, ma a ghjente amava a bughjura invece di a luce perchè e so azzioni eranu male. Quellu chì face u male odia a luce, è ùn vene micca in luce per paura chì e so azzioni sianu esposte ". Hè perchè vulemu peccà è seguità a nostra strada. Scappemu da Diu per chì i nostri peccati ùn sianu palisati. Rumani 1: 18-32 descrive questu è elenca assai peccati specifici è spiega l'ira di Diu contr'à u peccatu. In u versu 32 dice, "ùn solu cuntinuanu à fà ste cose, ma appruvanu ancu quelli chì li praticanu". È cusì certe volte punirà u peccatu, in u mondu sanu, naziunale o persunale. Questu puderia esse unu di questi tempi. Solu Diu sà s'ellu si tratta di una sorta di ghjudiziu, ma Diu hà ghjudicatu Israele in l'Anticu Testamentu.

Postu chì paremu di circallu solu quandu simu in difficultà, Ellu permetterà e prove di attirà (o spinghje) noi versu ellu stessu, ma hè per u nostru bè, cusì u pudemu cunnosce. Ellu vole chì ricunniscimu u so dirittu di esse veneratu, ma ancu di participà à u so amore è a so benedizione.

  1. Diu hè amore, ma Diu hè ancu santu è ghjustu. Cume cusì punirà u peccatu per quelli chì si ribellanu ripetutamente contr'à ellu. Diu hà avutu à castigà Israele quand'elli cuntinuonu à ribellassi è bruntuleghjanu contr'à ellu. Eranu testardi è infidi. Ancu noi simu cum'è elli è simu arroganti è ùn pudemu micca fiducia in ellu è continuemu ad amà u piccatu è ùn ricunnosceremu mancu chì hè peccatu. Diu cunnosce ognunu di noi, ancu i nostri penseri (Ebrei 4:13). Ùn pudemu micca piattà da ellu. Sà quellu chì u rifiuta è u so perdonu è infine punirà u peccatu cum'ellu hà punitu Israele parechje volte, cù varie piaghe è infine cun prigiuneru in Babilonia.

Simu tutti culpevuli di peccà. Ùn rispettà Diu hè peccatu. Vede Matteu 4:10, Luke 4: 8 è Deuteronomiu 6:13. Quandu Adam hà fattu piccatu hà purtatu una maladizzione annantu à u nostru mondu chì si traduce in malatie, guai di ogni tipu è morte. Tutti peccemu, cum'è Adamu hà fattu (Rumani 3:23). Leghje Genesis capitulu trè. Ma Diu hè sempre in cuntrollu è Ellu hà u putere di prutege ci è di liberacci, ma dinò u pudere ghjustu di infruie ghjustizia nantu à noi. Puderemu culpèvule per a nostra disgrazia, ma questu hè u nostru travagliu.

Quandu Diu ghjudicheghja hè per u scopu di rimette in noi stessu, cusì ricunnosceremu (cunfessemu) i nostri peccati. I Ghjuvanni 1: 9 dice: "Se cunfessemu (ricunnosce) i nostri peccati, Ghjesù hè fidu è ghjustu per pardunacci i nostri peccati è purificà ci da ogni iniquità". Sì sta situazione hè nantu à a disciplina per u peccatu, tuttu ciò chì ci vole à fà hè vene à ellu è cunfessà i nostri peccati. Ùn possu micca dì se questa hè a ragione o micca, ma Diu hè u nostru ghjustu Ghjudice, è hè una pussibilità. Pò ghjudicà u mondu, Hà fattu in Genesi capitulu trè è ancu in Genesi capituli 6-8 quandu Mandò una inundazione mundiale. Pò ghjudicà una nazione (Hà ghjudicatu Israele - U so propiu populu) o Pò ghjudicà à ognunu di noi personalmente. Quandu ellu ci ghjudicheghja hè per insegnaci è cambià ci. Cum'è David hà dettu, cunnosce ogni core, ogni mutivu, ogni pensamentu. Una cosa sicura, nimu di noi ùn hè culpevule.

Ùn dicu, nè possu dì chì questu hè u mutivu, ma guardate ciò chì accade. Parechje persone (micca tutti - assai amanu è aiutanu) prufittanu di e circustanze; si ribellanu contr'à l'autorità ùn ubbidendu micca à un certu gradu o à l'altru. A ghjente hà sbulicatu i prezzi, anu sputatu deliberatamente è tossutu à persone innocenti, anu accaparatu o deliberatamente arrubatu pruviste è apparecchiature da quelli chì ne anu bisognu è anu adupratu a situazione per impone ideulugie à u nostru paese o l'anu adupratu in qualchì modu per guadagnà finanziarii.

Diu ùn castiga micca arbitrariamente cum'è un genitore abusivu. Hè u nostru Babbu amorevule - aspetta chì u zitellu chì si ne và à vultà ind'è ellu, cum'è in a parabola di u Figliolu Pròdicu in Luke 15: 11-31. Ellu vole ripurtà ci à a ghjustizia. Diu ùn ci hà da furzà à ubbidì, ma ci hà da disciplinà per rientraci ind'è ellu. Hè prontu à pardunà à quelli chì vultanu ind'è ellu. Avemu solu da dumandallu. U peccatu ci separa da Diu, da a fraternità cun Diu, ma Diu puderia esse adupratu per chjamà ci torna.

III. A. Un altru mutivu per questu puderia esse chì Diu vole chì i so figlioli cambianu, per amparà una lezzione. Diu puderia disciplinà i soi, perchè ancu quelli chì prufessenu d'avè fede in Diu cadenu in parechji peccati. I Ghjuvanni 1: 9 hè statu specificamente scrittu per i credenti cum'è Ebrei 12: 5-13 chì ci insegna: "Quellu chì u Signore ama, u disciplinerà". Diu hà un amore particulare per i so figlioli - quelli chì credenu in ellu. I Ghjuvanni 1: 8 dice: "Se dicemu esse senza peccatu, ci ingannemu noi stessi è a verità ùn hè micca in noi". Questu vale per noi perchè Ellu vole chì camminemu cun ellu. David pricava in u Salmu 139: 23 & 24, "Cercami, o Diu, è cunnosci u mo core, pruvami è cunnosce i mo penseri. Vede s'ellu ci hè qualchì modu gattivu in mè, è guidami in a via eterna ". Diu ci disciplinerà per i nostri peccati è a disubbidienza (Leghje u Libru di Ghjona).

  1. Ancu noi cum'è credenti a volte ci simu troppu impegnati è impegnati in u mondu è u scurdemu o l'ignuremu ancu. Ellu vole a lode di u so pòpulu. Matteu 6:31 dice: "Ma circate prima u so regnu è a so ghjustizia è tutte queste cose vi seranu date ancu à voi". Ellu vole chì sapemu chì avemu bisognu di ellu, è di mette lu in primu locu.
  2. I Corinzi 15:58 dice: "Siate fermi". E prove ci rinfurzanu è ci facenu guardà à ellu è fidà ci di più. Ghjacumu 1: 2 dice: "A prova di a vostra fede sviluppa a perseveranza". Ci insegna à fidà si di u fattu ch'ellu hè sempre cun noi è ch'ellu hà u cuntrollu, è ch'ellu ci pò prutege è farà ciò chì hè megliu per noi mentre fidemu in ellu. Rumani 8: 2 dice: "Tutte e cose funzionanu inseme per u bè per quelli chì amanu à Diu ..." Diu ci darà pace è speranza. Matteu 29:20 dice: "Eccu, sò cun voi sempre".
  3. A ghjente sà chì a Bibbia ci insegna à amassi l'unu l'altru, ma qualchì volta simu troppu avvolti in a nostra vita, ne scurdemu l'altri. A tribulazione hè spessu aduprata da Diu per fà turnà à mette l'altri davanti à sè, soprattuttu chì u mondu ci insegna constantemente à mette noi stessi prima, invece di l'altri cum'è a Scrittura insegna. Questa prova hè l'occasione perfetta per amà u nostru prossimu è pensà è serve l'altri, ancu solu per una telefonata d'incuragimentu. Avemu ancu bisognu di travaglià in unità, micca ognunu in u so angulu.

Ci sò persone chì si suicidanu per via di u scuragimentu. Pudete cuntattà cun una parolla di speranza? Noi, cum'è credenti, speremu di sparte, speremu in Cristu. Pudemu pricà per tutti: dirigenti, quelli chì sò impegnati à aiutà i malati, quelli chì sò malati. Ùn intarrate micca a testa in a rena, fate qualcosa, solu per ubbidì à i vostri capi è per stà in casa; ma impegnassi in qualchì manera.

Qualchissia in a nostra chjesa ci hà fattu maschere. Questa hè una cosa veramente bella chì parechji facenu. Nantu ci era parolle di speranza è una croce. Avà era amore, hè incuraghjente. In unu di i migliori sermoni chì aghju mai intesu u predicatore hà dettu: "L'amore hè qualcosa chì fate". Fate qualcosa. Avemu bisognu à esse cum'è Cristu. Diu vole sempre chì aiutemu l'altri in ogni modu chì pudemu.

  1. Infine, Diu pò circà di dì ci di occupà ci, è di smette di trascurà a nostra "cumissione", vale à dì: "Andate in tuttu u mondu è predicate u Vangelu". Ci dice: "Fate u travagliu di un evangelistu" (2 Timuteu 4: 5). U nostru travagliu hè di guidà l'altri à Cristu. Amalli li aiuterà à vede chì simu veri è pudemu fà li ascultà, ma duvemu ancu dà li u missaghju. "Ùn hè micca dispostu chì qualchissia perisca" (2 Petru 3: 9).

Sò statu surpresu di a poca diffusione chì si face, specialmente in televisione. Pensu chì u mondu prova à impedì ci. Sò chì Satanassu hè è hè daretu. Ringrazià u Signore per quelli cum'è Franklin Graham chì predica u Vangelu à ogni occasione è va à l'epicentru di a pandemia. Forse Diu prova à ramintà chì questu hè u nostru travagliu. E persone anu paura, ferite, in dolu è chjamanu aiutu. Avemu bisognu di indicalli à Quellu chì pò salvà a so anima è "dalli aiutu in tempu di bisognu" (Ebrei 4:16). Avemu bisognu di pregà per quelli chì travaglianu assai per aiutà. Avemu bisognu à esse cum'è Filippu è dì à l'altri cume esse salvati, è pregà per Diu per alzà predicatori per proclamà a parolla. Avemu bisognu di "pregà u Signore di a racolta per mandà travagliadori in a racolta" (Matteu 9: 38).

Un ghjurnalistu hà dumandatu à u nostru presidente ciò chì li piacerebbe dumandà à Billy Graham di cosa fà in questa situazione. Eiu stessu mi dumandava ciò ch'ellu faria. Probabilmente averia una Crociata in televisione. Sò sicuru chì averia pruclamatu u Vangelu, chì "Ghjesù hè mortu per voi". Probabilmente dicia: "Ghjesù aspetta per ricevevi". Aghju vistu un spot televisivu cun Billy Graham dendu un invitu, ciò chì era assai incuraghjente. U so figliolu Franklin face ancu questu, ma ùn ci n'hè statu abbastanza. Fate a vostra parte per purtà à qualchissia à Ghjesù.

  1.  L'ultima cosa chì vogliu sparte, ma a più impurtante, hè chì Diu "ùn vole micca chì qualcunu perisca" è vole chì TU venga à Ghjesù per esse salvatu. Sopra à tuttu u restu Ellu vole chì u cunniscite è u so amore è u so perdonu..Unu di i migliori lochi in a Scrittura per dimustrà questu hè Ghjuvanni u capitulu trè. Prima di tuttu l'umanità ùn vole mancu ricunnosce ch'elli sò piccatori. Leghje u Salmu 14: 1-4; Salmu 53: 1-3 è Rumani 3: 9-12. Rumani 3:10 dice: "Ùn ci hè nimu ghjustu, nè mancu unu". Rumani 3:23 dice: "Perchè tutti anu fattu piccatu è mancanu a gloria di Diu. Rumani 6:23 dice, "u salariu (pena) di u peccatu hè a morte". Questa hè l'ira di Diu contru u peccatu di l'omu. Simu persi, ma u versu cuntinueghja à dì: "u donu di Diu hè a vita eterna per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore". A Bibbia insegna chì Ghjesù hà pigliatu a nostra piazza; Hà pigliatu a nostra punizione per noi.

Isaia 53: 6 dice: "U Signore hà messu nantu à ellu l'iniquità di noi tutti". U versu 8 dice: «Hè statu cacciatu da a terra di i vivi; per a transgressione di u mo pòpulu Hè statu culpitu ". U versu 5 dice: «Hè statu sfracicatu per e nostre iniquità; u castigu per a nostra pace era nantu à ellu ". U versu 10 dice: "U Signore hà fattu a so vita una offerta di culpabilità".

Quandu Ghjesù hè mortu nantu à a croce, hà dettu: "Hè finitu", chì significa letteralmente "pagatu in tuttu". U significatu di questu hè chì quandu un prigiuneru avia pagatu a so punizione per un crimine, hè statu datu un documentu ghjuridicu chì era stampatu, "pagatu in tuttu", dunque nimu puderia mai fà turnà in prigiò per pagà dinò quellu crimine. Era liberu per sempre perchè a pena era "pagata in tuttu". Eccu ciò chì Ghjesù hà fattu per noi quandu hè mortu in u nostru postu nantu à a croce. Ellu disse chì a nostra punizione hè "pagata in tuttu" è chì simu sempre liberi.

Ghjuvanni capitulu 3: 14 è 15 dà u quadru perfettu di a salvezza, Racconta l'avvenimentu storicu di u serpu nantu à u palu in u desertu in Numeri 21: 4-8. Leghje i dui passaghji. Diu avia liberatu u so pòpulu da a schiavitù in Egittu, ma dopu si sò ribellati contr'à ellu è Mosè sempre è sempre; bramavanu è si lagnavanu. Allora Diu hà mandatu serpi per punìli. Quandu anu cunfessu chì avianu fattu piccatu, Diu hà furnitu un modu per salvalli. Hà dettu à Mosè di fà un serpu è di mette lu in un palu è chì tutti quelli chì "l'anu guardatu" camparanu. Ghjuvanni 3:14 dice: "Cum'è Mosè hà alzatu a sarpe in u desertu, cusì u Figliolu di l'omu deve esse alzatu, affinchì tutti quelli chì credenu in ellu possanu a vita eterna". Ghjesù hè statu risuscitatu per more nantu à una croce per pagà per i nostri peccati, è se Fighjemu per {crede in ellu], saremu salvati.

Oghje, sè ùn u cunniscite micca, sè ùn credite micca, a chjama hè chjara. I Timoteu 2: 3 dice: "Ellu vole chì tutti l'omi sianu salvati è venenu à una cunniscenza di a verità". Ellu voli chì crede è sia salvatu; di piantà di rifiutallu è riceve lu è crede ch'ellu hè mortu per pagà u to peccatu. Ghjuvanni 1:12 dice: "Ma à tutti quelli chì l'anu ricevutu, li hà datu u dirittu di diventà figlioli di Diu, ancu à quelli chì credenu in u so nome, chì ùn sò micca nati da sangue, nè da a vulintà di a carne, nè di a vulintà di l'omu, ma di Diu. "Ghjuvanni 3: 16 & 17 dice:" Perchè Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u so Figliolu unitu, chì quellu chì crede in ellu ùn perisca micca ma averà a vita eterna. Perchè Diu ùn hà micca mandatu u so Figliolu in u mondu per cundannà u mondu, ma per salvà u mondu per ellu ". Cum'è Rumani 10:13 dice, "Perchè quellu chì invoca u nome di u signore serà salvatu". Tuttu u vostru bisognu à fà hè dumandà. Ghjuvanni 6:40 dice: "Perchè a vulintà di u Babbu hè chì tutti quelli chì guardanu à u Figliolu è credinu in ellu averanu a vita eterna, è l'aghju da risuscità à l'ultimu ghjornu".

In questu tempu, ricordate chì Diu hè quì. Hè in cuntrollu. Hè u nostru Aiutu. Hà un scopu. Pò avè più di un scopu, ma si valerà per ognunu di noi in modu diversu. Solu pudete discernisce què. Noi tuttu pò circallu. Pudemu tutti amparà qualcosa per cambià ci è migliurà ci. Pudemu è duverebbe tutti amà di più l'altri. So una cosa di sicuru, se ùn site micca un credente, Ellu vi stende cun amore è speranza è Salvazione. Ùn hè micca dispostu chì qualchissia perisca eternamente. Matteu 11:28 dice: "Venite à mè tutti voi chì site stancu è carcu è ti daraghju u riposu".

Assicuranza di Salvazione
Per avè a fiducia di un futuru cun Diu in u celu, tuttu ciò chì avete da fassi è crede in u so Figliu. John 14: 6 "Sò u via, a verità è a vita, nisun omu vene à u Babbu, ma da mè." Duvete esse u so figliolu è a Parola di Diu dichiara in Ghjuvanni 1: 12 "quanti avianu ricevutu per quessa li dava u dirittu di diventà figlioli di Diu, ancu à quelli chì credenu nantu à u so nome. "

1 Curinzi 15: 3 & 4 ci dice ciò chì Ghjesù hà fattu per noi. Hè mortu per i nostri peccati, hè statu sepoltu è risuscitatu da i morti u terzu ghjornu. Altre Scritture da leghje sò Isaia 53: 1-12, 1 Petru 2:24, Matteu 26: 28 & 29, Ebrei capitulu 10: 1-25 è Ghjuvanni 3: 16 & 30.

In Ghjuvanni 3: 14-16 & 30 è Ghjuvanni 5: 24 Diu dice se credemu chì avemu a vita eterna è simpricimenti mette, se finisce ùn seria micca eterna; ma per enfatizà a Sua prumessa Diu dice ancu quelli chì credenu ùn periscenu.

Ddiu hà dichjaratu ancu in Romani 8: 1 chì "ùn ci hè, per quessa, alcuna cunvinzione à quelli chì sò in Cristu."

A Bibbia dice chì Diu ùn pò micca bugie; hè in u so caratteru innatu (Titu 1: 2, Ebrei 6: 18 & 19).

Ellu usa parechje parolle per fà a prumessa di a vita eterna faciule per noi di capiscenu: Rumani 10:13 (chjamate), Ghjuvanni 1:12 (crede è riceve), Ghjuvanni 3:14 è 15 (guardate - Numeri 21: 5-9), Revelazione 22:17 (piglià) è Revelazione 3:20 (apre a porta).

Rumani 6:23 dice chì a vita eterna hè un donu per mezu di Ghjesù Cristu. Revelazione 22:17 dice "È quellu chì vole, lascia piglià liberamente l'acqua di a vita". Hè un rigalu, tuttu ciò chì ci vole à fà hè piglià lu. Hè custatu tuttu à Ghjesù. Ùn ci costa nunda. Ùn hè micca u risultatu di u nostru travagliu. Ùn pudemu micca ottene o mantene da fà boni atti. Diu hè ghjustu. S'ellu fussi per opere ùn seria micca ghjustu è averiamu qualcosa da vantà. Efesini 2: 8 è 9 dice "Perchè per grazia site statu salvatu per fede, è micca per voi; hè u donu di Diu, micca di l'opere, per chì qualcunu ùn si vanti ".

Galati 3: 1-6 ci insegna chì non solu ùn pudemu micca guadagnallu fendu boni travagli, ma ùn pudemu micca mantenelu cusì.

Dice "avete ricevutu u Spìritu per l'opere di a lege o per sente cun fede ... sì cusì scemu, avè principiatu in u Spìritu site avà perfettatu da a carne".

I Corinzi 1: 29-31 dice: "chì nimu ùn si vanti davanti à Diu ... chì Cristu hè statu fattu per noi santificazione è redenzione è ... chì quellu chì si vanta, si vanta di u Signore".

Se pudemu guadagnà a salvezza, Ghjesù ùn avrebbe avutu da mori (Galati 2: 21). Altri passaghji chì ci danno garanzia di salvezza sò:

1. Ghjuvanni 6: 25-40 in particulare u versu 37 chì ci dice chì "quellu chì vene à mè, ùn cacceraghju micca in modu sàviu", vale à dì, ùn duvete micca mendicà o guadagnallu.

Se crede è vene, Ùn vi ricusarà, ma vi ricevi, accettà è ricevi a Sua zitella. Avete solu per dumandà à El.

2. 2 Timuteu 1:12 dice "Sò quale aghju cridutu è sò cunvintu ch'ellu hè capace di tene ciò chì l'aghju impegnatu contru à quellu ghjornu".

Ghjudei 24 è 25 dicenu "À quellu chì hè capace di impedisce di cascà è di presentavvi davanti à a so gloriosa presenza senza tortu è cun grande gioia - à l'unicu Diu u nostru Salvatore sia gloria, maestà, putenza è autorità, per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore, prima tutti l'età, avà è per sempre di più! Amen. "

3. Filippesi 1: 6 dice "Perchè sò cunvinta di sta stessa cosa, chì Quellu chì hà iniziatu una bona opera in voi a perfezziunerà finu à u ghjornu di Cristu Ghjesù".

4. Ricurdate u latru in a cruci. Tuttu ciò ch'ellu hà dettu à Ghjesù era "Arricurdatevi di mè quandu Venite in u vostru regnu".

Ghjesù vede u so coru è onoreva a so fede.
Ellu disse: "In verità vi dicu, oghje sarete cun mè in Paradisu" (Luke 23: 42 & 43).

5. Quandu Ghjesù muriu, hà finitu u travagliu chì Diu ci hà datu à fà.

Ghjuvanni 4:34 dice: "U mo manghjà hè di fà a vuluntà di Quellu chì m'hà mandatu è di finisce u so travagliu". Nantu à a croce, ghjustu nanzu di more, hà dettu: "Hè finita" (Ghjuvanni 19:30).

A frasa "Hè finita" significa pagatu in tuttu.

Hè un termine ghjuridicu chì si riferisce à ciò chì era scrittu annantu à a lista di crimini chì qualcunu era punitu per quandu a so punizione era cumpletamente finita, quandu era liberatu. Significa chì u so debitu o a so punizione sò stati "pagati in tuttu".

Quandu accettemu a morte di Ghjesù nantu à a croce per noi, u nostru debitu di u piccatu hè pagatu in tuttu. Nuddu pò cambià questu.

6. Due versi meravigliosi, John 3: 16 è John 3: 28-40

ambigu dì chì quandu credete di micca peri.

John 10: 28 dice mai peri.

A Parolla di Diu hè vera. Avemu solu da fidà ciò chì Diu dice. Mai significa mai.

7. Diu dice parechje volte in u Novu Testamentu ch'ellu ci imputa o ricunnosce a ghjustizia di Cristu quandu avemu messu a nostra fede in Ghjesù, vale à dì, Li attribuisce o ci dà a ghjustizia di Ghjesù.

Efesini 1: 6 dice chì simu accettati in Cristu. Vede ancu Filippini 3: 9 è Rumani 4: 3 è 22.

8. A Parolla di Diu dice in u Salmu 103: 12 chì "finu à l'Oriente hè da l'Occidenti, cusì luntanu hà livatu e nostre trasgressioni da noi".

Dice ancu in Ghjeremia 31:34 chì "Ùn si ricorderà più di i nostri peccati".

9. Ebrei 10: 10-14 ci insegna chì a morte di Ghjesù in a croce bastò per pagà per tutti i peccati per tutti i tempi - passatu, presente è futuro.

Ghjesù hè mortu "una volta per tuttu". L'opera di Ghjesù (essendu cumpleta è perfetta) ùn hà mai bisognu di esse ripetuta. Stu passaghju insegna chì "hà resu perfetti per sempre quelli chì sò resi santi". Maturità è purezza in a nostra vita hè un prucessu ma Ellu ci hà perfezziunatu per sempre. Per via di questu avemu da "avvicinà cun un core sinceru in piena assicuranza di fede" (Ebrei 10:22). "Tenimu cun ferma a speranza chì prufessemu, perchè quellu chì hà prumessu hè fidu" (Ebrei 10:25).

10. Efesini 1: 13 è 14 dice chì u Spìritu Santu ci ferma.

Diu ci hè a sferita di u Spìritu Santu cum'è un anellu di segnu, ponennu nantu à noi un sigillo irreversibile chì ùn pudemu micca spezzià.

Hè cum'è un rè chì sigilla una lege irreversibile cù u so anellu di segnu. Parechji cristiani dubbitanu di a so salvezza. Quessi è assai altri versi ci mostranu chì Diu hè à tempu Salvatore è Custode. Simu, secondu Efesini 6 in una battaglia cun Satanassu.

Hè u nostru nemicu è "cum'è un lione chì rugna cerca à manghjacci" (I Petru 5: 8).

Credu chì ci induce u dubbitu in a nostra salvezza hè unu di i so più grandi dardi ardenti chì usavanu per scunfigera.
Credu chì e varie parti di l'armatura di Diu riferiti quì sò i versi di a Scrittura chì ci inseganu ciò chì promette u Dio è a putenza ch'ellu ci dà per avè vittoria; per esempiu, a so ghjustità. Ùn hè micca a nostra, ma a Sò.

Filippesi 3: 9 dice "è pò esse truvatu in ellu, senza avè una ghjustizia propria derivata da a Lege, ma quella chì hè per fede in Cristu, a ghjustizia chì vene da Diu nantu à a basa di a fede".

Quandu Satanassu prova à cunvince vi chì site "troppu male per andà in celu", risponde chì site ghjustu "in Cristu" è reclamate a so ghjustizia. Per aduprà a spada di u Spìritu (chì hè a Parolla di Diu) avete bisognu di memorizà o almenu sapè induve truvà questa è altre Scritture. Per utilizà queste armi avemu bisognu di sapè chì a Sua Parolla hè verità (Ghjuvanni 17:17).

Arricurdatevi, duvete fiducia in a Parolla di Diu. Studia a Parolla di Diu è continua à studialla perchè più sapete più diventerai più forte. Duvete fiducia di sti versi è d'altri cum'è elli per avè assicuranza.

A so Parolla hè verità è "a verità vi libera»(Ghjuvanni 8:32).

Duvete riempie a vostra mente cun ella finu à chì ti cambia. A Parolla di Diu dice: "Cunsiderate tuttu a gioia, fratelli mei, quandu avete incontratu diverse prove", cum'è dubità di Diu. Efesini 6 dice di aduprà quella spada è po dice di stà; ùn lasciate micca è corse (ritiru). Diu ci hà datu tuttu ciò chì avemu bisognu per a vita è a pietà "approfondisce a vera cunniscenza di Quellu chì ci hà chjamatu" (2 Petru 1: 3).

Basta à crede.

I Nostri Amati in u Celu Sappianu Cosa si passa in a mo Vita?
Ghjesù ci hà amparatu in e Scritture (a Bibbia) in Ghjuvanni 14: 6 chì Ellu hè a strada di u celu. Ellu disse: "Sò a strada, a verità è a vita, nimu vene à u Babbu, eccettu per mezu di mè". A Bibbia ci insegna chì Ghjesù hè mortu per i nostri peccati. Ci insegna chì duvemu crede in ellu per avè a vita eterna.

I Petru 2:24 dice: "Quale ellu stessu hà purtatu i nostri peccati in u so stessu corpu nantu à l'arburu", è Ghjuvanni 3: 14-18 (NASB) dice: "Cum'è Mosè alzò u serpente in u desertu, ancu cusì u Figliolu deve esse di l'omu sia elevatu (verse14), affinchì quellu chì crede possa in ellu una vita eterna (verse 15).

Perchè Diu hà amatu u mondu, chì hà datu u so Sò Unicu Figliolu, chì chìunque crede in Ellu ùn murassi micca, ma tenendu a vita eterna (verse 16).

Perchè Diu ùn hà micca mandatu u Figliolu à u mondu per ghjudice (condemnà) u mondu; ma chì u mondu deve esse guaritu per ellu (verse 17).

Quellu chì crede in ellu ùn hè micca ghjudicatu; quellu chì ùn crede hè statu ghjudicatu dighjà, perchè ùn hà micca cridutu in l'unicu Figliolu di Diu (versu 18) ".

Vede ancu u versu 36, "Quellu chì crede in u Figliolu hà a vita eterna ..."

Questa hè a nostra prumessa benedetta.

Rumani 10: 9-13 finisce dicendu: "Quellu chì invoca u nome di u Signore serà salvatu".

Atti 16: 30 è 31 dice: "Eppo i purtò fora è dumandò:" Signori, chì devu fà per esse salvatu?

Elli risposenu: "Cridite in u Signore Ghjesù, è sarete salvatu - voi è a vostra casa".

Se u vostru amatu vulia crede o ellu hè in u celu.

Ci hè assai pocu in e Scritture chì parlanu di ciò chì accade in celu prima di u ritornu di u Signore, eccettu chì seremu cun Ghjesù.

Ghjesù disse à u latru nantu à a croce in Luke 23:43: "Oghje sarete cun mè in Paradisu".

A Scrittura dice in 2 Curinzî 5: 8 chì, "se simu assenti da u corpu, simu presenti cù u Signore".

L'unica ligere vogliu chì indicanu chì i nostri ertsi in u celu sò capaci di vedà chì ci hè in Hebri è Luke.

U primu hè Ebrei 12: 1 chì dice: "Dunque, postu chì avemu una grande nuvola di testimoni" (l'autore parla di quelli chì sò morti prima di noi - credenti passati) "chì ci circondanu, lasciamu da parte ogni gravanza è u peccatu chì ci intriccia cusì faciule è lascia corre cù resistenza a corsa chì ci hè presentata ". Questu indicerebbe chì ci ponu vede. Sò testimoni di ciò chì femu.

U secondu hè in Luke 16: 19-31, u cuntu di u riccu è di Làzaru.

Si pudianu vede è l'omu riccu era cunnisciutu di i so parenti nantu à a terra. (Leghjite u cuntu tutale.) Stu passaghju ci mostra ancu a risposta di Diu per invià "unu di i morti per parlalli".

Ddiu impighisce rigordu di pruvà à cuntattate i morti cum'è in andà à i mediani o à andà à i seguenti.
Si deve stà luntanu da tali cose è fidà si di a Parolla di Diu, data à noi in e Scritture.

Deuteronomiu 18: 9-12 dice: "Quandu entri in terra u Signore u to Diu ti dà, ùn amparate micca à imità i modi detestabili di e nazioni quì.

¡Que nadie se encuentre entre vosotros que sacrifice a su fill ou fila in u focu, chì pruteghja divinazione o sorcery, interpreta alcune, engendra in a sorcellerie, elabora magia, o quale hè un mediu o spiritistu o chì cunsulteghja i morti.

Qualchissia chì faci ste cose hè detestabile per l'Eternu, è per via di ste pratiche detestabili l'Eternu, u to Diu, cacciarà ste nazioni davanti à voi ".

A Biblia in tuttu hè nantu à Ghjesù, à a so vendita per a morte per noi, perchè duvemu esse u pirdunu di i peccati è avemu a vita eterna in u celu per crede in ellu.

Atti 10:48 dice: "Di ellu tutti i prufeti testimonianu chì per mezu di u so Nome tutti quelli chì credenu in ellu anu ricevutu u perdonu di i peccati".

Atti 13:38 dice: "Dunque, fratelli, vogliu chì sapiate chì per mezu di Ghjesù vi ​​hè proclamatu u perdonu di i peccati".

Colossenses 1:14 dice: "Perchè ci hà liberatu da u duminiu di a bughjura, è ci hà trasfirutu in u Regnu di u Figliolu Amatu, in quale avemu a redenzione, u perdonu di i piccati".

Leghje Ebrei capitulu 9. U versu 22 dice: "senza spargimentu di sangue ùn ci hè pardonu".

In Rumani 4: 5-8 dice quellu chì "crede, a so fede hè cunsiderata cum'è ghjustizia", ​​è in u versu 7 dice: "Beati quelli chì e so azzioni illegali sò state perdonate è chì i so peccati sò stati cuparti".

Rumani 10: 13 è 14 dice: "Quellu chì invucarà u Nome di u Signore vole esse salvatu.

Cumu u chjameranu in Quellu chì ùn anu micca cridutu? "

In Ghjuvanni 10:28 Ghjesù dice di i so credenti, "è li dò vita eterna è ùn perderanu mai".

Speru chì avete cridutu

U nostru Spiritu è ​​Soul Die After Death?
Ancu sì u corpu di Samuel hà mortu, u spiritu è ​​l'ànima di qualcunu chì hà mortu ùn cessate di esse l'esse, questu hè mortu.

L'Scrittura (a Bibbia) manifestanu dinù è sempre. A megliu manera ch'e pense di spiegà a morte in l'Scrittura hè di utilizà a separazione di parole. L'ànima è u spiritu sò siparati da u corpu à u quale u corpu hè mortu è cumincià à a decadenza.

Un esempiu di questu seria a Scrittura frase chì "hè mortu in i vostri peccati" chì equivale a "i vostri peccati ti sò separati da u vostru Diu." Per esse separatu da Diu hè a morte spirituale. L'ànima è l'spiritu ùn murenu micca in listessa manera chì u corpu.

In Luke 18 l'omu riccu era in un locu di punizioni è u poviru omu era in parte di Abraham dopu a morte fìsica. Ci hè una vita dopu a morte.

In a cruci, Ghjesù hà dettu à u lapriadu chì era pentimentu, "oghje sia cun mè in paradisu". U terzu ghjornu dopu chì Ghjesù muriu era fisicu. Scrittura insegna chì in ogni ghjornu, ancu i nostri culeculi sò risuscitatu cum'è u corpu di Ghjesù.

In Ghjuvanni 14: 1-4, 12 è 28 Ghjesù disse à i discìpuli ch'ellu avia da esse cù u Babbu.
In Ghjuvanni 14: 19 Ghjesù hà dettu: "perchè campu, vi vinaranu ancu".
2 Corinthians 5: 6-9 dice chì esse ausente da u corpu hè di esse presente cù u Signore.

Scrittura insegnà chjaramente (vede Deuteronomy 18: 9-12; Gàlates 5: 20 è Revelazione 9: 21; 21: 8 è 22: 15) chì cunsultà u spiritu di i morti o medichi o psiquicari o qualchì altra forma di magia hè u peccatu è grazzia à Diu.

Qualchidunu crede quì pò esse perchè quellu chì cunsultate i morti sò dettu cunsiglieri dimonii.
In Luke 16 l'omu riccu è statu dettu chì: "In casu tutte sse cose, trà noi è voi un grand abissu hè stituutu, perchè quelli chì vogliu d'andà da quì ùn puderanu micca, nè queste nisciunu quandu u cruci. "

In 2 Samuel 12: 23 David disse di u so figliolu chì avia morse: "Ma avà chì hè mortu, perchè avete aghju passatu?

Puderà torna?

Andaraghju à ellu, ma ùn turnarà micca à mè.

Ghjaseppu 8: 19 dici, "Quandu l'omi dici per voi medichi è psiquicà, chì sussuranu è murmutulanu, ùn deve micca un persone di cunsultà u so Diu?

Perchè cunservà i morti in nome di a vita?

Questa verse ci deve avemu bisognu di Diu per a saviezza è l'intelligenza, micca magichi, mediani, psiquicelli o witches.

In I Corinzi 15: 1-4 vedemu chì "Cristu hè mortu per i nostri peccati ... ch'ellu hè statu sepoltu ... è ch'ellu hè statu risuscitatu u terzu ghjornu.

Ci dici chì hè u Vangelu.

Ghjuvanni 6: 40 dici: "Questu hè a vulintà di u mo Patre, chì tutti chì avianu u Figliolu è credi in Ellu, pudete avè a vita eterna; è mi risparaghju in l'ultimu ghjornu.

E persone chì commettenu suicidiu andanu in l'infernu?
Parechje persone credenu chì sì una persona si suicide ch'elli andanu automaticamente in Infernu.

Questa idea hè di solitu basata nantu à u fattu chì uccidendu sè hè un omicidiu, un peccatu estremamente seriu, è chì quandu una persona s'era uccisa, quì, ùn ci hè nunda di fighjà dopu à l'eventa di pentite è chiede à Diu chì li perda.

Ci sò parechji prublemi cù questu idea. U primu hè chì ùn ci hè micca assolutamente indicazione in a Bibbia chì se una persona si suicide chì si vanu in Infernu.

U sicondu prublema hè chì face a salvazione esse da a fede più ùn fà qualcosa. Quandu si principia nantu à sta strada, chì altre condizioni ghjunghjite solu à a fede?

Rumani 4: 5 dice: "Tuttavia, à l'omu chì ùn travaglia micca, ma chì fideghja in Diu chì ghjustifica u gattivu, a so fede hè credita cum'è ghjustizia".

A terza questione hè chì mette assai u omicidiu in una categoria separata è li face assai peggiu di qualsiasi altro peccatu.

U omissio hè estremamente seriu, ma sò ancu parechji altri peccati. Un ultimu prublemu hè chì si sustene chì l'individu ùn hà cambiatu nè idea è chjama à Diu dopu chì era troppu tardu.

À sente persone chì anu sopravvissutu à un tentativu di suicidiu, almenu alcuni di elli si dispiegavanu cum'è ch'elli anu fattu per guaragnà a vita à u zitellu cum'è aghju fattu.

Nisunu di ciò chì aghju ghjustu aghjustatu ùn si pò truvà chì significa chì u suicidiu ùn hè micca u peccatu è un seriu assai seriu.

E persone chì tenenu a so vita spessu si sentenu chì i so amichi è a so famiglia saranu megliu senza a so manu, ma chì hè guasi mai ne ne. U suicidiu hè una tragedia, micca solu perchè un individu mori, ma dinò per u dolore emozionale chì tutti chì sapianu l'individuu si sentirà, spessu per una vita tutta.

Suicidiu hè u rigettu ultime di tutte e persone chì curavanu di quellu chì hà presu a so vita, è spessu porta à tutti i generi di prublemi emozionali in quelli affetti da elli, cum'è altri chì ance duvendu a so vita.

Per rezumà, u suicidiu hè un peccatu estremamente seriu, ma ùn inviarà micca automaticamente nimu in l'Infernu.

Tuttu u peccatu hè abbastanza grave per mandà una persona à l'infernu si quessa quessa ùn dumanda micca à u Signore Ghjesù Cristu di esse u so Salvatore è perdonà tutti i so peccati.

Avà Diu Stop Chè Malve Cose Da Sucessu à noi?
A risposta à sta dumanda hè chì Diu sia onnipotente è onnisciente, chì significa chì Egli hè tutti putente è tutti cunniscendu. A Scrittura dice chì sente tutti i nostri pensamenti è nunda ùn hè micca nascosu da ellu.

A risposta à sta quistione hè chì Hè u nostru Babbu è chì Eghja è cura di noi. Diposce ancu da chì sì, perchè ùn ne diventemu i so figlioli finché ùn cridemu in u so figliolu è a so morte per chì paghemu u nostru piccatu.

Ghjuvanni 1:12 dice: "Ma tutti quelli chì l'anu ricevutu, li hà datu u dirittu di diventà figlioli di Diu, à quelli chì credenu in u so nome. À i so figlioli Diu dà assai, assai prumesse di a so cura è di a so prutezzione.

Rumani 8:28 dice, "tutte e cose travaglianu inseme per u bè à quelli chì amanu Diu".

Ciò hè perchè ci ama cum'è Padre. Hè cusì permette di vene e cose in a nostra vita per insegnarci à esse maturi o ancu à disciplinaru, o ancu per punì ci stessi se si pienu o disobbedu.

Ebrei 12: 6 dice: "Quellu chì u Babbu ama, ellu castiga".

Cum'è Babbu, vole benediteci cù parechje benedizioni è dacci cose bone, ma ùn significa micca chì nunda "male" accada mai, ma hè tuttu per u nostru bè.

I Petru 5: 7 dice "lanciate tutte e vostre cure nantu ad ellu perchè Ellu cura per voi".

Se leggite u libru di Job, vedrete chì nunda ùn pò vene in a nostra vita chì Diu ùn permetta micca u nostru bè ".

In u casu di quelli chì disubbidiscenu per ùn crede, Diu ùn face micca ste prumesse, ma Diu dice ch'ellu permette a so "pioggia" è e so benedizioni di cascà nantu à i ghjusti è l'inghjusti. Diu vole chì veninu à ellu, diventendu parte di a so famiglia. Userà diversi mezi per fà questu. Diu pò ancu punisce a ghjente per i so piccati, quì è avà.

Matteu 10:30 dice, "i peli stessi di a nostra testa sò tutti numerati" è Matteu 6:28 dice chì simu di più valore chè i "gigli di u campu".

Sapemu chì a Bibbia dice chì Diu ci ama (Ghjuvanni 3:16), cusì pudemu esse sicuri di a so cura, amore è prutezzione da e cose "pessime" a menu chì sia per rende noi megliu, più forti è più simili à u so Figliolu.

U Mondo Spiritu esiste?
            A Scrittura ricunnosce chjaramente l'esistenza di u mondu spirituale. Prima di tuttu, Diu hè Spiritu. Ghjuvanni 4:24 dice: "Diu hè Spìritu, è quelli chì u veneranu devenu adurallu in spiritu è ​​in verità". Diu hè una trinità, ci sò trè Persone, ma un Diu. Tutti sò menzionati più è più volte in e Scritture. In Genesi capitulu unu Elohim, a parolla tradutta Diu, hè plurale, un'unità, è Diu hà dettu "Femu l'omu à a nostra maghjina". Leghje Isaia 48. Diu u Creatore (Ghjesù) parla è dice in u versu 16: «Da u mumentu chì hè accadutu eru quì. È avà u Signore Diu m'hà mandatu è u so Spìritu ". In u Vangelu di Ghjuvanni capitulu unu, Ghjuvanni dice chì a Parolla era (una persona) Diu, Chì hà creatu u mondu (versu 3) è hè identificatu cum'è Ghjesù in i versi 29 è 30.

Tuttu ciò chì hè statu creatu hè statu creatu da ellu. Revelazione 4:11 dice, è hè chjaramente insegnatu in tutta a Scrittura, chì Diu hà creatu tuttu. U versu dice: «Site degnu di u nostru Signore è di Diu per riceve gloria, onore è putenza. Avete creatu tuttu ciò, è per a vostra vuluntà sò stati creati è anu u so esse ".

Colossians 1:16 hè ancu più specificu, dicendu chì hà creatu u mondu spirituale invisibile è ancu ciò chì pudemu vede. Dice: "Perchè da ellu tutte e cose sò state create: cose in u celu è in a terra, visibili è invisibili, sì troni o puteri o dirigenti o autorità, tutte e cose sò state create da ellu è per ellu." U cuntestu mostra chì Ghjesù hè u Creatore. Implica ancu

st'esseri invisibili sò stati creati per servelu è adurà lu. Chì includerebbe angeli, è ancu Satanassu, un cherubinu, ancu quessi angeli chì si sò successivamente ribellati contr'à ellu è seguitu à Satanassu in a so ribellione. (Vede Ghjuda 6 è 2 Petru 2: 4) Eranu boni quandu Diu i creò.

Per piacè fate una nota particulare di a lingua è di i termini descrittivi aduprati: invisibili, puteri, autorità è dirigenti, chì sò aduprati più è più di u "mondu spirituale". (Vede Efesini 6; I Petru 3:22; Colossesi 1:16; I Corinzi 15:24) L'angeli ribelli seranu messi sottu à a regula di Ghjesù.

Allora u mondu spirituale hè custituitu da Diu, ànghjuli, è Satanassu (è i so seguitori) è tutti sò stati creati da Diu è per Diu - per serve è adurà lu. Matteu 4:10 dice: "Ghjesù li disse:" Luntanu da mè, Satanassu! " Perchè hè scrittu: "Adurate u Signore u vostru Diu, è servitelu solu". ""

Ebrei capituli unu è dui parlanu di u mondu spirituale è cunfermanu ancu à Ghjesù cum'è Diu è Creatore. Parla di l'azzioni di Diu cù a so creazione chì include un altru gruppu - l'umanità - è mostra a relazione cumplessa trà Diu, l'angeli è l'omu in a so opera più impurtante per l'umanità, a nostra salvezza. In breve: Ghjesù hè Diu è Creatore (Ebrei 1: 1-3). Hè più grande di l'ànghjuli è veneratu da elli (versu 6) è hè statu fattu (diventatu) più bassu di l'angeli quandu hè diventatu omu per salvà ci (Ebrei 2: 7). Què implica l'angeli più alti di l'omu, almenu in putenza è putenza (2 Petru 2:11).

Quandu Ghjesù hà finitu da a so opera è hè risuscitata da i morti, hè statu piu sopra tuttu, per

regna per sempre è sempre (Ebrei 1:13; 2: 8 & 9). Efesini 1: 20-22 dice: "L'hà risuscitatu da

i morti è u sederu à u so latu dirittu in i regni celesti, assai sopra à tuttu u regnu è

auturità è putenza è duminazione, è ogni titulu chì si pò dà ... "(Vede ancu Isaia 53; Revelazione 3:14; Ebrei 2: 3 & 4 è multitùdine di altre Scritture.)

L'angeli sò visti servendu è adurendu à Diu in tutte e Scritture, in particulare in u Libru di l'Apocalisse. (Isaia 6: 1-6; Revelazione 5: 11-14). Revelazione 4:11 afferma chì Diu hè degnu di cultu è di lode perchè hè u nostru Creatore. In l'Anticu Testamentu (Deuteronomiu 5: 7 è Esodu 20: 3) dice chì l'avemu da adurà è ùn avemu micca altri dii davanti ad ellu. Avemu da serve solu à Diu. Vede ancu Matteu 4:10; Deuteronomiu 6: 13 è 14; Esodu 34: 1; 23:13 è Deuteronomiu 11: 27 & 28; 28:14.

Questu hè assai impurtante, cum'è vedemu, chì l'angeli è i dimònii ùn devenu esse veneratu da nimu. Solu Diu merita l'adorazione (Revelazione 9:20; 19:10).

 

Anghjuli

Colossians 1:16 ci dice chì Diu hà creatu angeli; Hà creatu tuttu in celu. "Perchè da ellu sò tutte e cose create, chì sò in u celu, è chì sò nantu à a terra, visibili è invisibili, ch'elli sianu troni, o duminii, o principati, o puteri; tutte e cose sò state create da ellu è per ellu ". Revelazione 10: 6 dice: "È hà ghjuratu per Quellu chì vive in eternu è eternu, Chì hà creatu u celu è tuttu ciò chì hè in elli, a terra è tuttu ciò chì ci hè, è u mare è tuttu ciò chì ci hè ..." (Vede ancu Nehemiah 9: 6.) Ebrei 1: 7 dice: "Parlendu di l'ànghjuli, dice:" Hà fattu venti i so anghjuli, i so servitori fiamme di focu ". »Sò u so pussessu è i so servitori. 2 Tessalonicani 1: 7 li chjama "I so putenti angeli". Leghjite u Salmu 103: 20 è 21 chì dice: "Lode u Signore, voi i so angeli, voi putenti chì fate u so urdinamentu, chì ubbidite à a so parolla. Lodate u Signore, tutta a so armata celeste, voi i so servitori, chì fate a so vulintà ". Sò stati creati per fà a so vulintà è ubbidì à i so desideri.

Ùn sò micca stati creati solu per u scopu di serve à Diu, ma Ebrei 1:14 dice ancu chì li hà creati per servì i figlioli di Diu, a so chjesa. Dice: "Ùn sò micca tutti l'angeli chì servenu spiriti mandati per serve à quelli chì erediteranu a salvezza". Stu passaghju dice ancu chì l'angeli sò spiriti.

A maiò parte di i teologhi credenu chì i cherubini, visti in Ezechiele 1: 4-25 è 10: 1-22, è i serafini, visti in Isaia 6: 1-6, sò anghjuli. Sò i soli discritti, fora di Lucifer (Satanassu) chì hè chjamatu cherubinu.

Colossenses 2:18 indica chì ogni cultu à l'angeli ùn hè micca permessu, chjamendulu, "l'idea gonfiata di una mente carnale". Ùn simu micca per adurà un essere creatu. Ùn duveriamu avè alcun diu fora di ellu.

Allora cumu angeli servenu Diu è noi conformemente à a so vulintà?

1). Sò mandati per dà à a ghjente messaghji da Diu. Leghje Isaia 6: 1-13, induve Diu hà chjamatu Isaia per ministru cum'è prufeta. Diu hà mandatu à Gabriellu per dì à Maria (Luke 1: 26-38) chì ella

faria nasce u Messia. Diu hà mandatu Gabriel à parlà à Zaccaria cù a prumessa di

A nascita di Ghjuvanni (Luke 1: 8-20). Vede ancu Atti 27:23

2). Sò inviati cum'è guardiani è prutettori. In Matteu 18:10 Ghjesù dice, parlendu di i zitelli, "i so angeli vedenu sempre a faccia di u mo Babbu chì hè in celu". Ghjesù dice chì i zitelli anu anghjuli custodi.

Michael, l'arcànghjulu, hè parlatu in Daniel 12: 1 cum'è u "grande principe chì prutege u vostru populu" Israele.

U Salmu 91 si tratta di Diu u nostru prutettore è hè prufeticu riguardu à l'angeli chì pruteggeranu è ministru à u Messia, Ghjesù, ma probabilmente si riferisce ancu à u so populu. Sò guardiani di zitelli, adulti è nazioni. Leghje 2 Kings 6:17; Daniel 10: 10 & 11, 20 & 21.

3). Ci salvanu: 2 Re 8:17; Numeri 22:22; Atti 5:19. Sò salvati da Petru è da tutti l'Apostuli da a prigiò (Atti 12: 6-10; Atti 5:19).

4). Diu li usa per prevene di periculu (Matteu 2:13).

5). Anu servutu à Ghjesù (Matteu 4:11) è in u Giardinu di Getsemani u anu rinfurzatu (Luke 22:43).

6). Danu indicazioni da Diu à i figlioli di Diu (Atti 8:26).

7). Diu hà mandatu ànghjuli à luttà per u so pòpulu è per ellu in u passatu. Cuntinueghja à fà cusì avà è in u futuru Michele è u so esercitu d'angeli luttanu contr'à Satanassu è i so anghjuli è Michele è i so anghjuli vinceranu (2 Re 6: 8-17; Rivelazione 12: 7-10).

8). Anghjuli vinaranu cun Ghjesù quand'ellu vultarà (I Tessalonicani 4:16; 2 Tessalonicani 1: 7 è 8).

9). Servenu à i figlioli di Diu, quelli chì credenu (Ebrei 1:14).

10). Aduranu è lodanu à Diu (Salmu 148: 2; Isaia 6: 1-6; Revelazione 4: 6-8; 5: 11 è 12). U Salmu 103: 20 dice: "Lodate u Signore, voi i so anghjuli".

11). Si rallegranu di u travagliu di Diu. Per esempiu, l'angeli anu annunziatu cun aligria a nascita di Ghjesù da i pastori (Luke 2:14). In Job 38: 4 & 7 si sò rallegrati di a creazione. Cantanu in assemblea allegra (Ebrei 12: 20-23). Si rallegranu ogni volta chì un peccatore diventa unu di i figlioli di Diu (Luke 15: 7 & 10).

12). Facenu l'atti di ghjudiziu di Diu (Revelazione 8: 3-8; Matteu 13: 39-42).

13). L'Angeli ministru à i credenti (Ebrei 1:14) secondu a direzzione di Diu, ma i dimònii è l'ànghjuli falati cercanu di attirà a ghjente da Diu cum'è Satanassu l'hà fatta à Eva in u Giardinu di l'Eden è ancu per pruvà à dannà a ghjente.

 

 

 

 

 

Satanassu

Satanassu, chjamatu ancu "Lucifer" in Isaia 14:12 (KJV), "U grande dragone ... quellu serpente anticu ... u diavulu o Satanassu (Revelazione 12: 9)," u male "(I Ghjuvanni 5: 18 & 19)," u principe di u putere di l'aria "(Efesini 2: 2)," u principe di stu mondu "(Ghjuvanni 14:30) è" principe di i dimònii (Matteu 6: 13: 13: 6) face parte di u spiritu mondu.

Ezekiel 28: 13-17 descrive a creazione è a caduta di Satanassu. Hè statu creatu perfettu è era in giardinu. Hè descrittu cum'è un cherubinu, creatu da Diu è bellu, cù una pusizione è una putenza speciali, finu à chì si ribella contr'à Diu. Isaia 14: 12-14 cun Ezekiel descrive a so caduta da grazia. In Isaia Satana hà dettu: "Mi faraghju cum'è l'Altìssimu". Dunque hè statu cacciatu fora di u celu è falatu in terra. Vede ancu Luke 10:18

Cusì Satana diventa u nemicu di Diu è u nostru. Hè u nostru avversariu (I Petru 5: 8) chì vole distrughjerci è divurammi. Hè un nemicu chjosu chì prova constantemente à scunfighja i figlioli di Diu, i cristiani. Ellu vole impedisce di cunfidassi in Diu è impedisce di seguitallu (Efesini 6: 11 è 12). Sì avete lettu u Libru di Ghjobba, ellu hà u pudere di dannà è dannà ci, ma solu sì Diu li permette, per pruvà ci. Ci inganna mentendu nantu à Diu cum'ellu hà fattu à Eva in u Giardinu di l'Eden (Ghjenesi 3: 1-15). Ellu ci tenta di peccà cum'ellu l'hà fattu à Ghjesù (Matteu 4: 1-11; 6:13; I Tessalonicani 3: 5). Pò mette penseri maligni in u core è in a mente di l'omi cum'è hà fattu à Ghjuda (Ghjuvanni 13: 2). In Efesini 6 vedemu chì questi nemichi, cumpresu Satanassu, ùn sò "micca carne è sangue" ma di u mondu spirituale.

Ci sò assai altri dispositivi ch'ellu usa per tentà è ingannà à seguità lu invece di Diu, u nostru Babbu. Apparisce cum'è un ànghjulu di luce (2 Curintini 11:14) è face scumpartere trà i credenti (Efesini 4: 25-27). Pò fà segni è meraviglie per ingannà ci (2 Tessalonicani 2: 9; Rivelazione 13: 13 & 14). Oppressa a ghjente (Atti 10: 38). Ceca i malfidati à e verità nantu à Ghjesù (2 Curintini 4: 4), è strappa a verità à quelli chì a sentenu per chì a dimentichinu è ùn credinu micca (Mark 4:15; Luke 8:12).

Ci sò parechji altri schemi (Efesini 6:11) chì Satanassu adopra per luttà contr'à noi. Luke 22:31 dice chì Satanassu "ti cernerà cum'è u granu" è I Petru 5: 8 dice ch'ellu cerca di manghjacci. Prova à turmentacci cun cunfusione è accusazione, pruvendu à teneci da serve u nostru Diu. Questu hè un racontu estremamente cortu è incompletu di ciò chì Satana hè capace. A so fine hè u lavu di focu per sempre (Matteu 25:41; Rivelazione 20:10). Tuttu u male hè vinutu da u diavulu è da i so anghjuli è demonii; ma Satanassu è i dimònii sò un nemicu scunfittu (Colossenses 2:15).

In questa vita ci dicenu: "Resistite à u diavulu è ellu fughje da voi" (Ghjacumu 4: 7). Ci hè dettu di pregà per esse liberati da u male è da a tentazione (Matteu 6:13), è per "pregà per ùn cascà in a tentazione" (Matteu 26:40). Ci hè dettu di aduprà tutta l'armatura di Diu per stà è luttà contr'à Satanassu (Efesini 6:18). Coperemu questu in prufundità dopu. Diu dice in I Ghjuvanni 4: 4: "Quellu chì hè in tè hè più grande cà quellu chì hè in u mondu".

 

Dimònii

Prima lasciami dì chì a Scrittura parla di ànghjuli falati è di dimònii. Certi diceranu chì sò diversi, ma a maiò parte di i teologhi pensanu chì sò listessi esseri. Tramindui sò chjamati spiriti è sò veri. Sapemu chì sò esseri creati perchè Colossians 1: 16 & 17a dice: "Perchè da ellu TUTTI Cose sò stati creati in celu è in a terra, visibile è invisibilisiano esse troni o putenze o autorità; tutte e cose sò state create da ellu è per Lui. Hè davanti à tutte e cose ... "Questu parla ovviamente di tuttu esseri spirituali.

A caduta di un gruppu significativu d'anghjuli hè discritta in u versu 6 di Ghjuda è in 2 Petru 2: 4 chì dice, "ùn anu micca mantenutu u so propiu duminiu", è "anu piccatu" rispettivamente. Revelazione 12: 4 descrive ciò chì a maggior parte crede chì Satanassu spazza 1/3 di l'angeli (descritti cum'è stelle) cun ellu in a so caduta da u celu. In Luke 10:18 Ghjesù dice: "Stava guardendu à Satanassu falà da u celu cum'è un fulmine". Eranu perfetti è boni quandu Diu i creò. Avemu vistu nanzu chì Satanassu era perfettu quandu Diu l'hà creatu, ma elli è Satanassu si sò ribellati contr'à Diu.

Videmu ancu chì questi demonii / angeli caduti sò maligni. Revelazione 12: 7-9 descrive a relazione trà Satana è i so anghjuli cum'è u "dragone è i so anghjuli" in guerra cun Michele (chjamatu l'arcànghjulu in Ghjuda 9) è i so anghjuli. U versu 9 dice "hè statu lampatu in terra è i so anghjuli cun ellu".

Marcu 5: 1-15; Matteu 17: 14-20 è Mark 9: 14-29 è altre Scritture di u Novu Testamentu riferenu à i demoni cum'è spiriti "cattivi" o "impuri". Questa prova à tempu chì sò spiriti è chì sò maligni. Sapemu chì l'ànghjuli sò spiriti da Ebrei 1:14 perchè Diu dice chì li hà fattu esse "spiriti ministri".

Avà leghje Efesini 6: 11 è 12 chì cunnessa specificamente questi spiriti cù i schemi di Satanassu è li chjama: "righelli, autorità, putenze di stu mondu scuru, è spirituali forze di u male in u terreni celesti."Dice chì ùn sò micca" carne è sangue "è duvemu" luttà "cun elli cù" armatura ". Mi pare un nemicu. Nota chì a descrizzione hè guasi identica à u mondu spiritu creatu da Diu in Colossenses 1:16. Questu mi sembra cum'è questi sò angeli caduti. Leghjite puru I Petru 3: 21 & 22 chì dice: "Quale (Ghjesù Cristu) hè andatu in celu è hè à a diritta di Diu - cun anghjuli, autorità è puteri sottumessi ad ellu".

Chì a creazione hè stata creata bonu è ùn ci hè versu nantu à un altru gruppu creatu chì diventò male è perchè i Colossesi 1: 16 si riferisce à tuttu esseri creati invisibili è adopra i stessi termini descrittivi di Efesini 6: 10 è 11 è perchè Efesini 6: 10 è 11 si riferisce di sicuru à i nostri nemichi è gruppi messi dopu sottu à a regula di Ghjesù è sottu à i so pedi, cunclude chì anghjuli è demoni caduti sò listessi.

Cum'è statu dichjaratu in precedenza, a cunnessione tra Satana è angeli caduti / demoni hè assai chiara.

Tramindui sò discritti cum'è appartenenti à ellu. Matthew 25:41 li chjama "i so anghjuli" è in

Matteu 12: 24-27 i dimònii sò chjamati "u so regnu". U versu 26 dice: «hè divisu

contru à sè stessu ". I dimònii è l'ànghjuli Fallen anu u stessu maestru. Matteu 25:41; Matteu 8:29 è Luke 4:25 indicanu chì soffreranu u listessu ghjudiziu - turmentu in infernu per via di a so ribellione.

Aviu avutu un penseru interessante mentre pensava à questu. In Ebrei capituli unu è dui Diu parla di a supremazia di Ghjesù in i so rapporti cù l'umanità, vale à dì, U so travagliu in l'universu per compie u so scopu u più impurtante, a salvezza di l'umanità. Ellu menziuneghja solu trè entità d'impurtanza in u so trattu cù l'omu per mezu di u Figliolu: 1) A Trinità, e trè persone di a Divinità - u Babbu, u Figliolu (Ghjesù) è u Spìritu Santu; 2) l'angeli è 3) l'umanità. Spiega in dettaglio u so ordine di rangu è di relazione. In simplicità, i "caratteri" sò Diu, angeli è omu. Aghjuntu à u fattu ch'ellu menziuneghja a creazione sia di l'omu sia di l'angeli è di u so rispettivu rangu, ma dinò ùn si face menzione di a creazione di demonii cume tali è ancu u fattu chì tutti l'angeli è Satana sò stati creati boni è Satanassu era un cherubinu, pensate chì i demoni sò anghjuli chì "sò cascati da Diu", ancu s'ellu ùn hè micca specificamente dichjaratu. Di novu a maiò parte di i teologhi piglianu stu puntu di vista. Certe volte Diu ùn ci dice micca tuttu. Permettimi di riassume: Ciò chì sapemu hè chì i dimònii sò stati creati, chì sò cattivi, chì Satanassu hè u so maestru, chì facenu parte di u mondu spirituale è chì seranu ghjudicati.

Qualunque sia a vostra conclusione à propositu, duvemu accettà ciò chì dice a Scrittura: sò Diu è i nostri nemichi. Avemu bisognu di resiste à Satanassu è e so forze (anghjuli / demoni caduti), è evità ciò chì Diu ci prevene, o pruibisce per via di a cunnessione cù Satanassu. Duvemu crede è sottumettesi à Diu o pudemu cascà sottu à u putere è u cuntrollu di Satanassu (Ghjacumu 4: 7). L'intenzione di i dimònii hè di scunfighja à Diu è i so figlioli.

Ghjesù cacciò demoni in parechje volte durante u so ministru terrena è i so discepuli eranu

in u Nomu di u Sore datu putenza (Luke 10: 7).

In l'Anticu Testamentu Diu pruibisce à u so pòpulu d'avè qualcosa à chì vede cù u mondu spirituale. Hè assai specificu. Leviticu 19:31 dice: "Ùn vultate micca à i medium o cercate spiritisti, perchè sarete imbruttatu da elli ... Sò u Signore u vostru Diu". Diu vole u nostru cultu è vole esse u nostru Diu, quellu chì venimu cù i nostri bisogni è desideri, micca spiriti è angeli. Isaia 8:18 dice: "Quandu ti dicenu di cunsultà medium è spiritisti, chì sussurrenu è murmurianu, un populu ùn deve micca dumandà à u so Diu".

Deuteronomiu 18: 9-14 dice: "Chì nimu si trovi trà voi ... chì pratica a divinazione o a stregoneria, interpreta l'auguri, si impegna in stregoneria, o chì lancia incantesimi, o chì hè un medium o spiritista o chì cunsulta i morti. Chiunque faci queste cose hè detestabile per u Signore ". Una traduzzione più muderna di "spiritista" seria "psichica". Vede ancu 2 Re 21: 6; 23:24; I Cronachi 10: 13; 33: 6 è I Samuel 29: 3, 7-9.

 

 

Ci hè una ragione per chì Diu sia cusì insistente nantu à questu è ci hè un esempiu chì illustra questu per noi. U mondu occultu hè u duminiu di i dimònii. Atti 16: 16-20 dice di una zitella schiava chì hà dettu furtune per mezu di u demoniu chì a pussidia, è quandu u spiritu hè statu cacciatu ùn pudia più dì l'avvene. Imbulighjà cù l'occultu hè imbulighjà cù i dimònii.

Inoltre, quandu Diu hà dettu à u so pòpulu di ùn adurà micca altri dii, dii di legnu è di petra, o qualsiasi altru idolu, u facia perchè i dimònii sò daretu à l'ìduli chì sò venerati. Deuteronomiu 32: 16-18 dice: "L'hanu fattu ghjilosu cù i so dii stranieri è l'anu arrabbiatu cù i so idoli detestabili ... anu sacrificatu à i dimònii chì ùn sò micca Diu ..." I Corinzi 10:20 dice: "sacrificanu e cose chì sacrificanu i pagani" à i dimònii. Leghjite ancu u Salmu 106: 36 & 37 è Revelazione 9: 20 & 21.

Quandu Diu dice à a ghjente di ubbidì à Lui, di fà o di ùn fà qualcosa, hè per una ragione assai bona è per u nostru bè. In questu casu hè per pruteggiri da Satanassu è e so forze. Ùn fate micca sbagliu: adurà l'altri dii hè adurà i demonii. I dimònii, l'ìduli è u Spiritisimu sò tuttu cunnessi, tutti implicanu demonii. Sò u duminiu (regnu) di Satanassu chì hè chjamatu u guvernatore di a bughjura, u principe di u putere di l'aria. Leghjite dinò Efesini 6: 10-17. U regnu di Satanassu hè un mondu periculosu chì appartene à u nostru avversariu chì hà l'intenzione di alluntanassi da Diu. A ghjente oghje hè affascinata è ancu ossessionata da i spiriti. Certi aduranu ancu à Satanassu. Stà luntanu da qualcosa. Ùn duvemu micca imbulighjà in u mondu occultu in alcun modu.

 

Cosa pò fà I Demoni

Eccu ciò chì i dimònii ponu fà per dannà, guai o scunfighja i figlioli di Diu. Grandi Duttrini di a Bibbia da u duttore W. Evans à a pagina 219 a descrive ghjustamente cusì, "impediscenu a vita spirituale di u populu di Diu". In riferimentu à Efesini 6:12.

1). Possu tentà noi à peccà cum'è Satan hà fattu cun Ghjesù: vede Matteu 4: 1-11; 6: 13; 26: 41 è Mark 9: 22.

2). Anu pruvucate à tene a ghjente di crede in Ghjesù, per ogni modu pussibule (2 Corinthians 4: 4 è Matthew 13: 19).

3). I dimònii infliggenu dulore è miseria, malatie, cecità è sordità, zoppicante è mutu. Puderanu ancu affettà e persone mentalmente. Questu pò esse vistu in tuttu u Vangelu.

4). Puderanu pussede persone chì causanu malatie, isteria è forza super-umana è terrore à l'altri. Puderanu cuntrollà queste persone. Vede i Vangeli è u Libru di l'Atti.

5). Ingannanu a ghjente cun falsa duttrina (I Timoteu 4: 1; Rivilazione 12: 8 & 9).

6). Mettenu falsi maestri in chjese per ingannà ci. Sò chjamati "tares" è ancu chjamati i "figlioli di u male" in Matteu 13: 34-41.

7). Puderanu ingannà cù segni è prodigi (Revelazione 16: 18).

8). Si uniranu cun Satanassu per luttà contr'à Diu è i so anghjuli (Revelazione 12: 8 & 9; 16:18).

9). Pò impedisce a nostra capacità fisica di andà da qualunque parte (I Tessalonici 2: 18).

* Fighjate, queste sò e cose chì Satanassu, u so principe, ci face.

 

Cosa Cristu Ha Fatti

Quandu Ghjesù hè mortu nantu à a croce hà scunfittu u nemicu, Satanassu. Ghjenesi 3:15 hà preditu questu quandu Diu hà dettu chì a sumente di a donna schiaccerà u capu di u sarpu. Ghjuvanni 16:11 dice chì u guvernatore (principe) di stu mondu hè statu ghjudicatu (o stà cundannatu). Colossians 2:15 dice, "è dopu avè disarmatu i puteri è l'autorità, hà fattu un spettaculu publicu di elli, triunfendu nantu à elli per a croce". Per noi questu significa "Ellu ci hà salvatu da u duminiu di a bughjura è ci hà purtatu in u regnu di u Figliolu ch'ellu ama" (Colossenses 1:13). Vede ancu Ghjuvanni 12:31.

Efesini 1: 20-22 ci dice chì Ghjesù hè mortu per noi, u Patre u hà risuscitatu è "L'hà messu à a so diritta in i regni celesti, assai sopra ogni regula è autorità, putenza è duminazione, è ogni titulu chì si pò dà ... è Diu hà messu tutte e cose sottu à i so pedi ". Ebrei 2: 9-14 dice: "Ma vedemu Quellu chì hè statu fattu un pocu più bassu di l'angeli, vale à dì Ghjesù, per via di a sofferenza di a morte, hè statu incurunatu di gloria è d'onore ... affinchì per a morte puderia rende Impussibule quellu chì hà avutu u putere di a morte, questu hè u diavulu ". U versu 17 dice, "per fà propitiation per i peccati di u populu". Fà a propiziazione hè di fà un pagamentu ghjustu.

Ebrei 4: 8 dice: "(Tu) hai messu tutte e cose sottu à i so pedi. Perchè sottumessu tutte e cose sottu à i so pedi, hè partutu nundamicca cuntenutu à ellu. Ma oghji noi fà micca ancu vede tutte e cose sottumessi à ellu ". Vidite chì Satanassu hè u nostru nemicu scunfittu ma puderete dì chì Diu "ùn hà ancu" pigliatu in custodia. I Corinzi 15: 24-25 dice ch'ellu abulerà "ogni regula è autorità è putenza perchè Deve regnà finu à ch'ellu hà messu tutti i so nemichi sottu à i so pedi". Una parte di questu hè futuru cumu si vede in u Libru di l'Apocalisse.

Tandu Satanassu serà ghjittatu in u lavu di focu è turmentatu per i seculi di sempre (Revelazione 20:10; Matteu 25:41). A so sorte hè dighjà determinata è Diu l'hà scunfittu è ci hà liberatu da a so putenza è duminazione (Ebrei 2:14), è ci hà datu u Spìritu Santu è u pudere di esse vittoriosi nantu ad ellu. Finu à tandu I Petru 5: 8 dice, "u vostru avversariu u diavulu circonda intornu à circà à quale ellu pò manghjà", è in Luke 22:37 Ghjesù disse à Petru: "Satanassu hà desideratu d'avè ti per pudè tamazzà cum'è u granu".

 

I Corinzi 15:56 dice: "Ci hà datu a vittoria per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore", è Rumani 8:37 dice, "simu più cà vincitori per mezu di Quellu chì ci hà amatu". I Ghjuvanni 4: 4 dice,

"Hè più grande quellu chì hè in tè chè quellu chì hè in u mondu". I Ghjuvanni 3: 8 dice, "u Figliolu di Diu

apparsu per questu scopu per pudè distrugge l'opere di u diavulu ". Avemu u putere per mezu di Ghjesù (vede Galati 2:20).

A vostra dumanda era ciò chì succede in u mondu spirituale: per riassumelu: Satanassu è l'ànghjuli caduti si ribellonu contr'à Diu, è Satanassu hà purtatu l'omu à u peccatu. Ghjesù hà salvatu l'omu è hà scunfittu Satanassu è hà sigillatu u so destinu è l'hà resu impotente è ci hà ancu datu chì credenu in u so Spìritu Santu è u putere è l'utensili per scunfighjà à Satanassu è i demoni finu à ch'ellu sia sottumessu à u so ghjudiziu. Sin'à tandu Satanassu ci accusa è ci tenta di peccà è di piantà di seguità à Diu.

 

Strumenti (modi per resistere à Satan)

E Scritture ùn ci lascianu senza suluzioni per e nostre lotte. Diu ci dà armi cù i quali luttà contr'à a lotta chì esiste in a nostra vita di cristianu. E nostre armi devenu esse aduprate in fede è per mezu di u putere di u Spìritu Santu chì stà in ogni credente.

1). Prima, è di primura primaria, hè a sottumissione à Diu, à u Spìritu Santu, perchè hè solu per ellu è per a so putenza chì a vittoria in a battaglia hè pussibule. Ghjacumu 4: 7 dice: "Sottumettiti dunque à Diu, è I Petru 5: 6 dice:" Umiliatevi dunque, sottu a putente manu di Diu ". Avemu da sottumessu à a so vulintà è ubbidì à a so parolla. Duvemu permette à Diu per mezu di a Parolla è di u Spìritu Santu di guvernà è di cuntrullà a nostra vita. Leghje Galatu 2:20.

2). Restà in a Parolla. Per fà questu duvemu cunnosce a Parolla di Diu. Rispittà significa cunnosce, capisce è ubbidì à a Parolla in continuu. Duvemu studiallu. 2 Timuteu 2:15 dice: "Studia per mostràvi appruvatu à Diu ... dividendu ghjustamente a parolla di verità". 2 Timuteu 3: 16 & 17 dice: "Tutte e Scritture sò date da l'ispirazione di Diu è sò prufittevuli per a duttrina, per a rimprova, per a currezzione, per l'istruzzioni in a ghjustizia, affinchì l'omu di Diu sia ben equipatu per ogni bonu travagliu". A Parolla ci aiuta à cresce in a nostra vita spirituale, in

forza è saviezza è cunniscenza. I Petru 2: 2 dice, "desiderate u latte sinceru di a Parolla chì puderete cresce cusì". Leghjite puru Ebrei 5: 11-14. I Ghjuvanni 2:14 dice: "Aghju scrittu à voi, giovani, perchè site forte è a Parolla di Diu ABIDES in tè, è avete superatu u gattivu. (Vede Efesini capitulu sestu.)

3). Andendu cun questu, è nutate chì gran parte di questu richiede u puntu precedente, esse capace di capisce currettamente è di pudè aduprà correttamente a Parolla di Diu. (Videremu dinò dinò, soprattuttu in u nostru studiu di Efesini capitulu 6.)

4). Vigilanza: I Petru 5: 8 dice: "Siate sobri, siate attenti (alerta), perchè u vostru avversariu u diavulu circonda cum'è un leone chì rugge, circendu à quale ellu pò manghjà". Duvemu esse pronti. Vigilanza è prontezza sò cum'è "furmazione di suldati" è pensu chì u primu passu hè cunnosce a Parolla di Diu cum'è dichjaratu prima è "cunnosce e tattiche di u nemicu". Cusì aghju dettu

Efesini capitulu 6 (leghjelu torna è torna). Ci insegna di Satanassu schemi. Ghjesù hà capitu i schemi di Satanassu chì includianu bugie, caccendu e Scritture fora di u cuntestu o abusenduli

per fà ci inciampà è fà peccà. Ellu ci inganna è ci minta, aduprendu è torcendu e Scritture per accusacci, per causà culpabilità o incomprensione o legalismu. 2 Corinzi 2:11 dice: "Per chì Satana ùn ne prufiti, perchè ùn simu micca ignuranti di i dispositivi di Satanassu".

5). Ùn dete micca à Satana un'uccasione, un locu o un puntu di appoghju, peccendu. Facemu questu continuendu in u peccatu invece di confessallu à Diu (I Ghjuvanni 1: 9). È vogliu dì cunfessà u nostru peccatu à Diu tutte e volte chì peccemu. U peccatu dà à Satanassu un "pede in a porta". Leghje Efesini 4: 20-27, ne parla soprattuttu in quantu à e nostre relazioni cù altri credenti, in quantu à cose cum'è bugie invece di dì a verità, a rabbia è u rubu. Invece duvemu amassi è sparte cù l'altri.

6). Revelazione 12:11 dice: "L'anu superatu (Satanassu) da u sangue di l'Agnellu è da a parolla di a so testimunianza". Ghjesù hà resu pussibule a vittoria per via di a so morte, scunfittendu à Satanassu è dendu à noi u Spìritu Santu per abità in noi è dendu à noi u so putere di resistere. Avemu bisognu di aduprà stu putere è l'armi ch'ellu ci hà datu, fidendu u so putere per dacci a vittoria. È cum'è Revelazione 12:11 dice, "per a parolla di a so testimunianza". Pensu chì questu significa chì dà a nostra testimonianza, sia in a forma di dà u Vangelu à un incrudente sia di dà una testimonianza verbale di ciò chì u Signore face per noi in a nostra vita d'ogni ghjornu rinforzerà altri credenti o porterà una persona à a salvezza, ma ancu in qualchì modu ci aiuta è ci rinforza in a nostra superazione è resistenza à Satanassu.

7). Resistite à u diavulu: Tutti sti strumenti è l'usu di a Parolla currettamente sò manere di resistere attivamente à u diavulu, puru fidendu u Spiritu Santu chì stà in ellu. Mustrà à Satanassu a Parolla di Diu cum'è Ghjesù hà fattu.

8). Preghiera: Efesini 6 ci darà un ochju à parechji schemi di Satanassu è l'armatura chì Diu ci dà, ma prima lasciami dì chì Efesini 6 finiscenu cù un'altra arma, a preghiera. U versu 18 dice: "siate in alerta cun tutta perseveranza è petizione per tutti i santi". Matteu 6:13 dice di pregà chì Diu "ùn ci porti micca in a tentazione, ma ci libererà da u male (alcune traduzioni dicenu u male)". Quandu Cristu hà pricatu in u giardinu hà dumandatu à i so discìpuli di "guardà è pregà" per ch'elli "ùn entrinu micca in tentazione", perchè, "u spiritu hè dispostu ma a carne hè debule".

9). Infine, fighjemu Efesini 6 è vedemu i schemi è i dispusitivi di Satanassu è l'armatura di Diu; manere di luttà contr'à Satanassu; metudi per scunfiggelu; modi per resistere o agisce in fede.

 

Altri Strumenti da resistere (Ephesians 6)

Efesini 6: 11-13 dice di mette tutta l'armatura di Diu per "resistere" à i schemi di u diavulu è di e so forze di gattivezza in i lochi celesti: dirigenti, puteri è forze di a bughjura. Da Efesini 6 pudemu capisce alcuni di i schemi di u diavulu. I pezzi di armatura suggerenu

spazii di a nostra vita chì Satanassu attacca è chì fà per scunfiggelu. Ci mostra l'attacchi

è i turmenti (frecce) chì Satana ci tira, e cose chì i credenti luttanu cù e quali usa per rinuncià è abbandunà u cunflittu (o i nostri duveri di suldati di Diu). Immaginate l'armatura è ciò chì raprisenta per capisce chì zone d'attaccu si difende.

1). Efesini 6:14 dice: "avè i so lombi cinturati di verità". In l'armatura a cintura tene tuttu inseme è prutege l'organi vitali: core, fegatu, milza, reni, quellu chì ci mantene in vita è in bona salute. In e Scritture hè descrittu cum'è verità. In Ghjuvanni 17:17 a Parolla di Diu hè chjamata verità, è in effetti hè a nostra fonte di tuttu ciò chì sapemu di Diu è di verità. Leghje 2 Petru 1: 3 (NASB) chì dice: "U so putere divinu ci hà cuncessu tuttu pertinenti à a vita e pietà à traversu a a vera cunniscenza di ellu ... "A Verità refuta quella di Satanassu minzogni e insegnamentu falsu.

Satanassu ci face dubità è sfidassi di Diu per bugie, torcendu a Scrittura è a falsa duttrina per scredità à Diu è à u so insignamentu, cum'ellu hà fattu à Eva (Ghjenesi 3: 1-6) è Ghjesù (Matteu 4: 1-10). Ghjesù hà adupratu a Scrittura per scunfighja à Satanassu. L'avia una capiscitura curretta quandu Satana l'hà abusatu. Leghje 2 Timuteu 3:16 è 2 Timuteu 2:15. U primu dice: "A Scrittura hè prufittuosa per a furmazione in ghjustizia" è a seconda parla di "trattà currettamente" a Scrittura, vale à dì, capiscendula ghjustamente è aduprendola currettamente. David hà ancu adupratu a Parolla dicendu in u Salmu 119: 11, "A mo parolla l'aghju piattatu in u mo core, affinchì ùn possi micca peccà contru à Tè".

Hè assai impurtante di studià è cunnosce a Parolla di Diu perchè ghjè a basa di tuttu ciò chì sapemu di Diu è di a nostra vita spirituale è di u nostru cunflittu cù u nemicu. Pàulu hà felicitu u populu bereanu chì u sintia pridicà, dicendu ch'elli eranu nobili perchè "anu ricevutu u missaghju cun grande fervore è esaminatu e Scritture ogni ghjornu per vede se Paulu dissi era vera ".

2). U secondu hè a corazza di a ghjustizia, chì copre u core. Satanassu ci attacca cun culpabilità, o ci face sente chì ùn simu micca "abbastanza boni" o simu troppu male una persona per Diu da aduprà, o forse ci hà tentatu è simu cascati in qualchì peccatu. Diu dice chì simu perdonati se confessemu u nostru peccatu (I Ghjuvanni 1: 9). PUDE ​​DICI CH WE NOI SEMU INACCEPTABILI PER Diu. Leghje Rumani capituli 3 è 4 chì ci dicenu chì simu dichjarati ghjusti quandu accettemu à Ghjesù per fede è chì i nostri peccati sò perdonati. Satanassu hè un maestru di accusazione è cundanna. Efesini 1: 6 (KJV) dice chì simu accettati in l'Amore (Cristu). Rumani 8: 1 dice: "Ùn ci hè dunque nisuna cundanna à quelli chì sò in Cristu Ghjesù". Filippesi 3: 9 (NKJV) dice, "è esse truvatu in ellu, senza avè a mo propria ghjustizia chì vene da a lege, ma quella chì hè per fede in Cristu, a ghjustizia chì hè da Diu per fede".

Pò ancu pruvucà à esse autugusti o fieri chì ci ponu fà falla. Avemu bisognu à esse studienti di l'insegnamentu di e Scritture nantu à a ghjustizia, u perdonu, a ghjustificazione, l'opere è a salvezza.

3). Efesini 6:15 dice: «Avè calzatu i pedi cù a preparazione di u Vangelu. Probabilmente più di tuttu ciò chì Diu vole chì i credenti sparghinu u Vangelu à tutti. Questu

hè u nostru travagliu (Atti 1: 8). I Petru 3:15 ci dice di "esse pronti sempre à dà una ragione per a speranza chì hè in voi".

Una manera di aiutà à luttà per Diu hè di cunquistà quelli chì seguitanu u nemicu. In ordine di

fà què ci vole à sapè cumu prisentà u Vangelu in modu chjaru è capiscitoghju. Avemu ancu bisognu di risponde à e so dumande nantu à Diu. Aghju stu penseru spessu chì ùn devu mai esse pigliatu duie volte cù una dumanda chì ùn cunnoscu micca a risposta - duverebbe studià per scoprila. Siate pronti. Esse preparatu.

Chiunque pò amparà e basi di u Vangelu è sì sì cum'è mè - dimentichenduli facilmente - scrivetelu o noi un trattatu di u Vangelu, una presentazione stampata; ci sò assai dispunibili. Allora prega. Ùn siate micca preparatu. Studiate e Scritture cum'è u Vangelu di Ghjuvanni, Rumani capituli 3-5 è 10, I Corinzi 15: 1-5 è Ebrei 10: 1-14 per capisce ciò chì significa u Vangelu. Studiate dinò per ùn esse ingannatu da false duttrine di u Vangelu, cum'è e bone opere. I libri di Galati, Colossesi è Ghjude trattanu di e bugie di Satanassu chì ponu esse corrette cù i Rumani capituli 3-5.

4). U nostru scudu hè a nostra fede. A fede hè a nostra cridenza in Diu è ciò ch'ellu dice - a verità - a Parolla di Diu. Cù a fede adupremu e Scritture per difende si da qualsiasi freccia o arma chì Satanassu ci attacca, cum'è Ghjesù hà fattu, "resistendu u diavulu" (u Male). Vede Ghjacumu 4: 7. Cusì dinò, avemu bisognu di cunnosce a Parolla, sempre di più ogni ghjornu, è ùn esse mai impreparati. Ùn pudemu micca "resiste" è "aduprà" è agisce in fede se ùn cunniscimu micca a Parolla di Diu. A fede in Diu si basa nantu à a vera cunniscenza di Diu chì vene per mezu di a verità di Diu, a Parolla. Arricurdatevi 2 Petru 1: 1-5 dice chì a verità ci dà tuttu ciò chì ci vole per cunnosce Diu è per a nostra relazione cun ellu. Arricurdatevi: "a verità ci rende liberi" (Ghjuvanni 8:32) da parechji dardi di u nemicu è a Parolla hè prufittuosa per l'istruzzioni in ghjustizia.

A Parolla, credu, hè vitale implicata in tutte e parti di a nostra armatura. A Parolla di Diu hè a verità, ma duvemu aduprà, agisce in fede è aduprendu a Parolla per refutà Satanassu, cum'è Ghjesù hà fattu.

5). U prossimu pezzu di armatura hè u cascu di salvezza. Satanassu pò empie a vostra mente di dubbiti riguardanti sì sì salvatu. Quì torna amparà bè a strada di a salvezza - da e Scritture è crede à Diu, Chì ùn mentisce, chì "site passatu da morte à vita" (Ghjuvanni 5: 24). Satanassu vi accuserà di dì: "Avete fattu bè?" Amu chì a Scrittura adopra tante parolle per discrive ciò chì duvemu fà per esse salvati: crede (Ghjuvanni 3:16), chjamà (Rumani 10:12, riceve (Ghjuvanni 1:12), vene (Ghjuvanni 6:37), piglia (Revelazione 22:17) è fighjate (Ghjuvanni 3: 13 & 14; Numeri 21: 8 & 9) sò pochi. U ladru di a croce hà cridutu ma avia solu ste parolle da chjamà à Ghjesù, "Arricurdatevi di mè". Vede è fidatevi chì Diu hè veru è "stà" fermu (Efesini 6: 11,13,14).

Ebrei 10:23 dice: "Hè fidu quellu chì hà prumessu". Diu ùn pò micca bugie. Dice sì credemu, avemu a vita eterna (Ghjuvanni 3:16). 2Timoteu 1:12 dice: "Hè capace di tene ciò chì l'aghju impegnatu cun ellu contru à quellu ghjornu". Ghjuda 25 dice: "Avà à Quellu chì hè capace di impedisce ti di cascà è di presentavvi senza difetti davanti à a so presenza cun una gioia eccessiva".

 

Efesini 1: 6 (KJV) dice "simu accettati in l'amatu". I Ghjuvanni 5:13 dice: "Queste cose sò scritte per voi chì crede in nome di u Figliolu di Diu, per sapè chì avete a vita eterna, è chì pudete cuntinuà à crede in u nome di u Figliolu di Diu ". Oh, Diu ci cunnosce cusì bè è ci ama è capisce a nostra lotta.

6). U pezzu di armatura cunclusivu hè a spada di u Spìritu. Curiosamente hè chjamata a Parolla di Diu, a cosa stessa chì continuu à ripete; a cosa stessa chì Ghjesù hà usatu per scunfighja à Satana. Memorialu, amparallu è studialu, verificate tuttu ciò chì sentite da ellu è adupratelu bè. Hè a nostra arma contr'à tutte e bugie di Satanassu. Arricurdatevi di 2 Timuteu 3: 15-17 dice: "è cumu da a zitellina avete cunnisciutu e Sacre Scritture, chì sò capaci di fà vi sàviu per a salvezza per mezu di a fede in Cristu Ghjesù. Tutte e Scritture sò respirate da Diu è utili per insegnà, rimpruverà, curregge è furmassi in ghjustizia, affinchì u servitore di Diu sia ben equipatu per ogni bonu travagliu ". Leghjite u Salmu 1: 1-6 è Ghjosuè 1: 8. Tramindui parlanu à u putere di e Scritture. Ebrei 4:12 dice: "Perchè a Parolla di Diu hè viva, putente è più acuta di qualsiasi spada à dui taglioli, perforendu ancu finu à a divisione di l'anima è di u spiritu, è di l'articuli è di a medula, è discernisce i penseri è l'intenti di u core ".

Infine in Efesini 6:13 dice, "avendu fattu tuttu per stà". Ùn importa micca quantu a lotta hè dura, ricordate "quellu chì hè cun noi più grande chì quellu chì hè in u mondu", è dopu avè fattu tuttu, "stà in a vostra fede".

 

cunchiusioni

Diu ùn ci dà micca sempre una risposta à tuttu ciò chì ci dumandemu, ma ci dà a risposta à tuttu ciò chì avemu bisognu per a vita è a pietà è una vita cristiana abbundante (2 Petru 1: 2-4 è Ghjuvanni 10:10). Ciò chì Diu richiede di noi hè a fede - fede per fidà si è crede à Diu,

Fede per fidà si di ciò chì Diu ci mostra in Efesini 6 è in altre Scritture nantu à a manera di resistere à u nemicu, tuttu ciò chì Satana ci tira. Questa hè a fede. Ebrei 11: 6 dice: "senza fede hè impussibule di fà piacè à Diu". Senza fede hè impussibile esse salvatu è avè a vita eterna (Ghjuvanni 3:16 & Atti 16:31). Abràhamu era ghjustificatu da a fede (Rumani 4: 1-5).

Hè ancu impussibile di campà una vita cristiana cumpleta senza fede. Galati 2:20 dice: "A vita ch'e campu avà in u corpu a campu per a fede di u Figliolu di Diu". 2 Corinzi 5: 7 dice: "camminamu per fede, micca per vista". Ebrei capitulu 11 dà parechji esempii di quelli chì campavanu per fede. A fede ci aiuta à risiste à Satanassu è à risista à a tentazione. A fede ci aiuta à seguità à Diu cum'è Ghjosuè è Caleb anu fattu (Numeri 32:12).

Ghjesù dice sì no simu cun ellu simu contr'à ellu (Matteu 12: 3). Duvemu sceglie di seguità à Diu. Efesini 6:13 dice: "avè fattu tuttu per stà". Avemu vistu chì Ghjesù hà scunfittu Satanassu è e so forze nantu à a croce, è ci hà datu u so Spìritu per pudè cunquistà in a so forza (Rumani 8:37). Cusì pudemu sceglie di serve à Diu è avè a vittoria cum’è Joshua è Caleb

(Ghjosuè 24: 14 è 15).

Più sapemu a Parolla di Diu è l'utilizemu cum'è Ghjesù hà fattu, più saremu più forti. Diu ci tenerà (Ghjuda 24) è nunda ùn ci pò separà da Diu (Ghjuvanni 10: 28-30; Rumani 8:38). Ghjosuè 24:15 dice "Sceglite voi stu ghjornu à quale serve". I Ghjuvanni 5:18 dice: "Sapemu chì qualchissia natu da Diu ùn cuntinueghja à peccà; Quellu chì hè natu da Diu i mantene in salva, è u male ùn li pò micca fà male ".

Sò chì aghju ripetutu alcune cose ripetutamente, ma queste cose sò implicate in ogni aspettu di sta domanda. Ancu Diu li ripete ripetutamente. Sò cusì impurtanti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Fede è Prova
Avete consideratu se esiste o micca una putenza superiore?

Un putere chì hà furmatu l'Universu è tuttu ciò chì ci hè. Un putere chì ùn hà pigliatu nunda è hà creatu a terra, u celu, l'acqua è l'esseri viventi?

Da dove hè venuta a pianta più semplice?

A criatura a più cumplicata ... omu?

Aghju fighjatu cù a quistione da anni. Aghju cercatu a risposta in scienza. Sicuramente a risposta pò esse truvata attraverso u studiu di queste cose intornu chì stupiscenu è ci mistificiscenu. A risposta ebbi da esse in a parte più minore di ogni criatura è cosa.

L'atomo!

L'essenza di a vita deve esse truvata quì. Ùn era micca. Ùn era micca truvatu in u materiale nucleare o in l'elettroni chì giravanu intornu. Ùn era micca in u spaziu viotu chì cumpone a maiò parte di tuttu ciò chì pudemu toccà è vede.

Tutti sti migliaia di anni di aspettu è nimu ùn hà trovu l'essenza di a vita nant'à e cose cumuni intornu à noi. Sapiu chì ci deve esse una forza, una putenza, chì facia tuttu ciò chì mi circume.

Era Diu? Va bè, perchè ùn mi svela micca solu à mè? Perchè nò?

Se sta forza hè un Diu vivente perchè tuttu u misteru?

Ùn serà più logicu per ellu di dì: "Va bè, eccu quì. Aghju fattu tuttu què. Avà andate per a vostra attività ".

Micca finu quandu aghju avutu cunnisciutu una donna speciale chì eri partutu à u studiu bíblicu, aghju avutu cuminciatu à capisce qualcosa.

E persone chì studiavanu e Scritture è pensu chì devenu circà a stessa cosa chì eru, ma solu ùn l'aghju micca trovu ancu.

U capu di u gruppu leghje un passaghju di a Bibbia scrittu da un omu chì avia odiu i cristiani, ma hè cambiatu.

Sò cambiatu in un modu stupendu.

Si chjamava Paulu è hà scrittu: "Perchè per grazia site salvatu per mezu di a fede; è quessa micca di voi stessi: hè u donu di Diu: Micca di l'opere, perchè qualchissia ùn si vanti ". ~ Efesini 2: 8-9

Quelle parolle "grazia" è "fede" m'anu fascinatu.

Chì significavanu veramente? Quand'ellu tardava, mi dumandò à veda un filmu, certu chì mi ha ingannatu à andà à un film cristianu.

À a fine di u spettaculu ci era un missaghju di Billy Graham.

Quì era, un ghjovanu di l'agricultura da Carolina di u Nordu, mi spieghjendu a cosa chì aghju avutu a fatica cù tuttu.

Ellu disse: "Ùn pudete micca spiegà à Diu scientificamente, filusòficamente o in qualsiasi altra manera intellettuale".

Basta à crede chì Diu sia reale. Duvete avè a fede chì ciò ch'ellu hà dettu L'ha fattu cum'ellu hè scrittu in a Bibbia. Ch'ellu hà creatu u celu è a terra, ch'ellu hà creatu e piante è l'animali, chì hà parlatu tuttu què in esistenza cum'ellu hè scrittu in u libru di Genesi in a Bibbia. Chì hà rispiratu a vita in una forma senza vita è hè diventata omu. Ch'ellu vulia avè un raportu più strettu cù e persone ch'ellu hà creatu, cusì pigliò a forma di un omu chì era u Figliolu di Diu, hè ghjuntu in terra è hà campatu trà di noi.

St'omu, Ghjesù, hà pagatu u debitu di u peccatu per quelli chì crede da esse crucificati nantu à a croce.

Cumu puderia esse cusì simplice? Basta à crede? Avete a fede chì tuttu què era a verità? Sò andatu in casa quella notte è aghju dormitu pocu. Aghju luttatu cù a questione chì Diu mi dessi grazia - per fede per crede. Ch'ellu era quella forza, quella essenza di a vita è a creazione di tuttu ciò chì hè mai statu è hè. Dopu hè venutu à mè. Sapiu chì avia solu da crede. Hè per grazia di Diu ch'ellu m'hà fattu vede u so amore.

Chì era a risposta è chì Hà inviatu u Sò solu Fiu, Ghjesù, à morire per mè è chì pudu crede. Chì ci pudu avè una relazione cù Lui. Iddu mi si rivelò in quellu tempu. L'aghju chjamatu per dì chì l'aghju capita. Ciò chì aghju credu è vogliu dà a mo vita à Cristu. M'ellu mi disse chì priava per ùn dorme finu ch'e aghju fattu quellu passu di fede è cridutu in Diu.

A mo vita era cambiata per sempre.

Iè, per sempre, perchè aghju avà a aspettendu di passà l'eternità in un locu meraviglioso chjamatu celu.
Ùn sò più preoccupatu per mè di bisognu di prove à dimostrà chì Ghjesù puderia effettivamente camminà nantu à l'acqua,
o chì u Maru Rossu puderia avè partitu per permettere à l'Israeliti di passanu, o qualchissia di una decina d'altri eventi apparentemente impossibili scritti in a Bibbia.

Diu hà rivelatu se Vechju in a mo vita. Puderà ancu rivela a voi. Se ritrovu à dumandà una prova di a so esistenza, dumandate à Revisare Se à voi. Pigliate quellu saltu di fede da zitellu, è crite veramente in Lui.

Apritevi à u so amore per fede, ùn evidenziate.

Cume possu diventà un Leader spirituale?
A prima priorità hè di esse un bonu pastore o predicatore o un capu spirituale di ogni tipu hè di ùn trascurà a vostra propria salute spirituale. Paul, un capimachja spirituale di l'esperienza, hà scrittu à Timoteu, à quale era mentore in I Timoteu 4:16 (NASB) Paga assai attenzione à sè stessu è à u vostru insignamentu " Qualchissia in u capu spirituale deve custantemente guardà da passà tantu tempu à fà "ministru" chì u so tempu persunale cù u Signore soffre. Ghjesù hà insignatu à i so discìpuli in Ghjuvanni 15: 1-8 chì u fruttu era tutale dipende da u so "restu in ellu", perchè "fora di mè ùn pudete fà nunda". Assicuratevi di passà u tempu à leghje a Parolla di Diu per a crescita persunale ogni ghjornu. (Studià a Bibbia per appruntassi à predicà o insegnà ùn conta micca.) Mantene una vita di preghiera onesta è aperta è prestu à cunfessassi quandu peccate. Probabilmente spenderete assai tempu incuraghjendu l'altri. Assicuratevi di avè amichi cristiani chì scuntrate regolarmente chì vi incuraghjeranu. A leadership spirituale hè u travagliu di un numeru limitatu di persone in u corpu di Cristu, ma ùn vi rende micca più preziosa o impurtante di chiunque altru chì serve in u corpu. Guardate da l'orgogliu.

Probabilmente i trè migliori libri mai scritti nantu à cume esse un capu spirituale sò I & 2 Timoteu è Titu. Studialli accuratamente. U megliu libru mai scrittu nantu à cumu capisce è trattà cù a ghjente hè u Libru di Pruverbii. Leghjelu spessu. I Cumentu è i libri nantu à a Bibbia ponu esse utili, ma passate più tempu à studià a Bibbia stessa ch'è fate lettura di libri à propositu. Ci hè un studiu eccellente aiuta in ligna cum'è Bibbia Hub è Bibbia Gateway. Amparate à aduprà per aiutavvi à capisce ciò chì significanu in realtà i versi individuali. Pudete ancu truvà Dizionarii Biblichi in linea chì vi aiuteranu à capisce u significatu di e parolle uriginali greche è ebraiche. L'Apostuli in Atti 6: 4 (NASB) anu dettu: "Ma ci cunsacraremu à a preghera è à u ministeru di a Parolla". Noterete ch'elli mettenu a preghiera prima. Noterete ancu chì anu delegatu altre responsabilità per stà focalizatu nantu à e so responsabilità primarie. È infine, quandu insegna nantu à e qualificazioni di i capimachja spirituali in I Timoteu 3: 1-7 è Titu 1: 5-9, Paulu mette assai accentu nantu à i figlioli di u capimachja. Assicuratevi di ùn trascurà micca a vostra moglia o i vostri figlioli perchè site cusì impegnatu à fà u ministeru.

Cumu Pù Pruducte A Dio?
            A Parolla di Diu dice: "senza fede hè impussibule di fà piacè à Diu" (Ebrei 11: 6). Per avè una relazione cù Diu una persona deve vene à Diu per fede per mezu di u so Figliolu, Ghjesù Cristu. Duvemu crede in Ghjesù cum'è u nostru Salvatore, chì Diu hà mandatu per more, per pagà a punizione per i nostri peccati. Simu tutti peccatori (Rumani 3:23). Tramindui I Ghjuvanni 2: 2 è 4:10 parlanu di Ghjesù chì hè a propitazione (chì significa solu pagamentu) per i nostri peccati. I Ghjuvanni 4:10 dice: "Ellu (Diu) ci hà amatu è hà mandatu u so Figliolu per esse propitiation per i nostri peccati." In Ghjuvanni 14: 6 Ghjesù disse: "Sò a Via, a Verità è a Vita; nimu vene à u Patre, ma per mè. " I Corinzi 15: 3 & 4 ci dice a bona nutizia ... "Cristu hè mortu per i nostri peccati secondu e Scritture è ch'ellu hè statu sepoltu è ch'ellu hè statu risuscitatu u terzu ghjornu secondu e Scritture". Questu hè u Vangelu chì duvemu crede è duvemu riceve. Ghjuvanni 1:12 dice: "Quelli chì l'anu ricevutu, li dau u dirittu di diventà figlioli di Diu, ancu à quelli chì credenu in u so nome". Ghjuvanni 10:28 dice: "Li dò a vita eterna è ùn pereranu mai".

Dunque a nostra relazione cun Diu ùn pò cumincià chè per a fede, diventendu figliolu di Diu per mezu di Ghjesù Cristu. Micca solu diventemu u so figliolu, ma Ellu manda u so Spìritu Santu per stà in noi (Ghjuvanni 14: 16 è 17). Colossians 1:27 dice: "Cristu in tè, a speranza di gloria".

Ghjesù si riferisce ancu à noi cum'è i so fratelli. Certamente vole chì sapemu chì a nostra relazione cun ellu hè famiglia, ma vole chì simu una famiglia stretta, micca solu una famiglia di nome, ma una famiglia di stretta fraternità. Revelazione 3:20 descrive u nostru diventà cristianu cum'è entrendu in una relazione di fraternità. Dice: «Stò à a porta è pichju; se qualchissia sente a mo voce è apre a porta, entreraghju, manghjaraghju cun ellu, è ellu cun mè. "

Ghjuvanni capitulu 3: 1-16 dice chì quandu diventemu cristianu simu "nati di novu" cum'è neonati in a so famiglia. Cum'è u so novu figliolu, è cum'è quandu un umanu nasce, noi cum'è criaturi duvemu cresce in a nostra relazione cun ellu. Cum'è un criaturu cresce, ampara sempre di più nantu à u so parente è diventa più vicinu à u so parente.

Eccu cumu hè per i cristiani, in a nostra relazione cù u nostru Babbu Celestiale. Quandu avemu amparatu cun ellu è cresce a nostra relazione diventa più stretta. E Scritture parlanu assai di a crescita è di a maturità, è ci insegna cumu fà questu. Hè un prucessu, micca un avvenimentu unicu, cusì cresce u termine. Hè ancu chjamatu abituale.

1). Prima, pensu, avemu bisognu di cumincià cù una decisione. Duvemu decide di sottumettesi à Diu, di impegnassi à seguità lu. Hè un attu di a nostra vuluntà di sottumettesi à a vuluntà di Diu sè vulemu esse vicinu à ellu, ma ùn hè micca solu una volta, hè un impegnu permanente (continuu). Ghjacumu 4: 7 dice: "sottumettevi à Diu". Rumani 12: 1 dice: "Ti pregu dunque, per misericordia di Diu, di presentà i to corpi un sacrifiziu vivu, santu, accettatu da Diu, chì hè u vostru serviziu ragiunevule" Questu deve cumincià cù una scelta unica, ma hè ancu un mumentu per scelta momentu cum'è in ogni relazione.

2). Dopu, è pensu di a più grande impurtanza, hè chì avemu bisognu di leghje è di studià a Parolla di Diu. I Petru 2: 2 dice: "Cum'è e zitelli chì nascenu desideranu u latte sinceru di a parolla chì puderete cresce cusì". Ghjosuè 1: 8 dice: "Ùn lasciate micca chì stu libru di a lege si alluntane da a vostra bocca, mediteghjelu ghjornu è notte ..." (Leghje ancu u Salmu 1: 2.) Ebrei 5: 11-14 (NVI) ci dice chì noi deve passà al di là di a zitellina è diventà maturi per "usu continuu" di a Parolla di Diu.

Ciò ùn significa micca leghje un libru nantu à a Parolla, chì ghjè di solitu l'opinione di qualcunu, per quant'elli sianu intelligenti, ma leghjendu è studendu a Bibbia stessa. Atti 17:11 parla di i Bereani dicendu: "Hanu ricivutu u messagiu cun grande ansia è anu esaminatu e Scritture ogni ghjornu per vede se ciò chì Paulu dissi era vera ". Avemu bisognu di pruvà tuttu ciò chì qualchissia dice per a Parolla di Diu, micca solu piglià a parolla di qualcunu per via di e so "credenziali". Avemu bisognu di fiducia in u Spìritu Santu in noi per insegnaci è cercà veramente a Parolla. 2 Timuteu 2:15 dice: "Studia per mostràvi appruvatu à Diu, un travagliu chì ùn hà micca bisognu di vergugnassi, dividendu à ragione (NIV trattendu currettamente) a parolla di verità". 2 Timuteu 3: 16 & 17 dice: "Tutte e Scritture sò date da l'ispirazione di Diu è sò prufittu per a duttrina, per a rimprova, per a currezzione, per l'istruzzioni in a ghjustizia, affinchì l'omu di Diu sia cumpletu (maturu) ..."

Stu studiu è a crescita hè cutidianu è ùn finisce mai finu à chì semu cun ellu in u celu, perchè a nostra cunniscenza di "ellu" porta à esse più simile à ellu (2 Curintini 3:18). Esse vicinu à Diu richiede una caminata quotidiana di fede. Ùn hè micca un sintimu. Ùn ci hè micca una "soluzione rapida" chì sperimentemu chì ci dà una stretta cunfraternità cun Diu. A Scrittura insegna chì camminemu cun Diu per fede, micca per vista. Tuttavia, credu chì quandu andemu costantemente per fede, Diu si face cunnosce in modi inaspettati è preziosi.

Leghje 2 Petru 1: 1-5. Ci dice chì crescemu in caratteru mentre passemu u tempu in a Parolla di Diu. Dice quì chì duvemu aghjunghje à a fede bontà, poi cunniscenza, autocontrollo, perseveranza, pietà, bontà fraterna è amore. Passendu u tempu in studiu di a Parolla è in ubbidienza ad ella aghjustemu o custruimu caratteru in a nostra vita. Isaia 28: 10 & 13 ci dice chì amparemu precettu nantu à precettu, linea nantu à linea. Ùn sapemu micca tuttu in una volta. Ghjuvanni 1:16 dice "grazia nantu à grazia". Ùn amparemu micca tutti in una volta cum'è cristiani in a nostra vita spirituale più di i zitelli crescenu in una volta. Basta à ricurdà chì questu hè un prucessu, crescente, un caminu di fede, micca un avvenimentu. Cum'è l'aghju dettu, hè ancu chjamatu stà in Ghjuvanni capitulu 15, stà in ellu è in a so Parolla. Ghjuvanni 15: 7 dice: "Se restate in Me, è e mo Parolle fermanu in voi, dumandate ciò chì vulete, è serà fattu per voi".

3). U Libru di I Ghjuvanni parla di una relazione, di a nostra fraternità cun Diu. A cunfraternità cù un'altra persona pò esse rotta o interrotta da u peccatu contr'à elli è questu hè ancu veru per a nostra relazione cù Diu. I Ghjuvanni 1: 3 dice: "A nostra fraternità hè cù u Patre è cù u Figliolu Ghjesù Cristu". U versu 6 dice: "Se dicemu avè fraternità cun ellu, eppuru camminemu in a bughjura (peccatu), mentimu è ùn campemu micca da a verità". U versu 7 dice: "Se camminemu in a luce ... avemu fraterna cun noi ..." In u versu 9 vedemu chì se u peccatu interrompe a nostra fraternità, avemu solu bisognu di cunfessà u nostru peccatu à ellu. Dice: "Se confessemu i nostri peccati, Ghjesù hè fidu è ghjustu per pardunacci i nostri peccati è purificacci da ogni iniquità". Per piacè leghjite stu capitulu sanu.

Ùn perdemu micca a nostra relazione cum'è u so figliolu, ma duvemu mantene a nostra fraternità cun Diu confessendu tutti i peccati ogni volta chì fallemu, u più spessu necessariu. Duvemu ancu permette à u Spìritu Santu di dacci vittoria annantu à i peccati chì tendemu à ripeteci; ogni piccatu.

4). Ùn duvemu micca solu leghje è studià a Parolla di Diu, ma duvemu ubbidì, chì aghju dettu. Ghjacumu 1: 22-24 (NVI) afferma: "Ùn ascultate micca solu a Parolla è cusì ingannatevi. Fate ciò chì dice. Chiunque ascolta a Parolla, ma ùn face micca ciò chì dice hè cum'è un omu chì si feghja u visu in un spechju è dopu avè guardatu si ne và è smintica subitu ciò ch'ellu pare ". U versu 25 dice: "Ma l'omu chì guarda attentamente a legge perfetta chì dà a libertà è continua à fà quessa, senza scurdassi di ciò ch'ellu hà intesu, ma fendu lu - serà benedettu in ciò ch'ellu face". Questu hè cusì simile à Joshua 1: 7-9 è Salmu 1: 1-3. Leghjite puru Luke 6: 46-49.

5). Un'altra parte di questu hè chì avemu bisognu di diventà parte di una chjesa locale, induve pudemu sente è amparà a Parolla di Diu è avè fraternità cù altri credenti. Questu hè un modu in quale ci hè aiutatu à cresce. Questu hè chì ogni credente riceve un rigalu speciale da u Spìritu Santu, cum'è una parte di a chjesa, chjamata ancu "u corpu di Cristu". Questi doni sò elencati in vari passaggi di a Scrittura cum'è Efesini 4: 7-12, I Corinzi 12: 6-11, 28 è Rumani 12: 1-8. U scopu di sti doni hè di "custruisce u corpu (a chjesa) per u travagliu di u ministeru (Efesini 4:12). A chjesa ci aiuterà à cresce è noi a so volta pudemu aiutà l'altri credenti à cresce è diventà maturi è ministru in u regnu di Diu è guidà l'altri à Cristu. Ebrei 10:25 dice chì ùn duvemu micca abbandunà a nostra assemblea inseme, cum'è l'abitudine di alcuni, ma incuragisce l'unu l'altru.

6). Un'altra cosa chì duvemu fà hè pregà - pregà per i nostri bisogni è i bisogni di l'altri credenti è per i non salvati. Leghje Matteu 6: 1-10. Filippesi 4: 6 dice: "lasciate cunnosce e vostre richieste à Diu".

7). Aghjunghjite à questu chì duvemu, cum'è parte di l'ubbidienza, amassi l'unu l'altru (Leghje I Corinzi 13 è I Ghjuvanni) è fà boni travagli. E bone opere ùn ci ponu micca salvà, ma ùn si pò micca leghje e Scritture senza determinà chì duvemu fà boni travagli è esse gentili cun l'altri. Galati 5:13 dice, "per amore servitevi l'altri". Diu dice chì simu stati creati per fà boni travagli. Efesini 2:10 dice: "Perchè simu a so fattura, creati in Cristu Ghjesù per e bone opere, chì Diu hà preparatu in anticipu per noi di fà."

Tutte queste cose travaglianu inseme, per avvicinassi di più à Diu è rendeci più cum'è Cristu. Avemu diventatu più maturi noi stessi è cusì facenu ancu altri credenti. Ci aiutanu à cresce. Leghje dinò 2 Petru 1. A fine di esse più vicinu à Diu hè esse furmatu è maturu è amassi l'unu l'altru. Facendu queste cose simu i so discepuli è discepuli quandu sò maturi sò cum'è u so Maestru (Luke 6:40).

Cume Cumpere Pornografu?
A pornografia hè un addiccatoghju difficiuli per sopra. U primu passu in sopra à esse eslavatu à qualsiasi peccatu hè di sapè à Diu è avete u putere di u Spìritu Santu à u travagliu in a vostra vita.

Per questa causa, permettenu andà per u pianu di salvezza. Avete adammatu chì avete piccatu contra Diu.

Rumani 3: 23 dice, "perchè tutti anu fattu piccati è mancanu di a gloria di Diu."

Duvete crede à u Vangelu datu in I Corinzi 15: 3 è 4, "chì Cristu hè mortu per i nostri peccati secondu e Scritture, ch'ellu hè statu sepoltu, ch'ellu hè statu risuscitatu u terzu ghjornu secondu e Scritture".

È infine, duvete dumandà à Diu di perdunà è dumandà à Cristu di vene in a vostra vita. E Scritture usanu assai versi per sprime stu cuncettu. Unu di i più simplici hè Rumani 10:13, "perchè, 'Tutti quelli chì invocanu u nome di u Signore saranu salvati". Se avete fattu sinceramente queste trè cose, site un figliolu di Diu. U passu prossimu per truvà a vittoria hè cunnosce è crede ciò chì Diu hà fattu per voi quandu avete accettatu Cristu cum'è u vostru Salvatore.

Eri un schiavu di u peccatu. Rumani 6: 17b dice: "Avete statu schiavi di u peccatu". Ghjesù hà dettu in Ghjuvanni 8: 34b, "Quellu chì peccatu hè schiavu di u peccatu". Ma a bona nutizia hè chì Ellu disse ancu in Ghjuvanni 8: 31 è 32: "À i Ghjudei chì l'avianu cridutu, Ghjesù disse:" Se tenite u mo insignamentu, site veramente i mo discìpuli. Tandu cunniscerete a verità, è a verità ti ferà liberà. "" Hà aghjuntu in u versu 36: "Allora, se u Figliolu vi lascia liberà, sarete liberu in effetti".

2 Petru 1: 3 & 4 dice: "A so putenza divina ci hà datu tuttu ciò chì avemu bisognu per a vita è a pietà per mezu di a nostra cunniscenza di quellu chì ci hà chjamatu per a so gloria è a so buntà.

Per mezu di elli ci hà datu i so grandissime è preziosi promissioni, affinchì pudete, per via di elli, parteci da a natura divina è scappà da a curruzzione in u mondu causata da cattivi desideri. ”Diu ci ha datu tuttu ciò chì avemu bisognu di esse pietoso, ma hè veni cù a nostra cunniscenza di Lui è a nostra comprensione di i so grande prumessi è preziosi.

Prima hè bisognu di sapè chì Diu hà fattu. In Rumani u capu 5 avemu amparatu chì Aduscàniu hà fattu piccatu cù a peccatu contra Diu hà fattu cunnannà tutti i so discendenti, ogni sustene umanu. Per via d'Adamu, semu allora cun una natura pecchè.

Ma in Romani 5: 10 imparemu, "Perchè, quandu eramu nemichi di Diu, aviamu riconciliatu cun ellu per a morte di u so Figliolu, quant'è più, esse riconciliati, saremu salvu per a so vita!"

U pirdunu di i piccati viaghja da ciò chì Ghjesù hà fattu per noi in a cruci, u putere per vencerà u peccatu vene à Ghjesù per esse a vita per noi in u putere di u Spìritu Santu.

Galati 2: 20 dice: “Sò statu crucifissatu cù u Cristu è ùn vivu più, ma Cristo vive in me.

A vita chì vivo in u corpu, aghju per via di a fede in u Figliolu di Diu, chì mi hà amatu è ch'ellu si prestò per me. ”Paolo dice in Romani 5: 10 chì ciò chì Diu ha fattu per noi chì ci salva di u putere di u peccatu hè ancu più grande chè ciò ch'ellu hà fattu per noi per reconcilià noi noi stessi.

Fighjate a frasa "assai di più" in Rumani 5: 9, 10, 15 è 17. Pàulu a dice cusì in Rumani 6: 6 (sto aduprendu a traduzzione in u margine di u NIV & NASB), "Perchè sapemu chì u nostru vechju eu hè statu crucifissu cun ellu per chì u corpu di u peccatu sia resu impotente, per ùn esse più schiavi di u peccatu ".

I John 1: 8 dice: "Se dicemu di esse senza peccatu, noi ingannà noi stessi è chì a verità ùn hè micca in noi." Mettendu i dui versi assai, a nostra natura di peccatu hè sempre quì, ma hè putenza di cuntrundà hè stata spezata. .

Dopu, avemu bisognu di crede ciò ch'ellu dice Diu nantu à u putere di u peccatu ruvatu in a nostra vita. Rumani 6: 11 dice: "In listessu mumentu, viditi morti à u peccatu, ma è vivu à Diu in Cristu." Un omu chì era servitore è ch'ellu hè liberatu, s'ellu ùn sapia chì hè statu messu liberu, obbedirà sempre à u so vechju maestru è à tutti i pratichi pratichi sarà sempre un schiavu.

In terzu, avemu bisognu di ricunnosce chì u putere di campà in vittoria ùn vene micca per via di determinazione o di forza di vuluntà, ma per mezu di u putere di u Spiritu Santu chì stà in noi una volta saremu stati salvati. Galati 5: 16 & 17 dice: "Cusì dicu, vive da u Spìritu, è ùn site micca gratificatu i desideri di a natura piccante.

Perchè a natura pecca ti vole ciò chì hè contru à l'Spiritu, è u Spìritu ciò chì hè contru à a natura pecchè.

Sò in cunflittu à l'unu l'altru, in modo chì ùn fate micca ciò chì vulete. "

Notate u versu 17 ùn dice micca chì u Spiritu ùn possa micca fà ciò ch'ellu vole o chì a natura peccatore ùn pò fare ciò ch'ellu vole, dice, “chì ùn fate micca ciò chì vulete”.

Diu hè infinitu di più putente ch'è ogni abitu di peccatu o dipendenza. Ma Diu ùn vi forza micca à ubbidisce. Pudete sceglie di cunsultà a vostra vulintà à a vulintà di u Spìritu Santu è dà à Ghjesù u cummerciu cumpletu di a vostra vita, o pudete sceglie e scelte i pecati chì vulete luttà è chì ghjustu cumbattile per solu e perde. Diu ùn hè micca bisognu di aiutà a lotta cun un peccatu s'è ancu tenendu nantu à l'altri peccati. A frase, "ùn soddisfà micca i desideri di a natura pecaminosa" ùn si pò appiiccià à una dipendenza da a pornografia?

Ié, ci hè. In Galati 5: 19-21 Paolo listi l'atti di a natura pecatore. I primi 3 sò "immoralità sessuale, impurità è discurdanza." "L'immoralità sessuale" hè qualsiasi attu sessuale trà individui chì ùn sò micca un attuu sessuale trà un omu è una donna chì si maritanu. Inclusa ancu a bestialità.

A "impurità" significa più littirale impurità.

"Dirty-minded" hè un'espressione moderna di ghjornu chì significa a stessa cosa.

A "Debauchery" hè un comportamentu sessuale impudintariu, una mancanza totale di retene in a ricerca di gratificazione sessuale.

Di novu, Galati 5: 16 & 17 dice: "campà da u Spìritu".

Hè da esse un modu di vita, micca solu per dumandà à Diu di aiutà cun stu prublema particulare. Rumani 6: 12 dice: "Perchè u peccatu ùn regna in u to corpu mortale, affinchì ubbidiscine à e so disperazioni."

Sì ùn ti ùn sceglite di dà u Spìritu Santu di cuntrollu di a vostra vita, ellu sceglie per fà i peccatu ti cuntrollu.

Rumani 6: 13 mette u concept di a vita di u Spìritu Santu in sta manera, "Ùn offri micca e parti di u to corpu per peccà, cum'è strumenti di malvagità, ma prestate vene à Diu, cum'è quelli chì sò stati portati da a morte à a vita ; è offri li parti di u vostru corpu per ellu cum'è strumenti di ghjustizia. "

Quartu, hà bisognu di ricunnoscia a diffarenza di u so vicinu à a lege è di a vita sottu grazia.

Rumani 6: 14 dice: "U peccatu ùn hè micca u vostru maestru, perchè ùn sò micca sottu a lege, ma sottu a grazia."
U cuncettu di campà sottu a legge hè relativamente simplici: se mantenu tutte e regule di Diu, Diu sarà piacè cun mè è mi accetta.

Hè micca cumu chì una persona hè salvata. Ùn sì salvati da a gràzia per a fede.

Colossini 2: 6 dice: "Allora, cum'è voi avete ricevutu Cristu Cristu cum'è Signore, continuate à vivere in ellu."

In u mumentu chì ùn pudemu micca tene le regule di Diu abbastanza bè per Fattu chì ci rende accettatu, ùn pudemu micca tene a regula di Diu abbastanza dopu da chì ci sia salvu per fà chì Sò cuntenta cun noi nantu à sta basa.

Per esse risparmiatu, avemu dumandatu à Diu per fà qualcosa per noi chì puderia micca fà basatu nantu à ciò chì Ghjesù hà fattu in a croce per noi; di truvà a vittoria cù u peccatu, dumandemu à u Spiritu Santu per fà per noi chì ùn pudemu micca fà noi, scunfighja i nostri pecuri è di l'addicenzi, sapendu chì sò accettati da Diu in spite di i nostri fallimenti.

Rumani 8: 3 è 4 a dicenu cusì: "Perchè ciò chì a lege era impotente à fà in quantu era indebulita da a natura peccaminosa, Diu hà fattu mandendu u so Figliolu à a forma di l'omu piccatore per esse un'offerta per u peccatu.

Cusì hà condemnatu u peccatu in l'omu pessuale, affinchì i giusti requisiti di a legge si pudianu scontru in noi, chì ùn vivenu micca secondu a natura peccatrice, ma secondu u Spiritu.

Se si trova assai seria di truvà a vittoria, quì quì parechji suggerimenti prassi: Prima, impastate u tempu di lettu è meditate nantu à a Parolla di Diu tutti i ghjorni.

Salmo 119: 11 dice: "Hà aghju avutu a vostra parola in u mo core perchè ùn puderu micca peccà contru à voi".

Siconda, passanu oghjendi ogni ghjornu. Oghjone hè parlendu à Diu è intesu à Diu parlà per voi. S'è vo passate di vive in u Spìritu, site avè bisognu à esse chjucu a so voce.

Terzu, fate bona cima cristiana chì vi faraghju appiparà à caminari cù Diu.

Ebrei 3: 13 dice: "Ma incuraghjatevi l'unu l'altru ogni ghjornu, finu à chjamatu oghje, affinchì nisunu in voi esse perseverate da a falsità di u peccatu."

Quatru, truvate una bona cresia è un gruppu studiu di Bibbia Bibbia se pudete è participà regularmente.

Ebrei 10: 25 dice: "ùn lasciemu micca da cunsiderà insieme, cum'è certi anu in abitu di fà, ma duvemu à cunsulà l'altru - e più u vedi chì u ghjornu si avvicina."

Ci sò dui più cose chì suggerenu à qualchissia chì pruteggieghja cun difficult issue peculiare cum'è una adduluranza di pornografia.

James 5: 16 dice: "Allora confessate l'unu a parte di i vostri peccati è pregate per l'unu per chì vi pudemu guaritu. A preghiera di un ghjustu hè putente è efficace. "

Questu passaghju ùn significa micca parlà di i vostri pecati in una riunione di a chiesa pubblica, ancu se pò esse adatta in una riunione di picculi menzu per e persone chì luttanu cù u listessu prublema, ma sembra significatu à truvà un omu chì pudete cunfirenze è chì li da permessu di vi dumandete almenu ogni settimana cumu si fate in a vostra lotta contra a pornografia.

Sapendu chì micca solu sò averete cunfiderà u vostru peccatu à Diu, ma ancu per un omu chì cunfanu è admirarete pò esse un disgrazia potente.

L'altra cosa chì aghju suggeritu per chiunque si lutta cù una questione pecca specialmente difficili si trova in Romani 13: 12b (NASB), "ùn fà nè dispunimentu di a carne in i so desiderii."

Un omu chì pruvà per esse tedescu pò esse stupidu per mantenisce un suminatu di i so cigarettes preferiti in a casa.

Un omu chì lutta cun una dipendenza da l'alcol hà di evità baruri è posti induve l'alcol hè servutu. Ùn dici micca unni vi vedenu pornografia, ma duvete assolutamente tagliare u vostru accessu ad essa.

Se es riviste, creme. Sì hè qualcosa chì vi vede u televiziu, disperse da a televisione.
Se l'aghju vede nantu à u vostru urdinatore, fate perdiri di u vostru urdinatore, o almenu nisuna pornoluggia guardatu in ellu è falesa di u vostru accessu internet. Cum'è un omu cun ughjettu per un cigarette in 3, ùn pruvà ùn esce micca, si pò esse vistutu, è si ne vende è cumprà una, cusì chì ferma difficili per vede a pornografia fate micca menu probabili chì falla.

Se ùn smetti micca u vostru accesso, ùn sà micca veramente seriu in quessi.

Chì s'ella fessi è vede a pornografia? Immediatamente accetta a rispunsabilità tutta di ciò chì avete fattu è confessà immediatamente à Diu.

I Giovanni 1: 9 dice: "Se noi confessamu i nostri peccati, cusì hè fidatu è ghjustu è perdonà i nostri peccati è purificà noi da ogni iniquità."

Quandu avemu cunfèsimu u piccatu, ùn solu chì Diu ùn palesa, prumetti di purificà. Sempre cunfessi qualchì peccatu immediatamente. A pornografia hè una addicenza assai putenti. E misure ùn sò micca travagliati.

Ma Diu hè infinitu u putere, è se sapete è crede à ciò chì hà fattu per voi, cumprè a responsabilità tutta di i vostri atti, cresendu à u Spìritu Santu è micca a vostra forza è seguitate i suggerimenti pratichi ch'e aghju fattu, a vittoria hè sensu possibbili.

Cumu I Peccà u Tentazione di u Pecciu?
Se a vittoria à u peccatu hè un grandu passu in u nostru caminu cù u Signore, pudemu dì chì a vittoria cù a tentazione averà un passu più vicinu: a di a vittoria prima di u peccatu.

Prima di fà dì questu: un pensamentu chì entra in a vostra mente ùn hè micca in peccatu peccatu.
Hè divintatu u peccatu quandu avete cunzatu, entrevista u pienzu è agisce.
Mentre discututu in a question di a vittoria cù u peccatu, noi chì avemu credenzi in Cristu, anu aghju datu u putere di a vittoria à u peccatu.

Avemu ancu u putere di resistà a tentazione: u putere di fughje da u peccatu. Averete Lee I 2: 14-17.
A tentazione pò venghje da parechji posti:
1) Satanici o i so dimònii puderanu tentate,
2) altre persone ci ponu attirà in u peccatu è, cum'è dice a Scrittura in Ghjacumu 1: 14 è 15, pudemu esse 3) alluntanati da e nostre proprie brama (desideri) è attirati.

Sceglite puru e Scritture dopu nantu à a tentazione:
Genesis 3: 1-15; I Ghjuvanni 2: 14-17; Matthew 4: 1-11; James 1: 12-15; I Corinti 10: 13; Matthew 6: 13 è 26: 41.

James 1: 13 cunta una fattura impurtante.
Hè dettu, "Chjamassi chì nimu quandu hè tentatu" Sò tentatu da Diu, chì chì Diu ùn pò esse tentatu, è chì ellu ùn ispita micca nimu ". Diu ùn ci tenta ma Iddu ci permette di esse tentati.

A tentazione hè da Satanassu, à l'altri o di noi, nò Diu.
U scopu di James 2: 14 dici chì quandu ci hè attiratu è peccatu, u risultu hè morte; a separazione di Diu è eventuale morte fisica,

I Ghjuvanni 2: 16 nni rici ca ci sò trè alcuni maiò di a tentazione:

1) i disturbi di a carne: accussini erate o cose chì sighinu i nostri desitgnoli fisici;
2) i disturbi di l'ochji, e cose chì miranu attraenti, i cose erani chì appellu à noi è guidanu di Diu, vulendu e cose chì ùn sò micca i nostri avè è
3) l'orgogliu di vita, forme sbagliati per esaltà o nostru orgogliu arroganti.

Dai un ochju à Genesi 3: 1-15 è ancu à a tentazione di Ghjesù in Matteo 4.
Tutti dui passaggi di l'Scritture insegenu à chì guarì quandu, quandu avemu tentatu è cumu supremu quellu tentazione.

Leghjite Genèse 3: 1-15 È Satanò chì tentò Eva, puderia ancu purtà à l'anch'ellu di Diu in u peccatu.

Hè stata tentatu in tutte e robba arei:
Ellu visti u fruttu cum'è quarchi cosa attraente à l'ochji, per séntete a so fami è Satanassu disse chì avaristi diventà cum'è Diu, sapendu u bè è u malu.
Invece di ubbidisce è di fiducia in Diu è chì si rivolge à Diu per aiutassi, u so sbagliu era di ascultà l'insinuazioni di Satan, a bugia è e suggerimenti suttici chì Diu teneva "bè" da ella.

Satanò l'hà intristitu cù quistione chì Diu avia dettu.
"Diu Dio in verità?" Dumandò.
E tentazioni di Satan sò ingannevuli è hà misu in parlatu misure di Diu.
E dumte di Satan aghjuru a sputà l'amore di Diu è u so carattere.
"Ùn micca mò", mentì; "Diu sapi chì i vostri ochji saranu aperti" è "sarete cum'è Diu", attraente per u so ego.

Invece di esse ringraziati per tuttu ciò chì Diu l'ha datu, Hà pigliò l'unica cosa chì Diu avia proibitu è ​​"li dete ancu à u so maritu".
A lezziunalità hè di sente è di cunfidenza di Diu.
Diu ùn guarda micca e cose da noi chì sò bè ​​per noi.
U peccatu resultanti hà purtatu à morte (chì si pò esse entrisu di separazione di Diu) è eventuale morte fisica. Ddu momentu cuminciaru a muriri fisicu.

Sapendu chì cede à a tentazione culpisce per questa strada, facendu per a perdita di fraternità cù Diu, è chì guverna ancu a culpabiltà, (Aghjunghje 1 John 1) ci anu da esse uttene aiutu à dì micca.
Adam è Eva ùn pare micca capisce a tattica di Satana. Avemu u so esempio, è avemu da amparà da elli. Satanu usa i stessi trucchi per noi. Menta annantu à Diu. Ritratta à Diu cum'è ingannevuli, un bugiarghiu è sfavillatu.
Avemu bisognu di sperà in l'amore di Diu è ùn dicemu micca à e bugie di Satan.
Satòri à resistenza è a tentazione hè fatta in gran parte cum'è un attu di fede in Diu.
Avemu bisognu di sapè chì questu ingannamentu hè u sughjettu di Satana è chì hè u bugiatu.
John 8: 44 dice chì Satan hè "una bugiata è u babbu di a bugia."
A Parola di Diu dice: "Nò bè pratunisce da quellu chì cammina in rettità."
Filippesi 2: 9 è 10 dice "esse ansiosi per nunda .. perchè Ellu cura per voi".
State attenti à ogni cosa chì aghjunghje, sottu o da a distorsione di a parola di Diu.
Tuttu quellu chì dumanda o cambia le Scritture o u carattere di Diu hà u timbre di Satana annantu à elli.
Per sapè queste cose, avemu bisognu di cunnoscenu è cumprendu Scritture.
Se ùn cunnosci micca a virità, hè facilitu per esse misurati è burlatu.
Ingannatu hè a palora operativa quì.
Credu chì avè sapendu è aduprà a Scrittura bè sia a arma più preziosa chì Diu hà datu usatu per a resistenza à a tentazione.

S'intrava in guasi ogni aspettu di evitazione di e bugie di Satan.
U migliore esempiu di quessa hè u Signore Ghjesù stesso. (Leggi Matti 4: 1-12.) A tentazione di Cristu era pussibuli per a so relazione cu u so Patri è a vulintà di u Padre per ellu.

Satana utilizò i so bisogni di Gesù quandu lo tentava.
Ghjesù hè statu tentatu à soddisfà i soi desideri è fiertà, inveci di fà a vulintà di Diu.
Quandu avemu avutu in Ghjuvanni, Era ancu tentatu da a misericordia di l'ochji, a lucidità di a carne è l'orgogliu di a vita.

Ghjesù hè tentatu dopu quaranta ghjorni di sirviziu. Hè stanche è fame.
Tempu sò spessu tentatu quantu sì stancu o debbuli è e nostre tentazioni sò spessu per a nostra relazione à Diu.
E vedemu l'esempiu di Ghjesù. Cristu ha dettu ch'ellu hà fattu a vulintà di u Babbu, chì u Patru hè un solu. Sapeva perchè hè statu mandatu à a terra. (Leggi capitulu di Philippians 2.

Ghjesù hè vinutu cum'è noi è esse u nostru salvadore.
X. Filippi 2: 5-8 dice: "A vostra attitudine deve esse uguale à quella di Cristu Ghjesù: chì, essendu in a natura assai Diu, ùn hà cunsideratu a equità cù Diu qualcosa da capisce, ma ùn si facia nisunu, tenendu a natura stessa di un servitore, è essendu fattu in simile umana.

E truvatu in apparenza cum'è un omu, s'hè umiliatu ed hè diventatu obbediente finu à a morte - ancu a morte nantu à a croce. ”Satana seduce à Ghjesù di seguità i so suggerimenti è i so brami piuttostu chì di Diu.

(Pruvò à Ghjesù à scuntrallu una necessità legittima per fà ciò chì ellu disse invece di aspittà per chì Diu hà cunnisciutu a so bisognu, seguitu à Satanassu solu di Diu.

Queste tentazioni anu riguardu à fà e cose a via di Satana, ùn anu da esse divina.
Se seguitu a bugie di Satan è e so cullissioni, ùn smaremu micca di seguità a Diu è seguità Satanu.
Hè unu o l'altru. Duvemu dunque in una spirale in direzione di u peccatu è di a morte.
Primu Satanici l'era tentatu di manifestà (pruvà) U so putere è divinità.
Iddu dissi, postu chì ghjè famu, utilice u vostru putere à sudisfà u vostru famu.
Ghjesù era tentatu cusì puderia esse u nostru mediatori perfettore è intercessore.
Ddiu permetti a Satanassu per pruvà à noi chì aiutà à turnà in maturu.
A Scrittura dice in Ebrei 5: 8 chì Cristu hà amparatu a supplicità "da ciò ch'ellu hà fattu".
U nomu diabolu difende a slanderer è u diavulu hè sutil.
Ghjesù rezista à u travagliu subtile di Satan à fà a so offerta cun utilizà a Scrittura.
Diu: “L'omu ùn vivrà micca solu di u pane, ma per ogni parola chì vene da a bocca di Diu.”
(Deuteronomu 8: 3) Ghjesù u porta à u sughjettu, fà a Volontà di Diu, mettendu quessa sopra e so necessità.

Aghju trovu u cummentariu di a Bibbia di Wycliffe assai utile in a pagina 935 dicendu nantu à u capitulu di Matteo 4, "Ghjesù ùn hà micca parlatu di un miraculu per evità a sofferenza personale quandu simu sofnimentu faceva parte di u vuluntà di Diu per ellu".

U commentu hà messu in evidenza a Scrittura chì hà dettu chì Ghjesù era "cunduttu da u Spiritu" in u desertu pè u scopu specificu di permessu chì Ghjesù sia sperimentatu. "
Ghjesù era successu perchè ellu sapia, hà fattu cunnosce è hà scritture.
Diu ci dà a Scrittura cum'è un'arma per difenda i noi contr'à i dardi ardenti di Satan.
Tutta a Scrittura hè ispirata da Diu; u megliu hè chì ne cunnosce u megliu simu prontu à lottà nantu à i piani di Satana.

U diavulu teme à Ghjesù per segunda ora.
Eccu Satanò utilizzava l'Scrittura per pruvà à trick.
(Si, Satana sà a Scrittura è u usa contru à noi, ma a pruscia è utilizza per contu, cioè micca per u so usu propiu o per u so scopu o micca in u so scopu). 2 Timothy 2: 15 dice a, "Studia per mostrà tù adupru à Diu,… dividendu giustamente a parolla di verità."
A traduzione NASB dice: "trattà in modu accuratu a parola di a verità".
Satana pigliò un versu da u so scopu destinatu (è lascia una parte di u campu) è tempda Gesù per esaltà è mostra a Sua Divinità è a cura di Diu di Lui.

Credu chì ellu avia tentativu d'appughjà à l'orgogliu quì.
U diavule u piglia in un puntellu di u tempiu è dice: "Sì tù sì u Figliolu di Diu, lanciatevi perchè hè scrittu" Darà à i so anghjuli l'accusa di voi; è nantu à e so mani ti purteranu ". Ghjesù, capendu a Scrittura, è l'ingannu di Satanassu, hà ancu utilizatu a Scrittura per scunfighja à Satanassu dicendu:" Ùn pruvarete micca u Signore, u to Diu. "

Ùn avemu micca esse presumitu o pruvate à Diu, esperendu chì Diu per protettà a cumpurtamentu stupidu.
Ùn pudemu micca basta cummattere a Scrittura, ma ci vole ad aduprà bè è currettamente.
In a terza tentazione u diavulu hè intornu. Satanò li dà u regnu di u mondu si Ghjesù hà prustirnà è adore. Molti cresinu chì u significatu di sta tentazione hè chì Ghjesù ùn pudete sbarcà u pienu di a croce chì era a vulintà di u Patre.

Ghjesù cunnuscìu chì i regni saranu i soi à a fine. Ghjesù usa una Scrittura una volta è dice: "Adora solu solu à Diu è servite solu à Lui." Ricurdate u capitulu di i Filippi 2 dice chì Ghjesù "s'umuliu ed è diventatu obbediente à a croce".

Mi piaci ciò chì a Wycliffe bibliale Commentariu deve dì di a risposta di Ghjesù: "Hè scrittu, punteghja dinò nantu à a tuttu di a Scrittura cum'è una guida per a condotta è a basa di a fede" (è mi pò aghjunghje, per vittoria nantu à a tentazione), "Ghjesù repulsiu i grandi colpi di Satana, micca da un fulmine di u celu, ma per a Parola scritta di Diu, utilizata in a saviezza di u Spìritu Santu, un mezu dispunibule per ogni cristianu. ”A Parola di Diu dice in Giacomu 4: 7“ Resist the the diavulu è hà fughjiti da voi. "

Ricurdativi, Ghjesù hà cunnisciutu u Verbu è u utilizatu bè, correctament è accurately.
Avemu da fà u listessu. Ùn pudemu micca capisce i travaglii di Satana, i schemi è a bugia, sì ùn cunniscemu micca e capiscia a verità è chì Ghjesù hà dettu in Giovanni 17: 17 “A to parolla hè verità.”

Altri passaghji chì ci insegnanu l'usu di a Scrittura in sta zona di tentazione sò: 1). Ebrei 5: 14 chì dice chì avemu bisognu di esse maturi è di esse "abituati" à a Parola, cusì i nostri sensi sò addivati ​​per discernà u bonu è u male. "

2). Ghjesù hà amparatu à i so discìpuli chì quandu i abbandunò di u Spìritu purtaranu tutti e cose chì hà insignatu à a so ricurdana. Hà amparatu in Luke 21: 12-15 chì ùn deveru micca troppu riguardu à ciò chì dicenu quandu u purtonu à accusatori.

In quantu a stessa manera, crede, ellu ci fa ricurdà a so parolla quandu avemu bisognu à a nostra battaglia contru Satanicu è i so seguitori, ma prima avemu da sapemu.

3). Salmo 119: 11 dice: "A to parolla aghju amparatu in u mo core perchè ùn puderu micca peccà contr'à voi".
In cunjunzione cù u pensamentu previu, u travagliu di u Spìritu è ​​da a Parolla, l'Scrittura ricordu di memòria hà l'imprevistemu per noi è dà una arma dopu avè tentatu.

Un altru aspettu di l'importanza di a Scrittura hè chì ci insegni azzioni da fà per aiutà à resistere a tentazione.

Una di sti Scritture hè Efese 6: 10-15. Leghjite stu viaghju.
Hè dettu, "Si ponemu nantu à tutta l'armatura di Diu, affinchì tù pudete tena arristatu contra l'insignamentu di u diavulu, perchè ùn luttàvamu cun carne è sangue, ma contru i principati, i puteri, contru à i capi di l'oscurità di questu età; contru à i spiari spirituali di a malvagità in i posti celesti. "

A traduzione NASB dice: "Stà fermu contru i regimi di u diavulu".
A NKJB dice "mettiti in armatura piena di Diu per chì pudete esse capace di resistere (resistere) à i regimi di Satan."

Efesinu 6 detti l'armatura cume seguenti: (E sò quì à l'aiutà per aiutà firmà contru a tentazione).

1. "Stringia a verità". Ricorda chì Ghjesù hà dettu: "A to parolla hè verità".

Hè dettu "cintura" - avemu bisognu di narcunà cù a Parola di Diu, vede a similarità à nascondere a Parola di Diu in i nostri cori.

2. "Si mettenu u pettinu di ghjustizia.
Nisunu pruteghji da l'accusazioni di Satana è dubbiosi (cum'è quellu chì dumanda à a divinità di Ghjesù).
Avemu bisognu di a giustizia di Cristu, micca qualchì forma di i nostri boni gesti.
Rumani 13: 14 dice "induce u Cristu". Filippini 3: 9 dice "micca avè a mo proprie ghjustizia, ma a ghjustizia chì hè per via di a fede in Cristu, affinch'ellu lo conosce è u putere di a so risurrezione è di a cunglutina di e so paternità. , essendu cunformatu à a so morte. "

Secunu Romani 8: 1 "Hè perciò nè a condanna à quelli chì sò in Cristu Ghjesù".
Galati 3: 27 dice: "Sò vestiti di a so ghjustizia."

3. Versu 15 dice di avè "i vostri pedi calu cù a preparazione di u Vangelu".
Quandu avemu studiatu per preparà per sparta l'evangeliziu cù l'altri, ci noscensa à noi è ricurdeghja di tuttu Cristu hà fattu per noi è hà incuraghju cum'è a partemu è vedemu à Diu usendu in a vita di l'altri chì venenu à sapè cum'è noi .

4. Aduprate a Parola di Diu cum'è un scudo per pruteggeri da i dardi ardenti di Satan, e so accusazioni, cum'è Ghjesù hà fattu.

5. Protege a vostra mente cù u casco di salvezza.
Sapendu a Verbu di Ddiu assicura di a nostra salvezza è dà a pace è a fede in Diu.
A nostra salute in Ellu si furtificeghja è aiuta à favurevule nantu à ellu quandu avemu attaccatu è tentatu.
Piuttostu ci serebbe saturatu di l'Scritture più diventà noi diventenu.

6. Versu 17 dice di aduprà a Scrittura cum'è una spada per combatre l'attizi di Satana è e so bugie.
Credu chì tutti i pezzi di armatura ci sò in relazione a Scrittura cum'è un scudo o una spada per risolvi, rispundendu à Sataneu chì Ghjesù hà fattu; o per via di a nostra insignava cum'è in ghjustìzia o salvamentu chì facemu noi forte.
Credu chì avemu usatu Scrittura cun precisa di Diu chì ci dà u so putere è forza.
Un cumandamentu finale in Efesiosu dice di "aghjunghje a preghiera" à a nostra armatura è di "esse vigilia".
Se guardamu ancu à a «Preghiera di u Signore» in Matti 6, videmu chì Ghjesù ci hà insegnatu ciò chì una preghiera di armi impurtante hè in a resistenza à a tentazione.
Hè dettu ch'ellu si deve preghjà chì Diu ùn “ci purtà in tentazione” è “ci livisce da u male”.
(Alcune traduzioni dicenu "livate noi da u male".)
Ghjesù hà datu sta preghiera cum'è u nostru esempiu di cumu pricà è ciò chì preca.
Queste duie frasi mostranu chì pregà per a liberazione da a tentazione è u male hè assai impurtante è deve diventà una parte di a nostra vita di preghiera è a nostra armatura contr'à i schemi di Satan, chì hè,

1) chì ci tinvenu da a tentazione è
2) chì guardi cun noi chì Satana nos tempura.

Ci mostra chì avemu bisognu di l'aiutu è di u putere di Diu è chì Egli hè dispostu è capaci di li dà.
In Matteu 26: 41 Ghjesù disse à i so discìpuli di vigilià è priche per ùn andate micca in tentazione.
2 Petru 2: 9 dice: "u Signore sà per salvà i pietà (ghjusti) da a tentazione."
Pricate perchè Diu hà salvà nanzu è quandu avete tentatu.
Pensu chì assai di noi mancamu una parte vitale di a preghiera di u Signore.
I Corinti 10: 13 dici chì i tentazioni chì facemu sò cumuni per tutti di noi, è chì Diu faria un modu di fughje per noi. Ci vole bisognu à circà.

Ebrei 4: 15 dici chì Ghjesù hè statu tentatu in tutte e puntuale cum'è noi (ghjè l'indecisione di a carne, a libertà di l'ochji è l'orgogliu di vita).

Dopu ch'ellu hà fattu affruntà tutte l'àmbienti di a tentazione, ellu pò esse u nostru avvucatu, meditatu è u nostru intercessore.
Puderemu andà per ellu cum'è u nostru Helper in tutti l'àmbienti di a tentazione.
S'è vinemu à ellu, Intercede nantu à u nostru nomi davanti à u Patre è ci dà u so putere è aiutà.
Efesiani 4: 27 dice “nè dà u locu à u diavulu”, in altre parole, ùn dite micca a opportunità à Satana di t'hà tenta.

Eccu ccà Scrittura hè quì à aiutà à a nostra insignà di i principii per seguità.
Unu di questi insignamenti hè di fughje, per esse fora di i peccati è di stà in pusessu di e persone è di situazione chì puderanu purtà à a tentazione è u peccatu. Tant l'Anticu Testamentu, in particulare Proverbs è Salmi, è ancu assai epistle di New Testament contene di e cose per evitari è fughje.

Credu chì un bonu postu per cumprà hè cù un "peccatu amparatu", un peccatu chì truvate difficiule à superà.
(Leghje 12: 1-4.)
Comu avemu dichjaratu in nostri lezziò nantu à a voglia di u peccatu, u primu passu hè di cunfèsiri tali peccati à Dieu (I John 1: 9) è u travagliu nantu à quellu chì resistenu quandu Satana tempta.
Se fallite novu, cuminciate è cunfèsenu più è fate u Spìritu di Diu per dà a victoria.
(Ripetizione cum'è necessariu).
Quandu avete cunfrontu di stu peccatu, hè una bona idea di utilizà una concordancia è di cercà u studiu quant'è parechji versi cum'è pudete nantu à ciò chì Diu hà da insignà nantu à u sughjettu in modu chì pudete obeyde ciò chì Diu dice. Arcuni alcumi sunnu:
I Timoteu 4: 11-15 ci conta chì i donne chì sò oghje sò diventate oghje è chisme è crafara picchì anu troppu tempu nantu à e so mani.

Paulu incuraghjisci à sposa è esse travagli in i so domicili, per evitari u piccatu.
Titus 2: 1-5 narrate micca a donna per micca inghjulazione, per esse discretti.
Proverbs 20: 19 ci mostra chì i calumissioni è di chiarizzare si vanu.

Hè dicitu: "Quellu chì s'hè circatu cum'è un maledettu mi rivela segreti, allora ùn associarete micca cù u omu chì si flatà cù e so labbra."

Proverbi 16: 28 dice "un bisbigliore separa u megliu di l'amichi."
Proverbi dice: "Un maldicchieru rivela secetti, ma quellu chì hà un spiritu fidatu occulta una questione."
2 Corinziuni 12: 20 è Rumani 1: 29 mosciate chì murori ùn sò micca piace à Diu.
Cum'è un altru esempiu, piglià a borrache. Leghjite Galatiani 5: 21 è Rumani 13: 13.
I Corinti 5: 11 ci dice "di micca associari à qualchi chjamati fratellu chì è immorali, cionestu, un idolatru, un malinconicu o un ubagnanu o un vescu, nè manghjà cun tale."

Proverbi 23: 20 dice "ùn miscelate micca cù i brudi".
I Corinthians 15: 33 dice: "A cumpagnia dolente dà cume à e buone morali".
Avete tentatu à esse mandatu o di circà soldi senza praticà ste robatu o robi?
Ricurdate l'Efesi 4: 27 dice "ùn date micca u locu à u diavulu".
2 Tessalonicani 3: 10 è 11 (NASB) dice "avemu usatu per dà questu ordine:" se qualchissia ùn travaglia micca, nè lascialu manghjà ... alcuni trà voi portanu una vita indisciplinata, ùn facenu nunda di travagliu, ma agiscenu cum'è occupati ".

Ci vole à dì in versu 14 "se quellu chì ùn obbedisce micca à e nostre istruzioni ... ùn associanu cun ellu."
I Tessalonici 4: 11 dice: "Lascià u travagliu travagliendu cù e so mani".
Simply put, uttene un travagliu è evite u dirittu inattore.
Questu hè un grandi esempiu di sluggardi è di qualcunu chì prova d 'avè ricchju in ogni locu ilegitimu, cum'è fraud, robbendu, anziani, etc.

Leghjite puru I Timoteu 6: 6-10; Filippi 4:11; Ebrei 13: 5; Pruverbii 30: 8 & 9; Matteu 6:11 è assai altri versi. L'oziu hè una zona di periculu.

Imparate ciò chì Diu dice in a Scrittura, cammini in a so luce è ùn siate tentatu da u male, per questu o per ogni altru sogghju chì ti tenta di peccà.

Ghjesù hè u nostru esempiu, ùn avia nunda.
A Scrittura hà dettu ch'ellu ùn avia micca un locu per mette u so capu. Ha cercatu solu a voluntà di u so Babbu.
Disse ancu à quellu di morte - per noi.

I Timone 6: 8 dice: "chì avemu cibo è abbigliamento ti ne truvaremu contentu".
In versu 9 hà a so pussibule à dà una tentazione dicendu chì "quanti chì vogliono diventà ricchi cadenu in a tentazione è in una trappula è in parechji desideri insensati è dannosi chì cunducanu omi in rovina è in distruzzione."

Dice più, leghje. Chì un bon esempiu di sapè cumu cunnuscenza è entendre è conforme à l'Scrittura aiuta à a superà a tentazione.

L'Obedientzia à a Parolla hè a chjave per vende a tentazione.
Un altru esempiu hè ingerimentu. Pudete facilmente in rabu.
Proverbi 20: 19-25 dice chì ùn associi cun omu datu à a furia.
Proverbi 22: 24 dice di "ùn andate cù un omu calmu temperatu." Legite dinò Efesiani 4: 26.
L'altri avviziunati di situazione per fughjiti o evite (in questu scorri) sò:

1. Ughjettivi ghjovani - 2 Timothy 2: 22
2. Lust per i soldi - I Timothy 6: 4
3. Immoralità è adulteri o adulteressi - I Corinti 6: 18 (Proverbs ripetisce questa generale).
4. Idolatrie - I Corinti 10: 14
5. Bruciatura è sorcellerie - Deuteronomy 18: 9-14; Gàlatini 5: 20 2 Timothy 2: 22 ci duna di più strughji per esse cusì à persighjà rightezza, fidi, amore è pace.

Fate cusì vi aiutà à resistemu a tentazione.
Ricordate 2 Peter 3: 18. Ci dà "cresce in grazia è in a cunniscenza di u nostru Signore Ghjesù Cristu".
Chì ci aiuterà a discernà u bonu è u male, cum'è aiutendu à discernà i regimi di Satana è ch'elli ci tenenu da in scontru.

Un altru aspettu hè assautatu da Efese 4: 11-15. Verse 15 dice chì cresce in Ellu. U cuntestu di questu hè chì questu hè realizatu cum'è noi parti di u corpu di Cristu, ie a chjesa.

Semu à aiutà l'uni per l'insignamentu, amatu è incuraggià l'uni l'altri.
Versu 14 dice chì un risultatu hè chì ùn ne seremu cundannati da furia è schemi falsi.
(Quellu chì seria u cattivà cù l'addunatore chì avete da ellu è à l'altri l'usu di such trucu?) Comu parte di u corpu, a ghjesgia, avemu ancu aiutatu aghjustatu è accettendu correzione uni l'altri.

Avemu bisognu attentu è gentile in quantu facemu questu, è cunniscite i punti di fatti, per ùn site micca ghjudicate.
Proverbs è Matteu aghjunghjenu infurmazioni nantu à questu sughjettu. Fighjulate è l'apprenu.
Ad esempio, Galati 6: 1 dice: "Fratelli, fratelli, sì un omu hè superavatu in una colpa (o catturatu in qualchì violenza), voi chì sì spirituali, restauri quellu quellu in un spiritu di dolcezza, cunsidendosu pè andà dinò tenta. "

Tentati à ciò chì dumandanu. Tentati à l'orgogliu, l'arroganti, a bassessa, o qualsiasi peccatu, ancu u stessu piccatu.
Attenti. Ricordate l'Efesi 4: 26. Ùn dite à Satan una opportunità, un locu. Comu pudete vede, a Scrittura rivela u rolu primu in tuttu.

Duvemu à leghjale, memorizàvule, capisciate i so insegnamenti, i direzzioni è u putere, è cità u utilizatu cum'è a nostra spada, ubbidendu è seguendu u so missaghju è l'insegnamentu. Leggi 2 Peter 1: 1-10. A cunniscenza di Lui, truvata in Scrittura, ci dà tuttu ciò chì avemu bisognu per a vita è a pietà. Ciò include a resistenza à a tentazione. Eccu u cuntestu hè a cunniscenza di u Signore Ghjesù Cristu chì vene da e Scritture. Versu 9 dice ch'elli sò i partakers di a natura divina è chì a NIV conclude “cusì pudemu scappare da a curruzzione in u mondu causata da e malefie.”

Una volta aghju vede a cunnutazione trà l'Scrittura è sopra o scappa la tentazioni di l'aiuti di a carne, i persone di l'ochji è l'orgogliu di vita.
Cusì in Scrittura (s'è cunsiderate è capiscenu) avemu a promessa di esse partakers di a so natura (cun ​​tuttu u so putere) per scappà di a tentazione. Avemu a putenza di u Spìritu Santu di avè a vittoria.
Hà ricevutu appena una carta di pasqua in cui stu versu hè citatu, "Grazie à Diu, chì ci porta sempre à trionfà in Cristu" 2 Corinthians 2: 16.

Cumu timight.

Galati è altre Scritture di u Novu Testamentu anu avutu elencate di i peccati chì ci vole à evità. Leggi Galati 5: 16-19 Essi sò "imoralità, impurità, sensualità, idolatria, stuzzichja, ostilità, lite, gelosia, esplosioni di furia, disputi, dissensioni, fazioni, invidia, ebrietezza, impurtamentu è cose simile."

Dopu à questu in i versi 22 è 23 hè u fruttu di u Spìritu "amore, gioia, pace, pazienza, gentilezza, bontà, fedeltà, dolcezza, autocontrollo".

Questu passaghju di l'Scrittura hè assai interessante perchè ci duna una prumessa in versu 16.
"Cammi in Spiritu, è ùn tenite micca u desideriu di a carne."
Se facemu per via di Diu, noi ùn faremu micca u nostru modu, da u putere di Diu, di l'interventu è di cambià.
Ricordate a preghiera di u Signore. Avemu dumandemu à Tene di tene noi da a tentazione è ci livisce da u male.
Versu 24 dice: "Quelli chì sò di Cristu anu crucificatu a carne cù e so passioni è cun.
Avà quantu spessu u termini chiuvenu hè ripetitu.
Rumani 13: 14 mette in stu modu. "Indossa u Signore Ghjesù Cristu è ùn ne faciate micca previsionu per a carne, per accustà i so volti."
A chjave hè di resistere à u primu (voluptà) è mettere nantu à l'ultimu (fruttu di u Spiritu), o mette nantu à l'ultimu è ùn vi rispunseghete u primu.
Questa hè una prumessa. Si avemu cammatu in amore, paese è autore cuntrollu, cumu pudemu odè, anu assassinatu, arrubate, inghjuru o difamazione.
Nantu à chì Ghjesù hà messu u so Padre prima è hà fattu a vuluntà di u Babbu, ci vole dinò.
Efesini 4: 31 è 32 dice chì lasciate amarezza, ira è rabbia è calunnia esse messe via; è siate gentili, teneri è perdonatori. Traduttu currettamente, Efesini 5:18 dice "siate pienu di u Spìritu. Questu hè un sforzu continuu.

Un predicatore chì aghju ascoltatu una volta disse: "l'amore hè qualcosa chì fate."
Un bon esempiu di imbricà l'amore hè se ci hè qualchissia chì ùn vi piace, chì hè arrabbiata cun, fate qualcosa di amabile è di benvenuta per elli invece di scumparvi a furia.
Pricate per elli.
A realtà, u principiu hè in Matteu 5: 44 induve dicu “pregate per quelli chì l'usini antu da u vituere”.
Cù u putere è l'aiutu di Diu, l'amore rimpiazzerà e sguaterà a to furia peccatrice.
Pruvate, Diu dice chì sì cammà in a luce, in amore è in u Spìritu (queste sò inseparabile) hè successu.
Galiziani 5: 16. Diu hà capaci.

2 Petru 5: 8-9 dice: "Essere sobrio, vigili (allerta), u vostru avversario u diavulu va in giru, circà chì cerca ch'ellu devorà."
James 4: 7 dice: "resistite à u diavulu è hà fughjiti da voi".
Versu 10 dice chì u Diu Speru perfezionarà, rinfurzà, confermi, stabilisce e stabilisce. "
James 1: 2-4 dice di cunsiderà tuttu gioia quandu incontrate prove à vucà (Vultà diverse tentazioni) sapendendu chì produce a resistenza (a pazienza) è ch'ella sia a perfetta opera, perchè sia perfettu è cumplessu, manchi niente.

Diu ci permette di esse tentati, pruvati è testati per creà pazienza, resistenza è cumpletezza in noi, ma avemu da resistere è lasciamulu fà funziunà u scopu di Diu in a nostra vita.

Efesios 5: 1-3 dice: «Iddù, sia imitatore di Diu, cum'è amati zitelli, è cammini in amore, cum'è ancu Cristu vi hà amatu è chì s'hè amatu per noi, una offerta è un sacrificiu à Diu cum'è perfume aromatiziu.

Ma a misurazione, o ogni impurità, o avarità, ùn ne anu micca daveru cullucate trà voi, cum'è per mezu di i santi.
Ghjacumu 1: 12 & 13 "Beatu un omu chì persevera sottu prova; perchè una volta ch'ellu serà statu appruvatu, riceverà a corona di vita chì u Signore hà prumessu à quelli chì u tenenu caru. Chì nimu dica quandu hè tentatu: "Sò tentatu da Diu"; perchè Diu ùn pò esse tentatu da u male, è Ellu stessu ùn tenta à nimu ".

TEMPTATION IS SIN?

Qualchissia hà dumandatu "Sì a tentazione è per ellu un peccatu." A risposta breve hè "no."

U megghiu esempiu hè Ghjesù.

A Scrittura ci dice chì Ghjesù hè u Agnu perfettu di Diu, u sacrifiziu perfettu, cumpletamente senza peccatu. I Petru 1: 19 parla di Lui cum'è "un agnellu senza macchia o manca".

Ebrei 4: 15 dice: "Perchè ùn avemu un sommu prete chì ùn pò cummattere per i nostri deboli, ma avemu quellu chì hè tentatu in ogni modu, cum'è noi - eru senza peccatu."

In u Genesi anu da u peccatu di Adanu è Eva, vemu Eva hè statu burlatu è tentatu di disobeverà à Diu, ma ancu s'ellu hà intesu u pensamentu à l'altru, nè ni nè anu Adamu hà piccatu micca finu à ch'elli manghjonu u fruttu di l'Arbre di u Cugnatu di Good and Evil.

I Timone 2: 14 (NKJB) dice, "E Adam ùn hè micca statu ingannatu, ma a donna chì hè stata ingannata hè ghjuntu in trasgressione."

Ghjacumu 1: 14 è 15 dice "ma ognunu hè tentatu quandu, da u so desideriu maleficu, hè trascinatu è seduttu. Dopu, dopu chì u desideriu hà cuncipitu, dà nascita à u peccatu; è u peccatu, quandu hè adultu, dà nascita à a morte ".

Allora, nimu, è tentatu ùn hè micca u peccatu, u peccatu si prisenteranu quandu agisce nantu à a tentazione.

Cumu I Studi a Bibbia?
Ùn sò micca sicuramente sicuru di ciò chì cercate, allora cercu di aghjunghje à u sughjettu, ma se risponderete indietro è sarete più specificu, forse pudemu aiutà. E mo risposte seranu da una visione biblica (biblica) a menu chì ùn sia altrimenti dichjaratu.

Parolle in ogni lingua cum'è "vita" o "morte" ponu avè significati è usi diversi in lingua è in Scrittura. Capisce u significatu dipende da u cuntestu è da cume hè adupratu.

Per esempiu, cum'è aghju riferitu prima, "morte" in e Scritture pò significà a separazione da Diu, cum'è mostratu in u racontu in Luke 16: 19-31 di l'omu ingiustu chì era separatu da l'omu ghjustu da un grande golfu, unu andendu à a vita eterna cun Diu, l'altru in un locu di turmentu. Ghjuvanni 10:28 spiega dicendu: "Li dò a vita eterna, è ùn perderanu mai". U corpu hè intarratu è si decadisce. A vita pò ancu significà solu vita fisica.

In Ghjuvanni u capitulu trè avemu a visita di Ghjesù cun Nicodemu, discurrendu a vita per esse nata è a vita eterna cum'è per esse rinata. Cuntrasta a vita fisica cum'è "nata da l'acqua" o "nata da a carne" cù a vita spirituale / eterna cum'è "nata da u Spiritu". Quì in u versu 16 hè induve si parla di perisce in uppusizione à a vita eterna. Perisce hè cunnessu cù u ghjudiziu è a cundanna in uppusizione à a vita eterna. In i versi 16 è 18 vedemu u fattore decisivu chì determina queste cunsequenze hè se crede o micca in u Figliolu di Diu, Ghjesù. Fighjate u prisente. U credente a vita eterna. Leghjite puru Ghjuvanni 5: 39; 6:68 è 10:28.

Esempii muderni di l'usu di una parolla, in questu casu "vita", puderebbenu esse frasi cum'è "questa hè a vita", o "uttene una vita" o a "bona vita", solu per illustrà cumu e parolle ponu esse usate . Capimu u so significatu per u so usu. Quessi sò solu alcuni esempi di l'usu di a parola "vita".

Ghjesù hà fattu questu quandu hà dettu in Ghjuvanni 10: 10, "Sò venutu per ch'elli possinu avè a vita è per avè la più abbundante". Chì vulia dì? Significa di più cà esse salvatu da u peccatu è perisce in l'infernu. Stu versu si riferisce à cumu "quì è ora" a vita eterna deve esse - abbundante, stupefacente! Chì significa una "vita perfetta", cù tuttu ciò chì vulemu? Evidutamente micca! Cosa significa? Per capisce questu è altre dumande intriganti chì avemu tutti nantu à "vita" o "morte" o qualsiasi altra dumanda duvemu esse disposti à studià tutte e Scritture, è chì richiede sforzu. Vogliu dì veramente travagliendu da a nostra parte.

Eccu ciò chì u salmista (Salmu 1: 2) hà raccomandatu è ciò chì Diu hà urdinatu à Giosuè di fà (Giosuè 1: 8). Diu vole chì meditemu nantu à a Parolla di Diu. Ciò significa studiallu è pensallu.

Ghjuvanni u capitulu trè ci insegna chì simu "nati torna" di u "spiritu". A Scrittura ci insegna chì u Spìritu di Diu vene à campà in noi (Ghjuvanni 14: 16 & 17; Rumani 8: 9). Hè interessante chì in I Petru 2: 2 dice, "cum'è e zitelli sincere desideranu u latte sinceru di a parolla chì puderete cresce cusì". Cum'è zitelli cristiani ùn sapemu micca tuttu è Diu ci dice chì l'unicu modu per cresce hè di cunnosce a Parolla di Diu.

2 Timuteu 2:15 dice: "Studia per mostràvi appruvatu à Diu ... dividendu ghjustamente a parolla di verità".

Ti avvertissi chì questu ùn significa micca uttene risposte nantu à a parolla di Diu ascultendu l'altri o leghjendu libri "nantu à" a Bibbia. Parechji di questi sò l'opinioni di e persone è mentre ponu esse boni, chì succede se e so opinioni sò sbagliate? Atti 17:11 ci dà una guida assai impurtante, data da Diu: Paragunate tutte l'opinioni cù u libru chì hè tutalmente veru, a Bibbia stessa. IN Atti 17: 10-12 Luke complementa i Bereani perchè anu testatu u messagiu di Paul dicendu chì "anu cercatu in e Scritture per vede se ste cose eranu cusì". Questu hè esattamente ciò chì duvemu sempre fà è più cercemu più sapemu ciò chì hè veru è più sapemu e risposte à e nostre dumande è cunnosce Diu stessu. I Bereani anu testatu ancu l'Apostolu Paulu.

Eccu un coppiu di versi interessanti riguardanti a vita è cunnuscendu a Parolla di Diu. Ghjuvanni 17: 3 dice: "Questa hè a vita eterna per ch'elli ti possinu cunnosce, l'unicu veru Diu, è Ghjesù Cristu, Chì Tù hai mandatu". Chì hè l'impurtanza di cunnosce lu. A Scrittura insegna chì Diu vole chì simu cum'è ellu, cusì noi bisognu per sapè cum'ellu hè. 2 Corinzi 3:18 dice: "Ma noi tutti cù u visu svelatu chì guardemu cum'è in un specchiu a gloria di u Signore stemu trasfurmendu in a stessa maghjina da gloria in gloria, cum'è da u Signore, u Spìritu."

Eccu un studiu in sè stessu postu chì parechje idee sò menzionate in altre Scritture ancu, cum'è "specchiu" è "gloria à gloria" è l'idea di esse "trasfurmatu in a so maghjina".

Ci hè strumenti chì pudemu aduprà (parechji di i quali sò facilmente è liberamente dispunibili in ligna) per circà parolle è fatti biblichi in a Bibbia. Ci hè ancu cose chì a Parolla di Diu insegna chì ci vole à fà per diventà cristiani maturi è esse più simile à ellu. Eccu un elencu di e cose da fà è da seguità chì sò alcune in linea aiuti chì aiutanu à truvà risposte à e dumande chì pudete avè.

Passi versu a crescita:

  1. Fraternità cù i credenti in chjesa o un gruppu chjucu (Atti 2: 42; Ebrei 10: 24 è 25).
  2. Pregate: leggete Matteu 6: 5-15 per un mudellu di e insegnamentu nantu à a preghiera.
  3. Studiate e Scritture cum'è aviu spartutu quì.
  4. Obbedisci à e Scritture. "Siate voi chì compie a Parolla è micca solu ascoltatori", (Ghjacumu 1: 22-25).
  5. Cunfessà u peccatu: Leghje 1 Ghjuvanni 1: 9 (cunfessà significa ricunnosce o ammette). Mi piace à dì, "ogni volta chì hè necessariu".

Mi piace à fà studii di parolle. Una Concordanza Biblica di Parolle Bibliche aiuta, ma pudete truvà a maiò parte, sì micca tuttu, di ciò chì avete bisognu in Internet. L'internet hà Concordanze Bibliche, Biblie interlineari greche è ebraiche (a Bibbia in e lingue uriginali cù una traduzzione parolla per parolla sottu), Dizionarii biblici (cume u Dizionariu Espositariu di Vine di Parolle Greche di u Novu Testamentu) è studii di parolle grechi è ebrei. Dui di i migliori siti sò www.biblegateway.com e www.biblehub.com. Speru chì questu aiutu. Mancu d'amparà u grecu è l'ebreu, questi sò i migliori modi per scopre ciò chì a Bibbia dice veramente.

Cumu vene un veru Cristianu?
A prima dumanda à risponde in quantu à a vostra dumanda hè ciò chì hè un veru cristianu, perchè parechje persone si ponu chjamà cristiani chì ùn anu micca idea di ciò chì a Bibbia dice chì un cristianu hè. L'opinioni sò diffirenti nantu à cumu si diventa cristianu secondu e chjese, e denominazioni o ancu u mondu. Site un Cristianu cum'ellu hè definitu da Diu o un "chjamatu" Cristianu. Avemu una sola autorità, Diu, è ci parla per mezu di e Scritture, perchè hè a verità. Ghjuvanni 17:17 dice: "A to Parolla hè verità!" Chì hà dettu Ghjesù chì duvemu fà per diventà cristianu (per esse parte di a famiglia di Diu - per esse salvatu).

Prima, diventà un veru cristianu ùn si tratta micca di aderisce à una chjesa o un gruppu religiosu o tene alcune regule o sacramenti o altri requisiti. Ùn si tratta micca d'induve site natu cum'è in una nazione "cristiana" o in una famiglia cristiana, nè fendu qualchì rituale cum'è esse battezzatu sia da zitellu sia da adultu. Ùn si tratta micca di fà boni travagli per guadagnallu. Efesini 2: 8 & 9 dice: "Perchè per grazia site salvatu per mezu di a fede, è micca per voi stessu, hè u donu di Diu, micca per via di l'opere ..." Titu 3: 5 dice: "micca per opere di ghjustizia chì l'avemu fattu, ma sicondu a so misericordia, ci hà salvatu, lavendu a rigenerazione è rinuvendu u Spìritu Santu ". Ghjesù hà dettu in Ghjuvanni 6:29, "Questa hè l'opera di Diu, chì crede in quellu chì hà mandatu".

Fighjemu ciò chì a Parolla dice di diventà cristianu. A Bibbia dice chì "elli" sò stati chjamati prima cristiani in Antiochia. Quale eranu "elli". Leghje Atti 17:26. "Eranu" eranu i discìpuli (i dodici) ma ancu tutti quelli chì cridianu è seguitanu à Ghjesù è ciò ch'ellu insignava. Eranu ancu chjamati credenti, figlioli di Diu, a chjesa è altri nomi descrittivi. Sicondu a Scrittura, a Chjesa hè u so "corpu", micca una urganizazione o un edifiziu, ma e persone chì credenu in u so nome.

Allora vedemu ciò chì Ghjesù hà insignatu di diventà cristianu; ciò chì ci vole per entre in u so Regnu è a so famiglia. Leghjite Ghjuvanni 3: 1-20 è ancu i versi 33-36. Nicodemu hè ghjuntu à Ghjesù una notte. Hè apparente chì Ghjesù sapia i so penseri è ciò chì u so core avia bisognu. Li disse: "Duvete nasce di novu" per entre in u Regnu di Diu. Li disse una storia di l'Anticu Testamentu di u "serpente nantu à un palu"; chì sì i Figlioli d'Israele chì peccavanu andavanu à guardallu, serianu "guariti". Questa era una figura di Ghjesù, chì deve esse alzatu nantu à a croce per pagà per i nostri peccati, per u nostru perdonu. Tandu Ghjesù disse chì quelli chì cridianu in ellu (in a so punizione in u nostru postu per i nostri peccati) averianu a vita eterna. Leghjite dinò Ghjuvanni 3: 4-18. Questi credenti sò "nati di novu" da u Spìritu di Diu. Ghjuvanni 1: 12 è 13 dice: "Quelli chì l'anu ricevutu, li hà datu u dirittu di diventà figlioli di Diu, à quelli chì credenu in u so Nome", è aduprendu a stessa lingua chì Ghjuvanni 3, "chì ùn sò micca nati di sangue , nè di a carne, nè di a vulintà di l'omu, ma di Diu ". Quessi sò "elli" chì sò "cristiani", chì ricevenu ciò chì Ghjesù hà insignatu. Hè tuttu ciò chì credi chì Ghjesù hà fattu. I Corinzi 15: 3 & 4 dice, "u Vangelu chì ti aghju annunziatu ... chì Cristu hè mortu per i nostri peccati secondu e Scritture, ch'ellu hè statu sepoltu è ch'ellu hè statu risuscitatu u terzu ghjornu ..."

Questu hè u modu, l'unicu modu per diventà è esse chjamatu cristianu. In Ghjuvanni 14: 6 Ghjesù disse: "Sò a Via, a Verità è a Vita. Nisun omu vene à u Patre, ma per mè ". Leghjite ancu Atti 4:12 è Rumani 10:13. Duvete nasce di novu in a famiglia di Diu. Duvete crede. Parechji torcenu u significatu di nasce di novu. Creanu a so propria interpretazione è "riscrive" Scritture per furzà la à includesi, dicendu chì significa qualchì svegliu spirituale o esperienza di rinnovu di vita, ma a Scrittura dice chjaramente chì simu nati di novu è diventemu figlioli di Diu credendu in ciò chì Ghjesù hà fattu per noi. Duvemu capisce a manera di Diu sapendu è paragunendu e Scritture è rinuncendu à e nostre idee per a verità. Ùn pudemu micca sustituisce e nostre idee per a parolla di Diu, u pianu di Diu, a via di Diu. Ghjuvanni 3: 19 è 20 dice chì l'omi ùn venenu micca à a luce "perchè i so atti ùn sianu rimpruverati".

A seconda parte di sta discussione deve esse di vede e cose cum'è Diu face. Duvemu accettà ciò chì Diu dice in a so Parolla, e Scritture. Arricurdatevi, tutti noi avemu fattu piccati, fendu ciò chì ùn va micca à a vista di Diu. E Scritture sò chjare nantu à u vostru stile di vita, ma l'umanità sceglie o solu di dì: "ùn hè micca ciò chì significa", ignurallu, o dì: "Diu m'hà fattu cusì, hè normale". Duvete ricurdà chì u mondu di Diu hè statu curruttu è maladettu quandu u peccatu hè entrutu in u mondu. Ùn hè più cum'è Diu hà vulsutu. Ghjacumu 2:10 dice: "Per quellu chì tene tutta a lege è ancu inciampa in un puntu, hè statu culpevule di tuttu". Ùn importa micca u nostru peccatu.

Aghju intesu parechje definizione di u peccatu. U peccatu và al di là di ciò chì si pò detestà o displeghje à Diu; hè ciò chì ùn hè micca bè per noi o per altri. U peccatu face chì u nostru pensamentu sia cunversatu. Ciò chì u peccatu hè vistu cum'è bonu è a ghjustizia diventa pervertita (vede Habakkuk 1: 4). Videmu u bonu cum'è u male è u male cum'è bonu. E persone cattivi si diventanu vittime è e persone boni diventanu maligni: odiate, imprudente, incuscente o intolerante.
Eccu un elencu di versi di a Scrittura nantu à u sughjettu chì dumandate. Ci dicenu ciò chì Diu pensa. Se sceglite di spiegalli via è cuntinuvate à fà ciò chì ùn piace à Diu, ùn vi pudemu micca dì chì hè OK. Site sottumessu à Diu; Ellu solu pò ghjudicà. Nisun argumentu nostru vi cunvince. Diu ci dà a vulintà libera di sceglie di seguitallu o micca, ma paghemu e cunsequenze. Credemu chì a Scrittura hè esplicita nantu à u sughjettu. Leghjite questi versi: Rumani 1: 18-32, in particulare i versi 26 è 27. Leghjite ancu u Leviticu 18:22 è 20:13; I Corinzi 6: 9 & 10; I Timuteu 1: 8-10; Genesi 19: 4-8 (è Ghjudici 19: 22-26 induve l'omi di Gibeah anu dettu listessa cosa chì l'omi di Sodoma); Ghjude 6 & 7 è Revelazione 21: 8 è 22:15.

A bona nutizia hè chì quandu avemu accettatu Cristu Ghjesù cum'è u nostru Salvadore, eramu stati perdonati per tuttu u nostru peccatu. Micca 7:19 dice: "Ghjettarete tutti i so peccati in u fondu di u mare". Ùn vulemu micca cundannà à nimu, ma indicallu versu Quellu chì ama è perdona, perchè tutti peccemu. Leghje Ghjuvanni 8: 1-11. Ghjesù dice: "Quellu chì hè senza peccatu lascia ch'ellu lampi a prima petra". I Corinzi 6:11 dice: "Tali eranu alcuni di voi, ma site statu lavatu, ma site statu santificatu, ma site statu ghjustificatu in u Nome di u Signore Ghjesù Cristu è in u Spìritu di u nostru Diu". Semu "accettati in l'amatu (Efesini 1: 6). Se simu veri cridenti duvemu vincere u peccatu camminendu in a luce è ricunnosce u nostru peccatu, ogni peccatu chì femu. Leghje I Ghjuvanni 1: 4-10. I Ghjuvanni 1: 9 hè statu scrittu à i credenti. Dice: "Se cunfessemu i nostri peccati, Ghjesù hè fidu è ghjustu per pardunacci i nostri peccati è per purificà ci da ogni iniquità"

Se ùn site micca un veru crederu, pudete esse (Revelazione 22: 17). Ghjesù voli chì voi ghjunghi à ellu è ellu ùn li caccià fora (Ghjuvanni 6: 37).
Cumu si vede in I Ghjuvanni 1: 9 sì simu figlioli di Diu vole ch'ellu cammini cun ellu è crescia in grazia è "sia santu cum'è ellu hè santu" (I Petru 1:16). Duvemu superà i nostri fiaschi.

Diu ùn abbanduneghja nè rinnega i so figlioli, à u cuntrariu di i babbi umani. Ghjuvanni 10:28 dice: "Li dò a vita eterna è ùn perderanu mai". Ghjuvanni 3:15 dice: "Quellu chì crede in ellu ùn perisce micca, ma averà a vita eterna". Sta prumessa hè ripetuta trè volte solu in Ghjuvanni 3. Vede ancu Ghjuvanni 6:39 è Ebrei 10:14. Ebrei 13: 5 dice: "Ùn ti lasceraghju mai nè ti lasceraghju." Ebrei 10:17 dice: "Ùn ricorderaghju più di i so peccati è di e so azzioni illegali". Vede ancu Rumani 5: 9 è Ghjuda 24. 2 Timuteu 1:12 dice: "Hè capace di tene ciò chì l'aghju datu per ellu contr'à quellu ghjornu". I Tessalonicani 5: 9-11 dice: "ùn simu micca numinati à l'ira, ma per riceve a salvezza ... affinchì ... pudemu campà cun ellu".

Se leghjite è studiate e Scritture amparerete chì a grazia, a misericordia è u perdonu di Diu ùn ci dà micca una licenza o libertà di cuntinuà à peccà o di campà in un modu chì ùn dispiace micca à Diu. Grace ùn hè micca cum'è un "esce da a carta senza prigione". Rumani 6: 1 è 2 dice: "Chì diceremu allora? Avemu da cuntinuà in u peccatu per chì a grazia possa cresce? Chì ùn sia mai! Cumu pudemu campà in noi quelli chì sò morti per u peccatu? " Diu hè un Babbu bonu è perfettu è cume tale se disubbidimu è ribellemu è femu ciò ch'ellu odia, ci correggerà è disciplinerà. Si prega di leghje Ebrei 12: 4-11. Dice ch'ellu castigherà è flagellerà i so figlioli (versu 6). Ebrei 12:10 dice: "Diu ci disciplina per u nostru bè chì pudemu participà à a so santità". In u versu 11 dice di disciplina: "Produce una racolta di santità è di pace à quelli chì sò stati furmati da ella".
Quandu David hà peccatu contr'à Diu, era perdunatu quandu ellu ricunnosce u so peccatu, ma hà patitu e cunsequenze di u so peccatu per u restu di a so vita. Quandu Saul peccò, hà persu u so regnu. Diu hà punitu l'Israele per catturà per u so piccatu. Certe volte Diu ci permette di pagà e cunsequenze di u nostru peccatu per disciplinarà. Vede ancu Galate 5: 1.

Postu chì rispondemu à a vostra dumanda, demu un parè basatu annantu à ciò chì credemu chì a Scrittura insegna. Questa ùn hè micca una disputa nantu à l'opinioni. Galati 6: 1 dice: "Fratelli è surelle, se qualchissia hè chjappu in un piccatu, voi chì campate da u Spìritu duvete ristabilisce quella persona cun gentilezza". Diu ùn odia micca u piccatore. Cum'è u Figliolu hà fattu cù a donna presa in adulteriu in Ghjuvanni 8: 1-11, vulemu chì veninu à ellu per u perdonu. Rumani 5: 8 dice: "Ma Diu dimostra u so amore per noi, chì mentre eramu peccatori, Cristu hè mortu per noi".

Cumu scappa l'infernu?
Avemu avutu una altra dumanda chì pensemu chì hè ligata: A quistione hè, "Cumu scappu l'infernu?" A ragione per chì e dumande sò cunnesse hè perchè Diu ci hà dettu in a Bibbia chì hà furnitu u modu per scappà di a pena di morte di u nostru peccatu è chì hè per mezu di un Salvatore - Ghjesù Cristu u nostru Signore, perchè un Omu PERFETTU hà avutu à piglià a nostra piazza . Prima ci vole à cunsiderà chì si merita l'Infernu è perchè u meritemu. A risposta hè, cum'è a Scrittura insegna chjaramente, chì tutte e persone sò peccatori. Rumani 3:23 dice: "ALL anu fattu piccatu è mancanu a gloria di Diu ". Questu significa chì tù è mè è tutti l'altri. Isaia 53: 6 dice "tutti quelli chì simu pè e pecure anu sviate".

Leghjite Rumani 1: 18-31, leghjite attentamente, per capisce a caduta peccaminosa di l'omu è a so depravazione. Parechji peccati specifici sò elencati quì, ma questi ùn sò mancu tutti. Spiega ancu chì l'iniziu di u nostru peccatu si tratta di ribellione contr'à Diu, cum'è cun Satana.

Rumani 1:21 dice: "Perchè ancu se cunnuscianu à Diu, nè u glurificavanu cum'è Diu nè u ringraziavanu, ma u so penseru diventava inutile è i so cori scemi eranu scuriti" U versu 25 dice: "Hanu scambiatu a verità di Diu in una bugia, è anu veneratu è servutu e cose create piuttostu chè u Creatore" è u versu 26 dice: "Ùn pensavanu micca a pena di mantene a cunniscenza di Diu" è u versu 29 dice: "Sò diventati pieni di ogni tippu di gattivera, male, avidità è depravazione." U versu 30 dice: "Inventanu modi di fà u male", è u versu 32 dice: "Ancu se cunnoscenu u giustu decretu di Diu chì quelli chì facenu tali cose meritanu a morte, ùn solu cuntinuanu à fà queste cose, ma appruvanu ancu quelli chì praticanu elli. " Leghjite Rumani 3: 10-18, parte di i quali cite quì, "Ùn ci hè nimu ghjustu, nimu nimu ... nimu cerca à Diu ... tutti si sò alluntanati ... nimu chì face u bè ... è ùn ci hè paura di Diu davanti à a so ochji ".

Isaia 64: 6 dice: "Tutti i nostri atti ghjusti sò cum'è stracci sporchi". Ancu i nostri boni atti sò imbruttati cù gattivi motivi ecc. Isaia 59: 2 dice: "Ma e vostre iniquità vi anu separatu da u vostru Diu; i vostri peccati anu piattatu a so faccia da voi, affinch'ellu ùn senti micca. " Rumani 6:23 dice: "U salariu di u peccatu hè a morte". Meritemu a punizione di Diu.

Revelazione 20: 13-15 ci insegna chjaramente chì a morte significa Infernu quandu dice: "Ogni persona hè stata ghjudicata secondu ciò ch'ellu avia fattu ... u lagu di focu hè a seconda morte ... se u nome di qualcunu ùn era micca statu scrittu in u libru di a vita , hè statu lampatu in u lavu di focu ".

Cumu scappemu? Loda u Signore! Diu ci ama è hà fattu una manera di fughje. Ghjuvanni 3:16 ci dice: "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u so Figliolu unitu chì quellu chì crede in ellu ùn perisca micca, ma averà a vita eterna"

Prima duvemu fà una cosa assai chjara. Ci hè solu un Diu. Hà mandatu un Salvadore, Diu u Figliolu. In a Scrittura di l'Anticu Testamentu Diu ci mostra per mezu di i so rapporti cù Israele chì ellu solu hè Diu, è ch'elli (è noi) ùn devenu adurà un altru Diu. Deuteronomiu 32:38 dice: «Vedi avà, sò Ellu. Ùn ci hè nisun diu accantu à mè ". Deuteronomiu 4:35 dice: "U Signore hè Diu, oltre à ellu ùn ci n'hè altru". U versu 38 dice: «U Signore hè Diu in u celu sopra è nantu à a terra sottu. Ùn ci hè altru ". Ghjesù citava da Deuteronomiu 6:13 quandu hà dettu in Matteu 4:10: "Adorerete u Signore, u to Diu, è ellu solu servirete". Isaia 43: 10-12 dice: "'Sì i mo testimoni', dichjara u Signore, 'è u mo servitore chì aghju sceltu, affinchì pudete cunnosce è crede in Me è capisce chì Sò. Davanti à Me ùn hè statu furmatu nisun diu, nè ci ne serà unu dopu à Me. Eiu, ancu eiu, sò u Signore, è fora di Me ci hè innò Sarvaturi ... Vostri sò i mo tistimoni, "dice u Signore," chì sò Diu. "

Diu esiste in trè Persone, un cuncettu chì ùn pudemu nè capisce nè spiegà pienu, chì chjamemu a Trinità. Stu fattu hè capitu in tutta a Scrittura, ma micca spiegatu. A pluralità di Diu hè capita da u primu versu di Genesi induve dice Diu (Elohim) hà criatu u celu è a terra.  Elohim hè un nomu plurali.  Echad, una parolla ebraica aduprata per discrive Diu, chì hè generalmente tradutta "unu", pò ancu significà una sola unità o più di un agisce o esse cum'è una. Cusì u Patre, u Figliolu è u Spìritu Santu sò un Diu. Ghjenesi 1:26 rende ciò più chjaru chè qualsiasi altre cose in e Scritture, è postu chì e trè persone sò chjamate in Scrittura cum'è Diu, sapemu chì e trè persone facenu parte di a Trinità. In Ghjenesi 1:26 dice: «Let us fà l'omu à a nostra maghjina, in u nostru sumiglia ", chì mostra a pluralità. Quantu chjaru chì pudemu capisce quale hè Diu, à quale simu adurati, hè una unità plurale.

Cusì Diu hà un Figliolu chì hè altrettantu Diu. Ebrei 1: 1-3 ci dice ch'ellu hè uguale à u Babbu, a so maghjina esatta. In u versu 8, induve Diu u Babbu parla, dice, "nantu à u Figliolu Ellu disse: O Diu, u to tronu durerà per sempre. «Diu chjama quì u Figliolu Diu. Ebrei 1: 2 parla di ellu cum'è u "creatore attore" dicendu: "Per ellu hà fattu l'universu". Questu hè diventatu ancu più forte in Ghjuvanni capitulu 1: 1-3 quandu Ghjuvanni parla di a "Parolla" (più tardi identificata cum'è l'omu Ghjesù) dicendu: "In principiu era a Parolla, è a Parolla era cun Diu, è a Parolla era Diu. Era cun Diu à l'iniziu. "Questa persona - u Figliolu - era u Creatore (versu 3):" Per ellu sò state fatte tutte e cose; senza ellu ùn hè statu fattu nunda chì hè statu fattu ". Dopu in u versu 29-34 (chì discrive u battesimu di Ghjesù) Ghjuvanni identifica à Ghjesù cum'è u Figliolu di Diu. In u versu 34 ellu (Ghjuvanni) dice di Ghjesù, "Aghju vistu è testimunià chì questu hè u Figliolu di Diu". I quattru scrittori di u Vangelu testimunianu tutti chì Ghjesù hè u Figliolu di Diu. U racontu di Luke (in Luke 3: 21 & 22) dice: "Avà quandu tutte e persone eranu battezzate è quandu Ghjesù era statu ancu battezzatu è pricava, u celu si aprì, è u Spìritu Santu falò nantu ad ellu in forma corporale, cum'è una culomba, è una voce ghjunse da u celu dicendu: Sì u mo Figliolu amatu; cun tè sò cuntentu. ' «Vede ancu Matteu 3:13; Marcu 1:10 è Ghjuvanni 1: 31-34.

Tramindui Ghjiseppu è Maria l'anu identificatu cum'è Diu. Ghjiseppu hà dettu di chjamallu Ghjesù "Perchè ellu ferà salvà U so pòpulu da i so peccati.»(Matteu 1:21). U nome Ghjesù (Yeshua in Ebraicu) significa Salvatore o "u Signore salva". In Luke 2: 30-35 Maria hè detta di nome u so Figliolu Ghjesù è l'ànghjulu li hà dettu: "U Santu chì nascerà serà chjamatu Figliolu di Diu". In Matteu 1:21 Ghjiseppu hè dettu, "ciò chì hè cuncipitu in ella hè da u Spìritu Santu ".   Questu mette chiaramente a terza Persona di a Trinità in u quadru. Luke registra chì questu hè statu ancu dettu à Maria. Cusì Diu hà un Figliolu (Chì hè uguale Diu) è cusì Diu hà mandatu u so Figliolu (Ghjesù) per esse una persona per salvacci da l'Infernu, da l'ira è a punizione di Diu. Ghjuvanni 3: 16a dice: "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u so Figliolu unitu".

Galati 4: 4 & 5a dice: "Ma quandu a pienezza di u tempu era ghjunta, Diu hà mandatu u so Figliolu, natu da donna, natu sottu a lege, per riscattà quelli chì eranu sottu a lege." I Ghjuvanni 4:14 dice: "U Patre hà mandatu u Figliolu per esse u Salvatore di u mondu". Diu ci dice chì Ghjesù hè l'unicu modu per fughje u turmentu eternu in l'Infernu. I Timoteu 2: 5 dice: "Perchè ci hè un Diu è un Mediatore trà Diu è l'omu, l'omu, Cristu Ghjesù, chì si hè datu un riscattu per noi tutti, a testimonianza data à u mumentu propiu". Atti 4:12 dice: "Nè ci hè salvezza in nisun altru, perchè ùn ci hè altru nome sottu à u celu, datu trà l'omi, per quale duvimu esse salvati".

Sì avete lettu u Vangelu di Ghjuvanni, Ghjesù hà dichjaratu d'esse unu cù u Babbu, mandatu da u Babbu, per fà a vulintà di u Babbu è dà a so vita per noi. Ellu disse: «Sò a Via, a Verità è a Vita; nimu vene à u Patre, ma da Me (Ghjuvanni 14: 6). Rumani 5: 9 (NKJV) dice: "Postu chì avà simu stati ghjustificati da u so sangue, quantu seremu di più salva da l'ira di Diu per ellu ... simu stati reconciliati cun ellu per mezu di a morte di u Figliolu ". Rumani 8: 1 dice: "Ùn ci hè dunque nisuna cundanna à quelli chì sò in Cristu Ghjesù". Ghjuvanni 5:24 dice: "In verità vi dicu, quellu chì sente a mo parolla è crede in quellu chì m'hà mandatu hà a vita eterna, è ùn entre in ghjudiziu, ma hè passatu da a morte à a vita".

Ghjuvanni 3:16 dice: "Quellu chì crede in ellu ùn perisce micca". Ghjuvanni 3:17 dice: "Diu ùn hà micca mandatu u so Figliolu in u mondu per cundannà u mondu, ma per salvà u mondu per ellu", ma u versu 36 dice: "quellu chì rifiuta u Figliolu ùn vedrà micca a vita per l'ira di Diu, ferma nantu à ellu. . " I Tessalonicani 5: 9 dice: "Perchè Diu ùn ci hà numinatu per soffre l'ira, ma per riceve a salvezza per mezu di u nostru Signore Ghjesù Cristu".

Diu hà furnitu un modu per scappà di a so ira in l'Infernu, ma hà furnitu solu UNU MODU è duvemu fà lu in a so manera. Allora cumu hè accadutu? Cumu funziona? Per capisce questu duvemu turnà à u principiu induve Diu hà prumessu di mandacci un Salvatore.

Dapoi u tempu chì l'omu hà piccatu, ancu da a creazione, Diu hà pianificatu un modu è hà prumessu a so salvezza da e cunsequenze di u peccatu. 2 Timuteu 1: 9 & 10 dice: "Sta grazia ci hè stata data in Cristu Ghjesù nanzu à l'iniziu di i tempi, ma hè avà stata palisata cù l'apparizione di u nostru Salvatore, Cristu Ghjesù. Vede ancu Revelazione 13: 8. In Genesi 3:15 Diu hà prumessu chì a "semente di a donna" "schiaccerà a testa di Satanassu". Israele era u strumentu (veìculu) di Diu per mezu di quale Diu hà purtatu à tuttu u mondu a so salvezza eterna, data in modu chì ognunu u pudia ricunnosce, cusì tutte e persone pudianu crede è esse salvate. Israele seria u custoditore di a Promessa di l'Allianza di Diu è di u patrimoniu per quale u Messia - Ghjesù - venaria.

Diu hà datu questa prumessa prima à Abraham quandu Hà prumessu di benedica mondu attraversu Abràhamu (Ghjenesi 12:23; 17: 1-8) per mezu di quale hà fattu a nazione - Israele - i Ghjudei. Dopu Diu hà tramandatu sta prumessa à Isaccu (Genesi 21:12), dopu à Ghjacobbu (Genesi 28: 13 è 14) chì hè statu ribattizatu Israele - u babbu di a nazione ebraica. Pàulu hà riferitu è ​​cunfirmatu questu in Galati 3: 8 è 9 induve ellu disse: "E Scritture anu previstu chì Diu ghjustificaria i pagani per fede è hà annunziatu u Vangelu in anticipu ad Abràhamu:" Tutte e nazioni seranu benedette per mezu di voi ". Cusì quelli chì anu a fede sò benedetti cun Abràhamu. "Pàulu hà ricunnisciutu à Ghjesù cum'è a persona per mezu di a quale hè ghjuntu.

Hal Lindsey in u so libru, A Promessa, Dittu cusì, "duverebbe esse l'etnicu attraversu u quale u Messia, u Salvatore di u mondu, seria natu". Lindsey hà datu quattru ragioni per chì Diu hà sceltu Israele per mezu di quale u Messia venerà. Aghju un altru: per mezu di questu populu sò venute tutte e dichjarazioni prufetiche chì u descrivenu è a so vita è a morte chì ci permettenu di ricunnosce à Ghjesù cum'è sta persona, affinchì tutte e nazioni possinu crede in ellu, riceve lu - riceve l'ultima benedizione di salvezza: u perdonu è salvà da l'ira di Diu.

Tandu Diu hà fattu un allianza (trattatu) cun Israele chì li hà urdinatu cumu si pudianu avvicinà à Diu per mezu di preti (mediatori) è sacrifizii chì coperianu i so peccati. Cum'è l'avemu vistu (Rumani 3:23 & Isaia 64: 6), tutti peccemu è quelli peccati ci separanu è alluntananu da Diu.

Per piacè leghjite Ebrei capituli 9 è 10 chì sò impurtanti per capisce ciò chì Diu hà fattu in u sistema di sacrifici di l'Anticu Testamentu è in a realizazione di u Novu Testamentu. . U sistema di l'Anticu Testamentu era solu una "copertura" temporanea finu à chì a vera redenzione hè stata compia - finu à chì u Salvatore prumessu venissi à assicurà a nostra salvezza eterna. Era ancu una prefigurazione (una maghjina o una maghjina) di u veru Salvadore, Ghjesù (Matteu 1:21, Rumani 3: 24-25. È 4:25). Dunque in l'Anticu Testamentu, ognunu avia da vene a via di Diu - a manera chì Diu avia creatu. Cusì ci vole ancu vene à Diu a so Via, per mezu di u so Figliolu.

Hè chjaru chì Diu hà dettu chì u peccatu deve esse pagatu da a morte è chì un sustitutu, un sacrifiziu (di solitu un agnellu) era necessariu per chì u peccatore puderia scappà di a pena, perchè "u salariu {pena} di u peccatu hè a morte". Rumani 6:23). Ebrei 9:22 dice: "senza spargimentu di sangue ùn ci hè rimissione". Leviticu 17:11 dice: "Perchè a vita di a carne hè in u sangue, è l'aghju datu à l'altare per fà l'espiazione per e vostre anime, perchè hè u sangue chì face l'espiazione per l'anima". Diu, per via di a so buntà, ci hà mandatu a rializazione prumessa, a vera cosa, u Redentore. Eccu ciò chì tocca à l'Anticu Testamentu, ma Diu hà prumessu una Nova Allianza cù Israele - u so populu - in Ghjeremia 31:38, un allianza chì sarebbe compiuta da u Sceltu, u Salvatore. Questu hè u Novu Pattu - u Novu Testamentu, e prumesse, compiute in Ghjesù. Ellu faria via u peccatu è a morte è Satanassu una volta per tutte. (Cum'è l'aghju dettu, duvete leghje Ebrei capituli 9 è 10.) Ghjesù hà dettu, (vede Matteu 26:28; Luke 23:20 è Mark 12:24), "Questu hè u Novu Testamentu (Allianza) in u mo sangue chì hè versatu per tù per a rimissione di i peccati ".

Continuendu à traversu a storia, u Messia prumessu venerà ancu per mezu di u rè David. Seria u discendente di David. Nathan u prufeta hà dettu questu in I Cronache 17: 11-15, dichjarendu chì u Messiah King sarebbe venutu per David, ch'ellu serà eternu è u Rè serà Diu, u Figliolu di Diu. (Leghje Ebrei capitulu 1; Isaia 9: 6 & 7 è Ghjeremia 23: 5 & 6). In Matteu 22: 41 è 42 i Farisei anu dumandatu di chì ligna d'ascendenza veneria u Messia, di quale Serà Figliolu, è a risposta hè stata da David.

U Salvatore hè identificatu in u Novu Testamentu da Paul. In Atti 13:22, in una predica, Paulu spiega questu quandu parla di David è di u Messia dicendu: "da u discendente di questu omu (David figliolu di Iesse), secondu a prumessa, Diu hà risuscitatu un Salvatore - Ghjesù, cum'è prumessu . " Di novu, hè identificatu in u Novu Testamentu in Atti 13: 38 è 39 chì dice: "Vogliu chì sappiate chì per mezu di Ghjesù vi ​​hè proclamatu u perdonu di i peccati" è "per ellu tutti quelli chì credenu sò ghjustificati". U Untu, prumessu è mandatu da Diu hè identificatu cum'è Ghjesù.

Ebrei 12: 23 & 24 ci dicenu ancu Quale hè u Messia quandu dice: "Site ghjunti à Diu ... à Ghjesù u Mediatore di una Nova Allianza è à u sangue spruzzatu chì parla un megghiu parolla chè u sangue d'Abel ". Attraversu i prufeti d'Israele, Diu ci hà datu assai prufezie, prumesse è ritratti chì discrivinu u Messia è cumu seria è cumu faria per chì u ricunnoschissimu quand'ellu ghjunse. Quessi sò stati ricunnisciuti da i dirigenti ebrei cum'è autentiche ritratti di l'Untu (si riferiscenu à elle cum'è prufezie messianiche}. Eccu alcune:

1). U Salmu 2 dice ch'ellu seria chjamatu Untu, Figliolu di Diu (Vede Matteu 1: 21-23). Hè statu cuncipitu per mezu di u Spìritu Santu (Isaia 7:14 & Isaia 9: 6 & 7). Hè u Figliolu di Diu (Ebrei 1: 1 & 2).

2). Saria un veru omu, natu da una donna (Ghjenesi 3:15; Isaia 7:14 è Galati 4: 4). Sarebbe u discendente di Abràhamu è David è esse natu da una Vergine, Maria (I Cronache 17: 13-15 è Matteu 1:23, "averà un figliolu".). Nascerà in Betlemme (Michea 5: 2).

3). Deuteronomiu 18: 18 & 19 dice ch'ellu seria un grande prufeta è faria grandi miraculi cum'è Mosè hà fattu (una vera persona - un prufeta). (Per piacè, paragunate questu à a quistione se Ghjesù era reale - una figura storica}. Era reale, mandatu da Diu. Hè Diu - Emanuel. Vede Ebrei capitulu unu, è u Vangelu di Ghjuvanni, capitulu unu. Cumu puderia more per noi cum'è u nostru sustitutu, s'ellu ùn era micca un veru omu?

4). Ci sò prufezie di cose assai specifiche chì sò accadute durante a crucifissione, cume i lotti chì sò stati lanciati per i so vestiti, e so mani è i so pedi forati è nisunu di i so ossi hè statu rottu. Leghjite u Salmu 22 è Isaia 53 è altre Scritture chì discrivenu eventi assai specifici in a so vita.

5). U mutivu di a so morte hè chjaramente descrittu è spiegatu in e Scritture in Isaia 53 è in u Salmu 22. (a) Cum'è un Sustitutu: Isaia 53: 5 dice: "Hè statu perforatu per e nostre transgressioni ... a punizione per a nostra pace era nantu à ellu". U versu 6 cuntinua, (b) Hà pigliatu u nostru peccatu: "U Signore hà postu nantu à ellu l'iniquità di noi tutti" è (c) Hè mortu: u versu 8 dice: "Hè statu cacciatu da a terra di i vivi. Per a transgressione di u mo populu hè statu colpitu ". U versu 10 dice: "U Signore face di a so vita un'offerta di culpabilità". U versu 12 dice: "Hà versatu a so vita à morte ... Hà purtatu i peccati di parechji". (d) È infine si hè risuscitatu: u versu 11 descrive a risurrezzione quandu dice: "Dopu a suffrenza di a so anima, Viderà a luce di a vita". Vede I Corinzi 15: 1- 4, questu hè u VANGELU.

Isaia 53 hè un passaghju chì ùn hè mai lettu in e sinagoghe. Una volta chì i Ghjudei l'anu letta spessu

ammettimu chì questu si riferisce à Ghjesù, ancu se i Ghjudei in generale anu rigettatu à Ghjesù cum'è u so Messia. Isaia 53: 3 dice: "Hè statu disprezzatu è rifiutatu da l'umanità". Vede à Zaccaria 12:10. Un ghjornu u ricunnisceranu. Isaia 60:16 dice: "allora saprete chì sò u Signore, sò u vostru Salvatore, u vostru Redentore, u Putente di Ghjacobbu". In Ghjuvanni 4: 2 Ghjesù disse à a donna à u pozzu: "A salvezza hè di i Ghjudei".

Cum'è l'avemu vistu, hè per mezu d'Israele ch'ellu hà purtatu e prumesse, e prufezie, chì identificanu à Ghjesù cum'è u Salvatore è u patrimoniu per quale ellu apparissi (esse natu). Vede Matteu capitulu 1 è Luke capitulu 3.

In Ghjuvanni 4:42 dice chì a donna à u pozzu, dopu avè intesu Ghjesù, corse à i so amichi dicendu: "Puderia esse u Cristu?" Dopu questu, sò ghjunti ad ellu è dopu dicenu: "Ùn credemu più solu per via di ciò chì avete dettu: avà avemu intesu per noi stessi, è sapemu chì questu MAN hè veramente u Salvatore di u mondu".

Ghjesù hè u Sceltu, u figliolu d'Abràhamu, u Figliolu di Davide, u Salvatore è u Rè per sempre, chì ci hà ricunciliatu è liberatu da a so morte, dendu ci u perdonu, mandatu da Diu per salvacci da l'Infernu è dà a vita per sempre (Ghjuvanni 3) : 16; I Ghjuvanni 4:14; Ghjuvanni 5: 9 & 24 è 2 Tessalonicani 5: 9). Eccu cumu hè accadutu, cumu Diu hà fattu una Via per pudè esse liberi di ghjudiziu è d'ira. Avà vedemu più da vicinu Cumu Ghjesù hà rializatu sta prumessa.

Cumu sente à Diu?
Una di e dumande più perplesse per i cristiani novi è ancu parechji chì sò cristiani per un bellu pezzu hè: "Cumu sentu da Diu?" Per dì un altru modu, cumu possu sapè se i penseri chì entranu in a mo mente sò da Diu, da u diavulu, da mè o solu qualcosa chì aghju intesu in qualchì locu chì mi ferma solu in mente? Ci sò parechji esempi di Diu chì parlanu à e persone in a Bibbia, ma ci sò ancu assai avvisi nantu à seguità falsi prufeti chì dicenu chì Diu li hà parlatu quandu Diu dice definitivamente ch'ellu ùn hà micca fattu. Allora cumu pudemu sapè?

U primu è u più impurtante prublema hè chì Diu hè l'ultimu Autore di e Scritture è Ellu ùn si cuntradisce mai. 2 Timuteu 3: 16 & 17 dice: "Tutte e Scritture sò respirate da Diu è utili per insegnà, rimpruverà, curregge è furmassi in ghjustizia, affinchì u servitore di Diu sia ben equipatu per ogni bonu travagliu". Cusì ogni pensamentu chì entre in a vostra mente deve prima esse esaminatu nantu à a basa di u so accordu cù a Scrittura. Un suldatu chì avia scrittu cumandamenti da u so cumandante è li disobbedì perchè pensava d'avè intesu qualcunu chì li dicia qualcosa di diversu seria in seriu guai. Dunque u primu passu per sente da Diu hè di studià e Scritture per vede ciò chì dicenu nantu à qualsiasi prublema. Hè maravigghiusu quanti temi sò trattati in a Bibbia, è leghje a Bibbia ogni ghjornu è studià ciò chì dice quandu vene un prublema hè u primu passu evidenti per sapè ciò chì Diu dice.

Probabilmente a seconda cosa da guardà hè: "Chì mi dice a mo coscienza?" Rumani 2: 14 è 15 dice: "(In effetti, quandu i pagani, chì ùn anu micca a lege, facenu per natura e cose richieste da a lege, sò una legge per se stessi, ancu se ùn anu micca a lege. Mostranu chì i requisiti di a lege sò scritti nantu à u so core, a so cuscenza testimunieghja ancu, è i so penseri à volte li accusanu è à l'altri tempi ancu i difendenu.) "Avà questu ùn significa micca chì a nostra cuscenza hè sempre ghjusta. Pàulu parla di una cuscenza debule in Rumani 14 è di una cuscenza scarsa in I Timuteu 4: 2. Ma dice in I Timoteu 1: 5, "U scopu di stu cumandamentu hè l'amore, chì vene da un core puru è una bona cuscenza è una fede sincera". Dice in Atti 23:16, "Allora mi sforzu sempre per tene a mo coscienza chjara davanti à Diu è l'omu". Hà scrittu à Timuteu in I Timuteu 1: 18 è 19 "Timoteu, u mo figliolu, vi daraghju questu cumandamentu in cunfurmità cù e profezie fatte una volta nantu à tè, affinchì, ricurdenduli, possi luttà bè in a battaglia, tenendoti a fede è un bona cuscenza, chì certi anu ricusatu è cusì anu suffertu naufragiu in quantu à a fede ". Se a vostra cuscenza vi dice chì qualcosa ùn va, allora hè probabilmente sbagliata, almenu per voi. I sentimenti di culpabilità, chì venenu da a nostra cuscenza, hè unu di i modi chì Diu ci parla è ignurendu a nostra cuscenza hè, in a stragrande maggioranza di i casi, di sceglie di ùn ascultà micca à Diu. (Per più infurmazione nantu à questu sughjettu leghjite tutti Rumani 14 è I Corinzi 8 è I Corinzi 10: 14-33.)

A terza cosa da cunsiderà hè: "Chì dumandu à Diu di dimmi?" Da adolescente eru spessu incuragitu à dumandà à Diu di mostrami a so vuluntà per a mo vita. Sò statu piuttostu surpresu dopu à scopre chì Diu ùn ci dice mai di pregà per ch'ellu ci mostri a so vuluntà. Ciò chì ci hè incuragitu à pregà hè a saviezza. Ghjacumu 1: 5 prumette: "Sì qualchissia di voi manca di saviezza, duvete dumandà à Diu, chì dà generosamente à tutti senza truvà culpa, è vi serà datu". Efesini 5: 15-17 dice: "Fate assai attenzione, dunque, cumu campate - micca cum'è sàviu ma cum'è sàviu, apprufittendu ogni opportunità, perchè i ghjorni sò cattivi. Dunque ùn siate scemi, ma capite ciò chì hè a vulintà di u Signore ". Diu prumette di dà ci saviezza se dumandemu, è se femu a cosa saggia, femu a vulintà di u Signore.

Pruverbii 1: 1-7 dice: «I pruverbii di Salomone, figliolu di David, rè d'Israele: per avè saviezza è istruzzioni; per capisce e parolle di insight; per avè ricevutu istruzzioni in un cumpurtamentu prudente, fà ciò chì hè ghjustu è ghjustu è ghjustu; per dà prudenza à quelli chì sò semplici, cunniscenza è discrezione per i giovani - lasciate i saggi ascoltà è aghjunghje à a so amparera, è lasciate i discernenti uttene una guida - per capisce proverbi è parabole, i detti è indici di i saggi. A paura di u Signore hè u principiu di a cunniscenza, ma i scemi disprezzanu a saviezza è l'istruzzioni ". U scopu di u Libru di i Pruverbii hè di dà ci saviezza. Hè unu di i migliori posti per andà quandu dumandate à Diu ciò chì a cosa saggia da fà hè in ogni situazione.

L'altra cosa chì m'hà aiutatu u più à amparà à sente ciò chì Diu mi dicia era amparà a differenza trà culpabilità è cundanna. Quandu peccemu, Diu, di solitu parlendu per mezu di a nostra cuscenza, ci face sente culpevuli. Quandu confessemu u nostru peccatu à Diu, Diu elimina i sentimenti di culpabilità, ci aiuta à cambià è ristabilisce a fraternità. I Ghjuvanni 1: 5-10 dice: "Questu hè u missaghju chì avemu intesu da ellu è dichjaremu à voi: Diu hè luce; in ellu ùn ci hè mancu un bughju. Se dicemu avè fraterna cun ellu è ancu camminamu in u bughju, mentimu è ùn campemu micca a verità. Ma se camminemu in a luce, cum'è Ghjesù hè in a luce, avemu fraterna cun l'altri, è u sangue di Ghjesù, u so Figliolu, ci purifica da ogni peccatu. Se dichjaremu esse senza peccatu, ci ingannemu è a verità ùn hè micca in noi. Se confessemu i nostri peccati, ellu hè fidu è ghjustu è ci pardunerà i nostri peccati è ci purificherà da ogni iniquità. Se dichjaremu chì ùn avemu micca fattu piccatu, u femu per esse bugiardu è a so parolla ùn hè micca in noi ". Per sente da Diu, duvemu esse onesti cun Diu è cunfessà u nostru peccatu quandu accade. Se avemu peccatu è ùn avemu micca cunfessu u nostru peccatu, ùn simu micca in fraternità cun Diu, è sentelu serà difficiule, sì micca impossibile. Per rifurmà: a culpabilità hè specifica è quandu a cunfessemu à Diu, Diu ci perdona è a nostra cumunione cun Diu hè ristabilita.

A cundanna hè un'altra cosa interamente. Paulu dumanda è risponde à una dumanda in Rumani 8:34, "Quale hè dunque quellu chì cundanna? Nimu. Cristu Ghjesù chì hè mortu - ancu di più, chì hè statu risuscitatu in vita - hè à a diritta di Diu è intercede ancu per noi ". Ellu hà iniziatu u capitulu 8, dopu avè parlatu di u so disgraziatu fiascu quandu hà pruvatu à fà piacè à Diu tenendu a lege, dicendu: "Dunque, ùn ci hè avà nisuna cundanna per quelli chì sò in Cristu Ghjesù". A culpabilità hè specifica, a cundanna hè vaga è generale. Dice cose cum'è: "Sempre sbarrazzate", o, "Ùn avarete mai nunda", o, "Sì cusì sbagliatu Diu ùn puderà mai usà". Quandu confessemu u peccatu chì ci face sente culpevuli à Diu, a culpabilità sparisce è sintimu a gioia di u perdonu. Quandu "confessemu" i nostri sentimenti di cundanna à Diu sò solu più forti. "Cunfessà" i nostri sentimenti di cundanna à Diu hè in realtà solu d'accordu cù ciò chì u diavulu ci dice di noi. A culpabilità deve esse cunfessata. A cundanna deve esse rifiutata se discernemu ciò chì Diu ci dice veramente.

Benintesa, a prima cosa chì Diu ci dice hè ciò chì Ghjesù hà dettu à Nicodemu: "Duvete esse rinatu" (Ghjuvanni 3: 7). Finu à avè ricunnisciutu chì avemu fattu piccatu contr'à Diu, avemu dettu à Diu chì cridiamu chì Ghjesù hà pagatu i nostri peccati quandu hè mortu nantu à a croce, hè statu sepoltu è poi risuscitatu, è avemu dumandatu à Diu di vene in a nostra vita cum'è Salvatore, Diu hè sottu à nisun obbligu di parlà cun noi di qualcosa altru ch'è u nostru bisognu di esse salvatu, è assai prubabilmente Ùn serà micca. Se avemu ricevutu à Ghjesù cum'è u nostru Salvatore, allora avemu bisognu di esaminà tuttu ciò chì pensemu chì Diu ci dice cù e Scritture, ascultà a nostra cuscenza, dumandà a saviezza in tutte e situazioni è cunfessà u peccatu è rifiutà a cundanna. Sapendu ciò chì Diu ci dice pò ancu esse difficiule à le volte, ma fà ste quattru cose certamente aiuterà à fà sente a so voce più faciule.

Cumu Sì chì Diu hè cù Mè?
In risposta à sta quistione, a Bibbia insegna chjaramente chì Diu hè presente in ogni locu, cusì hè sempre cun noi. Hè onnipresente. Vede tuttu è sente tuttu. U Salmu 139 dice chì ùn pudemu micca scappà da a so presenza. Suggeriscu à leghje tuttu stu Salmu chì dice in u versu 7, "induve possu andà da a Tua presenza?" A risposta ùn hè in nudda parte, perchè hè in ogni locu.

2 Cronache 6:18 è I Re 8:27 è Atti 17: 24-28 ci mostranu chì Salomone, chì hà custruitu u tempiu per Diu Chì hà prumessu di abitassi in ellu, s'hè resu contu chì Diu ùn pudia micca esse cuntenutu in un locu specificu. Paul l'hà dettu in Atti quandu ellu disse: "U Signore di u celu è di a terra ùn stà micca in i tempii fatti cù e mani". Ghjeremia 23: 23 è 24 dice "Pienu u celu è a terra". Efesini 1:23 dice ch'ellu riempie "tuttu in tuttu".

Eppuru, per u credente, quelli chì anu sceltu di riceve è crede in u Figliolu (vede Ghjuvanni 3:16 è Ghjuvanni 1:12), prumette di esse cun noi in un modu ancu più particulare cum'è u nostru Babbu, u nostru Amicu, u nostru Protettore è Provider. Matteu 28:20 dice: "Eccu, sò cun voi sempre, ancu finu à a fine di l'età".

Questa hè una prumessa incondizionale, ùn pudemu micca o micca fà chì accada. Questu hè un fattu perchè Diu hà dettu.

Dice ancu chì induve dui o trè (credenti) sò riuniti, "ci sò in mezu à elli". (Matteu 18:20 KJV) Ùn chjamemu micca, dumandemu o invucemu altrimente a so Presenza. Dice ch'ellu hè cun noi, cusì hè. Hè una prumessa, una verità, un fattu. Avemu solu da crede è cuntà cun ella. Benchè Diu ùn sia micca limitatu à un edifiziu, hè cun noi in una manera assai particulare, sappiutu o no. Chì bella prumessa.

Per i credenti hè cun noi in un altru modu assai speciale. Ghjuvanni u primu capitulu dice chì Diu ci darà u donu di u so Spìritu. In Atti capituli 1 & 2 è Ghjuvanni 14:17, Diu ci dice chì quandu Ghjesù morse, s'arrizzò da i morti è cullò versu u Babbu, Mandaria u Spìritu Santu per stà in u nostru core. In Ghjuvanni 14:17 Ellu disse: "u Spìritu di a verità ... chì stà cun voi, è serà in voi". I Corinzi 6:19 dice, "u vostru corpu hè u tempiu di u Spìritu Santu Quale hè in voi, chì avete da Diu ... "Cusì per i credenti Diu u Spìritu abita in noi.

Vedemu chì Diu hà dettu à Ghjosua in Ghjosuè 1: 5, è hè ripetutu in Ebrei 13: 5, "Ùn ti lasceraghju mai o ti lasceraghju". Cuntate ci. Rumani 8: 38 & 39 ci dice chì nunda ci pò separà da l'amore di Diu, chì hè in Cristu.

Benchè Diu sia sempre cun noi, ciò ùn significa micca ch'ellu ci ascolterà sempre. Isaia 59: 2 dice chì u peccatu ci hà da separà da Diu in u sensu chì ùn ci senterà micca (ascolta), ma perchè hè sempre noi, ci voli sempri ascultateci se ricunniscimu (cunfessemu) u nostru peccatu, è ci pardunaremu di quellu peccatu. Hè una prumessa. (I Ghjuvanni 1: 9; 2 Cronachi 7:14)

Ancu sì ùn site micca un credente, a presenza di Diu hè impurtante perchè vede tutti è perchè "ùn hè micca dispostu chì qualcunu perisca". (2 Petru 3: 9) Senterà sempre u gridu di quelli chì credenu è u chjamanu per esse u so Salvatore, cridendu u Vangelu. (I Corinzi 15: 1-3) "Perchè quellu chì invoca u nome di u Signore serà salvatu". (Rumani 10:13) Ghjuvanni 6:37 dice ch'ellu ùn turnerà micca à nimu, è quellu chì vole vene. (Revelazione 22:17; Ghjuvanni 1:12)

Cumu fazzu a pace cun Diu?

A parolla di Diu dice: "Ci hè un Diu è un mediatore trà Diu è l'omu, l'omu Cristu Ghjesù" (I Timoteu 2: 5). A ragione per a quale ùn avemu micca pace cun Diu hè chì simu tutti peccatori. Rumani 3:23 dice: "Perchè tutti anu fattu piccatu è mancanu a gloria di Diu". Isaia 64: 6 dice: "Simu tutti cum'è una cosa impura è tutte e nostre ghjustìzie (boni azzioni) sò cum'è stracci sporchi ... è e nostre iniquità (peccati), cum'è u ventu, ci anu pigliatu". Isaia 59: 2 dice: "E vostre iniquità si sò separate trà voi è u vostru Diu ..."

Ma Diu hà fattu una manera per noi di esse riscattati (salvati) da u nostru peccatu è esse ricunciliati (o fatti ghjustu) cun Diu. U peccatu duvia esse punitu è ​​a pena ghjustu (pagamentu) per u nostru peccatu hè a morte. Rumani 6:23 leghje: "Perchè u salariu di u peccatu hè a morte, ma u donu di Diu hè a vita eterna per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore". I Ghjuvanni 4:14 dice: "È avemu vistu è testimunimu chì u Babbu hà mandatu u Figliolu per esse u Salvatore di u mondu". Ghjuvanni 3:17 dice: "Perchè Diu ùn hà micca mandatu u so Figliolu in u mondu per cundannà u mondu; ma per chì u mondu per ellu sia salvatu ". Ghjuvanni 10:28 dice: "Li dò a vita eterna, è ùn perderanu mai; nimu li strapperà da a mo manu ". Ci hè solu UN DIEU È UN MEDIATORE. Ghjuvanni 14: 6 dice: "Ghjesù li disse: Sò a Via, a Verità è a Vita, nimu vene à u Babbu, ma per Me". Leghje Isaia capitulu 53. Nota soprattuttu versi 5 è 6. Dicenu: «Hè statu feritu per e nostre transgressioni, hè statu feritu per e nostre iniquità; u castigu di a nostra pace era nantu ad ellu; è cù e so strisce simu guariti. Tutti quelli chì amemu e pecure sò andati à a strada; avemu giratu ognunu à a so manera; è u U Signore hà messu nantu à ellu l'iniquità di noi tutti ". Cuntinuà versu u versu 8b: «Perchè hè statu cacciatu fora di a terra di i vivi; perchè hè statu culpitu per a transgressione di u mo populu ". È u versu 10 dice: «Eppuru li piacia à u Signore di cuntestallu; L'hà messu in dolu; quandu farete a so anima è l'offerta per u peccatu ... "È u versu 11 dice:" Per a so cunniscenza (a cunniscenza di ellu) u mo servitore ghjustu ghjustificherà parechji; perchè Ellu purterà e so iniquità ". U versu 12 dice: "Hà versatu a so anima à morte". I Petru 2:24 dice: "Quale hè a so nuda u nostru i piccati in u so corpu stessu nantu à l'arburu ... "

A punizione per u nostru peccatu era a morte, ma Diu hà postu u nostru peccatu nantu à ellu (Ghjesù) è hà pagatu per u nostru peccatu invece di noi; Hà pigliatu a nostra piazza è hè statu punitu per noi. Per piacè andate in stu situ per sapè di più nantu à questu nantu à u tema di cume esse salvatu. Colossesi 1: 20 & 21 è Isaia 53 facenu capisce chì hè cusì chì Diu face a pace trà l'omu è ellu stessu. Dice: "È dopu avè fattu a pace per mezu di u sangue di a so croce, per ellu per cuncilià tutte e cose cun ellu stessu ... è voi chì erate qualchì volta alienati è nemichi in a vostra mente da opere malvagie ma avà s'hè ricunciliatu". U versu 22 dice: "In u corpu di a so carne attraversu a morte". Leghjite ancu Efesini 2: 13-17 chì dice chì per u so sangue, hè a nostra pace chì rompe a partizione o l'inimicizia trà noi è Diu, creata da u nostru peccatu, purtendu ci a pace cun Diu. Per piacè leghjitelu. Leghje Ghjuvanni capitulu 3 induve Ghjesù hà dettu à Nicodemu cumu nasce in a famiglia di Diu (rinascita); chì Ghjesù deve esse alzatu nantu à a croce cum'è Mosè hà alzatu u serpu in u desertu è chì per esse perdonati "guardemu à Ghjesù" cum'è u nostru Salvatore. Ci spiega dicenduli ch'ellu deve crede, versu 16, "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu, chì hà datu u Solu Figliolu generatu, chì quellu chì crede in ellu ùn periscerà, ma avete a vita eterna ". Ghjuvanni 1:12 dice: "Eppuru, à tutti quelli chì l'anu ricivutu, à quelli chì anu cridutu in u so nome, hà datu u dirittu di diventà figlioli di Diu." I Corinzi 15: 1 & 2 dice chì questu hè u Vangelu, "da quale sì salvatu ". I versi 3 è 4 dicenu: "Perchè ti aghju datu ... chì Cristu hè mortu per i nostri peccati secondu e Scritture, è ch'ellu hè statu sepoltu è ch'ellu hè risuscitatu secondu e Scritture." In Matteu 26:28 Ghjesù hà dettu: "Perchè questu hè u novu testamentu in u mo sangue chì hè versatu per parechji per a remissione di i peccati". Duvete crede questu per esse salvatu è avè a pace cun Diu. Ghjuvanni 20:31 dice: "Ma questi sò scritti chì pudete crede chì Ghjesù hè u Messia, u Figliolu di Diu, è chì, cridendu, pudete avè vita in u so nome." Atti 16:31 dice: "Rispondenu:" Cridite in u Signore Ghjesù, è sarete salvatu - voi è a vostra casa ".

Vede Rumani 3: 22-25 è Rumani 4: 22-5: 2. Per piacè, leghjite tutti sti versi chì sò cusì belli un messagiu di a nostra salvezza chì ste cose ùn sò micca scritte solu per queste persone, ma per tutti di noi per purtà a pace cun Diu. Mostra cumu Abraham è noi sò ghjustificati da a fede. Versi 4: 23-5: 1 dicenu chjaramente. «Ma ste parolle« li hè stata contata »ùn sò state scritte solu per ellu solu, ma ancu per a nostra. Ci hà da cuntà quelli chì credenu in quellu chì hà risuscitatu da Ghjesù u nostru Signore, chì hè statu liberatu per e nostre culpabilità è risuscitatu per a nostra ghjustificazione. Dunque, postu chì simu stati ghjustificati da a fede, avemu a PACE cù Diu per mezu di u nostru Signore Ghjesù Cristu ". Vede ancu Atti 10:36.

Ci hè un altru aspettu à sta dumanda. Se site digià un credente in Ghjesù, una di a famiglia di Diu è sì piccatu, a vostra cumunione cù u Babbu hè ostaculata è ùn sperimenterete micca a pace di Diu. Ùn perdite micca a vostra relazione cù u Babbu, site sempre u so figliolu è a prumessa di Diu hè vostra - avete a pace cum'è in un trattatu o allianza cun ellu, ma ùn pudete micca sente l'emuzione di pace cun ellu. U peccatu addulureghja u Spìritu Santu (Efesini 4: 29-31), ma a Parolla di Diu hà una prumessa per voi: "Avemu un difensore cù u Babbu, Ghjesù Cristu u Ghjustu" (I Ghjuvanni 2: 1). Ellu intercede per noi (Rumani 8:34). A so morte per noi hè stata "una volta per tutte" (Ebrei 10:10). I Ghjuvanni 1: 9 ci dà a so prumessa: "Se cunfessemu (ricunnosce) i nostri peccati, Ghjesù hè fidu è ghjustu per pardunacci i nostri peccati è purificacci da ogni iniquità". U passaghju parla di a ristaurazione di sta fraternità è cun ella di a nostra pace. Leghjite I Ghjuvanni1: ​​1-10.

Simu in traccia di scrive risposte à altre dumande nantu à questu sughjettu, cercate prestu. A pace cun Diu hè una di e tante cose chì Diu ci dà quandu accettemu u so Figliolu, Ghjesù, è sò salvati per mezu di a fede in ellu.

Cumu Facemu Pardonu Perchè Ùn sò micca Ghjudicati?
L'unicu di u Cristianesimu hè chì hè l'unica religione chì furnisce u perdonu di u peccatu una volta per tutte. Per mezu di Ghjesù hè prumessu, furnitu è ​​rializatu in ellu.

Nisuna altra persona, omu, donna o zitellu, prufeta, prete o rè, capimachja religiosa, chjesa o fede ùn ci pò liberà da a cundanna di u peccatu, pagà u peccatu è perdunà i nostri peccati (Atti 4:12; 2 Timuteu 2:15).

Ghjesù ùn hè micca un idolu cum'è Baal, chì ùn hè micca un veru vivente. Ùn hè micca solu un prufeta cum'è hà dichjaratu Muhammed. Ùn hè micca un santu chì hè una semplice persona, ma hè Diu - Emanuel - Diu cun noi. Hè statu prumessu da Diu di vene cum'è omu. Diu L'hà mandatu per salvacci.

Ghjuvanni hà dettu di sta persona, Ghjesù: "Eccu l'Agnellu di Diu chì toglie u peccatu di u mondu" (Ghjuvanni 1:29). Riturnate è leghjite ciò chì avemu dettu di Isaia53. Leghjite tuttu Isaia 53. Questa era a prufezia chì discrivia ciò chì Ghjesù faria. Avà guarderemu à e Scritture chì ci dicenu cum'ellu li hà realizzati in realtà. Hà pigliatu a pena di morte in tuttu cum'è u nostru sustitutu.

I Ghjuvanni 4:10 dice "In questu hè l'amore, micca chì l'avemu amatu, ma chì Ellu ci hà amatu è hà mandatu u so Figliolu per esse propitiation per i nostri peccati." Galati 4: 4 dice: "Ma quandu u tempu era pienu ghjuntu, Diu hà mandatu u so Figliolu, natu da una donna, nata sottu a lege, per riscattà quelli chì sò sottu a lege". Titu 3: 4-6 ci dice: "Quandu a buntà è l'amore di Diu apparsu, ci hà salvatu, micca per via di e cose giuste chì avemu fattu, ma secondu a so misericordia. Ellu ci hà salvatu per mezu di u lavatu di a rinascita è di u rinuvamentu di u Spìritu Santu, chì hà versatu generosamente per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Salvatore ". Rumani 5: 6 è 11 dice: "Perchè mentre eramu peccatori, Cristu hè mortu per noi ... per mezu di ellu avemu avutu a riconciliazione". I Ghjuvanni 2: 2 dice, "è ellu stessu hè a propitiation per i nostri peccati, è micca solu per i nostri, ma ancu per u mondu sanu". I Petru 2:24 dice: "Quellu chì hà purtatu i nostri peccati in u so propiu corpu nantu à l'arburu per chì noi pudessimu more per u peccatu è campà per a ghjustìzia, perchè da e so ferite simu stati guariti".

U Messia hè ghjuntu à purtà si piccatu, micca solu copre lu. Ebrei 1: 3 dice: "Dopu avè furnitu a purificazione per i peccati, Si pusò à a diritta di a Maestà in celu". Efesini 1: 7 dice: "in quale avemu a redenzione per mezu di u so sangue, u perdonu di i piccati". Vede ancu Colossians 1: 13 & 14. Colossenses 2:13 dice: "Ci pardona tuttu i nostri peccati ". Leghjite ancu Matteu 9: 2-5, I Ghjuvanni 2:12; è Atti 5: 31; 26:15. Avemu vistu chì Atti 13:38 hà dettu: "Vogliu chì sapete chì per mezu di Ghjesù vi ​​hè proclamatu u perdonu di i peccati". Rumani 4: 7 & 8 (da i Salmi 32: 1 & 2) dice: "Beati quelli chì e transgressioni sò perdonate ... chì u Signore hà da fà i peccati mai contà contr'à elli ". Leghjite ancu u Salmu 103: 10-13.

Avemu vistu chì Ghjesù hà dettu chì u so sangue era a "nova allianza" per dà a rimissione di u peccatu. Ebrei 9:26 dice: Ellu "apparì fà luntanu cù u peccatu per u sacrifiziu di ellu stessu una volta per tutte. " Ebrei 8:12 dice: Ellu "pardunerà ... è ùn ricorderà più i nostri peccati". In Ghjeremia 31:34 Diu avia prumessu è prufetizatu a nova allianza. Leghjite dinò Ebrei capituli 9 è 10.

Questu hè statu previstu in Isaia 53: 5 chì dice: "Hè statu perforatu per e nostre transgressioni ... è da e so ferite simu guariti". Rumani 4:25 dice: "Hè statu mandatu à morte per i nostri peccati ..." Questu era u cumpiimentu di Diu, per mandacci un Salvatore per pagà u nostru peccatu.

Cumu apprupriamu sta salvezza? Chì femu? E Scritture ci mostranu chjaramente chì a salvezza hè intornu fidi, cridendu in Ghjesù. Ebrei 11: 6 dice senza fede chì hè impussibule di fà piacè à Diu. Rumani 3: 21-24 dice: "Ma avà, fora di a lege, a ghjustizia di Diu hè stata palisata, essendu tistimuniata da a Lege è da i Prufeti, ancu a ghjustizia di Diu per fede in Ghjesù Cristu per tutti quelli chì credenu per ... Diu L'hà prisentatu cum'è un sacrifiziu di spiazione per via di a fede in u so sangue ".

A Scrittura dice chjaramente chì ùn si tratta micca di ciò chì pudemu fà per guadagnallu. Galati 3:10 rende cusì chjaru. Ci dice, "è tutti quelli chì si basanu nantu à l'osservazione di a lege sò sott'à una maladizzione, perchè hè scrittu:" Maledettu hè quellu chì ùn cuntinueghja micca à fà tuttu scrittu in u Libru di a Lege. ' "Galati 3:11 dice:" Chjaramente nimu hè ghjustificatu davanti à Diu da a lege perchè i ghjusti camperanu per fede ". Ùn hè micca per boni travagli chì avemu fattu. Leghjite puru 2 Timuteu 1: 9; Efesini 2: 8-10; Isaia 64: 6 è Titu 3: 5 & 6.

Meritemu a pena per u peccatu. Rumani 6:23 dice, "u salariu di u peccatu hè a morte", ma Ghjesù hè mortu per noi. Hà pigliatu a pena di morte in tuttu cum'è u nostru sustitutu.

Avete dumandatu cumu si pò scappà l'infernu, l'ira di Diu, a nostra ghjusta punizione. Hè per fede in Ghjesù Cristu, fede in u travagliu ch'ellu hà fattu. Ghjuvanni 3:16 dice: "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u so Figliolu unitu, chì quellu chì crede in ellu ùn perisca micca, ma averà a vita eterna". Ghjuvanni 6:29 dice, "u travagliu hè questu, per CREDE in quellu chì hà mandatu".

A quistione hè posta in Atti 16: 30 è 31, "Chì devu fà per esse salvatu?" è risponde da Pàulu cun "crede in u Signore Ghjesù Cristu è sarete salvatu". Duvemu crede ch'ellu hè mortu per noi (Ghjuvanni 3: 14-18, 36). Pudete vede quante volte Diu dice chì simu salvati da a fede (circa 300 volte in u Novu Testamentu).

Diu rende questu assai faciule da capì, aduprendu parechje altre parolle per spiegà cumu a fede hè spressa, per mostraci quantu hè liberu è simplice di crede. Ancu l'Anticu Testamentu in Joel 2:32 ci mostra questu quandu dice: "Quellu chì invoca u nome di u Signore serà salvatu". Paul cita questu in Rumani 10:13 chì hè una di e spiegazioni più chjaru di a salvezza. Questu hè l'attu simplice di fede, dumannava Diu per salvà ti. Basta à ramintà vi, l'unicu à chjamà è vene per a salvezza è u perdonu hè Ghjesù.

Un altru modu chì Diu spiega questu hè a parolla riceve (accettà) ellu. Questu hè u cuntrariu di rifiutallu, cum'è spiegatu in Ghjuvanni capitulu 1. U so propiu populu (Israele) u rifiutò. Dite à Diu: "Iè credu" versus, nò "Ùn credu micca, ùn l'accettu o ùn lu vogliu micca." Ghjuvanni 1:12 dice: "Quelli chì l'anu ricevutu, li hà datu u dirittu di diventà figlioli di Diu, à quelli chì credenu in u so nome".

Revelazione 22:17 spiega cusì: "Quellu chì vole, lascia PIGLIU liberamente l'acqua di a vita". Pigliemu un rigalu. Rumani 6:23 dice, "u donu di Diu hè a vita eterna per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore". Leghjite ancu Filippini 2:11. Allora venite à Ghjesù è dumandate, chjamate, pigliate u so rigalu per fede. Venite avà. Ghjuvanni 6:37 dice: "Quellu chì vene à Me (Ghjesù) ùn la cacciu fora". Ghjuvanni 6:40 dice "quellu chì" guarda "u Figliolu di Diu è crede in ellu avarà a vita eterna. "  Ghjuvanni 15:28 dice: "Li dò a vita eterna E NON PERDUCHE MAI."

Rumani 4: 23-25 ​​dice: "Quessi ùn sò micca solu per elli ma per US, à quale Diu crediterà a ghjustizia, per noi chì credimu in quellu chì hà risuscitatu u nostru Signore da i morti ... Hè statu liberatu à morte per i nostri peccati è hè statu risuscitatu à a vita per a nostra ghjustificazione ".

A tutalità di l'insignamentu di e Scritture da Genesi à Rivelazione hè a seguente: Diu ci hà creatu, avemu fattu piccati ma Diu hà preparatu, prumessu è mandatu à Diu u Figliolu per esse u nostru Salvatore - una vera persona, Ghjesù chì ci hà liberatu da u peccatu da a so vita sangue è ci cuncilia cù Diu, salvendu ci da e cunsequenze di u peccatu è dendu a vita eterna cun Diu in u celu. Rumani 5: 9 dice "Siccomu simu oramai ghjustificati da u so sangue, quantu saremu più salvati da l'ira di Diu per ellu". Rumani 8: 1 dice: "Ùn ci hè dunque nisuna cundanna à quelli chì sò in Cristu Ghjesù". Ghjuvanni 5:24 dice: "In verità vi dicu, quellu chì sente a mo parolla è crede in quellu chì m'hà mandatu hà a vita eterna, è ùn entre in ghjudiziu, ma hè passatu da a morte à a vita".

Ùn ci hè altru Diu è Diu ùn furnisce micca altru Salvadore. Avemu da accettà u so solu modu - Ghjesù. In Osea 13: 4 Diu dice: «Sò u Signore u to Diu chì ti hà fattu uscì d'Egittu. Ùn ricunnoscerete nè Diu, ma Me, nè Salvatore eccettu Me. "

Questu hè u modu di scappà da l'Infernu, questu hè l'unicu modu - u modu chì Diu hà pianificatu da a fundazione di u mondu - dapoi a creazione (2 Timoteu 1: 9 & Rivelazione 13: 8). Diu hà furnitu sta salvezza per mezu di u so Figliolu - Ghjesù - chì hà mandatu. Hè un rigalu di rigalu è ùn ci hè chè un modu per ottenelu. Ùn pudemu micca guadagnallu, pudemu solu crede à ciò chì Diu dice è piglià u rigalu da ellu (Revelazione 22:17). I Ghjuvanni 4:14 dice: "È avemu vistu è testimone chì u Babbu hà mandatu u Figliolu per esse u Salvatore di u mondu". Cù stu donu vene u perdonu, a libertà da a punizione è a vita eterna (Ghjuvanni 3:16, 18, 36; Ghjuvanni 1:12; Ghjuvanni 5: 9 & 24 è 2 Tessalonicani 5: 9).

Se sò Salvatu, Perchè Continu à Ghjunghje?
Scritture hà una risposta à sta dumanda, perciò chì siamu chjaru, da l'esperienza, se siamu onesti, è ancu di l'Scrittura, hè un fattu chì a salvezza ùn ci impedisce automaticamente di peccà.

Qualchissia chì cunnoscu hà purtatu un individuu versu u Signore è hà ricevutu da ella una telefonata assai interessante parechje settimane dopu. A persona appena salvata hà dettu: «Ùn possu micca esse cristianu. Peccatu più avà chè mai. " A persona chì l'ha purtata à u Signore hà dumandatu: "Fate cose peccaminose avà chì ùn avete mai fattu prima o fate cose chì avete fattu tutta a vostra vita solu avà quandu li fate vi sentite orribilmente culpevule per elli?" A donna rispose: "Hè a seconda". È a persona chì l'ha purtata à u Signore li hà dettu cun fiducia: «Sì cristiana. Esse cundannatu per u peccatu hè unu di i primi segni chì site veramente salvatu ".

L'epistole di u Novu Testamentu ci danu elenchi di peccati da smette di fà; peccati da evità, peccati chì femu. Elencanu ancu e cose chì duvemu fà è ùn pudemu fà, cose chì chjamemu peccati d'omissione. Ghjacumu 4:17 dice "à quellu chì sà fà u bè è ùn la face micca, per ellu hè u peccatu". Rumani 3:23 a dice cusì, "Perchè tutti anu fattu piccatu è mancanu a gloria di Diu". Per esempiu, Ghjacumu 2: 15 & 16 parla di un fratellu (un cristianu) chì vede u so fratellu in bisognu è ùn face nunda per aiutà. Questu hè piccatu.

In I Corinzi Paulu mostra quantu i cattivi cristiani ponu esse. In I Corinzi 1: 10 è 11 dice chì ci sò state lite trà elli è divisioni. In u capitulu 3 li indirizza cum'è carnale (carnale) è cum'è zitelli. Spessu dicemu à i zitelli è qualchì volta l'adulti di smette di agisce cum'è zitelli. Avete u ritrattu. I zitelli si caccighjeghjanu, schiaffeghjanu, pugnanu, pizzicanu, si tiranu i capelli è ancu mordenu. Sembra còmicu ma cusì veru.

In Galati 5:15 Paul dice à i cristiani di ùn mordicassi è manghjassi unu l'altru. In I Corinzi 4:18 dice chì alcuni d'elli sò diventati arroganti. In u capitulu 5, versu 1 diventa ancu peghju. "Hè dichjaratu chì ci hè l'immoralità in mezu à voi è di un tipu chì ùn esiste mancu trà i pagani". I so piccati eranu evidenti. Ghjacumu 3: 2 dice chì tutti inciampemu in parechje manere.

Galati 5: 19 & 20 elenca l'atti di a natura peccaminosa: immoralità, impurità, disbordanza, idolatria, stregoneria, odiu, discordia, gelosia, attacchi di rabbia, ambizione egoista, dissensioni, fazioni, invidia, ubriachezza è orgie in uppusizione à ciò chì Diu aspetta: amore, gioia, pace, pazienza, gentilezza, bontà, fedeltà, dolcezza è autocontrollo.

Efesini 4:19 ammenta l'immoralità, u versu 26 in còllera, u versu 28 in furta, u versu 29 lingua sana, u versu 31 amarezza, rabbia, calunnia è malizia. Efesini 5: 4 ammenta discorsi brutti è scherzi grossi. Sti stessi passaghji ci mostranu ancu ciò chì Diu aspetta di noi. Ghjesù ci hà dettu di esse perfetti cum'è u nostru Babbu celeste hè perfettu, "affinchì u mondu possa vede e vostre bone opere è glurificà u vostru Babbu chì hè in celu". Diu vole chì simu cum'è ellu (Matteu 5: 48), ma hè evidente chì ùn simu micca.

Ci hè parechji aspetti di l'esperienza cristiana chì avemu bisognu di capisce. U mumentu chì diventemu un credente in Cristu Diu ci dà certe cose. Ci pardona. Ci ghjustifica, ancu sè simu culpevuli. Ci dà a vita eterna. Ci mette in u "corpu di Cristu". Ci face perfetti in Cristu. A parolla aduprata per questu hè santificazione, messa à parte cum'è perfetta davanti à Diu. Simu nati di novu in a famiglia di Diu, diventendu i so figlioli. Vene à campà in noi per mezu di u Spìritu Santu. Allora perchè avemu sempre piccatu? Rumani capitulu 7 è Galati 5:17 spieganu questu dicendu chì, finu à chì simu vivi in ​​u nostru corpu murtale, avemu sempre a nostra vechja natura chì hè peccatrice, ancu se u Spiritu di Diu stà avà in noi. Galati 5:17 dice "Perchè a natura piccante vole ciò chì hè cuntrariu à u Spìritu, è u Spiritu ciò chì hè cuntrariu à a natura piccante. Sò in cunflittu trà di elli, per ùn fà micca ciò chì vulete ". Ùn femu micca ciò chì Diu vole.

In i cumenti di Martin Luther è Charles Hodge suggerenu chì più vicinu ci avvicinemu à Diu per le Scritture è entre in a so luce perfetta, più vemu quantu imperfette simu è quanti ne mancemu a gloria. Rumani 3:23

Pàulu pare avè campatu stu cunflittu in Rumani capitulu 7. Tramindui cummentarii dicenu ancu chì ogni cristianu pò identificassi cù l'esasperazione è a situazione di Paulu: chì, invece chì Diu vole chì simu perfetti in u nostru cumpurtamentu, per esse conformi à l'imaghjini di u so Figliolu, ancu ci truvemu cum'è schiavi di a nostra natura piccatrice.

I Ghjuvanni 1: 8 dice chì "se dicemu chì ùn avemu micca peccatu ci ingannemu è a verità ùn hè micca in noi". I Ghjuvanni 1:10 dice "Se dicemu chì ùn avemu micca piccatu, u femu per esse un bugiardu è a so parolla ùn hà micca postu in a nostra vita".

Leghje Rumani capitulu 7. In Rumani 7:14 Paulu si descrive cum'è "vendutu in schiavitù per u peccatu". In u versu 15 dice chì ùn capiscu micca ciò chì facciu; perchè ùn praticu micca ciò chì mi piacerebbe fà, ma facciu a cosa stessa ch'o odiu ". In u versu 17 dice chì u prublema hè u peccatu chì stà in ellu. Paul hè cusì frustratu chì afferma queste cose duie volte in più cù parolle leggermente diverse. In u versu 18 dice "Perchè sò chì in mè (vale à dì in carne di maghju - a parolla di Paulu per a so vechja natura) ùn stà nunda di bè, perchè a vuluntà hè presente cun mè, ma cumu fà per fà ciò chì hè bonu ùn trovu micca." U versu 19 dice "Per u bè chì vogliu, ùn la facciu micca, ma u male ùn vogliu micca fà, chì praticu". U NIV traduce u versu 19 cum'è "Perchè aghju u desideriu di fà u bè, ma ùn possu micca realizallu".

In Rumani 7: 21-23 descrive dinò u so cunflittu cum'è una legge à u travagliu in i so membri (riferendusi à a so natura carnale), in guerra contr'à a legge di a so mente (riferendusi à a natura Spirituale in u so essere interiore). Cù u so esseru interiore si rallegra di a lege di Diu ma "u male hè quì cun mè", è a natura peccaminosa "face una guerra contr'à a lege di a so mente è u face prigiuneru di a lege di u peccatu". Tutti, cum'è credenti, sperimentemu stu cunflittu è a frustrazione estrema di Paul mentre chianci in u versu 24 "Chì un disgraziatu sò. Quale hè chì mi libererà da stu corpu di morte? " Ciò chì Paul descrive hè u cunflittu chì tutti affrontemu: u cunflittu trà l'antica natura (a carne) è u Spìritu Santu chì ci abita, chì avemu vistu in Galati 5:17 Ma Paulu dice ancu in Rumani 6: 1 "duvemu cuntinuà in peccatu chì a grazia possa abbundà. Diu ne guardi. »Pàulu dice ancu chì Diu vole chì no fussimu salvati micca solu da a pena di u peccatu, ma ancu da u so putere è u so cuntrollu in sta vita. Cum'è Paul dice in Rumani 5:17 "Perchè se, per l'ingressu di un omu, a morte regnava per quellu omu, quantu più quelli chì ricevenu l'abbundanza pruvista di Diu di grazia è di u donu di ghjustizia regneranu in a vita per mezu di u un omu, Ghjesù Cristu ". In I Ghjuvanni 2: 1, Ghjuvanni dice à i credenti chì li scrive per ch'elli NON PECCINinu. In Efesini 4:14 Paulu dice chì simu da cresce per ùn esse più zitelli (cum'è eranu i Corinzi).

Allora quandu Pàulu gridò in Rumani 7:24 "quale mi aiuterà?" (è noi cun ellu), hà una risposta ghjubilante in u versu 25, "RINGRAZIU DIEU - PER GESU CRISTU U NOSTRO SIGNORE". Sà chì a risposta hè in Cristu. A vittoria (santificazione) è a salvezza venenu per mezu di a pruvista di Cristu chì stà in noi. Aghju paura chì parechji credenti accettanu solu di campà in u peccatu dicendu "Sò ghjustu umanu", ma Rumani 6 ci dà a nostra pruvista. Avemu avà una scelta è ùn avemu micca scusa per cuntinuà in u peccatu.

Se sò salvatu, perchè continuu à peccà? (Parte 2) (Parte di Diu)

Avà chì capimu chì femu sempre piccatu dopu avè diventatu figliolu di Diu, cum'è a prova a nostra sperienza è a Scrittura; chì duvemu fà? Prima lasciami dì chì questu prucessu, perchè hè ciò chì hè, si applica solu à u credente, quelli chì anu messu a so speranza di vita eterna, micca in e so bone azzioni, ma in l'opera finita di Cristu (a so morte, sepultura è risurrezzione per noi per u pirdunu di i peccati); quelli chì sò stati ghjustificati da Diu. Vede I Corinzi 15: 3 & 4 è Efesini 1: 7. U mutivu chì si applica solu à i credenti hè perchè ùn pudemu micca fà nunda da noi stessi per rendeci perfetti o santi. Hè qualcosa chì solu Diu pò fà, per mezu di u Spìritu Santu, è cumu videremu, solu i credenti anu u Spìritu Santu chì abita in elli. Leghje Titu 3: 5 & 6; Efesini 2: 8 è 9; Rumani 4: 3 & 22 è Galati 3: 6

A Scrittura ci insegna chì à u mumentu chì credemu, ci sò duie cose chì Diu face per noi. (Ci sò assai, assai altri.) Quessi sò, tuttavia, vitali per noi di avè "vittoria" nantu à u peccatu in a nostra vita. Prima: Diu ci mette in Cristu (qualcosa chì hè difficiule à capì, ma duvemu accettà è crede), è secondu vene à campà in noi per mezu di u so Spìritu Santu.

A Scrittura dice in I Corinzi 1:20 chì simu in ellu. "Per via di u so fattu site in Cristu chì hè diventatu per noi saviezza da Diu è ghjustizia è santificazione è redenzione". Rumani 6: 3 dice chì simu battezi "in Cristu". Què ùn si parla micca di u nostru battesimu in acqua, ma di un travagliu di u Spìritu Santu in u quale ci mette in Cristu.

A Scrittura ci insegna ancu chì u Spìritu Santu vene à campà in noi. In Ghjuvanni 14: 16 è 17 Ghjesù disse à i so discìpuli chì Mandaria u Cunsulatore (u Spìritu Santu) Chì era cun elli è chì sarebbe in elli, (Camperebbe o abiterà in elli). Ci sò altre Scritture chì ci dicenu chì u Spìritu di Diu hè in noi, in ogni credente. Leghje Ghjuvanni 14 è 15, Atti 1: 1-8 è I Corinzi 12:13. Ghjuvanni 17:23 dice ch'ellu hè in i nostri cori. In fattu Rumani 8: 9 dice chì sì u Spìritu di Diu ùn hè micca in voi, ùn site micca di Cristu. Cusì dicemu chì postu chì questu (vale à dì chì ci rende santi) hè un'opera di u Spìritu abitante, solu i credenti, quelli chì anu u Spiritu abitante, ponu diventà liberi o vittoriosi di u so peccatu.

Qualchissia hà dettu chì e Scritture cuntenenu: 1) verità chì duvemu crede (ancu se ùn li capimu micca cumpletamente; 2) cumanda à ubbidì è 3) prumette di fidà si. I fatti di sopra sò verità chì ci vole à crede, vale à dì chì simu in ellu è ch'ellu hè in noi. Tenite à mente sta idea di fidà è di ubbidì mentre continuemu stu studiu. Pensu chì aiuta per capisce. Ci hè duie parti chì avemu bisognu di capisce per superà u peccatu in a nostra vita d'ogni ghjornu. Ci hè a parte di Diu è a nostra parte, chì hè l'ubbidienza. Guarderemu prima a parte di Diu chì si tratta di u nostru esse in Cristu è di Cristu in noi. Chjamemu se vulete: 1) Pruvvista di Diu, sò in Cristu, è 2) A putenza di Diu, Cristu hè in mè.

Eccu ciò chì Paul parlava quandu hà dettu in Rumani 7: 24-25 "Quale mi liberarà ... Ringraziu Diu ... per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore". Tenite à mente questu prucessu hè impussibile senza l'aiutu di Diu.

 

Hè evidenti da a Scrittura chì u desideriu di Diu per noi hè di esse santificatu è per noi di superà i nostri peccati. Rumani 8:29 ci dice chì cum'è credenti hà "predestinatu à esse conformi à a somiglianza di u so Figliolu". Rumani 6: 4 dice chì u so desideriu hè per noi di "camminà in a novità di a vita". Colossians 1: 8 dice chì u scopu di l'insignamentu di Paul era "di presentà ognunu perfettu è cumpletu in Cristu". Diu ci insegna chì vole chì diventemu maturi (per ùn stà zitelli cum'è i Corinzi eranu). Efesini 4:13 dice chì duvemu "diventà maturi in cunniscenza è ghjunghje à a piena misura di a pienezza di Cristu". U versu 15 dice chì simu da cresce in ellu. Efesini 4:24 dice chì duvemu "mette nantu à u novu eu; creatu per esse cum'è Diu in vera ghjustizia è santità ". bI Tessalonicani 4: 3 dice" Questa hè a vulintà di Diu, ancu a vostra santificazione ". I versi 7 è 8 dicenu chì "ùn ci hà micca chjamatu à impurità, ma in santificazione". U versu 8 dice "se rifiutemu questu, rifiutemu à Diu chì ci dà u so Spìritu Santu".

(Cunnessu u pensamentu chì u Spiritu sia in noi è chì pudemu cambià.) Definisce a parolla santificazione pò esse un pocu cumplicata ma in l'Anticu Testamentu significava mette à parte o presentà un ogettu o una persona à Diu per u so usu, cù un sacrifiziu uffertu per purificallu. Dunque per i nostri scopi quì dicemu chì esse santificatu hè da esse messu da parte per Diu o da esse presentatu à Diu. Simu stati resi santi per ellu da u sacrifiziu di a morte di Cristu nantu à a croce. Questa hè, cum'è dicemu, a santificazione di pusizione quandu credemu è Diu ci vede perfetti in Cristu (vistutu è cupertu da ellu è cunsideratu è dichjaratu ghjustu in ellu). Hè prugressivu mentre diventemu perfetti cum'ellu hè perfettu, quandu diventemu vittoriosi per vince u peccatu in a nostra esperienza d'ogni ghjornu. Ogni versu nantu à a santificazione descrive o spiega questu prucessu. Vulemu esse presentati è messi da parte per Diu cum'è purificati, puliti, santi è senza difetti, ecc. Ebrei 10:14 dice "per un sacrificiu hà resu perfetti per sempre quelli chì sò stati santi".

Più versi annantu à questu sughjettu sò: I Ghjuvanni 2: 1 dice "Vi scrivu ste cose per ùn fà micca piccatu". I Petru 2:24 dice: "Cristu hà purtatu i nostri peccati in u so stessu corpu nantu à l'arburu ... chì duvemu campà per ghjustizia". Ebrei 9:14 ci dice "U sangue di Cristu ci purifica da opere morte per serve u Diu vivente".

Quì ùn avemu micca solu u desideriu di Diu per a nostra santità, ma a so pruvista per a nostra vittoria: esse in ellu è participà à a so morte, cum'è discrittu in Rumani 6: 1-12. 2 Corinzi 5:21 dice: "L'hà fattu per esse peccatu per noi chì ùn sapiamu nisun peccatu, affinchì pudessimu esse fatti a ghjustizia di Diu in ellu". Leghjite puru Filippini 3: 9, Rumani 12: 1 & 2 è Rumani 5:17.

Leghje Rumani 6: 1-12. Quì truvemu una spiegazione di l'opera di Diu per noi per a nostra vittoria annantu à u peccatu, vale à dì a so pruvista. Rumani 6: 1 cuntinua u pensamentu di u capu cinque chì Diu ùn vole micca chì continuemu à peccà. Dice: Chì diceremu allora? Cuntinuemu in u peccatu, per chì a grazia abbondessi? " U versu 2 dice: «Diu ne guardi. Cumu pudemu campà in noi, chì simu morti per u peccatu? " Rumani 5:17 parla di "quelli chì ricevenu abbundanza di grazia è di u donu di a ghjustizia regneranu in a vita per mezu di quellu, Ghjesù Cristu". Ellu vole a vittoria per noi avà, in sta vita.

Vogliu mette in evidenza a spiegazione in Rumani 6 di ciò chì avemu in Cristu. Avemu parlatu di u nostru battesimu in Cristu. (Arricurdatevi chì questu ùn hè micca u battesimu in acqua ma u travagliu di u Spìritu.) U versu 3 ci insegna chì questu significa chì "simu stati battezzati in a so morte", vale à dì "simu morti cun ellu". I versi 3-5 dicenu chì simu "sipolti cun ellu". U versu 5 spiega chì postu chì simu in ellu simu uniti cun ellu in a so morte, in sepultura è in risurrezzione. U versu 6 dice chì simu crucifissi cun ellu per chì "u corpu di u peccatu possa esse cacciatu, per ùn esse più schiavi di u peccatu". Questu ci mostra chì a putenza di u peccatu hè stata rotta. Sia a nota NIV sia a NASB dicenu chì puderia esse traduttu "u corpu di u peccatu pò esse resu impotente". Una altra traduzzione hè chì "u peccatu ùn averà micca duminazione nantu à noi".

U versu 7 dice "quellu chì hè mortu hè liberatu da u peccatu. Per questa ragione u peccatu ùn ci pò più tene cum'è schiavi. U versu 11 dice "simu morti per u peccatu". U versu 14 dice "u peccatu ùn serà micca maestru di voi". Eccu ciò chì hè statu crucifissu cù Cristu hà fattu per noi. Perchè simu morti cun Cristu simu morti per u peccatu cun Cristu. Siate chjari, quessi eranu i nostri peccati per cui era mortu. Quessi eranu i nostri peccati CHI INTERRA. Dunque u peccatu ùn deve più dominarci. Dittu simplici, postu chì simu in Cristu, simu morti cun ellu, cusì u peccatu ùn deve più avè u putere nantu à noi.

U versu 11 hè a nostra parte: u nostru attu di fede. I versi precedenti sò fatti chì duvemu crede, ancu se difficiule da capisce. Sò verità chì duvemu crede è agisce. U versu 11 usa a parolla "reckon" chì significa "contà cun ellu". Da quì in avanti duvemu agisce in fede. Esse "risuscitatu" cun ellu in questu passaghju di a Scrittura significa chì simu "vivi per Diu" è pudemu "camminà in a novità di a vita". (Versi 4, 8 è 16) Perchè Diu hà messu u so Spìritu in noi, pudemu avà campà una vita vittoriosa. Colossians 2:14 dice "simu morti per u mondu è u mondu hè mortu per noi". Un altru modu per dì questu hè di dì chì Ghjesù ùn hè micca mortu solu per liberacci da a pena di u peccatu, ma ancu per rompe u so cuntrollu nantu à noi, cusì puderia rende noi puri è santi in a nostra vita presente.

In Atti 26:18 Luca cita à Ghjesù chì dice à Paulu chì u Vangelu li "trasformerà da a bughjura à a luce è da u putere di Satanassu à Diu, affinch'elli possinu riceve u perdonu di i peccati è una lascita trà quelli chì sò santificati (resi santi) ) per a fede in Me (Ghjesù) ".

Avemu digià vistu in a prima parte di stu studiu chì, se Paulu hà capitu, o piuttostu saputu, sti fatti, a vittoria ùn era micca automaticu è ùn ci hè nè per noi. Impussibule di fà a vittoria sia per via di sè stessu o di pruvà di mantene a lege è ùn ne pudemu. A vittoria sopra u peccatu hè impussibile per noi senza Cristu.

Eccu perchè. Leghje Efesini 2: 8-10. Ci dice chì ùn pudemu micca esse salvati da opere di ghjustizia. Questu hè chì, cum'è dice Rumani 6, simu "venduti sottu u peccatu". Ùn pudemu micca pagà per u nostru peccatu o guadagnà u perdonu. Isaia 64: 6 ci dice "tutte e nostre ghjustizie sò cum'è stracci sputichi" in vista di Diu. Rumani 8: 8 ci dice chì quelli chì sò "in a carne ùn ponu micca piace à Diu".

Ghjuvanni 15: 4 ci mostra chì ùn pudemu micca darà fruttu da solu è u versu 5 dice: "senza mè (Cristu) ùn pudete fà nunda". Galati 2:16 dice "perchè per l'opere di a lege, nisuna carne serà ghjustificata", è u versu 21 dice "se a ghjustizia vene per mezu di a lege, Cristu hè mortu inutile". Ebrei 7:18 ci dice "a lege ùn hà fattu nunda di perfettu".

Rumani 8: 3 & 4 dice: "Perchè ciò chì a legge era impotente à fà, in u fattu chì era indebulita da a natura peccaminosa, Diu hà fattu mandendu u so Figliolu à a forma di l'omu peccatore per esse un'offerta per u peccatu. È cusì hà cundannatu u peccatu in l'omu piccatore, per chì e ghjuste esigenze di a lege sianu cumpletamente cumplette in noi, chì ùn campemu micca secondu a natura peccaminosa ma secondu u Spiritu ".

Leghje Rumani 8: 1-15 è Colossenses 3: 1-3. Ùn pudemu micca esse puliti o esse salvati da e nostre opere belle è mancu pudemu esse santificati da l'opere di a lege. Galati 3: 3 dice "Avete ricevutu u Spìritu per l'opere di a lege o per l'audizione di a fede? Sì cusì scemu? Dopu avè principiatu in u Spìritu, site oramai perfetti in a carne? " È cusì, noi, cum'è Paulu, chì, ben sapendu u fattu chì ci semu liberi da u peccatu da a morte di Cristu, luttemu sempre (vede dinò Rumani 7) cun sforzu di sè stessu, essendu incapace di tene a legge è di fronte à u peccatu è u fallimentu, è gridendu "O disgraziatu chì sò, chì mi liberarà!"

Fighjemu ciò chì hà purtatu à u fallimentu di Paul: 1) A Lege ùn pudia micca cambiallu. 2) L'autosforzu hà fiascatu. 3) Più sapia à Diu è à a Lege, peghju paria. (U travagliu di a lege hè di rende noi assai peccatori, di rende u nostru peccatu evidenti. Rumani 7: 6,13) A Lege hà fattu capisce chì avemu bisognu di a gràzia è a putenza di Diu. Cum'è Ghjuvanni 3: 17-19 dice, più ci avvicinemu à a luce, più evidenti diventa chì simu sporchi. 4) Finisce frustratu è dice: "quale mi libererà?" "Nunda di bonu hè in mè". "U male hè presente cun mè". "Una guerra hè in mè". "Ùn possu micca realizallu." 5) A Lege ùn avia alcun pudere di risponde à e so dumande, solu cundannata. Dopu vene à a risposta, Rumani 7:25, "Ringraziu Diu, per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore. Cusì Paulu ci porta à a seconda parte di a pruvista di Diu chì face a nostra santificazione pussibule. Rumani 8:20 dice, "u Spìritu di a vita ci libera da a lege di u peccatu è di a morte". U putere è a forza per vince u peccatu hè u Cristu IN NOI, U Spiritu Santu in noi. Leghjite dinò Rumani 8: 1-15.

A traduzzione New King James di Colossians 1: 27 & 28 dice chì hè u travagliu di u Spìritu di Diu per prisentacci perfetti. Dice: "Diu hà vulsutu fà sapè quale sò e ricchezze di a gloria di stu misteru trà i pagani chì ghjè, Cristu in voi, a speranza di gloria". Continua à dì "chì pudemu prisentà ogni omu perfettu (o cumpletu) in Cristu Ghjesù". Hè pussibule chì a gloria quì sia a gloria di a quale semu corti in Rumani 3:23? Leghjite 2 Corinzi 3:18 in chì Diu dice ch'ellu vole trasfurmassi in a maghjina di Diu da "gloria in gloria".

Ricordate chì avemu parlatu di u Spìritu chì vene per esse in noi. In Ghjuvanni 14: 16 è 17 Ghjesù hà dettu chì u Spìritu chì era cun elli vinaria per esse in elli. In Ghjuvanni 16: 7-11 Ghjesù hà dettu ch'ellu era necessariu per ellu per andà per chì u Spìritu venissi à stà in noi. In Ghjuvanni 14:20 Dice, "in quellu ghjornu sapete chì sò in u mo Babbu è voi in Me, è eiu in voi", esattamente ciò chì avemu parlatu. Questu era in realtà tuttu preditu in l'Anticu Testamentu. Joel 2: 24-29 parla di a so messa u Spìritu Santu in i nostri cori.

In Atti 2 (leghjelu), ci dice chì hè accadutu u ghjornu di e Penticoste, dopu à l'ascensione di Ghjesù à u celu. In Ghjeremia 31: 33 & 34 (riferitu in u Novu Testamentu in Ebrei 10:10, 14 è 16) Diu hà rializatu una altra prumessa, quella di mette a so lege in i nostri cori. In Rumani 7: 6 ci dice chì u risultatu di ste prumesse cumplete hè chì pudemu "serve à Diu in un modu novu è vivu". Avà, u mumentu chì diventemu un credente in Cristu, u Spìritu vene à stà (campà) in noi è HE rende pussibuli Rumani 8: 1-15 è 24. Leghjite puru Rumani 6: 4 & 10 è Ebrei 10: 1, 10, 14.

À questu puntu, mi piacerebbe chì leghjite è memorizessi Galati 2:20. Ùn ne scurdate mai. Stu versu riassume tuttu ciò chì Paul ci insegna nantu à a santificazione in un versu. «Sò crucifissu cun Cristu, eppuru campu; eppuru micca eiu ma Cristu stà in mè; è a vita chì campu avà in a carne, campu per fede in u Figliolu di Diu, chì m'hà amatu è si hè datu per mè ".

Tuttu ciò chì faremu chì piaci à Diu in a nostra vita cristiana pò esse riassuntu da a frasa, "micca eiu; ma Cristu ". Hè Cristu chì stà in mè, micca e mo opere o e bone azzioni. Leghjite questi versi chì parlanu ancu di a pruvista di a morte di Cristu (per rende u peccatu impotente) è di u travagliu di u Spìritu di Diu in noi.

I Petru 1: 2 2 Tessalonicani 2:13 Ebrei 2:13 Efesini 5:26 è 27 Colossesi 3: 1-3

Diu, per mezu di u so Spìritu, ci dà a forza di superà, ma va ancu più luntanu di quessa. Ci cambia da l'internu, trasfurmendu noi, trasfurmendu à l'imaghjini di u Figliolu di u Figliolu, Cristu. Avemu duvemu fiducia di ellu per fà. Questu hè un prucessu; iniziatu da Diu, cuntinuatu da Diu è cumpletu da Diu.

Eccu un elencu di prumesse di fiducia. Eccu Diu chì face ciò chì ùn pudemu micca fà, cambiendu ci è rendendoci santi cum'è Cristu. Filippesi 1: 6 «Esse sicuru di sta stessa cosa; chì Quellu chì hà iniziatu un bonu travagliu in voi a purtarà finu à a fine finu à u ghjornu di Cristu Ghjesù ".

Efesini 3: 19 & 20 "essendu pienu di tutta a pienezza di Diu ... secondu a putenza chì travaglia in noi". Quantu hè grande chì, "Diu hè in opera in noi".

Ebrei 13: 20 & 21 "Avà chì u Diu di a pace ... ti faci compie in ogni bona opera per fà a so vulintà, travagliendu in voi ciò chì piace bè in a so vista, per mezu di Ghjesù Cristu". I Petru 5:10 "u Diu di ogni grazia, chì ti hà chjamatu à a so gloria eterna in Cristu, ellu stessu serà perfettu, cunfirmatu, rinfurzatu è stabilitu".

I Tessalonicani 5: 23 & 24 "Avà chì u Diu di a pace ellu stessu vi santifichi interamente; è chì u vostru spiritu, l'anima è u corpu sianu cunservati cumpletti senza culpa à a venuta di u nostru Signore Ghjesù Cristu. Fidelu hè Quellu chì ti chjama, Chì a ferà ancu ellu ". A NASB dice "Hè ancu ellu chì a realizerà".

Ebrei 12: 2 ci dice di 'fissà i nostri ochji nantu à Ghjesù, l'autore è finitore di a nostra fede (NASB dice perfettore) ". I Corinzi 1: 8 & 9 "Diu vi cunfirmerà finu à a fine, senza colpa in u ghjornu di u nostru Signore Ghjesù Cristu. Diu hè fidu ", I Tessalonicani 3: 12 è 13 dice chì Diu" aumenterà "è" stabiliscerà i vostri cori senza difetti à a venuta di u nostru Signore Ghjesù ".

I Ghjuvanni 3: 2 ci dice "saremu cum'è ellu quandu u videremu cum'ellu hè". Diu hà da compie què quandu Ghjesù ritorna o andemu in celu quandu more.

Avemu vistu parechji versi chì anu indicatu chì a santificazione hè un prucessu. Leghje Filippesi 3: 12-14 chì dice: "Ùn aghju micca ghjuntu, nè mancu sò perfettu, ma aghju pressu versu u scopu di l'alta chiamata di Diu in Cristu Ghjesù". Un cummentariu adopra a parolla "perseguite". Non solu hè un prucessu ma participazione attiva hè implicata.

Efesini 4: 11-16 ci dice chì a chjesa hà da travaglià inseme per pudemu "cresce in tutte e cose in Quellu chì hè u Capu - Cristu". L'Scrittura usa ancu a parolla cresce in I Petru 2: 2, induve si leghje questu: "brama u latte puru di a parolla, affinchì tu possa cresce cusì". A crescita richiede u tempu.

Stu viaghju hè ancu descrittu cum'è camminendu. Camminà hè un modu lentu d'andà; un passu à a volta; un prucessu. I Ghjuvanni parla di marchjà in a luce (vale à dì, a Parolla di Diu). Galati dice in 5: 16 per marchjà in u Spìritu. I dui vanu à manu à manu. In Ghjuvanni 17:17 Ghjesù hà dettu "Santificali per mezu di a verità, a to parolla hè verità". A Parolla di Diu è u Spiritu travaglianu inseme in stu prucessu. Sò inseparabili.

Comenzemu à vede verbi d'azzione assai mentre studiamu questu tema: camminà, perseguite, desiderà, ecc. Se tornate à Rumani 6 è leghjite torna, ne viderete assai: cuntà, prisente, rendite, ùn pruduce. Ciò ùn significa micca chì ci sia qualcosa chì duvemu fà; chì ci sò cumandamenti da ubbidì; sforzu necessariu da parte nostra.

Rumani 6:12 dice "Ùn lasciate dunque u peccatu (vale à dì per via di a nostra pusizione in Cristu è di a putenza di Cristu in noi) regnà in i vostri corpi murtali". U versu 13 ci cumanda di presentà u nostru corpu à Diu, micca à u peccatu. Ci dice di ùn esse micca "schiavu di u peccatu". Queste sò e nostre scelte, i nostri cumandamenti da ubbidì; a nostra lista "da fà". Arricurdatevi, ùn la pudemu micca fà cù u nostru stessu sforzu ma solu per mezu di u so putere in noi, ma duvemu fà.

Avemu sempre da ricurdà chì hè solu per mezu di Cristu. I Corinzi 15:57 (NKJB) ci dà sta prumessa rimarchevuli: "grazie à Diu chì ci dà a vittoria per mezu di u nostru SIGNORE GESU CRISTU". Cusì ancu ciò chì "femu" hè per ellu, per mezu di u Spiritu in u putere di travagliu. Filippi 4:13 ci dice chì "pudemu fà tutte e cose per mezu di Cristu chì ci rinforza". Cusì hè: SEMPRE COME NON PUDEMU FÀ NUNDA SENZA LI, PUDEMU FÀ TUTTE LE COSE PER LI.

Diu ci dà u putere di "fà" tuttu ciò ch'ellu ci dumanda. Alcuni credenti u chjamanu u putere di a "risurrezzione" cum'è espressu in Rumani 6: 5 "simu in a somiglianza di a so risurrezzione". U versu 11 dice chì u putere di Diu chì hà risuscitatu u Cristu da i morti ci alza à a novità di a vita per serve à Diu in sta vita.

Filippesi 3: 9-14 esprime dinò questu "ciò chì hè per fede in Cristu, a ghjustizia chì deriva da Diu per fede". Hè evidenti da stu versu chì a fede in Cristu hè vitale. Avemu da crede per esse salvati. Duvemu ancu avè fede in a pruvista di Diu per a santificazione, vale à dì. A morte di Cristu per noi; a fede in u putere di Diu per travaglià in noi da u Spìritu; a fede ch'ellu ci dà u putere di cambià è a fede in Diu chì ci cambia. Nunda di questu hè pussibule senza fede. Ci cunnessa à a pruvista è a putenza di Diu. Diu ci santificherà mentre fidemu è ubbidemu. Duvemu crede abbastanza per agisce nantu à a verità; basta à ubbidì. Arricurdatevi di u coru di l'innu:

"Fideghja è ubbidisci Perchè ùn ci hè altra manera Di esse felice in Ghjesù Ma di fidà si di ubbidì".

Altri versi riguardanti a fede à stu prucessu (essendu cambiatu da a putenza di Diu): Efesini 1:19 è 20 "chì hè a grandezza eccessiva di a so putenza versu noi chì credimu, secondu u funziunamentu di u so putente putente chì hà travagliatu in Cristu quandu ellu u hà risuscitatu? da i morti ".

Efesini 3: 19 è 20 dice "affinchì siate pieni di tutta a pienezza di Cristu. Avà à quellu chì hè capace di fà assai abbondantemente sopra tuttu ciò chì dumandemu o pensemu secondu a putenza chì travaglia in noi". Ebrei 11: 6 dice "senza fede hè impussibule di fà piacè à Diu".

Rumani 1:17 dice "u ghjustu camparà per fede". Questu, credu, ùn si riferisce micca solu à a fede iniziale à a salvezza, ma a nostra fede di ghjornu in ghjornu chì ci cunnessa à tuttu ciò chì Diu furnisce per a nostra santificazione; a nostra vita d'ogni ghjornu è ubbidendu è camminendu in fede.

Vede ancu: Filippini 3: 9; Galati 3:26, 11; Ebrei 10:38; Galati 2:20; Rumani 3: 20-25; 2 Curinzî 5: 7; Efesini 3: 12 è 17

Ci vole a fede per ubbidì. Arricurdatevi di Galati 3: 2 & 3 "Avete ricevutu u Spìritu per l'opere di a lege o per l'audizione di a fede ... avè principiatu in u Spìritu site avà esse perfettu in a carne?" Sì avete lettu tuttu u passaghju si riferisce à vive per fede. Colossians 2: 6 dice "cum'è avete dunque ricevutu Cristu Ghjesù (per fede) cusì camminate in ellu". Galati 5:25 dice "Se campemu in u Spìritu, andemu ancu noi in u Spìritu".

Cusì cuminciamu à parlà di a nostra parte; a nostra ubbidienza; cum'è statu, a nostra lista "à fà", ricordate tuttu ciò chì avemu amparatu. Senza u so Spìritu ùn pudemu fà nunda, ma da u so Spìritu ellu ci rinforza mentre ubbidiscimu; è chì hè Diu Chì ci cambia per fà ci santi cum'è Cristu hè santu. Ancu in ubbidienza hè sempre tuttu di Diu - Ellu chì travaglia in noi. Hè tuttu di fede in ellu. Arricurdatevi di u nostru versu di memoria, Galati 2:20. Hè "micca eiu, ma Cristu ... campu per fede in u Figliolu di Diu". Galati 5:16 dice "cammina in u Spìritu è ​​ùn rializarete micca a brama di a carne".

Cusì vedemu chì ci hè sempre travagliu per noi di fà. Allora quandu o cumu ci apprupriamu, prufittemu o pigliamu a manu di u putere di Diu. Credu chì sia prupurziunale à i nostri passi di ubbidienza fatti in fede. Se simu pusati è ùn femu nunda, nunda ùn accadrà. Leghje Ghjacumu 1: 22-25. Se ignoremu a Sua Parolla (e so istruzzioni) è ùn ubbidemu, a crescita o u cambiamentu ùn averanu micca, cioè se ci vedemu in u specchiu di a Parolla cum'è in Ghjacumu è andemu è ùn simu micca fatti, simu peccatori è prufani . Arricurdatevi I Tessalonicani 4: 7 & 8 dice "Di conseguenza, quellu chì rifiuta questu ùn rifiuta l'omu, ma u Diu chì vi dà u so Spìritu Santu".

A Parte 3 ci mostrerà cose pratiche chì pudemu "fà" (vale à dì fà) in a so forza. Duvete piglià questi passi di fede ubbidiente. Chjamemu azzione pusitiva.

A nostra Parte (Parte 3)

Avemu stabilitu chì Diu vole cunformassi à l'imaghjini di u Figliolu. Diu dice chì ci hè qualcosa chì duvemu ancu fà. Ci vole a ubbidienza da parte nostra.

Ùn ci hè micca una sperienza "magica" chì pudemu avè chì istantaneamente ci trasforma. Cumu l'avemu dettu, hè un prucessu. Rumani 1:17 dice chì a ghjustizia di Diu hè rivelata da a fede à a fede. 2 Corinzi 3:18 a descrive cum'è trasfurmata in a maghjina di Cristu, da gloria in gloria. 2 Petru 1: 3-8 dice chì duvemu aghjunghje una virtù simile à Cristu à l'altra. Ghjuvanni 1:16 a descrive cum'è "grazia nantu à grazia".

Avemu vistu chì ùn pudemu micca fà per sforzu di sè stessu o per pruvà à mantene a lege, ma chì hè Diu chì ci cambia. Avemu vistu chì principia quandu simu nati torna è hè compiu da Diu. Diu dà à tempu a pruvista è u putere per a nostra prugressione di u ghjornu à ghjornu. Avemu vistu in Rumani capitulu 6 chì simu in Cristu, in a so morte, sepultura è risurrezzione. U versu 5 dice chì a putenza di u peccatu hè stata resa impotente. Simu morti per u peccatu è ùn averà micca duminazione nantu à noi.

Perchè Diu hè ghjuntu ancu à vive in noi, avemu u so putere, è cusì pudemu campà in modu chì li piacenu. Avemu amparatu chì Diu stessu stessu ci cambia. Promessa di cumplettà u travagliu Chì hà cuminciatu in noi per a salvezza.

Quessi sò tutti fatti. Rumani 6 dice chì cunsiderendu questi fatti duvemu cumincià à agisce nantu à elli. Ci hè bisognu di fede per fà questu. Quì cumencia u nostru viaghju di fede o di fiducia in ubbidienza. U primu "cumandamentu per ubbidì" hè esattamente quessa, a fede. Dice "cunziditevi chì sò morti veramente per u peccatu, ma vivi per Diu in Cristu Ghjesù u nostru Signore" Reckon significa cuntà nantu à questu, fiducia in ellu, cunsiderà chì hè vera. Questu hè un attu di fede è hè seguitatu da altri cumandamenti cum'è "rendite, ùn lasciate micca, è prisentate". A fede conta nantu à u putere di ciò chì significa esse mortu in Cristu è a prumessa di Diu di travaglià in noi.

Sò cuntentu chì Diu ùn s'aspetta micca à noi di capì tuttu què cumpletamente, ma solu di "agisce" nantu à questu. A fede hè a via di l'appropriazione o di cunnessione cù o piglià una presa di a pruvista è u putere di Diu.

A nostra vittoria ùn hè micca ottenuta da u nostru putere di cambià noi stessi, ma pò esse in proporzione à a nostra ubbidienza "fedele". Quandu "agimu", Diu ci cambia è ci permette di fà ciò chì ùn pudemu micca fà; per esempiu cambià desideri è attitudini; o cambià l'abitudini piccatori; chì ci dà u putere di "marchjà in a novità di a vita". (Rumani 6: 4) Ci dà "putenza" per ghjunghje à u scopu di a vittoria. Leghjite sti versi: Filippini 3: 9-13; Galati 2: 20-3: 3; I Tessalonicani 4: 3; I Petru 2:24; I Corinzi 1:30; I Petru 1: 2; Colossesi 3: 1-4 & 3: 11 & 12 & 1:17; Rumani 13:14 è Efesini 4:15.

I versi seguenti cunnettanu a fede à e nostre azzioni è à a nostra santificazione. Colossenses 2: 6 dice: "Cum'è vo avete dunque ricevutu Cristu Ghjesù, cusì camminate in ellu. (Semu salvati da a fede, dunque simu santificati da a fede.) Tutti i passi ulteriori in questu prucessu (camminata) sò cuntenenti è ponu esse realizati o ottenuti solu da a fede. Rumani 1:17 dice: "a ghjustìzia di Diu hè rivelata da a fede à a fede". (Ciò significa un passu à a volta.) A parolla "marchjà" hè spessu usata di a nostra sperienza. Rumani 1:17 dice ancu: "U ghjustu camparà per fede". Si parla di a nostra vita d'ogni ghjornu quant'è o più chè u so principiu à a salvezza.

Galati 2:20 dice "Sò crucifissu cun Cristu, eppuru campu, eppuru micca eiu ma Cristu stà in mè, è a vita ch'o campu avà in carne, campu per fede in u Figliolu di Diu chì m'hà amatu è si hè datu sè stessu per mè."

Rumani 6 dice in u versu 12 "dunque" o per via di noi stessi cum'è "morti in Cristu" simu avà per ubbidì à i prossimi cumandamenti. Avemu avà una scelta di ubbidì ogni ghjornu è mumentu per momentu, finu à chì campemu o finu à chì Ellu ritorna.

Cumencia cù una scelta di cede. In Rumani 6:12 a Versione King James usa sta parolla "cede" quandu dice "ùn cede micca i vostri membri cum'è strumenti di iniquità, ma renditevi à Diu". Credu chì cede hè una scelta per rinuncià à u cuntrollu di a vostra vita à Diu. Altre traduzzione ci facenu e parolle "presente" o "offerta". Questa hè una scelta per sceglie di dà à Diu u cuntrollu di a nostra vita è di offre noi stessi à ellu. Avemu prisentatu (dedicà) noi stessi à ellu. (Rumani 12: 1 & 2) Cum'è à un segnu di rendimentu, date u cuntrollu di sta intersezzione à un altru, cedemu u cuntrollu à Diu. Rendimentu significa permettelu di travaglià in noi; per dumandà u so aiutu; per cede à a so vulintà, micca a nostra. Hè a nostra scelta di dà à u Spìritu Santu u cuntrollu di a nostra vita è cede à ellu. Questa ùn hè micca solu una decisione unica, ma hè cuntinua, ogni ghjornu, è mumentu per mumentu.

Questu hè illustratu in Efesini 5:18 "Ùn siate briacu di vinu; induve hè eccessu; ma sia pienu di u Spìritu Santu .: Hè un cuntrastu apposta. Quandu una persona hè briaca si dice chì hè cuntrullata da l'alcol (sottu a influenza di questu). In cuntrastu ci hè dettu d'esse pienu di u Spìritu.

Avemu da esse vuluntariamente sottu u cuntrollu è l'influenza di u Spìritu. U modu più precisu per traduce u tempu verbale grecu hè "siate pienu di u Spìritu" denotendu una rinuncia cuntinua di u nostru cuntrollu à u cuntrollu di u Spìritu Santu.

Rumani 6:11 dice presenta i membri di u vostru corpu à Diu, micca à u peccatu. I versi 15 è 16 dicenu chì ci duverebbe prisentà cum'è schiavi di Diu, micca cum'è schiavi di u peccatu. Ci hè una prucedura in l'Anticu Testamentu chì un schiavu puderia fà sè stessu schiavu di u so maestru per sempre. Era un attu vuluntariu. Duvemu fà questu à Diu. Rumani 12: 1 & 2 dice "Per quessa, vi invitu, fratelli, per misericordia di Diu, di presentà u vostru corpu un sacrifiziu vivu è santu, accettatu da Diu, chì hè u vostru serviziu spirituale di cultu. È ùn site micca cunfurmati à stu mondu, ma trasfurmatevi cù u rinnovu di a vostra mente, "Questu pare ancu esse volontariu.

In l'Anticu Testamentu a ghjente è e cose eranu dedicate è messe da parte per Diu (santificatu) per u so serviziu in u tempiu da un sacrifiziu speciale è una ceremonia chì li presentava à Diu. Ancu se a nostra ceremonia pò esse persunale, u sacrifiziu di Cristu santifica digià u nostru rigalu. (2 Cronachi 29: 5-18) Ùn duvemu micca, allora, prisentacci à Diu una volta per sempre è ancu ogni ghjornu. Ùn ci duverebbe micca presentà à u peccatu in ogni mumentu. Ùn pudemu micca fà questu per mezu di a forza di u Spìritu Santu. Bancroft in Teologia Elementale suggerisce chì quandu e cose eranu cunsacrate à Diu in l'Anticu Testamentu Diu spessu inviava u focu per riceve l'offerta. Forse in a nostra cunsacrazione oghjinca (darci un rigalu à Diu cum'è sacrifiziu vivu) farà chì u Spìritu travaglia in noi in un modu speciale per dacci putenza annantu à u peccatu è campà per Diu. (U focu hè una parolla spessu assuciata à u putere di u Spìritu Santu.) Vede Atti 1: 1-8 è 2: 1-4.

Duvemu cuntinuà à darci à Diu è ubbidì lu ogni ghjornu, purtendu ogni fallimentu rivelatu in cunfurmità cù a vulintà di Diu. Eccu cumu diventemu maturi. Per capisce ciò chì Diu vole in a nostra vita è per vede i nostri fiaschi duvemu circà e Scritture. A parolla luce hè spessu usata per discrive a Bibbia. A Bibbia pò fà parechje cose è una hè di illuminà a nostra strada è di rivelà u peccatu. U Salmu 119: 105 dice "A to parolla hè una lampa per i mo pedi è una luce per u mo caminu". Leghje a Parolla di Diu face parte di a nostra lista "da fà".

A Parolla di Diu hè probabilmente a cosa più impurtante chì Diu ci hà datu in u nostru viaghju versu a santità. 2 Petru 1: 2 & 3 dice "Sicondu u so putere ci hà datu tuttu ciò chì tocca à a vita è a pietà per mezu di a vera cunniscenza di Quellu chì ci hà chjamatu à a gloria è a virtù." Dice tuttu ciò chì avemu bisognu hè attraversu a cunniscenza di Ghjesù è l'unicu locu per truvà tali cunniscenza hè in a Parolla di Diu.

2 Corinzi 3:18 porta questu ancu più luntanu dicendu: "Tutti noi, cù a faccia svelata chì guardemu, cum'è in un specchiu, a gloria di u Signore, semu trasfurmati in a listessa maghjina, da gloria in gloria, cum'è da u Signore , u Spìritu ». Quì ci dà qualcosa da fà. Diu per u so Spìritu ci cambierà, ci trasformerà un passu à a volta, se u guardemu. Ghjacumu si riferisce à e Scritture cum'è un spechju. Cusì ci vole à fighjallu in l'unicu locu evidenti chì pudemu, a Bibbia. William Evans in "I Grandi Duttrini di a Bibbia" dice questu in a pagina 66 nantu à stu versu: "U tempu hè interessante quì: Semu trasfurmatu da un gradu di caratteru o gloria à l'altru".

U scrittore di l'innu "Pigliate u tempu per esse santu" deve avè capitu questu quandu hà scrittu: n "Guardendu à Ghjesù, Cum'è ellu sarete, L'amichi in a vostra cundotta, A so somiglianza vedrà".

 

A cunclusione à questu naturalmente hè I Ghjuvanni 3: 2 quandu "simu cum'è ellu, quandu u videremu cum'ellu hè". Ancu s'ellu ùn capisce micca cumu Diu face questu, se ubbidemu leghjendu è studendu a Parolla di Diu, farà a so parte di trasfurmà, cambià, compie è finisce u so travagliu. 2 Timuteu 2:15 (KJV) dice à "Studia per mostràvi appruvatu à Diu, dividendu à ragione a parolla di verità". U NIV dice di esse unu "chì ghjustamente gestisce a parolla di verità".

Si dice cumunamente è scherzosu à e volte chì quandu passemu u tempu cun qualchissia cuminciamu à "parè" cum'è elli, ma hè spessu vera. Avemu tendenza à imità e persone cù chì passemu u tempu, agendu è parlendu cum'è elli. Per esempiu, puderiamu imità un accentu (cum'è noi chì femu se andemu in una nova zona di u paese), o pudemu imità gesti di a manu o altri manierismi. Efesini 5: 1 ci dice "Siate imitatori o Cristu cum'è figlioli cari". I zitelli amanu imità o imità è cusì duvemu imità u Cristu. Arricurdatevi di fà ciò passendu u tempu cun ellu. Dopu copiaremu a so vita, u caratteru è i valori; E so stesse attitudini è attributi.

Ghjuvanni 15 parla di passà u tempu cun Cristu in una manera diversa. Dice chì duvemu stà in ellu. Una parte di stà hè di passà u tempu à studià a Scrittura. Leghje Ghjuvanni 15: 1-7. Quì si dice "Sì restate in Me è e mo parolle abitanu in voi". Queste duie cose sò inseparabili. Significheghja più cà una lettura cursoria, significa leghje, pensalla è mette la in pratica. Chì u cuntrariu hè ancu veru si palesa da u versu "A cattiva cumpagnia currompe a bona morale". (I Corinzi 15:33) Dunque sceglite cun cura induve è cun quale passate u tempu.

Colossians 3:10 dice chì u novu eu deve esse "rinuvatu in cunniscenza à l'imaghjini di u so Creatore. Ghjuvanni 17:17 dice "Santificateli per a verità; a to parolla hè verità ". Quì hè spressa a necessità assoluta di a Parolla in a nostra santificazione. A Parolla ci mostra specificamente (cum'è in un specchiu) induve sò i difetti è induve duvemu cambià. Ghjesù hà dettu ancu in Ghjuvanni 8:32 "Allora cunniscerete a verità, è a verità vi libererà". Rumani 7:13 dice "Ma per chì u peccatu sia ricunnisciutu cum'è peccatu, hà pruduttu in mè per mezu di ciò chì era bonu, affinchì per mezu di u cumandamentu u peccatu pudessi diventà cumpletamente peccatore." Sapemu ciò chì Diu vole per mezu di a Parolla. Dunque ci vole à empie a nostra mente cun ella. Rumani 12: 2 ci invita à "esse trasfurmati da u rinnovu di a to mente". Avemu bisognu di passà da pensà a manera di u mondu à pensà a manera di Diu. Efesini 4:22 dice esse "rinuvatu in u spiritu di a vostra mente". Filippi 2: 5 sys "lasciate chì sta mente sia in voi chì era ancu in Cristu Ghjesù". A Scrittura rivela ciò chì hè a mente di Cristu. Ùn ci hè altru modu per amparà queste cose chì di saturà noi stessi cù a Parolla.

Colossesi 3:16 ci dice di "lasciate chì a Parolla di Cristu campi in voi riccu". Colossians 3: 2 ci dice di "mette a vostra mente nantu à e cose sopra, micca nantu à e cose di a terra". Questu hè più cà solu pensendu à elli, ma ancu dumandà à Diu di mette i so desideri in u nostru core è in a nostra mente. 2 Curintini 10: 5 ci ammonisce, dicendu "abbattendu l'imaginazioni è ogni cosa alta chì si esalta contr'à a cunniscenza di Diu, è purtendu in cattività ogni pensamentu per l'ubbidienza di Cristu".

A Scrittura ci insegna tuttu ciò chì avemu bisognu di sapè nantu à Diu u Babbu, Diu u Spìritu è ​​Diu u Figliolu. Ricordate chì ci dice "tuttu ciò chì avemu bisognu per a vita è a pietà per mezu di a nostra cunniscenza di Quellu chì ci hà chjamatu". 2 Petru 1: 3 Diu ci dice in I Petru 2: 2 chì crescemu cum'è cristiani amparendu a Parolla. Dice "Cum'è neonati, desiderate u latte sinceru di a parolla chì pudete cresce cusì". U NIV a traduce cusì, "per pudè cresce in a vostra salvezza". Hè u nostru cibu spirituale. Efesini 4:14 indica chì Diu vole chì simu maturi, micca zitelli. I Corinzi 13: 10-12 parla di mette fora e cose zitelline. In Efesini 4:15 Ellu voli chì "crescemu in tutte e cose in ellu".

A Scrittura hè putente. Ebrei 4:12 ci dice: "A parolla di Diu hè viva, putente è più acuta di qualsiasi spada à dui taglioli, perforendu ancu finu à a divisione di l'anima è di u spiritu, è di l'articuli è di a medula, è discernisce i penseri è l'intenti di u core ". Diu dice ancu in Isaia 55:11 chì quandu a so parolla hè parlata o scritta o in ogni modu hè mandata in u mondu, compie u travagliu chì hè destinatu à fà; ùn tornerà micca nulla. Cum'è l'avemu vistu, cundannerà u peccatu è cunvince a ghjente di Cristu; i purtarà à una cunniscenza salvatrice di Cristu.

Rumani 1:16 dice chì u Vangelu hè "a putenza di Diu per a salvezza di tutti quelli chì credenu". I Corinzi dicenu "u missaghju di a croce ... hè per noi chì sò salvati ... a putenza di Diu". À u listessu modu pò cunvince è cunvince u credente.

Avemu vistu chì 2 Corinzi 3:18 è Ghjacumu 1: 22-25 si riferenu à a Parolla di Diu cum'è un spechju. Fighjemu in un specchiu per vede cumu simu. Una volta aghju amparatu un cursu di a Bibbia di e Vacanze intitulatu "Vediti in u Spechju di Diu". Cunnoscu ancu un coru chì descrive a Parolla cum'è un "specchiu di a nostra vita da vede". Tramindui esprimenu a stessa idea. Quandu guardemu in a Parolla, leghjendu è studendu cum'è duverebbe, vedemu noi stessi. Spessu ci mostrerà u peccatu in a nostra vita o in un certu modu in cui simu corti. Ghjacumu ci dice ciò chì ùn duvemu micca fà quandu ci vedemu. "Sì qualchissia ùn hè micca un facente hè cum'è un omu chì osserva u so visu naturale in un specchiu, perchè osserva u so visu, si ne và è si scorda subitu di chì tipu d'omu era". Simile à questu hè quandu dicemu chì a Parolla di Diu hè luce. (Leghje Ghjuvanni 3: 19-21 è I Ghjuvanni 1: 1-10.) Ghjuvanni dice chì duvemu marchjà in a luce, videndu noi stessi cum'è rivelati à a luce di a Parolla di Diu. Ci dice chì quandu a luce palesa u peccatu ci vole à cunfessà u nostru peccatu. Ciò significa ammettà o ricunnosce ciò chì avemu fattu è ammettemu chì hè peccatu. Ùn significa micca supplicà o dumandà o fà una bona azzione per guadagnà u nostru perdonu da Diu, ma solu per accettà cun Diu è ricunnosce u nostru peccatu.

Ci hè veramente una bona nutizia quì. In u versu 9 Diu dice chì sè noi cunfessemu u nostru peccatu, "Ghjè fidu è ghjustu per pardunacci u nostru peccatu", ma micca solu què ma "per purificacci da ogni iniquità". Ciò significa chì ci purifica da u peccatu chì ùn ne simu mancu cuscienti o cuscenti. S'è no fiascemu, è peccemu dinò, ci vole à cunfèselu torna, ogni tantu chì hè necessariu, finu à chì semu vittoriosi, è ùn simu più tentati.

Tuttavia, u passaghju ci dice ancu chì, se ùn confessemu micca, a nostra cunfraternità cù u Patre hè rotta è continueremu à falla. S'è no ubbidiscimu Ellu ci cambierà, sì no, ùn cambieremu micca. A mio parè questu hè u passu più impurtante in a santificazione. Pensu chì questu hè ciò chì femu quandu a Scrittura dice di rimandà o mette da parte u peccatu, cum'è in Efesini 4:22. Bancroft in Teulugia Elementale dice di 2 Curinziani 3:18 "simu trasfurmati da un gradu di caratteru o gloria à l'altru". Una parte di stu prucessu hè di vedeci in u specchiu di Diu è duvemu cunfessà i difetti chì vedemu. Ci vole un pocu di sforzu da parte nostra per piantà e nostre cattivi abitudini. U putere di cambià vene per mezu di Ghjesù Cristu. Duvemu fidallu è dumandallu à a parte chì ùn pudemu micca fà.

Ebrei 12: 1 & 2 dice chì duvemu 'alluntanà ... u peccatu chì ci faci cusì facilmente intrappulà ... guardendu à Ghjesù l'autore è finitore di a nostra fede ". Pensu chì questu hè ciò chì Paul vulia dì quandu hà dettu in Rumani 6:12 di ùn lascià u peccatu regnà in noi è ciò chì hà vulsutu dì in Rumani 8: 1-15 riguardu à permette à u Spìritu di fà u so travagliu; à marchjà in u Spìritu o à marchjà in a luce; o qualsiasi di l'altri modi chì Diu spiega u travagliu cooperativu trà a nostra ubbidienza è fiducia in l'opera di Diu per mezu di u Spìritu. U Salmu 119: 11 ci dice di memorizà a Scrittura. Dice "A to parolla aghju piattatu in u mo core per ùn pudè peccà contru à tè". Ghjuvanni 15: 3 dice "Site digià pulitu per via di a parolla ch'e aghju dettu per voi". A Parolla di Diu ci ramintarà à tramindui di ùn peccà è ci cundannerà quandu femu peccatu.

Ci hè parechje altre versi chì ci aiutanu. Titus 2: 11-14 dice à: 1. Negà a impietà. 2. Vive Dieu in sta presente età. 3. Ellu ci redimverà di ogni atto legale. 4. Ellu purificà per ellu stessu U so propiu populu speziale.

2 Corinzi 7: 1 dice di purificà noi stessi. Efesini 4: 17-32 è Colossiani 3: 5-10 elenca alcuni peccati chì ne duvemu abbandunà. Esce assai specificu. A parte pusitiva (a nostra azzione) vene in Galatini 5:16 chì ci dice di caminari in u Spìritu. Efesini 4:24 ci dice di mette l'omu novu.

A nostra parte hè descritta cum'è camminendu in a luce è cum'è camminendu in u Spiritu. Sia i Quattru Vangeli sia l'Epistole sò pieni d'azzione pusitive chì duvemu fà. Queste sò azzioni chì ci sò urdinati di fà cum'è "amore", o "pregà" o "incuraghjà".

In possibbilmente u megliu sermone chì aghju mai intesu, l'oratore hà dettu chì l'amore hè qualcosa chì fate; in uppusizione à qualcosa chì senti. Ghjesù ci hà dettu in Matteu 5:44 "Amate i vostri nemichi è pregate per quelli chì vi perseguitanu". Pensu chì tali azzioni discrivenu ciò chì Diu vole dì quandu ellu ci cumanda di "camminà in u Spìritu", fendu ciò ch'ellu ci cumanda mentre in listessu tempu avemu fiducia in ellu per cambià e nostre attitudini interiore cum'è rabbia o risentimentu.

Pensu veramente chì se ci occupemu di fà l'azzioni pusitive chì Diu cummanda, ci truveremu cun assai menu tempu per mette in guai. Hà un effettu pusitivu nantu à cume ci sentimu ancu. Cum'è Galati 5:16 dice "cammina per u Spìritu è ​​ùn purtarete micca u desideriu di a carne". Rumani 13:14 dice "mette nantu à u Signore Ghjesù Cristu è ùn fate micca pruvisione per a carne, per rializzà e so brame".

Un altru aspettu da cunsiderà: Diu castigherà è curregerà i so figlioli se continuemu à seguità una strada di peccatu. Ddu percorsu porta à a distruzzione in questa vita, se ùn confessemu micca u nostru peccatu. Ebrei 12:10 dice ch'ellu ci castiga "per u nostru prufittu, per pudè esse fatti participanti di a so santità". U versu 11 dice "dopu dà u fruttu pacificu di a ghjustìzia à quelli chì sò furmati da questu". Leghje Ebrei 12: 5-13. U versu 6 dice "Per quellu chì u Signore ama, castiga". Ebrei 10:30 dice chì u "Signore ghjudicherà u so pòpulu". Ghjuvanni 15: 1-5 dice ch'ellu pruneghja i vignaghjoli per pudè darà più frutti.

Se vi truvate in questa situazione tornate à I Ghjuvanni 1: 9, ricunnosce è confessate u vostru peccatu ad ellu ogni volta chì ne avete bisognu è ricuminciate. I Petru 5:10 dice: "Chì Diu ... dopu avè patitu un pocu tempu, perfezziunate, stabilite, rinfurzate è stabilite". A disciplina ci insegna a perseveranza è a fermezza. Arricurdatevi, tuttavia, chì a cunfessione ùn pò micca toglie cunsequenze. Colossesi 3:25 dice: "Quellu chì face u male serà rimbursatu per ciò ch'ellu hà fattu, è ùn ci hè micca parzialità". I Corinzi 11:31 dice "Ma se ghjudicamu noi stessi, ùn sariamu micca ghjudicati". U versu 32 aghjusta: "Quandu simu ghjudicati da u Signore, simu disciplinati".

Stu prucessu di diventà cum'è Cristu continuerà finchè campemu in u nostru corpu terrestre. Paul dice in Filippini 3: 12-15 chì ùn avia micca ghjuntu, nè era ancu perfettu, ma continuerà à pressà è perseguite u scopu. 2 Petru 3:14 è 18 dicenu chì duvemu "esse diligenti per esse truvati da ellu in pace, senza macchie è senza difetti" è per "cresce in grazia è in cunniscenza di u nostru Signore è Salvatore Ghjesù Cristu".

I Tessalonicani 4: 1, 9 è 10 ci dicenu di "abbondà sempre di più" è "aumentà di più in più" in amore per l'altri. Una altra traduzzione dice di "excel sempre più". 2 Petru 1: 1-8 ci dice di aghjunghje una virtù à l'altra. Ebrei 12: 1 & 2 dice chì duveriamu corre a corsa cù resistenza. Ebrei 10: 19-25 ci incuraghjenu à cuntinuà è à ùn rinuncià mai. Colossians 3: 1-3 dice di "mette a nostra mente nantu à e cose sopra". Questu significa mette lu quì è mantene lu.

Ricurdativi hè Diu chì face questu mentre ubbidemu. Filippesi 1: 6 dice: "Esse fiduciosu di sta cosa stessa, chì Quellu chì hà iniziatu un bon travagliu in a realizerà finu à u ghjornu di Cristu Ghjesù". Bancroft in Teulugia Elementale dice à a pagina 223 "A santificazione cumencia à l'iniziu di a salvezza di u credente è hè cumuna cù a so vita in terra è ghjunghjerà à u so culmine è a so perfezione quandu Cristu rientra". Efesini 4: 11-16 dice chì esse parte di un gruppu lucale di credenti ci aiuterà ancu à ghjunghje à questu scopu. "Finu à noi tutti di vene ... à un omu perfettu ... chì pudemu cresce in ellu", è chì u corpu "cresce è si custruisce in amore, cume ogni parte face u so travagliu".

Titu 2: 11 è 12 "Perchè a gràzia di Diu chì porta a salvezza hè apparsa à tutti l'omi, insegnendu ci chì, nigendu l'impietà è e brame mundane, duviamu campà sobriamente, ghjustamente è pietosa in l'età presente". I Tessalonicani 5: 22-24 "Avà u Diu di a pace ellu stessu vi santificarà cumpletamente; è chì tuttu u vostru spiritu, anima è corpu sia cunservatu senza colpa à a venuta di u nostru Signore Ghjesù Cristu. Quellu chì vi chjama hè fidu, chì a ferà ancu ellu ".

Hè tutti chì pò parlà in e lingue?
Questa hè una domanda assai cumuna per chì a bibbia abbia risposte assai definitive. Sugraghju di leggere I capituli di Corinzi 12 cù u capitulu 14. Avete bisognu di leghje nantu à a lista di rigali in Romani 12 è Efesiani 4. I Petru 4: 10 implica chì ogni credente (chì ghjè à chì è scrittu u libru) hà un rigalu spirituale. "

Cum'è ognunu hà ricevutu un rigalu particulare, aduprà ancu in serviziu l'unu l'altru… ”, NASV. Chì hè un rigalu micca unu in particulare, Ùn hè micca un talentu cum'è musica ecc. Chì ne nascenu. Ma un rigalu spirituale. Efesini afferma in 4: 7-8 chì ci hà datu regali è versetti 11-16 enumera alcuni di sti regali. E Lingue ùn sò mancu menzionate quì.

U scopu di sti rigali hè di aiutà l'altru cresce. Finu à a fine di u capitulu 5 insegna chì u più impurtante hè di camminà in amuri cum'è in I Cor. 13, induve hè ancu parlatu di rigali. I Rumani 12 ponu un rigalu in u cuntestu di u sacrificiu, u serviziu è l'umilità è parla di un rigalu spirituale cum'è una misura di fede allargata à noi o datu da Diu.

Quì hè un versu chjucu chì hè assai impurtante da cunsiderà qualunque donu. Versu 4 -9 A noi dicemu chì cum'è noi ci hà datu, sò tutti i membri di Cristu, eppo simu forse diversi i nostri regali, è citari: “E da chì avemu regali chì VISTANCI secondo a grazia data à noi, fate tutti esercitarli assai. »Si cuntene spiegazione parechji rigali specificamente è a parlà di l'importanza di l'amore. Leggi in u cuntestu per vede cumu saremu à amà, tantu praticu è stupendu.

Ùn ci hè micca menzione di u donu di e lingue quì. Per chì avete bisognu di andà à I Cor, 12-14. Versu 4 dice chì ci sò varietà di rigali. Versu 7,

Avà à ognunu hè data> a manifestazione di u Spìritu per u bè cumunu ". Dopu dice chì à l'UNU hè datu stu rigalu è à un Altru un rigalu diversu, Micca tutti listessi. U cuntestu di u passaghju hè ghjustu ciò chì a vostra dumanda si pone, duvemu tutti parlà in lingue. U versu 11 dice: "Ma unu è u stessu Spiritu travaglia tutte queste cose, distribuendu à ognunu individualmente cum'è ELLE vole".

Attraversa questu à u corpu umanu cù parechji esempi per rende chiaru, Versu 18 dice ch'ellu ci ha piazzatu in u corpu cum'è volia per u bè cumunale, per dicendu chì noi ùn siamo micca tutte mani, o occhi etc. ùn funzienu bè, cusì in u corpu avemu bisognu d'avè un rigalu diversu per funzià cume avemu da e cresce cum'è credenti. Poi elenca i rigali, in ordine di importanza, micca per u so valore cum'è a persona, ma per necessità aduprendu e parole, prima, seconda, terza e elencanu l'altri è finendu cù i generi di lingue.

À u modu, u primu usu di e lingue hè stata à a Pentecoste, induve ciascuna sentia in a so lingua. Finisce cù dumandà una retaurical, sapete ancu e risposte. "Tutti ùn parlanu micca in lingue, DO they." A risposta hè NO! Mi piace u versu 31, "Earnestly (u re James dice: Covet), i regali più grandi". Ùn pudemu micca fà chì se ùn sapessi micca chì eranu maiò, putemu. Poi u discursu nantu à AMORE. Poi 14: 1 dice, "PERSUE LOVE YET DESIR EARNESTLY EARNESTLY SPIRITUAL GIFTS ESPECIALLY", IL PRIMO ANCENO. Poi spiega perchè a prufessione hè megliu perchè, edifica, esorta e vi consolazione (versu 3).

In i versi 18 è 19 Paolo dice ch'ellu piacerebbe parlà, anu parlatu 5 parole di profezie, hè quellu chì parla, è di decine di menti in una lingua. Si prega di leghje tuttu u capitulu. In breve, avete almeno un rigalu spirituale, chì vi hè datu da u Spiritu quandu sò rinati, ma pudete dumandà o cercà altri. Ùn pudete micca imparà. Sò rigali datu da u Spiritu.

Perchè cuminciate à u fondu per l'altri quandu avete avutu a cunvenzione i migliori rigali. Qualcuno chì aghju ascoltatu l'insegnamentu nantu à i rigali hà dettu chì, sì ùn sapete micca ciò chì hè u vostru rigalu, cuminciate a servire in i modi chì sò comodi, per esempio insegnendu o ancu di dà, è diventerà apparente. Forse sì ancu e incuraghjite o manifestà pietà o sì un apostulu (significa missionariu) o un evangelianu.

Hè Masturbazione un Pecciu è Cumu Mi Superu?
U sughjettu di a masturbazione hè difficiule perchè ùn hè micca menzionatu in una manera inconfundibile in a Parolla di Diu. Cusì hè pussibule dì chì ci sò situazioni induve ùn hè micca u peccatu. Tuttavia, a maiò parte di e persone chì si masturbanu regolarmente sò sicuramente implicate in un comportamentu peccatore in qualchì modu. Ghjesù hà dettu in Matteu 5: 28: "Ma a vi dicu chì qualchissia chì feghja una donna cun lussuria hà digià fattu adulteriu cun ella in u so core". Fighjà a pornografia è poi masturbarsi per via di i desideri sessuali causati da a pornografia hè sicuramente peccatu.

Matteu 7: 17 è 18 «In listessu modu, ogni bonu arburu porta frutti boni, ma un arburu male porta frutti cattivi. Un bon arburu ùn pò micca dà frutti cattivi, è un arburu male ùn pò dà frutti boni. " Mi rendu contu chì in u cuntestu si tratta di falsi prufeti, ma u principiu pare appiicà. Pudete sapè se qualcosa hè bonu o male per u fruttu, e cunsequenze, di fà lu. Chì sò e cunsequenze di a masturbazione?

Distorta u pianu di Diu per u sessu in u matrimoniu. U sessu in u matrimoniu ùn hè micca solu per a procreazione, Diu l'hà cuncipitu per esse un'esperienza assai piacevule chì lierebbe u maritu è ​​a moglia inseme. Quandu un omu o una donna ghjunghje à u climax, una quantità di chimichi sò liberati in u cervellu creendu un sensu di piacè, rilassamentu è benessere. Unu di questi hè chimicamente un opiodu, assai simile à i derivati ​​di l'opiu. Non solu pruduce una serie di sensazioni piacevuli, ma cum'è tutti l'opiodi, produce ancu un forte desideriu di ripetere l'esperienza. In sostanza, u sessu hè dipendente. Hè per quessa chì hè cusì difficiule per i predatori sessuali di rinunzià a stupru o molestazione, diventanu dipendenti da a corsa à l'opiodu in u so cervellu ogni volta chì ripetenu u so comportamentu peccatore. À a fine, diventa difficiule, forse impossibile, per elli di gode veramente di qualsiasi altru tipu di sperienza sessuale.

A Masturbazione produce u listessu chimicu in u cervellu cume u sessu maritu o stupru o molestazione fà. Hè un'esperienza puramente fisica, senza a sensibilità à e necessità emozionali di un altru chì hè cusì criticu in u sessu maritu. A persona chì si masturge diventa liberazione sessuale senza u travagliu impurtante di custruà una relazione amorosa cù u so spuninu. Se si masturanu dopu à guardà a pornografia, vedenu l'oggetto di u so desideriu sessuale cume qualcosa da aduprà per a soddisfazione, micca cum'è una persona vera creata à l'imagine di Diu chì deve esse curatu cun rispettu. E ancu chì ùn accade micca in ogni casu, a masturbazione pò diventà una regula per e necessità sessuale chì ùn necessite micca u travagliu di custruà una relazione personale cù u sessu opposu, è pò diventà più desiderabile per quellu chì si masturba di u sferu maritu. È cum'è cù u predatore sessuale, pò diventà cusì addictive chì u sessu maritu ùn hè più desideratu. U Masturbazione pò ancu fà più faciule per l'omi o e donne à esse implicati in e relazioni di stessi sessu induve l'esperienza sessuale hè duie persone chì si masturbavanu l'unu l'altru.

Per cuncessu, Diu hà creatu omi è donne in quantità di esseri sessuali chì e so necessità sessuale eranu socculate in u matrimoniu. Tutte l'altre relazioni sessuali fora di u matrimoniu sò chiaramente cumpressi in a Scrittura, è ancu se a masturbazione ùn hè micca duminicata, ci sò abbastanza conseguenze negativi per fà chì omi è donne chì vanu per piacè a Diu è chì vulanu avè un Diu chì rispettu u matrimoniu per evitallu u matrimoniu.
A prossima domanda hè cume una persona chì hè diventata dipendente da masturbarsi pò liberà da ellu. Bisogna à esse dichjaratu davanti chì, se si tratta di una abitudine di lunga data, pò esse assai difficiule da rompe. U primu passu hè di uttene Diu da u vostru latu è u Spiritu Santu chì travaglia in voi per rompe l'abitudine. In altre parolle, avete bisognu di salvà. A salvezza vene da crede u Vangelu. I Corinzi 15: 2-4 dice: Per questu Vangelu sì salvatu ... Per ciò chì aghju ricevutu l'aghju trasmessu cum'è di prima impurtanza: chì Cristu sia mortu per i nostri peccati secondu e Scritture, ch'ellu sia statu sepoltu, ch'ellu sia statu risuscitatu. u terzu ghjornu secondu e Scritture ". Duvete ammette chì avete fattu piccatu, dì à Diu chì credi à u Vangelu, è dumandalli di perdunà basatu annantu à u fattu chì Ghjesù hà pagatu i to peccati quandu hè mortu in croce. Se una persona capisce u missaghju di salvezza rivelatu in a Bibbia, sà chì dumandà à Diu di salvallu hè essenzialmente dumandà à Diu di fà trè cose: salvallu da l'eterna cunsiquenza di u peccatu (eternità in Infernu), salvallu da a schiavitù à peccà in sta vita, è à piglià lu in celu quand'ellu more induve serà salvatu da a presenza stessa di u peccatu.

Esse salvatu da u putere di u peccatu hè un cuncettu assai impurtante per capisce. Galati 2:20 è Rumani 6: 1-14, frà altre Scritture, insegnanu chì simu posti in Cristu quandu l'accettemu cum'è u nostru Salvatore, è chì una parte di questu hè chì simu crucifissi cun ellu è chì u putere di u peccatu cuntrullà ci hè rottu. Ciò ùn significa micca chì simu automaticamente liberi da tutte l'abitudini peccaminose, ma chì avemu avà u putere di liberacci per mezu di u putere di u Spiritu Santu chì travaglia in noi. Se continuemu à campà in u peccatu, hè perchè ùn avemu micca apprufittatu di tuttu ciò chì Diu ci hà datu per pudè esse liberi. 2 Petru 1: 3 (NVI) dice: "A so putenza divina ci hà datu tuttu ciò chì avemu bisognu per una vita divina per mezu di a nostra cunniscenza di quellu chì ci hà chjamatu per a so gloria è a so buntà".

Una parte critica di stu prucessu hè data in Galati 5: 16 è 17. Dice: "Cusì dicu, camminate da u Spìritu, è ùn site micca gratificatu i desideri di a carne. Perchè a carne vole ciò chì hè cuntrariu à u Spìritu, è u Spìritu ciò chì hè cuntrariu à a carne. Sò in cunflittu trà di elli, per ùn fà micca ciò chì vulete ". Notate chì ùn dice micca chì a carne ùn pò micca fà ciò chì vole. Nè mancu dice chì u Spìritu Santu ùn pò micca fà ciò ch'ellu vole. Dice TU ùn site micca capaci di fà ciò chì vulete. A maiò parte di e persone chì anu accettatu à Ghjesù Cristu cum'è u so Salvatore anu peccati di vulè liberassi di. A maiò parte d'elli anu ancu peccati ch'elli ùn sò micca cuscenti o ùn sò ancu pronti à rinuncià. Ciò chì ùn pudete micca fà dopu avè accettatu à Ghjesù Cristu cum'è u vostru Salvatore hè aspittà chì u Spìritu Santu vi darà u pudere di liberà si da i peccati di i quali vulete liberà mentre cuntinuendu in i peccati chì vulete tene.

Aviu avutu un omu chì m'hà dettu una volta ch'ellu avia da rinuncià à u Cristianesimu perchè avia pricatu à Diu per anni chì l'aiutassi à liberassi da a so dipendenza da l'alcol. L'aghju dumandatu s'ellu avia sempre relazioni sessuali cù a so amica. Quand'ellu hà dettu: "Iè", aghju dettu: "Allora stai dicendu à u Spìritu Santu di lasciassi solu mentre tù piccati cusì, mentre li dumandate di dà u putere di liberassi da a vostra dipendenza da l'alcol. Chì ùn funziunerà micca ". Qualchì volta Diu ci lascia lascia stà in schiavitù per un peccatu perchè ùn simu disposti à rinuncià à un altru peccatu. Se vulete u putere di u Spìritu Santu, duvete uttene in termini di Diu.

Allora se vi masturbate abitualmente è vulete piantà, è avete dumandatu à Ghjesù Cristu di esse u vostru Salvatore, u prossimu passu seria di dì à Diu chì vulete ubbidisce à tuttu ciò chì u Spiritu Santu vi dice di fà è chì vulete in particulare chì Diu vi dica i peccati Hè u più preoccupatu per a vostra vita. In a mo sperienza, Diu hè spessu assai più preoccupatu per i peccati chì ùn sò micca attenti, ch'è per i peccati chì mi preoccupu. Praticamente parlendu, significa significa dumandà sinceramente à Diu di mustrà vi qualunque peccatu micca cunfessatu in a vostra vita è dopu dì ogni ghjornu à u Spìritu Santu chì site ubbiditu à tuttu ciò ch'ellu ti dumanda di fà tuttu u ghjornu è a sera. A prumessa in Galati 5:16 hè vera, "cammina per u Spìritu è ​​ùn site micca gratificatu i desideri di a carne".

A vittoria nantu à qualcosa accussì affucatu cum'è masturbazione abituale pò piglià u tempu. Pudete scugnerà e masturberu di novu. I John 1: 9 dice chì se si cunfugge u vostru fallimentu à Diu, Vi pardonerà è vi purificarà ancu di ogni ingiurità. Se fassi l'impegnu di cunfesà u vostru peccatu immediatamente quandu si falli, sarà un forti dissuadente. U più vicinu à u fallimentu a cunfessione vene, più sei vicinu à a vittoria. À a fine, puderete truvà se cunfida u desideriu di peccatori di Diu prima di peccà è chiede à Diu per u so aiutu per ubbidisce Lui. Quandu quellu succede sì vicinu à a vittoria.

Sì avete sempre a lotta, ci hè una cosa in più chì hè assai utile. Ghjacumu 5: 16 dice: "Dunque cunfessate i vostri peccati l'uni à l'altri è pregate per l'altru per chì pudete esse guaritu. A preghera di una persona ghjusta hè putente è efficace ". Un peccatu assai privatu cum'è a masturbazione ùn deve micca di solitu esse cunfessu à un gruppu di omi è donne, ma truvà una persona o parechje persone di u listessu sessu chì vi rendenu responsabile pò esse assai utile. Duvianu esse cristiani maturi chì si primuranu assai di voi è chì sò disposti à fassi rigularmente dumande dure nantu à u vostru andatu. Cunnosce un amicu cristianu ti guarderà in l'ochji è dumanderà se avete fallitu in questa zona pò esse un incentivu assai pusitivu per fà a cosa curretta cunzistenti.

A vittoria in sta zona pò esse difficiula, ma hè certamente pussibule. Chì Diu ti benedica quandu cercate di ubbidì.

Hè sbagliatu per marità in ordine per ottene una carta verde?
Se site veramente seriu in a ricerca di a vuluntà di Diu in questa situazione, pensu chì a prima dumanda chì deve esse risposta hè, era stata una frode deliberata in u cuntrattu di u matrimoniu per uttene un visa in primu locu. Ùn sò micca sè avete statu davanti à un rappresentante civile di u guvernu o davanti à un ministru cristianu. Ùn sò micca sè avete simpliciamente dettu: "Vogliu marità sta persona", senza dà alcuna ragione, o avete prumessu "di aggrappassi ad elli solu finu à a morte chì ti separa". Sì site davanti à un magistratu civile chì sapia ciò chì fate è perchè, suppunite chì ùn ci possa esse alcun peccatu. Ma se avete fattu publicamente voti à Diu, hè una questione interamente diversa.

A prossima domanda da risponde hè, site tramindui seguitori di Ghjesù Cristu? A quistione dopu dopu questu hè, i dui partiti volenu fora di u "matrimoniu" o face solu una. Sè site un credente, è l'altra persona hè un incrédule, credu chì i cunsiglii di Paul basati annantu à I Corinzi capitulu sette seranu di lascià li divorzià s'ellu hè ciò chì volenu. Sì tramindui credenti o se l'incredulinu ùn vole micca parte, diventa un pocu più cumplicatu. Diu hà dettu prima chì Eva sia stata creata: "Ùn hè micca bonu per l'omu d'esse solu". Pàulu dice in I Corinzi capitulu sette chì per via di l'attrazione di l'immoralità sessuale hè megliu sia per l'omi sia per e donne di esse sposate per chì i so bisogni sessuali sianu soddisfatti in a relazione sessuale cù l'altri. Ovviamente un matrimoniu chì ùn hè mai consumatu ùn risponde micca à i bisogni sessuali di i dui partner.

Senza cunnosce di più a situazione, mi pare impussibile di dà più cunsiglii. Se vulete dà mi più dettagli, saraghju felice di pruvà à dà cunsiglii più biblichi.

In risposta à a vostra seconda dumanda nantu à se una mamma sposata hè obligata à marità cù u babbu di u so zitellu, a risposta simplice hè innò. Hè l'unione sessuale, micca cuncepimentu è partu, chì lega un omu è una donna inseme. A donna à u pozzu avia avutu cinque mariti è l'omu ch'ella avia attualmente ùn era micca u so maritu, ancu se u grecu è l'inglese implicanu una relazione sessuale. In Genesi 38 Tamar hà cuncipitu è ​​hà avutu gemelli da Ghjuda ma ùn ci hè nisuna indicazione chì l'avia maritata o duverebbe maritalla. U versu 26 dice "ùn la cunniscia micca di novu". Mentre hè megliu per un zitellu esse allevatu da i so genitori biologichi, se u babbu biologicu ùn hè micca adattu per esse maritu o babbu, sarebbe scemu di maritallu solu perchè hè u babbu biologicu di un zitellu.

Ùn hè malu à avè una relazione sexuale fora di u matrimoniu?
Una di e cose chì a Bibbia hè assai clarissima hè chì l'adurterie, u sessu cù un altru solu di u vostru còmpiu, hè u peccatu.

Ebrei 13: 4 dici: "U matrimoniu devi esse honuratu da tutte e u matrimoniu mantene tuttu puru, chì Diu hà ghjudicammi l'adulteri è tuttu l'immurali".

A parola traduzzione "immoral sexualmente" significa qualsiasi rilazioni sessuale altru di quattru trà un omu è una donna chì sò maritatu entre si. Hè utilitaire in I Tessalonici 4: 3-8 "Ghjè a voluntata di Ddiu chì vi duvere aghjustatu: chì vi evitevi l 'immoralità sexuale; chì ogni ghjornu deve cuntene à cuntrullà u so corpu in una manera chì hè santu è onorevoli, micca in passion passionate cum'è i pagani, chì ùn sanu micca di Diu; è chì in questu mumentu nimu ùn anu bisognu à u so fratellu o fassi benefigliate.

U Signore punisce l'omini per tutti issi peccati, cum'è noi avemu digià avete è avete avvirtutu. Perchè Diu ùn ci micca chjamatu per esse impuro, ma per vive una vita santa. Perchè ellu chì rifieghja sta struzzioni ùn rimettenu u male, ma Diu, chì dà u so Spìritu Santu.

Ùn avete Magia è Stregoneria sbagliate?
U mondu spiritu hè assai reale. Satanassu è i spìriti maligni sottu u so cuntrollu sò sempre in guerra contr'à e persone. Sicondu Ghjuvanni 10:10, hè un latru chì "ùn vene chè per arrubà, tumbà è distrughje". E persone chì si sò alliate cù Satanassu (stregoni, streghe, quelli chì praticanu a magia nera) ponu influenzà i spiriti maligni per causà danni à e persone. Esse strettamente proibitu d'esse implicatu in una qualsiasi di queste pratiche. Deuteronomiu 18: 9-12 dice: "Quandu entri in terra u Signore u to Diu ti dà, ùn amparate micca à imità i modi detestabili di e nazioni quì. Ch'ellu ùn sia truvatu nimu trà voi chì sacrifica u so figliolu o figliola in u focu, chì pratica a divinazione o a stregoneria, interpreta auguri, s'impegna in stregoneria, o lancia incantesimi, o chì hè un mediu o spiritu o chì cunsulta i morti. Qualchissia chì faci ste cose hè detestabile per l'Eternu, è per via di ste pratiche detestabili l'Eternu, u to Diu, cacciarà ste nazioni davanti à voi ".

Hè impurtante di ricurdà chì Satanassu hè un bugiardu è u babbu di e bugie (Ghjuvanni 8:44) è assai di ciò chì qualchissia chì hè assuciatu cun ellu dice serà falsu. Hè ancu impurtante di ricurdà chì Satanassu hè paragunatu à un leone chì rugge in I Petru 5: 8. Solu vechji leoni masci vechji, largamente senza denti, rughjanu. I giovani leoni si lampanu nantu à e so prede u più tranquillamente pussibule. U scopu di un leone chì rugge hè di spaventà e so prede per piglià decisioni sceme. Ebrei 2: 14 è 15 parlanu di Satanassu chì hà u putere nantu à e persone per via di a paura, specificamente di a so paura di morte.

A bona nutizia hè chì unu di i vantaghji di diventà cristianu hè chì simu stati cacciati da u regnu di Satanassu è posti in u regnu di Diu sottu a prutezzione di Diu. Colossians 1: 13 & 14 dice: "Perchè ci hà liberatu da u duminiu di e tenebre è ci hà purtatu in u regnu di u Figliolu ch'ellu ama, in quale avemu a redenzione, u perdonu di i peccati. I Ghjuvanni 5:18 (ESV) dice: "Sapemu chì tutti quelli chì sò nati da Diu ùn continuanu micca à peccà, ma quellu chì hè natu da Diu u prutege, è u male ùn u tocca micca."

Dunque u primu passu per pruteggervi hè di diventà cristianu. Ammette chì avete fattu piccatu. Rumani 3:23 dice, "perchè tutti anu fattu piccati è mancanu a gloria di Diu". Dopu ammettite chì u vostru peccatu merita a punizione di Diu. Rumani 6:23 dice: "Perchè u salariu di u peccatu hè a morte". Cridite chì Ghjesù hà pagatu a pena per u vostru peccatu quandu hè mortu nantu à a croce; crede ch'ellu hè statu sepoltu è po s'hè risuscitatu. Leghje I Corinzi 15: 1-4 è Ghjuvanni 3: 14-16. Infine, dumandatelu di esse u vostru Salvatore. Rumani 10:13 dice: "Quellu chì invoca u nome di u Signore serà salvatu". Arricurdatevi, li dumandate di fà qualcosa per voi chì ùn pudete micca fà per voi stessu (Rumani 4: 1-8). (Se avete sempre dumande nantu à se sì statu salvatu o micca, ci hè un eccellente articulu nantu à "Assicuranza di Salvazione" in a sezione di e Domande Frequenti di u situ Web PhotosforSouls

Allora chì pò fà Satanassu à un cristianu. Ellu ci pò tentà (I Tessalonicani 3: 5). Pò pruvà à spaventà per fà cose chì sò sbagliati (I Petru 5: 8 & 9; Ghjacumu 4: 7). Pò fà accade cose chì ci impediscenu di fà ciò chì vulemu fà (I Tessalonicani 2:18). Ùn pò micca veramente fà nunda altru per dannacci senza avè permessu da Diu (Job 1: 9-19; 2: 3-8), a menu chì ùn sceglimu di rendeci vulnerabili à i so attacchi è schemi (Efesini 6: 10-18). Ci hè parechje cose chì a ghjente face per fassi vulnerevuli à Satanassu chì li face male: adurà l'ìduli o impegnassi in pratiche occultiche (I Corinzi 10: 14-22; Deuteronomiu 18: 9-12); campà in una ribellione persistente contr'à a vuluntà palisata di Diu (I Samuele 15:23; 18:10); tene in furia hè ancu specificamente menzionatu (Efesini 4:27).

Allora se site cristianu, chì duvete fà sè pensate chì qualchissia utilizzi magia nera, stregoneria o stregoneria contru à voi. Arricurdatevi chì site u zitellu di Diu è sottu a so prutezzione è ùn lasciate micca teme (I Ghjuvanni 4: 4; 5:18). Pregate di modu regulare, cum'è Ghjesù ci hà amparatu in Matteu 6:13, "liberaci da u male". Mustrà in nome di Ghjesù ogni pensamentu di paura o di cundanna (Rumani 8: 1). Obbedisci à tuttu ciò chì sapete chì Diu vi dice di fà in a so Parolla. A menu chì ùn avete micca datu à Satanassu u dirittu di participà à a vostra vita, questu deve esse abbastanza.

Se avete statu prima impegnatu persunale in idolatria, stregoneria, stregoneria o magia nera o sì statu vulnerabile à l'attacchi di Satanassu da una ribellione persistente contr'à ciò chì Diu ci dice di fà in a Sua Parolla, pudete bisognu di fà di più. Prima dicenu à voce alta: "Rinunzu à Satanassu è à tutte e so opere". In i primi tempi di a chjesa era un requisitu cumunu per e persone chì venianu à esse battezzate. Se pudete fà questu liberamente senza sente alcun ostaculu spirituale, ùn site probabilmente micca in schiavitù. Se ùn pudete micca, truvate un gruppu di seguitori di Ghjesù chì credenu in a Bibbia, cumpresu un pastore, se hè pussibule, è fate pregà per voi, dumandendu à Diu di liberallu da u putere di Satanassu. Chiede à di continuà à pregà finu à chì sentenu in i so spiriti chì site liberatu da ogni schiavitù spirituale. Arricurdatevi di Satanassu statu scunfittu à a croce (Colossesi 2: 13-15). Cum'è cristianu appartene à u Creatore di l'universu Chì vole chì siate liberu da tuttu ciò chì Satanassu pruvaria à fà per voi.

A Punizione in Infernu Eterna?
            Ci hè parechje cose chì a Bibbia insegna chì amu assolutamente, cume quantu Diu ci ama. Ci sò altre cose chì vogliu in verità ùn esse micca quì, ma u mo studiu di e Scritture m'hà cunvintu chì, Se seraghju cumpletamente onestu in a manera di gestisce a Scrittura, devu crede chì insegna chì i persi soffriranu un turmentu eternu Infernu.

Quelli chì si mettevanu in discussione l'idea di u turmentu eternu in l'Infernu diceranu spessu chì e parolle aduprate per discrive a durata di u turmentu ùn significanu micca esattamente eterne. E mentre questu hè veru, chì i tempi Grechi di u Novu Testamentu ùn anu micca avutu è utilizanu una parolla esattamente equivalente à a nostra parola eterna, i scrittori di u Novu Testamentu anu adupratu e parolle dispunibuli per discrive à tempu quantu duremu di campà cun Diu è quantu tempu soffre l'infidi in Infernu. Matteu 25:46 dice: "Allora andaranu à a punizione eterna, ma i ghjusti à a vita eterna". E stesse parolle tradutte eterne sò aduprate per discrive Diu in Rumani 16:26 è u Spìritu Santu in Ebrei 9:14. 2 Curintini 4: 17 & 18 ci aiuta à capì ciò chì significanu veramente e parolle greche traduttu "eternu". Dice: "Perchè i nostri prublemi legeri è momentarii stanu ottenendu per noi una gloria eterna chì li supera assai à tutti. Cusì fissemu i nostri ochji micca nantu à ciò chì si vede, ma nant'à ciò chì ùn si vede, postu chì ciò chì si vede hè pruvisoriu, ma ciò chì ùn si vede hè eternu ".

Mark 9: 48b "Hè megliu per voi per entre in a vita mutilata chì cù duie mani per andà in l'infernu, induve u focu ùn spegne mai." Ghjude 13c "Per quale u bughju più neru hè statu riservatu per sempre". Revelazione 14: 10b & 11 "Seranu turmentati da u zolfu ardente in presenza di i santi angeli è di l'Agnellu. È u fumu di u so turmentu risurterà per sempre è sempre. Ùn ci serà micca riposu ghjornu o notte per quelli chì veneranu a bestia è a so maghjina, o per quellu chì riceve u segnu di u so nome ". Tutti sti passaghji indicanu qualcosa chì ùn finisce micca.

Forse l'indicazione a più forte chì a punizione in l'Infernu hè eterna si trova in Rivelazione capituli 19 è 20. In Revelazione 19:20 avemu lettu chì a bestia è u falsu prufeta (tramindui esseri umani) "sò stati ghjittati vivi in ​​u lavu di focu di u zolfu chì brusgia". Dopu questu dice in Revelazione 20: 1-6 chì Cristu regna per mille anni. Durante questi milla anni Satana hè chjosu in l'Abissu ma Revelazione 20: 7 dice: "Quandu i mila anni finiscinu, Satanassu serà liberatu da a so prigiò". Dopu ch'ellu hà fattu un ultimu tentativu di scunfighja à Diu, avemu lettu in Rivilazione 20: 10, "È u diavule, chì li hà ingannatu, hè statu lampatu in u lagu di zolfu ardente, induve a bestia è u falsu prufeta eranu stati lampati. Seranu turmentati ghjornu è notte per sempre è per sempre ". A parolla "elli" include a bestia è u falsu prufeta chì ci sò dighjà dapoi mille anni.

Devu Sò Nasciu Vutu?
Parechje persone anu l'idea sbagliata chì e persone nascenu cristiani. Pò esse veru chì e persone nascenu in una famiglia induve unu o più genitori credenu in Cristu, ma ciò ùn face micca una persona cristiana. Pudete esse natu in a casa di una religione particulare ma eventualmente ogni persona deve sceglie ciò chì crede.

Ghjosuè 24:15 dice: "Sceglite voi stu ghjornu à quale serve". Una persona ùn hè micca nata cristiana, si tratta di sceglie a via di a salvezza da u peccatu, micca di sceglie una chjesa o una religione.

Ogni religione hà u so diu, u creatore di u so mondu, o grande capimachja chì hè u maestru centrale chì insegna a strada di l'immortalità. Pò esse simuli o totalmente diversi da u Diu di a Bibbia. A maiò parte di a ghjente hè ingannata pensendu chì tutte e religioni portanu à un diu unicu, ma sò venerate in vari modi. Cù stu tipu di penseru ci sò o più creatori o parechje vie per Diu. Tuttavia, quandu ispezionati, a maiò parte di i gruppi dicenu esse l'unicu modu. Parechji pensanu ancu chì Ghjesù hè un grande maestru, ma hè assai più di quellu. Hè u Figliolu unicu di Diu (Ghjuvanni 3:16).

A Bibbia dice chì ci hè solu un Diu è un modu per vene à ellu. I Timuteu 2: 5 dice: "Ci hè un Diu è un mediatore trà Diu è l'omu, l'omu Cristu Ghjesù". Ghjesù hà dettu in Ghjuvanni 14: 6, "Sò a strada, a verità è a vita, nimu vene à u Patre, ma per mezu di mè". A Bibbia insegna chì u Diu d'Adamu, Abràhamu è Mosè hè u nostru Creatore, Diu è Salvatore.

U Libru di Isaia hà assai, assai riferimenti à u Diu di a Bibbia chì hè u solu Diu è Creatore. In realtà hè dichjaratu in u primu versu di a Bibbia, Genesi 1: 1, "In principiu Diu hà criatu i celi è a terra ". Isaia 43: 10 è 11 dice: "affinchì pudete cunnosce è crede à mè è capisce chì sò Ellu. Davanti à mè ùn hè statu furmatu un diu, nè ne serà unu dopu à mè. Eiu, ancu eiu, sò u SIGNORE, è fora di mè ùn ci hè salvatore ".

Isaia 54: 5, induve Diu parla à Israele, dice: "Perchè u vostru Creatore hè u vostru maritu, u Signore Onnipotente hè u so nome - u Santu d'Israele hè u vostru Redentore, hè chjamatu u Diu di tutta a terra". Hè u Diu Onniputente, u Creatore di tuttu a terra. Osea 13: 4 dice: "ùn ci hè nisun Salvadore fora di Me". Efesini 4: 6 dice chì ci hè "un Diu è Babbu di noi tutti".

Ci sò parechji, parechje versi:

Salmu 95: 6

Isaiah 17: 7

Isaia 40:25 u chjama u "Diu Eternu, u Signore, u Creatore di l'estremità di a terra".

Isaia 43: 3 u chjama: "Diu u Santu d'Israele"

Isaia 5:13 u chjama: "U Tò Creatore"

Isaiah 45: 5,21 è 22 dicenu chì ci hè, "nisun altru Diu".

Vede ancu: Isaia 44: 8; Marcu 12:32; I Corinzi 8: 6 è Ghjeremia 33: 1-3

A Bibbia dice chjaramente ch'ellu hè u solu Diu, l'unicu Creatore, u solu Salvatore è ci mostra chjaramente Quale hè. Allora ciò chì face u Diu di a Bibbia diversu è u distingue. Hè Quellu chì dice chì a fede furnisce un modu di perdonu da i peccati fora di pruvà à guadagnà la per a nostra buntà o e nostre bone azzioni.

E Scritture ci mostranu chjaramente chì u Diu chì hà creatu u mondu ama tutta l'umanità, tantu ch'ellu hà mandatu u so solu Figliolu per salvacci, per pagà u debitu o a punizione per i nostri peccati. Ghjuvanni 3: 16 è 17 dicenu: "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u so solu Figliolu ... chì u mondu sia salvatu per ellu". I Ghjuvanni 4: 9 è 14 dicenu: "Per questu l'amore di Diu hè statu manifestatu in noi, chì Diu hà mandatu u so Figliolu unitu in u mondu per chì pudemu campà per ellu ... U Patre hà mandatu u Figliolu per esse u Salvatore di u mondu . " I Ghjuvanni 5:16 dice: "Diu ci hà datu a vita eterna è sta vita hè in u so Figliolu". Rumani 5: 8 dice: "Ma Diu dimostra u so amore per noi, chì mentre eramu peccatori, Cristu hè mortu per noi". I Ghjuvanni 2: 2 dice: "Ellu stessu hè a propitazione (ghjustu pagamentu) per i nostri peccati; è micca solu per i nostri, ma ancu per quelli di u mondu sanu ". Propitiation significa fà espiazione o pagamentu per u debitu di u nostru peccatu. I Timoteu 4:10 dice, Diu hè u "Salvatore di tuttu omi ".

Allora cumu una persona si adatta sta salvezza per sè? Cumu si pò diventà cristianu? Fighjemu à Ghjuvanni u capitulu trè induve Ghjesù stessu spiega questu à un capu ebreu, Nicodemu. Ghjunse à Ghjesù a notte cù dumande è incomprensioni è Ghjesù li dete risposte, e risposte chì avemu tutti bisognu, e risposte à e dumande chì vo fate. Ghjesù li disse chì per diventà una parte di u Regnu di Diu avia bisognu di esse natu di novu. Ghjesù disse à Nicodemu chì Ellu (Ghjesù) duvia esse alzatu (parlendu di a croce, duv'ellu sarebbe mortu per pagà u nostru peccatu), ciò chì era storicamente prestu accadutu.

Ghjesù li disse allora chì ci era una cosa ch'ellu avia da fà, CREDI, crede chì Diu L'hà mandatu à more per u nostru peccatu; è questu ùn era micca veru per Nicodemu solu, ma ancu per "u mondu sanu", cumprese voi cum'è citatu in I Ghjuvanni 2: 2. Matteu 26:28 dice, "questu hè u novu allianza in u mo sangue, chì hè sparsu per parechji per a remissione di i peccati". Vede ancu I Corinzi 15: 1-3, chì dice chì questu hè u Vangelu chì, "Hè mortu per i nostri peccati".

In Ghjuvanni 3:16 Disse à Nicodemu, dicenduli ciò ch'ellu deve fà, "chì quellu chì crede in ellu averà a vita eterna". Ghjuvanni 1:12 ci dice chì simu diventati figlioli di Diu è Ghjuvanni 3: 1-21 (leghjite u passaghju sanu) ci dice chì simu "nati di novu". Ghjuvanni 1:12 a dice cusì, "Quelli chì l'anu ricevutu, li hà datu u dirittu di diventà figlioli di Diu, à quelli chì credenu in u so nome".

Ghjuvanni 4:42 dice: "perchè avemu intesu per noi stessi è sapemu chì questu hè veramente u Salvatore di u mondu". Hè ciò chì duvemu tutti fà, crede. Leghje Rumani 10: 1-13 chì finisce dicendu: "Quellu chì invucarà u nome di u Signore serà salvatu".

Questu hè ciò chì Ghjesù hè statu mandatu da u so Babbu per fà è cum'ellu hè mortu hà dettu: "Hè finitu" (Ghjuvanni 19:30). Non solu avia finitu l'opera di Diu, ma e parolle "Hè finita" significanu letteralmente in grecu, "Pagatu in tuttu", e parolle chì sò state scritte nantu à u documentu di liberazione di un prigiuneru quandu hè statu liberatu è chì significava chì a so punizione era legalmente "pagata" in pienu ". Cusì Ghjesù dicia chì a nostra pena di morte per u peccatu (vede Rumani 6:23 chì dice chì u salariu o a pena di peccatu hè a morte) era statu pagatu in tuttu da ellu.

A bona nutizia hè chì sta salvezza hè di rigalu per tuttu u mondu (Ghjuvanni 3:16). I Rumani 6:23 ùn solu dicenu: "u salariu di u peccatu hè a morte", ma dice ancu: "ma u donu di Diu hè eternu a vita per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore ". Leghje Revelazione 22:17. Dice: "Quellu chì li lascia piglià l'acqua di a vita liberamente". Titu 3: 5 & 6 dice: "micca per opere di ghjustizia chì avemu fattu ma secondu a so misericordia ci hà salvatu ..." Chì maravigliosa salvezza Diu hà furnitu.

Cumu l'avemu vistu, hè l'unicu modu. Tuttavia, duvemu ancu leghje ciò chì Diu dice in Ghjuvanni 3: 17 & 18 è in u versu 36. Ebrei 2: 3 dice: "cumu pudemu scappà se ignoremu una tale grande salvezza?" Ghjuvanni 3: 15 è 16 dice chì quelli chì credenu anu a vita eterna, ma u versu 18 dice: "Quellu chì ùn crede hè digià cundannatu perchè ùn hà micca cridutu in u nome di u Figliolu unicu di Diu". U versu 36 dice, "ma quellu chì rifiuta u Figliolu ùn vedrà micca a vita, perchè l'ira di Diu ferma nantu à ellu". In Ghjuvanni 8:24 Ghjesù disse: "A menu chì ùn cridite micca chì sò Ellu, murerete in u vostru peccatu".

Perchè hè questu? Atti 4:12 ci dice! Dice: "Nè ci hè a salvezza in alcunu altru, perchè ùn ci hè nisun altru nome sottu u celu datu trà l'omi per quale duvemu esse salvati". Ùn ci hè solu un altru modu. Avemu bisognu di rinuncià à e nostre idee è nuzione è accettà a via di Diu. Luke 13: 3-5 dice: "A menu chì ùn vi pentite micca (chì significa letteralmente cambià di idea in grecu) pererete tutti listessi". A punizione per tutti quelli chì ùn credenu micca è u ricevenu hè chì seranu puniti eternamente per e so azzioni (i so peccati).

Revelazione 20: 11-15 dice: "Dopu aghju vistu un grande tronu biancu è quellu chì era pusatu annantu. A Terra è u celu fughjenu da a so presenza, è ùn ci era micca locu per elli. È aghju vistu i morti, grandi è chjuchi, chì stavanu davanti à u tronu, è i libri eranu aperti. Un altru libru hè statu apertu, chì hè u libru di a vita. I morti sò stati ghjudicati secondu ciò ch'elli avianu fattu cum'è registratu in i libri. U mare hà datu i morti chì eranu in ellu, è a morte è Ade anu datu i morti chì eranu in elli, è ogni persona hè stata ghjudicata secondu ciò ch'ellu avia fattu. Tandu a morte è l'Ade sò stati ghjittati in u lagu di focu. U lagu di focu hè a seconda morte. Se u nome di qualcunu ùn hè statu trovu scrittu in u libru di a vita, hè statu lampatu in u lavu di focu ". Revelazione 21: 8 dice: "Ma i vigliacchi, l'increduli, i vili, l'assassini, i sessualmente immurali, quelli chì praticanu arti magiche, l'idolatri è tutti i bugiardi - a so piazza serà in u lavu di focu di u zolfu ardente. Questa hè a seconda morte ".

Leghjite dinò Revelazione 22:17 è ancu Ghjuvanni capitulu 10. Ghjuvanni 6:37 dice: "Quellu chì vene à mè, ùn u cacceraghju micca sicuramente ..." Ghjuvanni 6:40 dice: "Hè a vulintà di u vostru Babbu chì tutti quelli chì eccu u Figliolu è crede in ellu pò avè a vita eterna; è eiu stessu u risusciteraghju l'ultimu ghjornu. Leghje Numeri 21: 4-9 è Ghjuvanni 3: 14-16. Se crede chì sarete salvatu.

Cumu avemu discuttu, unu ùn hè micca natu cristianu ma entrà in u Regnu di Diu hè un attu di fede, una scelta per quellu chì vole crede è esse natu in a famiglia di Diu. I Ghjuvanni 5: 1 dice: Quellu chì crede chì Ghjesù hè u Cristu hè natu da Diu ". Ghjesù ci salverà per sempre è i nostri peccati seranu perdonati. Leghje Galati 1: 1-8 Questa ùn hè micca a mo opinione, ma a Parolla di Diu. Ghjesù hè u solu Salvadore, l'unicu modu per Diu, l'unicu modu per truvà u pirdunu.

Era Ghjesù Reale? Cumu scappa l'infernu?
Avemu ricevutu duie dumande chì ci sentenu riguardanti / o assai impurtanti l'una per l'altra per allora ci cullemu o ligemu in ligna.

Sì Ghjesù ùn era micca una persona vera allora tuttu ciò chì si dice o si scrive nantu à ellu hè inutile, solu opinione è pocu affidabile. Allora ùn avemu micca Salvatore da u peccatu. Nisuna altra figura religiosa di a storia, o fede, face e rivendicazioni ch'ellu hà fattu è prumette u perdonu di u peccatu è una casa eterna in u Celu cun Diu. Senza ellu ùn avemu alcuna speranza di u celu.

In realtà, a Scrittura hà preditu chì l'ingannatori mettevanu in discussione a Sua esistenza è negavanu ch'ellu sia entratu in carne cum'è una persona vera. 2 Ghjuvanni 7 dice: "Parechji ingannatori sò surtiti in u mondu, quelli chì ùn ricunnoscenu micca à Ghjesù Cristu cum'è venendu in carne ... questu hè l'ingannatore è l'anti-Cristu". I Ghjuvanni 4: 2 & 3 dice: "Ogni spiritu chì ricunnosce chì Ghjesù Cristu hè ghjuntu in carne hè di Diu, ma ogni spiritu chì ùn ricunnosce micca à Ghjesù ùn hè micca di Diu. Questu hè u spiritu di l'anti-Cristu, chì avete intesu vene è ancu avà hè digià in u mondu ".

Vidite, u Figliolu Divinu di Diu avia da vene cum'è una vera persona, Ghjesù, per piglià a nostra piazza, per salvacci paghendu a pena di u peccatu, murendu per noi; perchè a Scrittura dice: "senza spargimentu di sangue ùn ci hè rimissione di u peccatu" (Ebrei 9:22). Leviticu 17:11 dice: "Perchè a vita di a carne hè in u sangue". Ebrei 10: 5 dice: "Dunque, quandu Cristu hè ghjuntu in u mondu, hà dettu: 'U sacrifiziu è l'offerta ùn ti vulianu micca, ma un corpu m'hai preparatu per mè. ' "I Petru 3:18 dice:" Perchè Cristu hè mortu per i peccati una volta per tutte, i ghjusti per l'inghjusti, per purtassi à Diu. Era cundottu à a morte in u corpu ma resu vivu da u Spìritu ». Rumani 8: 3 dice: "Perchè ciò chì a lege era impotente à fà in quantu era indebulita da a natura peccaminosa, Diu hà fattu mandendu u so Figliolu" in a similezza di l'omu peccatore per esse un peccatore. " Vede ancu I Petru 4: 1 è I Timoteu 3:18. Duvia esse un sustitutu cum'è persona.

Sè Ghjesù ùn era micca reale, ma un mitu, allora ciò chì Egli hà insegnatu hè cumpostu, ùn ci hè una realità in u Cristianesimu, nè evangelu nè salvezza.

E prime prove storiche ci mostranu (o corroboranu) ch'ellu hè reale è solu quelli chì volenu scredità u so insegnamentu, in particulare u Vangelu, affirmanu ch'ellu ùn esistia micca. Ùn ci hè nisuna prova chì dice ch'ellu era una storia o una fantasia. Non solu a Bibbia prevede chì a ghjente dicerebbe ch'ellu ùn era micca veru, ma i registri storichi ci danu a prova chì i conti biblichi sò accurati è sò un attuale registru storicu di a so vita.

Curiosamente, u fattu chì hè spressu in sti termini, "Hè vinutu in carne", implica chì Ellu esiste prima di a so nascita.

E mo fonti per l'evidenza presentata venenu da bethinking.com è Wikipedia. Cerca in sti siti per leghje e prove in tuttu. Wikipedia nantu à a storicità di Ghjesù dice, "A storicità si riferisce à se Ghjesù di Nazaretta era una figura storica o micca" è "assai pochi studiosi anu sustenutu a non storicità è ùn anu micca riesciutu per l'abbundanza di prove à u cuntrariu". Dice dinò: "Eccu poche eccezioni, tali critichi generalmente supportanu a storicità di Ghjesù è rifiutanu a teoria di u mitu di Cristu chì Ghjesù ùn esistia mai". Questi siti danu cinque fonti cù riferimenti storichi riguardanti Ghjesù cum'è una vera persona storica reale: Tacitu, Pliniu u Ghjovanu, Ghjiseppu, Lucianu è u Talmud Babylonian.

1) Tacitu hà scrittu chì Nerone hà culpitu i cristiani di a combustione di Roma, descrindulu cum'è "Cristu" chì hà patitu a "pena estrema durante u regnu di Tiberiu à a manu di Ponziu Pilatu."

2) Plinì u Ghjovinu si riferisce à i cristiani cum'è "veneri" da "un innu à Cristu cum'è à un diu."

3) Ghjiseppu, storicu ebreu di u primu seculu, riferisce: "Ghjacumu, u fratellu di Ghjesù u cusiddettu Cristu". Hà scrittu ancu un altru riferimentu à Ghjesù cum'è una persona vera, chì "hà fattu fatti sorprendenti", è "Pilatu ... u cundannò à esse crucifissu".

4) Stati Luciani, "i cristiani venerà un omu di stu ghjornu ... chì hà introduttu u so ritu rumanzu è rassignatu annantu à stu cuntu ... è venerà u sage crucifissu ".

Ciò chì mi pare straordinariu hè chì ste persone storiche di u primu seculu chì ricunnoscenu ch'ellu era reale eranu tutte e persone chì odiavanu o, almenu, ùn cridianu micca in ellu, cum'è i Ghjudei o i Rumani, o scettichi. Dimmi, perchè i so nemichi u ricunnoscerianu cum'è una persona vera s'ella ùn era vera.

5) Una altra fonte stupente hè u Talmud Babylonian, una scrittura Rabbinica Ebraica. Descrive a so vita è a so morte cum'è a Scrittura. Dice chì l'anu odiatu è perchè l'anu odiatu. In questu dicenu chì pensavanu à ellu cum'è una persona chì minacciava e so credenze è e so aspirazioni pulitiche. Vulianu chì i Ghjudei u crucifissinu. U Talmud dice chì hè statu "impiccatu", chì era comunmente adupratu per discrive a crucifissione, ancu in a Bibbia (Galati 3:13). U mutivu datu per quessa era "stregoneria" è a so morte hè accaduta "a vigilia di a Pasqua". Dice chì "hà praticatu a magia è hà incitatu Israele à l'apostasia". Questu cuncorda cù l'insignamentu scritturale è a so descrizzione di a visione ebraica di Ghjesù. Per esempiu, a menzione di stregoneria coincide cù a Scrittura chì dice chì i dirigenti ebrei accusavanu à Ghjesù di fà miraculi da Beelzebul è dicenu: "Hà cacciatu i demonii da u guvernatore di i demoni" (Mark 3: 22). Anu ancu dettu: "Ellu cunduce à a folla" (Ghjuvanni 7:12). Anu dichjaratu ch'ellu averia distruttu Israele (Ghjuvanni 11: 47 è 48). Tuttu què cunferma sicuramente ch'ellu era reale.

Hè venutu è hà cambiatu certamente e cose. Hà purtatu a Nuova Allianza prumessa (Ghjeremia 31:38), chì hà purtatu a redenzione. Quandu una Nova Allianza hè fatta, l'antica passa. (Leghje Ebrei capituli 9 è 10.)

Matteu 26: 27 è 28 dice: "È quandu avia pigliatu una tazza è ringraziatu, li dete, dicendu:" Bè da ellu, voi tutti; perchè questu hè u mo sangue di l'allianza chì hè versatu per parechji per u perdonu di i peccati. "Sicondu Ghjuvanni 1:11, i Ghjudei u ricusonu.

Curiosamente, Ghjesù hà ancu prufetizatu a distruzzione di u tempiu è di Ghjerusalemme è a sparghjera di i Ghjudei da i Rumani. A distruzzione di u tempiu hè accaduta in u 70 d.C. Quandu hè accadutu tuttu u sistema di l'Anticu Testamentu hè statu ancu distruttu; u tempiu, i preti chì offrenu sacrifizii perpetui, tuttu.

Dunque a Nova Allianza chì Diu avia prumessu letteralmente è storicamente hà rimpiazzatu u sistema di l'Anticu Testamentu. Cumu puderia una religione, s'ella era solu un mitu, basatu annantu à una persona mitica, resultà in una religione chì cambia vita è avà dura da guasi 2,000 anni? (Iè, Ghjesù era reale!)

 

 

Chì dice a Bibbia di una Società Cashless è a Marca di a Bestia?
            A Bibbia ùn usa micca u termine, "sucietà cashless", ma indirettamente implica quandu parla di l'Anticristu chì cù l'aiutu di u Falsu Prufeta profana u tempiu di Ghjerusalemme durante a Tribulazione. Questu avvenimentu hè chjamatu l'Abominazione di a Desolazione. U Marcu di a Bestia hè mintuvatu solu in Rivilazione 13: 16-18; 14: 9-12 è 19:20. Ovviamente se u guvernatore richiede a so marca per cumprà o vende, significa chì a sucietà sarà senza contanti. Revelazione 13: 16-18 dice: "Ellu face chì tutti, picculi è grandi, ricchi è poveri, sia liberi sia schiavi, sianu marcati à a diritta o à a fronte, affinchì nimu ùn possa cumprà o vende s'ellu ùn hà a marca, vale à dì, u nome di a bestia o u numeru di u so nome. Questu chjama per a saviezza, lasciate chì quellu chì hà intelligenza calcula u numeru di a bestia, perchè hè u numeru di un omu, è u so numeru hè 666.

A Bestia (Anti-Cristu) hè un guvernatore mundiale chì, cù a putenza di u dragone (Satanassu - Revelazione 12: 9 & 13: 2) è l'aiutu di u Falsu Prufeta si mette in opera è esige esse veneratu cum'è Diu. Questu avvenimentu specificu si verifica in mezu à a tribulazione quandu ferma l'offerte è i sacrifici in u tempiu. (Leghjite bè Daniel 9: 24-27; 11:31 & 12:11; Matthew 24:15; Mark 13:14; I Tessalonicani 4: 13-5: 11 è 2 Tessalonicani 2: 1-12 è Revelazione capitulu 13. ) U falsu prufeta dumanda chì una maghjina di a Bestia sia custruita è adurata. Questi avvenimenti accadenu durante a Tribulazione induve in Rivelazione 13 vedemu l'Anticristu chì richiede a so marca nantu à tutti per ch'elli possinu cumprà o vende.

Piglià a marca di a Bestia serà una scelta ma 2 Tessalonicani 2 mostranu chì quelli chì ricusanu di accettà Ghjesù cum'è Diu è Salvatore da u peccatu seranu accecati è ingannati. A maiò parte di i cridenti nati di novu sò cunvinti chì u Rapitu di a chjesa si faci nanzu à questu è chì ùn soffreremu micca l'ira di Diu (I Tessalonici 5: 9). Pensu chì parechje persone temenu chì pudemu piglià accidentalmente sta marca. A parolla di Diu dice in 2 Timuteu 1: 7, "Diu ùn ci hà micca datu un spiritu di paura, ma d'amore è di putenza è di una mente sana". A maiò parte di i passaggi nantu à questu tema dicenu chì duvemu avè saviezza è comprensione. Pensu chì duvemu leghje e Scritture è studialle attentamente per chì siamu cunnuscenti in quantu à questu sughjettu. Simu in traccia di risponde à altre dumande nantu à questu sughjettu (a Tribulazione). Per piacè leghjiteli quand'elli sò postati è leghjenu altri siti web da fonti evangeliche reputabili è leghjite è studiate ste Scritture: I Libri di Daniele è Rivelazione (Diu prumette una benedizzione à quelli chì leghjenu questu ultimu libru), Matteu capitulu 24; Mark capitulu 13; Luke capitulu 21; I Tessalonicani, in particulare i capituli 4 è 5; 2 Thessalonians capitulu 2; Ezekiel capituli 33-39; Isaia capitulu 26; u Libru di Amos è qualsiasi altre Scritture nantu à questu tema.

Attenti à i culti chì prevedenu e date è pretendenu chì Ghjesù hè quì; invece di circà i segni biblichi di a venuta di l'ultimi ghjorni è di u ritornu di Ghjesù, in particulare 2 Tessalonicani 2 è Matteu 24. Ci sò eventi chì ùn sò ancu accaduti chì devenu accadere prima chì a Tribulazione possa accade: 1). U Vangelu deve esse predicatu à tutte e nazioni (etnos).  2). Ci serà un novu tempiu ebreu in Ghjerusalemme chì ùn ci hè ancu, ma i Ghjudei sò pronti à custruì lu. 3). 2 Thessaloniani 2 indica chì a bestia (Anti-Cristu, Omu di u Peccatu) serà rivelata. Per avà ùn sapemu micca quale ellu hè. 4). A Scrittura rivela ch'ellu nascerà da una confederazione di 10 nazioni cumposta da nazioni chì anu radichi in l'anticu Imperu Rumanu (Vede Daniel 2, 7, 9, 11, 12). 5). Farà un trattatu cù parechji (probabilmente questu riguarda Israele). Nisunu di questi eventi sò stati accaduti sin'à avà, ma tutti sò pussibuli in un prossimu avvene. Credu chì questi avvenimenti sò stati creati in a nostra vita. Israele hà da custruì un tempiu; l'Unione Europea esiste, è puderia esse facilmente u precursore di a cunfederazione; una sucietà cashless hè pussibule è hè certamente discututa oghje. I segni di Matteu è Luke di terramoti, di pesti è di guerre sò di sicuru veri. Dice ancu chì duvemu esse attenti è pronti per u ritornu di u Signore.

U modu per esse prontu hè di seguità à Diu prima cridendu u Vangelu nantu à u Figliolu è accettendulu cum'è u vostru Salvatore. Leghje I Corinzi 15: 1-4 chì dice chì ci vole à crede ch'ellu hè mortu nantu à a croce per pagà u debitu per i nostri peccati. Matteu 26:28 dice: "Questa hè a nova allianza in u mo sangue chì hè versatu per parechji per a remissione di i peccati". Avemu bisognu di fiducia è seguitallu. 2 Timuteu 1:12 dice: "Hè capace di tene ciò chì l'aghju impegnatu per quellu ghjornu". Ghjude 24 è 25 dice: "Avà à Quellu chì hè capace di impedisce di inciampà, è di fassi stà in presenza di a so gloria senza riprova cun grande gioia, à l'unicu Diu, u nostru Salvatore, per mezu di Ghjesù Cristu, u nostru Signore, sia gloria, maestà , duminazione è autorità, prima di tutti i tempi è avà è per sempre. Amen. " Pudemu fidà è esse attenti è ùn avè paura. Simu avvertiti da e Scritture per esse pronti. Credu chì a nostra generazione mette in scena e circustanze per permettere à l'Anticristu di guadagnà putenza è avemu bisognu di capisce a Parolla di Diu è esse pronti accettendu u Victor (Revelazione 19: 19-21), u Signore Ghjesù Cristu chì ci pò dà a vittoria (I Corinzi 15:58). Ebrei 2: 3 prevene: "Cumu scapparemu se trascuremu una grande salvezza".

Leghje 2 Tessalonici capitulu 2. U versu 10 dice: "Periscenu perchè anu rifiutatu di amà a verità è cusì esse salvati". Ebrei 4: 2 dice: "Perchè ancu noi avemu avutu u Vangelu predicatu à noi cum'è elli; ma u missaghju ch'elli anu intesu ùn li valia nunda, perchè quelli chì l'anu intesu ùn l'anu micca cumbinatu cù a fede ". Revelazione 13: 8 dice: "Tutti quelli chì abitanu nantu à a terra l'adoreranu (a bestia), tutti chì u nome ùn hè statu scrittu da a fundazione di u mondu in u libru di a vita di l'Agnellu chì hè statu uccisu". Revelazione 14: 9-11 dice: "Dopu un anghjulu, un terzu, li seguita, dicendu cun voce alta:" Sì qualchissia adora a bestia è a so maghjina, è riceve un segnu nantu à a so fronte o nantu à a so manu, ellu ancu beverà di u vinu di l'ira di Diu, chì si mischia in piena forza in a cuppa di a so zerga; è serà turmintatu da u focu è da u zolfu in presenza di i santi angeli è in presenza di l'Agnellu. È u fumu di u so turmentu cresce in eternu è in eternu; ùn anu micca riposu ghjornu è notte, quelli chì veneranu a bestia è a so maghjina, è chì riceve u segnu di u so nome. "Cuntrastate questu cù a prumessa di Diu in Ghjuvanni 3:36," Quellu chì crede in u Figliolu hà a vita eterna, ma quellu chì rifiuta u Figliolu ùn vedrà micca a vita, perchè l'ira di Diu ferma nantu à ellu ". U versu 18 dice: «Quellu chì crede in ellu ùn hè micca ghjudicatu; ma quellu chì ùn crede hè statu digià ghjudicatu, perchè ùn hà micca cridutu in u nome di u Figliolu Unicu di Diu ". Ghjuvanni 1:12 prumette: "Eppuru, à tutti quelli chì l'anu ricevutu, à tutti quelli chì cridianu in u so nome, hà datu u dirittu di diventà figlioli di Diu". Ghjuvanni 10:28 dice: "Li dò a vita eterna, è ùn perderanu mai; è nimu li strapparà da a mo manu ".

Cosa dici a Bibbia circa u divorziu è u Matrimoniu?
U sughjettu di u divorziu è / o u divorziu è u novu matrimoniu hè unu cumplicatu è cuntruversu è dunque pensu chì u megliu approcciu hè di passà solu per tutte e Scritture Pensu chì anu un impattu annantu à u tema è fighjà unu per volta. Genesi 2:18 dice: "U Signore Diu hà dettu: Ùn hè micca bonu per l'omu esse solu". Questa hè una Scrittura chì ùn duvemu micca dimenticà.

Genesi 2:24 dice: "Per questa ragione un omu lascerà u so babbu è a mamma è serà unitu à a so moglia, è diventeranu una sola carne". Notate, questu precede a nascita di i primi figlioli. Da u cummentariu di Ghjesù nantu à questu passaghju hè evidenti chì l'ideale hè chì un omu sia maritatu cù una donna per a vita. Tuttu u restu, un omu maritatu cù duie donne, divorziu, ecc ùn hè micca sicuramente a situazione migliore.

Esodu 21: 10 & 11 tratta cù una donna cumprata cum'è schiava. Una volta chì hà fattu u sessu cù l'omu hè stata acquistata perchè ùn era più una schiava, era a so moglia. I versi 10 è 11 dicenu: "Si marita cù una altra donna, ùn deve micca privà a prima di u so manghjà, di i so vestiti è di i so diritti maritali. S'ellu ùn li furnisce micca ste trè cose, ella serà liberata, senza pagamentu di soldi ". Almenu in u casu di una femina schiava, questu pare dà à una donna trattata ingiustamente u dirittu di lascià u maritu.

Deuteronomiu 21: 10-14 tratta di un omu chì si marita cù una donna presa in prigiò in guerra. U versu 14 dice: "Se ùn site micca cuntentu cun ella, lasciate andà induve ella vole. Ùn a devi micca vende o trattà cum'è schiava, postu chì l'avete disonurata ". Sia Esodu 21 sia Deuteronomiu 21 sembranu dì chì una donna chì ùn avia alcuna scelta per diventà a moglia di un omu era libera di lasciallu se ùn era micca trattata in maniera ghjusta.

Esodu 22: 16-17 dice: "Sì un omu seduce una vergine chì ùn hè micca prumessa di marità è dorme cun ella, deve pagà a sposa, è serà a so moglia. Se u so babbu ricuseghja assolutamente di dà la à ellu, deve sempre pagà u prezzu di a sposa per e vergini ".

Deuteronomiu 22: 13-21 insegna chì, se un omu accusava a so moglia di ùn esse vergine quandu u maritò cun ella è l'accusa era stata vera, era da lapidà à morte. Se l'accusa hè stata falsa, i versi 18 è 19 dicenu: "L'anziani piglianu l'omu è u puniscenu. Li multaranu cun centu sicli d'argentu è i daranu à u babbu di a zitella, perchè st'omu hà datu una vergine israelita un gattivu nome. Continuerà à esse a so moglia; ùn deve micca divorzià di ella finu à a so vita ".

Sicondu Deuteronomiu 22:22 un omu truvatu durmendu cù a moglia di un altru omu duverebbe esse messu à morte, è a donna duverebbe esse messa ancu à morte. Ma un omu chì stuprò una vergine avia una punizione diversa. Deuteronomiu 22: 28 è 29 dice: "Se un omu accade una vergine chì ùn hè micca prumessa di marità è a viola è sò scuperta, pagherà à u babbu di a zitella cinquanta sicli d'argentu. Deve marità a zitella, perchè l'hà violata. Ùn puderà mai divorcià la finchè campi ".

Deuteronomiu 24: 1-4a dice: "Se un omu si marita cù una donna chì diventa dispiacente per ellu perchè trova qualcosa indecente nantu à ella, è li scrive un certificatu di divorziu, li dà è li manda da a so casa, è se dopu chì ella abbanduneghja a so casa diventa a moglia di un altru omu, è u sicondu maritu ùn li piace è li scrive un certificatu di divorziu, u li dà è a manda da a so casa, o s'ellu more, allora u so primu maritu, chì hà divorziatu ella, ùn hè permessa di maritalla di novu dopu ch'ella sia stata contaminata. Saria disprezzu à l'ochji di u Signore ". Stu passaghju hè probabilmente a basa per i Farisei chì dumandanu à Ghjesù se era permessu per un omu di divorzià a so moglia per qualsiasi ragione.

Pigliendu tutti i trè passaghji di Deuteronomiu inseme, pare chì un omu pudessi divorzià di a so moglia per causa, ancu se ciò chì causa u divorziu ghjustificatu hè statu dibattitu. A restrizzione à un omu chì divorcia di a so moglia s'ella durmia cun ella prima ch'elli si maritessinu o s'ella a diffamava ùn hà sensu s'ella hè sempre stata cunsiderata male per un omu di divorzià di a so moglia.

In Ezra 9: 1 & 2 Ezra scopre chì parechji di i Ghjudei chì eranu tornati da Babilonia avianu sposatu donne pagane. U restu di u capitulu 9 registra u so dulore per a situazione è a so preghiera à Diu. In u capitulu 10:11 Ezra dice: "Avà cunfessione à u Signore, u Diu di i vostri babbi, è fate a so vulintà. Separatevi da i populi intornu è da e vostre mogli straniere ". U capitulu si conclude cun un elencu di l'omi chì avianu sposatu donne straniere. In Nehemiah 13:23 Nehemiah scontra dinò a stessa situazione, è reagisce ancu di più cù forza ch'è Ezra.

Malachi capitulu 2: 10-16 hà assai da dì nantu à u matrimoniu è u divorziu, ma hè estremamente impurtante chì sia lettu in u cuntestu. Malachi hà prufetizatu sia durante o pocu dopu à u tempu di Ezra è Neemia. Ciò significa chì ciò chì hà dettu di u matrimoniu deve esse capitu à a luce di ciò chì Diu hà dettu à u populu di fà per mezu di Ezra è Neemia, di divorzià di e so mogli pagane. Pigliemu stu passaghju un versu à a volta.

Malachi 2:10 "Ùn avemu micca tutti un Patre? Ùn ci hà micca creatu un Diu? Perchè prufanemu l'allianza di i nostri babbi rompendu a fede trà di noi? " Da a manera chì i versi 15 è 16 usanu u terminu "rompi a fede" hè evidente chì Malachi parla di l'omi chì divorzianu di e so mogli ebbree.

Malachi 2:11 "Ghjuda hà rottu a fede. Una cosa detestabile hè stata commessa in Israele è in Ghjerusalemme: Ghjuda hà profanatu u santuariu chì u Signore ama, sposendu a figliola di un diu straneru ". Ciò apparentemente significa chì l'omi ebrei divorziavanu di e so mòglie ebree per sposà e donne pagane è continuavanu à andà à u Tempiu di Ghjerusalemme per adurà. Vede u versu 13.

Malachi 2:12 "In quantu à l'omu chì face questu, quellu chì ellu sia, chì u Signore u stacca da e tende di Ghjacobbu - ancu s'ellu porta offerte à u Signore Onniputente". Neemia 13: 28 è 29 dice: "Unu di i figlioli di Joida, figliolu di Eliasib, u suvranu sacrificadore, era ghjenneru di Sanballat l'Oronite. È u cacciu da mè. Arricurdatevi, o Diu, perchè anu contaminatu l'uffiziu sacerdotale è l'allianza di u sacerdoziu è di i Leviti ".

Malachi 2: 13 & 14 "Altra cosa chì fate: Inundate l'altare di u Signore cun lacrime. Pienghjite è lamentate perchè ùn face più casu à e vostre offerte o li accetta cun piacè da e vostre mani. Dumandate: "Perchè?" Hè perchè u Signore face u testimone trà voi è a moglia di a vostra ghjuventù, perchè avete ruttu a fede cun ella, ancu s'ellu hè a vostra cumpagna, a moglia di u vostru allianza di u matrimoniu ". I Petru 3: 7 dice: "I mariti, in a listessa manera, tenite cunsideratu cum'è voi campate cù e vostre mogli, è trattateli cun rispettu cum'è u cumpagnu più debule è cum'è eredi cun voi di u rigalu grazia di a vita, affinchì nunda ùn impedisca a vostra preghere ".

A prima parte di u versu 15 hè difficiule da traduce è e so traduzzione varienu. A traduzzione NIV dice: "U Signore ùn li hà micca fatti unu? In carne è spiritu sò i soi. È perchè unu? Perchè circava una discendenza divina. Dunque guardatevi in ​​spiritu, è ùn rompite micca a fede cù a moglia di a vostra ghjuventù ". Ciò chì hè evidenti in ogni traduzzione chì aghju lettu hè chì unu di i scopi di u matrimoniu hè di pruduce figlioli pietosi. Hè ciò chì era tantu sbagliatu di l'omi ebrei chì divorziavanu di e so mòglie ebree è si maritavanu cù mogli pagane. Un secondu matrimoniu ùn pruduceria micca figlioli pietosi. Hè ancu evidenti in ogni traduzzione chì Diu dice à l'omi Ghjudei di ùn divorzià di e so mòglie Ghjudee per pudè marità cù donne pagane.

Malachi 2:16 "Odiu u divorziu", dice u Signore, Diu d'Israele, "è odiu un omu chì si copre di viulenza è di u so vistimentu", dice u Signore Onniputente. Dunque guardatevi in ​​u vostru spiritu, è ùn rompite micca a fede ". Di novu, avemu bisognu di ricurdà quandu avemu lettu stu versu chì in u Libru di Ezra Diu hà urdinatu à l'omi ebrei chì avianu sposatu donne pagane à divorziare di e so donne pagane.

Simu ghjunti avà à u Novu Testamentu. Faraghju a supposizione chì tuttu ciò chì Ghjesù è Paulu anu dettu di u divorziu è di u novu matrimoniu ùn cuntradiscenu l'Anzianu Testamentu, ancu se pò ingrandà sopra è rende i requisiti per u divorziu più stretti.

Matthew 5: 31 & 32 "Hè statu dettu:" Qualchissia chì divorzia a so moglia deve dà un certificatu di divorziu ". Ma a vi dicu chì qualchissia chì si divorzia di a so moglia, eccettu per l'infedeltà maritali, a face diventà adultera, è quellu chì si marita cù a donna divorziata cummette l'adulteriu ".

Luke 16:18 "Quellu chì divorzia a so moglia è si marita cù una altra donna cummette l'adulteriu, è l'omu chì si marita cù una donna divorziata cummette l'adulteriu".

Matteu 19: 3-9 Alcuni Farisei sò ghjunti à ellu per pruvà lu. Hanu dumandatu: "Hè permessu per un omu di divorzià a so moglia per qualsiasi mutivu?" "Ùn avete micca lettu", hà rispostu, "chì à u principiu u Creatore" li facia maschili è femine ", è disse:" Per questa ragione un omu lasciarà u babbu è a mamma è serà unitu à a so moglia, è a dui diventeranu una carne sola? Cusì ùn sò più dui, ma unu. Dunque ciò chì Diu hà riunitu, chì l'omu ùn si sipari. " "Perchè allora", anu dumandatu, "Mosè hà urdinatu chì un omu dessi à a so moglia un certificatu di divorziu è a mandessi via?" Ghjesù rispose: "Mosè ti hà permessu di divorzià di e to mòglie perchè i to cori eranu duri. Ma ùn era micca cusì da u principiu. A vi dicu chì qualchissia chì si divorzia di a so moglia, eccettu per l'infedeltà cuniugale, è si marita cù una altra donna cummette l'adulteriu "

Mark 10: 2-9 Alcuni Farisei ghjunsenu è u testonu dumandendu: "Hè permessu per un omu di divorzià di a so moglia?" "Chì hà urdinatu Mosè?" hà rispostu. Anu dettu: "Mosè hà permessu à un omu di scrive un certificatu di divorziu è di mandalla via". "Ghjè perchè i vostri cori eranu duri chì Mosè vi hà scrittu sta lege", Ghjesù rispose. "Ma da u principiu di a creazione Diu" li hà fattu masci è femine ". "Per questa ragione un omu lasciarà u so babbu è a mamma è serà unitu à a so moglia, è i dui diventeranu una sola carne." Cusì ùn sò più dui, ma unu. Dunque ciò chì Diu hà riunitu, chì l'omu ùn si sipari. "

Mark 10: 10-12 Quand'elli eranu di novu in casa, i discìpuli dumandonu à Ghjesù per quessa. Ellu rispose: "Quellu chì divorzia a so moglia è si marita cù una altra donna cummette l'adulteriu contr'à ella. È s'ella divorzia di u maritu è ​​si marita cù un altru omu, cummette l'adulteriu ".

Prima, un coppiu di spiegazioni. A parolla greca tradutta "infedeltà maritali" in u NIV hè megliu definita cum'è qualsiasi attu sessuale trà duie persone fora di trà un omu è una donna chì sò sposate l'una cù l'altra. Includeria ancu bestialità. Siconda, postu chì u peccatu chì hè specificamente menzionatu hè l'adulteriu, pare chì Ghjesù parli di qualchissia chì divorzia u so maritu CUSÌ si pudianu marità cù un antru. Alcuni di i rabbini ebrei anu insignatu chì a parolla tradutta "indecente" in a traduzzione NIV di Deuteronomiu 24: 1 significava peccatu sessuale. Altri anu amparatu chì puderia significà quasi tuttu. Ghjesù pare chì dice chì ciò chì si riferisce à Deuteronomiu 24: 1 hè u peccatu sessuale. Ghjesù ùn hà mai dettu chì u divorziu in sè stissu stava cummessu adulteriu.

I Corinzi 7: 1 & 2 "Avà per e cose chì avete scrittu: Hè bonu per un omu di ùn marità micca. Ma postu chì ci hè tanta immoralità, ogni omu duveria avè a so moglia, è ogni donna u so maritu ". Ciò pare corre parallelu cù u cummentariu uriginale di Diu, "Ùn hè micca bonu per l'omu d'esse solu".

I Corinzi 7: 7-9 «Vuleria chì tutti l'omi fussinu cum'è mè. Ma ogni omu hà u so rigalu da Diu; unu hà stu rigalu, un altru hà quellu. Avà à i sposi è e veduve dicu: Hè bonu per elli di stà sposi, cum'è eiu. Ma s'elli ùn si ponu cuntrullà si devenu marità, perchè hè megliu à maritassi chè à brusgià cù passione ". A solitudine hè bella se avete u rigalu spirituale per questu, ma sì ùn avete micca, hè megliu esse sposatu.

I Corinzi 7: 10 & 11 "À i sposi dò questu cumandamentu (micca eiu, ma u Signore): Una moglia ùn deve micca separassi da u so maritu. Ma s'ella face, deve restà sposata o altrimenti esse ricunciliata cù u maritu. È un maritu ùn deve divorzià di a so moglia ". U matrimoniu duveria esse per a vita, ma postu chì Paulu dice ch'ellu cita à Ghjesù, l'applicazione di u peccatu sessuale seria.

I Corinzi 7: 12-16 «À u restu a dicu (eiu, micca u Signore): Sì un fratellu hà una moglia chì ùn hè micca cridenti è ch'ella hè disposta à campà cun ellu, ùn deve micca divorzià d'ella. È se una donna hà un maritu chì ùn hè micca credente è ch'ellu hè dispostu à campà cun ella, ùn deve micca divorziallu ... Ma sì l'incredulente si ne và, lasciatelu fà. Un omu o donna chì crede ùn hè micca liatu in tali circustanze: Diu ci hà chjamatu per campà in pace. Cumu sapete, moglia, sì salvate u vostru maritu? O, cumu si pò, maritu, sì salvarà a to moglia? " A quistione chì i Corinzi s'eranu forse posta era: "Se in l'Anticu Testamentu à un omu chì avia sposatu un paganu era urdinatu di divorzià d'ella, chì ne dici di un incrédule chì accetta Cristu cum'è u so Salvatore è u so coniuge ùn la face?" Deve esse divorziatu u coniuge incrèdulu? " Paulu dice di nò. Ma s'elli partenu, lascialu andà.

I Corinzi 7:24 "Fratelli, ogni omu, cum'è rispunsevule per Diu, duverebbe stà in a situazione chì Diu l'hà chjamatu". U salvamentu ùn deve micca cunduce à un cambiamentu immediatu di u statu civile.

I Corinzi 7: 27 è 28 (NKJV) "Site ligatu à una moglia? Ùn circate micca à esse sciolti. Site liberatu da una moglia? Ùn circate micca una moglia. Ma ancu sì site maritatu, ùn avete micca fattu piccatu; è sì una vergine si marita, ùn hà micca fattu piccatu. Eppuru quelli averanu guai in carne, ma ti risparmieraghju ". L'unicu modu per pudè mette questu cun l'insignamentu di Ghjesù nantu à u divorziu è u novu matrimoniu è ciò chì Paul dice in i versi 10 è 11 di stu capitulu hè di crede chì Ghjesù parla di divorziare un coniuge per sposassi è Paul parla di qualcunu chì trova si sò divorziati è dopu un periudu di tempu si interessa à qualchissia chì ùn avia nunda à chì vede cù u so divorziu in primu locu.

Ci sò altre ragioni legittime per u divorziu altru ch'è u peccatu sessuale è / o a partenza di u coniuge incrédule? In Mark 2: 23 & 24 i Farisei sò scunvurti perchè i discìpuli di Ghjesù piglianu capi di granu è i manghjanu, à u modu di pensà di i Farisei, sia a cugliera sia a battitura di u granu u sàbatu. A risposta di Ghjesù hè di ricurdalli di David manghjendu u pane cunsacratu quandu fughjia per a so vita da Saul. Ùn ci sò micca eccezzioni elencate à quale puderia manghjà u pane cunsacratu, eppuru Ghjesù pare esse dicendu chì ciò chì David hà fattu era ghjustu. Ghjesù hà ancu spessu dumandatu à i Farisei quandu sò stati interrugati nantu à a guariscenza u sàbatu per annacquà u so bestiame o tirà un zitellu o un animale da una fossa u sàbatu. Se viulà u sàbatu o manghjà u pane cunsacratu andava bè perchè a vita era in periculu, pensu chì lascià un coniuge perchè a vita era in periculu ùn sarebbe ancu sbagliatu.

Chì ne pensemu di una cumpurtamentu da parte di un coniuge chì rende impossibile l'allevu di figlioli pietosi. Hè statu motivi per u divorziu à Ezra è Nehemiah ma ùn hè micca direttamente trattatu in u Novu Testamentu.

È un omu dipendente da a pornografia chì commette adulteriu in u so core di modu regulare. (Matteu 5:28) U Novu Testamentu ùn tratta micca questu.

È un omu chì ricusa d'avè relazioni sessuali nurmali cù a so moglia o di furnisce li cibu è vestiti. Ciò hè trattatu in u casu di schiavi è prigiuneri in l'Anticu Testamentu, ma ùn hè micca trattatu in u Novu.

Eccu ciò chì so sicuru:

Un omu sposatu à una donna per a vita hè l'ideale.

Ùn hè micca sbagliatu di divorzià un coniuge per u peccatu sessuale, ma una persona ùn hè micca urdinata di fà. Se a riconciliazione hè pussibile, perseguì hè una bona opzione.

Divorcà un sposa per qualunque raghjone, affinchì puderei sposà cun altru quasi certamente impegni u peccatu.

Sì un zitellu increduli si lascia, ùn vi hè micca bisognu di pruvà à salvà u matrimoniu.

Se stà in un matrimoniu mette a vita umana in periculu, sia u spuninu o i figlioli, un spuninu hè libero di andà cù i zitelli.

Se un cònjugiu sia infedele, e fatti di restu marità sò megliu s'è u coniuge contru à u so maritu chì piglia è si dà à scegli o u so spuninu o quiddu chì anu avutu in affare.

Rifiutà e relazioni sessuali normali cù u vostru maritu hè peccatu. (I Corinzi 7: 3-5) Ch'ella sia motivi per u divorziu ùn hè chjaru.

Un omu implicatu in a pornografia di solitu eventualmente serà implicatu in u peccatu sessuale propiu. Benchì ùn possu micca dimustrallu Scritturalmente, l'esperienza hà insegnatu à quelli chì anu trattatu cun questu più di mè chì dì à u maritu ch'ellu deve sceglie trà a so moglia o a so pornografia hè più prubabile di finisce cù un matrimoniu guaritu chè solu ignurendu a pornografia è sperendu chì u maritu si fermi.

Cosa dice a Bibbia circa i profeti è a prufezia?
U Novu Testamentu parla di prufetizà è descrive a prufezia cum'è un don spirituale. Qualchissia hà dumandatu se una persona prufetizeghja oghje hè a so parolla uguale à a Scrittura. U libru Introduzione Biblica Generale dà sta definizione di prufezia à pagina 18: "A prufezia hè u missaghju di Diu datu per mezu di un prufeta. Ùn implica micca predizione; in fattu nimu di e parolle ebraiche per 'prufezia' ùn significheghja predizione. Un prufeta era una persona chì parlava per Diu ... Era essenzialmente un predicatore è un maestru ... "secondu l'insignamentu uniforme di a Bibbia." »

Mi piacerebbe dà Scritture è osservazioni per aiutavvi à capisce stu tema. Prima diceraghju chì, se a dichjarazione profetica di una persona era Scrittura, averiamu volumi di nova Scrittura continuamente è duveriamu cunclude chì a Scrittura hè incompleta. Fighjemu è vedemu e differenze descritte trà profezie in l'Anticu Testamentu è in u Novu Testamentu.

In l'Anticu Testamentu i prufeti eranu spessu i capimachja di u populu di Diu è Diu li hà mandati per guidà u so pòpulu è spianà a strada per u Salvadore chì vene. Diu hà datu à u so pòpulu istruzzioni specifiche per identificà i veri da falsi prufeti. Si prega di leghje Deuteronomiu 18: 17-22 è ancu u capitulu 13: 1-11 per quelle prove. Prima, se u prufeta hà preditu qualcosa, duvia esse 100% precisu. Ogni prufezia avia da passà. Tandu u capitulu 13 hà dettu chì, s'ellu avia dettu à u populu di adurà un Diu, fora di u Signore (Ghjehova), era un falsu prufeta è duvia esse lapidatu à morte. I prufeti anu scrittu ancu ciò ch'elli anu dettu è ciò chì hè accadutu à l'ordine è a direzzione di Diu. Ebrei 1: 1 dice: "In u passatu Diu hà parlatu à i nostri antenati per mezu di i prufeti in parechje volte è in vari modi." Questi scritti sò stati immediatamente cunsiderati cum'è Scritture - a Parolla di Diu. Quandu i prufeti anu cessatu u populu ebreu hà cunsideratu chì u "canon" (raccolta) di e Scritture era chjosu, o era compiu.

Similmente, u Novu Testamentu hè statu largamente scrittu da i discepuli originali o da quelli vicinu à elli. Eranu testimoni oculari di a vita di Ghjesù. A chjesa accettò i so scritti cum'è Scritture, è pocu dopu à Ghjude è Rivelazione eranu scritti, cessonu di accettà altri scritti cum'è Scrittura. In attu, anu vistu l'altri scritti più tardi cum'è cuntrarii à e Scritture è falsi paragunendu li à e Scritture, e parolle scritte da i prufeti è l'apòstuli cum'è Petru hà dettu in I Petru 3: 1-4, induve dice à a chjesa cumu determinà i schernitori è falsu insignamentu. Ellu disse: "ramintate e parolle di i prufeti è i cumandamenti dati da u nostru Signore è Salvatore per mezu di i vostri apòstuli".

U Novu Testamentu dice in I Corintini 14:31 chì avà ogni credente pò prufetì.

L'idea più spessu datu in u Novu Testamentu hè di TEST tuttu. Ghjuda 3 dice chì a "fede" hè stata "una volta per sempre consegnata à i santi". U Libru di l'Apocalisse, chì palesa l'avvene di u nostru mondu, ci prevene strettamente in u versu 22 di u capitulu 18 di ùn aghjunghje nè sottrae nunda à e parolle di quellu libru. Questu hè un indicatore chjaru chì l'Scrittura hè stata cumpletata. Ma a Scrittura dà ripetuti avvertimenti riguardanti l'eresia è l'insignamenti falsi cum'è vistu in 2 Petru 3: 1-3; 2 Petru capituli 2 & 3; I Timuteu 1: 3 & 4; Ghjude 3 & 4 è Efesini 4:14. Efesini 4: 14 è 15 dice: "Chì da quì à pocu ùn seremu più zitelli, lanciati avanti è in là, è purtati da ogni ventu di duttrina, da a minurità di l'omi, è astuzia astuta, per chì stanu in attesa per ingannà. Invece, parlendu a verità in amore, cresceremu per diventà in ogni rispettu u corpu maturu di Quellu chì hè u capu, vale à dì u Cristu ". Nunda ùn hè uguale à a Scrittura, è tutte e cosiddette prufezie devenu esse messe à prova da ella. I Tessalonicani 5:21 dice: "Pruvate tuttu, tenite forte ciò chì hè bonu". I Ghjuvanni 4: 1 dice: "Amati, ùn credite micca à ogni spiritu, ma testate i spiriti, s'elli sò di Diu; perchè parechji falsi prufeti sò surtiti in u mondu ". Avemu da pruvà tuttu, ogni prufeta, ogni maestru è ogni duttrina. U megliu esempiu di cumu femu questu si trova in Atti 17:11.

Atti 17:11 ci parla di Paul è Silas. Sò andati in Berea per predicà u Vangelu. Atti ci dice chì u populu Berean hà ricevutu u missaghju cun fervore, è sò elogiati è chjamati nobili perchè "anu cercatu ogni ghjornu in e Scritture per vede se ciò chì Paul dicia era veru". Anu pruvatu ciò chì l'Apostulu Paulu hà dettu da u SCRIPTURI.  Questa hè a chjave. A Scrittura hè a verità. Hè ciò chì adupremu per pruvà tuttu. Ghjesù l'hà chjamata a Verità (Ghjuvanni 17:10). Questu hè l'unicu modu per misurà qualcosa, persona o duttrina, verità versus apostasia, da a Verità - Scrittura, a Parolla di Diu.

In Matteu 4: 1-10 Ghjesù hà datu l'esempiu di cumu scunfighja e tentazioni di Satanassu, è ancu indirettamente ci hà amparatu à aduprà e Scritture per pruvà è rimpruverà falsi insegnamenti. Hà adupratu a Parolla di Diu, dicendu: "Hè scrittu". Tuttavia questu richiede chì ci armemu cun una cunniscenza approfondita di a Parolla di Diu cum'è Petru hà implicatu.

U Novu Testamentu hè diversu da l'Anticu Testamentu perchè in u Novu Testamentu Diu hà mandatu u Spìritu Santu per abità in noi mentre chì in l'Anticu Testamentu hè ghjuntu nantu à prufeti è maestri spessu per solu un periudu di tempu. Avemu u Spìritu Santu chì ci guida in verità. In questa nova allianza Diu ci hà salvatu è ci hà datu rigali spirituali. Unu di sti doni hè a prufezia. (Vede I Corinzi 12: 1-11, 28-31; Rumani 12: 3-8 è Efesini 4: 11-16.) Diu hà datu sti doni per aiutacci à cresce in grazia cum'è credenti. Avemu da aduprà questi rigali à u megliu di e nostre capacità (I Petru 4: 10 & 11), micca cum'è Scritture autorevule, infallibile, ma per incuragisce l'unu l'altru. 2 Petru 1: 3 dice chì Diu ci hà datu tuttu ciò chì avemu bisognu per a vita è a pietà per mezu di a nostra cunniscenza di ellu (Ghjesù). A scrittura di e Scritture pare esse passata da i prufeti à l'apostuli è altri testimoni oculari. Arricurdatevi chì in sta nova chjesa simu da pruvà tuttu. I Corinzi 14:14 è 29-33 dice chì "tutti ponu prufetizà, ma lasciate ghjudicà l'altri". I Corinzi 13:19 dice, "prufetizemu in parte" chì, credu, significa chì avemu solu una comprensione parziale. Dunque ghjudichemu tuttu per a Parolla cum'elli anu fattu i Bereani, essendu sempre attenti à l'insignamenti falsi.

Pensu chì hè sàviu di dì chì Diu insegna è ammonisce è incuragisce i so figlioli à seguità è campà secondu a Scrittura.

Cosa dicenu a Bibbia nantu à i Tempi di Finisce?
Ci sò parechje idee sfarente nantu à ciò chì a Bibbia in realtà prevede chì accadrà in i "ultimi ghjorni". Questu serà un breve riassuntu di ciò chì credemu è perchè a credemu. Per fà u sensu di e pusizioni sfarenti nantu à u Millenniu, a Tribulazione è u Rapitu di a Chjesa, ci vole prima à capì qualchi presupposti di basa. Un segmentu abbastanza grande di prufessione di u Cristianesimu crede in ciò chì hè spessu chjamatu "Teologia di Sostituzione". Questa hè l'idea chì quandu u populu ebreu hà rifiutatu à Ghjesù cum'è u so Messia, Diu a so volta hà rifiutatu i Ghjudei è u populu ebreu hè statu rimpiazzatu da a Chjesa cum'è u populu di Diu. Una persona chì crede chì questu leghje e profezie di l'Anticu Testamentu nantu à Israele è dicerà chì sò spiritualmente realizate in a Chjesa. Quandu leghjenu u Libru di l'Apocalisse è trovanu e parolle "Ghjudei" o "Israele" interpreteranu queste parolle per significà a Chjesa.
Questa idea hè strettamente ligata à un'altra idea. Parechje persone credenu chì e dichjarazioni nantu à e cose future sò tutte simboliche è ùn devenu micca esse prese letteralmente. Parechji anni fà aghju ascultatu una cinta audio nantu à u Libru di l'Apocalisse è u prufessore hà dettu ripetutamente: "Se u sensu chjaru face u sensu cumunu ùn circate micca altru sensu o finiscerete cun assurdità". Eccu l'approcciu chì piglieremu cù a prufezia biblica. E parolle seranu prese per significà esattamente ciò chì significanu di solitu a menu chì ci sia qualcosa in u cuntestu chì indichi altrimenti.
Dunque u primu numeru da risolve hè u numeru di "Teologia di Sostituzione". Paulu dumanda in Rumani 11: 1 & 2a "Diu hà ricusatu u so pòpulu? In micca manera! Sò un israelita eiu, discendente d'Abràhamu, di a tribù di Beniaminu. Diu ùn hà micca rifiutatu u so pòpulu ch'ellu hà cunnisciutu prima ". Rumani 11: 5 dice: "Cusì dinò, in u mumentu presente ci hè un restu sceltu per grazia". Rumani 11: 11 è 12 dice: "Dumandu di novu: Sò inciampati per fallu oltre a ripresa? Manca appena! Piuttostu, per via di a so trasgressione, a salvezza hè ghjunta à i pagani per fà invidia à Israele. Ma se a so trasgressione significa ricchezze per u mondu, è a so perdita significa ricchezze per i pagani, quantu ricchezze più grande purtaranu a so piena inclusione! "
Rumani 11: 26-29 dice: "Ùn vogliu micca esse ignurante di stu misteru, fratelli è surelle, affinchì ùn siate presuntuosi: Israele hà sperimentatu un indurimentu in parte finu chì u numeru cumpletu di i pagani sia entratu. , è in questu modu tuttu Israele serà salvatu. Cumu hè scrittu: 'U liberatore vene da Sion; hà da alluntanà a divinità da Ghjacobbu. È questu hè u mo pattu cun elli quandu li cacciu i so piccati. ' Per ciò chì tocca à u Vangelu, sò nemichi per voi; ma in quantu à l'elezzioni, sò amati per via di i patriarchi, perchè i doni di Diu è a so chjama sò irrevocabili ". Credemu chì e prumesse à Israele saranu letteralmente rispettate à Israele è quandu u Novu Testamentu dice Israele o Ghjudei significa esattamente ciò chì dice.
Allora chì insegna a Bibbia nantu à u Millenium. A Scrittura pertinente hè Revelazione 20: 1-7. A parolla "millenniu" vene da u latinu è significa mille anni. E parolle "mille anni" si trovanu sei volte in u passaghju è credemu chì significanu esattamente quessa. Credemu ancu chì Satanassu serà chjosu in l'Abissu per quellu tempu per impediscallu di ingannà e nazioni. Siccomu u versu quattru dice chì e persone regnanu cun Cristu per mille anni, credemu chì Cristu torna davanti à u Millenium. (A Seconda Venuta di Cristu hè discritta in Rivilazione 19: 11-21.) À a fine di u Millenium Satan hè liberatu è ispira una rivolta finale contr'à Diu chì hè scunfatta è poi vene u ghjudiziu di i malfidenti è l'eternità cumencia. (Revelazione 20: 7-21: 1)
Allora chì insegna a Bibbia nantu à a Tribulazione? L'unicu passaghju chì descrive ciò chì principia, quantu hè longu, ciò chì accade à mezu è u scopu hè Daniel 9: 24-27. Daniel hà pricatu per a fine di i 70 anni di prigiuneru previsti da u prufeta Ghjeremia. 2 Cronache 36:20 ci dice: "A terra hà gudutu di u sabbatu; tuttu u tempu di a so desolazione si ripusò, finu à chì i settanta anni fussinu compiuti per adempie à a parolla di u Signore detta da Ghjeremia ". A matematica simplice ci dice chì per 490 anni, 70 × 7, i Ghjudei ùn anu micca osservatu l'annu sabatu, è cusì Diu li hà cacciatu da a terra per 70 anni per dà à a terra u so riposu sabbaticu. I regulamenti per l'annu sabbatu sò in Leviticu 25: 1-7. A punizione per ùn avè micca tenutu hè in Leviticu 26: 33-35, "Ti sparghjeraghju trà e nazioni è stirà a mo spada è vi perseguitaraghju. A vostra terra serà spiantata, è e vostre cità seranu in ruvine. Tandu a terra hà da gode di i so anni di sabbatu tuttu u tempu ch'ella hè abbandunata è chì site in u paese di i vostri nemichi; tandu a terra ripuserà è guderà i so sabbati. Tuttu u tempu ch'ella hè abbandunata, a terra averà u restu ch'ella ùn hà micca avutu durante i sabbati chì avete campatu nantu à ella ".
In risposta à a so preghiera circa settanta sette anni di infedeltà, Daniel hè dettu in Daniel 9:24 (NVI), "Settanta" sette "sò decretati per u vostru populu è a vostra cità santa per finisce a trasgressione, per mette fine à u peccatu, per espià a gattivezza, per purtà in ghjustizia eterna, per sigillà a visione è e prufezie è per ungere u Locu Santissimu ". Notate chì questu hè decretatu per u populu di Daniel è a cità santa di Daniel. A parolla ebraica per a settimana hè a parolla "sette" è ancu se si riferisce più spessu à una settimana di sette ghjorni, u cuntestu quì punta à settanta "sette" di anni. (Quandu Daniel vole indicà una settimana di sette ghjorni in Daniel 10: 2 & 3, u testu ebraicu dice letteralmente "sette ghjorni" entrambe e volte chì vene a frase.)
Daniel prevede chì saranu 69 sette, 483 anni, da u cumandamentu di ristabilisce è ricustruisce Ghjerusalemme (Neemia capitulu 2) finu à chì venga l'Untu (u Messia, u Cristu). (Questu hè rializatu sia in u battesimu di Ghjesù sia in l'entrata trionfale.) Dopu à l'anni 483 u Messia serà messu à morte. Dopu chì u Messia hè statu messu à morte "a ghjente di u guvernatore chì venerà distrughjerà a cità è u santuariu". Questu hè accadutu in u 70 d.C. Ellu (u guvernatore chì hà da vene) hà da cunfirmà un allianza cù "parechji" per l'ultimi sette anni. «À mezu à i« sette »hà da mette fine à u sacrifiziu è l'offerta. È à u tempiu hà da stallà una abominazione chì face a desulazione, finu à chì a fine chì hè decretata sia versata nantu ad ellu ". Fighjate cumu tuttu què si tratta di u populu ebreu, di a cità di Ghjerusalemme è di u tempiu di Ghjerusalemme.
Sicondu Zaccaria 12 è 14 u SIGNORE volta per salvà Ghjerusalemme è u populu Ghjudeu. Quandu accade questu, Zaccaria 12:10 dice: "È verseraghju nantu à a casa di David è l'abitanti di Ghjerusalemme un spiritu di grazia è di supplicazione. Fighjulanu nantu à mè, quellu chì anu trapassatu, è si pienneranu per ellu cum'è quellu chì pienghje per un solu figliolu, è si pientenu amargamente per ellu cum'è quellu chì pene per un primu figliolu ". Questu pare esse quandu "tuttu Israele serà salvatu" (Rumani 11:26). A tribulazione di sette anni si tratta principalmente di u populu ebreu.
Ci hè una serie di motivi per crede chì u Rapimentu di a chjesa descrittu in I Tessalonici 4: 13-18 è I Corinzi 15: 50-54 accadrà prima di a Tribulazione di sette anni. 1). A chjesa hè descritta cum'è l'abitazione di Diu in Efesini 2: 19-22. Revelazione 13: 6 in a Bibbia Holman Christian Standard (a traduzzione più litterale chì aghju pussutu truvà per questu passaghju) dice: "Hà cuminciatu à parlà blasfemie contr'à Diu: per blasfemà u so nome è a so dimora - quelli chì abitanu in u celu". Questu mette a chjesa in celu mentre a bestia hè in terra.
2). A struttura di u Libru di l'Apocalisse hè data in u primu capitulu, versu diciannove, "Scrivite, dunque, ciò chì avete vistu, ciò chì hè avà è ciò chì accadrà dopu". Ciò chì Ghjuvanni avia vistu hè arregistratu in u primu capitulu. Poi seguita lettere à sette chjese chì esistianu allora, u "ciò chì hè avà". "Più tardi" in u NIV hè letteralmente "dopu queste cose", "meta tauta" in grecu. "Meta tauta" hè traduttu "dopu questu" duie volte in a traduzzione NIV di Revelazione 4: 1 è pare significà e cose chì succedenu dopu à e chjese. Ùn ci hè nunda di riferimentu à a Chjesa in terra aduprendu una terminologia distintiva di a chjesa dopu.
3). Dopu avè descrittu u Rapitu di a Chjesa in I Tessalonicani 4: 13-18, Paulu parla di u "Ghjornu di u Signore" chì vene in I Tessalonicani 5: 1-3. Ellu dice in u versu 3: "Mentre a ghjente dice:" Pace è sicurezza ", a distruzzione vene nantu à elli di colpu, cum'è u travagliu di una donna incinta, è ùn scappanu micca." Fighjate i pronomi "elli" è "elli". U versu 9 dice: "Perchè Diu ùn ci hà numinatu per soffre l'ira, ma per riceve a salvezza per mezu di u nostru Signore Ghjesù Cristu.
Per riassumere, credemu chì a Bibbia insegna chì u Rapitu di a Chjesa precede a Tribulazione, chì tratta principalmente di u populu ebreu. Criemu chì a Tribulazione dura sette anni è finisce cù a Seconda Venuta di Cristu. Quandu Cristu torna, Regna allora per 1,000 anni, u Millenium.

Cosa dice a Bibbia circa u Sabbat?
U sàbatu hè intruduttu in Genesi 2: 2 è 3 «À u settimu ghjornu Diu avia finitu u travagliu ch'ellu avia fattu; cusì u settimu ghjornu si ripusò da tuttu u so travagliu. Allora Diu hà benedettu u settimu ghjornu è l'hà resu santu, perchè nantu à ellu si hè ripusatu da tuttu u travagliu di creazione ch'ellu avia fattu ".

U sàbatu ùn hè micca mintuvatu di novu finu à chì i figlioli d'Israele sò surtiti da l'Egittu. Deuteronomiu 5:15 dice: "Ricurdatevi chì erate schiavi in ​​Egittu è chì u Signore, u to Diu, vi hà purtatu da quì cun una manu putente è un bracciu stesu. Dunque u Signore, u to Diu, ti hà urdinatu di osservà u ghjornu di u sàbatu ". Ghjesù dice in Mark 2:27, "U sàbatu hè statu fattu per l'omu, micca l'omu per u sàbatu". Cum'è schiavi di l'Egizziani, l'Israele ùn anu micca osservatu u sàbatu. Diu li hà urdinatu di ripusà si un ghjornu à a settimana per u so bè.

Se guardate attentamente à Esodu 16: 1-36, u capitulu chì registra chì Diu hà datu u sàbatu à l'Israele, una altra ragione diventa evidente. Diu hà adupratu a donazione di manna è l'introduzione di u sàbatu per, cum'è dice Esodu 16: 4c, "In questu modu li testeraghju è videraghju se seguiteranu e mo istruzzioni". L'Israeliti avianu bisognu di sopravvivere in u desertu è dopu cunquistà a terra di Canaan. Per cunquistà Canaan, avianu bisognu di fidà si à Diu per fà per elli ciò ch'elli ùn pudianu micca fà per elli stessi è seguità e so istruzioni attentamente. A traversata di u Ghjurdanu è a cunquista di Ghjerichu sò i primi dui esempii di questu.

Eccu ciò chì Diu hà vulsutu ch'elli amparessinu: Se credi ciò chì dicu è fate ciò chì ti dicu, ti daraghju tuttu ciò chì ti serve per cunquistà a terra. Se ùn credite micca ciò chì dicu è fate ciò chì ti dicu di fà, e cose ùn anderanu micca bè per voi. Diu li hà furnitu sopranaturale di manna sei ghjorni à a settimana. S'elli anu pruvatu à salvà qualchì notte i primi cinque ghjorni, "era pienu di larve è hà cuminciatu à sente" (verse20). Ma u sestu ghjornu li sò stati urdinati di raccoglie duie volte di più è di tene la notte per via chì ùn ci ne seria nimu a mattina di u settimu ghjornu. Quand'elli l'anu fattu, "ùn puzzava nè ne facia cagione" (verse24). E verità nantu à u mantenimentu di u sàbatu è l'entrata in a terra di Canaan sò ligate in Ebrei capituli 3 è 4.

I Ghjudei anu ancu dettu di tene un Annu di Sabbatu è anu prumessu chì, se l'avessenu fattu, Diu li furnisce cusì abbondantemente chì ùn averanu micca bisognu di i culturi di u settimu annu. I dettagli sò in Leviticu 25: 1-7. A prumessa di abbundanza hè in Leviticu 25: 18-22. U puntu era dinò: crede à Diu è fà ciò ch'ellu dice è sarete benedetti. I vantaghji per ubbidì à Diu è e cunsequenze di disubbidì à Diu sò dettagliati in Leviticu 26: 1-46.

L'Anticu Testamentu insegna ancu chì u sàbatu hè statu datu solu à Israele. Esodu 31: 12-17 dice: "Allora u Signore hà dettu à Mosè: Dite à l'Israele:" Devi osservà i mo Sabbati. Questu serà un segnu trà mè è voi per e generazioni à vene, allora puderete sapè chì sò u SIGNORE, chì ti rende santu ... L'Israeliti devenu osservà u sàbatu, celebrendu lu per e generazioni à vene cum'è un allianza durabile. Serà un segnu trà mè è l'Israele per sempre, perchè in sei ghjorni u Signore hà fattu u celu è a terra, è u settimu ghjornu hà ripusatu è hè statu rinfrescatu "" "

Una di e fonti principali di lite trà i capi religiosi ebrei è Ghjesù era chì Guarisce u sàbatu. Ghjuvanni 5: 16-18 dice: "Dunque, perchè Ghjesù facia ste cose u sàbatu, i capimachja ghjudei anu cuminciatu à perseguitallu. In a so difesa, Ghjesù li disse: «U mo Babbu hè sempre à u so travagliu finu à oghje, è anch'eiu travagliu». Per questa ragione, anu pruvatu ancu di più à tumballu; ùn solu rumpia u sàbatu, ma chjamava ancu Diu u so Babbu, fendu si uguali à Diu ".

Ebrei 4: 8-11 dice: "Perchè se Ghjosuè li avia datu u riposu, Diu ùn averia micca parlatu più tardi di un altru ghjornu. Resta, dunque, un riposu di u sàbatu per u pòpulu di Diu; per quellu chì entre in u riposu di Diu riposa ancu da e so opere, cum'è Diu hà fattu da e so. Fatemu dunque ogni sforzu per entre in quellu riposu, affinchì nimu perisca seguitendu u so esempiu di disubbidienza ". Diu ùn hà cessatu di travaglià (Ghjuvanni 5: 17); Hà smessu di travaglià solu. (Ebrei 4:10 in a versione greca è King James anu a parolla propria in questu.) Dapoi a creazione, Diu travaglia cù e per mezu di e persone, micca da per ellu. Entrà in u riposu di Diu permette à Diu di travaglià in è per voi, ùn fà micca e vostre cose da soli. U populu ebreu ùn hà micca pussutu entre in Canaan (Numeri capituli 13 & 14 è Ebrei 3: 7-4: 7) perchè ùn anu micca amparatu a lezzione chì Diu hà pruvatu à insegnalli cù a manna è u sàbatu, chì s'elli credessinu à Diu è fessinu ciò ch'ellu hà. hà dettu chì li prenderia cura in situazione induve ùn si pudianu micca occupà di sè.

Ogni riunione di i discìpuli o riunione di a chjesa dopu a risurrezzione induve u ghjornu di a settimana hè menzionatu era una dumenica. Ghjesù hà scontru cù i discìpuli, menu Thomas, "a sera di quellu primu ghjornu di a settimana" (Ghjuvanni 20:19). Si ncuntra cù i discìpuli cumpresi Thomas "una settimana dopu" (Ghjuvanni 20:28). U Spìritu Santu hè statu datu per campà in i cridenti u ghjornu di e Penticoste (Atti 2: 1) chì era celebratu dumenica secondu u Leviticu 23: 15 è 16. In Atti 20: 7 avemu lettu: "U primu ghjornu di a settimana ci simu riuniti per rompe u pane". È in I Corinzi 16: 2 Paulu dice à i Curinzi: "U primu ghjornu di ogni settimana, ognunu di voi deve mette da parte una somma di soldi in accordu cù u vostru redditu, risparmialu, affinchì quandu vengu ùn ci sia più cullezzione deve esse fattu ". Ùn ci hè UNA sola menzione di una riunione di chjesa u sàbatu.

L'epistola rende chjaru chì tene u sàbatu ùn era micca necessariu. Colossians 2: 16 & 17 dice: "Dunque, ùn lasciate micca chì nimu vi ghjudicheghja per ciò chì manghjate o beite, o in quantu à una festa religiosa, una celebrazione di Luna Nova o un ghjornu di sabbatu. Queste sò una ombra di e cose chì avianu da vene; a realità, però, si trova in Cristu ". Paulu scrive in Galati 4: 10 & 11 "Avete osservatu ghjorni è mesi speciali, stagioni è anni! Aghju paura per voi, chì in qualchì manera aghju sprecatu i mo sforzi nantu à voi ". Ancu una lettura casuale di u libru di Galati rende chjaru chì ciò chì Paul scrive contru hè l'idea chì unu deve tene a legge ebraica per esse salvata.

Quandu a chjesa di Ghjerusalemme si hè riunita per cunsiderà se i credenti Gentili duverebbenu esse circuncisi o micca è rispettà a legge ebraica, anu scrittu questu per i credenti Gentili: "Sembrava bè à u Spìritu Santu è à noi di ùn fassi carica di nunda al di là di e seguenti esigenze: Devi astenerti da cibi sacrificati à idoli, da sangue, da a carne di animali strangulati è da immoralità sessuale. Farete bè per evità ste cose. Addiu ". Ùn ci hè menzione di l'osservanza di u sàbatu.

Sembra evidente da Atti 21:20 chì i credenti ebrei continuavanu à osservà u sàbatu, ma da Galati è Colossesi sembra ancu evidente chì, se i credenti Gentili anu cuminciatu à fà, hà suscitatu dumande se avianu veramente capitu u Vangelu. È cusì in una chjesa cumposta da Ghjudei è Gentili, i Ghjudei anu osservatu u sàbatu è i pagani ùn anu micca fattu. Pàulu trattà questu in Rumani 14: 5 è 6 quandu dice: "Una persona cunsidereghja un ghjornu più sacru cà l'altru; un altru cunsidereghja ogni ghjornu listessu. Ognunu d'elli deve esse pienu cunvintu in a so propria mente. Quellu chì vede un ghjornu cum'è speciale face cusì à u Signore ". Ellu seguita cù l'ammonizione in u versu 13, "Dunque, smettemu di ghjudicammi l'uni l'altri".

I mo cunsiglii persunali à una persona ebraica chì diventa cristianu vuleria ch'ellu continuessi à osservà u sàbatu almenu à u puntu chì u populu ebreu di a so cumunità face. S'ellu ùn face micca, si pone apertu à l'accusa di rifiutà u so patrimoniu ebreu è diventà un Gentile. D’altronde, cunsiglieraghju à un cristianu paganu di pensà assai attentamente à cumincià à osservà u sàbatu per ùn creà l’impressione chì diventà cristianu dipende da TRAMBE chì ricevenu Cristu è rispettendu a lege.

Ciò chì succede dopu a morte?
In risposta à a vostra dumanda, e persone chì credenu in Ghjesù Cristu, in a so pruvista per a nostra salvezza vanu in celu per esse cun Diu è i malfidenti sò cundannati à una punizione eterna. Ghjuvanni 3:36 dice: "Quellu chì crede in u Figliolu hà a vita eterna, ma quellu chì rifiuta u Figliolu ùn vedrà a vita, perchè l'ira di Diu ferma nantu ad ellu".

Quandu morite a vostra anima è u vostru spiritu lasciate u vostru corpu. Ghjenesi 35:18 ci mostra quannu conta di Rachella chì muria, dicendu: "Quandu a so anima partia (perchè era morta)". Quandu u corpu more, l'anima è u spiritu si ne vanu ma ùn cessanu di esiste. Hè assai chjaru in Matteu 25:46 ciò chì accade dopu à a morte, quandu, parlendu di l'inghjusti, dice: "Quessi anderanu in una punizione eterna, ma i ghjusti per a vita eterna".

Paulu, quandu insignava à i credenti, hà dettu chì u mumentu chì simu "assenti da u corpu simu presenti cù u Signore" (I Corinzi 5: 8). Quandu Ghjesù hè risuscitatu da i morti, Ghjè andatu per esse cun Diu Patre (Ghjuvanni 20:17). Quandu Ellu prumette a stessa vita per noi, sapemu chì serà è chì seremu cun ellu.

In Luke 16: 22-31 vedemu u racontu di l'omu riccu è di Làzaru. U povaru omu ghjustu era à u cantu di "Abràhamu" ma u riccu andò in Ade è era in agunia. In u versu 26 vedemu chì ci era un grande golfu fissatu trà elli per chì una volta quì l'omu ingiustu ùn pudia passà à u celu. In u versu 28 si riferisce à Ade cum'è un locu di turmentu.

In Rumani 3:23 si dice: "Tutti anu fattu piccati è mancanu a gloria di Diu". Ezekiel 18: 4 è 20 dicenu: "l'ànima (è nutate l'usu di a parolla anima per persona) chì peccati morerà ... a gattivezza di u gattivu serà nantu à ellu stessu". (A morte in questu sensu in l'Scrittura, cum'è in Revelazione 20: 10,14 & 15, ùn hè micca morte fisica ma separazione da Diu per sempre è punizione eterna cum'è vistu in Luke 16. Rumani 6:23 dice, "u salariu di u peccatu hè a morte", è Matteu 10:28 dice: "teme à Quellu chì hè capace di distrughje l'anima è u corpu in l'infernu".

Allora, chì pò forse entre in celu è esse cun Diu per sempre postu chì simu tutti peccatori inghjusti. Cumu pudemu esse salvati o riscattati da a pena di morte. Rumani 6:23 dà ancu a risposta. Diu vene à u nostru salvamentu, perchè dice, "u donu di Diu hè a vita eterna per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore". Leghje I Petru 1: 1-9. Quì avemu à Petru chì discute cumu i credenti anu ricevutu una eredità "chì ùn pò mai perisce, ruvinà o svanisce - tenuta per sempre in u celu "(Versu 4 NVI). Petru parla di cume crede in Ghjesù risultati in "uttene u risultatu di a fede, u salvamentu di a vostra anima" (verse 9). (Vede ancu Matteu 26:28.) Filippini 2: 8 è 9 ci dice chì ognunu deve cunfessà chì Ghjesù, chì hà dichjaratu uguaglianza cun Diu, hè "Signore" è deve crede chì hè mortu per elli (Ghjuvanni 3:16; Matteu 27:50 ).

Ghjesù hà dettu in Ghjuvanni 14: 6: «Sò a strada, a Verità è a Vita; nimu pò vene à u Babbu, fora di Me. " I Salmi 2:12 dice: "Basgià u Figliolu, affinch'ellu ùn sia arrabbiatu è ùn perischi micca in a strada".

Parechji passaghji in u Novu Testamentu sintimentanu a nostra fede in Ghjesù "ubbidendu à a verità" o "ubbidendu à u Vangelu", chì significa "crede in u Signore Ghjesù". I Petru 1:22 dice, "avete purificatu e vostre anime in ubbidienti à a verità per mezu di u Spìritu". Efesini 1:13 dice: "In ellu ancu tù fiducia, dopu avè intesu a parolla di a verità, u Vangelu di a vostra salvezza, in quale ancu, avendu cridutu, site statu sigillatu cù u Spìritu Santu di a prumessa ". (Leghjite puru Rumani 10:15 è Ebrei 4: 2.)

U Vangelu (vale à dì una bona nutizia) hè dichjaratu in I Corinzi 15: 1-3. Dice: "Fratelli, vi dicu u Vangelu chì l'aghju predicatu, chì ancu voi avete ricevutu ... chì Cristu hè mortu per i nostri peccati secondu e Scritture, è ch'ellu hè statu sepoltu è ch'ellu hè risuscitatu u terzu ghjornu ..." Ghjesù hà dettu in Matteu 26:28, "Perchè questu hè u mo sangue di a nova allianza chì hè versatu per parechji per a rimissione di i peccati". I Petru 2:24 (NASB) dice: "Ellu stessu hà purtatu i nostri peccati in u so corpu nantu à a croce". I Timoteu 2: 6 dice: "Hà datu a so vita un riscattu per tutti". Job 33:24 dice, "risparmiallu da a falata in a fossa, aghju trovu un riscattu per ellu". (Leghje Isaia 53: 5, 6, 8, 10.)

Ghjuvanni 1:12 ci dice ciò chì duvemu fà, "ma quelli chì l'anu ricivutu à elli hà datu u dirittu di diventà figlioli di Diu, ancu à quelli chì credenu in u so nome". Rumani 10:13 dice: "Quellu chì invoca u nome di u Signore serà salvatu". Ghjuvanni 3:16 dice chì quellu chì crede in ellu hà "a vita eterna". Ghjuvanni 10:28 dice: "Li dò a vita eterna è ùn perderanu mai". In Atti 16:36 a dumanda hè posta: "Chì devu fà per esse salvatu?" è rispose: "crede à u Signore Ghjesù Cristu è sarè salvatu". Ghjuvanni 20:31 dice: "Queste sò scritte per pudè crede chì Ghjesù hè u Cristu è chì crede chì pudete avè vita in u so nome".

E Scritture mostranu evidenze chì l'ànime di quelli chì credenu saranu in Celu cun Ghjesù. In Revelazione 6: 9 è 20: 4 l'ànime di i martiri ghjusti anu vistu da Ghjuvanni in u celu. Videmu ancu in Matteu 17: 2 è Marcu 9: 2 induve Ghjesù hà pigliatu à Petru, Ghjacumu è Ghjuvanni è li hà purtatu nantu à una alta muntagna induve Ghjesù hè statu transfiguratu davanti ad elli è Mosè è Elia li sò apparsu è stavanu parlendu cun Ghjesù. Eranu più cà semplici spiriti, perchè i discìpuli li ricunniscianu è eranu vivi. In Filippini 1: 20-25 Paulu scrive, "di parte è esse cun Cristu, perchè hè assai megliu". Ebrei 12:22 parla di u celu quandu dice: "site ghjunti à u monte Sion è à a cità di u Diu vivente, a Ghjerusalemme celeste, à miriadi d'anghjuli, à l'assemblea generale è à a chjesa (nome datu à tutti i credenti) ) di u primu natu chì hè scrittu in u celu ".

Efesini 1: 7 dice: "In ellu avemu a redenzione per mezu di u so sangue, u pirdunu di i nostri tortu, secondu e ricchezze di a so grazia".

Cosa hè Faith?
Pensu chì e persone à volte associanu o confondenu a fede cù i sentimenti o pensanu chì a fede deve esse perfetta, senza mai dubbi. U megliu modu per capisce a fede hè di circà l'usu di a parolla in e Scritture è di studialla.

A nostra vita cristiana principia cù a fede, dunque un bonu locu per inizià un studiu di a fede seria Rumani 10: 6-17, chì spiega chiaramente cume a nostra vita in Cristu principia. In questa Scrittura sintemu a Parolla di Diu è a credimu è dumandemu à Diu di salvacci. Vi spiegheraghju più cumpletamente. In u versu 17 dice chì a fede vene da sente i fatti predicati à noi nantu à Ghjesù in a Parolla di Diu, (Leghje I Corinzi 15: 1-4); vale à dì u Vangelu, a morte di Cristu Ghjesù per i nostri peccati, a so sepultura è a so risurrezzione. A fede hè qualcosa chì femu in risposta à l'audizione. O u credimu o u rifiutemu. Rumani 10: 13 è 14 spiega chì fede hè chì ci salva, fede abbastanza da dumandà o invità à Diu per salvacci basatu nantu à l'opera di redenzione di Ghjesù. Avete bisognu di fede abbastanza per dumandallu di salvassi è Ellu prumette di fà la. Leghje Ghjuvanni 3: 14-17, 36.

Ghjesù hà ancu dettu parechje storie di fatti veri per discrive a fede, cum'è quella in Mark 9. Un omu hè andatu à Ghjesù cù u so figliolu chì hè pussidutu da un dimoniu. U babbu dumanda à Ghjesù: "se pudete fà qualcosa ... aiutami", è Ghjesù risponde chì, se crede, tutte e cose eranu pussibili. L'omu risponde à questu, "Signore crede, aiutate a mo incredulità". L'omu esprimia veramente a so fede imperfetta, ma Ghjesù guarì u so figliolu. Chì un esempiu perfettu di a nostra fede spessu imperfetta. Qualcunu di noi pussede una fede o una comprensione perfetta, cumpleta?

Atti 16: 30 è 31 dice chì simu salvati sì simu simplicemente criduti in u Signore Ghjesù Cristu. Diu altrò adopra altre parolle cum'è avemu vistu in Rumani 10:13, parolle cum'è "chjamà" o "dumandà" o "riceve" (Ghjuvanni 1:12), "vene à ellu" (Ghjuvanni 6: 28 è 29) chì dice: "Questu hè u travagliu di Diu chì credi in Quellu ch'ellu hà mandatu, 'è u versu 37 chì dice: "Quellu chì vene à mè ùn u cacceraghju micca certamente", o "piglià" (Revelazione 22:17) o "guardà" in Ghjuvanni 3: 14 è 15 (vede Numeri 21: 4-9 per u fondu). Tutti questi passaghji indicanu chì, se avemu a fede sufficiente per dumandà a so salvezza, avemu a fede abbastanza per esse nati di novu. I Ghjuvanni 2:25 dice: "È questu hè ciò chì ci hà prumessu - ancu a vita eterna". In I Ghjuvanni 3:23 è ancu in Ghjuvanni 6: 28 & 29 a fede hè un cumandamentu. Hè ancu chjamatu l '"opera di Diu", qualcosa chì duvemu o pudemu fà. Se Diu dice o ci cumanda di crede di sicuru hè una scelta di crede ciò ch'ellu ci dice, vale à dì, u so Figliolu hè mortu per i nostri peccati in u nostru locu. Questu hè u principiu. A so prumessa hè sicura. Ci dà a vita eterna è simu nati dinò. Leghje Ghjuvanni 3: 16 & 38 è Ghjuvanni 1:12

I Ghjuvanni 5:13 hè un versu bellu è interessante chì cuntene: "Quessi sò stati scritti à voi chì credenu in u Figliolu di Diu, affinchè sapiate chì avete a vita eterna, è chì pudete cuntinuà à crede in u Figliolu di Diu ". Rumani 1: 16 è 17 dice: "U ghjustu camparà per fede". Ci hè dui aspetti quì: "campemu" - ricevi a vita eterna, è "campemu" a nostra vita d'ogni ghjornu quì è avà per fede. Curiosamente, dice "fede à fede". Aghjustemu a fede à a fede, credemu à a vita eterna è continuemu à crede ogni ghjornu.

2 Corinzi 5: 8 dice: "perchè andemu per fede, micca per vista". Vivemu per atti di fiducia ubbidiente. A Bibbia si riferisce à questu perseveranza o fermezza. Leghje Ebrei capitulu 11. Quì dice chì ùn hè micca pussibule di fà piacè à Diu senza fede. A fede hè a prova di cose invisibili; Diu è a so creazione di u mondu. Dopu ci anu datu unepoche d'esempii d'atti di "fede ubbidiente". A vita cristiana hè una caminata cuntinua per fede, passu per passu, mumentu per mumentu, credendu in u Diu invisibile è in e so prumesse è insegnamenti. I Corinzi 15:58 dice: "Siate fermi, sempre abbondanti in l'opera di u Signore".

A fede ùn hè micca un sensu, ma chjaramente hè qualcosa chì scelghje di fà continuamente.

In realtà a preghiera hè cusì ancu. Diu ci dice, ancu ci cumanda, di pregà. Ancu ci insegna à pricà in Matteu capitulu 6. In I Ghjuvanni 5:14, u versu in chì Diu ci assicura a nostra vita eterna, u versu cuntinua per assicurà chì pudemu avè a fiducia chì se "dumandemu qualcosa secondu à a so vulintà, ci sente ", è ci risponde. Allora continuate à pregà; hè un attu di fede. Pricate, ancu quandu ùn site micca sentimu cum'è Si sente o ùn pare micca esse risposta. Questu hè un esempiu di cume a fede hè, à volte, u cuntrariu di i sentimenti. A preghera hè un passu di a nostra andatura di fede.

Ci sò altri esempi di fede micca menzionati in Ebrei 11. I figlioli d'Israele sò un esempiu di "micca crede". I figlioli d'Israele, quandu eranu in u desertu, anu sceltu di ùn crede micca ciò chì Diu li disse; anu sceltu di ùn crede in u Diu invisibile è cusì anu creatu u so "propriu diu" in oru è anu cridutu chì ciò ch'elli avianu fattu era "diu". Cumu hè stupidu. Leghje Rumani capitulu unu.

Facemu listessa cosa oghje. Inventemu u nostru "sistema di credenze" per adattassi à noi stessi, unu chì truvemu faciule, o hè accettabile per noi, chì ci dà gratificazione immediata, cume se Diu sia quì per serveci, micca u cuntrariu, o ch'ellu sia u nostru servitore è micca noi u soiu, o simu "diu", micca Ellu u Diu Creatore. Arricurdatevi l'Ebrei dice chì a fede hè evidenza di u Diu Creatore invisibile.

Allora u mondu definisce a so propria versione di fede, a maggior parte di u tempu chì implichi qualcosa, eccettu u Diu, a so creazione o a Sua Parola.

U mondu dice spessu, "avè fede" o dice solu "crede" senza ditti Ce avè a fede in, cume si tratta di l'oggettu in e per ellu, solu una specie di niente tu decide di crede in. Credi in qualcosa, nunda o nunda, tuttu ciò chì ti fa senta bè. Hè indefinibile, perchè ùn definiscenu micca ciò chì significanu. Hè inventatu da sè, una creazione umana, incoerente, cunfusa è senza speranza inaccessibile.

Come vedemu in Ebrei 11, a fede biblica hà un oggiu: Ci vole crede in Diu è credemu in a Sua Parola.

Un altru esempiu, un bonu, hè a storia di e spie mandate da Mosè per verificà a terra chì Diu hà dettu à u so populu sceltu ch'ellu li darà. Si trova in Numeri 13: 1-14: 21. Mosè hà mandatu dodeci omi in a "Terra Prumessa". Deci sò tornati è anu riportatu un cattivu è scuraggiante rapportu chì hà causatu a ghjente à dubbità di Diu è di a Sua prumessa è di sceglie di turnà in Egittu. L'altri dui, Joshua è Caleb, anu sceltu, ancu s'elli anu vistu giganti in a terra, di fidà si di Diu. Anu dettu: "Duvemu cullà è piglià u pussessu di a terra". Elli anu sceltu, per fede, d'incuragì a ghjente à crede à Diu è à avanzà cum'è Diu li avia urdinatu.

Quandu avemu cridutu è cuminciatu a nostra vita cun Cristu, simu diventati figlioli di Diu è Ellu u nostru Babbu (Ghjuvanni 1:12). Tutte e so prumesse sò diventate nostre, cum'è Filippini capitulu 4, Matteu 6: 25-34 è Rumani 8:28.

Cum'è in u casu di u nostru Babbu umanu, chì cunnisciamu, ùn ci preoccupemu micca di e cose chì u nostru babbu pò curà perchè sapemu chì si cura di noi è ci ama. Avemu fiducia in Diu perchè u cunnuscimu. Leghje 2 Petru 1: 2-7, in particulare u versu 2. Questa hè a fede. Questi versi dicenu chì a grazia è a pace venenu per mezu di a nostra cunniscenzi di Diu è di Ghjesù u nostru Signore.

Quandu avemu amparatu nantu à Diu è fiducia in ellu cresce in a nostra fede. A Scrittura insegna chì u cunniscimu studendu a Scrittura (2 Petru 1: 5-7), è cusì a nostra fede cresce mentre capiscimu u nostru Babbu Celeste, Quale hè è cumu hè per via di a Parolla. A maiò parte di a ghjente, in ogni modu, vole una certa "magia" fede immediata; ma a fede hè un prucessu.

2 Petru 1: 5 dice chì duvemu aghjustà virtù à a nostra fede è poi cuntinuà à aghjunghje; un prucessu da chì crescemu. Stu passaghju di e Scritture dice: "A grazia è a pace sia multiplicata per voi, in a cunniscenza di Diu è di Ghjesù Cristu u nostru Signore". Cusì a pace vene ancu da cunnosce à Diu u Babbu è à Diu u Figliolu. In questu modu a preghiera, a cunniscenza di Diu è di a Parolla è a fede travaglianu inseme. Amparendu di ellu, hè u Datore di pace. U Salmu 119: 165 dice: "Grande pace anu quelli chì amanu a to lege, è nunda ùn li pò fà inciampà". U Salmu 55:22 dice: «Ghjettate e vostre primure nantu à u Signore è ellu vi sustene; Ùn lascerà mai falà i ghjusti ". Attendu l'apprendimentu di a Parolla di Diu ci cunnettemu à Quellu chì dà grazia è pace.

Avemu digià vistu chì per i credenti Diu sente e nostre preghere è li cuncede in cunfurmità cù a so vulintà (I Ghjuvanni 5: 14). Un bon babbu ci darà solu ciò chì hè bonu per noi. Rumani 8:25 ci insegna chì questu hè ciò chì Diu face per noi dinò. Leghje Matteu 7: 7-11.

Sò sicuru chì questu ùn equivale micca à a nostra dumanda è uttene tuttu ciò chì vulemu, tuttu u tempu; altrimenti diventeriamu figlioli viziati invece di figlioli maturi è figliole di u Babbu. Ghjacumu 4: 3 dice: "Quandu dumandate, ùn riceve micca, perchè dumandate cun motivi sbagliati, per pudè spende ciò chì avete per i vostri piacè". A Scrittura insegna ancu in Ghjacumu 4: 2 chì, "Ùn avete micca, perchè ùn dumandate micca à Diu". Diu vole chì parlemu cun ellu, chì ghjè ciò chì hè a preghiera. Una grande parte di a preghiera dumanda i nostri bisogni è i bisogni di l'altri. In questu modu sapemu chì Ellu hà furnitu a risposta. Vede ancu I Petru 5: 7. Allora se avete bisognu di pace, dumandatelu. Fate fiducia in Diu per dà cum'è avete bisognu. Diu dice ancu in u Salmu 66:18, "Se mi riguardu l'iniquità in u mo core, u Signore ùn mi sente micca." Se simu peccati duvemu confessallu à ellu per avè u dirittu. Leghje I Ghjuvanni 1: 9 & 10.

Filippesi 4: 6 & 7 dice: "ùn siate ansiosi di nunda, ma in tuttu per preghiera è supplicazione, cun ringraziamentu, fate cunnosce e vostre richieste à Diu, è a pace di Diu, chì supera ogni intelligenza, custodirà i vostri cori è menti per mezu di Cristu Ghjesù ". Quì dinò a preghera hè ligata à a fede è a cunniscenza per dà ci a pace.

I Filippini dicenu dunque di pensà à e cose belle è di "fà" ciò chì amparate, è, "u Diu di a pace serà cun voi". Ghjacumu dice di esse cumpensatori di a Parolla è micca solu ascoltatori (Ghjacumu 1: 22 & 23). A pace vene da cunnosce a Persona in a quale avete fiducia è per ubbidì à a so Parolla. Siccomu a preghiera parla cù Diu è u Novu Testamentu ci dice chì i credenti anu un accessu cumpletu à u "tronu di grazia" (Ebrei 4:16), pudemu parlà à Diu di tuttu, perchè ellu sà dighjà. In Matteu 6: 9-15 in a Preghiera di u Signore, ci insegna cumu è per chì cose pregà.

A fede simplice cresce mentre hè esercitata è "travagliatu" in ubbidenza à i cumandamenti di Diu cum'è vistu in a so Parolla. Arricurdatevi 2 Petru 1: 2-4 dice chì a pace vene da a cunniscenza di Diu chì vene da a Parolla di Diu.

In sumu:

A pace vene da Diu è una cunniscenza di Lui.

Amparemu da ellu in a Parola.

A fede vene da sente a Parolla di Diu.

A preghiera hè parte di stu prucessu di fede è di pace.

Ùn hè micca un'esperienza una volta per tutte, ma una cammara passà.

Se ùn avete micca principiatu stu viaghju di fede, vi dumandu di vultà in daretu è leghje 1 Petru 2:24, Isaia capitulu 53, I Corinzi 15: 1-4, Rumani 10: 1-14, è Ghjuvanni 3: 16 & 17 è 36 Atti 16:31 dice: "Cridite in u Signore Ghjesù Cristu è sarete salvatu".

Cosa hè a Natura è u Caratteru di Diu?
Dopu avè lettu e vostre dumande è cummenti pare chì avete qualchì credenza in Diu è in u Figliolu, Ghjesù, ma avete ancu assai malintesi. Sembe di vede à Diu solu cù l'opinioni è l'esperienze umane è u vede cum'è Qualchissia Chì duverebbe fà ciò chì vulete, cum'è s'ellu fussi un servitore o à dumanda, è cusì ghjudicate a so natura, è dite chì hè "in ghjocu".

Primu mi dicenu e mo risposte saranu basate bèstule perchè hè l'unica fonte affidabile per capisce veramente chi hè Diu è ciò chì hè cum'è.

Ùn pudemu micca "creà" u nostru diu per adattassi à e nostre dittature, secondu i nostri propri desideri. Ùn pudemu micca contà nantu à i libri o gruppi religiosi o qualsiasi altre opinioni, duvemu accettà u veru Diu da a sola fonte chì ci hà datu, a Scrittura. Se a ghjente interrugheghja tuttu o una parte di e Scritture, ci fermanu solu opinioni umane, chì ùn accunsentenu mai. Avemu solu un diu creatu da l'omu, un diu fittiziu. Hè solu a nostra creazione è ùn hè micca Diu in tuttu. Puderemu ancu fà un diu di a parolla o di a petra o una maghjina d'oru cum'è Israele hà fattu.

Vulemu avè un diu chì faci ciò chì vulemu. Ma ùn pudemu mancu cambià Diu per e nostre richieste. Simu solu à agisce cum'è zitelli, avendu un furore di furia per avè a nostra manera. Nunda di ciò chì femu o ghjudice ùn determina quale hè ellu è tutti i nostri argumenti ùn anu alcun effettu nant'à a so "natura". A so "natura" ùn hè micca "in ghjocu" perchè a dicemu cusì. Hè Quale hè: Diu Onniputente, u nostru Creatore.

Allora Quale hè u veru Diu. Ci sò tante caratteristiche è attributi chì ne menzioneraghju solu alcuni è ùn li "testeraghju micca" tutti. Se vulete pudete andà à una fonte affidabile cum'è "Bibbia Hub" o "Bibbia Gateway" in ligna è fà qualchì ricerca.

Eccu alcuni di i so attributi. Diu hè Creatore, Sovranu, Onniputente. Hè santu, Hè ghjustu è ghjustu è un Ghjudice ghjustu. Hè u nostru Babbu. Hè lume è verità. Hè eternu. Ùn pò micca bugie. Titu 1: 2 ci dice: "In a speranza di a vita eterna, chì Diu, QUI PUDE MENTI, hà prumessu tempi fà. Malachi 3: 6 dice ch'ellu hè immutabile, "Sò u Signore, ùn cambiu micca".

NUNDA chì femu, nisuna azzione, opinione, cunniscenza, circustanze o ghjudiziu ùn pò cambià o influenzà a so "natura". Se l'accusemu o l'accusemu, ùn cambia micca. Hè listessu eri, oghje è per sempre. Eccu uni pochi di attributi in più: Hè prisente in ogni locu; Sà tuttu (onnisciente) passatu, presente è avvene. Hè perfettu è HÈ AMORE (I Ghjuvanni 4: 15-16). Diu hè amorevule, gentile è misericurdiosu per tutti.

Duvate quì chì tutte e cose cattivi, catastrofi è tragedie chì si verificanu, si verificanu da u peccatu chì intrò in u mondu quandu Adam hà fattu un peccatu (Rumani 5: 12). Allora chì ci vole a nostra attitudine versu u nostru Diu?

Diu hè u nostru Creatore. Hà creatu u mondu è tuttu ciò chì ci hè. (Vede Genesi 1-3.) Leghjite Rumani 1: 20 è 21. Certamente implica chì perchè hè u nostru Creatore è perchè hè, bè, Diu, ch'ellu merita u nostru onore, lode è gloria. Dice: "Perchè da a creazione di u mondu, e qualità invisibili di Diu - a so putenza eterna è a natura divina - sò state chjaramente viste, essendu capite da ciò chì hè statu fattu, affinchì l'omi sianu senza scusa. Perchì ancu se cunnuscianu à Diu, ùn l'anu nè glurificatu cum'è Diu, nè ringraziatu à Diu, ma u so penseru hè diventatu inutile è i so cori scemi sò stati scuriti ".

Avemu da onurà è ringrazià à Diu perchè hè Diu è perchè hè u nostru Creatore. Leghjite puru Rumani 1: 28 è 31. Aghju rimarcatu qualcosa di assai interessante quì: chì quandu ùn onuremu u nostru Diu è u Creatore diventemu "senza capisce".

Onurà à Diu hè a nostra rispunsabilità. Matteu 6: 9 dice: "U nostru Babbu chì sì in u celu sia santificatu sia u Tò Nome". Deuteronomiu 6: 5 dice: "Amerai u Signore di tuttu u to core è di tutta a to anima è di tutta a to forza". In Matteu 4:10 induve Ghjesù dice à Satanassu: «Luntanu da mè, Satanassu! Perchì hè scrittu: 'Adurà u Signore, u to Diu, è serve lu solu'. "

U Salmu 100 ci ramenta quandu dice: "servite u Signore cun gioia", "sapete chì u Signore stessu hè Diu", è u versu 3: "Hè quellu chì hà fattu noi è micca noi stessi". U versu 3 dice ancu: "Simu u so pòpulu, e pecure di u so pasculu". U versu 4 dice: "Intrite e so porte cù ringraziamentu è i so tribunali cun lode". U versu 5 dice: "Perchè u Signore hè bonu, a so misericordia hè eterna è a so fideltà per tutte e generazioni".

Cum'è i Rumani ci insegna à ringraziallu, ludà, onore è benedizzione! U Salmu 103: 1 dice: "Benedisci u Signore, anima mia, è tuttu ciò chì hè in mè benedica u so nome santu". U Salmu 148: 5 hè chjaru dicendu: "Lasciate lodà u Signore perchè Ellu hà urdinatu è sò stati creati", è in u versu 11 ci dice chì deve lodallu, "Tutti i rè di a terra è tutti i populi" è u versu 13 aghjusta, "Perchè u so nome solu hè esaltatu".

Per fà e cose più enfatiche Colossians 1:16 dice, "tutte e cose sò state create da ellu è per ellu" è "Hè davanti à tutte e cose" è Revelazione 4:11 aghjusta, "per u Tò piacè sò è sò stati creati". Semu stati creati per Diu, Ellu ùn hè micca statu creatu per noi, per u nostru piacè o per noi di ottene ciò chì vulemu. Ùn hè micca quì per serve ci, ma noi per serve lu. Cum'è Revelazione 4:11 dice: "Sì degnu, Signore è Diu, di riceve gloria, onore è lode, perchè avete creatu tutte e cose, perchè da a vostra vuluntà sò stati creati è anu u so esse". Avemu da adurallu. U Salmu 2:11 dice: "Adurà u Signore cun riverenza è ralegriti cun tremulu". Vede ancu Deuteronomiu 6:13 è 2 Cronache 29: 8.

Avete dettu chì site cum'è Ghjobbu, chì "Diu prima l'amava". Demu un ochju à a natura di l'amore di Diu per pudè vede ch'ellu ùn ferma micca di amacci, ùn importa ciò chì femu.

L'idea chì Diu smette di amassi per qualsiasi "ragione" hè cumuna trà parechje religioni. Un libru di duttrina chì aghju, "Grandi Duttrine di a Bibbia da William Evans" in parlendu di l'amore di Diu dice: "U Cristianesimu hè veramente l'unica religione chì stabilisce l'Essere Supremu cum'è" Amore ". Stabilisce i dei di altre religioni cum'è esseri arrabbiati chì richiedenu e nostre bone azzioni per appacialli o guadagnà a so benedizzione ".

Avemu solu dui punti di riferimentu in quantu à l'amore: 1) amore umanu è 2) amore di Diu cum'è revelatu à noi in a Scrittura. U nostru amore hè difettu da u peccatu. Fluttua o pò ancu cessà mentre l'amore di Diu hè eternu. Ùn pudemu mancu capisce o capisce l'amore di Diu. Diu hè amore (I Ghjuvanni 4: 8).

U libru, "Teologia Elementale" di Bancroft, à a pagina 61 parlendu di l'amore dice, "u caratteru di quellu chì ama dà caratteru à l'amore". Ciò significa chì l'amore di Diu hè perfettu perchè Diu hè perfettu. (Vede Matteu 5:48.) Diu hè santu, cusì u so amore hè puru. Diu hè ghjustu, allora u so amore hè ghjustu. Diu ùn cambia mai, cusì u so amore ùn fluttuà mai, fiasca o cessa. I Corinzi 13:11 descrive l'amore perfettu dicendu questu, "L'amore ùn manca mai". Diu solu pussede stu tipu d'amore. Leghjite u Salmu 136. Ogni versu parla di a benevolenza di Diu dicendu chì a so benevolenza dura per sempre. Leghje Rumani 8: 35-39 chì dice: "quale ci pò separà da l'amore di Cristu? Sarà tribulazione o angosce o persecuzione o carestia o nudità o periculu o spada? "

U versu 38 cuntinua: "Perchè sò cunvintu chì nè a morte, nè a vita, nè l'ànghjuli, nè i principati, nè e cose prisenti nè e cose à vene, nè i puteri, nè l'altezza nè a prufundità, nè alcuna altra cosa creata ùn seranu capaci di separacci da l'amore di Diu ". Diu hè amore, dunque ùn pò aiutà, ma amassi noi.

Diu ama à tutti. Matteu 5:45 dice: "Ellu face nasce u so sole è cascà nantu à u male è u bè, è manda a pioggia nantu à i ghjusti è l'inghjusti". Benedisce à tutti perchè li ama à tutti. Ghjacumu 1:17 dice: "Ogni bonu rigalu è ogni rigalu perfettu venenu da sopra è falanu da u Babbu di e luci cù quale ùn ci hè variabilità nè ombra di girata". U Salmu 145: 9 dice: «U Signore hè bonu per tutti; Hà cumpassione per tuttu ciò ch'ellu hà fattu ". Ghjuvanni 3:16 dice: "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u so Figliolu unigenitu".

Ciò di e cose male. Diu prumette à u credente chì: "Tutte e cose funzionanu inseme per u bè per quelli chì amanu Diu (Rumani 8:28)". Diu pò permette chì e cose entrinu in a nostra vita, ma siate assicurati chì Diu li hà permessi solu per una ragione assai bona, micca perchè Diu hà in un certu modu o per qualchì ragione sceltu di cambià idea è di smette di amassi.
Diu pò sceglie per lascià soffre e cunsequenze di u peccatu, ma pò sceltu ancu di teni da noi, ma sempre i so motivi sò partuti da l'amore è u scopu hè di u nostru bè.

DISPOSIZIONE D'AMORE DI SALVAZIONE

L'Scrittura dice chì Diu odia u peccatu. Per una lista parziale, vede Pruverbii 6: 16-19. Ma Diu ùn odia i piccatori (I Timoteu 2: 3 & 4). 2 Petru 3: 9 dice: "U Signore ... hè paziente cun voi, ùn vole micca perisce, ma chì tutti venenu à u pentimentu".

Cusì Diu hà preparatu un modu per a nostra redenzione. Quandu peccemu o alluntanemu da Diu ùn ci lascia mai è aspetta sempre chì tornemu, ùn cessa micca di amassi. Diu ci dà a storia di u figliolu prodigiu in Luke 15: 11-32 per illustrà u so amore per noi, quellu di u babbu amorevule chì si rallegra di u ritornu di u so figliolu capricciosu. Micca tutti i babbi umani sò cusì ma u nostru Babbu Celestiale ci accoglie sempre. Ghjesù dice in Ghjuvanni 6:37: «Tuttu ciò chì u Babbu m'hà datu vene à mè; è quellu chì vene à mè ùn la cacciarà micca. " Ghjuvanni 3:16 dice: "Diu hà tantu amatu u mondu". I Timuteu 2: 4 dice chì Diu "vole chì tutti l'omi sianu salvati è venenu à una cunniscenza di a verità". Efesini 2: 4 è 5 dice: "Ma per via di u so grande amore per noi, Diu, chì hè riccu di misericordia, ci hà fattu vive cun Cristu ancu quandu eramu morti in trasgressioni - hè per grazia chì sì statu salvatu".

A più grande dimostrazione d'amore in tuttu u mondu hè a pruvista di Diu per a nostra salvezza è u perdonu. Avete bisognu di leghje Romani capituli 4 è 5 induve gran parte di u pianu di Diu hè spiegatu. Rumani 5: 8 è 9 dice: "Diu dimostra u so amore versu noi, in chì mentre eramu peccatori, Cristu hè mortu per noi. Moltu più allora, essendu oramai ghjustificati da u so sangue, saremu salvati da l'ira di Diu per mezu di ellu ". I Ghjuvanni 4: 9 & 10 dice: "Eccu cumu Diu hà mostratu u so amore trà di noi: Hà mandatu u so Figliolu Unicu in u mondu per pudè campà per ellu. Questu hè l'amore: micca chì avemu amatu à Diu, ma ch'ellu ci hà amatu è hà mandatu u so Figliolu cum'è sacrifiziu espiativu per i nostri peccati ".

Ghjuvanni 15:13 dice: "Amore maiò ùn hà più nimu chì questu, chì hà datu a so vita per i so amichi". I Ghjuvanni 3:16 dice: "Eccu cumu sapemu ciò chì hè l'amore: Ghjesù Cristu hà datu a so vita per noi ..." Hè quì in I Ghjuvanni chì dice "Diu hè Amore (capitulu 4, versu 8). Hè quellu chì hè. Questa hè a prova ultima di u so amore.

Avemu bisognu di crede ciò chì Diu dice - Ellu ci ama. Ùn importa micca ciò chì ci accade o cume sembranu e cose à u mumentu chì Diu ci dumanda di crede in ellu è in u so amore. David, chì hè chjamatu "omu secondu u core di Diu", dice in u Salmu 52: 8, "Confidu in l'amore infallibile di Diu per i seculi di i seculi". I Ghjuvanni 4:16 duveria esse u nostru scopu. «È simu venuti à cunnosce è avemu cridutu l'amore chì Diu hà per noi. Diu hè amore, è quellu chì stà in amore stà in Diu è Diu stà in ellu ".

Pianu Basicu di Diu

Eccu u pianu di Diu per salvacci. 1) Avemu tutti piccatu. Rumani 3:23 dice: "Tutti anu fattu piccatu è mancanu a gloria di Diu". Rumani 6:23 dice "U salariu di u peccatu hè a morte". Isaia 59: 2 dice: "I nostri peccati ci anu separatu da Diu".
2) Diu hà furnitu un modu. Ghjuvanni 3:16 dice: "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u Solu Unicu Figliolu ..." In Ghjuvanni 14: 6 Ghjesù disse: "Sò a Via, a Verità è a Vita; nimu vene à u Babbu, ma per mè. "

I Corinzi 15: 1 & 2 "Questu hè u rigalu gratuitu di Diu di Salvazione, u Vangelu chì aghju prisentatu da u quale site salvatu". U versu 3 dice: "Chì Cristu hè mortu per i nostri peccati", è u versu 4 cuntinua, "ch'ellu hè statu sepoltu è ch'ellu hè statu risuscitatu u terzu ghjornu". Matteu 26:28 (KJV) dice: "Questu hè u mo sangue di a nova allianza chì hè versatu per parechji per u perdonu di u peccatu". Petru 2:24 (NASB) dice: "Ellu stessu hà purtatu i nostri peccati in u so corpu nantu à a croce".

3) Ùn pudemu micca guadagnà a nostra salvezza fendu boni travagli. Efesini 2: 8 & 9 dice: "Perchè per grazia sì salvatu per fede; è chì micca di voi stessi, hè u donu di Diu; micca in u risultatu di l'opere, chì nimu ùn si vantassi ". Titu 3: 5 dice: "Ma quandu a buntà è l'amore di Diu u nostru Salvatore versu l'omu apparsu, micca per opere di ghjustizia chì avemu fattu, ma secondu a so misericòrdia ci hà salvatu ..." 2 Timoteu 2: 9 dice: " chì ci hà salvatu è ci hà chjamatu per una vita santa - micca per nunda chì avemu fattu ma per u so propiu scopu è grazia ".

4) Cumu a salvezza è u perdonu di Diu sò fatti vostri: Ghjuvanni 3:16 dice: "chì quellu chì crede in ellu ùn perisca micca, ma averà a vita eterna". Ghjuvanni usa a parolla crede 50 volte solu in u libru di Ghjuvanni per spiegà cumu riceve u rigalu gratuitu di Diu di a vita eterna è u perdonu. Rumani 6:23 dice: "Perchè u salariu di u peccatu hè a morte, ma u donu di Diu hè a vita eterna per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore". Rumani 10:13 dice: "Quellu chì invoca u nome di u Signore serà salvatu".

Assicurazione di u Perdu

Eccu perchè avemu l'assicuranza chì i nostri peccati sò perdonati. A vita eterna hè una prumessa à "tutti quelli chì credenu" è "Diu ùn pò mentà". Ghjuvanni 10:28 dice: "Li dò a vita eterna, è ùn perderanu mai". Arricurdatevi di Ghjuvanni 1:12 dice: "Quelli chì l'anu ricivutu à elli hà datu u dirittu di diventà figlioli di Diu, à quelli chì credenu in u so Nome". Hè una fiducia basata annantu à a so "natura" d'amore, di verità è di ghjustizia.

Sè vo avete vinutu à ellu è ricevutu Cristu vi sò salvu. Ghjuvanni 6:37 dice: "Quellu chì vene à mè ùn u cacceraghju micca in modu sàviu". Se ùn l'avete micca dumandatu di pardunà vi è accettatu Cristu, pudete fà questu in questu mumentu.
Se credi in qualchì altra versione di Quale hè Ghjesù è in qualchì altra versione di ciò ch'ellu hà fattu per voi chè quella data in e Scritture, duvete "cambià idea" è accettà à Ghjesù, u Figliolu di Diu è Salvatore di u mondu . Arricurdatevi, hè u solu modu per Diu (Ghjuvanni 14: 6).

pirdunu

U nostru perdonu hè una parte preziosa di a nostra salvezza. U significatu di u perdonu hè chì i nostri peccati sò mandati via è Diu ùn si ne arricorda più. Isaia 38:17 dice: "Avete lampatu tutti i mo peccati daretu à u to spinu." U Salmu 86: 5 dice: "Per tè Signore sì bonu, è prontu à perdonà, è abbundante in bontà à tutti quelli chì ti invocanu". Vede Rumani 10:13. U Salmu 103: 12 dice: "In quantu l'Est hè da l'Occidenti, cusì luntanu hà livatu e nostre trasgressioni da noi". Ghjeremia 31:39 dice: "Pardunaraghju a so iniquità è ùn mi ricorderaghju più di u so piccatu".

Rumani 4: 7 & 8 dice: "Beati quelli chì e so azzioni illegali sò state perdonate è chì i so piccati sò stati cuparti. Beatu l'omu chì u Signore ùn hà da tene contu di u so peccatu ". Questu hè u pirdunu. Se u vostru perdonu ùn hè micca una prumessa di Diu allora induve a truvate, perchè cumu l'avemu digià vistu, ùn la pudete micca guadagnà.

Colossians 1:14 dice: "In quale avemu a redenzione, ancu u perdonu di i piccati". Vede l'Atti 5: 30 è 31; 13:38 è 26:18. Tutti sti versi parlanu di u perdonu cum'è parte di a nostra salvezza. Atti 10:43 dice: "Tutti quelli chì credenu in ellu ricevenu u perdonu di i peccati per mezu di u so nome". Efesini 1: 7 dice dinò: "In quale avemu a redenzione per mezu di u so sangue, u pirdunu di i peccati, secondu e ricchezze di a so grazia".

Hè impussibile per Diu di bugie. Hè incapace di quessa. Ùn hè micca arbitrariu. U pirdunu si basa nantu à una prumessa. Se accettemu Cristu simu perdonati. Atti 10:34 dice: "Diu ùn hè micca un rispettu di e persone". A traduzzione NIV dice: "Diu ùn mostra micca favuritu".

Vogliu chì andate à 1 John 1 per mostrà cumu si applica à i credenti chì falliscenu è peccate. Sò Suoi figlioli è cum'è i nostri padri umani, o u babbu di u figliolu uguzu, perdonu, perchè u nostru Padre Celeste pardona è ci riceve dinò, è torna.

Sapemu chì u peccatu ci separa da Diu, cusì u peccatu ci separa da Diu ancu quandu simu i so figlioli. Ùn ci separa micca da u so amore, nè significa chì ùn simu più i so figlioli, ma rompe a nostra cumunione cun ellu. Ùn pudete micca cunfidassi nantu à i sentimenti quì. Basta à crede a so parolla chì, se fate a cosa bona, confessate, ellu vi hà pardunatu.

Noi sò cum'è i zitelli

Usemu un esempiu umanu. Quandu un zitellu chjucu disubbidisce è si face cunfrontu, pò copre, o minteci o piattassi da u so parente per via di a so culpabilità. Pò ricusà di ammette a so malfatta. Si hè cusì siparatu da i so parenti perchè teme ch'elli scoprinu ciò ch'ellu hà fattu, è teme ch'elli sianu in còllera cun ellu o chì u puniscinu quand'elli anu da sapè. A vicinanza è u cunfortu di u zitellu cù i so genitori hè rottu. Ùn pò micca sperimentà a sicurezza, l'accettazione è l'amore ch'elli anu per ellu. U zitellu hè diventatu cum'è Adamu è Eva piattati in u Giardinu di Eden.

Facemu listessa cosa cù u nostru Babbu celeste. Quandu avemu piccatu, ci sentimu culpevuli. Avemu paura ch'ellu ci punisca, o pò smette di amà ci o ci caccia. Ùn vulemu micca ammettà chì ci sbagliemu. A nostra cummunione cun Diu hè rotta.

Diu ùn ci lascia micca, hà prumessu di ùn lasciarci mai. Vede Matteu 28:20, chì dice: "È sicuramente sò cun voi sempre, finu à a fine di l'età". Ci simu piattati da ellu. Ùn pudemu micca veramente piattàci perchè ellu sà è vede tuttu. U Salmu 139: 7 dice: "Induve possu andà da u vostru Spìritu? Induve possu fughje da a to presenza? " Simu cum'è Adamu quandu ci piattemu da Diu. Ci cerca, aspittendu chì venissimu ind'è ellu per u perdonu, cum'è un genitore vole solu chì u zitellu ricunnosca è ammetti a so disubbidienza. Eccu ciò chì vole u nostru Babbu Celeste. Ellu aspetta per perdunà. Ci hà da ripiglià sempre.

I babbi umani ponu cessà di amà un zitellu, ancu se ciò accade raramente. Cù Diu, cum'è avemu vistu, u so amore per noi ùn falla mai, ùn cessa mai. Ci ama cun amore eternu. Arricurdatevi Rumani 8: 38 & 39. Ricurdativi chì nunda ùn ci pò separà da l'amore di Diu, ùn cessemu micca di esse i so figlioli.

Iè, Diu odia u peccatu è cum'è dice Isaia 59: 2, "i vostri peccati si sò separati trà voi è u vostru Diu, i vostri peccati anu piattatu a so faccia da voi". Dice in u versu 1: "U bracciu di u SIGNORE ùn hè micca troppu cortu per salvà, nè u so arechja troppu sordu per sente", ma u Salmu 66:18 dice: "Se mi riguardu l'iniquità in u mo core, u Signore ùn mi sente micca . "

I Ghjuvanni 2: 1 & 2 dice à u credente: "I mo figlioli cari, ti scrivu cusì per ùn peccà. Ma se qualchissia peccatu, avemu unu chì parla à u Babbu in a nostra difesa - Ghjesù Cristu, u Ghjustu ". I credenti ponu fà u peccatu. Infatti I Ghjuvanni 1: 8 & 10 dicu: "Se dicemu d'esse senza peccatu, ci ingannemu è a verità ùn hè micca in noi" è "se dicemu chì ùn avemu micca piccatu, u facemu bugiardu, è a so parolla hè micca in noi ". Quandu femu peccatu Diu ci mostra a strada di ritornu in u versu 9 chì dice: "Se cunfessemu (ricunnosce) i nostri peccati, hè fidu è ghjustu per pardunà i nostri peccati è purificà ci da ogni iniquità".

Duvemu sceglie di cunfessà u nostru peccatu à Diu allora sì ùn sperimentemu micca u perdonu hè colpa nostra, micca di Diu. Hè a nostra scelta di ubbidì à Diu. A so prumessa hè sicura. Ci pardunarà. Ùn pò micca bugie.

Job Versa u Caratteru di Diu

Fighjemu Job postu chì l'avete allevatu è vedemu ciò chì ci insegna veramente di Diu è di a nostra relazione cun ellu. Parechje persone malinterpretanu u libru di Job, a so narrativa è i so cuncetti. Pò esse unu di i libri i più incompresi di a Bibbia.

Una di e prime cuncepzioni sbagliate hè di suppone chì a suffrenza sia sempre o soprattuttu un segnu di rabbia di Diu per un peccatu o peccati chì avemu fattu. Evidentemente hè ciò chì i trè amichi di Job eranu sicuri, per i quali Diu li rimproverò infine. (Riturneremu à questu dopu.) Un altru hè di suppone chì a prosperità o e benedizioni sò sempre o di solitu un segnu di Diu chì sia cuntentu di noi. Sbagliatu. Questa hè a nuzione di l'omu, un pensamentu chì assume chì guadagnemu a buntà di Diu. Aghju dumandatu à qualchissia ciò chì li spiccava da u libru di Job è a so risposta era: "Ùn sapemu nunda". Nimu pare sicuru chì hà scrittu Job. Ùn sapemu micca chì Job hà mai capitu tuttu ciò chì si passava. Ùn avia ancu micca e Scritture, cum'è noi.

Ùn si pò micca capisce questu contu à menu chì ùn capisca micca ciò chì accade trà Diu è Satanassu è a guerra trà e forze o seguitori di a ghjustizia è quelli di u male. Satanassu hè u nemicu scunfittu per via di a croce di Cristu, ma si pò dì ch'ellu ùn hè ancu statu messu in custodia. Ci hè una battaglia chì stà sempre in furia in questu mondu per l'anime di e persone. Diu ci hà datu u libru di Job è parechje altre Scritture per aiutacci à capì.

Prima, cum'è aghju dichjaratu prima, tuttu u male, u dulore, a malatia è i disastri risultanu da l'entrata di u peccatu in u mondu. Diu ùn face nè crea u male, ma pò permette à i disastri di pruvà ci. Nunda vene in a nostra vita senza u so permessu, ancu a currezzione o chì ci permette di soffre e cunsequenze di un peccatu chì avemu fattu. Questu hè per rende più forti.

Diu ùn decide micca arbitrariamente di ùn amà ci. L'amore hè u so Esse stessu, ma hè ancu santu è ghjustu. Fighjemu u paràmetru. In u capitulu 1: 6, i "figlioli di Diu" si presentavanu à Diu è Satanassu venia trà di elli. I "figlioli di Diu" sò probabilmente anghjuli, forse una cumpagnia mista di quelli chì seguitavanu à Diu è quelli chì seguitavanu à Satanassu. Satanassu era vinutu da u giru di a terra. Questu mi face pensà à I Petru 5: 8 chì dice: "U vostru avversariu u diavulu circonda cum'è un leone ruggente, circendu à qualchissia da manghjà". Diu indetta u so "servitore Job", è eccu un puntu assai impurtante. Dice Ghjobbu hè u so ghjustu servitore, è hè senza difetti, ghjustu, teme à Diu è si ne và da u male. Nutate bè chì Diu ùn hè in nisun locu quì accusendu Ghjobbu di qualunque piccatu. Satana dice in fondu chì l'unicu mutivu chì Ghjobbu seguita à Diu hè perchè Diu l'hà benedettu è chì, se Diu hà pigliatu quelle benedizioni, Ghjobbe averà maledittu Diu. Eccu u cunflittu. Dunque Diu permette à Satanassu di afflittu à Ghjobbu per pruvà u so amore è a so fideltà. Leghje u capitulu 1: 21 è 22. Job hà passatu questu test. Dice: "In tuttu questu Job ùn hà micca fattu piccatu, nè culpitu à Diu". In u capitulu 2 Satana torna sfida à Diu per pruvà Job. Di novu Diu permette à Satanassu di afflittà Job. Job risponde à 2:10, "accetteremu u bè da Diu è micca l'adversità". Dice in 2:10, "In tuttu questu Job ùn hà micca piccatu cù e so labbre".

Nutate bè chì Satanassu ùn puderebbe fà nunda senza l'autorizazione di Diu, è Ellu stabilisce i limiti. U Novu Testamentu indica questu in Luke 22:31 chì dice: "Simone, Satanassu hà desideratu d'avè ti". A NASB a dice cusì, Satanassu "hà dumandatu permessu per cernigliavvi cum'è granu". Leghje Efesini 6: 11 è 12. Ci dice: "Metti tutta l'armatura o Diu" è di "stà contr'à i schemi di u diavulu. Perchè a nostra lotta ùn hè micca contru à carne è sangue, ma contru à i dirigenti, contru à l'autorità, contru à e putenze di stu mondu bughju è contr'à e forze spirituali di u male in i regni celesti ". Esse chjaru. In tuttu questu Job ùn avia micca piccatu. Simu in battaglia.

Avà torna à I Petru 5: 8 è leghje. Basalmente spiega u libru di Job. Dice: "ma resistite à ellu (u diavulu), fermu in a vostra fede, sapendu chì e stesse sperienze di suffrenza sò state compie da i vostri fratelli chì sò in u mondu. Dopu à avè suffertu un pocu di tempu, u Diu di tutta a gràzia, chì vi hà chjamatu à a so gloria eterna in Cristu, ellu stessu vi perfeccionerà, cunfirmerà, rinfurzerà è stabiliscerà ". Questa hè una forte ragione per a sofferenza, più u fattu chì a sofferenza face parte di ogni battaglia. Se ùn semu mai stati pruvati, sariamu solu alimentati à cucchiai è ùn diventeremu mai maturi. In i testi diventemu più forti è vedemu cresce a nostra cunniscenza di Diu, vedemu Quale hè Diu in modi novi è a nostra relazione cun ellu diventa più forte.

In Rumani 1:17 si dice: "U ghjustu camparà per fede". Ebrei 11: 6 dice: "senza fede hè impussibule di fà piacè à Diu". 2 Corinzi 5: 7 dice: "Caminemu per fede, micca per vista". Ùn pudemu micca capisce questu, ma hè un fattu. Avemu da fidà à Diu in tuttu què, in ogni suffrenza ch'ellu permette.

Dapoi a caduta di Satanassu (Leghje Ezechiele 28: 11-19; Isaia 14: 12-14; Rivilazione 12:10.) Stu cunflittu esiste è Satanassu vole trasfurmà ognunu di noi da Diu. Satanassu hà ancu pruvatu à tentà à Ghjesù per sfidassi di u so Babbu (Matteu 4: 1-11). Hè cuminciatu cù Eve in u giardinu. Innota, Satanassu a hà tentata da mette la in quistione di u caratteru di Diu, di u so amore è di a so cura. Satanassu hà implicatu chì Diu stava tenendu qualcosa di bè da ella è ch'ellu era senza amore è ingiustu. Satanassu prova sempre à ripiglià u regnu di Diu è à vultà u so populu contr'à ellu.

Duvemu vede a suffrenza di Ghjobbu è a nostra à a luce di sta "guerra" in a quale Satanassu prova constantemente à tentacci di cambià di latu è di separacci da Diu. Arricurdatevi di Diu, Ghjacobbu hà dichjaratu ch'ellu era ghjustu è senza difetti. Ùn ci hè nisun segnu di una accusazione di peccatu contr'à Job finu à avà in u contu. Diu ùn hà micca permessu sta suffrenza per via di qualcosa chì Job avia fattu. Ùn u ghjudicava micca, in zerga cun ellu nè avia smessu di amà lu.

Avà l'amici di Job, chì ovviamente credenu chì a sofferenza hè per via di u peccatu, entranu in u quadru. Puderaghju solu riferisce à ciò chì Diu dice di elli, è diceraghju attentu à ùn ghjudicà micca l'altri, cum'elli anu ghjudicatu Job. Diu li rimpruverò. Job 42: 7 & 8 dice: "Dopu chì u Signore avia dettu queste cose à Job, disse à Elifaz u Temanita," Sò arrabbiatu cun voi è i vostri dui amichi, perchè ùn avete micca parlatu di mè ciò chì hè ghjustu cum'è u mo servitore Job hà . Allora pigliate sette toru è sette muntoni, andate à u mo servitore Job è sacrificate un olucaustu per voi stessu. U mo servitore Job pregherà per voi, è accetteraghju a so preghiera è ùn trattaraghju micca secondu a vostra pazzia. Ùn avete micca parlatu di mè ciò chì hè ghjustu, cum'è u mo servitore Job hà. »» Diu era in zerga cun elli per ciò ch'elli avianu fattu, dicendu li di offre un sacrifiziu à Diu. Innota chì Diu li hà fattu andà à Ghjobbu è dumandà à Ghjobbu di pregà per elli, perchè ùn avianu micca dettu a verità nantu à ellu cum'è Ghjobbu avia avutu.

In tuttu u so dialogu (3: 1-31: 40), Diu era mutu. Avete dumandatu nantu à chì Diu sia mutu per voi. Ùn dice veramente perchè Diu era cusì silenziu. Calchì volta pò esse solu aspittendu per noi di fidallu, camminà per fede, o veramente cercà una risposta, forse in a Scrittura, o solu stà zittu è pensà à e cose.

Fighjemu in daretu per vede ciò chì hè diventatu Job. Job hè statu in lotta cù e critiche di i so "cusì chjamati" amici chì sò determinati à pruvà chì l'adversità deriva da u peccatu (Job 4: 7 & 8). Sapemu chì in i capituli finali Diu rimprova à Job. Perchè? Chì face Job male? Perchè Diu face questu? Pare chì a fede di Job ùn fussi stata pruvata. Avà hè severamente testatu, probabilmente più di a maiò parte di noi serà mai. Credu chì una parte di sta prova hè a cundanna di i so "amichi". In a mo esperienza è osservazione, pensu chì u ghjudiziu è a cundanna formanu altri credenti hè un grande prucessu è scoragiu. Arricurdatevi chì a parolla di Diu dice di ùn ghjudicà (Rumani 14:10). Piuttostu ci insegna à "incuragisce unu l'altru" (Ebrei 3:13).

Mentre Diu ghjudicherà u nostru peccatu è hè una di e ragioni pussibili per soffre, ùn hè micca sempre a ragione, cum'è i "amichi" implicavanu. Vede un peccatu evidenti hè una cosa, supponendu chì sia un'altra. U scopu hè di ristabilisce, micca di lampà è di cundannà. Ghjobbu si arrabbia cun Diu è u so silenziu è cumencia à dumandà à Diu è dumandà risposte. Cumencia à ghjustificà a so zerga.

In u capitulu 27: 6 Job dice: "Manteraghju a mo ghjustizia". Più tardi Diu dice chì Ghjobbu hà fattu accusendu à Diu (Ghjob 40: 8). In u capitulu 29 Job hè in dubbitu, riferendusi à Diu chì u benedica in u passatu passatu è dicendu chì Diu ùn hè più cun ellu. Hè guasi cum'è s'ellu dicia chì Diu l'era amatu. Arricurdatevi di Matteu 28:20 dice chì questu ùn hè micca veru perchè Diu dà sta prumessa, "È sò cun voi sempre, ancu finu à a fine di l'età". Ebrei 13: 5 dice: "Ùn ti lasceraghju mai nè ti lasceraghju." Diu ùn hà mai abbandunatu Ghjobbu è infine li hà parlatu cum'ellu hà fattu cun Adamu è Eva.

Avemu bisognu di amparà à cuntinuà à marchjà per fede - micca da vista (o sentimenti) è di fidà ci di e so prumesse, ancu quandu ùn pudemu micca "sente" a so presenza è ùn avemu ancu ricevutu risposta à e nostre preghere. In Job 30:20 Job dice: "O Diu, ùn mi rispondi micca". Avà cummencia à lagnassi. In u capitulu 31 Job accusa à Diu di ùn avè micca ascultatu è hà dettu ch'ellu discuterebbe è difenderà a so ghjustìzia davanti à Diu sì solu Diu ascultassi (Job 31:35). Leghje Job 31: 6. In u capitulu 23: 1-5 Job si lagna ancu à Diu, perchè ùn risponde micca. Diu stà mutu - dice chì Diu ùn li dà micca una ragione per ciò ch'ellu hà fattu. Diu ùn hà micca da risponde à Ghjob o à noi. Ùn pudemu veramente dumandà nunda da Diu. Vede ciò chì Diu dice à Job quandu Diu parla. Job 38: 1 dice: "Quale hè questu chì parla senza sapè?" Job 40: 2 (NASB) dice: "Wii u difendatore cunfronta cù l'Onniputente?" In Job 40: 1 & 2 (NIV) Diu dice chì Job "contende", "curretta" è "l'accusa". Diu inverte ciò chì dice Job, esigendu chì Job rispondi à e so dumande. U versu 3 dice: "Vi dumanderaghju è mi risponderete". In u capitulu 40: 8 Diu dice: "Vulete scredità a mo ghjustizia? Mi cundanna à ghjustificassi? " Quale hè chì dumanda è di quale?

Tandu Diu torna à sfidà à Ghjobbu cù u so putere cum'è u so Creatore, per u quale ùn ci hè risposta. Diu dice essenzialmente: "Sò Diu, sò Creatore, ùn discredite micca Chi sò. Ùn dumandate micca u mo amore, a mo ghjustizia, perchè Sò DIO, u Creatore ".
Diu ùn dice micca chì Ghjobbu sia statu punitu per un peccatu passatu ma dice: "Ùn mi dumandate micca, perchè solu sò Diu". Ùn simu micca in alcuna situazione per fà richieste à Diu. Ellu solu hè Sovranu. Arricurdatevi di Diu chì ci vole crede. Hè a fede chì li face piacè. Quandu Diu ci dice ch'ellu hè ghjustu è amante, vole chì ci credimu. A risposta di Diu ùn hà lasciatu à Ghjobba senza risposta nè ricorsu, ma per pente è adurà.

In Job 42: 3 Job hè citatu dicendu: "Sicuramente aghju parlatu di cose chì ùn aghju micca capitu, cose da meravigliose per mè di sapè". In Job 40: 4 (NIV) Job dice: "Sò indegnu". A NASB dice: "Sò insignificante". In Job 40: 5 Job dice: "Ùn aghju micca risposta", è in Job 42: 5 dice: "E mo orecchie avianu intesu parlà di voi, ma avà i mo ochji vi anu vistu". Dopu dice: "Mi disprezzu è mi pentu in polvere è in cenere". Avà hà una capiscitura assai più grande di Diu, quellu currettu.

Diu hè sempre dispostu à perdonà e nostre trasgressioni. Avemu tutti falli è ùn avemu micca fiducia in Diu qualchì volta. Pensate à alcune persone in a Scrittura chì anu fallutu à un certu puntu in a so andatura cun Diu, cum'è Mosè, Abràhamu, Elia o Giona o chì anu capitu male ciò chì Diu facia cum'è Naomi chì s'hè amargatu è quantu à Petru, chì hà negatu u Cristu. Diu hà smessu di amalli? Innò! Era paziente, paziente è misericurdiosu è perdonatore.

disciplina

Hè vera chì Diu odia u peccatu, è cum'è i nostri babbi umani, ci disciplinerà è curreggerà se continuemu à peccà. Pò aduprà circustanze per ghjudicammi, ma u so scopu hè, cum'è genitore, è per u so amore per noi, di ristabilì ci a fraternità cun ellu stessu. Hè paziente è paziente è misericurdiosu è prontu à perdunà. Cum'è un babbu umanu Ellu vole chì "crescemu" è esse ghjusti è maturi. S'ellu ùn ci hà micca disciplinatu sariamu zitelli guastati, immaturi.

Puderia ancu lasciaci soffre e cunsequenze di u nostru peccatu, ma ùn ci rinnega o smette di amà ci. Se rispondemu currettamente è cunfessemu u nostru peccatu è li dumandemu di aiutacci à cambià diventeremu più cum'è u nostru Babbu. Ebrei 12: 5 dice: "U mo figliolu, ùn fate micca luce di (disprezza) a disciplina di u Signore è ùn perde u core quandu vi rimpruverà, perchè u Signore disciplina quelli chì ama è punisce à tutti quelli chì accettanu cum'è figliolu". In u versu 7 si dice: "Per quale u Signore ama Iddu disciplina. Perchè quellu figliolu ùn hè micca disciplinatu "è u versu 9 dice:" Inoltre avemu tutti avutu babbi umani chì ci anu disciplinatu è li avemu rispettatu per questu. Quantu duvemu sottumetteci di più à u Babbu di i nostri spiriti è campà ". U versu 10 dice: "Diu ci disciplina per u nostru bè chì pudemu participà à a so santità".

"Nisuna disciplina pare piacevule à u mumentu, ma dulurosa, tuttavia produce una raccolta di giustizia è di pace per quelli chì sò stati addestrati da ella".

Diu ci disciplina per fà noi più forti. Sebbene Job ùn hà mai bisognu à Diu, ùn hà micca avutu a fiducia è discreme u Signore è dice chì Diu ùn era ghjustu, ma quandu Diu l'ingressu, l'ha ripintu è ricunnobbe a so colpa. Job risponde correttamente. L'altri, cum'è David è Petru, anu fallu, ma Diu hà ripristinatu ancu.

Isaia 55: 7 dice: "Lascià u gattivu abbandunà a so strada è l'omu ingiustu i so penseri, è lasciarlu vultà versu u Signore, perchè averà pietà di ellu è abbundarà (NIV dice liberamente) perdonu".

Sì mai cade o falli, applica appena 1 John 1: 9 è ricunnisciete u vostru peccatu cum'è Davide è Petru anu fattu è cumu Job hà. Pirdumerà, promessa. I padri umani curanu i so figlioli ma ponenu errori. Diu ùn Hè tutti cunnoscendu. Hè perfettu. Hè ghjustu è ghjustu è vi ama.

Perchè u Diu hè silenziu

Avete postu a quistione di perchè Diu era mutu quandu prega. Diu era mutu quandu pruvò ancu Ghjobba. Ùn ci hè nisuna ragione data, ma pudemu solu dà cunghjetture. Forse avia solu bisognu di tuttu què per ghjucà per mostrà à Satanassu a verità o forse u so travagliu in u core di Ghjob ùn era ancu finitu. Forse ùn simu ancu pronti per a risposta. Diu hè u solu Quellu chì sà, duvemu solu fidacci di ellu.

U Salmu 66:18 dà un'altra risposta, in un passaghju nantu à a preghiera, dice: "Se mi riguardu l'iniquità in u mo core u Signore ùn mi senterà micca." Job facia questu. Hà smessu di fidà si è hà cuminciatu à interrugassi. Questu pò esse veru per noi ancu.
Ci ponu esse ancu altri motivi. Pò esse solu pruvatu à fassi fidà, à marchjà per fede, micca da vista, sperienze o sentimenti. U so silenziu ci impone di fidà ci è di circallu. Ci impone ancu à esse persistenti in a preghera. Dopu amparemu chì hè veramente Diu chì ci dà e nostre risposte, è ci insegna à esse grati è apprezzà tuttu ciò ch'ellu face per noi. Ci insegna ch'ellu hè a surghjente di tutte e benedizioni. Arricurdatevi di Ghjacumu 1:17, "Ogni donu bonu è perfettu hè da sopra, falendu da u Babbu di e luci celesti, chì ùn cambia micca cum'è ombre mutevoli. »Cum'è cù Job ùn pudemu mai sapè perchè. Puderemu, cum'è cù Job, ricunnosce solu quale hè Diu, chì hè u nostru Creatore, micca noi u so. Ùn hè micca u nostru servitore chì pudemu vene è dumandà i nostri bisogni è desideri per esse soddisfatti. Ellu ùn hà mancu bisognu di dacci ragioni per e so azzioni, ancu se ne face parechje volte. Avemu da onurallu è adurà lu, perchè ellu hè Diu.

Diu vole chì venissimu ad ellu, liberamente è curaghjosamente ma cun rispettu è umilità. Vede è sente ogni bisognu è dumanda prima di dumandà, allora a ghjente dumanda: "Perchè dumandà, perchè pregà?" Pensu chì dumandemu è preghemu per chì ci rindimu contu ch'ellu hè quì è ch'ellu hè reale è ci sente è risponde perchè ci ama. Hè cusì bonu. Cum'è Rumani 8:28 dice, Ellu face sempre ciò chì hè megliu per noi.

Un'altra ragione per a quale ùn avemu micca a nostra dumanda hè chì ùn dumandemu micca a so vuluntà di fà, o ùn dumandemu micca secondu a so vuluntà scritta cum'è palisata in a Parolla di Diu. I Ghjuvanni 5:14 dice: "È se dumandemu qualcosa secondu a so vulintà, sapemu ch'ellu ci sente ... sapemu chì avemu a dumanda chì li avemu dumandatu." Arricurdatevi di Ghjesù chì pricava: "Fate micca a mo vulintà, ma a Vostra". Vede ancu Matteu 6:10, a Preghiera di u Signore. Ci insegna à pregà, "A to vuluntà sia fatta, nantu à a terra cum'è in u celu".
Fighjate à Ghjacumu 4: 2 per più motivi per a preghiera senza risposta. Dice: "Ùn avete micca perchè ùn dumandate micca". Simplicemente ùn ci preoccupemu micca di pregà è di dumandà. Cuntinuveghja in u versu trè, "Dumandate è ùn riceve micca perchè dumandate cun motivi sbagliati (KJV dice chiede male) in modo da pudè cunsumallu per e vostre proprie brama." Ciò significa chì simu egoisti. Qualchissia hà dettu chì usemu Diu cum'è a nostra macchina automatica personale.

Forse duverete studià u tema di a preghiera solu da e Scritture, micca qualchì libru o seria d'idee umane nantu à a preghiera. Ùn pudemu micca guadagnà o dumandà nunda da Diu. Vivemu in un mondu chì mette u primu in sè è cunsideremu à Diu cum'è noi altri, dumandemu ch'elli ci mettinu per primu è ci danu ciò chì vulemu. Vulemu chì Diu ci serve. Diu vole chì venissimu ad ellu cun richieste, micca richieste.

Filippesi 4: 6 dice: "Esse ansiosi di nunda, ma in tuttu per preghiera è supplicazione, cun ringraziamentu, lasciate cunnosce e vostre richieste à Diu". I Petru 5: 6 dice: "Umiliatevi, dunque, sottu à a manu putente di Diu, affinchì ellu possa alzà à u mumentu chì vene". Michea 6: 8 dice: "Ellu ti hà fattu vede O omu, ciò chì hè bonu. È ciò chì u Signore hà bisognu di voi? Per agisce ghjustamente è per amà a misericordia è per camminà umilmente cù u vostru Diu ".

cunchiusioni

Ci hè assai da amparà da Job. A prima risposta di Job à e prove hè stata una di fede (Job 1:21). L'Scrittura dice chì duvemu "camminà per fede è micca per vista" (2 Curintini 5: 7). Fiducia in a ghjustizia di Diu, l'equità è l'amore. Se dumandemu à Diu, ci mettemu sopra à Diu, facenduci Diu. Facemu noi stessi u ghjudice di u Ghjudice di tutta a terra. Tutti avemu dumande ma duvemu onurà Diu cum'è Diu è quandu fiascemu cum'è Job dopu ci vulia à pentene ciò chì significa "cambià di mente" cum'è Job, hà avutu una nova prospettiva di Quale hè Diu - u Creatore Onnipotente, è adurà lu cum'è Ghjobbu. Avemu bisognu di ricunnosce chì hè sbagliatu ghjudicà à Diu. A "natura" di Diu ùn hè mai in ghjocu. Ùn pudete micca decide quale Diu hè o chì duverebbe fà. Ùn pudete mancu cambià Diu.

Ghjacumu 1: 23 & 24 dice chì a Parolla di Diu hè cum'è un spechju. Dice: "Chiunque ascolta a parolla ma ùn face micca ciò chì dice hè cum'è un omu chì guarda a so faccia in un specchiu è, dopu avè guardatu sè stessu, si ne và è smintica subitu ciò chì pare" Avete dettu chì Diu hà cessatu di amà à Job è à voi. Hè evidenti chì ùn hà micca fattu è a Parolla di Diu dice chì u so amore hè eternu è ùn fiasca. Tuttavia, site statu esattamente cum'è Job in chì avete "scuritu u so cunsigliu". Pensu chì questu significa chì l'avete "screditatu", a so saviezza, u so scopu, a ghjustizia, i ghjudizii è u so amore. Voi, cum'è Job, site "truvendu colpa" à Diu.

Fighjatevi chiaramente in u spechju di "Job". Sì tù "colpa" cum'è Job era? Cum'è cù Job, Diu hè sempre prontu à perdonà se confessemu a nostra colpa (I Ghjuvanni 1: 9). Sà chì simu umani. Piace à Diu si tratta di fede. Un diu chì fate in a vostra mente ùn hè micca reale, solu u Diu in e Scritture hè reale.

Arricurdatevi à l'iniziu di a storia, Satana hè apparutu cun un grande gruppu d'angeli. A Bibbia insegna chì l'angeli amparanu di Diu da noi (Efesini 3: 10 è 11). Arricurdatevi dinò, chì ci hè un gran cunflittu in corsu.
Quandu "screditemu à Diu", quandu chjamemu à Diu ingiustu è ingiustu è senza amore, u discreditemu davanti à tutti l'angeli. Chjamemu à Diu un bugiardu. Arricurdatevi di Satanassu, in u Giardinu di l'Eden hà screditatu Diu à Eva, implicendu ch'ellu era inghjustu è ingiustu è senza amore. Job eventualmente hà fattu listessu è noi dinò. Disonuremu à Diu davanti à u mondu è davanti à l'angeli. Invece duvemu onorallu. Di quale parte simu? A scelta hè solu nostra.

Ghjobbu fece a so scelta, si pentì, vale à dì, cambiò idea di Quale era Diu, hà sviluppatu una più grande comprensione di Diu è di quale era in relazione à Diu. Ellu disse in u capitulu 42, versi 3 è 5: "Di sicuru aghju parlatu di cose chì ùn aghju micca capitu, cose troppu meravigliose per mè di sapè ... ma avà i mo ochji vi anu vistu. Dunque mi disprezzu è mi pentu in polvera è in cennere ". Job hà ricunnisciutu ch'ellu avia "luttatu" cù l'Onniputente è chì ùn era micca u so postu.

Fighjate à a fine di a storia. Diu hà accettatu a so cunfessione è l'hà ristabilitu è ​​hà benedettu doppiamente. Job 42: 10 & 12 dice: "U Signore l'hà fattu riesce dinò è li hà datu duie volte più ch'è prima ... U Signore hà benedettu l'ultima parte di a vita di Job più cà a prima".

Se esigemu di Diu è disputemu è "pensemu senza sapè", ancu noi duvemu dumandà à Diu di perdunà è di "camminà umilmente davanti à Diu" (Michea 6: 8). Questu principia cù a nostra ricunniscenza Quale hè in relazione cù noi stessi, è credendu a verità cum'è Job hà fattu. Un coru pupulare basatu annantu à Rumani 8:28 dice: "Ellu face tutte e cose per u nostru bè". A Scrittura dice chì a suffrenza hà un scopu Divinu è se hè per disciplinarci, hè per u nostru bè. I Ghjuvanni 1: 7 dice di "marchjà in a luce", chì hè a so Parolla rivelata, a Parolla di Diu.

Chì ci hè a Differenza trà un Ebreu è un Gentile?
In a Bibbia, un Ebreu hè un discendente di Abraamu attraversu Isaac è Ghjacobbu. Anu datu parechji promessi speciale è stati ghjudicati severamente quandu anu peccatu. Ghjesù, in a so umanità, era ebraica, cum'è tutti i Dodici Apostuli. Ogni Libru in a Bibbia salvu Luca è Atti è possibbilmente Ebrei era scrittu da un Ebreu.

Gènesi 12: 1-3 U Signore avia dettu à Abram: "Vai da u vostru paese, u vostru pòpulu è a casa di u babbu in a terra chì vi mustrarà. Ti faraghju in una grande nazione, è vi benedicaghju; Faraghju u vostru nome grande, è vi sarete una benedizzione. Benederaghju quelli chì ti benedicaranu, è quellu chì vi malezzione vi maledicà; è tutti i populi annantu à a terra seranu benedetti in voi "

Genesi 13: 14-17 U Signore disse à Abram dopu chì Lot s'era spartitu da ellu: "Guardate intornu da induve site, al nordu è u sudu, à l'este è a punente. Tutta a terra chì vedi vi daraghju à tè è à i to figlioli per sempre. Farà i to figlioli cum'è a polvera di a terra, in modu chì, se qualchissia puderia cuntà a polvera, allura a vostra prole puderia esse cuntata. Viaghjà, camminate longu e larghezza di a terra, chì ti dugnu dugnu. "
Gènesi 17: 5 "Ùn sarà più chjamatu Abram; u vostru nome serà Abraham, perchè vi aghju fattu un babbu di parechje nazioni. "

Parlendu à Ghjacobbu, Isaac hà dettu in Genesi 27: 29b: "È chì quelli chì ti maledicenu saranu maledetti è quelli chì ti benedicavanu benedetti."

Genesi 35:10 Diu li disse: "U vostru nome hè Ghjacobbu, ma ùn sarà più chjamatu Ghjacobbu; u vostru nome serà Israele. " Cusì l'hà chjamatu Israele. È Diu li disse: "Sò Diu chì Potente; essa fruttuosu è aumentu in u numeru. Una nazione è una cumunità di nazioni vinaranu da voi, è i rè saranu trà i vostri discendenti. A terra chì aghju datu à Abraamu è Isaccu ti da ancu, è daraghju sta terra à i vostri discendenti dopu à voi. "

U nome Ebreu vene da a tribù di Ghjuda, chì era u più prominente di e tribù Ebree quandu i Ghjudei riturnonu in Terra Santa dopu a cattività babiloniana.

Ci hè una disaccordazione trà i Ghjudei in quantu à quale hè veramente un Ebreo, ma se tre di i nanni di una persona eranu ebrei o se una persona hè stata cunvertita formalmente à u ghjudaisimu, quasi tutti i Ghjudei ricunnosceranu chì quella persona era ebraica.

Un Gentile hè simpliciamente qualcunu chì ùn sia micca Ebreu, cumpresu alcunu di i discendenti d'Abraham, altru da quelli di Isaac è Ghjacobbu.

Ancu se Diu hà datu à i Ghjudei parechje prumesse, a salvezza (u perdonu di i peccati è passà l'eternità cun Diu) ùn hè micca una di elle. Ogni Ghjudeu è ancu tutti i Gentili anu da esse salvati, ricunnisciendu chì anu fattu piccatu, credendu u Vangelu è accettendu à Ghjesù cum'è u so Salvatore. I Corinzi 15: 2-4 dice: "Per questu evangelu sì salvatu ... Per ciò chì aghju ricevutu l'aghju trasmessu cum'è di prima impurtanza: chì Cristu sia mortu per i nostri peccati secondu e Scritture, ch'ellu sia statu sepoltu, ch'ellu sia statu risuscitatu u terzu ghjornu secondu e Scritture "

Petru parlava à un gruppu di dirigenti ebbrei quandu disse in Atti 4:12 "A salvezza ùn hè truvata in nimu, perchè ùn ci hè alcun altru nome sottu à u celu datu à l'umanità da quale noi deve esse salvatu."

Chì ghjè u Gran Ghjudice di Tronu Biancu?
Per capisce veramente ciò chì hè u Grande Ghjudiziu di u Tronu Biancu è quandu si verifica si deve cunnosce un pocu di storia. Amu a Bibbia è a storia perchè a Bibbia hè storia. A Bibbia tratta ancu di l'avvene, Diu ci dice l'avvene di u mondu per mezu di prufezie. Hè vera. Hè vera. Un basta à vede e profezie digià cumpiite per vede chì hè vera. Ci eranu prufezie riguardu à ciò chì era allora Israele da diventà prestu futuru, u so futuru luntanu, è prufezie nantu à Ghjesù u Messia chì eranu assai specifiche. Ci sò stati prufezie nantu à l'eventi chì sò dighjà accaduti, è l'eventi accaduti dapoi chì Ghjesù hè andatu in celu, è ancu l'eventi chì si sò verificati durante a nostra vita.

A Scrittura, in parechji lochi, prevede ancu eventi chì accadranu in u futuru, alcuni di i quali sò sviluppati in u Libru di l'Apocalisse, o cunducenu finu à l'eventi prufetizati da Ghjuvanni in Rivelazione, alcuni di i quali sò dighjà accaduti. Eccu alcune Scritture da leghje chì riguardanu à tempu prufezie digià cumpiite è ancu avvenimenti futuri: Ezechiele capituli 38 & 39; Daniel capituli 2, 7 & 9; Zaccaria capìtuli 12 è 14 è Rumani 11: 26-32, per menziunà solu uni pochi. Eccu alcuni eventi storichi prufetizati in u Vechju o in u Novu Testamentu chì sò dighjà accaduti. Per esempiu, ci sò prufezie nantu à a dispersione d'Israele in Babilonia, è a successiva dispersione in u mondu. Israele chì hè riunitu in Terra Santa è Israele torna à diventà una nazione sò ancu previsti. A distruzzione di u Secondu Tempiu hè prevista in Daniel capitulu 9. Daniel descrive ancu u Neo-Babilonese, u Medo-Persianu, u Grecu (sottu Alessandru u Grande) è l'imperi Rumani è parla di una confederazione cumposta da nazioni chì vinaranu fora di l'anticu Imperu Rumanu. Da questu vene u Anti-Cristu (a Bestia di l'Apocalisse), chì per mezu di u putere di Satanassu (u dragone) guvernerà sta cunfederazione è si alzerà contr'à Diu ellu stessu è u so Figliolu è Israele è quelli chì seguitanu à Ghjesù. Questu ci porta à u Libru di l'Apocalisse chì descrive è si espande nantu à questi eventi è dice chì Diu infine distruggerà i so nemici è creerà "u novu celu è a terra" induve Ghjesù regnerà per sempre cun quelli chì u tenenu caru.

Cuminciamu cun un graficu: Un breve schema cronologicu di u Libru di l'Apocalisse:

1). A tribulazione

2). A Seconda Venuta di Cristu chì porta à a Battaglia di Armageddon

3). Millenium (u regnu di 1,000 anni di Cristu)

4). Satanassu alluntanatu da l'Abissu è l'ultima battaglia induve Satanassu hè scunfittu è ghjittatu in u Lago di Focu.

5). Inghjustu risuscitatu.

6). Ghjudiziu di u Grande Tronu Biancu

7). Novu Celu è Nova Terra

Leghjite u 2 Tessalonicanu capitulu 2 chì descrive l'Anticristu chì risusciterà è pigliarà u cuntrollu di u mondu finu à chì u Signore "li (finisci) cù l'apparizione di a so venuta" (versu 8). U versu 4 dice chì l'Anticristu dichjarerà esse Diu. Revelazione capituli 13 è 17 ci dicenu di più nantu à l'Anticristu (a Bestia). 2 Thessaloniani dicenu chì Diu dà à e persone un gran ingannu "per esse ghjudicati chì ùn anu micca cridutu a verità, ma anu pigliatu piacè in a gattivezza". L'Anticristu firma un trattatu cù Israele chì marca l'iniziu di i sette anni di a Tribulazione (Daniel 9:27).

Eccu i principali avvenimenti di u Libru di Revelazioni cun qualchi spiegazione:

1). A tribulazione di sette anni: (Revelazione 6: 1-19: 10). Diu versa a so ira nantu à i gattivi chì si sò ribellati contr'à ellu. L'armate di a terra si riuniscenu per distrugge a cità di Diu è u so pòpulu.

2). A Seconda Venuta di Cristu:

  1. Ghjesù vene da u celu cù e so armate per scunfighja a Besta (empowered by Satan) in a battaglia di Armageddon (Revelazione 19: 11-21).
  2. I pedi di Ghjesù stanu nantu à a muntagna di l'Olivi (Zaccaria 14: 4).
  3. A Bestia (Anti-Cristu) è Falso Profeta sò ghjittati in u Lavu di Fire (Revelazione 19:20).
  4. Allora Satana hè ghjittatu in l'Abissu per 1,000 anni (Revelazione 20: 1-3).

3). Millenniu:

  1. Ghjesù risuscita i morti chì sò stati marturiati durante a tribulazione (Revelazione 20: 4). Questu hè parte di a prima risurrezzione chì Revelazione 20: 4 & 5 dice, "a seconda morte ùn hà micca putere nantu à elli".
  2. Regnanu cun Cristu in u so regnu nantu à a terra per 1,000 anni.

4). Satanassu hè liberatu da l'Abissu per un cortu tempu per una battaglia finale.

  1. Inganna e persone è li riunisce da tutta a terra in una ribellione finale è una battaglia contr'à Cristu (Revelazione 20: 7 & 8) ma
  2. "U focu falerà da u celu è i distrughjerà" (Revelazione 20: 9).
  3. Satana serà ghjittatu in u Lavu di Fire per esse turmentatu per sempre è sempre (Revelazione 20:10).

5). I Morti Inghjusti sò risuscitati

6). U Ghjudiziu di u Gran Tronu Biancu (Revelazione 20: 11-15)

  1. Dopu chì Satana hè ghjittatu in u Lavu di focu, u restu di i morti sò risuscitati (i maldetti chì ùn credenu micca in Ghjesù) (Vede 2 Salonicchi capitulu 2 è Apocalisse 20: 5 di novu).
  2. Stanu davanti à Diu à u Gran Ghjudice di u Tronu Biancu.
  3. Sò ghjudicati per ciò chì hà fattu in a so vita.
  4. Ognunu micca truvatu scrittu in u Libru di a Vita hè ghjittatu per sempre in u Lavu di Fire (Revelazione 20:15).
  5. Hades hè ghjittatu in u Lavu di Fire (Revelazione 20:14).

7). Eternità: U Novu Celu è a Nova Terra: Quelli chì credenu in Ghjesù seranu cù u Signore per sempre.

Parechji dibattiti esattamente quandu u Rapitu di a Chjesa (chjamatu ancu a Sposa di Cristu) accade, ma se Rivelazione capituli 19 è 20 hè cronologicu, a Cena di u Matrimoniu di l'Agnellu è a Sua sposa si face almenu prima di Armageddon induve i so seguitori parenu esse cun ellu. Quelli chì eranu stati risuscitati in quella "prima risurrezzione" sò chjamati "benedetti" perchè anu innò parte in l'ira di u ghjudiziu di Diu chì seguita (u lavu di focu - chì hè ancu chjamatu a seconda morte). Vede Revelazione 20: 11-15, in particulare u versu 14.

Per capisce questi avvenimenti duvemu cunnette uni pochi di punti, per dì cusì, è guardà uni pochi di Scritture cunnesse. Turnate à Luke 16: 19-31. Questa hè a storia di u "omu riccu" è di Làzaru. Dopu à a so morte sò andati in Sheol (Infernu). E duie parolle, Sheol è Hades, significanu listessa cosa, Sheol in lingua ebraica è Hades in lingua greca. U significatu di queste parolle hè letteralmente "u locu di i morti" chì hè cumpostu da duie parti. Unu, ancu è sempre chjamatu Hades, hè un locu di punizione. L'altru, chjamatu latu d'Abràhamu (pettu) hè ancu chjamatu Paradisu. Sò solu u locu tempurale di i morti. L'Ade dura solu finu à u Ghjudiziu di u Grandi Tronu Biancu è u Paradisu o a parte d'Abraham durò solu finu à a risurrezzione di Cristu, quandu apparentemente quelli in Paradisu andonu in Celu per esse cun Ghjesù. In Luke 23:43, Ghjesù disse à u latru nantu à a croce, chì hà cridutu in ellu, chì serà cun ellu in Paradisu. A cunnessione cù Revelazione 20 hè chì, à u ghjudiziu, Infernu hè ghjittatu in u "lago di focu".

A Scrittura insegna chì tutti i credenti chì morenu dapoi a risurrezzione di Cristu seranu cù u Signore. 2 Corinzi 5: 6 dice quandu simu "assenti da u corpu" ... saremu "presenti cun u Signore".

Sicondu a storia in Luke 16 ci hè una separazione trà e parti di l'Ade è ci sò dui gruppi distinti di persone. 1) L'omu riccu hè cù l'inghjusti, quelli chì suppurteranu l'ira di Diu è 2) Làzaru hè cù i ghjusti, quelli chì seranu cun Ghjesù per sempre. Sta storia vera di duie persone vere ci insegna chì dopu à a morte ùn ci hè manera di cambià a nostra destinazione eterna; senza ritornu; è duie destinazioni eterne. Seremu o destinati à u celu o à l'infernu. Saremu o cun Ghjesù cum'è u latru nantu à a croce era o separatu da Diu per sempre (Luke 16:26). I Tessalonicani 4: 16 & 17 ci assicura chì i credenti saranu cù u Signore per sempre. Dice: "Perchè u Signore stessu falerà da u celu, cun un forte cumandamentu, cù a voce di l'arcànghjulu è cù a chjama di a tromba di Diu, è i morti in Cristu risusciteranu prima. Dopu questu, noi chì semu sempre vivi è rimasti seremu chjappi inseme cun elli in i nuvuli per scuntrà u Signore in l'aria. È cusì seremu cù u Signore per sempre ". L'inghjusti (inghjusti) affronteranu u ghjudiziu. Ebrei 9:27 dice, "a ghjente hè destinata à more una volta è dopu à quellu ghjudiziu in faccia". Cusì ci ritorna à Rivilazione capitulu 20 induve l'inghjusti sò risuscitati da i morti è discrive stu ghjudiziu cum'è u "grande ghjudiziu di u tronu biancu".

Ci is bona nutizia quantunque, perchè Ebrei 9:28 dice chì Ghjesù, "venerà per purtà a salvezza à quelli chì l'aspettanu". A mala nova hè chì Revelazione 20:15 dice ancu chì dopu stu ghjudiziu quelli chì ùn sò micca scritti in u "libru di a vita" seranu ghjittati in u "lago di focu" mentre Revelazione 21:27 dice chì quelli scritti in u "libru di vita "sò i soli chì ponu entrà in a" Nova Ghjerusalemme ". Queste persone averanu a vita eterna è ùn pereranu mai (Ghjuvanni 3:16).

Dunque, a quistione impurtante hè in chì gruppu site è cumu si pò scappà di u ghjudiziu è esse una parte di i ghjusti chì i so nomi sò scritti in u libru di a vita. A Scrittura insegna chjaramente chì "tutti anu fattu piccati è mancanu a gloria di Diu" (Rumani 3:23). Revelazione 20 dice chjaramente quelli chì sò in quellu giudiziu seranu ghjudicati da l'atti fatti in sta vita. A Scrittura dice chjaramente chì ancu i nostri cosiddetti "boni atti" sò ruvinati da motivi è desideri sbagliati. Isaia 64: 6 dice, "tutte e nostre ghjustizie (boni atti o atti ghjusti) sò cum'è stracci sputichi" (in a so vista). Allora cumu pudemu esse salvati da u ghjudiziu di Diu?

Revelazione 21: 8, insemi cù altri versi chì elencanu i peccati particulari, mostra quantu hè impussibile guadagnari a salvezza per i nostri atti. Revelazione 21:22 dice: "nunda impuru ùn ci entre mai (A Nova Ghjerusalemme), nè ciò chì hè vergugnosu o ingannevule, ma solu quelli chì sò scritti in u libru di a vita di l'Agnellu".

Dunque fighjemu ciò chì a Scrittura palesa di quelli chì i nomi sò scritti in u "libru di a vita" (quelli chì saranu in celu) è vedemu ciò chì Diu dice chì duvemu fà per avè u nostru nome scrittu in u "libru di a vita" è avè a vita eterna. L'esistenza di u "libru di a vita" hè stata capita da quelli chì credevanu in Diu in ogni dispensazione (età o periodu di tempu) in e Scritture. In l'Anticu Testamentu, Mosè ne parlava cum'è scrittu in Esodu 32:32, cum'è David (Salmu 69:28), Isaia (Isaia 4: 3) è Daniel (Daniel 12: 1). In u Novu Testamentu, Ghjesù disse à i so discìpuli in Luke 10:20, 'rallegrati chì i vostri nomi sò scritti in celu "

Paulu parla di u libru in Filippini 4: 3 quandu parla di i credenti sà quale sò i so cumpagni di travagliu "chì i so nomi sò scritti in u libru di a vita". Ebrei si riferisce ancu à "i credenti chì i nomi sò scritti in u celu" (Ebrei 12: 22 & 23). Cusì vedemu chì e Scritture parlanu di i credenti chì sò in u libru di a vita, è in l'Anticu Testamentu quelli chì seguitavanu à Diu sapianu chì eranu in u libru di a vita. U Novu Testamentu parla di i discìpuli è di quelli chì credevanu in Ghjesù cum'è in u libru di a vita. A cunclusione duvemu ghjunghje hè chì quelli chì credenu in l'unicu veru Diu è in u so Figliolu, Ghjesù, si trovanu in u "libru di a vita". Eccu un elencu di versi annantu à u "libru di a vita:" Esodu 32:32; Filippi 4: 3; Revelazione 3: 5; Revelazione 13: 8; 17: 8; 20: 15 è 20; 21:27 è Revelazione 22:19.

Allora Quale ci pò aiutà? Quale ci pò salvà da u ghjudiziu? A Scrittura face sta stessa dumanda per noi in Matthew23: 33, "Cumu scapparete di esse cundannati à l'infernu?" Rumani 2: 2 & 3 dice: "Avà sapemu chì u ghjudiziu contru à quelli chì facenu tali cose hè basatu nantu à a verità. Dunque, quandu sì un solu essaru umanu li ghjudicheghjate è fate e listesse cose, pensate chì scapparete di u ghjudiziu di Diu? "

Ghjesù hà dettu in Ghjuvanni 14: 6 "Sò a strada". Si tratta di crede. Ghjuvanni 3:16 dice chì ci vole à crede in Ghjesù. Ghjuvanni 6:29 dice: "Questu hè u travagliu di Diu, chì crede in quellu chì hà mandatu". Titu 3: 4 & 5 dice: "Ma quandu a buntà è l'amore di Diu u nostru Salvatore apparsu, ci hà salvatu, micca per via di e cose giuste chì aviamu fattu, ma per a so misericordia."

Allora cumu Diu, per mezu di u so Figliolu Ghjesù, hà rializatu a nostra redenzione? Ghjuvanni 3: 16 & 17 dice: "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu, hà datu u so Figliolu unicu, chì quellu chì crede in ellu ùn perisca micca, ma abbia a vita eterna. Perchè Diu ùn hà micca mandatu u so Figliolu in u mondu per cundannà u mondu, ma chì u mondu sia salvatu da ellu ". Vede ancu Ghjuvanni 3:14.

Rumani 5: 8 è 9 dichjara: "Diu dimostra u so amore per noi chì mentre eramu sempre peccatori, Cristu hè mortu per noi", è poi dice: "postu chì avà simu stati ghjustificati da u so sangue, quantu più averemu esse salvatu da l'ira di Diu per ellu ". Ebrei 9: 26 & 27 (leghjite u passaghju sanu) dice: "Ghjè apparutu à a culminazione di l'età per annullà u peccatu per u sacrifiziu di ellu stessu ... cusì Cristu hè statu sacrificatu una volta per caccià i peccati di parechji ..."

2 Corinzi 5:21 dice: "L'hà fattu per esse peccatu per noi chì ùn sapiamu nisun peccatu, affinchì pudessimu esse fatti a ghjustizia di Diu in ellu". Leghje Ebrei 10: 1-14 per vede cumu Diu ci dichjara ghjusti, perchè hà pagatu per i nostri peccati.

Ghjesù hà pigliatu u nostru peccatu nantu à ellu stessu è hà pagatu a nostra pena. Leghje Isaiu capitulu 53. U versu 3 dice: "U Signore hà messu nantu à ellu l'iniquità di noi tutti", è u versu 8 dice: "Perchè a transgressione di u mo pòpulu hè statu punitu". U versu 10 dice: "U Signore face di a so vita un'offerta per u peccatu". U versu 11 dice: "Purtarà e so iniquità". U versu 12 dice: "Hà versatu a so vita à morte". Questu era u pianu di Diu per u versu 10 dice: "Era a vulintà di u Signore di sfracicallu".

Quandu Ghjesù era nantu à a croce, disse: "Hè finitu". E parolle significanu letteralmente "pagatu in tuttu". Si trattava di un termine ghjuridicu chì significa a pena, a pena necessaria per un crimine o trasgressione hè stata cumpletamente pagata, a pena hè stata cumpleta è u criminale hè statu liberatu. Eccu ciò chì Ghjesù hà fattu per noi quandu hè mortu. A nostra pena hè a pena di morte è L'hà pagata in tuttu; Hà pigliatu a nostra piazza. Hà pigliatu u nostru peccatu è hà pagatu a pena di peccatu in tuttu. Colossians 2: 13 & 14 dice: "Quandu site mortu in i vostri peccati è in l'incircuncisione di a vostra carne, Diu vi hà fattu vive cun Cristu.  Ellu pardunò noi tutti i nostri peccati, avè annullatu a carica di u nostru indebitamentu ghjuridicu, chì hè statu contr'à noi è chì ci hà cundannatu. L'hà pigliatu, inchjudendulu à a croce ". I Petru 1: 1-11 dice chì a fine di questu hè a "salvezza di e nostre anime". Ghjuvanni 3:16 ci dice chì per esse salvati, avemu bisognu di crede chì hà fattu questu. Leghjite dinò Ghjuvanni 3: 14-17. Si tratta di crede. Arricurdatevi chì Ghjuvanni 6:29 dice: "U travagliu di Diu hè questu: crede in quellu ch'ellu hà mandatu".

Rumani 4: 1-8 dice: "Chì diceremu allora chì Abràhamu, u nostru antenatu secondu a carne, hà scupertu in questa materia? Sì, in fattu, Abràhamu hè statu ghjustificatu da l'opere, hà qualcosa da vantà - ma micca davanti à Diu. Chì dice a Scrittura? "Abràhamu hà cridutu à Diu, è li hè statu attribuitu cum'è ghjustizia." Avà à quellu chì travaglia, i salarii ùn sò micca accreditati cum'è un rigalu ma cum'è una obbligazione. Tuttavia, à quellu chì ùn travaglia micca, ma fideghja in Diu chì ghjustifica i malvagi, a so fede hè accreditata cum'è ghjustizia. David dice listessa cosa quand'ellu parla di a benedizzione di quellu à quale Diu attribuisce a ghjustizia fora di l'opere: 'Beati quelli chì trasgressioni sò cuparti. Beatu quellu chì u Signore hà da peccà mai cuntà cun elli.""

I Corinzi 6: 9-11 dice: "... ùn sapete chì l'inghjusti ùn erediteranu micca u regnu di Diu?" Cuntinueghja dicendu: "... è cusì eranu alcuni di voi; ma site statu lavatu, site statu santificatu, ma site statu ghjustificatu in nome di u Signore Ghjesù Cristu è in u Spìritu di u nostru Diu ". Questu accade quandu credemu. A Scrittura dice in vari versi chì u nostru peccatu hè cupartu. Simu lavati è resi puliti, simu visti in Cristu è a so ghjustizia è sò accettati in l'amatu (Ghjesù). Simu fatti bianchi cum'è a neve. I nostri peccati sò stati cacciati, perdonati è ghjittati in mare (Micà 7:19) è Ellu "ùn li ricorda più" (Ebrei 10:17). Tuttu perchè credemu ch'ellu hà pigliatu a nostra piazza in a so morte per noi in croce.

I Petru 2:24 dice: "Quellu chì hà purtatu i nostri peccati in u so propiu corpu nantu à l'arburu, chì noi chì simu morti per u peccatu campemu finu à a ghjustìzia, cù e so strisce chì simu guariti". Ghjuvanni 3:36 dice: "Quellu chì crede in u Figliolu hà a vita eterna, ma quellu chì rietta u Figliolu ùn vedrà a vita, perchè l'ira di Diu ferma nantu ad ellu ". I Tessalonicani 5: 9-11 dice: "Ùn simu micca numinati à l'ira, ma per riceve a salvezza per mezu di u nostru Signore Ghjesù Cristu ... per pudemu campà cun ellu". I Tessalonicani 1:10 dice ancu chì "Ghjesù ... ci salva da l'ira à vene". Fighjate u cuntrastu in i risultati per u credente. Ghjuvanni 5:24 dice: "A vi dicu da veru, quellu chì sente a mo parolla è crede à quellu chì m'hà mandatu hà a vita eterna è ùn serà micca ghjudicatu, ma hà passatu da a morte à a vita".

Dunque per evità stu ghjudiziu (l'ira eterna di Diu) tuttu ciò ch'ellu ci vole hè di crede è riceve u Figliolu Ghjesù. Ghjuvanni 1:12 dice: "Quelli chì l'anu ricivutu à elli li dà u dirittu di esse figlioli di Diu; à quelli chì credenu in u so nome ". Camparemu per sempre cun ellu. Ghjuvanni 10:28 dice: "Li dò a vita eterna è ùn pereranu mai;" Leghje Ghjuvanni 14: 2-6 chì dice chì Ghjesù appronta una casa per noi in celu è seremu cun ellu per sempre in celu. Cusì avete bisognu à vene à ellu è crede in ellu cum'è Revelazione 22:17 dice: "È u Spìritu è ​​a sposa dicenu: Venite. È chì quellu chì sente dì: Venite. È lascia vene quellu chì hà a sete. È quellu chì vole, lascia piglià l'acqua di a vita liberamente ".

Avemu a prumessa di u Diu immutabile (immutabile) Chì ùn pò mentà (Ebrei 6:18) chì se credemu in u Figliolu chì scapparemu da a so ira, averemu a vita eterna è ùn periremu mai, è camperemu cun ellu per sempre. Micca solu questu, ma avemu a prumessa in a Parolla di Diu chì hè u nostru guardianu. 2 Timuteu 1:12 dice: "Sò cunvintu ch'ellu hè capace di tene ciò chì l'aghju impegnatu contr'à quellu ghjornu". Ghjude 24 dice ch'ellu hè capace di "impedisce di cascà è di presentassi senza difetti davanti à a so presenza cun una gioia eccessiva". Filippesi 1: 6 dice, "essendu sicuru di questu, chì Quellu chì hà iniziatu un bonu travagliu in voi a porterà finu à a fine finu à u ghjornu di Cristu Ghjesù".

 

Qual hè a Sede di Ghjudiziu di Cristu?
A Parola di Diu hà liste inesgotabili di istruzzioni è esortazioni per cumu si deve vive quelli chì seguitanu u Salvatore, Ghjesù: Scritture chì ci dicenu ciò chì fare, cum'è, come ci duvemu cumportà, come duvemu amà u nostru prossimu è i nostri nemici, aiutendu l'altri persone o cume parlemu è ancu cumu si deve pensà.

Quandu a nostra vita nantu à a terra hè fatta, noi (quelli di noi chì credimu in ellu) staremu davanti à Quellu chì hè mortu per noi è tutte e cose chì avemu fattu seranu ghjudicate. Solu u standard di Diu deciderà u valore di ogni pensamentu, parolla è azzione chì femu. Ghjesù dice in Matteu 5:48: "Siate perfetti, dunque cum'è u vostru Babbu celestiale hè perfettu".

E nostre opere sò state fatte per noi stessi: per gloria, piacè o ricunniscenza o guadagnu; o eranu fatti per Diu è per l'altri? Ciò chì avemu fattu era egoistu o altruistu? Stu ghjudiziu accadrà à u Sedimentu di u Ghjudiziu di Cristu. 2 Corinzi 5: 8-10 hè statu scrittu à i credenti in a chjesa di Corintu. Stu ghjudiziu hè solu per quelli chì credenu è saranu cù u Signore per sempre. In 2 Curinzî 5: 9 è 10 si dice: "Cusì femu u nostru scopu di fà li piacè. Perchè duvemu tutti cumparisce davanti à u tribunale di Cristu, affinchì ognunu di noi possa riceve ciò chì ci hè duvutu per e cose fatte mentre in u corpu, sia bone sia male. Questu hè un ghjudiziu di travagghi è i so mutivi.

U Sede di Ghjudiziu di Cristu in NOT circa se andemu in celu. Ùn si tratta micca sì simu salvati o sì i nostri peccati sò perdonati. Semu pardunati è avemu a vita eterna quandu credemu in Ghjesù. Ghjuvanni 3:16 dice: "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u so Figliolu unitu, chì quellu chì crede in ellu ùn perisca micca, ma averà a vita eterna". Simu accettati in Cristu (Efesini 1: 6).

In l'Anticu Testamentu truvemu e descrizzioni di i sacrifici, ognunu di i quali hè un tippu, una prefigurazione, una figura di ciò chì Cristu faria per noi in croce per rializà a nostra riconciliazione. Unu di questi si tratta di un "capricapu". U trasgressore porta una capra sacrifiziale è si mette e mani nantu à a testa di a capra cunfessendu i so piccati, trasfirendu cusì i so peccati à a capra per chì a capra li porti. Tandu a capra hè cundutta in u desertu per ùn vultà più. Questu hè per imaginà chì Ghjesù hà pigliatu i nostri peccati nantu à ellu stessu quandu hè mortu per noi. Ellu manda i nostri peccati da noi per sempre. Ebrei 9:28 dice: "Cristu hè statu sacrificatu una volta per caccià i peccati di parechji". Ghjeremia 31:34 dice: "Pardunaraghju a so gattivezza è ùn mi ricorderaghju di più di i so piccati".

Rumani 5: 9 hà da dì: "Siccomu simu ghjustificati da u so sangue, quantu saremu più salvati da l'ira di Diu per ellu". Leghje Romani capituli 4 è 5. Ghjuvanni 5:24 dice chì per via di a nostra fede Diu ci hà datu "a vita eterna è a faremu NOT esse ghjudicati ma anu attraversatu (passatu) da a morte à a vita ". Vede ancu Rumani 2: 5; Rumani 4: 6 & 7; Salmi 32: 1 & 2; Luke 24:42 è Atti 13:38.

Rumani 4: 6 & 7 citazioni di u Salmu di l'Anticu Testamentu 12: 1 & 2 chì dice: "Beati quelli chì e transgressioni sò perdonate, chì i so peccati sò cuparti. Beatu quellu chì u Signore ùn cunterà micca contru à elli u peccatu ". Revelazione 1: 5 dice chì "ci hà liberatu da i nostri peccati per via di a so morte". Vede ancu I Corinzi 6:11; Colossenses 1:14 è Efesini 1: 7.

Cusì stu ghjudiziu ùn hè micca riguardu à u peccatu, ma à e nostre opere - u travagliu chì femu per Cristu. Diu ricumpenserà l'opere chì femu per ellu. Stu ghjudiziu riguarda se i nostri atti (opere) resisteranu à a prova per guadagnà i premii di Diu.

Tuttu ciò chì Diu ci insegna "à fà", simu responsabili. Avemu ubbiditu à ciò chì avemu amparatu era a vuluntà di Diu o trascuremu è ignoremu ciò chì sapemu. Campemu per Cristu è u so regnu o per noi stessi? Simu servitori fideli o pigri?

L'atti chì Diu ghjudicherà si trovanu in tutte e Scritture duve simu urdinati o incuragiti à fà qualcosa. U spaziu è u tempu ùn ci permetteranu micca di discute tuttu ciò chì a Scrittura ci insegna à fà. Quasi ogni epistola hà una lista in qualchì locu di e cose chì Diu ci incuragisce à fà per ellu.

Ogni credente hè stata datu almenu un rigalu spirituale quandu sò salvati, cum'è insegnà, dendu, esortendu, aiutendu, evangelizeghjanu eccu, chì ellu o ella hè dettu d'utilizà per aiutà a chjesa è altri credenti è per u so regnu.

Avemu ancu capacità naturali, cose chì simu boni, chì simu nati. A Bibbia dice chì ancu queste ci anu datu da Diu, perchè dice in I Corinzi 4: 7 chì ùn avemu nunda di ciò chì hè micca datu à noi da Diu. Simu responsabili di aduprà tutte queste cose per serve à Diu è u so regnu è per purtà l'altri à ellu. Ghjacumu 1:22 ci dice di esse "facenti di a Parolla è micca solu ascoltatori". U linu finu (vesti bianchi) cù chì i santi di a Rivilazione sò vistuti riprisentanu i "atti ghjusti di u populu santu di Diu" (Revelazione 19: 8). Questu esemplifica quantu hè impurtante questu per Diu.

E Scritture facenu capisce chì Diu vole ricumpensacci per ciò chì avemu fattu. Atti 10: 4 dice: "L'ànghjulu rispose:" E to preghere è i vostri doni à i poveri sò ghjunti cum'è offerta di memoria davanti à Diu. " "Questu ci porta à u puntu chì ci sò cose chì ci ponu impedisce di guadagnà ricumpense, ancu squalificà una bona azzione chì avemu fattu è ci facenu perde a ricumpensa chì averiamu guadagnatu.

I Corinzi 3: 10-15 ci parla di u ghjudiziu di e nostre opere. Hè scrittu cum'è edifiziu. U versu 10 dice: "Ognunu deve custruisce cun cura". I versi 11-15 dicenu: "se qualchissia custruisce nantu à sta fundazione aduprendu oru, argentu, pietre costose, legnu, fenu o paglia, i so travagliu serà mustratu per ciò chì ghjè, perchè u ghjornu u farà palisà. Serà rivelatu cù u focu, è u focu metterà à prova a qualità di u travagliu di ognunu. Se ciò chì hà custruitu sopravvive, u costruttore riceverà una ricumpensa. S'ellu hè brusgiatu, u costruttore soffrirà perdite ma serà salvatu - ancu sì cum'è quellu chì scappa trà e fiamme ".

Rumani 14: 10-12 dice: "Ognunu di noi darà contu di sè stessu à Diu". Diu ùn vole micca chì i nostri "boni" fatti brusgiate cum'è "legnu, fenu è stoppia". 2 Ghjuvanni 8 dice: "State attenti à ùn perde micca ciò chì avemu travagliatu, ma chì pudete esse ricumpensatu pienu". E Scritture ci danu esempi di cume guadagnemu o perdemu e nostre ricumpense. Matteu 6: 1-18 ci mostra parechje zone induve pudemu guadagnà ricompense, ma parla direttamente di ciò chì NON fà per ùn perdeli. A leria un paru di volte. Copre trè "boni atti" specifici - atti di ghjustizia - dà à i poveri, preghiera è digiunu. Leghje u versu unu. Pride hè una parolla chjave quì: vulè esse vistu da l'altri, uttene onore è gloria. Se femu opere per esse "visti da l'omi", dice chì "ùn averemu micca ricumpensa" da u nostru "Babbu", è avemu ricevutu a nostra "ricumpensa in tuttu". Avemu bisognu di fà i nostri travagli in "secretu", allora Ellu "ci premierà apertamente" (versu 4). Se femu i nostri "boni travagli" per esse vistu avemu digià a nostra ricumpensa. Questa Scrittura hè assai chjara, se femu qualcosa per u nostru prufittu, per motivi egoisti o peggio, per ferisce l'altri o metteci sopra l'altri allora a nostra ricumpensa serà persa.

Un altru prublema hè chì se permettemu u peccatu in a nostra vita, ci impedisce. Se fallemu di fà a vulintà di Diu, cum'è esse gentile, o trascuremu di usà i doni è l'abilità chì Diu ci dà, li fallemu. U Libru di Ghjacumu ci insegna questi principii, cum'è Ghjàcumu 1:22 dicendu: "duvemu esse facenti di a Parolla". Ghjacumu dice ancu chì a Parolla di Diu hè cum'è un spechju. Quandu u leghjimu, vedemu quantu fiascemu è ùn misuremu micca u standard perfettu di Diu. Avemu vistu i nostri peccati è fallimenti. Simu culpevuli è duvemu dumandà à Diu di perdunà è di cambià ci. Ghjacumu parla di spazii specifici di fallimentu cum'è u fallimentu per aiutà i bisognosi, u nostru discorsu, a parzialità è l'amare i nostri fratelli.

Leghjite Matteu 25: 14-27 per vede annantu trascuratamentu ciò chì Diu ci hà affidatu à aduprà in u so Regnu, ch'ellu si tratti di rigali, capacità, soldi o opportunità. Semu rispunsevuli di usalli per Diu. In Matteu 25 un altru ostaculu hè a paura. A paura di fallimentu ci pò fà "intarrà" u nostru rigalu è micca aduprà. Ancu se paragunemu noi stessi à l'altri chì anu rigali maiori, u rancore o ùn si sentenu degni ci ponu impedisce; o forse simu semplicemente pigri. I Corinzi 4: 3 dice: "Avà hè necessariu chì quelli chì anu datu una fiducia si trovanu fideli". Matteu 25:25 dice chì quelli chì ùn usanu micca i so doni sò "servitori infideli è gattivi".

Satanassu, chì ci accusa continuamente davanti à Diu, ci pò ancu impedisce. Ellu prova constantemente à impedisce di serve à Diu. I Petru 5: 8 (KJV) dice: "Siate sobri, siate vigilanti, perchè u vostru avversariu, u Diavule, vaghjime cum'è un leone chì rugge, circendu à quale ellu pò manghjà". U versu 9 dice: "Resistitelu, fermu fermu in a fede". Luke 22:31 dice: "Simone, Simone, Satanassu hà desideratu d'avè ti per pudè tamaccià cum'è u granu". Ellu ci tenta è ci scoraggia à fà ci smette.

Efesini 6:12 dice: "Ùn luttemu micca contr'à a carne è u sangue, ma contru à i principati è i puteri, contr'à i capi di a bughjura di stu mondu". Questa Scrittura ci dà ancu strumenti per luttà contr'à u nostru nemicu Satanassu. Leghjite Matteu 4: 1-6 per vede cumu Ghjesù hà adupratu a Scrittura per scunfighja à Satanassu quandu hè statu tentatu da e bugie di Satanassu. Pudemu ancu aduprà e Scritture quandu Satanassu ci accusa per pudè stà forte è micca smette. Questu hè chì a Scrittura hè a verità è a verità ci libererà. Vede ancu Luke 22: 31 & 32 chì dice chì Ghjesù hà pregatu per Petru chì a so fede ùn fallissi.

Ognunu di sti ostaculi ci pò tene da un serviziu fidu à Diu, è ci pò perde ricumpense. Pensu chì una grande parte di Efesini 6 hà da fà cun sapè ciò chì dice a Parolla di Diu, soprattuttu nantu à cume applicà e prumesse di Diu per noi è cumu aduprà a verità per cuntrastà e bugie di Satanassu. Ghjacumu 4: 7 dice, "resiste à u diavulu è ellu fughje da tè", ma duvemu resistelu cun verità. Ghjuvanni 17: 17 dice, "A Parolla hè verità" di Diu. Avemu bisognu di cunnosce a verità per aduprà. A Parolla di Diu hè cruciale in a nostra guerra contr'à u nemicu.

Allora chì femu sì peccemu è u fiascemu cum'è credenti. Tutti sapemu chì facemu peccatu è falemu cortu. Andate à I Ghjuvanni 1: 6, 8 & 10 è 2: 1 & 2. Ci dice se dicemu chì ùn facemu micca piccatu ci ingannemu noi stessi, è ùn simu micca in cumunione cun Diu. I Ghjuvanni 1: 9 dice: "Se confessemu (ricunnosce) i nostri peccati, hè fidu è ghjustu per perdunà i nostri peccati è purificàteci di ogni inghjustizia.»Ma, è se ùn cunfessemu micca u nostru peccatu, se ùn trattemu micca u nostru peccatu, cunfessendu lu à Diu, Ellu ci disciplinerà. I Corinzi 11:32 dice: "Quandu seremu ghjudicati in questu modu, seremu disciplinati per ùn esse finalmente cundannati cù u mondu". Leghje Ebrei 12: 1-11 (KJV) chì dice chì flagella "ogni figliolu ch'ellu riceve". Arricurdatevi chì avemu vistu in e Scritture chì ùn seremu micca ghjudicati, cundannati è casceremu sott'à l'ira finale di Diu (Ghjuvanni 5:24; 3:14, 16 & 36), ma u nostru Babbu perfettu ci disciplinerà.

Allora chì duvemu fà è fà per evità esse squalificati da e nostre ricumpense. Ebrei 12: 1 & 2 hà a risposta. Dice: "Dunque ... tiremu fora tuttu ciò chì ci impedisce è u peccatu chì ci intriccia cusì faciule è lascia corre cù perseveranza a corsa marcata per noi". Matteu 6:33 dice: "Cercate prima u regnu di Diu". Duvemu decisamente partì per fà u bè, per campà u pianu di Diu per noi.

Avemu menzionatu chì quandu simu nati di novu Diu dà à ognunu di noi un rigalu spirituale o rigali cù i quali pudemu servelu è custruisce a chjesa, cose chì Diu ama ricumpensà. Efesini 4: 7-16 parla di cume i nostri doni devenu esse aduprati. U versu 11 dice chì Cristu "hà datu rigali à u so pòpulu: alcuni apostuli, alcuni profeti, alcuni evangelisti, alcuni pastori e maistri. I versi 12-16 (NVI) dice, "per equipà u so pòpulu (KJV i santi) per opere di serviziu, affinchì u corpu di Cristu possa esse custruitu ... è diventà maturu ... cume ogni parte faci u so travagliu. Leghjite u passaghju sanu. Leghjite ancu questi altri passaggi nantu à i rigali: I Corinzi 12: 4-11 è Rumani 12: 1-31. Semplicemente, aduprate u donu chì Diu vi hà datu. Leghjite dinò Rumani 12: 6-8.

Fighjemu alcune zone specifiche di a nostra vita, alcuni esempi di cose ch'ellu vole chì femu. Avemu vistu da Matteu 6: 1-12 chì a preghiera, u rigalu è u dighjunu sò à mezu à quelle cose chì guadagnanu ricumpense, quandu si facenu "fedelmente cum'è à u Signore". I Corinzi 15:58 dice: "Siate fermi, inamovibili, sempre abbondanti in l'opera di u Signore, sapendu chì u vostru travagliu ùn hè micca in vain in u Signore". 2 Timuteu 3: 14-16 hè una Scrittura chì leia assai di questu, postu chì si parla di Timoteu aduprendu i so doni spirituali. Dice: "Ma in quantu à voi, continuate à ciò chì avete amparatu è diventate cunvintu, perchè cunniscite quelli da quale l'avete amparatu, è cumu da a zitella avete cunnisciutu e Sacre Scritture, chì sò capaci di fà vi sàviu per salvezza, per mezu di a fede in Cristu Ghjesù. Tutte e Scritture sò respirate da Diu è utili (KJV prufittuali) per nzignamentu, rimpruverà, curreghjendu è furmendu in ghjustizia, cusì u servitore di Diu pò esse cumpletamente equipatu per sempre bellu travagliu. " Wow !! Timoteu avia da aduprà u so rigalu per insegnà à l'altri à fà boni travagli. Dopu avianu da insegnà à l'altri à fà u listessu. (2 Timuteu 2: 2).

I Petru 4:11 dice: "Sì qualchissia parla lascia parlà cum'è l'oraculi di Diu. Sì qualchissia ministru, lascia ch'ellu a faci cù a capacità chì Diu furnisce, affinchì in tutte e cose Diu sia glurificatu per mezu di Ghjesù Cristu ".

Un tema cunnessu chì simu esortati à cuntinuà à fà, chì hè strettamente ligatu à l'insegnamentu, hè quellu di cuntinuà à cresce in a nostra cunniscenza di a Parolla di Diu. Timoteu ùn pudia micca insignà è predicà ciò ch'ellu ùn sapia. Quandu simu primi "nati" in a famiglia di Diu, simu esortati à "desiderà u latte sinceru di a parolla chì pudemu cresce" (I Petru 2: 2). In Ghjuvanni 8:31 Ghjesù hà dettu di "cuntinuà in a mo parolla". Ùn mai superemu u nostru bisognu di amparà da a Parolla di Diu ".

I Timoteu 4:16 dice: "fighjate a vostra vita è a vostra duttrina, perseverate in elli ..." Vede ancu: 2 Petru capitulu 1; 2 Timuteu 2:15 è I Ghjuvanni 2:21. Ghjuvanni 8:31 dice: "se continuate à a mo parolla, allora site veramente i mo discìpuli". Vede Filippini 2: 15 è 16. Cum'è Timoteu hà fattu, duvemu cuntinuà in ciò chì avemu amparatu (2 Timuteu 3:14). Continuemu dinò à vultà à Efesini capitulu 6 chì cuntene sempre à ciò chì sapemu da a Parolla nantu à a fede è aduprendu a Bibbia cum'è scudu è elmu ecc., Chì sò e prumesse di Diu da u Verbu è sò usati per difende da l'attacchi di Satanassu.

In 2 Timuteu 4: 5, Timoteu hè esortatu à aduprà un altru rigalu è à "fà u travagliu di un evangelistu", chì significa predicà è sparte u Vangelu, è à "scaricà tuttu u duveri di u so ministeru ". Sia Matteu sia Mark finiscenu cumandendu ci di andà in tuttu u mondu è predicà u Vangelu. Atti 1: 8 dice chì simu i so testimoni. Questu hè u nostru duvere primariu. 2 Corinzi 5: 18-19 ci dice chì "ci hà datu u ministeru di a riconciliazione". Atti 20:29 dice, "u mo solu scopu hè di finisce a corsa è compie u compitu chì u Signore Ghjesù m'hà datu - u compitu di testimunià di a Bona Nova di a gràzia di Diu". Vede ancu Rumani 3: 2.

Di novu continuemu à vultà à Efesini 6. Eccu a parolla addritta hè adupratu: l'idea hè "ùn lasciate mai", "ùn ritiratevi mai" o "ùn rinunciate mai". A parolla hè aduprata trè volte. E Scritture adupranu ancu e parolle cuntinuà, perseverà è fà corre a corsa. Avemu da continuà à crede è seguità u nostru Salvatore, finu u nostru a corsa hè fatta (Ebrei 12: 1 & 2). Quandu fallemu, avemu bisognu di cunfessà a nostra incredulità è fallimentu, alzà si è dumandà à Diu di sustene. I Corinzi 15:58 dice di esse fermu. Atti 14:22 ci dice chì l'apòstuli andavanu à e chjese "rinfurzendu i discìpuli, incuraghjenduli à cuntinuà in a fede" (NKJV). In u NIV dice chì hè "fidu à a fede".

Avemu vistu cumu Timothy era di mantene l'aprenu ma ancu di continuà in ciò ch'ellu avia amparatu (2 Timuteu 3:14). Sapemu chì simu salvati da a fede, ma caminemu ancu per a fede. Galati 2:20 dice chì "campemu ogni ghjornu per a fede di u Figliolu di Diu". Pensu chì ci sò dui aspetti di a vita per fede. 1) Ci hè data a vita (vita eterna) per fede in Ghjesù (Ghjuvanni 3:16). In Ghjuvanni 5:24 avemu vistu chì quandu cridemu di passà da a morte à a vita. Vede Rumani 1:17 è Efesini 2: 8-10. Avà vedemu chì mentre simu sempre vivi fisicamente, duvemu campà a nostra vita continuamente per fede in ellu è tuttu ciò ch'ellu ci insegna, fidendu è credendu è ubbidenduli ogni ghjornu: fidendu in a so grazia, amore, putenza è fedeltà. Simu à stà fideli; per cuntinuà.

Questa in ella stessa hà duie parte: 1) per restà vera à a duttrina cum'è Timoteu era esortatu, vale à dì, à ùn esse attiratu in nisun falsu insegnamentu. Atti 14:22 dice chì anu incuragitu «i discepuli à esse vera à THE fede ". 2) Atti 13:42 ci dice chì l'apòstuli "li cunvincevanu à CONTINUÀ in a gràzia di Diu". Vede ancu Efesini 4: 1 è I Timoteu 1: 5 è 4:13. E Scritture descrivenu questu "camminendu", cum'è "camminendu in u Spìritu" o "camminendu in a luce", spessu di fronte à e prove è tribulazioni. Cum'è dichjaratu, significa micca smettere.

In u Vangelu di Ghjuvanni 6: 65-70 parechji discepuli si ne sò andati è smettenu di seguitallu è Ghjesù disse à i Dodeci: "Andarè ancu voi?" Petru disse à Ghjesù: "À quale vuleriamu andà, Avete e parolle di a vita eterna". Questa hè l'attitudine chì duvemu avè riguardu à seguità à Ghjesù. Questu hè illustratu in l'Scrittura in u cuntu di e spie inviate per verificà a Terra Promessa di Diu. Invece di crede e prumesse di Diu, anu riportatu un rapportu scuraggiante è solu Giosuè è Caleb anu incuraghjitu a ghjente à andà avanti è à fidà si in Diu. Perchè a ghjente ùn hà micca fiducia in Diu, quelli chì ùn anu micca cridutu sò morti in u desertu. Ebrei dicenu chì questa hè una lezzione per noi di fiducia in Diu, è micca di abbandunà. Vede Ebrei 3:12 chì dice, "fate attenzione à fratelli è surelle, chì nimu di voi ùn hà un core peccatore è incredulente chì si alluntana da u Diu vivente".

Quandu simu messi à prova è pruvati Diu prova à fà ci forti è pazienti è fideli. Amparemu à superà e nostre prove è e frecce di Satanassu. Ùn siate micca cum'è l'Ebrei chì ùn anu micca fidatu è seguità à Diu. I Corinzi 4: 1 & 2 dice: "Avà hè necessariu chì quelli chì anu datu una fiducia restanu fideli".

Un altru spaziu da cunsiderà hè a preghiera. Sicondu Matteu 6 hè chjaru chì Diu ci ricumpensa per e nostre preghere. Revelazione 5: 8 dice chì e nostre preghere sò un dolce sapore, sò una offerta à Diu cum'è l'offerte d'incensu in l'Anticu Testamentu. U versu dice: "Tenianu tazze d'oru piene d'incensu chì sò e preghere di u populu di Diu". Matteu 6: 6 dice: "prega à u vostru Babbu ... allora u vostru Babbu chì vede ciò chì si face in secretu, ti ricumpenserà".

Ghjesù conta una storia di un ghjudice inghjustu per amparacci l'impurtanza di a preghera - preghiera persistente - ùn rinuncià mai à a preghera (Luca 18: 1-8). Leghjelu. Una veduva hà infastiditu un ghjudice per ghjustizia finu à chì finalmente li accetta a dumanda perchè ella molestatu ellu persistente. Diu ci ama. Quantu risponderà di più à e nostre preghere. U versu unu dice: «Ghjesù hà dettu sta parabola per mustralli chì devenu sempre pregà è rinunziò micca.»Non solu Diu vole risponde à e nostre preghere ma ci ricumpensa per a preghera. Rimarcabile!

Efesini 6: 18 è 19, chì avemu tornatu parechje volte in questa discussione, si riferisce ancu à a preghiera. Paul cunclude a lettera è incuragisce i credenti à pregà per "tuttu u pòpulu di u Signore". Era ancu assai specificu in quantu à pricà per i so sforzi evangelizatori.

I Timuteu 2: 1 dice: "Invitu allora, prima di tuttu, chì e petizioni, e preghere, l'intercessioni è u ringraziamentu sianu fatte per tutte e persone". U versu trè dice: "Questu hè bonu è piacevule à u nostru Salvadore, Chì vole chì tutti l'omi sianu salvati". Ùn duveriamu mai piantà di pregà per i parenti cari è l'amichi persi. In Colossians 4: 2 & 3 Paul parla ancu di cumu pricà specificamente per l'evangelizazione. Dice: "Dedicatevi à a preghiera, guardendu è ringraziatu".

Avemu vistu cumu l'Israeliti si scuravanu l'uni di l'altri. Ci hè dettu di incuragisce, micca di scuragisce l'unu l'altru. In realtà l'incuragimentu hè un rigalu spirituale. Non solu duvemu fà queste cose è cuntinuvà à fà le, ma insegnemu è incuraghjemu l'altri à fà li ancu. I Tessalonicani 5:11 ci cumanda di fà cusì, per "edificà unu l'altru". Timoteu hè statu ancu dettu di predicà, di curregge è incuragisce altri per via di u ghjudiziu di Diu. 2 Timuteu 4: 1 & 2 dice: "In presenza di Diu è di Cristu Ghjesù, chì ghjudicherà i vivi è i morti, è in vista di a so apparizione è di u so regnu, ti dò sta carica: Predica a parolla; esse preparatu in stagione è fora di stagione; curregge, rimprova è incuragisce - cun grande pazienza è istruzzioni attenti ". Vede ancu I Petru 5: 8 & 9.

Infine, ma daveru duverebbe esse prima, ci hè urdinatu in tutte e Scritture di amamu unu l'altru, ancu i nostri nemici. I Tessalonicani 4:10 dice: "Amate a famiglia di Diu ... eppuru vi urigemu à fà cusì sempre di più". Filippesi 1: 8 dice: "affinchì u vostru amore abbonda sempre di più". Vede ancu Ebrei 13: 1 è Ghjuvanni 15: 9 Hè interessante chì Dice "più". Ùn ci pò mai esse troppu amore.

I versi chì ci incuraghjenu à perseverà sò in ogni locu in e Scritture. In breve, duvemu sempre fà qualcosa è cuntinuà à fà qualcosa. Colossians 3:23 (KJV) dice: "Tuttu ciò chì a to manu trova à fà, fate lu di core (o di tuttu u vostru core in a NVI) cum'è per u Signore". Colossesi 3:24 cuntinua, "Postu chì sapete chì riceverete una eredità da u Signore cum'è ricumpensa. Hè u Signore chì serve. " 2 Timuteu 4: 7 dice: "Aghju luttatu una bona lotta, aghju finitu u corsu, aghju mantenutu a fede". Puderete dì questu? I Corinzi 9:24 dice "Cusì corre chì vincerete u premiu". Galati 5: 7 dice: "Avete fattu una bona corsa. Quale hè chì t’hà chjappu per impedisce di ubbidì à a verità? "

Cosa hè a Sensazione di a Vita?
Cosa hè a significazione di a vita?

A Concordanza di Cruden definisce a vita cum'è "esistenza animata distinta da a materia morta". Tutti sapemu quandu qualcosa hè vivu da e prove esibite. Sapemu chì una persona o animale cessa di esse viva quandu smette di respirà, di cumunicà è di funziunà. In listessu modu, quandu una pianta mori si secca è si secca.

A vita face parte di a creazione di Diu. Colossians 1: 15 & 16 ci dice chì simu stati creati da u Signore Ghjesù Cristu. Genesi 1: 1 dice: "In u principiu Diu hà creatu i celi è a terra", è in Genesi 1:26 dice: "Chì us fate l'omu in u nostru maghjina. " Sta parolla ebraica per Diu, "Elohim " hè plurale è parla di tutte e trè persone di a Trinità, vale à dì chì a Diu o u Diu Triunu hà creatu a prima vita umana è u mondu sanu.

Ghjesù hè specificamente menzionatu in Ebrei 1: 1-3. Dice chì Diu "ci hà parlatu da u so Figliolu ... per mezu di quale hà ancu fattu l'universu". Vede ancu Ghjuvanni 1: 1-3 è Colossians 1: 15 & 16 induve hè specificamente parlendu di Ghjesù Cristu è dice, "tutte e cose sò state create da ellu". Ghjuvanni 1: 1-3 dice: "Hà fattu tuttu ciò chì hè statu fattu, è senza ellu ùn hè statu fattu nunda chì hè statu fattu". In Job 33: 4, Job dice: "U Spìritu di Diu m'hà fattu, u soffiu di l'Onniputente mi dà vita". Sapemu per questi versi chì u Babbu, u Figliolu è u Spìritu Santu, travagliendu inseme, ci anu creatu.

Sta vita vene direttamente da Diu. Genesi 2: 7 dice: "Diu hà furmatu l'omu da a polvera di a terra è hà rispiratu in e so nare u soffiu di vita è l'omu hè diventatu un'anima viva". Questu era unicu da tuttu u restu chì hà creatu. Simu esseri viventi da u soffiu stessu di Diu in noi. Ùn ci hè vita fora di Diu.

Ancu in a nostra vastità, ma limitu, a cunniscenza ùn pudemu micca capisce cum'è Diu puderebbe fà quì, è forse ùn ne avemu mai, ma hè ancu di più difficiuli à crede chì a nostra creazione cumplessa è perfetta hè solu u fruttu di una serie di fatti d'accidenti.

Ùn dumanda dunque micca a dumanda: "Chì significatu hà a vita?" Mi piace ancu riferisce à questu cum'è a nostra ragione o scopu per a vita! Perchè Diu hà creatu a vita umana? Colossesi 1: 15 & 16, precedentemente in parte citati, ci dà a ragione di a nostra vita. Continua à dì chì eramu "creati per ellu". Rumani 11:36 dice: "Perchè da ellu, per ellu è per ellu sò tutte e cose, per ellu sia a gloria per sempre!" Amen. " Semu creati per ellu, per u so piacè.

Parlendu di Diu, Rivilazione 4:11 dice: "Sì degnu, o Signore, di riceve gloria, onore è putenza: perchè hai creatu tutte e cose è per u to piacè sò è sò stati creati". U Patre dice ancu ch'ellu hà datu à u Figliolu, Ghjesù, a regula è a supremazia nantu à tutte e cose. Revelazione 5: 12-14 dice ch'ellu hà "duminiu". Ebrei 2: 5-8 (citendu u Salmu 8: 4-6) dice chì Diu hà "messu tutte e cose sottu à i so pedi". U versu 9 dice: "Mettendu tutte e cose sottu à i so pedi, Diu ùn hà lasciatu nunda chì ùn li sia sottumessu". Non solu Ghjesù hè u nostru Creatore è dunque degnu di guvernà, è degnu d'onore è di putenza ma perchè hè mortu per noi Diu l'ha esaltatu per pusà nantu à u so tronu è guvernà nantu à tutta a creazione (cumpresu u so mondu).

Zaccaria 6:13 dice: "Serà vistutu di maestà, è si puserà à guvernà nantu à u so tronu". Leghjite ancu Isaia 53. Ghjuvanni 17: 2 dice: "L'hai datu l'autorità nantu à tutta l'umanità". Cum'è Diu è Creatore si merita onore, lode è gratitudine. Leghje Revelazione 4:11 è 5: 12 è 13. Matteu 6: 9 dice: "U nostru Babbu chì sì in u celu, santificatu da u to nome". Merita u nostru serviziu è u rispettu. Diu hà rimpruveratu à Ghjobbu perchè ùn u rispettava. L'hà fattu mustrendu a grandezza di a so creazione, è Job hà rispostu dicendu: "Avà i mo ochji ti anu vistu è mi pentgu in polvera è in cennere".

Rumani 1:21 ci mostra a manera sbagliata, da u cumportamentu di l'inghjusti, rivelendu cusì ciò chì s'aspetta da noi. Dice: "ancu se cunnuscianu à Diu ùn l'anu micca onoratu cum'è Diu, nè ringraziatu". Ecclesiasticu 12:14 dice, "a cunclusione, quandu tuttu hè statu intesu, hè: teme à Diu è guarda i so cumandamenti: perchè questu vale per ogni persona". Deuteronomiu 6: 5 dice (è questu hè ripetutu in e Scritture ripetutamente), "È amerete u Signore u vostru Diu cù tuttu u vostru core, è cù tutta a vostra anima è cù tutte e vostre forze".

Definisceria u significatu di a vita (è u nostru scopu in a vita), cum'è cumpiendu questi versi. Questu hè cumpiendu a so vulintà per noi. Micah 6: 8 riassume cusì: "Ellu ti hà fattu vede, o omu, ciò chì hè bonu. È chì richiede u Signore di voi? Per agisce ghjustamente, per amà a misericordia è per camminà umilmente cù u vostru Diu ".

Altri versi dicenu què in manere appena sfarente cum'è in Matteu 6:33, "cercate prima u regnu di Diu è a so ghjustizia è tutte queste cose vi seranu aghjunte", o Matteu 11: 28-30, "Pigliate u mo ghjugliu nantu à tù è amparate da Me, perchè sò dolce è umile di core, è truverete riposu per e vostre anime ". U versu 30 (NASB) dice: "Perchè u mo ghjugliu hè faciule è u mo pesu hè leggeru". Deuteronomiu 10: 12 è 13 dice: "È avà, o Israele, cosa ti dumanda u Signore, u to Diu, ma teme u Signore, u to Diu, marchjà in ubbidienza ad ellu, amallu, serve u Signore u to Diu cù tuttu u to core? è cù tutta a to ànima, è per osservà i cumandamenti è i decreti di u Signore chì ti dò oghje per u vostru bè ".

Chì porta in mente u puntu chì Diu ùn hè capricciosu nè arbitrariu nè sughjettu; perchè ancu s'ellu si merita d'esse è hè u Supremu Guvirnante, Ùn face micca ciò ch'ellu face per ellu solu. Hè amore è tuttu ciò ch'ellu face hè per amore è per u nostru bè, vale à dì chì ancu s'ellu hè u so dirittu di guvernà, Diu ùn hè micca egoistu. Ùn regula micca solu perchè pò. Tuttu ciò chì Diu face hà l'amore in core.

E più impurtanti, ancu se ellu hè u nostru capu, ùn dice micca chì ci hà creatu per guvernà, ma ciò chì dice hè chì Diu ci hà amatu, chì era cuntentu di a so creazione è li piace. U Salmu 149: 4 & 5 dice: "U Signore si ralegra di u so pòpulu ... lasciate chì i santi si rallegrinu di questu onore è cantanu di gioia". Ghjeremia 31: 3 Dice: "Ti aghju amatu cun un amore eternu". Zephaniah 3:17 dice: "U Signore, u to Diu, hè cun voi, hè putente per salvà, si piacerà di tè, ti calmerà cù u so amore; Si rallegrerà di voi cantendu ".

Pruverbii 8: 30 è 31 dice: "Eru ogni ghjornu u so piacè ... Rallegrammi in u mondu, a so terra è avè u mo piacè in i figlioli di l'omu". In Ghjuvanni 17:13 Ghjesù in a so preghiera per noi dice: "Sò sempre in u mondu per ch'elli possinu avè a piena misura di a mo gioia in elli". Ghjuvanni 3:16 dice: "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u Sò Figliolu unitu" per noi. Diu hà amatu Adamu, a so creazione, tantu l'Hà fattu capimachja nantu à tuttu u so mondu, nantu à tutta a so creazione è u hà postu in u so bellu giardinu.

Credu chì u Patre spessu camminava cun Adam in u Giardinu. Vidimu ch'ellu hè venutu à circallu in l'ortu dopu chì Adamu avia peccatu, ma ùn l'ha micca trovu perchè s'era piattatu. Credu chì Diu hà creatu l'omu per a fraternità. In I Ghjuvanni 1: 1-3 dice, "a nostra fraternità hè cù u Patre è cù u Figliolu".

In Ebrei capituli 1 & 2 Ghjesù hè chjamatu u nostru fratellu. Dice: "Ùn aghju micca a vergogna di chjamalli fratelli". In u versu 13 Li chjama "i zitelli chì Diu m'hà datu". In Ghjuvanni 15:15 Ci chjama amichi. Tutti questi sò termini di fraternità è di relazione. In Efesini 1: 5 Diu parla di aduttacci "cum'è i so figlioli per mezu di Ghjesù Cristu".

Dunque, ancu se Ghjesù hà a preeminenza è a supremazia annantu à tuttu (Colossesi 1:18), u so scopu di dacci "vita" era per a fraternità è una relazione di famiglia. Credu chì questu hè u scopu o significatu di a vita prisentatu in e Scritture.

Arricurdatevi di Michea 6: 8 dice chì duvemu marchjà umilmente cù u nostru Diu; umilmente perchè hè Diu è Creatore; ma camminendu cun ellu perchè Ellu ci ama. Ghjosuè 24:15 dice: "Sceglite voi stu ghjornu à quale serve". À a luce di stu versu, lasciami dì chì una volta Satanassu, l'ànghjulu di Diu L'hà servutu, ma Satanassu vulia esse Diu, per piglià a piazza di Diu invece di "camminà umilmente cun ellu". Pruvò à esaltassi sopra à Diu è hè statu lampatu fora da u celu. Dapoi tandu hà pruvatu à trascinà ci cun ellu cum'è hà fattu cù Adamu è Eva. L'anu seguitatu è hà piccatu; dopu si sò piattati in u giardinu è infine Diu li hà cacciati fora di u Giardinu. (Leghje Genesis 3.)

Noi, cum'è Adamu, avemu tutti fattu piccati (Rumani 3:23) è ribellati contr'à Diu è i nostri peccati ci anu separatu da Diu è a nostra relazione è fratellanza cun Diu hè rotta. Leghje Isaia 59: 2, chì dice: "e vostre iniquità si sò separate trà voi è u vostru Diu è i vostri peccati anu piattatu a so faccia da voi ..." Simu morti spiritualmente.

Qualchissia chì cunnoscu hà definitu u significatu di a vita cusì: "Diu vole chì campemu cun ellu per sempre è mantenimu una relazione (o marchjà) cun ellu quì è avà (Michea 6: 8 torna). I cristiani si riferiscenu spessu à a nostra relazione quì è avà cun Diu cum'è "camminata" perchè a Scrittura usa a parolla "camminà" per discrive cumu duvemu campà. (Vi spiegheraghju più tardi.) Perchè avemu peccatu è simu separati da sta "vita", DEVEMU cumincià o principià per riceve u Figliolu cum'è Salvatore persunale è a ristaurazione ch'ellu hà furnitu morendu per noi in croce. U Salmu 80: 3 dice: "Diu, ristabilisci è fate lampà a to faccia nantu à noi è saremu salvati".

Rumani 6:23 dice: "U salariu (pena) di u peccatu hè a morte, ma u donu di Diu hè a vita eterna per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore". Per furtuna, Diu hà tantu amatu u mondu chì hà mandatu u so Figliolu per more per noi è pagà a pena per u nostru peccatu per chì quellu chì "crede in ellu possa avè a vita eterna (Ghjuvanni 3:16). A morte di Ghjesù ristabilisce a nostra relazione cù u Patre. Ghjesù hà pagatu sta pena di morte, ma duvemu riceve (accettà) è crede in ellu cum'è l'avemu vistu in Ghjuvanni 3:16 è Ghjuvanni 1:12. In Matteu 26:28, Ghjesù hà dettu: "Questa hè a nova allianza in u mo sangue, chì hè versata per parechji per a pardonazione di i peccati". Leghjite puru I Petru 2:24; I Corinzi 15: 1-4 è Isaia capitulu 53. Ghjuvanni 6:29 ci dice: "Questa hè l'opera di Diu chì credi in quellu chì hà mandatu".

Hè tandu chì simu diventati i so figlioli (Ghjuvanni 1:12), è u so Spìritu vene à campà in noi (Ghjuvanni 3: 3 è Ghjuvanni 14: 15 & 16) è dopu avemu a fratellanza cun Diu parlata in I Ghjuvanni capitulu 1 Ghjuvanni 1:12 ci dice chì quandu avemu ricevutu è crede in Ghjesù diventemu i so figlioli. Ghjuvanni 3: 3-8 dice chì simu "nati torna" in a famiglia di Diu. Hè allora chì pudemu cammini cù Diu cum'è Micah dice chì duverebbe. Ghjesù hà dettu in Ghjuvanni 10:10 (NVI): "Sò venutu per ch'elli possinu avè vita, è per avè la à pienu". A NASB leghje: "Sò venutu per ch'elli possinu avè vita, è avèla abbondantemente". Questa hè a vita cù tutta a gioia chì Diu prumette. Rumani 8:28 va ancu più luntanu dicendu chì Diu ci ama tantu chì "face chì tutte e cose travaglianu inseme per u nostru bè".

Allora cumu camminemu cun Diu? A Scrittura parla di esse unu cù u Patre cum'è Ghjesù era unu cù u Patre (Ghjuvanni 17: 20-23). Pensu chì Ghjesù hà significatu questu ancu in Ghjuvanni 15 quandu parlava di stà in ellu. Ci hè ancu Ghjuvanni 10 chì parla di noi cum'è pecure chì u seguitanu, u Pastore.

Cum'è l'aghju dettu, sta vita hè discritta cum'è "camminendu" ripetutamente, ma per capì la è fà la bisogna à studià a Parolla di Diu. A Scrittura ci insegna e cose chì duvemu fà per marchjà cun Diu. Cumencia cù a lettura è u studiu di a Parolla di Diu. Ghjosuè 1: 8 dice: "Mantene stu Libru di a Legge sempre nantu à e vostre labbre; mediteghja ghjornu è notte, affinchì siate attenti à fà tuttu ciò chì ci hè scrittu. Tandu sarete prusperu è riesciutu ". U Salmu 1: 1-3 dice: "Beatu quellu chì ùn cammina à u passu cù i gattivi o stà in a via chì i peccatori piglianu o si pusanu in cumpagnia di burlatori, ma chì a so piacè hè in a lege di u Signore, è chì medita a so lege ghjornu è notte. Quella persona hè cum'è un arburu piantatu da corsi d'acqua, chì dà u so fruttu in stagione è chì a so foglia ùn s'asseca - tuttu ciò ch'elli facenu prospere ". Quandu femu ste cose chì sò camminata cù Diu è ubbidemu à a Sò Parola.

Vogliu mette questu in una sorta di schema cun assai versi chì spergu di leghje:

1). Ghjuvanni 15: 1-17: Pensu chì Ghjesù significa marchjà cun ellu continuamente, ghjornu per ghjornu in questa vita, quandu Dice "stà" o "stà" in Me. "Stà in Me è eiu in tè". Esse i so discìpuli implica chì hè u nostru Maestru. Sicondu 15:10 include ubbidì à i so cumandamenti. Sicondu u versu 7 include a so parolla chì stà in noi. In Ghjuvanni 14:23 si dice: "Ghjesù hà rispostu è li disse: Sì qualchissia mi ama, tenerà a mo Parolla è u Babbu u tenerà caru, è veneremu à fà a nostra dimora cun ellu". per mè.

2). Ghjuvanni 17: 3 dice: "Avà hè a vita eterna: affinchì ti possinu cunnosce, u solu veru Diu, è Ghjesù Cristu, à quale Tu hai mandatu". Più tardi, Ghjesù parla di unità cun noi cum'è hà fattu cù u Patre. In Ghjuvanni 10:30 Ghjesù dice: "Eiu è u mo Babbu simu Unu".

3). Ghjuvanni 10: 1-18 ci insegna chì noi, e so pecure, u seguitemu, u Pastore, è Ellu s'impegna di noi mentre "entremu è surtimu è truvemu u pasculu". In u versu 14 Ghjesù dice: «Sò u Bon Pastore; Cunnoscu e mo pecure è e mo pecure mi cunnoscenu- "

AMMINATA cù DIO

Cumu pudemu cum'è umanu chì cammina cun Diu Chì hè Spiritu?

  1. Pudemu marchjà in verità. A Scrittura dice chì a Parolla di Diu hè verità (Ghjuvanni 17:17), vale à dì a Bibbia è ciò ch'ella cumanda è i modi ch'ella insegna, ecc. A verità ci rende liberi (Ghjuvanni 8:32). Camminà in i so modi significa cum'è Ghjacumu 1:22 dice: "Siate cumpitenti di a Parolla è micca solu ascoltatori". Altri versi da leghje serianu: Salmu 1: 1-3, Ghjosuè 1: 8; Salmu 143: 8; Esodu 16: 4; Leviticu 5: 33; Deuteronomiu 5:33; Ezekiel 37:24; 2 Ghjuvanni 6; Salmu 119: 11, 3; Ghjuvanni 17: 6 & 17; 3 Ghjuvanni 3 & 4; I Rè 2: 4 è 3: 6; Salmu 86: 1, Isaia 38: 3 è Malachi 2: 6.
  2. Pudemu marchjà in a Luce. Camminà in a luce significa marchjà in l'insignamentu di a Parolla di Diu (A Luce si riferisce ancu à a Parolla stessa); vedeci in a Parolla di Diu, vale à dì, ricunnosce ciò chì fate o sì, è ricunnosce sì hè bonu o male cume vedi esempi, racconti storichi o cumandamenti è insegnamenti presentati in a Parolla. A Parolla hè a luce di Diu è cum'è tale duvemu risponde (camminà) in ella. Se facemu ciò chì duvemu bisogna à ringrazià à Diu per a so forza è dumandà à Diu di permetteci di cuntinuà; ma se avemu fallutu o avemu fattu piccatu, ci vole à cunfèselu à Diu è Ellu ci pardunerà. Eccu cumu camminemu in a luce (rivelazione) di a Parolla di Diu, perchè a Scrittura hè rispirata da Diu, e parolle stesse di u nostru Babbu Celestiale (2 Timuteu 3:16). Leghjite puru I Ghjuvanni 1: 1-10; Salmu 56:13; Salmu 84:11; Isaia 2: 5; Ghjuvanni 8:12; Salmu 89:15; Rumani 6: 4.
  3. Pudemu marchjà in u Spìritu. U Spìritu Santu ùn cuntradisce mai a Parolla di Diu, ma piuttostu travaglia per ella. Hè l'Autore di questu (2 Petru 1:21). Per sapè di più nantu à marchjà in u Spìritu vedi Rumani 8: 4; Galati 5:16 è Rumani 8: 9. I risultati di marchjà à a luce è di marchjà in u Spìritu sò assai simili in a Scrittura.
  4. Pudemu marchjà cum'è Ghjesù hà camminatu. Avemu da seguità u so esempiu, ubbidì à u so insignamentu è esse cum'è ellu (2 Curintini 3:18; Luca 6:40). I Ghjuvanni 2: 6 dice: "Quellu chì dice ch'ellu abita in ellu duverebbe marchjà di listessa manera ch'ellu hà camminatu". Eccu alcuni modi impurtanti per esse cum'è Cristu:
  5. Amatevi l'altri. Ghjuvanni 15:17: "Questu hè u mo cumandamentu: Amatevi". Filippesi 2: 1 & 2 dice: "Dunque, sè avete qualchì incuragimentu per esse unitu cun Cristu, se qualchì cunsulazione da u so amore, se qualchì spartimentu cumunu in u Spìritu, s'ellu ci hè tenerezza è cumpassione, allora fate a mo gioia cumpleta per esse cum'è mente , avè u stessu amore, esse unu in spiritu è ​​di una mente ". Què si riferisce à marchjà in u Spìritu perchè u primu aspettu di u fruttu di u Spìritu hè l'amore (Galati 5:22).
  6. Obedisce u Cristu cum'è Obedutu è sottumessu à u Padre (Giuvanni 14: 15).
  7. John 17: 4: Hè finitu u travagliu chì Diu ci hà datu à fà, quandu Mori era in croce (John 19: 30).
  8. Quandu hà pricatu in u giardinu hà dettu: "A to vuluntà sia fatta (Matteu 26:42).
  9. Ghjuvanni 15:10 dice: "Se tenete i mo cumandamenti, rimarrete in u mo amore, cum'è aghju tenutu i mo Padri cumandamenti è stà in u so amore".
  10. Questu mi porta à un altru aspettu di camminà, vale à dì, di campà a vita cristiana - chì hè PREGHIERA. A preghera cade in tramindui ubbidienza, postu chì Diu a cumanda parechje volte, è seguendu l'esempiu di Ghjesù in a preghera. Pensemu à a preghera cum'è à dumandà cose. Hè is, ma hè di più. Mi piace definisce cum'è solu parlendu cun o cun Diu in ogni mumentu, in ogni locu. Ghjesù hà fattu quessa perchè in Ghjuvanni 17 vedemu chì Ghjesù mentre caminava è parlava cù i so discìpuli "alzò l'ochji" è "pregò" per elli. Questu hè un esempiu perfettu di "pregà senza cessà" (I Tessalonicani 5: 17), dumandendu richieste di Diu è parlendu à Diu QUALSIASI TEMPU E QUALSIASI DOVE.
  11. L'esempiu di Ghjesù è altre Scritture ci insegnanu à passà dinò u tempu separatamente da l'altri, solu cun Diu in preghiera (Matteu 6: 5 & 6). Quì Ghjesù hè ancu u nostru esempiu, postu chì Ghjesù hà passatu assai tempu solu in preghera. Leghje Mark 1:35; Matteu 14:23; Marcu 6:46; Luke 11: 1; 5:16; 6:12 è 9: 18 & 28.
  12. Diu ci cumanda di pregà. A permanenza include a preghiera. Colossenses 4: 2 dice: "Dedicatevi à a preghiera". In Matteu 6: 9-13 Ghjesù ci hà amparatu quantu per pregà dendu ci a "Preghiera di u Signore". Filippesi 4: 6 dice: "Ùn siate ansiosi di nunda, ma in ogni situazione, per preghiera è petizione, cun ringraziamentu, presentate e vostre richieste à Diu". Paul hà dumandatu ripetutamente à e chjese chì hà cuminciatu à pregà per ellu. Luke 18: 1 dice: "L'omi devenu sempre pregà". Sia 2 Samuel 21: 1 sia I Timoteu 5: 5 in a traduzzione di a Bibbia Viva parlanu di passà "assai tempu in preghiera". Dunque a preghiera hè un requisitu impurtante per a nostra andatura cun Diu. Passa u tempu cun ellu in preghera cum'è David face in i Salmi è cum'è Ghjesù hà fattu.

Tutta a Scrittura hè a nostra guida à campà è cammina cun Diu, ma hè riassuntu è hè:

  1. Cunnosce a Parolla: 2 Timuteu 2:15 "Studia per mostràvi appruvatu à Diu, un travagliu chì ùn hà micca bisognu di vergogna, dividendu à ragione a parolla di verità".
  2. Obedisce u Verbu: James 1: 22
  3. Sapete per mezu di a Scrittura (John 17: 17; 2 Peter 1: 3).
  4. Pricate
  5. Confessa u peccatu
  6. Seguitate l'esempiu di Ghjesù
  7. Sì cum'è Ghjesù

Queste cose credu sò cumpartitu à ciò chì Ghjesù hà significatu quandu Ghjesù hà dettu di restà in ellu è questu hè u veru significatu di a vita.

cunchiusioni

A vita senza Diu hè futile è a ribellione porta à campà senza ellu. Cunduce à vive senza scopu, cun cunfusione è frustrazione, è cum'è dice Rumani 1, vive "senza cunniscenza". Hè senza significatu è totalmente egocentricu. Se camminemu cun Diu avemu a vita è quella più abbundante, cun u scopu è l'amore eternu di Diu. Cù questu vene una relazione amorosa cun un Babbu amorevule chì SEMPRE ci dà ciò chì hè bonu è megliu per noi è chì si rallegra è gioie di versà e so benedizioni nantu à noi, per sempre.

Chì ghjè a Tribulazione è Semu Tandu?
A tribulazione hè un periodu di sette anni previstu in Daniel 9: 24-27. Dice: "Settantasette sò decretati per u vostru populu è a vostra cità (vale à dì Israele è Ghjerusalemme) per finisce a trasgressione, per mette fine à u peccatu, per espiarà a gattivezza, per purtà in ghjustizia eterna, per sigillà a visione è a prufezia è per unghje u Locu Santissimu ". Continua à dì in i versi 26b è 27, "a ghjente di u guvernatore chì venerà distrughjerà a cità è u santuariu. A fine vene cum'è una inundazione: A guerra continuerà finu à a fine, è e desulazioni sò state decretate. Hà da cunfirmà un allianza cù parechji per un "sette" (7 anni); à mezu à i sette hà da mette fine à u sacrifiziu è l'offerta. È in u tempiu hà da stallà una abominazione chì face a desulazione, finu à chì a fine chì hè decretata sia versata nantu à ellu ". Daniel 11:31 è 12:11 spieganu l'interpretazione di sta settantesima settimana cum'è sette anni, l'ultima metà di i quali in i ghjorni attuali hè di trè anni è mezu. Ghjeremia 30: 7 descrive questu cum'è u ghjornu di i prublemi di Ghjacobbu dicendu: "Ahimè, perchè quellu ghjornu hè grande, perchè nimu hè simile; hè ancu u mumentu di a difficultà di Ghjacobbu; ma serà salvatu da ellu ". Hè descrittu in detagliu in Rivilazione capituli 6-18 è hè un periodu di sette anni in u quale Diu "verserà" a so ira contr'à e nazioni, contr'à u peccatu è contr'à quelli chì si ribellanu contr'à Diu, rifiutendu di crede in ellu è di adurà lu è i soi Untu. I Tessalonicani 1: 6-10 dice: "Site diventati ancu imitatori di noi è di u Signore, avendu ricevutu a parolla in molta tribulazione cù a gioia di u Spìritu Santu, affinchì site diventatu un esempiu per tutti i credenti in Macedonia è in Acaia . Perchè a parolla di u Signore hà sunatu da voi, micca solu in Macedonia è in Acaia, ma ancu in ogni locu a vostra fede versu Diu hè surtita, per ùn avè micca bisognu di dì nunda. Per elli stessi riportanu nantu à noi chì tipu di accolta avemu avutu cun voi, è cumu si vultate à Diu da idoli per serve un Diu vivu è veru, è aspittà u so Figliolu da u celu, chì hà risuscitatu da i morti, vale Ghjesù, chì ci salva da l'ira à vene ".

A tribulazione si centra intornu à Israele è a Cità Santa di Diu, Ghjerusalemme Cumencia cù un guvernatore chì esce da una confederazione di dece nazioni chì vene da e radici di l'Imperu Rumanu storicu in Europa. À u primu parerà esse un creatore di pace è poi si alza per esse male. Dopu trè anni è mezu in i quali guadagna u putere, prufana u tempiu di Ghjerusalemme è si mette cum'è "diu" è dumanda esse veneratu. . Ghjudica ancu u guvernatore (l'Anticristu) chì si mette cum'è diu. Quandu e nazioni di u mondu si riuniscenu tutte per distrugge u so populu è a Cità in a valle di Armageddon, per battaglia contru à Diu, Ghjesù hà da vultà per distrugge i so nemichi è salvà u so pòpulu è a Cità. Ghjesù hà da vultà visibilmente è esse vistu da u mondu sanu (Atti 24: 25-4; Rivilazione 13: 18) è u so populu Israele (Zaccaria 2: 2-3 è 12: 13-1).

Quandu Ghjesù ritorna, i santi di l'Anticu Testamentu, a Chjesa è l'armate d'angeli veneranu cun ellu per cunquistà. Quandu u restu d'Israele u viderà, u ricunnosceranu cum'è quellu chì l'anu trapassatu è dolu è saranu tutti salvati (Rumani 11:26). Allora Ghjesù hà da stallà u so Regnu Millenniale è regnarà cù u so pòpulu per 1,000 anni.

SOMU IN LA TRIBULAZIONE?

Innò, micca ancu, ma simu probabilmente in u tempu ghjustu nanzu à què. Cum'è l'avemu dichjaratu prima, a tribulazione cumencia quandu l'Anticristu serà rivelatu è formerà un trattatu cun Israele (Vede Daniel 9:27 è 2 Tessalonicesi 2). Daniel 7 & 9 dicenu ch'ellu sorterà da un sindicatu di dece nazioni è poi piglierà più cuntrollu. À u mumentu, u gruppu 10 nazione ùn hè micca furmatu.

Un'altra ragione per a quale ùn simu ancu in a tribulazione hè chì durante a tribulazione, à 3 & 1/2 anni l'Anticristu purificherà u tempiu di Ghjerusalemme è si mette in piazza cum'è diu è in u mumentu attuale ùn ci hè micca tempiu nantu à a muntagna in Israele, ancu se i Ghjudei sò pronti è pronti à custruì lu.

Ciò chì vedemu hè un mumentu di guerra è di disordini cresciuti chì Ghjesù hà dettu chì avveranu (Vede Matteu 24: 7 & 8; Marcu 13: 8; Luca 21:11). Questu hè u segnu di l'ira imminente di Diu. Questi versi dicenu chì ci seranu guerre aumentate trà paesi è gruppi etnici, pesta, terramoti è altri segni da u celu.

Un'altra cosa chì deve accade hè chì u Vangelu deve esse predicatu à tutte e nazioni, lingue è populi, perchè alcune di queste persone crederanu è saranu in celu, lodendu à Diu è l'Agnellu (Matteu 24:14; Rivelazione 5: 9 & 10) .

Sapemu chì simu vicini perchè Diu riunisce u so pòpulu spargugliatu, Israele, da u mondu è li torna in Israele, in Terra Santa, per ùn lascià mai più. Amos 9: 11-15 dice: "I piantaraghju nantu à a terra, è ùn seranu più tirati fora di u paese chì li aghju datu".

A maiò parte di i cristiani fundamentali credenu chì u rapimentu di a chjesa serà ancu primu (vede I Corinzi 15: 50-56; I Tesalonicani 4: 13-18 è 2 Tesalonicani 2: 1-12) perchè a chjesa "ùn hè micca nominata per l'ira" , ma questu puntu ùn hè micca chjaru è pò esse cuntruversu. Eppuru a Parolla di Diu dice chì l'ànghjuli riuniranu i so santi "da una punta di u celu à l'altru" (Matteu 24:31), micca da una punta di a terra à l'altra, è chì si uniranu cù l'armate di Diu, cumprese l'angeli (I Tessalonicani 3:13; 2 Tessalonicani 1: 7; Revelazione 19:14) per vene nantu à a terra per scunfighja i nemichi d'Israele à u ritornu di u Signore. Colossians 3: 4 dice: "Quandu u Cristu, chì hè a nostra vita, hè rivelatu, allora ancu voi sarete rivelatu cun ellu in gloria".

Siccomu u sustantivu grecu traduttu apostasia in 2 Tessalonicesi 2: 3 vene da un verbu chì hè generalmente traduttu per parte, questu versu pò riferisce à u rapimentu è chì sarebbe coerente cù u cuntestu di u capitulu. Leghjite ancu Isaia 26: 19-21 chì pare figurà una risurrezzione è un avvenimentu induve queste persone sò piatte per fughje l'ira è u ghjudiziu di Diu. U rapimentu ùn hè ancu accadutu.

CUM PUTEMU ESCAPTARE A TRIBULAZIONE?

A maiò parte di l'evangelichi accettanu u cuncettu di u Rapitu di a chjesa, ma ci hè una cuntruversa quant'è quandu si verifica. S'ellu accade prima di l'iniziu di a tribulazione allora solu i malfidenti chì restanu nantu à a terra dopu à u Rapitu entreranu in a tribulazione, u tempu di l'ira di Diu, perchè solu quelli chì credenu chì Ghjesù hè mortu per salvacci da i nostri peccati seranu rapiti. Se ci sbagliamu nantu à u mumentu di u Rapitu è ​​accade dopu, durante o à a fine di a tribulazione di sette anni, seremu lasciati cun tutti l'altri è passeremu per a tribulazione, ancu se a maiò parte di e persone chì credenu questu credenu chì faremu in qualche modu esse prutetti da l'ira di Diu durante quellu tempu.

Ùn vulete micca esse contru à Diu, vulete esse da parte di Diu, altrimenti, ùn passerai micca solu per a tribulazione, ma ancu affruntarete u ghjudiziu di Diu è l'ira eterna è serete ghjittatu in u lagu di focu cù u diavulu è i so angeli. . Revelazione 20: 10-15 dice: "È u diavulu chì li hà ingannatu hè statu ghjittatu in u lavu di focu è di zolfo, induve a bestia è u falsu prufeta sò ancu; è seranu turmentati ghjornu è notte per sempre è sempre. Dopu aghju vistu un grande tronu biancu è Quellu chì era pusatu nantu à ellu, da a quale a terra è u celu si ne sò fughjiti è ùn hè statu trovu locu per elli. È aghju vistu i morti, i grandi è i chjuchi, chì stavanu davanti à u tronu, è i libri sò stati aperti, è un altru libru hè statu apertu, chì hè u libru di a vita; è i morti eranu ghjudicati da e cose chì eranu scritte in i libri, secondu e so azzioni. È u mare rinunziò i morti chì eranu in ellu, è a morte è Ade resenu i morti chì eranu in elli; è sò stati ghjudicati, ognunu secondu e so azzioni. Tandu a morte è l'Ade sò stati ghjittati in u lagu di focu. Questa hè a seconda morte, u lavu di focu. È sì u nome di qualchissia ùn hè statu trovu scrittu in u libru di a vita, hè statu lampatu in u lavu di focu ". (Vede ancu Matteu 25:41.)

Cum'è l'aghju dichjaratu, a maiò parte di i cristiani sò cunvinti chì i credenti saranu rapiti è ùn entreranu micca in a tribulazione. I Corinzi 15: 51 & 52 dice: "Eccu, ti dicu un misteru; ùn dormeremu micca tutti, ma seremu tutti cambiati, in un mumentu, in un batter d'ochju, à l'ultima tromba; perchè a trumbetta sonerà, è i morti seranu risuscitati imperishable; è seremu cambiatu ". Pensu chì hè assai interessante chì e Scritture nantu à u Rapitu (I Tessalonicani 4: 13-18; 5: 8-10; I Corinzi 15:52) dicenu: "saremu per sempre cun u Signore", è chì, "noi duverianu cunsulassi l'unu l'altru cù ste parolle ".

I credenti ebrei utilizanu l'illustrazione di a cerimonia di u Matrimoniu Ghjudeu cum'è era durante u tempu di Cristu per illustrà stu puntu di vista. Certi dicenu chì Ghjesù ùn l'hà mai adupratu è ancu ellu. Hà adupratu parechje volte e usanze di u matrimoniu per discrive o spiegà l'avvenimenti intornu à a so seconda venuta. I Caratteri sò: A sposa hè a chjesa; u sposu hè Cristu; u Babbu di u Sposu hè Diu u Babbu.

L'avvenimenti di basa sò:

1). U Fidanzamentu: I sposi beianu una tazza di vinu inseme è prumettenu di ùn beie più di u fruttu di a vigna finu à chì accade u matrimoniu propiu. Ghjesù hà adupratu e parolle chì u sposu aduprà quandu hà dettu in Matteu 26:29 "Ma a vi dicu, ùn beveraghju micca di u fruttu di a vigna d'ora in avanti finu à quellu ghjornu quandu u beiu novu cun voi in u Regnu di u Babbu. . " Quandu a sposa beie da a tazza di vinu è u prezzu di a sposa hè pagatu da u sposu, hè una figura di u pagamentu fattu per noi per i nostri peccati è a nostra accettazione di Ghjesù cum'è u nostru Salvatore. Simu a sposa.

2). U Sposu si ne và à custruì una casa per a so sposa. In Ghjuvanni 14 Ghjesù và in celu per appruntà una casa per noi. Ghjuvanni 14: 1-3 dice: "Ùn lasciate micca u vostru core turbatu; crede in Diu, crede ancu in Me. In casa di u mo Babbu ci sò assai abitazioni; s'ellu ùn era micca cusì, ti averia detta; perchè andaraghju à preparalli un locu per voi. Se andu è preparu un locu per voi, veneraghju torna è vi riceveraghju à mè stessu, affinchì induve sò, ci sia ancu tù "(u rapimentu).

3). U Babbu decide quandu u sposu tornerà per a sposa. Matteu 24:36 dice: "Ma di quellu ghjornu è di l'ora nimu ùn la sà, mancu l'ànghjuli di u celu, nè u Figliolu, ma solu u Patre." U Babbu solu sà quandu Ghjesù hà da vultà.

4). U sposu vene inaspettatamente per a Sua sposa chì aspetta, spessu finu à un annu, per Ellu di vultà. Ghjesù rapisce a chjesa (I Tessalonicani 4: 13-18).

5). A sposa hè chjosa per una settimana in a stanza preparata per ella in casa di u Babbu. A chjesa hè in celu per sette anni durante a tribulazione. Leghje Isaia 26: 19-21.

6). A Cena di u Matrimoniu accade in a casa di i Patri à a fine di a celebrazione di u matrimoniu (Revelazione 19: 7-9). Dopu a cena di u matrimoniu, a sposa esce è hè presentata à tutti. Ghjesù volta in terra cù a so sposa (a chjesa) è i santi è l'ànghjuli di l'Anticu Testamentu per sottumette i so nemichi (Revelazione 19: 11-21).

Iè, Ghjesù hà adupratu l'abitudine di e nozze di u so ghjornu per illustrà l'avvenimenti di l'ultimi ghjorni. E Scritture si riferiscenu à a chjesa cum'è a sposa di Cristu è Ghjesù dice ch'ellu hà da preparà una casa per noi. Ghjesù parla ancu di vultà per a so chjesa è chì duvemu esse pronti per u so ritornu (Matteu 25: 1-13). Cum'è l'avemu dettu, Ellu dice ancu chì solu u Patre sà quandu hà da vultà.

Ùn ci hè alcuna riferenza di u Novu Testamentu à a chjesa di sette ghjorni di a sposa, tuttavia ci hè una riferenza di l'Anticu Testamentu - una prufezia chì parallella a risurrezzione di quelli chì morenu è allora devenu "andà in e so camere o camere finu à chì l'ira di Diu sia cumpleta. . " Leghje Isaia 26: 19-26, chì pare chì si pò trattà di u rapimentu di a chjesa prima di a tribulazione. Dopu questu avete a cena di u matrimoniu è dopu i santi, i redenti è miriadi d'angeli chì venenu "da u celu" per scunfighja i nemici di Ghjesù (Revelazione 19: 11-22) è per regnà è regnà nantu à a terra (Revelazione 20: 1-6 ).

In ogni casu, l'unicu modu per evità l'ira di Diu hè di crede in Ghjesù. (Vede Ghjuvanni 3: 14-18 è 36. U versu 36 dice: "Quellu chì crede in u Figliolu hà a vita eterna è quellu chì ùn crede micca in u Figliolu ùn vedrà a vita; ma l'ira di Diu stà nantu à ellu"). crede chì Ghjesù hà pagatu a pena, u debitu è ​​a punizione per u nostru peccatu, murendu nantu à a croce. I Corinzi 15: 1-4 dice: "Dichjaraghju u Vangelu ... da chì tù sì ancu salvatu ... Cristu hè mortu per i nostri peccati secondu e Scritture, è ch'ellu hè statu sepoltu, è ch'ellu hè statu risuscitatu u terzu ghjornu secondu a Scritture ". Matteu 26:28 dice: "Questu hè u mo sangue ... chì hè spartu per parechji per a remissione di i peccati". I Petru 2:24 dice: "Quale hè chì hà purtatu i nostri peccati in u so corpu nantu à a croce". (Leghje Isaia 53: 1-12.) Ghjuvanni 20:31 dice: «Ma questi sò scritti, affinchì puderete crede chì Ghjesù hè u Cristu, u Figliolu di Diu; è chì crede chì pudete avè a vita per mezu di u so nome ".

Sì ghjunghjite à Ghjesù, Ellu ùn vi alluntanerà. Ghjuvanni 6:37 dice: "Tuttu ciò chì u Babbu m'hà datu venerà à mè è quellu chì vene à mè ùn u cacceraghju micca." I versi 39 è 40 dicenu: "Questa hè a vulintà di Quellu chì m'hà mandatu, chì di tuttu ciò ch'ellu m'hà datu ùn perde nunda, ma l'arrizzu in l'ultimu ghjornu. Perchè ghjè a vulintà di u Babbu: chì tutti quelli chì feghjanu u Figliolu è credinu in ellu averanu a vita eterna, è eiu stessu u risusciteraghju l'ultimu ghjornu ". Leghjite dinò Ghjuvanni 10: 28 è 29 chì dice: "Li dò a vita eterna è ùn perderanu MAI è nimu ùn li strapparà da a mo manu ..." Leghjite puru Rumani 8:35 chì dice: "Quale ci separerà da u amore di Diu, sarà tribulazione o angoscia ... "È i versi 38 è 39 dicenu," chì nè a morte, nè a vita, nè l'ànghjuli ... nè e cose à vene .. saranu capaci di separacci da l'amore di Diu ". (Vede ancu I Ghjuvanni 5:13)

Ma Diu dice in Ebrei 2: 3: "Cumu pudemu scappà se trascuremu una salvezza cusì grande?" 2 Timuteu 1:12 dice: "Sò cunvintu ch'ellu hè capace di tene ciò chì l'aghju impegnatu contr'à quellu ghjornu".

 

Cosa hè u Peccatu Unedardable?
Sempre chì vulete intende à capiscenu una parte di Scrittura, ci sò parechje guidate per seguità. Studiatu in u so cuntestu, in altri parolle, guarda attentu à i versi circundendu. Tandu devi à guardà à a luz di a so storia biblica è di u fondu. A Bibbia hè cunzidutu. Hè una storia, a storia sorin da u pianu di redenzione di Diu. Nisun parte pò esse entrutu sola. Hè una bona idea di dumandà quelli nantu à un passaghju o tema, cum'è quale, quale, induve, quandu, perchè è cumu.

Quandu si tratta di a quistione di se una persona hà fattu o micca u peccatu impardonabile, u fondu hè impurtante per a so comprensione. Ghjesù hà iniziatu u so ministeru di predicazione è di guarigione sei mesi dopu chì Ghjuvan Battista abbia iniziatu u so. Ghjuvanni hè statu mandatu da Diu per preparà a ghjente per riceve à Ghjesù è cum'è testimone di Quale era. Ghjuvanni 1: 7 "per testimone di a Luce". Ghjuvanni 1: 14 è 15, 19-36 Diu hà dettu à Ghjuvanni ch'ellu averia vistu chì u Spìritu fala è stà nantu ad ellu. Ghjuvanni 1: 32-34 Ghjuvanni hà dettu "hà fattu sapè chì questu era u Figliolu di Diu". Ellu disse ancu di ellu: "Eccu l'Agnellu di Diu chì toglie u figliolu di u mondu. Ghjuvanni 1:29 Vede ancu Ghjuvanni 5:33

I preti è i Levittichi (capimachja religiosa di i Ghjudei) eranu cunzignati di Ghjuvanni è di Ghjesù. I Farisei (un altru gruppu di capi giudei) partenu à dumandà quelli chì eranu è per quale l'autorità èranu pridicavanu è insignante. Sembe ch'elli avianu a viriemu cum'è una minaccia. Ellu dumandò à John si era u Cristu (ellu disse chì ùn era micca) o "quellu prufeta". John 1: 21 Questu hè assai impurtante per quistione. A frasa "quellu prufeta" veni da a prufezia attribuita à Mosè in Deuteronomy 18: 15 è spiegà in Deuteronomy 34: 10-12 induve Diu dice à Mosè chì un altru prufeta chì saria cum'è ellu stessu è pridiche è feranu grandi maraviglii (una prufezia di Cristu). Questa è altri prufeti di l'antichi prucessu sò stati attribuiti i ghjente ricanuscianu u Cristu (u Messia) quand'ellu hè ghjuntu.

Allora Ghjesù cuminciò à predicà è à fà vede à a ghjente ch'ellu era u Messia prumessu è à dimustrallu per mezu di putenti maraviglie. Hà fattu l'affirmazione ch'ellu hà dettu e parolle di Diu è ch'ellu hè venutu da Diu. (Ghjuvanni capitulu 1, Ebrei capitulu 1, Ghjuvanni 3:16, Ghjuvanni 7:16) In Ghjuvanni 12: 49 è 50 Ghjesù hà dettu: "Ùn parlu micca per mè, ma u Babbu chì m'hà mandatu m'hà urdinatu di dì è cumu si dice ". Insignendu è fendu miraculi Ghjesù hà rializatu i dui aspetti di a prufezia di Mosè. Ghjuvanni 7:40 I Farisei eranu cunnisciuti in e Scritture di l'Anticu Testamentu; familiarità cù tutte ste prufezie messianiche. Leghjite Ghjuvanni 5: 36-47 per vede ciò chì Ghjesù hà dettu di questu. In u versu 46 di quellu passaghju Ghjesù si dice "quellu prufeta" dicendu "hà parlatu di mè". Leghje ancu Atti 3:22 Parechje persone dumandavanu s'ellu era u Cristu o "u Figliolu di Davide". Matteu 12:23

Stu fondu è e Scritture in tuttu cunnessu à a quistione di u peccatu impardonabile. Tutti questi fatti si trovanu in i passaggi nantu à sta dumanda. Si trovanu in Matteu 12: 22-37; Mark 3: 20-30 è Luke 11: 14-54, in particulare u versu 52. Per piacè leghjite attentamente se vulete capisce u prublema. A situazione si tratta di Quale hè Ghjesù è Quale L'hà datu u putere di fà miraculi. À questu tempu i Farisei sò ghjilosi di ellu, u testanu, pruvanu à inciampallu cun dumande è ricusanu di ricunnosce Quale hè è ricusendu di vene à ellu per pudè avè vita. Ghjuvanni 5: 36-47 Sicondu Matteu 12: 14 è 15 anu ancu pruvatu à tumballu. Vede ancu Ghjuvanni 10:31. Pare chì i Farisei u seguitessinu (forse mischjendusi cù a folla chì si riunì per ascultallu pridicà è fà miraculi) per guardallu.

In questa occasione particulare riguard'à u Signore impalpètu Mark 3: 22 tistatuni chì sò vinuti da Ghjerusalemme. Apparenza hà u seguitore quandu ellu surtia a muntagna per andà in altre locu perchè volenu truvà una ragione per fallu ammazzalla. Allora Ghjesù si sporta un dimoniu da un omu è u guarì. Hè quì chì u peccatu si tratta. Matthew 12: 24 "Quandu i Farisei sintìanu sse cose, sò quì à Baalzebub, u prìncipe di dimònii chì questu cumpagnu dirivanu i dimònii" (Baalzebub hè un altru nome per Satan). È à a fine di stu passaghju induve Ghjesù cuncludi dicendu: "quellu chì parlà contru à u Spìritu Santu, ùn devi esse micca pirdunatu, nè in stu mondu o in u mondu per vene". Eccu u piccatu impedente: "dìssenu chì avia un spiritu impuru" Mark 3 : 30 U discursu tutale, chì cumpresi i rimarche annantu à u peccatu impediscente, hè diretta à i Farisei. Ghjesù hà saputu i so pensamentu è Ellu avia parlatu direttamente nantu à ciò chì dicenu. U discursu tutale di Ghjesù è u so ghjudiziu nantu à elle si basa in i so pensamentu è i parolle; Hà cuminciatu cun quellu è hà cessatu cù quellu.

Semplicemente dichjaratu chì u peccatu impardonabile hè di attribuisce o attribuisce e meraviglie è i miraculi di Ghjesù, soprattuttu caccendu i demoni, à un spiritu impuru. A Bibbia di Riferimentu di Scofield dice in e note à pagina 1013 nantu à Mark 3: 29 & 30 chì u peccatu impardonabile hè "attribuisce à Satanassu l'opere di u Spìritu". U Spìritu Santu hè implicatu - Hà empowered Jesus. Ghjesù hà dettu in Matteu 12:28: "Se aghju cacciatu i dimònii per u Spìritu di Diu, allora u regnu di Diu hè ghjuntu à voi". Si cunclude dicendu perchè (ghjè perchè dite ste cose) "a blasfemia contr'à u Spìritu Santu ùn vi serà pardunata". Matteu 12:31 Ùn ci hè altra spiegazione in e Scritture chì dice ciò chì ghjè a bestemmia contr'à u Spìritu Santu. Arricurdatevi di u fondu. Ghjesù hà avutu u testimoniu di Ghjuvan Battista (Ghjuvanni 1: 32-34) chì u Spìritu era nantu ad ellu. E parolle aduprate in u dizziunariu per discrive a ghjastema sò per prufanà, insultà, insultà è mustrà disprezzu.

Sicuramente u discreditu di e opere di Ghjesù si adatta à questu. Ùn ci piace micca quandu qualchissia altru riceve creditu per ciò chì femu. Immaginate di piglià u travagliu di u Spiritu è ​​di creditu à Satanassu. A maiò parte di i sapienti dicenu chì stu peccatu hè accadutu solu mentre Ghjesù era nantu à a terra. U ragiunamentu daretu hè chì i Farisei eranu testimoni oculari di i so miraculi è anu intesu conti di prima manu nantu à elli. Eranu ancu amparati in e profezie bibliche è eranu capi chì eranu cusì più responsabili per via di a so pusizione. Sapendu chì Ghjuvanni Battista hà dettu ch'ellu era u Messia è chì Ghjesù hà dettu chì e so opere anu dimustratu quale era, anu sempre rifiutatu di crede. Peggiu sempre, in e Scritture stesse chì parlanu di stu peccatu, Ghjesù parla micca solu di a so blasfemia, ma li accusa ancu di un'altra falla - quella di sparghje quelli chì anu vistu a so blasfemia. Matteu 12: 30 è 31 "quellu chì ùn si riunisce cun mè si sparghje. È cusì vi dicu ... quellu chì parla contru à u Spìritu Santu ùn serà micca pardunatu ".

Tutte queste cose sò ligate inseme purtendu a dura cundanna di Ghjesù. Scredità u Spìritu hè di scredità Cristu, annullendu cusì a so opera à tutti quelli chì ascultavanu ciò chì i Farisei dicenu. Sradica tuttu l'insegnamentu è a salvezza di Cristu cun ella. Ghjesù hà dettu di i Farisei in Luke 11:23, 51 è 52 chì i Farisei ùn solu ùn entravanu micca ma anu impeditu o impeditu à quelli chì entravanu. Matteu 23:13 "avete chjusu u regnu di i celi in a faccia di l'omi". Duvianu esse mostrati à a ghjente a strada è invece li stavanu alluntanendu. Leghjite ancu Ghjuvanni 5:33, 36, 40; 10: 37 & 38 (in realtà tuttu u capitulu); 14: 10 è 11; 15: 22-24.

Per riassume, eranu culpevuli perchè: a sapianu; anu vistu; avianu cunniscenza; ùn anu micca cridutu; anu impeditu à l'altri di crede è blasfemanu u Spìritu Santu. Vincent's Greek Word Studies aghjunghjenu una altra parte di a spiegazione da a grammatica greca sottumettendu chì in Mark 3:30 u tempu verbale indica chì anu continuatu à dì o persistenu dicendu "Hà un spiritu impuru". L'evidenza indica chì anu continuatu à dì questu ancu dopu a risurrezzione. Tutte l'evidenza indicanu chì u peccatu impardonabile ùn hè micca un attu isolatu, ma un mudellu persistente di cumpurtamentu. Dì altrimente negaria a verità chjara spessu ripetuta di e Scritture chì "quellu chì vole pò vene". Revelazione 22:17 Ghjuvanni 3: 14-16 "Cum'è Mosè alzò a sarpe in u desertu, cusì u Figliolu di l'omu deve esse alzatu, affinchì tutti quelli chì credenu in ellu possanu a vita eterna. Perchè Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u so unicu Figliolu, chì quellu chì crede in ellu ùn perisca micca, ma averà a vita eterna ". Rumani 10:13 "perchè," Quellu chì invoca u nome di u Signore serà salvatu ".

Diu ci chjama à crede in Cristu è in u Vangelu. I Corinzi 15: 3 & 4 "Per ciò chì aghju ricevutu l'aghju trasmessu cum'è di prima impurtanza: chì Cristu sia mortu per i nostri peccati secondu e Scritture, ch'ellu sia statu sepoltu, ch'ellu sia statu risuscitatu u terzu ghjornu secondu e Scritture," Se crede in Cristu, sicuramente ùn state micca attribuendu e so opere à u putere di Satanassu è commettendu u peccatu impardonabile. «Ghjesù hà fattu assai altri segni miraculosi in presenza di i so discìpuli, chì ùn sò micca scritti in stu libru. Ma questi sò scritti per pudè crede chì Ghjesù hè u Cristu, u Figliolu di Diu, è chì, cridendu, pudete avè vita in u so nome ". Ghjuvanni 20: 30 è 31

Hè u Spìritu Santu Spende Quandu Die?
U Spìritu Santu hè prisente in ogni locu è soprattuttu prisente in i credenti. U Salmu 139: 7 & 8 dice: "Induve possu andà da u vostru Spìritu? Induve possu fughje da a to presenza? Se cullu versu u celu, site quì: sì aghju fattu u mo lettu in u fondu, site quì. " U Spìritu Santu essendu in ogni locu prisente ùn cambierà, ancu quandu tutti i credenti sò in Celu.

U Spìritu Santu vive ancu in i cridenti da u mumentu ch'elli sò "nati di novu", o "nati da u Spìritu" (Ghjuvanni 3: 3-8). Sò a mo opinione chì quandu u Spìritu Santu vene à campà in un credente si unisce à u spiritu di quella persona in una relazione chì s'assumiglia assai à un matrimoniu. I Corinzi 6: 16b & 17 "Perchè si dice:" I dui diventeranu una sola carne ". Ma quellu chì hè unitu cù u Signore hè unu cun ellu in spiritu ". Pensu chì u Spìritu Santu resterà unitu cù u mo spiritu ancu dopu a mo morte.

Quale Dottrina hè a Verità?
Credu chì a risposta à a vostra dumanda sia in a Scrittura. In quantu à qualsiasi duttrina o insegnamentu, l'unicu modu per pudè sapè se ciò chì si insegna hè "verità" hè di paragunalla cù a "verità" - e Scritture - a Bibbia.

In u Libru di l'Atti (17: 10-12) in a Bibbia, vedemu un racontu di cumu Luke hà incuraghjitu a chjesa primitiva à trattà a duttrina. Diu dice chì tutte e Scritture ci sò date per a nostra istruzzione o per esempiu.

Paulu è Silas eranu stati mandati in Berea induve cumincianu à insegnà. Luke hà cumplimintatu i Bereani chì anu intesu Paulu insegnà, chjamenduli nobili perchè, oltre à riceve a Parolla, esaminanu l'insegnamentu di Paulu, pruvendu per vede s'ella era vera. Atti 17:11 dice chì anu fattu questu "cercendu ogni ghjornu in e Scritture per vede se queste cose (eranu insegnate) noi cusì". Hè esattamente ciò chì duvemu fà cù tutte e cose chì qualcunu ci insegna.

Ogni duttrina chì sentite o leghjite deve esse testata. Duvete cercà è studià a Bibbia per francese test ogni duttrina. Sta storia hè data per u nostru esempiu. I Corinzi 10: 6 dice chì i conti di a Scrittura ci sò dati per "esempi per noi", è 2 Timuteu 3:16 dice chì tutte e Scritture sò per a nostra "istruzzione". I "prufeti" di u Novu Testamentu sò stati incaricati di pruvà l'altru per vede se ciò chì dicenu era precisu. I Corinzi 14:29 dice "lasciate parlà dui o trè prufeti è lasciate ghjudicà l'altri".

A Scrittura stessa hè u solu veru registru di e parolle di Diu è hè dunque a sola verità cù a quale duvemu ghjudicà. Dunque duvemu fà cum'è Diu ci insegna è ghjudicà tuttu per a Parolla di Diu. Allora occupatevi è cuminciate à studià è à circà a Parolla di Diu. Fate u vostru standard è a vostra gioia cum'è David hà fattu in i Salmi.

I Tessalonicani 5:21 dice, in a New King James Version, "pruvà tutte e cose: tene fermu ciò chì hè bonu". U 21st Century King James Version traduce a prima parte di u versu, "Pruvate tutte e cose". Prufittate di a ricerca.

Ci hè parechji siti web in linea chì ponu esse assai utili mentre studiate. Nant'à biblegateway.com pudete leghje qualsiasi versu in più di 50 inglese è parechje traduzioni in lingua straniera è ancu circà ogni parolla ogni volta chì si trova in a Bibbia in quelle traduzioni. Biblehub.com hè una altra risorsa preziosa. I dizziunarii grechi di u Novu Testamentu è e Biblie interlineari (chì anu a traduzzione in inglese sottu u grecu o l'ebreu) ​​sò ancu dispunibili in ligna è ponu ancu esse assai utili.

Quale hè Ddiu?
Dopu avè lettu e vostre dumande è cumenti pare chì avete qualchì credenza in Diu è in u Figliolu, Ghjesù, ma avete ancu assai malintesi. Sembe di vede à Diu solu cù l'opinioni è l'esperienze umane è u vede cum'è Qualchissia Chì duverebbe fà ciò chì vulete, cum'è s'ellu fussi un servitore o à dumanda, è cusì ghjudicate a so natura, è dite chì hè "in ghjocu".

Primu mi dicenu e mo risposte saranu basate bèstule perchè hè l'unica fonte affidabile per capisce veramente chi hè Diu è ciò chì hè cum'è.

Ùn pudemu micca "creà" u nostru diu per adattassi à e nostre dittature, secondu i nostri propri desideri. Ùn pudemu micca contà nantu à i libri o gruppi religiosi o qualsiasi altra opinione, duvemu accettà u veru Diu da a sola fonte chì ci hà datu, a Scrittura. Se a ghjente interrugheghja tuttu o una parte di e Scritture, ci fermanu solu opinioni umane, chì ùn accunsentenu mai. Avemu solu un diu creatu da l'omu, un diu fittiziu. Hè solu a nostra creazione è ùn hè micca Diu in tuttu. Puderemu ancu fà un diu di a parolla o di a petra o una maghjina d'oru cum'è fece Israele.

Vulemu avè un diu chì faci ciò chì vulemu. Ma ùn pudemu mancu cambià Diu per e nostre richieste. Simu solu à agisce cum'è zitelli, avendu un furore di furia per avè a nostra manera. Nunda di ciò chì femu o ghjudice ùn determina quale ellu hè è tutti i nostri argumenti ùn anu alcun effettu nant'à a so "natura". A so "natura" ùn hè micca "in ghjocu" perchè a dicemu cusì. Hè Quale hè: Diu Onniputente, u nostru Creatore.

Allora Quale hè u veru Diu. Ci sò tante caratteristiche è attributi chì ne menzioneraghju solu alcuni è ùn li "testeraghju micca" tutti. Se vulete pudete andà à una fonte affidabile cum'è "Bibbia Hub" o "Bibbia Gateway" in ligna è fà qualchì ricerca.

Eccu alcuni di i so attributi. Diu hè Creatore, Sovranu, Onniputente. Hè santu, Hè ghjustu è ghjustu è un Ghjudice ghjustu. Hè u nostru Babbu. Hè lume è verità. Hè eternu. Ùn pò micca bugie. Titu 1: 2 ci dice: "In a speranza di a vita eterna, chì Diu, QUI PUDE MENTI, hà prumessu tempi fà. Malachi 3: 6 dice ch'ellu hè immutabile, "Sò u Signore, ùn cambiu micca".

NUNDA chì femu, nisuna azzione, opinione, cunniscenza, circustanze o ghjudiziu ùn pò cambià o influenzà a so "natura". Se l'accusemu o l'accusemu, ùn cambia micca. Hè listessu eri, oghje è per sempre. Eccu uni pochi di attributi in più: Hè prisente in ogni locu; Sà tuttu (onnisciente) passatu, presente è avvene. Hè perfettu è HÈ AMORE (I Ghjuvanni 4: 15-16). Diu hè amorevule, gentile è misericurdiosu per tutti.

Duvemu nutà quì chì tutte e cose pessime, disastri è tragedia chì accadenu, accadenu per via di u peccatu chì hè entrutu in u mondu quandu Adam hà fattu u peccatu (Rumani 5:12). Allora chì deve esse a nostra attitudine versu u nostru Diu?

Diu hè u nostru Creatore. Hà creatu u mondu è tuttu ciò chì ci hè. (Vede Genesi 1-3.) Leghjite Rumani 1: 20 è 21. Certamente implica chì perchè hè u nostru Creatore è perchè hè, bè, Diu, chì si merita u nostru Onuri e loda è gloria. Dice: "Perchè da a creazione di u mondu, e qualità invisibili di Diu - a so putenza eterna è divina a natura - sò stati chiaramente visti, essendu capiti da ciò chì hè statu fattu, per chì l'omi sianu senza scusa. Perchì ancu se cunnuscianu à Diu, ùn l'anu nè glurificatu cum'è Diu, nè ringraziatu à Diu, ma u so penseru hè diventatu inutile è i so cori scemi sò stati scuriti ".

Avemu da onurà è ringrazià à Diu perchè hè Diu è perchè hè u nostru Creatore. Leghjite puru Rumani 1: 28 è 31. Aghju rimarcatu qualcosa di assai interessante quì: chì quandu ùn onuremu micca u nostru Diu è u Creatore diventemu "senza capisce".

Onurà à Diu hè a nostra rispunsabilità. Matteu 6: 9 dice: "U nostru Babbu chì sì in u celu sia santificatu sia u Tò Nome". Deuteronomiu 6: 5 dice: "Amerai u Signore di tuttu u to core è di tutta a to anima è di tutta a to forza". In Matteu 4:10 induve Ghjesù dice à Satanassu: «Luntanu da mè, Satanassu! Perchì hè scrittu: 'Adurà u Signore, u to Diu, è serve lu solu'. "

U Salmu 100 ci ramenta quandu dice: "servite u Signore cun gioia", "sapete chì u Signore stessu hè Diu", è u versu 3: "Hè quellu chì hà fattu noi è micca noi stessi". U versu 3 dice ancu: «Simu u pòpulu, u pecuri of U so pascutu. " U versu 4 dice: "Intrite e so porte cù ringraziamentu è e so corte cù lode". U versu 5 dice: "Perchè u Signore hè bonu, a so misericordia hè eterna è a so fideltà per tutte e generazioni".

Cum'è i Rumani ci insegna à ringraziallu, ludà, onore è benedizzione! U Salmu 103: 1 dice: "Benedisci u Signore, anima mia, è tuttu ciò chì hè in mè benedica u so nome santu". U Salmu 148: 5 hè chjaru dicendu: "Chì ludinu u Signore di Ellu hà urdinatu è sò stati creati ", è in u versu 11 ci dice chì duverebbe lodallu," Tutti i rè di a terra è tutti i populi ", è u versu 13 aghjusta:" Perchè u so nome solu hè esaltatu ".

Per fà e cose più enfatiche Colossians 1:16 dice, "tutte e cose sò state create da ellu è per Lui"È" Hè davanti à tutte e cose "è Revelazione 4:11 aghjusta," per u Tò piacè sò è sò stati creati ". Semu stati creati per Diu, Ellu ùn hè micca statu creatu per noi, per u nostru piacè o per noi di ottene ciò chì vulemu. Ùn hè micca quì per serve ci, ma noi per serve lu. Cum'è Revelazione 4:11 dice: "Sì degnu, Signore è Diu, di riceve gloria, onore è lode, perchè avete creatu tutte e cose, perchè da a vostra vuluntà sò stati creati è anu u so esse". Avemu da adurallu. U Salmu 2:11 dice: "Adurà u Signore cun riverenza è ralegriti cun tremulu". Vede ancu Deuteronomiu 6:13 è 2 Cronache 29: 8.

Avete dettu chì site cum'è Ghjobbu, chì "Diu prima l'amava". Demu un ochju à a natura di l'amore di Diu per pudè vede ch'ellu ùn ferma micca di amacci, ùn importa ciò chì femu.

L'idea chì Diu smette di amassi per qualsiasi "ragione" hè cumuna trà parechje religioni. Un libru di duttrina chì aghju, "Grandi Duttrine di a Bibbia da William Evans" in parlendu di l'amore di Diu dice: "U Cristianesimu hè veramente l'unica religione chì stabilisce l'Essere Supremu cum'è" Amore ". Stabilisce i dei di altre religioni cum'è esseri arrabbiati chì richiedenu e nostre bone azzioni per appacialli o guadagnà a so benedizzione ".

Avemu solu dui punti di riferimentu in quantu à l'amore: 1) amore umanu è 2) amore di Diu cum'è revelatu à noi in a Scrittura. U nostru amore hè difettu da u peccatu. Fluttua o pò ancu cessà mentre l'amore di Diu hè eternu. Ùn pudemu mancu capisce o capisce l'amore di Diu. Diu hè amore (I Ghjuvanni 4: 8).

U libru, "Teologia Elementale" di Bancroft, à a pagina 61 parlendu di l'amore dice, "u caratteru di quellu chì ama dà caratteru à l'amore". Ciò significa chì l'amore di Diu hè perfettu perchè Diu hè perfettu. (Vede Matteu 5:48.) Diu hè santu, cusì u so amore hè puru. Diu hè ghjustu, allora u so amore hè ghjustu. Diu ùn cambia mai, cusì u so amore ùn fluttuà mai, fiasca o cessa. I Corinzi 13:11 descrive l'amore perfettu dicendu questu, "L'amore ùn manca mai". Diu solu pussede stu tipu d'amore. Leghjite u Salmu 136. Ogni versu parla di a benevolenza di Diu dicendu chì a so benevolenza dura per sempre. Leghje Rumani 8: 35-39 chì dice: "quale ci pò separà da l'amore di Cristu? A tribulazione o l'angoscia o a persecuzione o a carestia o a nudità o u periculu o a spada? "

U versu 38 cuntinua: "Perchè sò cunvintu chì nè a morte, nè a vita, nè l'ànghjuli, nè i principati, nè e cose prisenti nè e cose à vene, nè i puteri, nè l'altezza nè a prufundità, nè alcuna altra cosa creata ùn seranu capaci di separacci da l'amore di Diu ". Diu hè amore, dunque ùn pò aiutà, ma amassi noi.

Diu ama à tutti. Matteu 5:45 dice: "Ellu face cresce u so sole è cascà nantu à u male è u bè, è manda a pioggia nantu à i ghjusti è l'inghjusti". Benedisce à tutti perchè li ama à tutti. Ghjacumu 1:17 dice: "Ogni bonu rigalu è ogni rigalu perfettu sò da sopra è scendenu da u Babbu di e luci cun quale ùn ci hè variabilità nè ombra di girà". U Salmu 145: 9 dice: «U Signore hè bonu per tutti; Hà cumpassione per tuttu ciò ch'ellu hà fattu ". Ghjuvanni 3:16 dice: "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u so Figliolu unitu".

Ciò di e cose male. Diu prumette à u credente chì, "Tutte e cose funzionanu inseme per u bè per quelli chì amanu Diu (Rumani 8:28)". Diu pò permette chì e cose entrinu in a nostra vita, ma siate assicurati chì Diu li hà permessi solu per una ragione assai bona, micca perchè Diu hà in un certu modu o per qualchì ragione sceltu di cambià idea è di smette di amassi.

Diu pò sceglie per lascià soffre e cunsequenze di u peccatu, ma pò sceltu ancu di teni da noi, ma sempre i so motivi sò partuti da l'amore è u scopu hè di u nostru bè.

DISPOSIZIONE D'AMORE DI SALVAZIONE

L'Scrittura dice chì Diu odia u peccatu. Per una lista parziale, vede Pruverbii 6: 16-19. Ma Diu ùn odia micca i piccatori (I Timoteu 2: 3 & 4). 2 Petru 3: 9 dice: "U Signore ... hè paziente cun voi, ùn vole micca perisce, ma chì tutti venenu à u pentimentu".

Cusì Diu hà preparatu un modu per a nostra redenzione. Quandu peccemu o alluntanemu da Diu ùn ci lascia mai è aspetta sempre chì tornemu, ùn cessa micca di amassi. Diu ci dà a storia di u figliolu prodigiu in Luke 15: 11-32 per illustrà u so amore per noi, quellu di u babbu amorevule chì si rallegra di u ritornu di u so figliolu capricciosu. Micca tutti i babbi umani sò cusì ma u nostru Babbu Celestiale ci accoglie sempre. Ghjesù dice in Ghjuvanni 6:37: «Tuttu ciò chì u Babbu m'hà datu vene à mè; è quellu chì vene à mè ùn la cacciarà micca. " Ghjuvanni 3:16 dice: "Diu hà tantu amatu u mondu". I Timuteu 2: 4 dice chì Diu "vole tutti l'omi per esse salvatu è ghjunghje à una cunniscenza di a verità ". Efesini 2: 4 è 5 dice: "Ma per via di u so grande amore per noi, Diu, chì hè riccu di misericordia, ci hà fattu vive cun Cristu ancu quandu eramu morti in trasgressioni - hè per grazia chì sì statu salvatu".

A più grande dimostrazione di amore in tuttu u mondu hè a pruvista di Diu per a nostra salvezza è u perdonu. Duvete leghje Romani capituli 4 è 5 induve gran parte di u pianu di Diu hè spiegatu. Rumani 5: 8 & 9 dice: "Diu manifesta U so amore versu noi, in chì mentre eramu peccatori, Cristu hè mortu per noi. Moltu più allora, essendu oramai ghjustificati da u so sangue, saremu salvati da l'ira di Diu per mezu di ellu ". I Ghjuvanni 4: 9 & 10 dice: "Eccu cumu Diu hà mostratu u so amore trà di noi: Hà mandatu u so Figliolu Unicu in u mondu per pudè campà per ellu. Questu hè l'amore: micca chì avemu amatu à Diu, ma ch'ellu ci hà amatu è hà mandatu u so Figliolu cum'è sacrifiziu espiativu per i nostri peccati ".

Ghjuvanni 15:13 dice: "Amore maiò ùn hà più nimu chì questu, chì hà datu a so vita per i so amichi". I Ghjuvanni 3:16 dice: "Eccu cumu sapemu ciò chì hè l'amore: Ghjesù Cristu hà datu a so vita per noi ..." Hè quì in I Ghjuvanni chì dice "Diu hè Amore (capitulu 4, versu 8). Hè quellu chì hè. Questa hè a prova ultima di u so amore.

Avemu bisognu di crede ciò chì Diu dice - Ellu ci ama. Ùn importa micca ciò chì ci accade o cume sembranu e cose à u mumentu chì Diu ci dumanda di crede in ellu è in u so amore. David, chì hè chjamatu "omu secondu u core di Diu", dice in u Salmu 52: 8, "Confidu in l'amore infallibile di Diu per i seculi di i seculi". I Ghjuvanni 4:16 duveria esse u nostru scopu. «È simu venuti à cunnosce è avemu cridutu l'amore chì Diu hà per noi. Diu hè amore, è quellu chì stà in amore stà in Diu è Diu stà in ellu ".

Pianu Basicu di Diu

Eccu u pianu di Diu per salvacci. 1) Avemu tutti piccatu. Rumani 3:23 dice: "Tutti anu fattu piccatu è mancanu a gloria di Diu". Rumani 6:23 dice "U salariu di u peccatu hè a morte". Isaia 59: 2 dice: "I nostri peccati ci anu separatu da Diu".

2) Diu hà furnitu un modu. Ghjuvanni 3:16 dice: "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u Solu Unicu Figliolu ..." In Ghjuvanni 14: 6 Ghjesù disse: "Sò a Via, a Verità è a Vita; nimu vene à u Babbu, ma per mè. "

I Corinzi 15: 1 & 2 "Questu hè u rigalu gratuitu di Diu di Salvazione, u Vangelu chì aghju prisentatu da u quale site salvatu". U versu 3 dice: "Chì Cristu hè mortu per i nostri peccati", è u versu 4 cuntinua, "ch'ellu hè statu sepoltu è ch'ellu hè statu risuscitatu u terzu ghjornu". Matteu 26:28 (KJV) dice: "Questu hè u mo sangue di a nova allianza chì hè versatu per parechji per u perdonu di u peccatu". Petru 2:24 (NASB) dice: "Ellu stessu hà purtatu i nostri peccati in u so corpu nantu à a croce".

3) Ùn pudemu micca guadagnà a nostra salvezza fendu boni travagli. Efesini 2: 8 & 9 dice: "Perchè per grazia sì salvatu per fede; è chì micca di voi stessi, hè u donu di Diu; micca in u risultatu di l'opere, chì nimu ùn si vantassi ". Titu 3: 5 dice: "Ma quandu a buntà è l'amore di Diu u nostru Salvatore versu l'omu apparsu, micca per opere di ghjustizia chì avemu fattu, ma secondu a so misericòrdia ci hà salvatu ..." 2 Timoteu 2: 9 dice: " chì ci hà salvatu è ci hà chjamatu per una vita santa - micca per nunda chì avemu fattu ma per u so propiu scopu è grazia ".

4) Cumu a salvezza è u perdonu di Diu sò fatti vostri: Ghjuvanni 3:16 dice: "chì quellu chì crede in ellu ùn perisca micca, ma averà a vita eterna". Ghjuvanni usa a parolla crede 50 volte solu in u libru di Ghjuvanni per spiegà cumu riceve u rigalu gratuitu di Diu di a vita eterna è u perdonu. Rumani 6:23 dice: "Perchè u salariu di u peccatu hè a morte, ma u donu di Diu hè a vita eterna per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore". Rumani 10:13 dice: "Quellu chì invoca u nome di u Signore serà salvatu".

Assicurazione di u Perdu

Eccu perchè avemu l'assicuranza chì i nostri peccati sò perdonati. A vita eterna hè una prumessa à "tutti quelli chì credenu" è "Diu ùn pò mentà". Ghjuvanni 10:28 dice: "Li dò a vita eterna, è ùn perderanu mai". Arricurdatevi di Ghjuvanni 1:12 dice: "Quelli chì l'anu ricivutu à elli hà datu u dirittu di diventà figlioli di Diu, à quelli chì credenu in u so Nome". Hè una fiducia basata annantu à a so "natura" d'amore, di verità è di ghjustizia.

Sè vo avete vinutu à ellu è ricevutu Cristu vi sò salvu. Ghjuvanni 6:37 dice: "Quellu chì vene à Me, ùn u cacceraghju micca." Se ùn l'avete micca dumandatu di pardunà vi è accettatu à Cristu, pudete fà questu in questu mumentu.

Se credi in qualchì altra versione di Quale hè Ghjesù è in qualchì altra versione di ciò ch'ellu hà fattu per voi chè quella data in e Scritture, duvete "cambià idea" è accettà à Ghjesù, u Figliolu di Diu è Salvatore di u mondu . Arricurdatevi, hè u solu modu per Diu (Ghjuvanni 14: 6).

pirdunu

U nostru perdonu hè una parte preziosa di a nostra salvezza. U significatu di u perdonu hè chì i nostri peccati sò mandati via è Diu ùn si ne arricorda più. Isaia 38:17 dice: "Avete lampatu tutti i mo peccati daretu à u to spinu." U Salmu 86: 5 dice: "Per tè Signore sì bonu, è prontu à perdonà, è abbundante in bontà à tutti quelli chì ti invocanu". Vede Rumani 10:13. U Salmu 103: 12 dice: "Quantu l'Est hè da l'Occidente, cusì luntanu hà cacciatu e nostre trasgressioni da noi". Ghjeremia 31:39 dice: "Pardunaraghju a so iniquità è ùn mi ricorderaghju più di u so piccatu".

Rumani 4: 7 & 8 dice: "Beati quelli chì e so azzioni illegali sò state perdonate è chì i so piccati sò stati cuparti. Beatu l'omu chì u Signore ùn hà da tene contu di u so peccatu ". Questu hè u pirdunu. Se u vostru perdonu ùn hè micca una prumessa di Diu allora induve a truvate, perchè cumu l'avemu digià vistu, ùn la pudete micca guadagnà.

Colossians 1:14 dice: "In quale avemu a redenzione, ancu u perdonu di i piccati". Vede l'Atti 5: 30 è 31; 13:38 è 26:18. Tutti sti versi parlanu di u perdonu cum'è parte di a nostra salvezza. Atti 10:43 dice: "Tutti quelli chì credenu in ellu ricevenu u perdonu di i peccati per mezu di u so nome". Efesini 1: 7 dice dinò: "In quale avemu a redenzione per mezu di u so sangue, u pirdunu di i peccati, secondu e ricchezze di a so grazia".

Hè impussibile per Diu di bugie. Hè incapace di quessa. Ùn hè arbitrariu. U pirdunu si basa nantu à una prumessa. Se accettemu Cristu simu perdonati. Atti 10:34 dice: "Diu ùn hè micca un rispettu di e persone". A traduzzione NIV dice: "Diu ùn mostra micca favuritu".

Vogliu chì andiate in 1 Ghjuvanni 1 per mostrà cumu si applica à i credenti chì fallenu è peccanu. Simu i so figlioli è cum'è i nostri babbi umani, o u babbu di u figliolu prodigale, pardona, cusì u nostru Babbu Celestiale ci perdona è ci riceverà ancora una volta, è torna.

Sapemu chì u peccatu ci separa da Diu, cusì u peccatu ci separa da Diu ancu quandu simu i so figlioli. Ùn ci separa micca da u so amore, nè significa chì ùn simu più i so figlioli, ma rompe a nostra cumunione cun ellu. Ùn pudete micca cunfidassi nantu à i sentimenti quì. Basta à crede a so parolla chì, se fate a cosa bona, confessate, ellu vi hà pardunatu.

Noi sò cum'è i zitelli

Usemu un esempiu umanu. Quandu un zitellu chjucu disubbidisce è si face cunfrontu, pò copre, o minteci o piattassi da u so parente per via di a so culpabilità. Pò ricusà di ammette a so malfatta. Si hè cusì siparatu da i so parenti perchè teme ch'elli scoprinu ciò ch'ellu hà fattu, è teme ch'elli sianu in còllera cun ellu o u puniscinu quand'elli anu da sapè. A vicinanza è u cunfortu di u zitellu cù i so genitori hè rottu. Ùn pò micca sperimentà a sicurezza, l'accettazione è l'amore ch'elli anu per ellu. U zitellu hè diventatu cum'è Adamu è Eva piattati in u Giardinu di Eden.

Facemu listessa cosa cù u nostru Babbu celeste. Quandu avemu piccatu, ci sentimu culpevuli. Avemu paura ch'ellu ci punisca, o pò smette di amà ci o ci caccia. Ùn vulemu micca ammettà chì ci sbagliemu. A nostra cummunione cun Diu hè rotta.

Diu ùn ci lascia micca, hà prumessu di ùn lasciarci mai. Vede Matteu 28:20, chì dice: "È sicuramente sò cun voi sempre, finu à a fine di l'età". Ci simu piattati da ellu. Ùn pudemu micca veramente piattàci perchè ellu sà è vede tuttu. U Salmu 139: 7 dice: "Induve possu andà da u vostru Spìritu? Induve possu fughje da a to presenza? " Simu cum'è Adamu quandu ci piattemu da Diu. Ci cerca, aspittendu chì venissimu ind'è ellu per u perdonu, cum'è un genitore vole solu chì u zitellu ricunnosca è ammetti a so disubbidienza. Eccu ciò chì vole u nostru Babbu Celeste. Ellu aspetta per perdunà. Ci hà da ripiglià sempre.

I babbi umani ponu cessà di amà un zitellu, ancu se ciò accade raramente. Cù Diu, cum'è avemu vistu, u so amore per noi ùn falla mai, ùn cessa mai. Ci ama cun amore eternu. Arricurdatevi Rumani 8: 38 & 39. Ricurdativi chì nunda ùn ci pò separà da l'amore di Diu, ùn cessemu micca di esse i so figlioli.

Iè, Diu odia u peccatu è cum'è dice Isaia 59: 2, "i vostri peccati si sò separati trà voi è u vostru Diu, i vostri peccati anu piattatu a so faccia da voi". Dice in u versu 1: "U bracciu di u SIGNORE ùn hè micca troppu cortu per salvà, nè u so arechja troppu sordu per sente", ma u Salmu 66:18 dice: "Se mi riguardu l'iniquità in u mo core, u Signore ùn mi sente micca . "

I Ghjuvanni 2: 1 & 2 dice à u credente: "I mo figlioli cari, ti scrivu cusì per ùn peccà. Ma se qualchissia peccatu, avemu unu chì parla à u Babbu in a nostra difesa - Ghjesù Cristu, u Ghjustu ". I credenti ponu fà u peccatu. Infatti I Ghjuvanni 1: 8 & 10 dicu: "Se dicemu d'esse senza peccatu, ci ingannemu è a verità ùn hè micca in noi" è "se dicemu chì ùn avemu micca piccatu, u facemu bugiardu, è a so parolla hè micca in noi ". Quandu femu peccatu Diu ci mostra a strada di ritornu in u versu 9 chì dice: "Se cunfessemu (ricunnosce) u nostru piccati, Hè fidu è ghjustu per pardunà i nostri peccati è purificà ci da ogni iniquità ".

We deveremu sceglie di cunfessà u nostru peccatu à Diu allora sì ùn sperimentemu micca u perdonu hè colpa nostra, micca di Diu. Hè a nostra scelta di ubbidì à Diu. A so prumessa hè sicura. Ci pardunarà. Ùn pò micca bugie.

Job Versa u Caratteru di Diu

Fighjemu Job postu chì l'avete allevatu è vedemu ciò chì ci insegna veramente di Diu è di a nostra relazione cun ellu. Parechje persone malinterpretanu u libru di Job, a so narrativa è i so cuncetti. Pò esse unu di i libri i più incompresi di a Bibbia.

Unu di i primi sbagliu hè di orsi chì a suffrenza hè sempre o soprattuttu un segnu di rabbia di Diu per un peccatu o peccati chì avemu fattu. Evidentemente hè ciò chì i trè amichi di Job eranu sicuri, per i quali Diu li rimproverò infine. (Ci ne turneremu più tardi.) Un altru hè di suppone chì a prosperità o e benedizioni sianu sempre o di solitu un segnu di Diu chì sia cuntentu di noi. Sbagliatu. Questa hè a nuzione di l'omu, un pensamentu chì assume chì guadagnemu a buntà di Diu. Aghju dumandatu à qualcunu ciò chì li spiccava da u libru di Job è a so risposta era: "Ùn sapemu nunda". Nimu pare sicuru chì hà scrittu Job. Ùn sapemu micca chì Job hà mai capitu tuttu ciò chì si passava. Ùn avia ancu micca e Scritture, cum'è noi.

Ùn si pò micca capisce questu contu à menu chì ùn capisca micca ciò chì accade trà Diu è Satanassu è a guerra trà e forze o seguitori di a ghjustizia è quelli di u male. Satanassu hè u nemicu scunfittu per via di a croce di Cristu, ma si pò dì ch'ellu ùn hè ancu statu messu in custodia. Ci hè una battaglia chì stà sempre in furia in questu mondu per l'anime di e persone. Diu ci hà datu u libru di Job è parechje altre Scritture per aiutacci à capì.

Prima, cum'è aghju dichjaratu prima, tuttu u male, u dulore, a malatia è i disastri risultanu da l'entrata di u peccatu in u mondu. Diu ùn face nè crea u male, ma pò permette à i disastri di pruvà ci. Nunda ùn entre in a nostra vita senza u so permessu, ancu a currezzione o chì ci permette di soffre e cunsequenze da un peccatu chì avemu fattu. Questu hè per rende più forti.

Diu ùn decide micca arbitrariamente di ùn amà ci. L'amore hè u so Esse stessu, ma hè ancu santu è ghjustu. Fighjemu u situ. In u capitulu 1: 6, i "figlioli di Diu" si presentavanu à Diu è Satanassu venia trà di elli. I "figlioli di Diu" sò probabilmente anghjuli, forse una cumpagnia mista di quelli chì seguitavanu à Diu è quelli chì seguitavanu à Satanassu. Satanassu era vinutu da u giru di a terra. Questu mi face pensà à I Petru 5: 8 chì dice: "U vostru avversariu u diavulu circonda cum'è un leone mughjante, circendu à qualchissia da manghjà". Diu indetta u so "servitore Job", è eccu un puntu assai impurtante. Dice Ghjob hè u so ghjustu servitore, è hè senza difetti, ghjustu, teme à Diu è si ne và da u male. Nutate bè chì Diu ùn hè in nisun locu quì accusendu Ghjobbu di qualunque peccatu. Satanassu in fondu dice chì l'unicu mutivu chì Ghjobbu seguita à Diu hè perchè Diu l'hà benedettu è chì, se Diu hà pigliatu quelle benedizioni, Ghjobbe averà maledittu Diu. Eccu u cunflittu. Allora Diu allora permette à Satan per afflittà Job per pruvà u so amore è a so fideltà à ellu stessu. Leghje u capitulu 1: 21 è 22. Job hà passatu questu test. Dice: "In tuttu questu Job ùn hà micca piccatu, nè culpitu à Diu". In u capitulu 2 Satan torna sfida à Diu per pruvà Job. Di novu Diu permette à Satanassu di afflittà Job. Job risponde à 2:10, "accetteremu u bè da Diu è micca l'adversità". Dice in 2:10, "In tuttu questu Job ùn hà micca piccatu cù e so labbre".

Nutate bè chì Satanassu ùn puderebbe fà nunda senza l'autorizazione di Diu, è Ellu stabilisce i limiti. U Novu Testamentu indica questu in Luke 22:31 chì dice: "Simone, Satanassu hà desideratu d'avè ti". A NASB a dice cusì, Satanassu "hà dumandatu permessu per cernigliavvi cum'è granu". Leghje Efesini 6: 11 è 12. Ci dice: "Metti tutta l'armatura o Diu" è di "stà contr'à i schemi di u diavulu. Perchè a nostra lotta ùn hè micca contru à carne è sangue, ma contru à i dirigenti, contru à l'autorità, contru à e putenze di stu mondu bughju è contr'à e forze spirituali di u male in i regni celesti ". Esse chjaru. In tuttu questu Job ùn avia micca piccatu. Simu in battaglia.

Avà torna à I Petru 5: 8 è leghje. Basalmente spiega u libru di Job. Dice: "ma resistite à ellu (u diavulu), fermu in a vostra fede, sapendu chì e stesse sperienze di suffrenza sò state compie da i vostri fratelli chì sò in u mondu. Dopu à avè suffertu un pocu di tempu, u Diu di tutta a gràzia, chì vi hà chjamatu à a so gloria eterna in Cristu, ellu stessu vi perfeccionerà, cunfirmerà, rinfurzerà è stabiliscerà ". Questa hè una forte ragione per a sofferenza, più u fattu chì a sofferenza face parte di ogni battaglia. Se ùn semu mai stati pruvati, sariamu solu alimentati à cucchiai è ùn diventeremu mai maturi. In i testi diventemu più forti è vedemu cresce a nostra cunniscenza di Diu, vedemu Quale hè Diu in modi novi è a nostra relazione cun ellu diventa più forte.

In Rumani 1:17 si dice: "U ghjustu camparà per fede". Ebrei 11: 6 dice: "senza fede hè impussibule di fà piacè à Diu". 2 Corinzi 5: 7 dice: "Caminemu per fede, micca per vista". Ùn pudemu micca capisce questu, ma hè un fattu. Avemu da fidà à Diu in tuttu què, in ogni suffrenza ch'ellu permette.

Dapoi a caduta di Satanassu (Leghje Ezechiele 28: 11-19; Isaia 14: 12-14; Rivilazione 12:10.) Stu cunflittu esiste è Satanassu vole trasfurmà ognunu di noi da Diu. Satanassu hà ancu pruvatu à tentà à Ghjesù per sfidassi di u so Babbu (Matteu 4: 1-11). Hè cuminciatu cù Eve in u giardinu. Innota, Satanassu a hà tentata da mette la in quistione di u caratteru di Diu, di u so amore è di a so cura. Satanassu hà implicatu chì Diu stava tenendu qualcosa di bè da ella è ch'ellu era senza amore è ingiustu. Satanassu prova sempre à ripiglià u regnu di Diu è à vultà u so populu contr'à ellu.

Duvemu vede a suffrenza di Ghjobbu è a nostra à a luce di sta "guerra" in a quale Satanassu prova constantemente à tentacci di cambià di latu è di separacci da Diu. Arricurdatevi di Diu, Ghjacobbu hà dichjaratu ch'ellu era ghjustu è senza difetti. Ùn ci hè nisun segnu di una accusazione di peccatu contr'à Job finu à avà in u contu. Diu ùn hà micca permessu sta suffrenza per via di qualcosa chì Job avia fattu. Ùn u ghjudicava micca, in zerga cun ellu nè avia smessu di amà lu.

Avà l'amici di Job, chì ovviamente credenu chì a sofferenza hè per via di u peccatu, entranu in u quadru. Puderaghju solu riferisce à ciò chì Diu dice di elli, è diceraghju attentu à ùn ghjudicà micca l'altri, cum'elli anu ghjudicatu Job. Diu li rimpruverò. Job 42: 7 & 8 dice: "Dopu chì u Signore avia dettu queste cose à Job, disse à Elifaz u Temanita:" Sò furia cun voi è i vostri dui amichi, perchè ùn avete micca parlatu di mè ciò chì hè ghjustu cum'è u mo servitore Job hà. Allora pigliate sette toru è sette muntoni, andate à u mo servitore Job è sacrificate un olucaustu per voi stessu. U mo servitore Job pregherà per voi, è accetteraghju a so preghiera è ùn trattaraghju micca secondu a vostra pazzia. Ùn avete micca parlatu di mè ciò chì hè ghjustu, cum'è u mo servitore Job hà. »» Diu era in zerga cun elli per ciò ch'elli avianu fattu, dicendu li di offre un sacrifiziu à Diu. Innota chì Diu li hà fattu andà à Ghjobbu è dumandà à Ghjobbu di pregà per elli, perchè ùn avianu micca dettu a verità nantu à ellu cum'è Ghjobbu avia avutu.

In tuttu u so dialogu (3: 1-31: 40), Diu era mutu. Avete dumandatu nantu à chì Diu sia mutu per voi. Ùn dice micca veramente perchè Diu era cusì silenziu. Calchì volta pò esse solu aspittendu per noi di fidallu, camminà per fede, o veramente cercà una risposta, forse in a Scrittura, o solu stà zittu è pensà à e cose.

Fighjemu in daretu per vede ciò chì hè diventatu Job. Job hè statu in lotta cù e critiche di i so "chjamati" amichi chì sò determinati à pruvà chì l'adversità deriva da u peccatu (Job 4: 7 & 8). Sapemu chì in i capituli finali Diu rimprova à Job. Perchè? Chì face Job male? Perchè Diu face questu? Pare chì a fede di Job ùn fussi stata pruvata. Avà hè severamente testatu, probabilmente più di a maiò parte di noi serà mai. Credu chì una parte di sta prova hè a cundanna di i so "amichi". In a mo esperienza è osservazione, pensu chì u ghjudiziu è a cundanna formanu altri credenti hè un grande prucessu è scoragiu. Arricurdatevi chì a parolla di Diu dice di ùn ghjudicà (Rumani 14:10). Piuttostu ci insegna à "incuragisce unu l'altru" (Ebrei 3:13).

Mentre Diu ghjudicherà u nostru peccatu è hè una di e ragioni pussibili per soffre, ùn hè micca sempre a ragione, cum'è i "amichi" implicavanu. Vede un peccatu evidenti hè una cosa, supponendu chì sia un'altra. U scopu hè di ristabilisce, micca di lampà è di cundannà. Ghjobbu si arrabbia cun Diu è u so silenziu è cumencia à dumandà à Diu è dumandà risposte. Cumencia à ghjustificà a so zerga.

In u capitulu 27: 6 Job dice: "Manteraghju a mo ghjustizia". Più tardi Diu dice chì Ghjobbu hà fattu accusendu à Diu (Ghjob 40: 8). In u capitulu 29 Job hè in dubbitu, riferendusi à Diu chì u benedica in u passatu passatu è dicendu chì Diu ùn hè più cun ellu. Hè quasi cum'è se he dice chì Diu l'era amatu prima. Arricurdatevi di Matteu 28:20 dice chì questu ùn hè micca veru perchè Diu dà sta prumessa, "È sò cun voi sempre, ancu finu à a fine di l'età". Ebrei 13: 5 dice: "Ùn ti lasceraghju mai, nè ti lasceraghju." Diu ùn hà mai abbandunatu Ghjobbu è infine li hà parlatu cum'ellu hà fattu cun Adamu è Eva.

Avemu bisognu d'amparà à cuntinuà à marchjà per fede - micca da vista (o da sentimenti) è di fidà ci di e so prumesse, ancu quandu ùn pudemu micca "sente" a so presenza è ùn avemu ancu ricevutu risposta à e nostre preghere. In Job 30:20 Job dice: "O Diu, ùn mi rispondi micca". Avà cummencia à lagnassi. In u capitulu 31 Job accusa à Diu di ùn avè micca ascultatu è hà dettu ch'ellu discuterebbe è difenderà a so ghjustìzia davanti à Diu sè solu Diu ascultassi (Job 31:35) Leghje Job 31: 6. In u capitulu 23: 1-5 Job si lagna ancu à Diu, perchè ùn risponde micca. Diu stà mutu - dice chì Diu ùn li dà micca una ragione per ciò ch'ellu hà fattu. Diu ùn hà micca da risponde à Ghjob o à noi. Ùn pudemu veramente dumandà nunda da Diu. Vede ciò chì Diu dice à Job quandu Diu parla. Job 38: 1 dice: "Quale hè questu chì parla senza sapè?" Job 40: 2 (NASB) dice: "Wii u difendatore cunfronta cù l'Onniputente?" In Job 40: 1 & 2 (NIV) Diu dice chì Job "contende", "curretta" è "l'accusa". Diu inverte ciò chì dice Job, esigendu chì Job risponda dumande. U versu 3 dice: «Dumanderaghju tu è ti risponde me. " In u capitulu 40: 8 Diu dice: "Vulete scredità a mo ghjustizia? Mi cundanna à ghjustificassi? " Quale esige chì è di quale?

Allora Diu torna à sfidà à Ghjobbu cù u so putere cum'è u so Creatore, per u quale ùn ci hè risposta. Diu dice essenzialmente: "Sò Diu, sò Creatore, ùn discredite micca Chi sò. Ùn dumandate micca u mo amore, a mo ghjustizia, perchè Sò DIO, u Creatore ".

Diu ùn dice micca chì Ghjobbu sia statu punitu per un peccatu passatu ma dice: "Ùn mi interrugate micca, perchè sò solu Diu". Ùn simu micca in alcuna situazione per fà richieste à Diu. Ellu solu hè Sovranu. Arricurdatevi di Diu chì ci vole crede. Hè a fede chì li face piacè. Quandu Diu ci dice ch'ellu hè ghjustu è amante, vole chì ci credimu. A risposta di Diu ùn hà lasciatu à Ghjobba senza risposta nè ricorsu, ma per pente è adurà.

In Job 42: 3 Job hè citatu dicendu: "Sicuramente aghju parlatu di cose chì ùn aghju micca capitu, cose da meravigliose per mè di sapè". In Job 40: 4 (NIV) Job dice: "Sò indegnu". A NASB dice: "Sò insignificante". In Job 40: 5 Job dice: "Ùn aghju micca risposta", è in Job 42: 5 dice: "E mo orecchie avianu intesu parlà di voi, ma avà i mo ochji vi anu vistu". Dopu dice: "Mi disprezzu è mi pentu in polvere è in cenere". Avà hà una capiscitura assai più grande di Diu, quellu currettu.

Diu hè sempre dispostu à perdonà e nostre trasgressioni. Avemu tutti falli è ùn avemu micca fiducia in Diu qualchì volta. Pensate à alcune persone in l'Scrittura chì anu fallutu à un certu puntu in a so andatura cun Diu, cum'è Mosè, Abràhamu, Elia o Giona o chì anu capitu male ciò chì Diu facia cum'è Naomi chì s'hè amargatu è quantu à Petru, chì hà negatu u Cristu. Diu hà smessu di amalli? Innò! Era paziente, paziente è misericurdiosu è perdonatore.

disciplina

Hè vera chì Diu odia u peccatu, è cum'è i nostri babbi umani, ci disciplinerà è curreggerà se continuemu à peccà. Pò aduprà circustanze per ghjudicammi, ma u so scopu hè, cum'è genitore, è per u so amore per noi, di ristabilisce a nostra fraternità cun ellu stessu. Hè paziente è paziente è misericurdiosu è prontu à perdunà. Cum'è un babbu umanu Ellu vole chì "crescemu" è esse ghjusti è maturi. S'ellu ùn ci hà micca disciplinatu sariamu zitelli guastati, immaturi.

Puderia ancu lasciaci soffre e cunsequenze di u nostru peccatu, ma ùn ci rinnega o smette di amà ci. Se rispondemu currettamente è cunfessemu u nostru peccatu è li dumandemu di aiutacci à cambià diventeremu più cum'è u nostru Babbu. Ebrei 12: 5 dice: "U mo figliolu, ùn fate micca luce di (disprezza) a disciplina di u Signore è ùn perde u core quandu vi rimpruverà, perchè u Signore disciplina quelli chì ama è punisce à tutti quelli chì accettanu cum'è figliolu". In u versu 7 si dice: "Per quale u Signore ama Iddu disciplina. Perchè quellu figliolu ùn hè micca disciplinatu "è u versu 9 dice:" Inoltre avemu tutti avutu babbi umani chì ci anu disciplinatu è li avemu rispettatu per questu. Quantu di più duvemu sottumettesi à u Babbu di i nostri spiriti è campà ". U versu 10 dice: "Diu ci disciplina per u nostru bè chì pudemu participà à a so santità".

"Nisuna disciplina pare piacevule à u mumentu, ma dulurosa, tuttavia produce una raccolta di giustizia è di pace per quelli chì sò stati addestrati da ella".

Diu ci disciplina per fassi più forti. Ancu se Job ùn hà mai nigatu à Diu, hà fattu sfidà è scredità Diu è hà dettu chì Diu era ingiustu, ma quandu Diu l'hà rimpruveratu, si hè pentitu è ​​hà ricunnisciutu a so colpa è Diu l'hà resu. Job hà rispostu currettamente. D'altri cum'è David è Petru anu fiascatu anch'elli ma Diu li hà ancu risturatu.

Isaia 55: 7 dice: "Lascià u gattivu abbandunà a so strada è l'omu ingiustu i so penseri, è lasciarlu vultà versu u Signore, perchè averà pietà di ellu è abbundarà (NIV dice liberamente) perdonu".

Se mai cadite o fallite, basta applicà 1 Ghjuvanni 1: 9 è ricunnosce u vostru peccatu cum'è David è Petru anu fattu è cum'è Job hà fattu. Ellu pardunerà, prumette. I babbi umani curreghjenu i so figlioli ma ponu fà sbagli. Diu nò. Hè tuttu cunnisciutu. Hè perfettu. Hè ghjustu è ghjustu è ti ama.

Perchè u Diu hè silenziu

Avete postu a quistione di perchè Diu era mutu quandu prega. Diu era mutu quandu pruvò ancu Ghjobba. Ùn ci hè nisuna ragione data, ma pudemu solu dà cunghjetture. Forse avia solu bisognu di tuttu què per ghjucà per mostrà à Satanassu a verità o forse u so travagliu in u core di Ghjob ùn era ancu finitu. Forse ùn simu ancu pronti per a risposta. Diu hè u solu Quellu chì sà, duvemu solu fidacci di ellu.

U Salmu 66:18 dà un'altra risposta, in un passaghju nantu à a preghiera, dice: "Se mi riguardu l'iniquità in u mo core u Signore ùn mi senterà micca." Job facia questu. Hà smessu di fidà si è hà cuminciatu à interrugassi. Questu pò esse veru per noi ancu.

Ci ponu esse ancu altri motivi. Pò esse solu pruvatu à fassi fidà, à marchjà per fede, micca per vista, sperienze o sentimenti. U so silenziu ci impone di fidà ci è di circallu. Ci forza ancu à esse persistenti in a preghera. Dopu amparemu chì hè veramente Diu chì ci dà e nostre risposte, è ci insegna à esse grati è apprezzà tuttu ciò ch'ellu face per noi. Ci insegna ch'ellu hè a surghjente di tutte e benedizioni. Arricurdatevi di Ghjacumu 1:17, "Ogni donu bonu è perfettu hè da sopra, falendu da u Babbu di e luci celesti, chì ùn cambia micca cum'è ombre mutevoli. »Cum'è cù Job ùn pudemu mai sapè perchè. Puderemu, cum'è per Job, ricunnosce solu quale hè Diu, chì hè u nostru Creatore, micca noi u so. Ùn hè micca u nostru servitore chì pudemu vene è dumandà i nostri bisogni è desideri per esse soddisfatti. Ùn hà mancu bisognu di dacci ragioni per e so azzioni, ancu se parechje volte ne face. Avemu da onurallu è adurà lu, perchè Ghjesù hè Diu.

Diu vole chì venissimu ad ellu, liberamente è curaghjosamente ma cun rispettu è umilità. Vede è sente ogni bisognu è dumanda prima di dumandà, allora a ghjente dumanda: "Perchè dumandà, perchè pregà?" Pensu chì dumandemu è preghemu cusì ci rindimu contu ch'ellu hè quì è ch'ellu hè reale è Ellu ùn sente è rispondeci perchè Ellu ci ama. Hè cusì bonu. Cum'è Rumani 8:28 dice, Ellu face sempre ciò chì hè megliu per noi.

Un'altra ragione per a quale ùn avemu micca a nostra richiesta hè chì ùn dumandemu micca vulerà esse fatta, o ùn dumandemu micca secondu a so vuluntà scritta cum'è palisata in a Parolla di Diu. I Ghjuvanni 5:14 dice: "È se dumandemu qualcosa secondu a so vulintà, sapemu ch'ellu ci sente ... sapemu chì avemu a dumanda chì li avemu dumandatu." Arricurdatevi di Ghjesù chì pricava: "Fate micca a mo vulintà ma a Tua". Vede ancu Matteu 6:10, a Preghiera di u Signore. Ci insegna à pregà, "A to vuluntà sia fatta, nantu à a terra cum'è in u celu".

Fighjate à Ghjacumu 4: 2 per più motivi per a preghiera senza risposta. Dice: "Ùn avete micca perchè ùn dumandate micca". Simplicemente ùn ci preoccupemu micca di pregà è di dumandà. Cuntinuveghja in u versu trè, "Dumandate è ùn riceve micca perchè dumandate cun motivi sbagliati (KJV dice chiede male) cusì pudete cunsumallu per e vostre proprie brama." Ciò significa chì simu egoisti. Qualchissia hà dettu chì usamu Diu cum'è a nostra macchina automatica di vendita.

Forse duverete studià u tema di a preghiera solu da e Scritture, micca qualchì libru o seria d'idee umane nantu à a preghiera. Ùn pudemu micca guadagnà o dumandà nunda da Diu. Vivemu in un mondu chì mette u primu in sè è cunsideremu à Diu cum'è noi altri, dumandemu ch'elli ci mettinu per primu è ci danu ciò chì vulemu. Vulemu chì Diu ci serve. Diu vole chì venissimu ad ellu cun richieste, micca richieste.

Filippesi 4: 6 dice: "Esse ansiosi di nunda, ma in tuttu per preghera è supplicazione, cun ringraziamentu, fate sapè à Diu e vostre richieste". I Petru 5: 6 dice: "Umiliatevi dunque, sottu à a manu putente di Diu, affinchì ellu possa alzà ti à u mumentu degnu". Michea 6: 8 dice: "Ellu ti hà fattu vede O omu, ciò chì hè bonu. È ciò chì u Signore hà bisognu di voi? Per agisce ghjustamente è per amà a misericordia è per camminà umilmente cù u vostru Diu ".

cunchiusioni

Ci hè assai da amparà da Job. A prima risposta di Job à e prove hè stata una di fede (Job 1:21). L'Scrittura dice chì duvemu "camminà per fede è micca per vista" (2 Curintini 5: 7). Fiducia in a ghjustizia, a ghjustizia è l'amore di Diu. Se dumandemu à Diu, ci mettemu sopra à Diu, facenduci Diu. Facemu noi stessi u ghjudice di u Ghjudice di tutta a terra. Tutti avemu dumande ma duvemu onurà Diu cum'è Diu è quandu fiascemu cum'è Ghjobbu dopu ci vulia à pentene ciò chì significa "cambià di mente" cum'è Ghjobbu hà fattu, uttene una nova perspettiva di Quale hè Diu - u Creador Omnipotente, è adurà lu cum'è Ghjobbu hà fattu. Avemu bisognu di ricunnosce chì hè sbagliatu ghjudicà à Diu. A "natura" di Diu ùn hè mai in ghjocu. Ùn pudete micca decide quale Diu hè o chì duverebbe fà. Ùn pudete in alcun modu cambià à Diu.

Ghjacumu 1: 23 & 24 dice chì a Parolla di Diu hè cum'è un spechju. Dice: "Chiunque ascolta a parolla ma ùn face micca ciò chì dice hè cum'è un omu chì guarda a so faccia in un specchiu è, dopu avè guardatu sè stessu, si ne và è smintica subitu ciò chì pare". Avete dettu chì Diu hà cessatu di amà à Job è à voi. Hè evidenti chì ùn hà micca fattu è a Parolla di Diu dice chì u so amore hè eternu è ùn fiasca. Tuttavia, site statu esattamente cum'è Job in chì avete "scuritu u so cunsigliu". Pensu chì questu significa chì l'avete "screditatu", a so saviezza, u so scopu, a ghjustizia, i ghjudizii è u so amore. Voi, cum'è Job, site "truvendu colpa" à Diu.

Fighjatevi chiaramente in u spechju di "Job". Sì tù "colpa" cum'è Job era? Cum'è cù Job, Diu hè sempre prontu à perdonà se confessemu a nostra colpa (I Ghjuvanni 1: 9). Sà chì simu umani. Piace à Diu si tratta di fede. Un diu chì fate in a vostra mente ùn hè micca reale, solu u Diu in e Scritture hè reale.

Arricurdatevi à l'iniziu di a storia, Satanassu hè apparutu cun un grande gruppu d'angeli. A Bibbia insegna chì l'angeli amparanu di Diu da noi (Efesini 3: 10 è 11). Arricurdatevi dinò, chì ci hè un gran cunflittu in corsu.

Quandu "screditemu à Diu", quandu chjamemu à Diu ingiustu è ingiustu è senza amore, u discreditemu davanti à tutti l'angeli. Chjamemu à Diu un bugiardu. Arricurdatevi di Satanassu, in u Giardinu di l'Eden hà screditatu Diu à Eva, implicendu ch'ellu era inghjustu è ingiustu è senza amore. Job eventualmente hà fattu listessu è noi dinò. Disonuremu à Diu davanti à u mondu è davanti à l'angeli. Invece duvemu onorallu. Di quale parte simu? A scelta hè solu nostra.

Ghjobbu hà fattu a so scelta, si hè pentitu, vale à dì hà cambiatu idea di Quale era Diu, hà sviluppatu una più grande comprensione di Diu è di quale ellu era in relazione à Diu. Ellu disse in u capitulu 42, versi 3 è 5: "Di sicuru aghju parlatu di cose chì ùn aghju micca capitu, cose troppu meravigliose per mè di sapè ... ma avà i mo ochji vi anu vistu. Dunque mi disprezzu è mi pentu in polvere è in cenere ". Job hà ricunnisciutu ch'ellu avia "luttatu" cù l'Onniputente è chì ùn era micca u so locu.

Fighjate à a fine di a storia. Diu hà accettatu a so cunfessione è u hà resu restauratu è u benedisse doppiamente. Job 42: 10 & 12 dice: "U Signore l'hà fattu riesce dinò è li hà datu duie volte più cà quellu chì avia prima ... U Signore hà benedettu l'ultima parte di a vita di Job più cà a prima".

Se esigemu di Diu è disputemu è "pensemu senza sapè", ancu noi duvemu dumandà à Diu di perdunà è di "camminà umilmente davanti à Diu" (Michea 6: 8). Questu principia cù a nostra ricunniscenza Quale hè in relazione cù noi stessi, è credendu a verità cum'è Job hà fattu. Un coru pupulare basatu annantu à Rumani 8:28 dice: "Ellu face tutte e cose per u nostru bè". A Scrittura dice chì a suffrenza hà un scopu Divinu è se hè per disciplinarci, hè per u nostru bè. I Ghjuvanni 1: 7 dice di "marchjà in a luce", chì hè a so Parolla rivelata, a Parolla di Diu.

Perchè Ùn Pò Capì a Parolla di Diu?
Dumandate: "Perchè ùn possu capì a Parolla di Diu? Chì bella è onesta dumanda. Prima di tuttu, duvete esse cristianu, unu di i figlioli di Diu per capisce veramente a Scrittura. Ciò significa chì duvete crede chì Ghjesù hè u Salvatore, chì hè mortu nantu à a croce per pagà a pena per i nostri peccati. Rumani 3:23 dice chjaramente chì tutti avemu piccatu è Rumani 6:23 dice chì a pena per u nostru peccatu hè a morte - morte spirituale chì significa chì simu separati da Diu. Leghje I Petru 2:24; Isaia 53 è Ghjuvanni 3:16 chì dice: "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u Solu Unicu Figliolu (per more nantu à a croce in u nostru postu) chì quellu chì crede in ellu ùn perisca micca, ma averà a vita eterna". Un incrédule ùn pò micca capisce veramente a Parolla di Diu, perchè ùn hà ancu u Spiritu di Diu. Vidite, quandu accettemu o ricevenu u Cristu, u so Spìritu vene à stà in i nostri cori è una cosa ch'ellu face hè di insegnaci è aiutaci à capisce a Parolla di Diu. I Corinzi 2:14 dice: "L'omu senza u Spìritu ùn accetta micca e cose chì venenu da u Spìritu di Diu, perchè sò scimità per ellu, è ùn li pò micca capì, perchè sò discernuti spiritualmente".

Quandu accettemu Cristu Diu dice chì simu nati di novu (Ghjuvanni 3: 3-8). Diventemu i so figlioli è, cum'è per tutti i zitelli, entremu in sta nova vita cum'è zitelli è avemu bisognu di cresce. Ùn ci entramu micca maturi, capendu tutta a Parolla di Diu. Meravigliosamente, in I Petru 2: 2 (NKJB) Diu dice, "cum'è i criaturi nati novi volenu u latte puru di a parolla chì puderete cresce cusì". I zitelli partenu cù u latte è crescenu gradualmente per manghjà carne è cusì, noi cum'è credenti partemu da zitelli, senza capisce tuttu, è amparemu à pocu à pocu. I zitelli ùn cumincianu micca à cunnosce u calculu, ma cù un aghjuntu simplice. Si prega di leghje I Petru 1: 1-8. Dice chì aghjustemu a nostra fede. Cresemu in caratteru è maturità attraversu a nostra cunniscenza di Ghjesù per mezu di a Parolla. A maiò parte di i dirigenti cristiani suggerenu di principià cù un Vangelu, in particulare Mark o Ghjuvanni. O pudete cumincià cù Genesi, e storie di grandi persunagi di fede cum'è Mosè o Ghjiseppu o Abràhamu è Sara.

Aghju da sparte a mo sperienza. Speru di aiutavvi. Ùn pruvate micca à truvà qualchì significatu prufondu o misticu da e Scritture ma piuttostu solu piglialu in modu litterale, cum'è conti di a vita vera o cum'è indicazioni, cume quandu dice amà u vostru prossimu o ancu u vostru nemicu, o ci insegna cumu pregà . A Parolla di Diu hè qualificata di luce per guidacci. In Ghjacumu 1:22 si dice d'esse facenti di a Parolla. Leghjite u restu di u capitulu per avè l'idea. Se a Bibbia dice prega - prega. S'ellu dice dà à i bisognosi, fate lu. Ghjacumu è l'altri epistuli sò assai pratichi. Ci danu assai cose da ubbidì. I John dice cusì, "cammina in a luce". Pensu chì tutti i credenti trovanu chì a capienza hè dura à l'iniziu, so chì l'aghju fattu.

Ghjosuè 1: 8 è Palmi 1: 1-6 ci dicenu di passà u tempu in a Parolla di Diu è di medità. Questu significa solu pensà à questu - ùn plegate micca e mani inseme è murmurà una preghiera o qualcosa, ma pensate à questu. Questu mi porta à un altru suggerimentu chì trovu assai utile, studiate un sughjettu - uttene una bona concordanza o andate in ligna à BibleHub o BibleGateway è studiate un sughjettu cum'è a preghiera o qualchì altra parola o tema cum'è a salvezza, o fate una domanda è cercate una risposta in questu modu.

Eccu qualcosa chì hà cambiatu u mo pensamentu è hà apertu a Scrittura per mè in un modu novu novu. Ghjacumu 1 insegna ancu chì a Parolla di Diu hè cum'è un spechju. I versi 23-25 ​​dicenu: "Chiunque ascolta a parolla ma ùn face micca ciò chì dice hè cum'è un omu chì si feghja u visu in un spechju è, dopu avè guardatu sè stessu, si ne và è smintica subitu ciò ch'ellu pare. Ma l'omu chì guarda attentamente a lege perfetta chì dà a libertà, è cuntinueghja à fà quessa, senza scurdassi di ciò ch'ellu hà intesu, ma fendu la - serà benedettu in ciò ch'ellu face ". Quandu leghjite a Bibbia, fighjate cum'è un specchiu in u vostru core è l'anima. Vede voi stessu, per u bè o per u male, è fate qualcosa. Una volta aghju amparatu una scola di a Bibbia di a Vacanza chjamata Vede si in a Parolla di Diu. Era apertura di l'ochji. Cusì, cercate voi stessi in a Parolla.

Mentre legge nantu à un caratteru o leghje un passaghju fatevi dumande è sia onestu. Fate dumande cum'è: Chì face stu persunagiu? Hè ghjustu o sbagliatu? Cumu sò cum'è ellu? Faraghju ciò ch'ellu o ella face? Chì devu cambià? O dumandate: Chì dice Diu in questu passaghju? Chì possu fà megliu? Ci sò più direzzioni in e Scritture chè no pudemu mai compie. Stu passaghju dice di fà. Uttenite occupatu à fà questu. Duvete dumandà à Diu di cambià ti. 2 Curinziani 3:18 hè una prumessa. Quandu guardate à Ghjesù diventerete più simile à ellu. Qualunque sia ciò chì vedite in Scrittura, fate qualcosa. Se fallite, confessatelu à Diu è dumandatelu di cambià. Vede I Ghjuvanni 1: 9. Questu hè u modu di cresce.

Quandu cresce, cumincierete à capisce sempre di più. Basta à gode è rallegrassi di a luce chì avete è camminate in ellu (ubbidisci) è Diu paliserà i prossimi passi cum'è una torcia in u bughju. Arricurdatevi chì u Spìritu di Diu hè u vostru Maestru, allora dumandatelu di aiutavvi à capisce a Scrittura è di dàvi saviezza.

Se ubbidiscemu, studiamu è leghjimu a Parolla, videremu à Ghjesù perchè hè in tutta a Parolla, da u principiu à a creazione, à e prumesse di a Sua Venuta, à u cumpiimentu di u Novu Testamentu di quelle prumesse, à e so istruzzioni à a chjesa. Vi prumettu, o duverebbe dì chì Diu vi prumette, Ellu trasformerà a vostra comprensione è Ellu vi trasformerà per esse à a so maghjina - per esse cum'è ellu. Ùn hè micca u nostru scopu? Inoltre, andate in chjesa è sentite a parolla quì.

Eccu un avvertimentu: ùn leghjite assai libri nantu à l'opinioni di l'omu nantu à a Bibbia o l'idee di l'omu di a Parolla, ma leghjite a Parolla stessa. Permettite à Diu di insegnàvi. Un'altra cosa impurtante hè di pruvà tuttu ciò chì si sente o si leghje. In Atti 17:11 i Bereani sò elogiati per questu. Dice: "Avà i Bereani eranu di caratteru più nobile chè i Tessalonicani, perchè anu ricevutu u messagiu cun grande ansia è anu esaminatu e Scritture ogni ghjornu per vede se ciò chì Paul dicia era veru". Anu ancu pruvatu ciò chì Paul hà dettu, è a so unica misura era a Parolla di Diu, a Bibbia. Duvemu sempre testà tuttu ciò chì leghimu o sentimu parlà di Diu, cuntrollandulu cù e Scritture. Ricordate chì questu hè un prucessu. Ci vole anni per un zitellu per diventà adultu.

Perchè Diu ùn Rispose micca a mo Preghiera, Ancu Quandu Aviu Fede?
Avete fattu una dumanda assai cumplessa chì ùn hè micca faciule da risponde. Solu Diu cunnosce u vostru core è a vostra fede. Nuddu pò ghjudicà a vostra fede, nimu solu Diu.

Ciò chì aghju sò chì ci sò molte altre Scritture riguardanti a preghiera è pensu chì u megliu modu di aiutà hè di dì chì devi cercà nant'à e Scritture è studiate u più pussibuli è dumandate à Diu chì vi aiuti à capisce.

Se leghjite ciò chì l'altri dicenu di questu o di qualsiasi altru sughjettu biblicu ci hè un bonu versu duvete amparà è ricurdà: Atti 17:10, chì dice: "Avà i Bereani eranu di caratteru più nobile chì i Tessalonici, perchè anu ricevutu u missaghju cun grande ansia è esaminatu e Scritture ogni ghjornu per vede se ciò chì Paul hà dettu era veru ".

Questu hè un grande principiu per campà. Nisuna persona hè infallibile, solu Diu hè. Ùn duveriamu mai solu accettà o crede ciò chì sintemu o leghjimu perchè qualchissia hè un capu di chjesa "famosu" o una persona ricunnisciuta. Duvemu sempre verificà è paragunà tuttu ciò chì sintimu cù a Parolla di Diu; sempre. S'ellu cuntradisce a Parolla di Diu, rifiutalla.

Per truvà versi nantu à a preghiera aduprate una concordanza o fighjate nantu à siti in linea cum'è Bible Hub o Bible Gateway. Permettimi prima di sparte qualchì principiu di studiu biblicu chì altri m'anu amparatu è m'anu aiutatu cù l'anni.

Ùn isolate micca solu un versu, cum'è quelli chì parlanu di "fede" è "preghiera", ma paragunateli cù altri versi nantu à u tema è tutte e Scritture in generale. Studiate ancu ogni versu in u so cuntestu, vale à dì, a storia intornu à u versu; a situazione è e circostanze attuali in cui hè statu parlatu è l'eventu hè accadutu. Fate dumande cum'è: Quale l'hà dettu? O Cù chì parlavanu è perchè? Continuate à dumandassi cume: Ci hè una lezione da imparà o qualcosa da evità. L'aghju amparatu cusì: Dumandate: Quale? Chì? Induve? Quandu? Perchè? Cumu?

Ogni volta chì avete qualchì domanda o prublema, cercate a Bibbia per a vostra risposta. Ghjuvanni 17:17 dice: "A to parolla hè verità". 2 Petru 1: 3 dice: "A so putenza divina ci hà datu tuttu avemu bisognu di vita è di pietà per mezu di a nostra cunniscenza di Quellu chì ci hà chjamatu per a so propria gloria è buntà ". Simu noi chì simu imperfetti, micca Diu. Ùn falla mai, pudemu falla. Se ùn avemu micca risposte à e nostre preghere, simu noi chì avemu fallutu o capitu male. Pensate à Abràhamu chì avia 100 anni quandu Diu hà rispostu à a so preghiera per un figliolu è alcune di e prumesse di Diu per ellu ùn sò state cumplette finu à pocu dopu a so morte. Ma Diu hà rispostu, à l'ora ghjusta.

Sò propiu sicuru chì nimu hà una fede perfetta senza dubità tuttu u tempu, in ogni situazione. Ancu e persone à quale Diu hà datu u rigalu spirituale di a fede ùn sò perfette o infallibili. Solu Diu hè perfettu. Ùn sapemu micca o capiscenu sempre a so vulintà, ciò ch'ellu face o ancu ciò chì hè megliu per noi. Iddu faci. Fiduciallu.

Per inizià vi nantu à un studiu di preghiera vi signaleraghju alcuni versi per voi di pensà. Allora cuminciate à dumandate sè stessu dumande, cum'è: Aghju u tipu di fede chì Diu hà bisognu? (Ah, più dumande, ma pensu chì sianu assai utili.) Duddu? A fede perfetta hè necessaria per riceve una risposta à a mo preghiera? Ci sò altre qualificazioni per a preghiera risposta? Ci hè un ostaculu per a risposta à a preghiera?

Mettiti in u ritrattu. Una volta aghju travagliatu per qualchissia chì hà amparatu storie di a Bibbia intitulata: "Vediti in u Spechju di Diu". A Parolla di Diu hè chjamata spechju in Ghjacumu 1: 22 è 23. L'idea hè di vedeci in tuttu ciò chì site di leghje in a Parolla. Dumandatevi: Cumu mi adattu à stu caratteru, sia per u bè sia per u male? Faraghju e cose à a manera di Diu, o devu dumandà perdonu è cambià?

Avà fighjemu un passaghju chì vi hè venutu in mente quandu avete fattu a vostra dumanda: Mark 9: 14-29. (Per piacè leghjitelu.) Ghjesù, cù Petru, Ghjacumu è Ghjuvanni, era di ritornu da a transfigurazione per riunisce l'altri discìpuli chì eranu cun una grande folla chì includia dirigenti ebrei chjamati Scribi. Quandu a folla vide à Ghjesù, si precipitonu versu ellu. Tra d'elli ghjunse unu chì avia un figliolu pussidutu da un dimoniu. I discìpuli ùn eranu micca stati capaci di caccià u demone. U babbu di u zitellu hà dettu à Ghjesù: «Sì tù fate qualcosa, abbiate compassione di noi è aiutaci? " Chì ùn sona micca cum'è una grande fede, ma solu abbastanza per dumandà aiutu. Ghjesù rispose: "Tutte e cose sò pussibule sè credite". U babbu hà dettu: "Credu, aghju cumpassione per mè in a mo incredulità". Ghjesù, sapendu chì a folla fighjulava è li amava tutti, scacciò u dimòniu è alzò u zitellu. Più tardi i discìpuli li dumandonu perchè ùn pudianu caccià u demone. Ellu disse: "Stu tipu ùn pò esce da nunda, fora di preghiera" (probabilmente significa preghiera fervente, persistente, micca una sola dumanda corta). In u cuntu parallelu in Matteu 17:20, Ghjesù disse à i discìpuli chì era ancu per a so incredulità. Era un casu particulare (Ghjesù u chjamava "stu tipu".)

Ghjesù avia scontru i bisogni di parechje persone quì. U zitellu avia bisognu di una cura, u babbu vulia speranza è a folla avia bisognu di vede Quale era è crede. Insegnava ancu à i so discìpuli a fede, a fede in ellu è a preghera. Eranu insegnati da ellu, preparati da ellu per un compitu particulare, un travagliu speciale. Eranu stati preparati per andà in "in tuttu u mondu è predicà u Vangelu", (Mark 16:15), per annunzià à u mondu Quale era, Diu u Salvatore chì hè mortu per i so peccati, dimustratu da i stessi segni è meraviglie Hà fattu, una rispunsabilità munumentale ch'elli sò stati specialmente scelti per compie. (Leghje Matteu 17: 2; Atti 1: 8; Atti 17: 3 è Atti 18:28.) Ebrei 2: 3b & 4 dice: "Questa salvezza, chì hè stata annunziata prima da u Signore, ci hè stata cunfirmata da quelli chì l'anu intesu. . Diu l'hà tistimuniatu ancu da segni, miraculi è miraculi varii, è da doni di u Spìritu Santu distribuiti secondu a so vuluntà ". Avianu bisognu di una grande fede per fà cose fantastiche. Leghjite u Libru di l'Atti. Mostra quantu sò stati riesciuti.

Sò inciampati per via di una mancanza di fede durante u prucessu di apprendimentu. Calchì volta, cum'è in Mark 9, anu fallutu per una mancanza di fede, ma Ghjesù era pazienti cun elli, cum'è ellu hè cun noi. Noi, micca più cà i discìpuli, pudemu culpà à Diu quandu e nostre preghere sò senza risposta. Avemu bisognu à esse cum'è elli è dumandà à Diu per "aumentà a nostra fede".

In questa situazione Ghjesù stava risponde à i bisogni di parechje persone. Questu hè spessu veru quandu preghemu è li dumandemu i nostri bisogni. Raramente si tratta solu di a nostra dumanda. Mettemu alcune di queste cose inseme. Ghjesù risponde à a preghera, per una ragione o per parechje ragioni. Per esempiu, sò sicuru chì u babbu in Mark 9 ùn avia alcuna idea di ciò chì Ghjesù facia in a vita di i discepuli o di a folla. Quì in questu passaghju, è guardendu tutte e Scritture, pudemu amparà assai per quessa chì e nostre preghiere ùn sò micca risposte in u modu chì vulemu o quandu vulemu chì sianu. Mark 9 ci insegna assai di capisce a Scrittura, a preghera è i modi di Diu. Ghjesù li stava mostrendu à tutti Quale era: u so Diu amorevule, tuttu Putente è Salvatore.

Fighjemu dinò l'Apostuli. Cumu sapianu Quale era, chì Ellu "U Cristu, u Figliolu di Diu", cum'è Petru hà prufessatu. Sapianu per capisce a Scrittura, tutte e Scritture. Cumu sapemu Quale hè Ghjesù, allora avemu fede per crede in ellu? Cumu sapemu ch'ellu hè u Prumessu - u Messia. Cumu ricunnoscemu o cumu qualcunu u ricunnosce. Cumu i discìpuli u anu ricunnisciutu in modu chì si sò dedicati à sparghje u Vangelu annantu à ellu. Vidite, tuttu si inseme - una parte di u pianu di Diu.

Una manera chì l'anu ricunnisciutu hè chì Diu hà annunziatu in una voce da u celu (Matteu 3:17) dicendu: "Questu hè u mo Figliolu benamatu in u quale sò cuntentu." Un altru modu era a prufezia chì si cumpiia (quì essendu cuscenti di tuttu Scrittura - cumu si riferisce à segni è miraculi).

Diu in l'Anticu Testamentu hà mandatu parechji prufeti per diceci quandu è cumu Ghjunghjerà, ciò ch'ellu faria è cumu seria. I capi ebrei, i scribi è i Farisei, anu ricunnisciutu questi versi prufetichi cum'è assai di a ghjente. Una di ste profezie hè stata attraversu Mosè cumu si trova in Deuteronomiu 18: 18 & 19; 34: 10-12 è Numeri 12: 6-8, chì tutti ci mostranu chì u Messia seria un prufeta cum'è Mosè chì parlerebbe per Diu (dà u so messagiu) è faria grandi segni è meraviglie.

In Ghjuvanni 5: 45 è 46 Ghjesù hà dichjaratu ch'ellu era quellu prufeta è hà sustinutu a so rivendicazione per i segni è e meraviglie ch'ellu hà fattu. Non solu hà parlatu a parolla di Diu, ancu di più, hè chjamatu a Parolla (Vede Ghjuvanni 1 è Ebrei 1). Arricurdatevi, i discìpuli sò stati scelti per fà u listessu, proclamanu Quale hè Ghjesù per segni è meraviglie in u so nome, è cusì Ghjesù era, in i Vangeli, furmendu li per fà esattamente ciò, per avè fede à dumandà in u so nome, sapendu chì averia fattu.

U Signore vole chì a nostra fede cresce dinù, cum'è a soia, cusì pudemu cuntà à a ghjente di Ghjesù per crede in ellu. Una manera di fà questu hè dendu ci l'opportunità di esce in fede per pudè dimostrà vuluntà di mostrarci Quale hè è glurificà u Babbu per risposte à e nostre preghere. Hà amparatu ancu à i so discìpuli chì certe volte ci vole una preghiera persistente. Allora chì duvemu amparà da questu? A fede perfetta senza dubità hè sempre necessaria per a preghiera risposta? Ùn era micca per u babbu di u demoniu pussidutu zitellu.

Cosa altru ci dice a Scrittura nantu à a preghiera? Fighjemu altri versi nantu à a preghiera. Chì sò altri requisiti per a preghiera risposta? Chì pò impedisce a risposta à a preghiera?

1). Fighjate u Salmu 66:18. Dice: "Se mi riguardu u peccatu in u mo core, u Signore ùn sente micca." In Isaia 58 dice ch'ellu ùn ascoltarà nè risponderà micca e preghere di u so pòpulu per via di i so peccati. Trascuravanu i poveri è ùn si primuravanu micca l'altri. U versu 9 dice ch'elli devenu vultà da u so peccatu (vede I Ghjuvanni 1: 9), "allora chjamerai è ti risponderaghju". In Isaia 1: 15-16 Diu dice: «Quandu stendi e mani in preghera, ti piatteraghju i mo ochji. Iè ancu se multiplicate e preghere ùn aghju micca da sente. Lavate vi, fatevi puliti, cacciate u male di i vostri atti da a mio vista. Cessate di fà u male ". Un peccatu particulare chì impedisce a preghera si trova in I Petru 3: 7. Dice à l'omi cumu si devenu trattà e so mogli per chì e so preghere ùn sianu micca impedite. I Ghjuvanni 1: 1-9 ci dice chì i credenti facenu u peccatu ma dice: "Se confessemu u nostru peccatu, Ghjesù hè fidu è ghjustu per pardunà u nostru peccatu è purificà ci da ogni iniquità". Dopu pudemu cuntinuà à pregà è Diu ascultarà e nostre richieste.

2). Un'altra ragione per chì e preghere sò senza risposta si trova in Ghjacumu 4: 2 & 3 chì dice: "Ùn avete micca perchè ùn dumandate micca. Dumandate è ùn ricevite micca, perchè dumandate cù motivi sbagliati, per pudè spende per i vostri piacè. " A versione King James dice lussuria invece di piacè. In questu cuntestu i credenti si liticavanu trà di elli per putere è guadagnà. A preghera ùn deve esse solu per ottene e cose per noi stessi, per u putere o cum'è un mezu per uttene i nostri desideri egoisti. Diu dice quì ch'ellu ùn accetta micca ste richieste.

Allora chì hè u scopu per a preghiera, o cumu duvemu pregà? I discìpuli anu dumandatu à Ghjesù sta dumanda. A Preghiera di u Signore in Matteu 6 è Luke 11 risponde à sta dumanda. Hè un mudellu o lezzione per a preghera. Avemu da pricà à u Babbu. Duvemu dumandà ch'ellu sia glurificatu è pregà chì u so regnu vene. Duvemu pregà per chì a so vuluntà sia compia. Duvemu pregà per esse tenuti fora da a tentazione è liberati da u Male. Duvemu dumandà u perdonu (è pardunà l'altri) è chì Diu li furnisce VOLANTI.  Ùn dice micca chì dumandassi i nostri bisogni, ma Diu dice chì se quellu cerca u primu, Egli rindirà assai benedizioni.

3). Un altru ostaculu à a preghera hè u dubbitu. Questu ci porta torna à a vostra dumanda. Ancu se Diu risponde à a preghiera per quelli chì stanu amparendu à fidà si, vole chì a nostra fede cresce. Avemu spessu capitu chì a nostra fede manca, ma ci sò assai versi chì liganu a preghiera à a fede senza dubità, cum'è: Mark 9: 23-25; 11:24; Matteu 2:22; 17: 19-21; 21:27; Ghjacumu 1: 6-8; 5: 13-16 è Luke 17: 6. Arricurdatevi di Ghjesù chì disse à i discìpuli chì ùn pudianu caccià un demone per via di a so mancanza di fede. Hanu dumandatu stu tipu di fede per u so compitu dopu l'ascensione.

Ci ponu esse tempi quandu a fede senza dubbità hè necessaria per una risposta. Parechje cose ci ponu fà dubità. Dubitemu di a so capacità o di a so vuluntà di risponde? Pudemu dubità per via di u peccatu, ci caccia a fiducia in a nostra pusizione in ellu. Pensemu ch'ellu ùn rispondi più oghje in 2019?

In Matteu 9:28 Ghjesù hà dumandatu à l'omu cecu, "Cridite chì sò capaci per fà què? " Ci hè gradi di maturità è di fede, ma Diu ci ama tutti. In Matteu 8: 1-3 un lebbrosu hà dettu: "Se vulete, mi pudete rende pulita".

Questa forte fede vene da cunnosce ellu (stà) è a so Parolla (Guarderemu à Ghjuvanni 15 dopu.). A fede, in sè, ùn hè micca l'ughjettu, ma ùn li pudemu micca fà piacè senza ella. A fede hà un ughjettu, una Persona - Ghjesù. Ùn ferma micca da per sè. I Corinzi 13: 2 ci mostra chì a fede ùn hè micca a fine in sè - Ghjesù hè.

A volte Diu dà un rigalu speciale di fede à alcuni di i so figlioli, per un scopu particulare o ministru. A Scrittura insegna chì Diu dà un rigalu spirituale à tutti è à tutti i credenti quandu ellu / ella hè natu di novu, un rigalu per custruisce l'altru per u travagliu di ministru per ghjunghje in u mondu per Cristu. Unu di sti doni hè a fede; a fede per crede à Diu risponderà à e dumande (cum'elli anu fattu l'Apostuli).

U scopu di stu donu hè simile à u scopu di a preghera cum'è l'avemu vistu in Matteu 6. Hè per a gloria di Diu. Ùn hè micca per guadagnà egoistu (per avè qualcosa chì vulemu), ma per benefiziu a Chjesa, u corpu di Cristu, per portà a maturità; fà cresce a fede è dimustrà chì Ghjesù hè u Figliolu di Diu. Ùn hè micca per piacè, orgogliu o prufittu. Hè soprattuttu per l'altri è per soddisfà i bisogni di l'altri o di un ministru particulare.

Tutti i doni spirituali sò dati da Diu à a so discrezione, micca a nostra scelta. I rigali ùn ci facenu micca infallibili, nè ne rendenu spirituali. Nisuna persona hà tutti i rigali, nè ogni persona hà un rigalu particulare è ogni rigalu pò esse abusatu. (Leghje I Corinzi 12; Efesini 4: 11-16 è Rumani 12: 3-11 per capisce i rigali.)

Avemu bisognu di esse assai attenti se ci anu datu rigali miraculosi, cum'è miraculi, guarigioni o fede, perchè pudemu diventà sbuffati è fieri. Certi anu adupratu sti rigali per u putere è u prufittu. Se pudessimu fà questu, uttene tuttu ciò chì vuliamu solu dumandendu, u mondu curreria dopu à noi è ci pagaria per pregà per elli per uttene i so desideri.

Per esempiu, l'apostuli avianu probabilmente unu o più di sti doni. (Vede Stefanu in Atti 7 o u ministeru di Petru o Paulu.) In Atti ci mostra un esempiu di ciò chì ùn deve micca fà, u racontu di Simone u Stregone. Cercò di cumprà u putere di u Spìritu Santu per fà miraculi per u so propiu prufittu (Atti 8: 4-24). Hè statu severamente rimpruveratu da l'Apostuli è hà dumandatu à Diu perdonu. Simon hà pruvatu à abusà di un rigalu spirituale. Rumani 12: 3 dice: "Perchè per via di a gràzia datu à mè, dicu à tutti trà voi di ùn pensà micca più di sè stessu di quellu chì duverebbe pensà; ma di pensà cusì per avè un giudiziu sanu, cum'è Diu hà assignatu à ognunu una misura di fede ".

A fede ùn hè limitata à quelli chì anu stu rigalu speciale. Tutti noi pudemu crede à Diu per a preghiera risposta, ma stu tipu di fede vene, cum'è dichjaratu, da una stretta relazione cù Cristu, perchè a so hè a Persona in quale avemu a fede.

3). Questu ci porta à un altru requisitu per a preghiera risposta. Ghjuvanni i capituli 14 è 15 ci dicenu chì duvemu stà in Cristu. (Leghje Ghjuvanni 14: 11-14 è Ghjuvanni 15: 1-15.) Ghjesù hà dettu à i discìpuli chì faranu opere più grande cà ellu, chì s'elli dumandavanu qualcosa in u so nome A feria. (Nota a cunnessione trà a fede è a Persona Ghjesù Cristu.)

In Ghjuvanni 15: 1-7 Ghjesù dice à i discìpuli chì anu bisognu di stà in ellu (versi 7 è 8), "Se restate in Me è e mo parolle fermanu in voi, dumandate tuttu ciò chì vulete è serà fattu per voi. U mo Babbu hè glurificatu da questu, chì dite assai frutti, è cusì pruvate à esse i mo discìpuli ". Se restemu in ellu vuleremu chì a so vuluntà sia fatta è bramemu a so gloria è quella di u Patre. Ghjuvanni 14:20 dice: "Sapete chì sò in u Patre è voi in Me è eiu in voi." Saremu di una mente, allora dumanderemu ciò chì Diu vole chì dumandemu è Risponderà.

Sicondu Ghjuvanni 14:21 è 15:10 per stà in ellu hè in parte guardà i so cumandamenti (ubbidienza) è fà a so vulintà, è cumu si dice, stà in a so Parolla è avè a so Parolla (a Parolla di Diu) stà in noi . Questu significa passà u tempu in a Parolla (Vede u Salmu 1 è Ghjosuè 1) è fà lu. A permanenza hè di rimanere costantemente in fraternità cun Diu (I Ghjuvanni 1: 4-10), a preghera, amparà di Ghjesù è esse ubbidienti à fà a Parolla (Ghjacumu 1:22). Dunque per avè risposta à a preghiera duvemu dumandà in u so nome, fà a so vulintà è stà in ellu, cum'è dice Ghjuvanni 15: 7 & 8. Ùn isolate micca i versi nantu à a preghiera, devenu andà inseme.

Turnate à I Ghjuvanni 3: 21-24. Copre i listessi principii. "Amati sì u nostru core ùn ci cundanna micca, avemu sta cunfidenza davanti à Diu; è tuttu ciò chì li dumandemu, u ricivimu da ellu, perchè guardemu i so cumandamenti è femu e cose chì li piacenu. È questu hè u cumandamentu: chì cridemu in u nome di u Figliolu Ghjesù Cristu è amiamu l'unu l'altru, cum'è ellu ci cumanda. È quellu chì guarda i so cumandamenti Dà parte in ellu è ellu in ellu. È sapemu per questu chì ellu stà in noi, da u Spìritu ch'ellu ci hà datu ". Duvemu stà per riceve. In preghiere di fede, pensu chì avete fiducia in l'abilità di a Persona Ghjesù è chì risponderà perchè sapete è vulete a so vulintà.

I Ghjuvanni 5: 14 & 15 dice, "è questa hè a fiducia chì avemu davanti ad ellu, chì, se dumandemu qualcosa secondu a so vulintà, ci sente. È se sapemu ch'ellu ci sente, in tuttu ciò chì dumandemu, sapemu chì avemu a dumanda chì li avemu dumandatu ". Duvemu capisce prima di tuttu a so vuluntà cunnisciuta cum'è palisata in a Parolla di Diu. Più sapemu a Parolla di Diu, più sapemu di Diu è di a so vulintà è più effettuali seranu e nostre preghere. Duvemu ancu marchjà in u Spìritu è ​​avè un core puru (I Ghjuvanni 1: 4-10).

Sì tuttu què pare difficiule è scoraggiante, ricordate chì Diu cumanda è incuragisce à pregà. Ci incuragisce ancu à cuntinuà è esse persistenti in a preghera. Ùn risponde micca sempre subitu. Arricurdatevi chì in Mark 9 à i discìpuli li sò stati detti chì ùn puderanu caccià u dimòniu per via di a so mancanza di preghera. Diu ùn vole micca chì rinunciemu à e nostre preghere perchè ùn avemu micca una risposta immediata. Ellu vole chì semu persistenti in a preghera. In Luke 18: 1 (NKJV) si dice: "Dopu li disse una parabola, chì l'omi devenu sempre pregà è ùn perde u core". Leghjite puru I Timoteu 2: 8 (KJV) chì dice: "Vogliu dunque chì l'omi preganu in ogni locu, alzendu e mani sante, senza paura nè dubbi". In Luke Li parla di un ghjudice inghjustu è impaziente chì hà datu una vedova a so dumanda perchè ella era persistente è u "fastidiava". Diu vole chì no teniamu u "fastidiu" ellu. U ghjudice hà accoltu a so dumanda perchè l'anu fastidiatu, ma Diu ci risponde perchè ci ama. Diu vole chì sapemu ch'ellu risponde à e nostre preghere. Matteu 10:30 dice: "I peli stessi di a vostra testa sò tutti numerati. Dunque ùn temite, site di più valore chè parechji passeri. " Fiduciallu perchè Ellu cura per voi. Sà ciò chì avemu bisognu è ciò chì hè bonu per noi è quandu u tempu hè ghjustu (Rumani 8:29; Matteu 6: 8, 32 & 33 è Luke 12:30). Ùn sapemu micca o capiscenu, ma Ellu sì.

Diu ci dice ancu chì ùn duvemu micca esse ansiosi o preoccupati, perchè Ellu ci ama. Filippesi 4: 6 dice: "Esse ansiosi di nunda, ma in tuttu per preghiera è supplicazione, cun ringraziamentu, fate sapè à e vostre richieste à Diu". Avemu bisognu di pregà cun ringraziamentu.

Un'altra lezzione per amparà nantu à a preghiera hè di seguità l'esempiu di Ghjesù. Ghjesù spessu "si n'andava solu" per pregà. (Vede Luke 5:16 è Mark 1:35.) Quandu Ghjesù era in u giardinu hà pricatu à u Patre. Duvemu fà listessu. Duvemu passà u tempu solu in preghera. U rè David dinù, hà pricatu assai cume pudemu vede da e so tante preghere in i Salmi.

Avemu bisognu di capisce a preghiera di u modu di Diu, fiducia in l'amore di Diu è cresce in a fede cum'è i discìpuli è Abràhamu anu fattu (Rumani 4: 20 è 21). Efesini 6:18 ci dice di pregà per tutti i santi (credenti). Ci hè parechje altre versi è passaghji nantu à a preghiera, nantu à cumu pricà è per chì pricà. Vi incuraghju à cuntinuà à aduprà strumenti internet per truvà è studià.

Arricurdatevi "tutte e cose sò pussibule per quelli chì credenu". Arricurdatevi, a fede piace à Diu ma ùn hè micca a fine o u scopu. Ghjesù hè u centru.

U Salmu 16: 19-20 dice: "Di sicuru Diu hà intesu. Hà fattu casu à a voce di a mo preghera. Benedettu sia Diu chì ùn hà micca alluntanatu a mo preghera, nè a Sua bontà di mè ".

Ghjacumu 5:17 dice: "Elia era un omu cum'è noi. Hà pricatu cun seri ch'ellu ùn piova micca, è ùn piove micca nantu à a terra per trè anni è mezu ".

Ghjacumu 5:16 dice: "A preghiera di un omu ghjustu hè putente è efficace". Continuate à pregà.

Alcune cose da pensà in quantu à a preghiera:

1). Diu solu pò risponde à a preghera.

2). Diu vole chì parlemu cun ellu.

3). Diu vole chì no fraternisimu cun ellu è sia glurificatu.

4). Diu ama à dacci cose belle ma Ellu solu sà ciò chì hè bonu per noi.

Ghjesù hà fattu parechji miraculi per diverse persone. Certi ùn anu mancu dumandatu, certi avianu una grande fede è altri avianu assai pocu (Matteu 14: 35 è 36). A fede hè ciò chì ci cunnessa à Diu Chì ci pò dà tuttu ciò chì avemu bisognu. Quandu dumandemu in Ghjesù Nome invucemu tuttu Quale hè. Dumandemu in u Nome di Diu, u Figliolu di Diu, u Tutti Puissant Creatore di tuttu ciò chì esiste, Chì ci ama è vole benedici.

Perchè E cose cose cattivenu in Good People?
Questa hè una di e dumande più frequenti à i teologhi. In realtà tutti sperimentanu cose cattivi in ​​qualchì tempu o in un altru. A ghjente si dumanda ancu perchè e cose bone accadenu per e persone male? Pensu chì tutta sta dumanda "ci prega" di dumandà altre dumande assai pertinenti cum'è: "Quale hè veramente bè quantunque?" o "Perchè accadenu e cose male?" o "Induva o quandu hà cuminciatu o s'hè uriginatu u male" stuff "(suffrenza)?"

Da u puntu di vista di Diu, secondu a Scrittura, ùn ci hè micca ghjente bona o ghjusta. Ecclesiaste 7:20 dice: "Ùn ci hè micca un omu ghjustu nantu à a terra, chì faci sempre u bè è chì ùn peccessi mai". Rumani 3: 10-12 descrive l'umanità dicendu in u versu 10, "Ùn ci hè nimu ghjustu", è in u versu 12, "Ùn ci hè nimu chì faci u bè". (Vede ancu Salmi 14: 1-3 è Salmi 53: 1-3.) Nimu ùn si prisenta davanti à Diu, in sè stessu, cum'è "bonu".

Ciò ùn vole micca dì chì una cattiva persona, o chiunque per quessa, ùn possa mai fà una bona azzione. Si parla di cumpurtamentu cuntinuu, micca un attu unicu.

Allora perchè Diu dice chì nimu ùn hè "bonu" quandu vedemu a ghjente da bè à male cù "parechje tonalità di grisgiu trà mezu". Induve allora duvemu traccià una linea trà quellu chì hè bonu è quellu chì hè male, è chì ne pensemu di a povera anima chì hè "in ligna".

Diu a dice cusì in Rumani 3:23, "perchè tutti anu fattu piccati è mancanu a gloria di Diu", è in Isaia 64: 6 dice: "Tutte e nostre azioni ghjuste sò cum'è un vestitu bruttu". I nostri boni atti sò macchiati da orgogliu, guadagnu di sè, mutivi impuri o qualchì altru peccatu. Rumani 3:19 dice chì tuttu u mondu hè diventatu "culpevule davanti à Diu". Ghjacumu 2:10 dice: "Quellu chì offende unu puntu hè culpevule di tuttu ". In u versu 11 dice "site diventatu un infractor di lege".

Allora cumu simu ghjunti quì cum'è razza umana è cumu affetta ciò chì ci accade. Tuttu hà cuminciatu cù u peccatu d'Adamu è ancu u nostru peccatu, perchè ogni persona peccatu, cum'è Adam hà fattu. U Salmu 51: 5 ci mostra chì simu nati cun una natura piccante. Dice: "Eru peccatu à a nascita, peccatu da quandu a mo mamma m'hà cuncipitu". Rumani 5:12 ci dice chì "u peccatu hè entrutu in u mondu per mezu di un omu (Adamu)". Dopu dice: "è a morte per mezu di u peccatu". (Rumani 6:23 dice, "u salariu di u peccatu hè a morte".) A morte hè entruta in u mondu perchè Diu hà dichjaratu una maledizione annantu à Adamu per u so peccatu chì hà fattu entre a morte fisica in u mondu (Genesi 3: 14-19). A morte fisica attuale ùn hè micca accaduta subitu, ma u prucessu hè statu iniziatu. Dunque, a malattia, a tragedia è a morte accadenu à tutti noi, ùn importa induve caschemu nantu à a nostra "scala di grigi". Quandu a morte hè entruta in u mondu, tutte e sofferenze sò entrate cun ella, tuttu per via di u peccatu. È cusì suffremu tutti, perchè "tutti anu piccatu". Per simplificà, Adam hà fattu piccatu è a morte è a suffrenza sò ghjunti tuttu l'omi perchè tutti anu fattu piccati.

I Salmi 89:48 dice, "ciò chì l'omu pò campà è ùn vede a morte, o salvà si da u putere di a tomba". (Leghje Rumani 8: 18-23.) A morte accade à tutti, micca solu à quelli we capite cum'è male, ma dinò à quelli we percepisce cum'è bonu. (Leghje Rumani capituli 3-5 per capisce a verità di Diu.)

Malgradu questu fattu, in altre parolle, malgradu a nostra merita morte, Diu continua à mandacci e so benedizioni. Diu chjama qualchì ghjente bona, malgradu u fattu chì tutti peccemu. Per esempiu, Diu hà dettu chì Ghjobbu era ghjustu. Allora chì determina se una persona hè mala o bona è ghjustu à l'ochji di Diu? Diu hà avutu un pianu per pardunà i nostri peccati è fà ci ghjusti. Rumani 5: 8 dice: "Diu hà dimustratu u so amore per noi in questu: mentre eramu peccatori, Cristu hè mortu per noi".

Ghjuvanni 3:16 dice: "Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u so Figliolu unitu, chì quellu chì crede in ellu ùn perisca micca, ma abbia a vita eterna". (Vede ancu Rumani 5: 16-18.) Rumani 5: 4 ci dice chì, "Abràhamu hà cridutu à Diu è hè statu creditu (cuntatu) per ellu cum'è ghjustizia". Abràhamu era dichiaratu ghjustu per fede. U versu cinque dice chì, se qualchissia hà fede cum'è Abràhamu, sò ancu dichjarati ghjusti. Ùn hè micca guadagnatu, ma datu in rigalu quandu credemu in u so Figliolu chì hè mortu per noi. (Rumani 3:28)

Rumani 4: 22-25 dice, "e parolle," li hè stata attribuita "ùn eranu micca per ellu solu, ma ancu per noi chì credimu in quellu chì hà risuscitatu Ghjesù u nostru Signore da i morti. Rumani 3:22 rende chjaru ciò chì duvemu crede crede dicendu: "Questa ghjustizia da Diu vene per fede in Gesù Cristu à tutti quelli chì crèdenu ", perchè (Galati 3:13)," Cristu ci hà liberatu da a maladizzione di a lege diventendu una maladizzione per noi perchè hè scrittu "maladettu hè quellu chì hè appesu à un arburu" "(Leghje I Corinzi 15: 1-4)

A crede hè l'unicu requisitu di Diu per esse fattu ghjustu. Quandu credemu chì simu ancu perdonati i nostri peccati. Rumani 4: 7 è 8 dice: "Beatu l'omu chì u Signore ùn contarà mai contru à ellu". Quandu cridemu di esse "nati torna" in a famiglia di Diu; diventemu i so figlioli. (Vede Ghjuvanni 1:12.) Ghjuvanni 3 versi 18 è 36 ci mostranu chì mentre quelli chì credenu anu vita, quelli chì ùn credenu micca sò cundannati dighjà.

Diu hà dimustratu chì averiamu a vita alzendu Cristu. Hè chjamatu u primu natu da i morti. I Corinzi 15:20 dice chì quandu Cristu ritorna, ancu se murimu, ellu ci hà da alzà dinò. U versu 42 dice chì u novu corpu serà imperissibile.

Allora chì significa questu per noi, sì simu tutti "cattivi" in vista di Diu è meritemu una punizione è a morte, ma Diu dichjara quelli "retti" chì credenu in u so Figliolu, chì effetti hà questu nantu à e cose male chì accadenu à i "boni"? ghjente. Diu manda cose bone à tutti, (Leghje Matteu 6:45) ma tutti l'omi soffrenu è morenu. Perchè Diu permette à i so figlioli di soffre? Finu à chì Diu ùn ci dà u nostru novu corpu, simu sempre sottumessi à a morte fisica è tuttu ciò chì a pò causà. I Corinzi 15:26 dice, "l'ultimu nemicu à esse distruttu hè a morte".

Ci hè parechje ragioni per chì Diu permette questu. U megliu ritrattu hè in Job, chì Diu hà chjamatu ghjustu. Aghju numeratu alcune di queste ragioni:

# 1. Ci hè una guerra trà Diu è Satanassu è simu coinvolti. Avemu tutti cantatu "Soldati cristiani in avanti", ma ci scurdemu cusì faciule chì a guerra hè assai vera.

In u libru di Ghjobba, Satanassu andò versu Diu è accusò Ghjobbe, dicendu chì l'unica ragione per cui seguitava Diu era perchè Diu u benediava cù ricchezze è salute. Allora Diu "hà permessu" à Satanassu di pruvà a lealtà di Job cun afflizione; ma Diu hà messu una "siepe" intornu à Job (un limitu à chì Satanassu puderia causà a so suffrenza). Satanassu puderia fà solu ciò chì Diu hà permessu.

Vedemu per quessa chì Satanassu ùn ci pò micca afflittà o toccà, eccettu cù permessu di Diu è in limiti. Diu hè sempri in cuntrollu. Vidimu ancu chì, à a fine, ancu se Job ùn era micca perfettu, pruvendu e ragioni di Diu, ùn hà mai nigatu à Diu. U benedisse al di là di "tuttu ciò ch'ellu pudia dumandà o pensà".

Salmi 97: 10b (NVI) dice: "Ellu guarda a vita di i so fideli". Rumani 8:28 dice: "Sapemu chì Diu causa tuttu ciò à travaglià inseme per u bè à quelli chì amanu à Diu ". Questa hè a prumessa di Diu à tutti i credenti. Ci face è ci pruteggerà è hà sempre un scopu. Nunda ùn hè casuale è Ellu ci benedirà sempre - portanu bè cù questu.

Simu in un cunflittu è qualchì suffrenza pò esse u risultatu di questu. In questu cunflittu Satanassu prova à scuragisce o ancu impedisce di serve à Diu. Ellu voli chì stumblemu o smettimu.

Ghjesù disse una volta à Petru in Luke 22:31: "Simone, Simone, Satanassu hà dumandatu l'autorizazione per tamaccià cum'è u granu". I Petru 5: 8 dichjara: "U vostru avversariu u diavulu circonda cum'è un leone ruggente chì cerca à qualchissia da manghjà. Ghjacumu 4: 7b dice: "Resistite à u diavulu è ellu fughjerà da voi", è in Efesini 6 ci hè dettu di "stà fermu" mettendu l'armatura piena di Diu.

In tutte ste prove Diu ci hà da amparà à esse forti è à stà cum'è un suldatu leali; chì Diu sia degnu di a nostra fiducia. Videremu u so putere è liberazione è benedizione.

I Corinzi 10:11 è 2 Timuteu 3:15 ci amparanu chì e Scritture di l'Anticu Testamentu sò state scritte per a nostra istruzzione in ghjustizia. In u casu di Job, forse ùn hà micca capitu tutte (o alcuna) e ragioni di a so sofferenza è ancu noi.

# 2. Un'altra ragione, chì hè rivelata ancu in a storia di Job, hè di portà gloria à Diu. Quandu Diu hà dimustratu chì Satana era sbagliatu di Ghjobbu, Diu hè statu glurificatu. In Ghjuvanni 11: 4 a vedemu quandu Ghjesù disse: "Sta malatia ùn hè micca per a morte, ma per a gloria di Diu, affinchì u Figliolu di Diu sia glurificatu". Diu sceglie spessu per guarisci per a so gloria, cusì pudemu diventà sicuri di a so cura per noi o forse cum'è testimone di u so Figliolu, cusì altri pudianu crede in ellu.

U Salmu 109: 26 & 27 dice: "Salva mi è fà li sapè chì questa hè a Tò manu; Tù, Signore, l'avete fatta ". Leghjite ancu u Salmu 50:15. Dice: "Ti salveraghju è mi onurerete".

# 3. Un'altra ragione chì pudemu soffre hè chì ci insegna ubbidienza. Ebrei 5: 8 dice: "Cristu hà amparatu ubbidienza da e cose ch'ellu hà patutu". Ghjuvanni ci dice chì Ghjesù hà sempre fattu a vulintà di u Babbu, ma in fatti l'hà sperimentatu cum'è omu quandu hè andatu in l'ortu è hà pricatu: "Babbu, ùn sia fatta a mo vulintà, ma a toia". Filippi 2: 5-8 ci mostra chì Ghjesù "hè diventatu ubbidiente à a morte, ancu a morte nantu à a croce". Questa era a vulintà di u Babbu.

Pudemu dì chì seguiteremu è ubbidisceremu - Petru hà fattu quessa è poi inciampà negendu à Ghjesù - ma ùn ubbidemu micca veramente finu à chì no affrontemu in realtà una prova (una scelta) è fate a cosa bona.

Ghjobbu hà amparatu à ubbidì quand'ellu hè statu messu à prova da a suffrenza è hà rifiutatu di "maladisce Diu", è hè statu fedele. Continueremu à seguità à Cristu quandu ellu permette una prova o rinunceremu è lasciaremu?

Quandu l'insignamentu di Ghjesù hè diventatu difficiule à capì parechji discìpuli sò partuti - cessatu di seguitallu. À quellu tempu disse à Petru: "Andarè ancu voi?" Petru rispose: "Induva andaraghju? avete e parolle di a vita eterna ". Allora Petru hà dichjaratu chì Ghjesù era u Messia di Diu. Hà fattu una scelta. Questa deve esse a nostra risposta quandu hè testata.

# 4. A suffrenza di Cristu hà ancu permessu di esse u nostru Sommu Prete è Intercessore perfettu, capendu tutte e nostre prove è e difficultà di a vita per l'esperienza attuale cum'è un essere umanu. (Ebrei 7:25) Questu hè veru per noi ancu. A sofferenza ci pò rende maturi è cumpleti è ci permette di cunsulà è intercede (pregà) per l'altri chì soffrenu cum'è noi. Face parte di rende ci maturi (2 Timuteu 3:15). 2 Curintini 1: 3-11 ci insegna nantu à questu aspettu di a sofferenza. Dice: "u Diu di tuttu cunfortu chì ci cunforta tutti i nostri guai, cusì putemu cunsulà quelli chì sò in qualunqui guai cù u cunfortu chì noi stessi avemu ricevutu da Diu ". Se leghjite tuttu stu passaghju amparate assai nantu à a suffrenza, cum'è pudete ancu da Job. 1). Chì Diu mostrerà u so cunfortu è cura. 2). Diu vi mustrarà chì hè capace di liberallu. è 3). Amparemu à pregà per l'altri. Preghjeremu per l'altri o per noi stessi s'ellu ùn ci era NECESSITÀ? Ellu vole chì u chjamemu, per vene à ellu. Ci face ancu aiutà un altru. Ci face piglià cura di l'altri è rializà l'altri in u corpu di Cristu cura per noi. Ci insegna à amà si, a funzione di a chjesa, u corpu di Cristu di i credenti.

# 5. Cumu si vede in Ghjacumu u primu capitulu, a suffrenza ci aiuta à perseverà, perfeziunendu ci è rendendoci più forti. Questu hè statu veru per Abràhamu è Job chì anu amparatu ch'elli puderianu esse forti perchè Diu era cun elli per difendeli. Deuteronomiu 33:27 dice: "U Diu eternu hè u vostru rifugiu, è sottu ci sò e bracce eterne". Quante volte dice i Salmi chì Diu hè u nostru Scudu o Fortezza o Rocca o Rifugiu? Una volta chì sperimentate u so cunfortu, pace o liberazione o salvamentu in qualchì prova personalmente, ùn vi ne scurdate mai è quandu avete un altru prucessu site più forte o pudete sparte è aiutà un altru.

Ci insegna à dipende di Diu è micca di noi stessi, di guardà versu ellu, micca noi stessi o altre persone per u nostru aiutu (2 Corinzi 1: 9-11). Vidimu a nostra fragilità è guardemu à Diu per tutti i nostri bisogni.

# 6. Hè comunemente assuntu chì a maggior parte di e sofferenze per i credenti hè u ghjudiziu o a disciplina (punizione) di Diu per qualchì peccatu chì avemu fattu. Questu veru di a chjesa in Corintu induve a chjesa era piena di persone chì cuntinuavanu in parechji di i so antichi peccati. I Corinzi 11:30 dice chì Diu li ghjudicava, dicendu: "parechji sò debuli è malati trà voi è parechji dormenu (sò morti). In i casi estremi Diu pò piglià una persona ribella "fora di u quadru" cum'è dicemu. Credu chì questu hè raru è estremu, ma accade. L'Ebrei di l'Anticu Testamentu ne sò un esempiu. Sempre si sò ribellati contr'à Diu per ùn avè fiducia in ellu è per ùn ubbidìlli, ma Iddu era pazienti è paziente. Li punì, ma accettò u so ritornu è li pardunò. Hè solu dopu à una disubbidienza ripetuta chì li hà puniti severamente lascendu chì i so nemichi li schjavinu in prigiò.

Duvemu amparà da questu. A volte a sofferenza hè a disciplina di Diu, ma avemu vistu parechje altre ragioni per a sofferenza. S'è no suffremu per via di u peccatu, Diu ci pardunerà se li dumandemu. Tocca à noi, cum'è si dice in I Curinzii 11: 28 è 31, di esaminà noi stessi. Se cercemu u nostru core è truvemu chì avemu fattu piccatu, I Ghjuvanni 1: 9 dice chì duvemu "ricunnosce u nostru peccatu". A prumessa hè chì "ci pardunerà u nostru piccatu è ci purificherà".

Arricurdatevi chì Satanassu hè l '"accusatore di i fratelli" (Revelazione 12:10) è cum'è cù Ghjobbè ci vole accusà per pudè fà inciampà è nigà à Diu. (Leghje Rumani 8: 1.) Se avemu cunfessatu u nostru peccatu, ellu ci hà pardunatu, a menu chì no avemu ripetutu u nostru peccatu. Se avemu ripetutu u nostru peccatu ci vole à cunfèselu torna u più spessu necessariu.

Sfurtunatamente, questu hè spessu a prima cosa chì altri credenti dicenu se una persona soffre. Turnate à Job. I so trè "amichi" anu dettu senza stancu à Job chì duvia peccà per ùn soffre. Eranu sbagliati. I Corinzi dice in u capitulu 11, per esaminassi. Ùn duvemu micca ghjudicà l'altri, à menu chì semu testimoni di un peccatu specificu, allora li pudemu corregge in amore; mancu duvemu accettà questu cum'è u primu mutivu di "guai", per noi stessi o per l'altri. Pudemu troppu prestu per ghjudicà.

Dice ancu, sì simu malati, pudemu dumandà à l'anziani di pregà per noi è se avemu fattu piccatu serà pardunatu (Ghjacumu 5: 13-15). U Salmu 39:11 dice: "Tu rimpruveri è disciplini l'omi per u so peccatu", è u Salmu 94:12 dice: "Beatu l'omu chì disciplini O Signore, l'omu chì insegni da a to lege".

Leghje Ebrei 12: 6-17. Ellu ci disciplina perchè simu i so figlioli è Ellu ci ama. In I Petru 4: 1, 12 & 13 è I Petru 2: 19-21 vedemu chì a disciplina ci purifica cù stu prucessu.

# 7. Alcune catastrofe naturali ponu esse ghjudizii nantu à e persone, gruppi o ancu nazioni, cum'è si vede cù l'Egiziani in l'Anticu Testamentu. Spessu sintemu storie di a so prutezzione di Diu durante questi avvenimenti cum'è hà fattu cù l'Israele.

# 8. Paulu presenta un altru mutivu pussibile di prublemi o infirmità. In I Corinzi 12: 7-10 vedemu chì Diu hà permessu à Satanassu d'afflittu à Paulu, "per imbuttallu", per impediscallu di "esaltà sè stessu". Diu pò mandà afflizione per teneci umili.

# 9. Parechje volte a suffrenza, cum'è per Job o Paul, pò serve più di un scopu. Sè vo leghjite più in 2 Corinthians 12, hà ancu servutu per insegnà, o fà chì Paul sperimentassi a grazia di Diu. U versu 9 dice: "A mo grazia hè abbastanza per voi, a mo forza hè perfetta in a debolezza". U versu 10 dice: "Per amore di Cristu, mi rallegru di e debbulezze, di l'insulte, di e difficultà, di e persecuzioni, di e difficultà, perchè quandu sò debule, allora sò forte".

# 10. E Scritture ci mostranu ancu chì quandu soffre, participemu à a suffrenza di Cristu, (Leghje Filippesi 3:10). Rumani 8: 17 & 18 insegna chì i credenti "soffreranu", participendu à a so suffrenza, ma chì quelli chì feranu regneranu ancu cun ellu. Leghje I Petru 2: 19-22

U Grande Amore di Diu

Sapemu chì quandu Diu ci permette di soffre hè per u nostru bè perchè ci ama (Rumani 5: 8). Sapemu chì ellu hè sempre sempre cun noi, dunque ellu sà di tuttu ciò chì accade in a nostra vita. Ùn ci hè nunda di surpresa. Leghje Matteu 28:20; Salmu 23 è 2 Curintini 13: 11-14. Ebrei 13: 5 dice: "Ellu ùn ci lascerà mai o ùn ci abbandunarà". Salmi dice ch'ellu accampa intornu à noi. Vede ancu u Salmu 32:10; 125: 2; 46:11 è 34: 7. Diu ùn solu disciplina, ci benedica.

In i Salmi hè chjaru chì David è l'altri Salmisti sapianu chì Diu li amava è li circundava cù a so prutezzione è cura. U Salmu 136 (NVI) afferma in ogni versu chì u so amore dura per sempre. Aghju trovu chì sta parolla si traduce amore in u NIV, misericordia in u KJV è misericordia in u NASV. I studiosi dicenu chì ùn ci hè micca una sola parola inglese chì descriva o traduce a parolla ebraica aduprata quì, o devu dì micca una parola adatta.

Ghjungu à a cunclusione chì nisuna parolla puderia discrive l'amore divinu, u tipu d'amore chì Diu hà per noi. Pare chì sia un amore immeritatu (da quì a tradizione misericordia) chì hè al di là di a capiscitura umana, chì hè fermu, durabile, infrangibile, immortale è eterna. Ghjuvanni 3:16 dice chì hè cusì grande chì hà datu u so Figliolu per more per u nostru peccatu (Rileggi Rumani 5: 8). Hè cun questu grande amore chì Ellu ci curregge quandu un zitellu hè correttu da un babbu, ma per quale disciplina Ellu vole benedì. U Salmu 145: 9 dice: "U Signore hè bonu per tutti". Vede ancu u Salmu 37: 13 è 14; 55:28 è 33: 18 è 19.

Tendemu à assucià e benedizioni di Diu cù l'ottene cose chì vulemu, cum'è una vittura o una casa nova - i desideri di u nostru core, spessu volenu egoisti. Matteu 6:33 dice chì li aghjusta à noi se circhemu prima u so regnu. (Vede ancu u Salmu 36: 5.) A maiò parte di u tempu dumandemu roba chì ùn hè micca bona per noi - assai cum'è i zitelli. U Salmu 84:11 dice: “innò bene A cosa li impedirà à quelli chì camminanu dritti ".

In a mo ricerca ràpida per i Salmi, aghju trovu parechje manere in chì Diu si cura è benedica. Ci hè troppu versi per scrive li tutti fora. Fighjate alcuni - sarete benedetti. Hè u nostru:

1). Fornitore: Sì 104: 14-30 - Pruduce per tutta a creazione.

Salmu 36: 5-10

Matteu 6:28 ci dice ch'ellu s'occupa di l'acelli è di i gigli è dice chì simu più impurtanti per ellu chè questi. Luke 12 parla di i passeri è dice chì tutti i capelli di a nostra testa sò numerati. Cumu pudemu dubità di u so amore. U Salmu 95: 7 dice: "noi ... simu a banda in a so cura". Ghjacumu 1:17 ci dice: "ogni bonu rigalu è ogni rigalu perfettu venenu da sopra".

Filippesi 4: 6 è I Petru 5: 7 dicenu chì ùn duvemu micca esse ansiosi per nunda, ma duvemu dumandallu di risponde à i nostri bisogni perchè Ellu cura per noi. David hà fattu questu ripetutamente cum'è hè registratu in i Salmi.

2). Hè u nostru: Liberatore, Protettore, Difensore. Salmu 40:17 Ellu ci salva; ci aiuta quandu simu perseguitati. Salmu 91: 5-7, 9 & 10; Salmu 41: 1 & 2

3). Hè u nostru Rifugiu, Rocca è Fortezza. Salmu 94:22; 62: 8

4). Hè sustine. Salmo 41: 1

5). Hè u nostru Guaritore. Salmu 41: 3

6). Ci pardona. I Ghjuvanni 1: 9

7). Hè u nostru Aiutore è Custode. Salmu 121 (Quale hè trà noi chì ùn si hè lagnatu à Diu o ùn li hà dumandatu di aiutacci à truvà qualcosa chì ùn avemu micca piazzatu - una piccula cosa - o l'hà supplicatu di guarì ci da una terribile malattia o di fassi salvà da una tragedia o un accidente - un cosa maiò. Li interessa tuttu.)

8). Ci dà a pace. Salmu 84:11; Salmu 85: 8

9). Ci dà forza. Salmu 86:16

10). Si salva da i disastri naturali. Salmu 46: 1-3

11). Hà mandatu à Ghjesù per salvacci. Salmu 106: 1; 136: 1; Ghjeremia 33:11 Avemu citatu u so più grande attu d'amore. Rumani 5: 8 ci dice chì cusì dimostra u so amore per noi, perchè l'hà fattu mentre eramu sempre peccatori. (Ghjuvanni 3:16; I Ghjuvanni 3: 1, 16) Ci ama tantu ch'ellu ci face i so figlioli. Ghjuvanni 1:12

Ci sò tante descrizzioni di l'amore di Diu in e Scritture:

U so amore hè più altu chè u celu. Salmu 103

Nunda ùn ci pò separà da ellu. Rumani 8:35

Hè eterna. Salmu 136; Ghjeremia 31: 3

In John 15: 9 è 13: 1 Gesù ci racconta di cum'è amava i so discepuli.

In 2 Corinzi 13: 11 è 14 Hè chjamatu u "Diu di l'Amore".

In I Ghjuvanni 4: 7 dice, "l'amore hè di Diu".

In I Ghjuvanni 4: 8 dice "DIO hè AMORE".

Cum'è i so figlioli benamati, ellu ci currigerà è benedirà. In u Salmu 97:11 (NVI) dice "Ellu ci dà GIOIA", è u Salmu 92: 12 è 13 dice chì "i ghjusti fiuriscenu". U Salmu 34: 8 dice: "tastate è vedi chì u Signore hè bonu ... quantu beatu hè l'omu chì si rifugieghja in ellu".

Diu manda qualchì volta benedizioni speciali è prumesse per atti particulari di ubbidienza. U Salmu 128 descrive e benedizioni per marchjà in i so modi. In e beatitudini (Matteu 5: 3-12) Premia certi cumpurtamenti. In u Salmu 41: 1-3 Benedisce quelli chì aiutanu i poveri. Cusì certe volte e so benedizioni sò cundiziunali (Salmu 112: 4 & 5).

In a suffrenza, Diu vole chì gridemu, dumandendu u so aiutu cum'è David hà fattu. Ci hè una correlazione scritturale distinta trà "dumandà" è "riceve". David hà gridatu à Diu è hà ricevutu u so aiutu, è cusì hè cun noi. Vole ch'è no dumandessimu per chì capisimu chì hè Quellu chì dà a risposta è dopu per ringraziallu. Filippi 4: 6 dice: "Ùn siate ansiosi di nunda, ma in tuttu, per preghiera è petizione, cun ringraziamentu, presentate e vostre richieste à Diu".

U Salmu 35: 6 dice, "stu poveru omu hà pienghjutu è u Signore l'hà intesu", è u versu 15 dice: "E so orecchie sò aperte à u so gridu", è "u ghjustu ghjustu è u Signore li sente è li libera di tutti i so guai. " U Salmu 34: 7 dice: "Cercu u Signore è mi risponde". Vede u Salmu 103: 1 & 2; Salmu 116: 1-7; Salmu 34:10; Salmu 35:10; Salmu 34: 5; Salmu 103: 17 è Salmu 37:28, 39 è 40. U più grande desideriu di Diu hè di sente è risponde à u gridu di i salvati chì credenu è ricevenu u Figliolu cum'è u so Salvatore è di dà li a vita eterna (Salmu 86: 5).

cunchiusioni

Per cunclude, tutte e persone soffreranu in qualchì modu in un certu tempu è perchè avemu tutti piccatu semu cascati sottu à a maledizzione chì infine porta à a morte fisica. U Salmu 90:10 dice: "A lunghezza di i nostri ghjorni hè settanta anni o ottanta se avemu forza, eppuru a so durata ùn hè chè guai è tristezza". Questa hè a realtà. Leghje u Salmu 49: 10-15.

Ma Diu ci ama è vole benedisce tutti. Diu mostra e so benedizioni speciali, favore, prumesse è prutezzione nantu à i ghjusti, à quelli chì credenu è chì l'amanu è u servenu, ma Diu face chì e so benedizioni (cum'è a pioggia) cadinu nantu à tutti, "i ghjusti è l'ingiusti" (Matteu 4:45). Vede u Salmu 30: 3 & 4; Pruverbii 11:35 è Salmu 106: 4. Cumu avemu vistu u più grande attu d'amore di Diu, u so più bonu Regalu è Benedizione hè statu u donu di u Figliolu, à quale hà mandatu per more per i nostri peccati (I Corinzi 15: 1-3). Leghjite Ghjuvanni 3: 15-18 & 36 è I Ghjuvanni 3:16 è Rumani 5: 8 di novu.)

Diu prumette di sente a chjama (chianci) di i ghjusti è Senterà è risponde à tutti quelli chì credenu è u chjamanu per salvallu. Rumani 10:13 dice: "Quellu chì invoca u nome di u Signore serà salvatu". I Timuteu 2: 3 & 4 dice chì "vole chì tutti l'omi sianu salvati è venenu à a cunniscenza di a verità". Revelazione 22:17 dice: "Quellu chì vole vene", è Ghjuvanni 6:48 dice chì "ùn li cacciarà micca". Li face i so figlioli (Ghjuvanni 1:12) è venenu sottu u so favore particulare (Salmu 36: 5).

Dittu simplice, se Diu ci hà salvatu da ogni malattia o periculu ùn mureriamu mai è resteremu in u mondu cum'è a cunniscimu per sempre, ma Diu ci prumette una nova vita è un novu corpu. Ùn pensu micca chì vuleriamu stà in u mondu cumu hè per sempre. Cum'è credenti quandu morimu seremu immediatamente cun u Signore per sempre. Tuttu serà novu è hà da creà un celu è a terra novi è perfetti (Revelazione 21: 1, 5). Revelazione 22: 3 dice, "ùn ci sarà più nisuna maledizione", è Revelazione 21: 4 dice chì, "e prime cose sò passate". Revelazione 21: 4 dice ancu: "Ùn ci serà più morte o dolu o pienghje o dulore". Rumani 8: 18-25 ci dice chì tutta a creazione gemisce è soffre aspettendu quellu ghjornu.

Per avà, Diu ùn permette micca chì ci accada nunda chì ùn sia per u nostru bè (Rumani 8:28). Diu hà una ragione per tuttu ciò ch'ellu permette, cum'è a nostra sperimentazione di a so forza è u so putere di sustegnu, o a so liberazione. A sofferenza ci ferà vene à ellu, pruvucendu à chianciallu (pregà) per ellu è guardallu è fidallu.

Si tratta tuttu di ricunnosce à Diu è quale hè. Si tratta di a so sovranità è di a so gloria. Quelli chì ricusanu di adurà Diu cum'è Diu faleranu in u peccatu (Leghje Rumani 1: 16-32.). Si facenu Diu. Ghjobbu avia da ricunnosce u so Diu cum'è Creatore è Sovranu. U Salmu 95: 6 & 7 dice, "lasciaremu inchinà in cultu, inghjinuchjammi davanti à u Signore u nostru Creatore, perchè hè u nostru Diu". U Salmu 96: 8 dice: "Attribuite à u Signore a gloria duvuta à U SU NOME". U Salmu 55:22 dice: «Ghjettate e vostre primure nantu à u Signore è ellu vi sustene; Ùn lascerà mai falà i ghjusti ".

Perchè credemu in a creazione è una ghjovanu terra, anzi chì a evoluzione
            Credemu in a Creazione perchè e Scritture, è micca solu in Genesi capituli unu è dui, insegnanu chiaramente. Certi diceranu chì a Scrittura hè auturitaria quandu parla di fede è di moralità, ma micca quandu parla di scienza è di storia. Per dì què, devenu ignurà unu di i passaghji i più evidenti nantu à a moralità, i Dieci Cumandamenti. Esodu 20:11 dice: "Perchè in sei ghjorni u Signore hà fattu u celu è a terra, u mare, è tuttu ciò chì ci hè, ma hà ripusatu u settimu ghjornu. Dunque u Signore hà benedettu u ghjornu di u sàbatu è l'hà resu santu ".

Anu ancu da ignurà e parolle di Ghjesù in Matteu 19: 4-6. Dice: "Ùn avete micca lettu", hà rispostu, "chì à u principiu u Creatore" li facia maschili è femine ", è disse:" Per questa ragione un omu lascerà u babbu è a mamma è serà unitu à a so moglia , è i dui diventeranu una carne sola? Cusì ùn sò più dui, ma una carne. Dunque ciò chì Diu hà riunitu, chì nimu ùn si separi ". Ghjesù cita direttamente Genesi.

O cunsiderate e parolle di Paul in Atti 17: 24-26. Ellu disse: "u Diu chì hà fattu u mondu è tuttu ciò chì hè in ellu hè u Signore di u celu è di a terra è ùn stà micca in i tempii custruiti da e mani umane ... Da un omu hà fattu tutte e nazioni, per ch'elli abitessinu a terra sana". Pàulu dice ancu in Rumani 5:12, "Per quessa, cum'è u peccatu hè intrutu in u mondu per mezu di un omu, è a morte per mezu di u peccatu, è in questu modu a morte hè venuta à tutte e persone, perchè tutti anu peccatu -"

L'evoluzione distrugge u fundamentu annantu à u quale hè custruitu u pianu di salvezza. Rende a morte i mezi per mezu di i quali si face u prugressu evolutivu, micca a cunsequenza di u peccatu. È sì a morte ùn hè micca a pena per u peccatu, allora cumu puderia a morte di Ghjesù pagà per u peccatu?

 

Credemu in a Creazione ancu perchè credemu chì i fatti di a scienza a sustenenu chjaramente. E citazioni seguenti sò di ON THE ORIGIN OF SPECIES, Charles Darwin, ristampa da Harvard University Press, 1964.

Pagina 95 "A selezzione naturale ùn pò micca agisce solu per a preservazione è l'accumulazione di modifiche ereditate infinitimamente chjuche, ognuna prufittuosa per l'essere cunservatu."

Pagina 189 "Se puderia esse dimustratu ch'è esistessi qualsiasi urgani cumplessi, chì ùn puderebbenu esse stati furmati da numerose modifiche successive, a mo teoria si romperia assolutamente."

Pagina 194 «per a selezzione naturale ùn pò agisce chè prufittendu di poche variazioni successive; ùn pò mai fà un saltu, ma deve avanzà cù i passi i più corti è i più lenti ".

Pagina 282 "u numeru di ligami intermedii è di transizione, trà tutte e spezie vive è estinte, deve esse statu inconcevibbilmente grande".

Pagina 302 "Se numerose spezie, appartenenti à i stessi generi, o famiglie, anu daveru principiatu in vita in una volta, u fattu seria fatale per a teoria di a discendenza cù una mudificazione lenta per selezzione naturale."

Pagine 463 è 464 "nantu à sta duttrina di u sterminiu di una infinità di ligami di cunnessione, trà l'abitanti vivi è estinti di u mondu, è in ogni periodu successivu trà e spezie estinte è ancu più anziane, perchè ogni furmazione geologica ùn hè micca incaricata di tali ligami? Perchè ogni raccolta di resti fossili ùn permette micca evidenze chiare di a gradazione è di a mutazione di e forme di vita? Ùn ci incontremu micca cun tali prove, è questu hè u più evidente è forzatu di e tante obiezioni chì ponu esse urghjate contr'à a mo teoria ... Possu risponde à queste dumande è obiezioni gravi solu supponendu chì u registru geologicu sia assai più imperfettu cà a maiò parte di i geologhi. crede ".

 

A citazione chì segue hè di GG Simpson, Tempo è Mode in Evolution, Columbia University Press, New York, 1944

Pagina 105 «I primi membri è i più primitivi di ogni ordine anu dighjà i caratteri ordinali di basa, è in nisun casu si cunnosce una sequenza apprussimatamente cuntinua da un ordine à l'altru. In a maiò parte di i casi a pausa hè cusì acuta è a lacuna hè cusì grande chì l'origine di l'ordine hè speculativa è assai disputata ".

 

E citate seguenti sò da GG Simpson, The Meaning of Evolution, Yale University Press, New Haven, 1949

Questa assenza regulare di forme di transizione ùn hè micca limitata à i mammiferi, ma hè un fenomenu guasi universale, cum'ellu hè statu nutatu da i paleontologhi. Hè vera per guasi tutti l'ordini di tutte e classi d'animali ".

"Ci hè in questu rispettu una tendenza à a carenza sistematica in u registru di a storia di a vita. Hè dunque pussibule affermà chì tali transizioni ùn sò micca arregistrate perchè ùn esistianu micca, chì i cambiamenti ùn sò micca stati da transizione ma da salti improvvisi di evoluzione.

 

Mi rendu contu chì e citazioni sò piuttostu vechje. A citazione seguente hè di Evolution: A Theory in Crisis di Michael Denton, Bethesda, Maryland, Adler è Adler, 1986 chì si riferisce à Hoyle, F. è Wickramasinghe, C, 1981, Evolution from Space, Londra, Dent and Sons pagina 24. "Hoyle è Wickamansinghe ... stimanu a pussibilità di una semplice cellula viva spontaneamente chì esiste cum'è 1 in 10 / 40,000 provi - una probabilità scandalosamente chjuca ... ancu se l'universu sanu era cunsistitu di zuppa organica ... Hè veramente credibile chì i prucessi aleatorii anu pussutu custruì una realità, chì l'elementu u più chjucu - una proteina funziunale o un genu - hè cumplessa al di là di tuttu pruduttu da l'intelligenza di l'omu? "

 

O cunsiderate sta citazione di Colin Patterson, un paleontologu chì hà travagliatu à u British Museum of National History da u 1962 à u 1993, in una lettera persunale à Luther Sunderland. "Gould è u populu di u Museu Americanu sò difficiuli à cuntrastà quandu dicenu chì ùn ci sò micca fossili di transizione ... A metteraghju nantu à a linea - ùn ci hè micca unu di sti fossili per i quali si puderia fà un argumentu stancu." Patterson hè citatu da Sunderland in Darwin's Enigma: Fossils and Other Problems. Luther D Sunderland, San Diego, Master Books, 1988, pagina 89. Gould hè Stephen J Gould, chì cù Niles Eldridge, hà sviluppatu a "Teoria di l'equilibriu puntuata di l'evoluzione" per spiegà cumu l'evoluzione hè accaduta senza lascià alcuna forma di transizione in u registru fossile.

 

Ancu più recentemente, Anthony Flew in cooperazione cù Roy Varghesem hè surtitu in 2007 cù u libru: Ci hè un Diu: Cumu l'ateu più notu di u mondu hà cambiatu a so mente. Flew era per parechji anni probabilmente l'evoluzionista u più citatu in u mondu. In u libru, Flew dice chì hè stata l'incredibile cumplessità di a cellula umana è sopratuttu di l'ADN chì l'anu furzatu à cunclude chì ci era un Creatore.

 

L'evidenza per a Creazione è millaie, micca miliardi d'anni hè assai forte. Ma piuttostu chè di pruvà à presentà più evidenze, lasciami riferisce à dui siti web induve pudete truvà articuli di scienziati cun PhD, o diplomi equivalenti, chì credenu fermamente in a Creazione è ponu dà i motivi scentifichi di sta cridenza in una manera convincente. U situ web per l'Istitutu per a Ricerca di Creazione hè www.icr.org. U situ web per Creation Ministries International hè www.creation.com.

Diu perdunerà i peccati maiò?

Avemu a nostra propria visione umana di ciò chì sò "grandi" peccati, ma pensu chì a nostra visione pò qualchì volta differisce da quella di Diu. L'unicu modu per avè u pirdunu di qualsiasi peccatu hè per mezu di a morte di u Signore Ghjesù, chì hà pagatu u nostru peccatu. Colossenses 2: 13 & 14 dice: "È voi, essendu mortu in i vostri peccati è l'incircuncisioni di a vostra carne, hà acceleratu cun ellu, dopu avè perdonatu TUTTE transgressioni; sbulicendu a grafia di l'urdinanze chì era contru à noi, è l'hà pigliatu fora di a strada, inchjudendula à a croce ". Ùn ci hè pardonu di u peccatu senza a morte di Cristu. Vede Matteu 1:21. Colossesi 1:14 dice: "In quale avemu a redenzione per mezu di u so sangue, ancu u perdonu di i peccati. Vede ancu Ebrei 9:22.

L'unicu "peccatu" chì ci cundannerà è chì ci guarderà da u perdonu di Diu hè quellu di a incredulità, di ricusà è di ùn crede in Ghjesù cum'è u nostru Salvatore. Ghjuvanni 3:18 è 36: "Quellu chì crede in ellu ùn hè micca cundannatu; ma quellu chì ùn crede micca hè digià cundannatu, perchè ùn hà micca cridutu in u nome di l'unicu Figliolu di Diu ... "è u versu 36" Quellu chì ùn crede micca à u Figliolu, ùn vedrà micca a vita; ma l'ira di Diu stà nantu à ellu ". Ebrei 4: 2 dice: "Perchè per noi hè statu predicatu u Vangelu, è ancu per elli: ma a Parolla pridicata ùn li hà micca prufittu, ùn essendu micca mischiata cù a fede in quelli chì l'anu intesa".

Sì site un credente, Ghjesù hè u nostru Avucatu, sempre in piedi davanti à u Babbu chì intercede per noi è duvemu vene à Diu è confessà u nostru peccatu. Se peccemu, ancu i peccati maiò, I Ghjuvanni I: 9 ci dice: "Se confessemu i nostri peccati, Ghjesù hè fidu è ghjustu per pardunacci i nostri peccati è per purificacci da ogni iniquità". Ci pardunerà, ma Diu ci pò permette di soffre e cunsequenze di u nostru peccatu. Eccu alcuni esempii di persone chì anu fattu piccatu "in tristezza:"

# 1. DAVID. Per i nostri standard, probabilmente David era u più grande trasgressore. Certamente cunsideremu i peccati di David cum'è grandi. David hà fattu adulteriu è dopu assassinatu premeditamente Uria per copre u so peccatu. Eppuru, Diu li hà pardunatu. Leghje u Salmu 51: 1-15, in particulare u versu 7 induve dice: "lavami è saraghju più biancu cà a neve". Vede ancu u Salmu 32. Parlendu di sè stessu dice in Salmu 103: 3: "Quale perdona tutte e to iniquità". U Salmu 103: 12 dice: "In quantu l'Est hè da l'Occidenti, cusì luntanu hà livatu e nostre trasgressioni da noi.

Leghje 2 Samuel capitulu 12 induve u prufeta Nathan cunfronta David è David dice: "Aghju fattu piccatu contr'à u Signore". Nathan li disse dopu in u versu 14: "U Signore hà ancu alluntanatu u to peccatu ..." Ricordati, però, Diu hà punitu David per questi peccati durante a so vita:

  1. U so zitellu hè mortu.
  2. Hà suffertu per a spada in guerri.
  3. U male hè vinutu da ellu da a so propria casa. Leghje 2 Samuel capituli 12-18.

# 2. MOSES: Per parechji, i peccati di Mosè ponu parè banali paragunatu à i peccati di David, ma à Diu eranu grandi. A so vita hè chjaramente parlata in l'Scrittura, cum'è u so piccatu. Prima, duvemu capisce a "Terra Promessa" - Canaan. Diu era cusì in zerga cù u peccatu di disubbidienza di Mosè, a zerga di Mosè annantu à u pòpulu di Diu è a so falsa rappresentazione di u caratteru di Diu è a mancanza di fede di Mosè chì ùn li lasciava micca entre in a "Terra Promessa" di Canaan.

Una grande quantità di credenti capiscenu è si riferiscenu à a "Terra Promessa" cum'è una figura di u celu, o vita eterna cun Cristu. Ùn hè micca u casu. Duvete leghje Ebrei capituli 3 è 4 per capisce questu. Insegna chì hè una figura di u riposu di Diu per u so pòpulu - a vita di fede è di vittoria è a vita abbundante à a quale si riferisce in e Scritture, in a nostra vita fisica. In Ghjuvanni 10:10 Ghjesù hà dettu: "Sò venutu per ch'elli possinu avè vita è per avè la più abbundante". S'ellu fussi un ritrattu di u celu, perchè Mosè seria apparsu cun Elia da u celu per stà cun Ghjesù nantu à a muntagna di a Trasfigurazione (Matteu 17: 1-9)? Mosè ùn perde micca a so salvezza.

In Ebrei capituli 3 & 4 l'autore si riferisce à a ribellione è l'incredulità d'Israele in u desertu è Diu hà dettu chì tutta a generazione ùn entreria micca in u so restu, a "Terra Promessa" (Ebrei 3:11). Hà punitu quelli chì seguitavanu e dece spie chì anu ripurtatu un cattivu raportu di a terra è anu scuragitu a ghjente di fidà si in Diu. Ebrei 3: 18 & 19 dice chì ùn anu pussutu entre in u so riposu per via di a incredulità. I versi 12 è 13 dicenu chì duvemu incuragisce, micca scuragisce, l'altri à fidà si in Diu.

Canaan era a terra prumessa ad Abràhamu (Ghjenesi 12:17). A "Terra Promessa" era a terra di "latte è meli" (abbundanza), chì li darà una vita piena di tuttu ciò ch'elli avianu bisognu per una vita soddisfacente: pace è prosperità in questa vita fisica. Hè un ritrattu di a vita abbundante chì Ghjesù dà à quelli chì anu fiducia in ellu durante a so vita quì nantu à a terra, vale à dì, u restu di Diu parlatu in Ebrei o 2 Petru 1: 3, tuttu ciò chì avemu bisognu (in sta vita) per " vita è pietà ". Hè riposu è pace da tutti i nostri sforzi è lotte è riposu in tuttu l'amore è a pruvista di Diu per noi.

Eccu cumu Mosè hà fallutu per piace à Diu. Hà smessu di crede è hè andatu à fà e cose à a so manera. Leghje Deuteronomiu 32: 48-52. U versu 51 dice: "Questu hè chì tramindui avete rumputu a fede cun mè in presenza di l'Israeliti in l'acqui di Meribah Kadesh in u Desertu di Zin è perchè ùn avete micca sustinutu a mo santità trà l'Israele". Allora chì era u peccatu chì l'hà fattu punisce perdendu a cosa chì hà passatu a so vita terrena "travagliendu" - entrendu in a bella è fruttifera terra di Canaan quì nantu à a terra? Per capisce questu, Leghje Esodu 17: 1-6. Numeri 20: 2-13; Deuteronomiu 32: 48-52 è capitulu 33 è Numeri 33:14, 36 & 37.

Mosè era u capimachja di i figlioli d'Israele dopu ch'elli eranu salvati da l'Egittu è viaghjavanu à traversu u desertu. Ci era pocu è in certi lochi micca acqua. Mosè era tenutu à seguità l'indicazione di Diu; Diu hà vulsutu insegnà à u so pòpulu a fiducia in ellu. Sicondu Numbers capitulu 33, ci sò due eventi induve Diu face un miraculu per dalli acqua da a Rocca. Tene à mente, si tratta di u "Rock". In Deuteronomiu 32: 3 & 4 (ma leghjite tuttu u capitulu), parte di u Cantu di Mosè, sta proclamazione hè fatta micca solu à Israele ma à a "terra" (per tutti), nantu à a grandezza è a gloria di Diu. Questu era u travagliu di Mosè mentre guidava Israele. Mosè dice: «Proclameraghju u nomu di u Signore. Oh, lode a grandezza di u nostru Diu! ELLU HÈ THE ROCK, E so opere sò incantu, e tuttu I so modi sò ghjusti, un Diu fede chì ùn face nunda di male, ghjustu è ghjustu hè ellu ". Era u so compitu di riprisentà à Diu: grande, ghjustu, fidu, bonu è santu, à u so pòpulu.

Eccu ciò chì hè accadutu. U primu avvenimentu riguardu à "a Roccia" hè accadutu cum'è vistu in Numeri capitulu 33:14 è Esodu 17: 1-6 in Rephidim. Israele bruntulò contr'à Mosè perchè ùn ci era acqua. Diu hà dettu à Mosè di piglià a so canna è di andà versu a roccia duve Diu staria davanti. Ellu disse à Mosè di colpi nantu à u scogliu. Mosè hà fattu quessa è l'acqua hè surtita da a Rocca per u populu.

U secondu avvenimentu (avà ricordati, Mosè era previstu di seguità l'indicazioni di Diu), hè statu dopu in Kadesh (Numeri 33: 36 & 37). Quì l'istruzzioni di Diu sò diverse. Vede Numeri 20: 2-13. Di novu, i figlioli d'Israele brontulavanu contr'à Mosè perchè ùn c'era acqua; torna Mosè va à Diu per direzzione. Diu li hà dettu di piglià a verga, ma hà dettu: "riunite l'assemblea" è "parle à a roccia davanti à i so ochji ". Invece, Mosè diventa duru cù u populu. Dice: "Tandu Mosè alzò u bracciu è sciaccò duie volte a petra cù u so bastone". Cusì hà disubbiditu à un ordine direttu da Diu à "parle à a Rocca ". Avà sapemu chì in un esercitu, se site sottu un capu, ùn disobbedite micca à un ordine direttu ancu se ùn capite micca pienu. Ubbidite. Dopu Diu dice à Mosè a so trasgressione è e so cunsequenze in u versu 12: "Ma u Signore hà dettu à Mosè è Arone:" Perchè ùn avete micca fattu fiducia in mè abbastanza per Onuri Eiu cum'è santu in vista di l'Israele, ùn purtarete micca questu populu in u paese Li dò. »Dui peccati sò mintuvati: incredulità (in Diu è in u so ordine) è disprezzu per ellu, è disonore à Diu davanti à u pòpulu di Diu, quelli ch'ellu avia in cumandu. Diu dice in Ebrei 11: 6 chì senza fede hè impussibule di fà piacè à Diu. Diu hà vulsutu chì Mosè esemplifichessi sta fede in Israele. Stu fiascu seria grave cum'è un capu di ogni tipu, cum'è in un esercitu. U leadership hà una grande responsabilità. Se vulemu una leadership per guadagnà ricunniscenza è pusizione, per esse messi nantu à un pedistallu, o per guadagnà u putere, a cerchemu per tutte e ragioni sbagliate. Mark 10: 41-45 ci dà a "regula" di a leadership: nimu ùn deve esse un capu. Ghjesù parla di i guvirnanti terrestri, dicendu chì i so guverni "Signore nantu à elli" (verse 42), è dopu dice: "Eppuru ùn serà micca cusì trà voi; ma quellu chì vole diventà grande trà di voi serà u vostru servitore ... perchè ancu u Figliolu di l'Omu ùn hè micca vinutu per esse servutu, ma per serve ... "Luke 12:48 dice:" Da tutti quelli chì sò stati affidati assai, assai di più esse dumandatu ". Ci hè dettu in I Petru 5: 3 chì i capimachja ùn devenu micca esse "maestri di quelli chì vi sò affidati, ma esse esempi per a banda".

Se u rolu di dirigenza di Mosè, quellu di dirigerli à capì à Diu è a so gloria è a so santità ùn bastavanu micca, è a disubbidienza à un Diu cusì grande ùn bastava micca per ghjustificà a so punizione, allora vede ancu u Salmu 106: 32 & 33 chì parla di a so rabbia quandu dice chì Israele l'ha causatu "parlà parolle imprudenti", fendu li perde u calmu.

Inoltre, fighjemu solu a roccia. Avemu vistu chì Mosè hà ricunnisciutu à Diu cum'è "a Roccia". In tuttu l'Anticu Testamentu, è u Novu Testamentu, Diu hè chjamatu a Roccia. Vede 2 Samuel 22:47; Salmu 89:26; Salmu 18:46 è Salmu 62: 7. A Roccia hè un sughjettu chjave in u Cantu di Mosè (Deuteronomiu capitulu 32). In u versu 4 Diu hè u scogliu. In u versu 15 anu rifiutatu u Scogliu, u so Salvatore. In u versu 18, anu abbandunatu u Rock. In u versu 30, Diu hè chjamatu a so Rocca. In u versu 31 dice, "a so roccia ùn hè micca cum'è a nostra Rocca" - è i nemichi d'Israele a sanu. In i versi 37 è 38 avemu lettu: "Induve sò i so dii, u scogliu in u quale si sò rifuggiati?" u Rock hè superiore, paragunatu à tutti l'altri dii.

Fighjate à I Corinzi 10: 4. Si parla di u cuntu di l'Anticu Testamentu di Israele è di u scogliu. Dice chjaramente, «anu betu tutti di a stessa bevanda spirituale perchè bevianu da una roccia spirituale; è a roccia era Cristu ". In l'Anticu Testamentu Diu hè chjamatu a Rocca di a Salvazione (Cristu). Ùn hè micca chjaru quantu Mosè hà capitu chì u futuru Salvatore era A Roccia chì we cunnosce cum'è fattu, quantunque hè chjaru ch'ellu hà ricunnisciutu à Diu cum'è a Rocca perchè dice parechje volte in a Canzone di Mosè in Deuteronomiu 32: 4, "Hè a ROCCIA" è hà capitu chì hè andatu cun elli è ch'ellu era a Roccia di a Salvazione . Ùn hè micca chjaru s'ellu hà capitu tuttu u significatu ma ancu s'ellu ùn l'hà micca capitu se era imperativu per ellu è per tutti noi cum'è populu di Diu di ubbidì ancu quandu ùn avemu micca capitu tuttu; à "fidà si ubbidisce".

Certi pensanu ancu chì si ne và più luntanu ch'è in u fattu chì a Rocca era destinata à esse un tippu di Cristu, è chì era statu colpitu è ​​brusgiatu per e nostre iniquità, Isaia 53: 5 & 8, "Per a transgressione di u mo pòpulu hè statu colpitu", è "Tu farà di a so anima un'offerta per u peccatu ". L'offesa vene perchè hà distruttu è distortu u tippu colpendu a Rocca duie volte. Ebrei ci amparanu chjaramente chì Cristu hà patitu "una volta per tutti i tempi "per u nostru peccatu. Leghje Ebrei 7: 22-10: 18. Nota versi 10:10 è 10:12. Dicenu: "Semu stati santificati per mezu di u corpu di Cristu una volta per tuttu", è "Dopu avè offertu un sacrifiziu per i peccati per tutti i tempi, si pusò à a diritta di Diu". Se Mosè colpì a Rocca duvia esse un ritrattu di a so morte, chjaramente u so colpu di Rocca hà distortatu duie volte u ritrattu chì Cristu avia bisognu di more una sola volta per pagà u nostru peccatu, per tutti i tempi. Tuttu ciò chì Mosè hà capitu pò ùn esse chjaru ma eccu ciò chì hè chjaru:

1). Mosè hà piccatu disubbidendu à l'ordini di Diu, hà pigliatu e cose in e so mani.

2). Diu era scuntentu è adduluratu.

3). Numeri 20:12 dice chì ùn hà micca fiducia in Diu è hà screditatu publicamente a so santità

davanti à Israele.

4). Diu hà dettu chì Mosè ùn averia micca permessu di entre in Canaan.

5). Apparse cù Ghjesù nantu à u monte di a Trasfigurazione è Diu hà dettu ch'ellu era fidu in Ebrei 3: 2.

Misrepresentare è disonurà à Diu hè un peccatu seriu è grave, ma Diu li hà pardunatu.

Lascemu Mosè è guardemu un coppiu d'esempii di u Novu Testamentu di peccati "grandi". Fighjemu à Paulu. Si chjamava u più grande piccatore. I Timuteu 1: 12-15 dice: "Questu hè un dettu fidu è degnu di ogni accettazione, chì Cristu Ghjesù hè ghjuntu in u mondu per salvà i piccatori, di i quali sò capu". 2 Petru 3: 9 dice chì Diu ùn vole micca chì nimu perisca. Paulu hè un bellu esempiu. Cum'è un capimachja d'Israele, è espertu in e Scritture, duverebbe avè capitu quale era Ghjesù, ma u ricusava, è perseguitava assai quelli chì cridianu in Ghjesù è eranu un accessoriu à a lapidazione di Stefanu. Tuttavia, Ghjesù si hè presentatu à Paul personalmente, per rivelassi à Paul per salvallu. Leghje Atti 8: 1-4 è Atti capitulu 9. Dice chì ellu "hà fattu scempiu a chjesa" è hà impegnatu omi è donne in prigiò, è hà appruvatu a tumbera di parechji; eppuru Diu l'hà salvatu è hè diventatu un grande maestru, scrivendu più libri di u Novu Testamentu ch'è qualsiasi altru scrittore. Hè una storia di un incrédule chì hà fattu grandi peccati, ma Diu l'hà purtatu à a fede. Eppuru Rumani u capitulu 7 ci dice ancu ch'ellu hà luttatu cù u peccatu cum'è credente, ma Diu li hà datu a vittoria (Rumani 7: 24-28). Vogliu mintuvà ancu Petru. Ghjesù u chjamò per seguità ellu stessu è esse discìpulu è hà cunfessu quale era Ghjesù (Vede Marcu 8:29; Matteu 16: 15-17.) Eppuru entusiasticu Petru nigò à Ghjesù trè volte (Matteu 26: 31-36 & 69-75 ). Petru, capendu u so fiascu, surtì è piense. Più tardi, dopu a risurrezzione, Ghjesù u circò è li disse trè volte: "Nutrisci e mo pecure (agnelli)" (Ghjuvanni 21: 15-17). Petru hà fattu quessa, insignendu è predicendu (vede u Libru di l'Atti) è scrivendu I & 2 Petru è dendu a so vita per Cristu.

Vidimu da st'esempii chì Diu salverà à qualchissia (Revelazione 22:17), ma perdona ancu i peccati di u so pòpulu, ancu i grandi (I Ghjuvanni 1: 9). Ebrei 9:12 dice: "... per mezu di u so sangue hè entrutu una volta in u locu santu, avendu ottenutu una redenzione eterna per noi". Ebreu 7: 24 è 25 dice, "perchè Ellu cuntinueghja sempre ... Per quessa hè capace di salvalli à u più altu chì venenu à Diu per ellu, videndu ch'ellu vive sempre per fà l'intercessione per elli".

Ma, amparemu ancu chì hè una "cosa spaventosa di cascà in manu à u Diu vivu" (Ebrei 10:31). In I Ghjuvanni 2: 1 Diu dice: "Ti scrivu questu per ùn avè micca piccatu". Diu vole chì siamu santi. Ùn duvemu micca ingannà è pensà chì pudemu solu tene u peccatu perchè pudemu esse perdonati, perchè Diu pò è ci richiederà spessu di affrontà a so punizione o cunsequenze in sta vita. Pudete leghje nantu à Saul è i so numerosi peccati in I Samuel. Diu hà pigliatu da ellu u so regnu è a so vita. Leghje I Samuel capituli 28-31 è Salmu 103: 9-12.

Ùn pigliate mai u peccatu per scontu. Ancu se Diu vi pardona, pò è spessu mette in vigore punizioni o cunsequenze in sta vita, per u nostru bè. Certamente hà fattu quessa cù Mosè, David è Saul. Amparemu per mezu di a correzione. Cum'è i genitori umani facenu per i so figlioli, Diu ci rimprovera è curregge per u nostru bè. Leghje Ebreu 12: 4-11, in particulare u versu sestu chì dice: "PER QUELLI CHI U SIGNORE AMA CH'È DISCIPLINA, È SCURGHJA TUTTI I FILLI CH'E RICEVE". Leghjite tuttu Ebrei capitulu 10. Leghjite ancu a risposta à a quistione: "Diu mi pirdunerà se continuu à peccà?"

Diu Diu Mi Pardunerà Se Continuu à Peccà?

Diu hà fattu una pruvista per u perdonu per tutti noi. Diu hà mandatu u so Figliolu, Ghjesù, per pagà a pena per i nostri peccati da a so morte in croce. Rumani 6:23 dice: "Perchè u salariu di u peccatu hè a morte, ma u donu di Diu hè a vita eterna per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore". Quandu i cridenti accettanu à Cristu è credenu ch'ellu hà pagatu per i so peccati, sò perdonati per Tutti i so peccati. Colossenses 2:13 dice: "Ci hà pardunatu tutti i nostri peccati". U Salmu 103: 3 dice chì Diu "perdona tutte e vostre iniquità". (Vede Efesini 1: 7; Matteu 1:21; Atti 13:38; 26:18 è Ebrei 9: 2.) I Ghjuvanni 2:12 dice: "I vostri peccati sò stati perdunati per via di u so nome". U Salmu 103: 12 dice: "Quantu l'Est hè da l'Occidente, cusì luntanu hà cacciatu e nostre trasgressioni da noi". A morte di Cristu ùn solu ci dà u perdonu di u peccatu, ma dinò a prumessa di a VITA ETERNA. Ghjuvanni 10:28 dice: "Li dò a vita eterna, è ùn perderanu MAI". Ghjuvanni 3:16 (NASB) dice: "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu, chì hà datu u Solu Figliolu generatu, chì quellu chì crede in ellu ùn perisce micca, ma avete a vita eterna ".

A vita eterna principia quandu accettate à Ghjesù. Hè eterna, ùn finisce micca. Ghjuvanni 20:31 dice: "Quessi sò scritti à voi per pudè crede chì Ghjesù hè u Cristu, u Figliolu di Diu, è chì crede pudè avè a vita per mezu di u so Nome". Di novu in I Ghjuvanni 5:13, Diu ci dice: "Queste cose vi aghju scrittu per voi chì crede in u Nome di u Figliolu di Diu per chì sapete chì avete a vita eterna". Avemu questu cum'è una prumessa da u Diu fidu, Chì ùn pò micca bugie, prumessu prima chì u mondu principia (vede Titu 1: 2). Nutate dinò sti versi: Rumani 8: 25-39 chì dice, "nunda ci pò separà da l'amore di Diu", è Rumani 8: 1 chì dice: "Ùn ci hè dunque nisuna cundanna à quelli chì sò in Cristu Ghjesù". Questa penalità hè stata pagata in tuttu da Cristu, una volta per tutti i tempi. Ebrei 9:26 dice: "Ma Ellu hè apparsu una volta per tuttu à u culmine di l'età per annullà u peccatu per u sacrifiziu d'ellu stessu". Ebrei 10:10 dice: "E per questa vuluntà, simu stati fatti santi per mezu di u sacrifiziu di u corpu di Ghjesù Cristu una volta per tutte". I Tessalonicani 5:10 ci dice chì camperemu cun ellu è I Tessalonicani 4:17 dice: "cusì saremu sempre cun u Signore". Sapemu ancu chì 2 Timuteu 1:12 dice: "Sò à quale aghju cridutu, è sò cunvintu ch'ellu hè capace di tene ciò chì li aghju impegnatu contr'à quellu ghjornu".

Allora chì accade quandu femu peccatu di novu, perchè sì simu veriti, sapemu chì i credenti, quelli chì sò salvati, ponu è facenu sempre u peccatu. In a Scrittura, in I Ghjuvanni 1: 8-10, questu hè assai chjaru. Dice: "Se dicemu chì ùn avemu micca peccatu, ci ingannemu noi stessi", è "se dicemu chì ùn avemu micca fattu piccatu, u rendimu bugiardu è a so parolla ùn hè micca in noi". I versi 1: 3 è 2: 1 sò chjaru chì ellu parla cù i so figlioli (Ghjuvanni 1: 12 è 13), i credenti, micca quelli chì ùn sò micca salvati, è ch'ellu parla di fraternità cun ellu, micca di salvezza. Leghje 1 Ghjuvanni 1: 1-2: 1.

A so morte pardona perchè simu stati salvati per u sempre, ma, quandu peccemu, è femu tutti, vedemu per sti versi chì a nostra cumunione cù u Patre hè rotta. Allora chì femu? Lode u Signore, Diu hà fattu una pruvista ancu per questu, un modu per ristabilisce a nostra fraternità. Sapemu chì dopu à Ghjesù hè mortu per noi, hè ancu risuscitatu da i morti è hè vivu. Hè u nostru modu per a fraternità. I Ghjuvanni 2: 1b dice: "... sì qualchissia peccatu, avemu un difensore cù u Patre, Ghjesù Cristu u ghjustu". Leghjite ancu u versu 2 chì dice chì questu hè per via di a so morte; ch'ellu hè a nostra propitiation, u nostru ghjustu pagamentu per u peccatu. Ebrei 7:25 dice: "Perciò hè capace ancu di salvalli finu à u più altu, chì venenu à Diu per ellu, vistu ch'ellu vive sempre per fà intercessione per noi". Ellu intercede per contu nostru davanti à u Babbu (Isaia 53:12).

A bona nutizia ci vene in I Ghjuvanni 1: 9 induve dice: "Se confessemu i nostri peccati, Ghjesù hè fidu è ghjustu per pardunacci i nostri peccati è per purificà ci da ogni iniquità". Arricurdatevi - questa hè a prumessa di Diu chì ùn pò mentà (Titu 1: 2). (Vede ancu u Salmu 32: 1 & 2, chì dice chì David hà ricunnisciutu u so peccatu à Diu, chì hè ciò chì si intende per cunfessione.) Allora a risposta à a vostra dumanda hè chì, iè, Diu ci pardunerà se confessemu u nostru peccatu à Diu, cum'è David hà fattu.

Stu passu di ricunnosce u nostru peccatu à Diu deve esse fattu ogni tantu chì hè necessariu, appena simu cuscenti di a nostra malfatte, à spessu chì peccemu. Ciò include cattivi penseri chì abitemu, peccati di fallimentu di fà a cosa bona, è azzioni. Ùn duviamu micca scappà da Diu è piattamuci cum'è Adamu è Eva anu fattu in u giardinu (Ghjenesi 3:15). Avemu vistu chì sta prumessa di purificacci da u peccatu cutidianu vene solu per via di u sacrifiziu di u nostru Signore Ghjesù Cristu è per quelli chì sò nati di novu in a famiglia di Diu (Ghjuvanni 1: 12 è 13).

Ci hè parechje esempi di persone chì anu fattu piccatu è chì sò cascati corti. Arricurdatevi Rumani 3:23 dice, "perchè tutti anu fattu piccati è mancanu a gloria di Diu". Diu hà ancu dimustratu u so amore, misericordia è perdonu per tutte ste persone. Leghjite nantu à Elia in Ghjacumu 5: 17-20. A Parolla di Diu ci insegna chì Diu ùn ci sente micca quandu preghemu se guardemu l'iniquità in u nostru core è in a nostra vita. Isaia 59: 2 dice: "I vostri peccati anu piattatu a so faccia da voi, per ùn sente micca". Eppuru quì avemu Elia, chì hè descrittu cum'è "un omu di passioni cum'è noi" (cù peccati è fallimenti). In qualchì parte di a strada Diu deve avè pardunatu, perchè Diu hà certamente rispostu à e so preghere.

Fighjate i antenati di a nostra fede - Abràhamu, Isaccu è Ghjacobbu. Nisunu di elli eranu perfetti, tutti peccavanu, ma Diu li hà perdunatu. Anu furmatu a nazione di Diu, u pòpulu di Diu è Diu hà dettu ad Abràhamu chì a so discindenza avaria benedettu u mondu sanu. Tutti eranu persone chì anu piccatu è fallenu cum'è noi, ma chì sò venuti à Diu per u perdonu è Diu li hà benedetti.

A nazione d'Israele, cum'è un gruppu, era testarda è peccatrice, ribellendu continuamente contr'à Diu, eppuru ùn li hà mai cacciati. Ié, sò stati spessu puniti, ma Diu era sempre prontu à perdunà li quandu u circavanu per u perdonu. Hè statu è hè longu à perdunà per sempre. Vede Isaia 33:24; 40: 2; Ghjeremia 36: 3; Salmu 85: 2 è Numeri 14:19 chì dice: "Perdono, ti prego, l'iniquità di stu populu, secondu a grandezza di a Tua misericordia, è cum'è Tu hai perdunatu stu populu, da l'Egittu ancu finu à avà". Vede ancu u Salmu 106: 7 & 8.

Avemu parlatu di David chì hà fattu adulteriu è omicidiu, ma hà ricunnisciutu u so piccatu à Diu è hè statu perdonatu. Hè statu punitu severamente da a morte di u so zitellu ma sapia chì u viderebbe in u Celu (Salmu 51; 2 Samuele 12: 15-23). Ancu Mosè hà disubbiditu à Diu è Diu u hà punitu pruibenduli l'entrata in Canaan, a terra prumessa à Israele, ma hè statu perdonatu. Hè apparsu cun Elia da u celu nantu à a muntagna di a transfigurazione, è era cun Ghjesù. Sia Mosè sia David sò citati cù i fideli in Ebrei 11:32.

Avemu un ritrattu interessante di u perdonu in Matteu 18. I discìpuli anu dumandatu à Ghjesù quantu volte devenu pardunà è Ghjesù hà dettu "70 volte 7." Hè cusì, "tempi innumerevuli". Se Diu dice chì duvemu perdonà 70 volte 7, ùn pudemu sicuramente superà u so amore è u so perdonu. Perdarà più di 70 volte 7 se dumandemu. Avemu a so prumessa inalterabile di pardunacci. Avemu solu bisognu di cunfessà u nostru peccatu ad ellu. David hà fattu. Ellu disse à Diu: "Contra tè, solu aghju fattu piccatu è aghju fattu stu male in u vostru situ" (Salmu 51: 4).

Isaia 55: 7 dice: "Lascià u gattivu abbandunà a so strada è l'omu male u so penseri. Ch'ellu si vulti versu u Signore, è averà pietà d'ellu è di u nostru Diu, perchè perdunerà liberamente ". 2 Cronache 7:14 dice questu: "Se u mo pòpulu, chì hè chjamatu da u mo nome, si umilierà, pregherà è cercarà a mo faccia è si ne vulterà da i so modi malvagi, allora senteraghju da u celu, pardunaraghju u so peccatu è guariscerà a so terra . "

U desideriu di Diu hè di campà per noi per rende pussibule a vittoria annantu à u peccatu è a pietà. 2 Corinzi 5:21 dice: "L'hà fattu per esse peccatu per noi, chì ùn sapiamu nisun peccatu; chì pudemu esse fatti a ghjustìzia di Diu IN ellu ". Leghjite puru: I Petru 2:25; I Corinzi 1: 30 & 31; Efesini 2: 8-10; Filippi 3: 9; I Timoteu 6: 11 & 12 è 2 Timuteu 2:22. Arricurdatevi, quandu continuate à peccà a vostra fraternità cun u Babbu hè rotta è duvete ricunnosce a vostra malfatte è vultà ind'è u Babbu è dumandallu di cambià. Arricurdatevi, ùn pudete micca cambià voi stessu (Ghjuvanni 15: 5). Vede ancu Rumani 4: 7 è Salmu 32: 1. Quandu fate questu a vostra fraternità hè ristabilita (Leghje I Ghjuvanni 1: 6-10 è Ebrei 10).

Fighjemu à Paulu chì si chjamava u più grande di i piccatori (I Timoteu 1:15). Hà suffertu per u prublema di u peccatu cum'è noi; hà continuatu à peccà è ci dice in Rumanu capitulu 7. Forse si hè fattu sta stessa dumanda. Paulu descrive a situazione di vive cù una natura peccaminosa in Rumani 7: 14 è 15. Dice chì hè "u peccatu chì stà in mè" (versu 17), è u versu 19 dice: "u bè chì vuleria, ùn la facciu micca è praticu u male stessu chì ùn vogliu micca". À a fine dice: "quale mi liberarà?", È dopu hà amparatu a risposta: "Grazie à Diu per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore" (versi 24 è 25).

Diu ùn vole micca chì campemu in un tale modu chì simu cunfessendu è esse perdonati per i stessi peccati particulari più è più volte. Diu vole chì superemu u nostru peccatu, per esse cum'è Cristu, per fà u bè. Diu vole chì semu perfetti cum'ellu hè perfettu (Matteu 5: 48). I Ghjuvanni 2: 1 dice: "I mo figlioli, ti scrivu ste cose per chì ùn peccate micca ..." Ellu vole chì smettemu di peccà è chì vole cambià. Diu vole chì campemu per ellu, per esse santu (I Petru 1:15).

Ancu se a vittoria cumencia cun a ricunniscenza di u nostru peccatu (I Ghjuvanni 1: 9), ci piace cum'è Paulu ùn pò cambià noi stessi. John15: 5 dice: "Senza mè ùn pudete fà nunda". Duvemu cunnosce è capisce a Scrittura per capisce cumu cambià a nostra vita. Quandu diventemu un credente, Cristu vene à campà in noi per mezu di u Spìritu Santu. Galati 2:20 dice: "Sò statu crucifissu cun Cristu, è ùn sò più eiu chì campu, ma Cristu stà in mè; è a vita ch'e campu avà in a carne a campu per fede in u Figliolu di Diu, chì m'hà amatu, è si hè datu per mè ".

Cum'è Rumani 7:18 dice, a vittoria annantu à u peccatu è u veru cambiamentu in a nostra vita vene "per mezu di Ghjesù Cristu". I Corinzi 15:58 dice questu in e stesse parolle esatte, Diu ci dà a vittoria "per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore". Galati 2:20 dice: "micca eiu, ma Cristu". Avemu avutu quella frase per a vittoria in a Scola Biblica à a quale aghju assistitu, "Micca eiu ma Cristu", vale à dì, Ellu compie a vittoria, micca eiu in u mo sforzu stessu. Amparemu cumu questu hè fattu da altre Scritture, in particulare in Rumani 6 è 7. Rumani 6:13 ci mostra cumu fà questu. Duvemu cede à u Spìritu Santu è dumandallu di cambià. Un segnu di rendimentu significa permettà (lascia) à un'altra persona avè u dirittu di passaghju. Avemu da lascià (permette) à u Spìritu Santu d'avè u "dirittu di strada" in a nostra vita, u dirittu di campà in è per mezu di noi. Avemu da "lascià" chì Ghjesù ci cambiessi. Rumani 12: 1 a dice cusì: "Prisenta à u to corpu un sacrifiziu vivu" per ellu. Tandu camperà per noi. Dopu HE ci cambierà.

Ùn vi lasci micca ingannà, sè continuate à peccà, influenzerà a vostra vita, mancendu a benedizzione di Diu è puderia ancu causà punizione o ancu morte in questa vita perchè, ancu se Diu vi perdona (ciò ch'ellu farà), ellu pò castigà vi cum'è hà fattu Mosè è David. Si pò permette di soffre e cunsequenze di u to peccatu, per u to bè. Arricurdatevi, Ghjesù hè ghjustu è ghjustu. Hà punitu u rè Saulu. Hà pigliatu u so regnu è a so a vita. Diu ùn vi permetterà micca di scappà cù u peccatu. Ebrei 10: 26-39 hè un passaghju difficiule di e Scritture, ma un puntu in questu hè assai chjaru: Se continuemu à peccà deliberatamente dopu esse stati salvati, stamu calpighendu u sangue di Cristu da u quale eramu stati perdonati una volta per tutte è noi pudemu aspettà una punizione perchè ùn rispettemu u sacrifiziu di Cristu per noi. Diu hà punitu u so pòpulu in l'Anticu Testamentu quandu anu piccatu è Ellu punirà quelli chì anu accettatu Cristu chì deliberatamente continuanu à peccà. Ebrei capitulu 10 dice chì sta punizione puderia esse severa. Ebrei 10: 29-31 dice "Quantu pensate di manera più severa chì qualcunu merita di esse punitu chì hà calpestatu u Figliolu di Diu sottu à i pedi, chì hà trattatu cum'è una cosa malsana u sangue di l'allianza chì li hà santificati, è chì hà insultatu u Spiritu di grazia? Perchì a cunniscimu à quellu chì hà dettu: 'Hè a mo vendetta; Ti rimburseraghju, è dinò, "U Signore ghjudicherà u so pòpulu". Hè una cosa spaventosa di cascà in manu à u Diu vivu ". Leghje I Ghjuvanni 3: 2-10 chì ci mostra chì quelli chì sò di Diu ùn peccanu in permanenza. Se una persona cuntinueghja à peccà apposta è à seguità a so manera, duverebbenu "pruvà si" per vede se a so fede hè veramente vera. 2 Curintini 13: 5 dice: "Pruvatevi per vede se site in a fede; esaminatevi! O ùn a ricunniscite micca per voi stessi, chì Ghjesù Cristu hè in voi - à menu chì ùn falli micca a prova? "

2 Curintini 11: 4 indica chì ci sò parechji "falsi evangelii" chì ùn sò micca u Vangelu. Ci hè solu UN veru Vangelu, quellu di Ghjesù Cristu, è chì hè tutalmente apartu da e nostre bone opere. Leghje Rumani 3: 21-4: 8; 11: 6; 2 Timuteu 1: 9; Titu 3: 4-6; Filippesi 3: 9 è Galati 2:16, chì dice: "(Sapemu) chì una persona ùn hè micca ghjustificata da l'opere di a lege, ma da a fede in Ghjesù Cristu. Cusì noi, ancu noi, avemu messu a nostra fede in Cristu Ghjesù per pudè esse ghjustificati per a fede in Cristu è micca per l'opere di a lege, perchè per l'opere di a lege nimu serà ghjustificatu ". Ghjesù hà dettu in Ghjuvanni 14: 6, "Sò a strada è a verità è a vita. Nimu vene à u Babbu, eccettu per mezu di mè ". I Timoteu 2: 5 dice: "Perchè ci hè un Diu è un mediatore trà Diu è l'omu, l'omu Cristu Ghjesù". Se cercate di scappà cù u peccatu, continuendu deliberatamente à peccà, avete probabilmente credutu qualchì falsu Vangelu (un altru Vangelu, 2 Corinzi 11: 4) basatu annantu à qualchì forma di cumpurtamentu umanu o di bone azzioni, invece di u Vangelu veru (I Corinzi 15: 1-4) chì ghjè per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore. Leghje Isaia 64: 6 chì dice chì e nostre bone azzioni sò solu "stracci sputichi" in vista di Diu. Rumani 6:23 dice: "Perchè u salariu di u peccatu hè a morte, ma u donu di Diu hè a vita eterna per mezu di Ghjesù Cristu u nostru Signore". 2 Curintini 11: 4 dice: "Perchè se qualchissia vene è pruclama un altru Ghjesù chè quellu chì avemu proclamatu, o se ricevi un spiritu diversu da quellu chì avete ricevutu, o se accettate un evangelu diversu da quellu chì avete accettatu, mette cun ellu abbastanza prestu ". Leghje I Ghjuvanni 4: 1-3; I Petru 5:12; Efesini 1:13 è Marcu 13:22. Leghjite dinò Ebrei capitulu 10 è ancu capitulu 12. Se sì un credente, Ebrei 12 ci dice chì Diu rimproverà è disciplinerà i so figlioli è Ebrei 10: 26-31 hè un avvertimentu chì "U Signore ghjudicherà u so pòpulu".

Avete veramente cridutu u veru Vangelu? Diu cambierà quelli chì sò i so figlioli. Leghje 1 Ghjuvanni 5: 11-13. Sì a vostra fede hè in ellu è micca e vostre propie bone azzioni, site u so per sempre è sì perdonatu. Leghje I Ghjuvanni 5: 18-20 è Ghjuvanni 15: 1-8

Tutte queste cose travaglianu inseme per trattà u nostru peccatu è ci portanu à a vittoria per ellu. Ghjuda 24 dice: "Avà à Quellu chì hè capace di impedisce ti di cascà è di presentassi senza difetti davanti à a presenza di a so gloria cun gioia eccessiva". 2 Curintini 15: 57 & 58 dice: "Ma ringrazia à Diu chì ci dà a vittoria per mezu di u nostru Signore Ghjesù Cristu. Dunque, amati fratelli, siate fermi, immubiliati, abbondanti sempre in l'opera di u Signore, sapendu chì in u Signore u vostru travagliu ùn hè micca in vanu ". Leghjite u Salmu 51 è u Salmu 32, in particulare u versu 5 chì dice: "Dopu aghju ricunnisciutu u mo peccatu per voi è ùn aghju micca coperto a mo iniquità. Aghju dettu: 'cunfideraghju e mo trasgressioni à u Signore'. È avete pardunatu a culpabilità di u mo peccatu ".

A ghjente serà salvata durante a tribulazione?
Duvete leghje è capisce attentamente parechje Scritture per uttene a risposta à sta dumanda. Sò: I Tessalonicani 5: 1-11; 2 Tessalonicani capitulu 2 è Rivilazione capitulu 7. In Prima è Seconda Tessalonicani Paul scrive à i credenti (quelli chì anu ricevutu Ghjesù cum'è u so Salvatore) per cunsulallu è assicuralli chì ùn sò micca in a Tribulazione è chì ùn sò micca stati lasciati dopu u Rapitu, perchè I Tessalonicani 5: 9 & 10 ci dice chì simu destinati à esse salvati è campà cun ellu è ùn simu micca stati destinati à l'ira di Diu. In 2 Tessalonicani 2: 1-17 li dice chì ùn seranu micca "lasciati daretu" è chì l'Anticristu, chì farà di ellu stessu u guvernatore mundiale è farà un trattatu cun Israele, ùn hè statu ancu rivelatu. U so trattatu cù Israele signaleghja u principiu di a Tribulazione ("u ghjornu di u Signore"). Stu passaghju dà un avvertimentu chì ci dice chì Ghjesù venerà di colpu è inaspettatamente è rapirà i so figlioli - i credenti. Quelli chì anu intesu u Vangelu è "anu rifiutatu di amà a verità", quelli chì rifiutanu à Ghjesù, "per esse salvati", seranu ingannati da Satanassu durante a Tribulazione (versi 10 è 11) è "Diu li manderà una forte delusione, per ch'elli possinu crede ciò chì hè falsu, per chì tutti sianu cundannati quale ùn hà micca cridutu a verità ma hà avutu piacè in l'inghjustizia "(hà continuatu à gode di i piacè di u peccatu). Dunque ùn pensate micca chì pudete rinunzià à accettà à Ghjesù è fà lu durante a Tribulazione.

Rivelazione ci dà uni pochi di versi chì parenu indicà chì una mansa di ghjente serà salvata durante a Tribulazione perchè seranu in celu rallegrendu davanti à u tronu di Diu, alcuni di ogni tribù, lingua, populu è nazione. Ùn dice micca esattamente quale sò; forse sò persone chì ùn avianu mai intesu u Vangelu nanzu. Avemu una visione più chjara di quale ùn sò micca: quelli chì l'anu ricusatu è quelli chì piglianu u segnu di a bestia. Parechji, sì micca a maiò parte di i santi di a tribulazione seranu marturiati.

Eccu un elencu di versi da Rivilazione chì indicanu chì e persone saranu salvate durante quellu tempu:

Revelazione 7: 14

"Quessi sò quelli chì sò surtiti da a grande tribulazione; anu lavatu i so vistimenti è i anu fattu bianchi in u sangue di l'Agnellu ".

Revelazione 20: 4

È aghju vistu l'anime di quelli chì eranu stati decapitati per via di a so testimunianza di Ghjesù è per via di a parolla di Diu è di quelli chì ùn avianu micca aduratu a bestia o a so maghjina; è ùn avianu micca ricevutu u segnu nantu à a fronte è nantu à a so manu è sò venuti à a vita è anu regnatu cun Cristu milla anni.

Revelazione 14: 13

Dopu aghju intesu una voce da u celu chì dice: "Scrivite questu: Beati i morti chì morenu in u Signore da avà".

"Iè ", dice u Spìritu," si ripuseranu da u so travagliu, perchè e so azzioni i seguiteranu ".

U mutivu di questu hè perchè anu rifiutatu di seguità l'Anticristu è anu rifiutatu di piglià a so marca. A Rivelazione rende assai chjaru chì QUALCUNU chì riceve u segnu o u numeru di a bestia in a so fronte o in a so manu serà ghjittatu in u lavu di focu à u ghjudiziu finale, cù a bestia è u falsu prufeta è eventualmente Satanassu stessu. Revelazione 14: 9-11 dice: "Dopu un anghjulu, un terzu, li seguita, dicendu cun voce alta:" Sì qualchissia adora a bestia è a so maghjina, è riceve un segnu nantu à a so fronte o in a so manu, ellu ancu beverà di u vinu di l'ira di Diu, chì si mischia in piena forza in a cuppa di a so rabbia; è serà turmintatu da u focu è da u zolfu in presenza di i santi angeli è in presenza di l'Agnellu. È u fumu di u so turmentu cresce in eternu è in eternu; ùn anu micca riposu ghjornu è notte, quelli chì veneranu a bestia è a so maghjina, è chì riceve u segnu di u so nome. "(Vede ancu Revelazione 15: 2; 16: 2; 18:20 è 20: 11-15.) Ùn ponu mai esse salvati. Questa hè a sola cosa, vale à dì, piglià a marca di a bestia durante a tribulazione, chì vi tenerà da a redenzione è a salvezza.

Ci hè duie volte chì Diu usa a frasa "da ogni lingua, tribù, populu è nazione" per riferisce à i salvati: Revelazione 5: 8 & 9 è Revelazione capitulu 7. Revelazione 5: 8 & 9 parla di a nostra età attuale è di a predicazione di u Vangelu è a prumessa chì alcuni di ognunu di sti gruppi etnici saranu salvati è adoreranu à Diu in celu. Quessi sò i santi salvati prima di a Tribulazione. (Vede Matteu 24:14; Mark 13:10; Luke 24:47 è Revelazione 1: 4-6.) In Revelazione capitulu 7 Diu parla di santi di ogni "lingua, tribù, populu è nazione" chì sò salvati "fora di », Vale à dì, durante a Tribulazione. Revelazione 14: 6 parla di un anghjulu chì predica u Vangelu. U ritrattu di i martiri prisentatu in Rivilazione 20: 4 mostra chjaramente una multitùdine sò salvate durante a Tribulazione.

Sì site un credente, I Tessalonicani 5: 8-11 dice di esse cunsulatu, sperate in a salvezza prumessa di Diu è ùn esse scuzzulatu. Avà a parolla "speranza" in a Scrittura ùn significa micca ciò chì face in inglese cum'è in "Spergu chì qualcosa accadrà". I nostri HOPE in a Scrittura hè un "cosa sicura, qualcosa chì Diu dice è prumette accadrà. Queste prumesse sò parlate da u Diu Fidu chì ùn pò micca bugie. Titu 1: 2 dice: "In a speranza di a vita eterna, chì Diu, chì ùn pò mentà, prumesse prima di principià l'età di u tempu ". U versu 9 di I Tessalonicani 5 prumette chì i credenti "camperanu cun ellu per sempre", è, cum'è avemu vistu, u versu 9 dice chì ùn simu "micca nominati à l'ira, ma per ottene a salvezza da u nostru Signore Ghjesù Cristu". Credemu, cum'è a maggior parte di i cristiani evangelici, chì u Rapitu precede a Tribulazione basatu annantu à 2 Tessalonici 2: 1 & 2 chì dice chì saremu riunitu à ellu è à mè Tessalonicani 5: 9 chì dice: "Ùn simu micca numinati à l'ira".

Se ùn site micca un credente è rifiutate à Ghjesù per pudè cuntinuà in u peccatu, siate avvertiti, ùn avete micca una seconda chance in a Tribulazione. Sarete ingannatu da Satanassu. Sarete persu per sempre. A nostra "speranza sicura" hè in u Vangelu. Leghje Ghjuvanni 3: 14-36; 5:24; 20:31; 2 Petru 2:24 è I Corinzi 15: 1-4, chì danu u Vangelu di Cristu, è credenu. Riceve lu. Ghjuvanni 1: 12 è 13 dice: "Eppuru, à tutti quelli chì l'anu ricevutu, à quelli chì cridianu in u so nome, hà datu u dirittu di diventà figlioli di Diu - figlioli nati micca di discendenza naturale, nè di decisione umana nè di a vulintà di u maritu, ma nati da Diu ". Pudete leghje più nantu à questu nantu à stu situ nantu à "Cumu esse salvatu" o dumandà più dumande. U più impurtante hè di crede. Ùn aspittà; ùn ritardate micca - perchè Ghjesù tornerà di colpu è inaspettatamente è sarete persu per sempre.

Sè vo cridite, siate "cunsulati" è "fermatevi" (I Tessalonicani 4:18 è 5: 23 è 2 Tessalonicani capitulu 2) è ùn abbiate paura. I Corinzi 15:58 dice: "Dunque, i mo fratelli amati, siate fermi, inamovibili, sempre abbondanti in l'opera di u Signore, sapendu chì u vostru travagliu ùn hè micca in vain in u Signore".

Seremu Ghjudicati Immediatamenti Dopu Diecieri?
U megliu passaghju per risponde à a vostra dumanda vene da Luke 16: 18-31. U ghjudiziu hè immediata, ma ùn hè nè definitiva nè cumpleta subitu dopu à a nostra morte. S'è simu cridenti in Ghjesù u nostru spiritu è ​​l'anima saranu in celu cun Ghjesù. (2 Corinzi 5: 8-10 dice, "esse assenti da u corpu hè esse prisente cù u Signore.) I malfidenti saranu in Ade finu à u ghjudiziu finale, è poi anderanu à u Lago di Focu. (Revelazione 20: 11-15) I credenti saranu ghjudicati per e so opere ch'elli anu fattu per Diu, ma micca per u peccatu. (I Corinzi 3: 10-15) Ùn seremu micca ghjudicati per i piccati perchè simu perdonati in Cristu. L'increduli seranu ghjudicati per i so piccati. (Revelazione 20:15; 22:14; 21:27)

In Ghjuvanni 3: 5,15.16.17.18 è 36 Ghjesù dice chì quelli chì crèdenu chì Ellu murìu per elli hà a vita eterna è quelli chì ùn criunu micca cunnannati digià. I Corinziuni 15: 1-4 dici: "Cristu hà mortu per i nostri piccati ... perchè Ghjesù fù intarratu è ch'ellu era risuscitatu in u terzu ghjornu". Acte 16: 31 dice: "Believe in u Signore Ghjesù, è sarete salvatu. "2 Timothy 1: 12 dici:" Sugnu cunvinta chì Ellu hà capaci di mantene ciò chì l'aghju cumbatte contr'à quellu ghjornu ".

Ùn avemu a nostra vita passata dopu avemu muriu?
In risposta à a quistione di ricurdà a vita "passata", dipende da ciò chì vulete dì cù a dumanda.

1). Sè site riferitu à a reincarnazione a Bibbia ùn l'ampara micca. Ùn ci hè menzione di vultà in una altra forma o cum'è una altra persona in l'Scrittura. Ebrei 9:27 dice chì, "Hè numinatu per l'omu una volta à more è dopu questu u ghjudiziu ".

2). Se dumandate se ricorderemu a nostra vita dopu à a nostra morte, ci ricorderemu di tutte e nostre azzioni quandu saremu ghjudicati per ciò chì avemu fattu durante a nostra vita.

Diu sà tuttu - passatu, presente è futuru è Diu ghjudicherà i cridenti per e so azzioni peccaminose è riceveranu una punizione eterna è i credenti saranu ricumpensati per e so opere fatte per u regnu di Diu. (Leghje Ghjuvanni capitulu 3 è Matteu 12: 36 & 37.) Diu si ricorda di tuttu.

Considerendu chì ogni onda sonora hè fora da qualchì parte è cunsiderendu chì avà avemu "nuvole" per archivà i nostri ricordi, a scienza principia à pena à ritruvà ciò chì Diu pò fà. Nisuna parolla o azzione ùn hè micca rilevabile per Diu.

Domande correlate:

U Babies andanu in Cielo?
"... Andaraghju versu ellu, ma ùn ùn turnarà micca à mè". ~ 2 Samuel 12: 23b

U mo preziosu babbu ... U mio core di frebba sulla eterna, fate u tesoru di u mo core! Ti capisce u vostru dettu vicinu à a moia fermu ùn vole micca di partì. Aghju caritati a so gatta finta d'ochji. I vostri ochji fighjulanu bè in a mioia. U so rinfrescante di vita si scachju, pareva prima di u tempu.

A tozza dolce tocca i cori di parechji. A vostra presenza sempre persiste. Aghju pigliu un'altru novu in u celu, ma avà sò in l'armata di Ghjesù.

I sguardi guardianu u nivicinu versu u celu cù e làcrime streaming down my face. "Tenete cura di u mo preziosu babbu finu à avè vistu a fàccia".

L'amuri di Diu avia parmettutu di l'pacìssimu carcu u mio core. Puderete sughjettu u coru di l'angeli strumming his arpels angèliche!

Dìite à mamma per mè Ghjesù hà avutu salvatu di parechji tempestali. Hè a gràzia di Diu nantu à l'innocent chì Hà ricuminatu in i so bracce.

Perchè sò sottu à l'ale di a so prutezzione. Aghju reachu a Land Promised Land! U Ghjesù ami i zitelli per esse hè u regnu di u celu.

Perchè Diu hè u suvrani in a so salvezza Chì ellu quellu chì hà fattu. Ellu riceve quelli chì morse in fiori chì ùn anu micca bisognu di u so propiu.

Ùn ci hè micca tristezza quì, nè duluri ... a risata benzina ciene l'aria! Ci hè una multitùdine di ànghjuli, mommy, ci hè figliolu in ogni locu!

I figlioli di u Diu tutti circunna, stalla à i so ghjinochji. Ogni annu di elli sò preziosi perchè u regnu di u celu appartene à queste.

A morte di un zitellu hè straining, u duluri più penoso chì duvemu purtà. Sò sottu à l'ale di u Signore, caru mamme, sì in u so amori.

U so amori isciutu da l'altures di u celu per righjunghja per a so manu per affaccià a mioia. "Aghju pigliatu in u celu, u mo preziosu bè chì Diu m'hà chjamatu a casa un pocu!"

I vostri labbre chjamate mommy, hè a musica à i mo ore! Avaraghju a so cumpagnia di i so cumpagnie ... quandu quì aghju intricatu cusì vicinu.

Ghjesù disse: "... Sperate chì i zitelli ani venutu à mè, è ùn odiavenu micca; perchè di questu hè u regnu di Diu". ~ Mark 10: 14b

"Oghje hè U ghjornu di Pregnant and Children's Remembrance. Oghje, u mo core s'hè cunsideratu chì hè stata impiegata numerosi volte à solu solu u pensamentu di u nostru ange, Ryley, ma ancu à u pensamentu di u mio figliolu d'ànghjulu è nebbia, è di l'ànghjuli di l'amichi d'amici.

U mo core salute, è aghju pututu capì per quale Diu hà pigliatu i nostri babici cusì prestu.

Ma puru sò ricurdatu di un versu chì avete lettu à un pocu tempu chì m'hà aiutatu: Ecclesiastese 4: 3 "Ma megliu di quantu hè quellu chì ùn hà mai natu, chì ùn hà micca vistu u male chì hè fattu sottu u sole. "(NIV) Eppuru ùn anu pussutu riceve à Ryley, Diu hà tenutu u nostru babbu in i so bracce è hè cura di Ryley, mentri noi quì nantu à a Terra piglià u nostru babbu in a strada. Quale hè chì puderia esse un pruduttore mejoratu per a nostra Ryley chì l'quellu chì a cura di noi?

"Un annu ghjornu, l'aprili 6th, 2017, avemu perde unu di i nostri ziteddi. Avemu avutu cunnosce chì eranu allungati parechji settimani dopu, è aghju avutu l'attaccu di pane di ogni ghjornu. Ma questa matina, era pitta d'esse avutu mai. Ùn pudia micca funziunalità. Ùn pudete micca preparà pè u travagliu. M'arrizzò, è ùn sapia chì qualcosa era sbagliatu. Sapiu chì qualcosa ùn era micca ghjustu cù a gravidenza. Aghju stabilitu una cuntagliu cù u me duttore, è urdinò i teste di sangue è l'ultrasound. L'ultrasound ùn esse micca per un paru di simani, ma s'assumigliava chì tuttu seria bella. U mo travagliu di sangue veni torna cù tuttu ciò chì hè aggradèvule, in più di un nivellu di vitamina D assai bassu.

Avìa ottu ott'anni quandu avemu avutu l'ultrasound. Prima di avà dimostratu chì avemu avutu un solu babbu sanu. E dopu ci anu dicentatu chì avemu avutu perch'e un ziteddu à circa 6 sette, chì era u stessu ghjornu chì m'era svancatu è ùn pudia micca funzionà. Epparìbulu instantamente chì avemu avutu perde u nostru babbu di quellu ghjornu.

Ùn pudianu aiutà, ma dumandassi subitu perchè Diu avia pigliatu u nostru babbu. Ma dopu, in l'annu dopu, aghju avutu perchè! In questu annu, aghju amparatu è cunnisciutu parechje altre donna chì anu persu i so babies. E questu dolore chì Diu hà avutu avè l'aiutu hà aiutatu à pudè caminari cù issi donne è aiutanu cù u so dulore. Ogni vota aghju intesu di unu, aghju avutu u so dulore è u mo dulore.

E ora, u nostru babbu sanu hè 4 mesi. Aghju pigliu per piglià u mo preziosu ogni notte. Ci hè parechje chì ùn puderebbe aiutà ma maravigliate tuttu ciò chì avissi statu cum'è s'ellu avia avutu pussutu averebbe figlioli. Ma avà, aghju aghjunatu per u mo figliolu.

Certe volte, quand'è aghju avutu per dolore, ùn capì micca perchè Diu ùn face ciò chì Avarà. Ùn vidu micca a so stampa completa. Eppuru, certi volte un annu, certi anni, in u futuru, avemu da verificà perchè Diu hà digià passatu stu dulore. A maiò parte di u tempu, hè questu pudemu cunnetta cù e persone. Hè da manera chì pudemu cammarà vicinu à e persone chì passonu per u stessu dulore chì avemu fattu, è aiutanu à traversu u so dulore.

Hè statu un annu, è ancu s'ellu ci hè u mo dulore hè forte, u mo Ddiu hè più forte, è aghju scrittu perchè ellu hà pigliatu u nostru anghjulu. Trovu un versu chì m'hà aiutatu à mezu à quelli di i ghjorni più difficili. Ecclesesi 4: 3: "Ma a più bona furtuna di tutti sò quelli chì ùn sò micca nati. Perchè ùn anu vistu tuttu u male chì hè fattu sottu u sole. "(NLT). U nostru ange anu hè tenutu da u Diu di grande è putente. Ryley ùn cunnosci micca u dolore di cori, o u sensu di tristezza. Ryley hà cunnisciutu a felicità, è hà cunnuscenu u sensu di essendu tinutu da u nostru Salvadore. Pensate chì hè quella chì mi aiutanu à stu anniversariu. U nostru Ryley hè in u celu, è ghjucatu cù tutti l'altre angelo babies. Un ghjornu, aghju da piglià a Ryley. Ma per avà, sò chì Ryley hè salvu in i braccia di u nostru Salvadore, è ùn pò micca esse rimessi ".

Diu Mi Ammi?
Pregu di Ghjesù, "Quantu ti piace à mè?" Ellu disse: "Questu" è stende e mani è mortu. Mortu per mè, un piccatu cadutu! Ellu hè mortu per voi.

***

A notte prima di a mo morti, site nantu à mo mente. Cumu avia vulutu dà una rilazioni cù voi, per passà l'eternità cù voi in u celu. Ma, u peccatu sceglie da Me è u mo Patre. U sacrificiu di sangue innochiastu era bisognu di u pagamentu di i vostri peccati.

L'ora hè vinutu quandu era stata per piglia a mo vita per voi. Dà pisura di u core, andò à l'ortu per pricà. In agunia di l'anima I sudra, cum'è hè stata, gocci di sangue chì chjese à Diu ... "... U mio Babbu, se chè possi, permette sopra à questu cupidà di mè: ùn ne micca cum'è questu, ma cum'è tù vulete. "~ Matteu 26: 39

Mentre èiu in u giardinu i suldati vìnniru a arrestà finu à quandu eru inoccu di qualchì crimini. Mi purtate davanti à u salone di Pilatu. Quandu era davanti à i mo accusatori. Allora Pilatu mi pigliò, è strufinati. I lacerati chjucu in u mo paese, cum'è pigliu a battaglia per voi. Allora i soldati scorciaru, è pusonu un capelli scarlatte nantu à mè. T'hà vultatu una corona di spine nantu à a mo testa. U sangu du u me facci ... ùn era micca bellezza chì vi vulete desiderà Me.

Allora i suldati si ne ridìanu di mè, dicendu: "Salvami, re di i Ghjudei! Mi purtate prima chì a ghjente vintu, gridendu: "Crucifessu. Crucifiede ". Ci ponu stà in silenciu, sanguinante, ferulinu è battutu. Ferru per i vostri transgressions, feriti per e vostre iniquità. Scusate è ribattatu di l'omi.

Pilatu circate di liberà, ma hà datu in a pressione di a folla. "Pigliate à Ghjesù, è crucifichele; perchè ùn aghju nè culpa in ellu", li disse. Allora ellu hà mandatu per esse crucifissu.

Avete nantu à mo mia, cum'e purtate A mo cruciveru in u locu soleu à u Golgotha. Ci era sottu u so pesu. Era u mo amuri per voi, è per fà a voluntazione di u mo Patrone chì m'hà datu a forza per sopra sottu a so carica pisanti. Eccu, aghju purtatu i vostri doluri è aghju purtatu i vostri piacè chì stanu a mo vita per u peccatu di l'omi.

I suldati si svultatu à daveru i colpi di u marteddu purtendu l'unghie chjucu in i mo mani è i pedi. Amuri ancora i vostri peccati à a croce, perchè mai trattatu. I strogghiati, è ne partenu di more. Eppuru, ùn pigliendu a mio vita. Ju beni beni.

U celu addivintò negru. Ancu u sole si svegliu. U mo corpu venerà cù l'excruciante duluri pigghiò u pisu di u vostru peccatu è hà avutu casticatu per chì l'ira di Diu puderia esse cumene.

Quandu e cose eranu fatti. Mi cumprate u mo spiritu in e mani di u mo Patore, è hà sustegnu e mio parolle finale, "Hè finitu". Hè aghju intristitu u mo capu è hà datu u ghostu.

I Amu ... Ghjesù.

"U maiò amore ùn hà mancu quellu di questu, chì un omu stinnate a so vita per i so amichi". ~ John 15: 13

Cumu puderaghju salvà l'infernu?
Dear Soul,

Oghje a strada pudete parechje inclinada, è sì stanu suli. Qualchissia chì fiducia hà decepitu. Ddiu vidi i so là. Senti u so dulore. Pigliò per cunsulallu, perchè ellu hè un amicu chì ferma più vicinu à un fratellu.

Ddiu t'era assai chì hà mandatu u so solu Figliolu, Ghjesù, per andà in u vostru locu. Tridellu à pardunà per ogni peccatu chì avete fattu, se ci vulete abbandunà u vostru peccatu è turnate da elli.

Forsi si senti: "Ùn serà micca pardunatu i mio piccati per chì sò troppu grande. Ùn avete micca cunnisciutu i peccati chì aghju avutu, Ùn strayed massa remota da u so amore. "

Aghju cumprendenu i vostri pinsamenti, caru ànima. Aghju persu, puru un indelicadori è immerravuli di u so amore. Quì è stete à u pede di a cruci di prufitta per a misericòrdia, ma hè a gràzia di u nostru Diu.

L'Scrittura dice: "... Ùn hè vinutu micca à chjamà i ghjusti, ma i piccatori à u ripintenza." ~ Mark 2: 17b

Soul, chì vi porta à mè è di mè.

Ùn importa micca quandu quellu chì hè in u pitò hà cadutu, a gràzia di Diu hè più grande. L'ànimi destruzzione brutta, Vense à salvà. Ellu ghjunghje à a so manu pè mantene a tòia.

Cù u to cori aghjunse, dicerete à u Signore:

"Sò un piccatore. Sò statu piccatu tutta a mo vita. Perdà, Signore.

Forsi si voi cum'è quellu piccatu falatu. Ellu viaghjate à Ghjesù, sapendu ch'ellu era Quellu chì pudia salvà. Dopu e so làcrimi streamingendu a so faccia, hà cuminciatu à lavà i so pedi cun làcrime, è l'limpiassi cù i so capelli. Ellu disse: "I so peccati, chì sò parechje, sò pardunati ..." À l'ànima, pò Dicenu chì di voi tonight?

Pudite avè da lacrimi curruzzione per a vostra parata quandu ligheghja cun ella. Forsi si vedi a pornografia è avete vrigugnatu, o avete messu adulteriu è voi esse pirdunatu. "Ùn mi vogliu micca fora da a to presenza. Perdà per u malugnu chì aghju fattu "Hè cum'è culpata cum'è ella era, ma u listessu Ghjesù chì hà pardunatu averà aduverà ancu a tonight.

Un ghjornu oghje nantu à u Signore, trasparente in a so presenza. I libri di a vostra vita sò aperte per esse ghjudicati. Ogni pensamentu ... ogni parola ... tutti i motivi di u vostru core sò esse rivelati in u so luminu illuminante. Chì duvete dì in a so presenza? Dìite à u Signore: "Aghju fattu un fucile di a mo vita, vogliu per esse pardunatu" Ddiu vidi u vostru core, l'ànima estimata. Sure, hà fattu selezziunate cun forse, ma ellu ama sempre!

Forsi si pensavvi à dà a vostra vita à Cristu, ma fece cullà per una ragione o un altru. "Avà, s'e sente a so voce, ùn dura micca i vostri cori." ~ Hebreos 4: 7b

Cumu Speramentu Per Depressione?
Oh, a notte nuttla di l'anima, quand'elle ci tennaru i nostri arpi nantu à i salute è truvate cunsulazione solu in u Signore!

A separazione hè dolorosa. Quale di noi ùn ha tristatu a perdita di un seru amatu, nè hà sentitu u so dolore avendu piantu in i so armi, ùn ne amà più i so amori è i so cumpagni è per sempre, per aiutà à travaglià i travagli di a vita?

Parechji sò passate per a vaddi quandu avete lettu questu. Puderete cuncernate, perchè un ghjornu perchè un cumpagnu stessu è sò avè avè avè travagliatu u scudo di a separazione, stupendose cumu si manca cù l'ore di longhu anticipu.

Sentemu a mancanza di a perdita in i nostri cori, quandu un amatoghju hè stata tolta da noi.

Sò pigliatu da voi per un pocu tempu in presenza, micca in coru ... Sò nostalgiu per u celu è anticipiamo a riunione di i nostri amati cum'è a nostra brama di un locu megliu.

U familiarità era tantu confortante. Ùn manca mancu fà facenu daveru. Chì ci sò e stampe chì ci anu tuppatu, i posti chì ci anu datu confort, e visithe chì ci hannu pussutu gioia. Avemu fermu à ciò chì hè preziosu finu ùn hè prutticu da noi spessu cù a profonda anguscia di l'anima.

A volte a so tristizza lavora nantu à noi cum'è l'ochju di l'oceanu chjappà nantu à a nostra ànima. Scuddemu di u so dulore, truvamu campagnolu sottu à l'ale di u Signore.

Avemu dava per menti in a valle di dolore s'ella ùn era micca per a manu di u nostru pastori à guidà ci à traversu e lunghe e longuette notti. In a notte oscura di l'anima, hè u nostru consolatore, una Presenza amorosa chì accede à u nostru dolore è in a nostra sofferenza.

Cù ogni lacrime chì cascanu, a tristura nudge us homeward versu u celu, chì nisuna morte, nè duluri, nè frattura hè cascata. Chjera potendu durà per una notte, ma giò chì vene à a mane. Duvemu in i nostri mumenti di u più profughtu dulore.

À l'aghju pricipitatu avemu anticipatu a nostra riunione cun alive quandu avemu da esse cù i nostri amici in u Signore.

A volte l'angoscia di a vostra anima vi vi moverà à e lacrime, ma abbracciarenu, ùn saperemu micca casa. L'ambitu di u vostru coru accumarà solu a vostra relazione cù u Signore. Ciò ùn hè micca pussibile se ùn avessi camminatu per a valle di dolore.

"Beate quelli chì piangevanu, perchè saranu cunsulati". ~ Matti 5: 4

Perchè u Signore benedite u mantene tù tutti i ghjorni di a vostra vita, finu à chì ghjè in a presenza di u Signore in lu celu.

Cumu I Recuperu da a dipendenza di Porn?
Caramata anima,

Fighi parlà à u to core per un mumentu .. ùn sò micca quì per ti condemnà, o per ghjudicà duve sì stato. Aghju capitu quantu hè faciule per esse pigliatu in a rete di pornografia.

A tentazione hè in ogni locu. Hè un prublema chì avemu tutti davanti à. Ogni ghjornu ci hè l'entessione di ciò chì vedemu in televisione, in film, o in Internet.

Pò esse parechje una cosa petite per vede quellu chì hè piacevule à l'ochju. U problema hè, circadandu turne in lust, è lusting hè un desideriu chì ùn hè mai satisfied.

“Ma ogni omu hè tentatu, quandu hè attiratu da a so brama, è seduce. Poi quandu a brama hà cuncipitu, produce u peccatu, è u peccatu, quandu hè finitu, hà da fà a morte. ~ ~ Ghjacumu 1: 14-15

In spessu, questu hè chì si basa un ànima in u web di pornografia.

E Scritture trattanu questu prublemu cumunamentu ...

“A vi dicu, chì quellu chì guarda una donna per desiderà d'ella, hè cuminciatu à l'adulteru in a so cuore.”

"È chì u to ochju dirittu ti inziende, smarrate è scartateli; perchè hè bè per voi chì unu di i vostri membri perdi, è micca chì u to corpu sia ghjustu à l'infernu." ~ Matteo 5: 28-29

Satan sapi u nostre tentazione. Utilizza assai imagine è penseri seducenti per seducà in a so web. Intrètemos intriga. U nostru interessu porta à un caminu apparente inutile, finu à ch'ella diventa un roupeu in a nostra vita.

Satana vede a nostra lotta. Ride di noi deliriously! “Sì ancu diventatu cusì cum'è noi? Diu ùn pò ghjunghje oghje, a vostra anima hè fora di a so portata.

Molti morenu in a so attacca, altri in questu a so fede in Diu. Ùn sò micca partutu da a so grazia? A so manu si pesa finu à mè?

I nostri momenti più furtivi sò quandu ci restanu soli, sò fatti bramà da i nostri propri pensamenti lussuriosi. Flirtu cun a tentazione quandu avemu da fuggire. "Ciò chì hà da fà?"

I so mumenti di piacè sò scarsamente illuminati, cume a sonnità si mette in u fallimentu. Hè micca quant'è in furia ghjunghjite, a grazia di Diu hè più grande ancu. U peccatore cadutu Egli desira salvà, Egli allargarà a so manu per tene u vostru.

Cume mi fighjju à guardà Porn?
Caramata anima,

Fighi parlà à u to core per un mumentu .. ùn sò micca quì per ti condemnà, o per ghjudicà duve sì stato. Aghju capitu quantu hè faciule per esse pigliatu in a rete di pornografia.

A tentazione hè in ogni locu. Hè un prublema chì avemu tutti davanti à. Ogni ghjornu ci hè l'entessione di ciò chì vedemu in televisione, in film, o in Internet.

Pò esse parechje una cosa petite per vede quellu chì hè piacevule à l'ochju. U problema hè, circadandu turne in lust, è lusting hè un desideriu chì ùn hè mai satisfied.

“Ma ogni omu hè tentatu, quandu hè attiratu da a so brama, è seduce. Poi quandu a brama hà cuncipitu, produce u peccatu, è u peccatu, quandu hè finitu, hà da fà a morte. ~ ~ Ghjacumu 1: 14-15

In spessu, questu hè chì si basa un ànima in u web di pornografia.

E Scritture trattanu questu prublemu cumunamentu ...

“A vi dicu, chì quellu chì guarda una donna per desiderà d'ella, hè cuminciatu à l'adulteru in a so cuore.”

"È chì u to ochju dirittu ti inziende, smarrate è scartateli; perchè hè bè per voi chì unu di i vostri membri perdi, è micca chì u to corpu sia ghjustu à l'infernu." ~ Matteo 5: 28-29

Satan sapi u nostre tentazione. Utilizza assai imagine è penseri seducenti per seducà in a so web. Intrètemos intriga. U nostru interessu porta à un caminu apparente inutile, finu à ch'ella diventa un roupeu in a nostra vita.

Satana vede a nostra lotta. Ride di noi deliriously! “Sì ancu diventatu cusì cum'è noi? Diu ùn pò ghjunghje oghje, a vostra anima hè fora di a so portata.

Molti morenu in a so attacca, altri in questu a so fede in Diu. Ùn sò micca partutu da a so grazia? A so manu si pesa finu à mè?

I nostri momenti più furtivi sò quandu ci restanu soli, sò fatti bramà da i nostri propri pensamenti lussuriosi. Flirtu cun a tentazione quandu avemu da fuggire. "Ciò chì hà da fà?"

I so mumenti di piacè sò scarsamente illuminati, cume a sonnità si mette in u fallimentu. Hè micca quant'è in furia ghjunghjite, a grazia di Diu hè più grande ancu. U peccatore cadutu Egli desira salvà, Egli allargarà a so manu per tene u vostru.

Cumu hè rivelatu Diu in a natura?

(Una lettera à un cunnatu afflitta à a perdita di a so moglia)

Bonghjornu,

Sta lettera hè finuta da u mumentu. Hè volutu dà scrive finu da quandu Alba passò per dà à sapè ciò chì credu di Diu è di u Cielo. Aghju tempu di spiegà cose in persona per cusì hè cusì più faciule ponu e mo riflessioni nantu à a carta.

Credu sicuramente in Diu. Hè Diu u Padre, u Figliolu (Ghjesù) è u Spìritu Santu. Hè unu è u listessu, cum'è un ovu hà parti 3, a conchiglia, i bianchi è u tu vitellu (parti 3 ma uguale 1 è uguale). Una persona hà un corpu, una anima (a personalità) è un Spiritu (a parte chì pò risponde à Diu). Ùn pudemu micca vede l'anima o u spiritu, ma hè sempre una parte di noi.

Sò sempre assai entusiasmatu da a natura. A Bibbia ci dice molte cose affascinanti di a natura chì ci aiutanu à capì megliu a Bibbia. Speru chì avete una Bibbia di King James. Sì ùn fate micca pudete ottene unu quasi ovunque. Quandu si sente à Shakespeare quandu avete luu ma quantu più fate u più ti ne ne abituà à u.

Unu di i mo versi preferiti in a Bibbia hè Rumani 1: 20 "Perchè e cose invisibili di ellu da a creazione di u mondu sò chiaramente vistu, essendu capitu da e cose chì sò fatte, ancu a so putenza eterna è a so putenza eterna; accussì chì sò senza scusa ”, perchè u versu ci dice chì osservendu a Creazione ùn si pudemu micca cunnosce chì ci hè un Diu.

Ùn pò mai fà passà a bellezza di a ragnetta. Hè cusì artisticamente perfetti. I teli sò diversi trà a so specie è listessu bellu. U fattu chì a spider sapi abbastanza chì spinanu i so filari intornu à un altru insettu o paraliscili cù u so propiu velenu accussì à nutre stissa hè accussì sorprendente. Nisunu hà mai avutu à insegnarli cumu. Diu hà messu in istintu quellu istintu.

Basta pensate à i bellissimi fiori chì Diu hà criatu è e so fragranze chì danu. Ci hè una tale varietà! Sò chì e persone anu vintu cun novu tippu in l'anni, ma sò stati da a piantina chì era prima messa da Diu.

Pensate à l'arburi è à e fatti chì travagliano. Rappresentanu e tappe di a vita di e persone. A seme (quandu eramu belli), E verdi fughjanu (a crescita quandu si studia). I cambiamenti di culore (cume avemu ghjunto a maturità) è e foglie cadute (quandu noi mossi). Questu ùn deve micca esse a fine di u sì. Rivelazioni 22: 14 ci dice chì Diu hè l'Arbre di a Vita è chì, s'è l'Accessu, credemu in ellu, vivremu cun ellu per sempre. Beati quelli chì facenu i so comandamenti, affinch'elli anu dirittu à l'arburu di a vita, è puderanu passà per e porte in a cità.

Amu l'esempiu di una ghenda. A ghenda hè seppi in a terra. Perdi u so coppiu è diventa un bellu arburu. A ghenda si hè andata è in u so locu ci hè un arburu novu. Quandu uccidemu, i nostri corpi sò messi in a terra ancu ma Diu ci darà i nostri corpi novi, chì sò assai più grandi di i nostri vecchi cume a quercia hè più grande di u ghianta.

U sole in u celu hè una bella foto di Diu, perchè tutti sacciano chì u sole hà sempre stati quì da u principiu è chì avemu fiducia chì quì ghjè quì finu à a fine di u tempu. Ancu s'ellu ci hè solu un solu sole, sapemu chì ghjunghji in ogni parte di u mondu è da dà à a terra ciò chì deve necessariamente sopravvivere, ancu à a parte più remota di a terra. À u listessu hè solu un Diu. Hà primatu, chiunque simu o induve vivemu, o quant'è micca assai significativu, credemu, Petru 5: 7 dice: "Stendu tutta a to cura nantu à ellu; chì persenta per voi.

Amu Matteu 6: 25 è 26. Diu ci dice cum'è l'uccelli di u sò curati da ellu, ùn duviamu micca inchietassi perchè ellu averà ancu cura di noi.

Una di e mo cose preferite da vede hè l'arcardu. Quandu si vede l'arcu pienu, hè perfettamente furmatu è i colori so vividi. Nisun omu avia mai pussutu fà una cosa bè bella. Ùn pudemu micca fà da Diu.

Genesis 1, tuttu u capitulu racconta di a Sua creazione. Ci sò ancu di guardà un pocu di a creazione di Diu per insegnarci cume esse. Proverbi 6: 6 ci dice d'osservà a formica per mostrani chì duvamu occupatu. »Vai à l'antica, pigri; arricchite i so modi, è sì. »Anu un mancu per insegnarli à travaglià; ancu sapenu cumunisce i so cibo è cura per se stessi, cum'è quasi tutti l'animali puderanu fà.

Un esempiu di vita dopu a morte chì vene in mente hè a semente di u giardinu. Se mettite una semente in u palmu di a vostra manu o a mettite nantu à un tavulinu fermerà sempre una semente. Una volta chì avete messu quella semente in terra è l'acqua, a vechja cunchiglia serà lasciata daretu è nasce una nova pianta viva. Quandu piantemu a semente avemu a fede chì vene in vita. Avemu a speranza chì crescerà ". Avà a fede hè a sustanza di e cose sperate, a prova di e cose chì ùn si vedenu. Ebrei 11: 1 & 3 - Questi 2 versi anu una bona definizione di fede aduprendu a creazione di Diu.

U semu di carota mi stupisce. Hè guasgiu nantu à a dimensione di un grana di pimentu. E vedendu quì mi pari quasi impossibile chì puderia diventà una carota. È dopu ci hè u beddu culore troppu. "Perchè à Diu ùn ci hè nunda di impossibile". Luca 1: 37

A papà hè un'altra creatura affascinante in natura. I culori è i disegni è e tappe chì diventaru unu è rimarcate. Sò chì vederemu Dawn sempre e ella sarà sana è ùn invecherà. Vedemu parechje di i nostri amati chì si sonnu in Ghjesù davanti à noi è chì noi ùn seremu micca mai separati da elli. Sì sò stati nascuti solu per moriri, ùn ci vulia un sensu. Rumani 8: 18 dice: "Perchè pensu chì e patrimoniu di stu tempu ùn sonu micca degne di esse paragunati cù a gloria chì si pò rivelà in noi." A Bibbia hè un Libru chì hà fattu da generazioni à generazioni è continua à leghje. da e persone intornu à u mondu ancu oghje. Ebrei 13: 8 dice: "Ghjesù Cristu u mo ieri, è ghjornu è per sempre".

John 3: 16 hè un versu assai pupulari per spiegà u via à a salvezza. Perchè Diu hà amatu tantu u mondu, chì hà datu à u so Figliu solu, quellu chì crede in ellu ùn perì, ma abbia a vita eterna. Diu ha mandatu u Sò Figliu (Ghjesù) à a terra per esse natu è un zitellu cum'è noi, ancu senza peccatu, è mori in a croce cum'è un sacrifiziu per i nostri peccati. Tutti siamo peccatori è meritu mori. Ma Diu hà pietà di noi è mandò u Sò Figliu à piglià a punizione per noi. Iddu muriu è si alzò di novu, cum'è una semina si mori è una nova vita esce. Moriremu un ghjornu, ma se crede in Diu è chjassi à Lione per pirdunu i nostri peccati, ci purtarà una vita nova un ghjornu cun un corpu chì ùn morirà o si ammalà. Ùn sarà micca meravigliosa!

Aghju a paci in u mo core di a prospettiva di mori perchè sì ch'ellu mi farà risurrezzi cù novu vita eterna.

Vi mandu quì u Libro di u Diu Reale. Prova è Prumesse è u paperu di a Farfalla sperendu chì mette e cose chjaru per voi. Sò sicuru chì cunnoscete e tappe di a pappa ma vi aiuterà ancu à vede u aspettu spirituale di questu ancu.

Aghju pussutu cuntestà cù cose diverse di a natura è cumu si tratta in un modu spirituale.

Se legiate a Bibbia per piacè ùn scurdate micca di pruvà à capisce solu. Ùn hè micca una storia longa continua - Ci sò 66 Libri in a Bibbia, scritti da diversi persone chì sò state inspirate da Diu. Ogni volta chì vede a scrittura in stampa rossa, sò parole scritte da Ghjesù stesso.

Speru chì questu ti aiuta. Crede in u Signore Ghjesù Cristu è sarete salvu. Atti 16: 31. Ti pregu pensu à oghje è micca dà bè per un altru ghjornu perchè nisunu di noi sapenu s'ellu ci hè un dumani appena cum'è Dawn. Fortunatamente crede.

Hè sempre bè parlà cun voi. Amuri, a to surella, Robin

Studia biblica relativa: Job 38-41

Hè Diu Madu à Mè?
Pregu di Ghjesù, "Quantu ti piace à mè?" Ellu disse: "Questu" è stende e mani è mortu. Mortu per mè, un piccatu cadutu! Ellu hè mortu per voi.

***

A notte prima di a mo morti, site nantu à mo mente. Cumu avia vulutu dà una rilazioni cù voi, per passà l'eternità cù voi in u celu. Ma, u peccatu sceglie da Me è u mo Patre. U sacrificiu di sangue innochiastu era bisognu di u pagamentu di i vostri peccati.

L'ora hè vinutu quandu era stata per piglia a mo vita per voi. Dà pisura di u core, andò à l'ortu per pricà. In agunia di l'anima I sudra, cum'è hè stata, gocci di sangue chì chjese à Diu ... "... U mio Babbu, se chè possi, permette sopra à questu cupidà di mè: ùn ne micca cum'è questu, ma cum'è tù vulete. "~ Matteu 26: 39

Mentre èiu in u giardinu i suldati vìnniru a arrestà finu à quandu eru inoccu di qualchì crimini. Mi purtate davanti à u salone di Pilatu. Quandu era davanti à i mo accusatori. Allora Pilatu mi pigliò, è strufinati. I lacerati chjucu in u mo paese, cum'è pigliu a battaglia per voi. Allora i soldati scorciaru, è pusonu un capelli scarlatte nantu à mè. T'hà vultatu una corona di spine nantu à a mo testa. U sangu du u me facci ... ùn era micca bellezza chì vi vulete desiderà Me.

Allora i suldati si ne ridìanu di mè, dicendu: "Salvami, re di i Ghjudei! Mi purtate prima chì a ghjente vintu, gridendu: "Crucifessu. Crucifiede ". Ci ponu stà in silenciu, sanguinante, ferulinu è battutu. Ferru per i vostri transgressions, feriti per e vostre iniquità. Scusate è ribattatu di l'omi.

Pilatu circate di liberà, ma hà datu in a pressione di a folla. "Pigliate à Ghjesù, è crucifichele; perchè ùn aghju nè culpa in ellu", li disse. Allora ellu hà mandatu per esse crucifissu.

Avete nantu à mo mia, cum'e purtate A mo cruciveru in u locu soleu à u Golgotha. Ci era sottu u so pesu. Era u mo amuri per voi, è per fà a voluntazione di u mo Patrone chì m'hà datu a forza per sopra sottu a so carica pisanti. Eccu, aghju purtatu i vostri doluri è aghju purtatu i vostri piacè chì stanu a mo vita per u peccatu di l'omi.

I suldati si svultatu à daveru i colpi di u marteddu purtendu l'unghie chjucu in i mo mani è i pedi. Amuri ancora i vostri peccati à a croce, perchè mai trattatu. I strogghiati, è ne partenu di more. Eppuru, ùn pigliendu a mio vita. Ju beni beni.

U celu addivintò negru. Ancu u sole si svegliu. U mo corpu venerà cù l'excruciante duluri pigghiò u pisu di u vostru peccatu è hà avutu casticatu per chì l'ira di Diu puderia esse cumene.

Quandu e cose eranu fatti. Mi cumprate u mo spiritu in e mani di u mo Patore, è hà sustegnu e mio parolle finale, "Hè finitu". Hè aghju intristitu u mo capu è hà datu u ghostu.

I Amu ... Ghjesù.

"U maiò amore ùn hà mancu quellu di questu, chì un omu stinnate a so vita per i so amichi". ~ John 15: 13

Hè l'infernu Un locu letterale?
"E in infernu, elleva i so ochji, è avendu in turmintatu, è avèndulu Abràhamu distanti, è Làzaru in u so senu. È chianciallu, è disse: Abràhamu, mi misericòrdia nantu à mè, è mandà à Làzaru, perchè perchè u prughjettu di u so dettu in l'acqua, è cresce a mo lingua; Perchè sò turmentatu in questa chjamata. ~ Luke 16: 23-24

Allora ellu disse: Eccu, ti precu, babbu, chì tù avete da mandà à a casa di u mo babbu: Perchè aghju cinche fratelli; Perchè ellu pudete esse tistimunaghju, per chì ùn anu venutu ancu in questu locu di tormentu. ~ Luke 16: 27-28

Tonight, mentre a lettura di sta lettera, a mamma, u so babbu, a serme, u fratellu o l'amicu ànghjulu di qualchissia vi saranu in l'eternità solu per scopre a so decisione in l'infernu.

Imagine chì ricevi una carta cum'è questu di unu di i vostri amici. Scritta da un ghjovanu à u Dieu à teme à a mamma. Ellu murìu è andò in infernu ... Ùn ci sia digià di voi!

Una lettera di l'infernu

Dear Mamma,

Aghju scrittu da u locu più bruttu ch'e aghju avutu mai vistu è più horrible di ciò chì pudete avè l'imbarate. Hè NESSRENO quì, cusì cusì chì ùn aghju micca vedutu tutte l'alme sò sempre strappatu. Socu solu sò persone cum'è mè di i cinghje di sangue SCREAMS. A mo voce hè stata da u mo stessu gridannu comu scrivu in u dulore è u duluri. Ùn aghju micca chjutu per aiutà più, è ùn hè micca utilizzatu, ùn ci hè nimu quì chì hà qualchì compassione per tutta a mo tempesta.

U DOLORO è u soffrenu in questu locu hè soprappoli ughjettu. Cusì cunsuma u mo penseru, ùn pudariu micca sapè se ci era qualcosa altre sensazione per vene nantu à mè. U dulore hè tantu severu, ùn mai stops o ghjornu o notte. U giorno di i ghjorni ùn hè micca appare per via di a bughjura. Ciò chì pò esse nunda più di minuti o ancu parechji s'assumiglia parechji anni endless. U pensamentu di questu suffientu cuntinuendu senza fini hè più di quellu chì pò esse abbituatu. A mo mente ci passa cada vez más cun ogni momentu passatu. Sentu cum'è un zoppa, ùn aghju micca pensatu bè da chjappà in questa chjucheta di cunfusione. Purtantu ci sèrvere u mo spiritu.

U TARDI hè cusì bellu cum'è u dulore, forsi ancu worse. Ùn aghju micca vistu cumu a mo pristitu puderia esse qualcosa di questu, ma sò in paura constantemente chì pò esse in ogni momentu.

A mo bocca hè fresca, è sarà solu più cusì. Hè cusì seccu chì a mo lingua ciacca à u tettu di a mio bocca. Pigliu chì un anticu predicadore dicendu chì hè ciò chì Ghjesù Cristu enduitò cum'è chjappu in quella vechja crocifisso. Ùn ci hè nisuna salvezza, micca cusì cum'è una sola gota d'acqua per fretà a meva lingua minada.

Per aghjunghje più miseria à questu postu di tortu, Sapemu chì mi piacerebbe esse quì. Sò punitu solu per i mo fatti. U punizioni, u dulore, u pienu ùn hè peggiu più ch'è i beni meritava, ma admittendu chì avà ùn serebbe averà mai l'anguish that burns eternally in my miserable soul. Ùn aghju pietate per cumprannari i piccati per fà guadagnà tali destinazione horrible, odi u diavulu chì m'era arristavu, perch'ellu aduprà in questu locu. E quantu a socu hè una malvaganza inescuvule per crede cusì, odiamu u Diu stessu chì hà mandatu u so figliolu unicu per sparghje stu tortu. Ùn mai puderebbe culparà u Cristu chì suffrissiu è sfilicciatu è hè mortu per mè, ma odiò in ogni modu. Ùn puderà mancu cuntrollà i mio sentimenti chì socu esse malvagio, miserable è vilatu. Sò più malvagio è viliu dunu chì eru in a mo esse terrenu. Oh, Se avea solu avè intesu.

Qualcene tormentu terrenu seria assai megghiu di questu. Per fà una morte agonizante lenta da Cancer; Perchè in un edificio ardente cum'è vittimi di l'attacu di terroru 9-11. Ancu è ciuciutu à una cruci, dopu avè assicuratu cum'è u Figliolu di Diu; Ma à sceglie quì u mondu prisenti ùn aghju micca forza. Ùn avete micca quellu scelta.

Avà capitu chì u tormentu è u soffrenu hè ciò chì Ghjesù hà avutu per mè. Credu chì ellu hà patitu, bled è mortu per paià pè i mio peccati, ma u so duluri ùn era micca eternu. Dopu trè ghjorni si suscitò à a vittoria annantu à a tumba. Oh, ùn aghju criu, ma sfortunatamente, hè troppu tardu. Comu a canzetta d'invita vechja dice chì aghju scurdatu di tanti volte, sò "Un ghjornu dem Piazza".

Semu tutti cridenti in stu locu terribili, ma a nostra fede cumporta à nimu. Hè troppu tardu. A porta hè chjude. L'arbre hà cadutu, è quì hè ellu. In l 'inferu. Perdu sempre persu. No Hope, No Comfort, No Peace, No Joy.

Ùn cià micca mai a fine di u mo sufrimentu. M'arricordu chì l'altru predicadore cumu avete lettu "È u fumu di u so turmentu ascendendu per sempre è eternu: È ùn anu nuddu postu di nuvellu o nè"

E questu quarchi forsi lu cchiù bruttu di stu terribbili locu. Ricurdava. Mi ricordu di i servizii church. Mi ricordu di i invitazioni. Pensu sempre ch'elli eranu cusì cugini, cusì stupidu, cusì inutilità. Paria ancu chì eru troppu "duru" per questi affari. A vi tutte e diversità ora, Mamma, ma u mo cambiamentu di core ùn importa nunda in questu puntu.

Aghju vintu cum'è un dissinnatu, finta com'è stupidu, murì com'è stupidu, è avà devi soffre u turmentu è l'anguish d'un stupidu.

Oh, Mamma, quantu mi trovi assai i cunsulazioni di casa. Nun avà tornu novu a vostra carizzia tendenza in tuttu u mio culo. Ùn ci ne scuperte più dispunibuli o cibo in cucina. Nun sanu più novu quì u calore di a chimenea in una nuttata di l'invernu di ghiaccio. Avà u focu devuleghja micca solu questu quì u corpu perercivanu cun u praticatu, ma u focu di l'ira di un Danu Altru Diu cunsuma u mo seru internu cun una angustia chì ùn pò micca esse cumpresi in ogni lingua mortali.

Speru à passà per un pratendu verdu di primavera è vede i belli fiori, stannu di piglià in l'aranciu di u so perfume dolce. Invece, sò rassignatu à u ciauru ardente di sulciuri, sulphuru è un calore cusì intensu chì tutti l'altri sentiti dìcenu micca solu.

Oh, Mamma, cum'è un adulescente, aghju sempre odià d'avè à sente i scuzzuli è scurciate di i picciotti in a chjesa è ancu in a nostra casa. Pensu chì eranu cusì un inconveniente à mè, cusì una irritazione. Cumu sò longu per vede per un mumentu brevi unu di quelli carusi innocenti. Ma ùn ci hè micca un babu in Hell, Mamma.

Ùn ci hè micca Bibblies in Hell, mostru mamma. L'unicu scritture in i membri di i mura di i mali avianu quelli chì anu in e mo ore à l'ora dopu l'ora, u mumentu dopu u mumentu miserabbili. Ùn si ponenu micca cunsulazione in tuttu, però, è solu sirve per fate dunque un insinsatu chì eru.

Ùn era micca per a futità di elli Mom, altri pudereunu altri aligria à sapè chì ci hè una reunione di preghiera senza fini in l'infernu. Ùn importa, ùn hè micca Spìritu Santu per intercede in nostra noma. I preghieri sò tantu sughjetti, è mortu. Sò cose à nunda più di chianci per a misericòrdia chì tutti no sapemu mai risposta.

Vi avvisà i mo fratelli Mamma. Era l'anzianu, è pensavvi chì aveva esse "cool". Dunque ci dicenu chì nimu in Hell hè cool. Avete vi guidà tutti i mo amici, anchi i mio nimici, per paura chì vanu ancu à questu postu di turmentu.

Comu terribbili quandu stu locu hè, Mamma, vidu chì ùn hè micca a mo destinazione finali. Cum'è Satana ridi di tutti quì cusì, è cum'è a multitudine cunghjuntanu in stu festa di miseria, avemu sempre ricurdatu chì un ghjornu in u futuru, tutti seremu per esse ghjustificate per esse accputate prima di u Tronu di u Diu Omnighjenti.

Ddiu ampararete a nostra destinazione eterna scritta in i libri à veda à tutti i nostri travagliu malvaganti. Ùn avemu micca difendiatori, senza scusa, è nunda à dì salute per confessà a ghjustìzia di a nostra malfatta prima di u ghjutru supremu di tutta a terra. À appuntamentu prima di vultà in a nostra destinazione finali di u tormentu, u Lavu di u Focu, avemu averà guardà u face di quellu chì suffria avutu i torments di l'infernu chì pudemu esse mandatu da elli. Cumu avemu alluntanatu in a so presenza sèntina per sèntelu a pronunzia di a nostra damnazione, duvemu allora a mamma per vede tuttu.

Per pirduna per purtà u mio capu in la vrigogna, perchè ùn sia micca qualunqui puderà duverà annunzià u to fàccia. Avete da esse cunfurmatu in l'imaghjini di u Salvadore, è socu serà più di quì ponu stà.

Aghju aghju mandatu questu locu è unete à voi è tanti autri chì aghju cunnisciutu da i mio pezzi anni in terra. Ma sapemu chì ùn hè mai pussibile. Perchè ùn sapendu chì ùn pudere micca scappà di i turmi di u maleficu, dicinu cun làcrime, cun dulore è disperazione prufonda chì ùn pò micca mai esse scritta bè, ùn mai vogliu vede parechji volte. Perchè ùn avete un avè firmatu micca quì.

Hè bellu reali?
"E in infernu, elleva i so ochji, è avendu in turmintatu, è avèndulu Abràhamu distanti, è Làzaru in u so senu. È chianciallu, è disse: Abràhamu, mi misericòrdia nantu à mè, è mandà à Làzaru, perchè perchè u prughjettu di u so dettu in l'acqua, è cresce a mo lingua; Perchè sò turmentatu in questa chjamata. ~ Luke 16: 23-24

Allora ellu disse: Eccu, ti precu, babbu, chì tù avete da mandà à a casa di u mo babbu: Perchè aghju cinche fratelli; Perchè ellu pudete esse tistimunaghju, per chì ùn anu venutu ancu in questu locu di tormentu. ~ Luke 16: 27-28

Tonight, mentre a lettura di sta lettera, a mamma, u so babbu, a serme, u fratellu o l'amicu ànghjulu di qualchissia vi saranu in l'eternità solu per scopre a so decisione in l'infernu.

Imagine chì ricevi una carta cum'è questu di unu di i vostri amici. Scritta da un ghjovanu à u Dieu à teme à a mamma. Ellu murìu è andò in infernu ... Ùn ci sia digià di voi!

Una lettera di l'infernu

Dear Mamma,

Aghju scrittu da u locu più bruttu ch'e aghju avutu mai vistu è più horrible di ciò chì pudete avè l'imbarate. Hè NESSRENO quì, cusì cusì chì ùn aghju micca vedutu tutte l'alme sò sempre strappatu. Socu solu sò persone cum'è mè di i cinghje di sangue SCREAMS. A mo voce hè stata da u mo stessu gridannu comu scrivu in u dulore è u duluri. Ùn aghju micca chjutu per aiutà più, è ùn hè micca utilizzatu, ùn ci hè nimu quì chì hà qualchì compassione per tutta a mo tempesta.

U DOLORO è u soffrenu in questu locu hè soprappoli ughjettu. Cusì cunsuma u mo penseru, ùn pudariu micca sapè se ci era qualcosa altre sensazione per vene nantu à mè. U dulore hè tantu severu, ùn mai stops o ghjornu o notte. U giorno di i ghjorni ùn hè micca appare per via di a bughjura. Ciò chì pò esse nunda più di minuti o ancu parechji s'assumiglia parechji anni endless. U pensamentu di questu suffientu cuntinuendu senza fini hè più di quellu chì pò esse abbituatu. A mo mente ci passa cada vez más cun ogni momentu passatu. Sentu cum'è un zoppa, ùn aghju micca pensatu bè da chjappà in questa chjucheta di cunfusione. Purtantu ci sèrvere u mo spiritu.

U TARDI hè cusì bellu cum'è u dulore, forsi ancu worse. Ùn aghju micca vistu cumu a mo pristitu puderia esse qualcosa di questu, ma sò in paura constantemente chì pò esse in ogni momentu.

A mo bocca hè fresca, è sarà solu più cusì. Hè cusì seccu chì a mo lingua ciacca à u tettu di a mio bocca. Pigliu chì un anticu predicadore dicendu chì hè ciò chì Ghjesù Cristu enduitò cum'è chjappu in quella vechja crocifisso. Ùn ci hè nisuna salvezza, micca cusì cum'è una sola gota d'acqua per fretà a meva lingua minada.

Per aghjunghje più miseria à questu postu di tortu, Sapemu chì mi piacerebbe esse quì. Sò punitu solu per i mo fatti. U punizioni, u dulore, u pienu ùn hè peggiu più ch'è i beni meritava, ma admittendu chì avà ùn serebbe averà mai l'anguish that burns eternally in my miserable soul. Ùn aghju pietate per cumprannari i piccati per fà guadagnà tali destinazione horrible, odi u diavulu chì m'era arristavu, perch'ellu aduprà in questu locu. E quantu a socu hè una malvaganza inescuvule per crede cusì, odiamu u Diu stessu chì hà mandatu u so figliolu unicu per sparghje stu tortu. Ùn mai puderebbe culparà u Cristu chì suffrissiu è sfilicciatu è hè mortu per mè, ma odiò in ogni modu. Ùn puderà mancu cuntrollà i mio sentimenti chì socu esse malvagio, miserable è vilatu. Sò più malvagio è viliu dunu chì eru in a mo esse terrenu. Oh, Se avea solu avè intesu.

Qualcene tormentu terrenu seria assai megghiu di questu. Per fà una morte agonizante lenta da Cancer; Perchè in un edificio ardente cum'è vittimi di l'attacu di terroru 9-11. Ancu è ciuciutu à una cruci, dopu avè assicuratu cum'è u Figliolu di Diu; Ma à sceglie quì u mondu prisenti ùn aghju micca forza. Ùn avete micca quellu scelta.

Avà capitu chì u tormentu è u soffrenu hè ciò chì Ghjesù hà avutu per mè. Credu chì ellu hà patitu, bled è mortu per paià pè i mio peccati, ma u so duluri ùn era micca eternu. Dopu trè ghjorni si suscitò à a vittoria annantu à a tumba. Oh, ùn aghju criu, ma sfortunatamente, hè troppu tardu. Comu a canzetta d'invita vechja dice chì aghju scurdatu di tanti volte, sò "Un ghjornu dem Piazza".

Semu tutti cridenti in stu locu terribili, ma a nostra fede cumporta à nimu. Hè troppu tardu. A porta hè chjude. L'arbre hà cadutu, è quì hè ellu. In l 'inferu. Perdu sempre persu. No Hope, No Comfort, No Peace, No Joy.

Ùn cià micca mai a fine di u mo sufrimentu. M'arricordu chì l'altru predicadore cumu avete lettu "È u fumu di u so turmentu ascendendu per sempre è eternu: È ùn anu nuddu postu di nuvellu o nè"

E questu quarchi forsi lu cchiù bruttu di stu terribbili locu. Ricurdava. Mi ricordu di i servizii church. Mi ricordu di i invitazioni. Pensu sempre ch'elli eranu cusì cugini, cusì stupidu, cusì inutilità. Paria ancu chì eru troppu "duru" per questi affari. A vi tutte e diversità ora, Mamma, ma u mo cambiamentu di core ùn importa nunda in questu puntu.

Aghju vintu cum'è un dissinnatu, finta com'è stupidu, murì com'è stupidu, è avà devi soffre u turmentu è l'anguish d'un stupidu.

Oh, Mamma, quantu mi trovi assai i cunsulazioni di casa. Nun avà tornu novu a vostra carizzia tendenza in tuttu u mio culo. Ùn ci ne scuperte più dispunibuli o cibo in cucina. Nun sanu più novu quì u calore di a chimenea in una nuttata di l'invernu di ghiaccio. Avà u focu devuleghja micca solu questu quì u corpu perercivanu cun u praticatu, ma u focu di l'ira di un Danu Altru Diu cunsuma u mo seru internu cun una angustia chì ùn pò micca esse cumpresi in ogni lingua mortali.

Speru à passà per un pratendu verdu di primavera è vede i belli fiori, stannu di piglià in l'aranciu di u so perfume dolce. Invece, sò rassignatu à u ciauru ardente di sulciuri, sulphuru è un calore cusì intensu chì tutti l'altri sentiti dìcenu micca solu.

Oh, Mamma, cum'è un adulescente, aghju sempre odià d'avè à sente i scuzzuli è scurciate di i picciotti in a chjesa è ancu in a nostra casa. Pensu chì eranu cusì un inconveniente à mè, cusì una irritazione. Cumu sò longu per vede per un mumentu brevi unu di quelli carusi innocenti. Ma ùn ci hè micca un babu in Hell, Mamma.

Ùn ci hè micca Bibblies in Hell, mostru mamma. L'unicu scritture in i membri di i mura di i mali avianu quelli chì anu in e mo ore à l'ora dopu l'ora, u mumentu dopu u mumentu miserabbili. Ùn si ponenu micca cunsulazione in tuttu, però, è solu sirve per fate dunque un insinsatu chì eru.

Ùn era micca per a futità di elli Mom, altri pudereunu altri aligria à sapè chì ci hè una reunione di preghiera senza fini in l'infernu. Ùn importa, ùn hè micca Spìritu Santu per intercede in nostra noma. I preghieri sò tantu sughjetti, è mortu. Sò cose à nunda più di chianci per a misericòrdia chì tutti no sapemu mai risposta.

Vi avvisà i mo fratelli Mamma. Era l'anzianu, è pensavvi chì aveva esse "cool". Dunque ci dicenu chì nimu in Hell hè cool. Avete vi guidà tutti i mo amici, anchi i mio nimici, per paura chì vanu ancu à questu postu di turmentu.

Comu terribbili quandu stu locu hè, Mamma, vidu chì ùn hè micca a mo destinazione finali. Cum'è Satana ridi di tutti quì cusì, è cum'è a multitudine cunghjuntanu in stu festa di miseria, avemu sempre ricurdatu chì un ghjornu in u futuru, tutti seremu per esse ghjustificate per esse accputate prima di u Tronu di u Diu Omnighjenti.

Ddiu ampararete a nostra destinazione eterna scritta in i libri à veda à tutti i nostri travagliu malvaganti. Ùn avemu micca difendiatori, senza scusa, è nunda à dì salute per confessà a ghjustìzia di a nostra malfatta prima di u ghjutru supremu di tutta a terra. À appuntamentu prima di vultà in a nostra destinazione finali di u tormentu, u Lavu di u Focu, avemu averà guardà u face di quellu chì suffria avutu i torments di l'infernu chì pudemu esse mandatu da elli. Cumu avemu alluntanatu in a so presenza sèntina per sèntelu a pronunzia di a nostra damnazione, duvemu allora a mamma per vede tuttu.

Per pirduna per purtà u mio capu in la vrigogna, perchè ùn sia micca qualunqui puderà duverà annunzià u to fàccia. Avete da esse cunfurmatu in l'imaghjini di u Salvadore, è socu serà più di quì ponu stà.

Aghju aghju mandatu questu locu è unete à voi è tanti autri chì aghju cunnisciutu da i mio pezzi anni in terra. Ma sapemu chì ùn hè mai pussibile. Perchè ùn sapendu chì ùn pudere micca scappà di i turmi di u maleficu, dicinu cun làcrime, cun dulore è disperazione prufonda chì ùn pò micca mai esse scritta bè, ùn mai vogliu vede parechji volte. Perchè ùn avete un avè firmatu micca quì.

Hè Povera male per i Cristiani di Sò Spressione?
Oh, a notte nuttla di l'anima, quand'elle ci tennaru i nostri arpi nantu à i salute è truvate cunsulazione solu in u Signore!

A separazione hè dolorosa. Quale di noi ùn ha tristatu a perdita di un seru amatu, nè hà sentitu u so dolore avendu piantu in i so armi, ùn ne amà più i so amori è i so cumpagni è per sempre, per aiutà à travaglià i travagli di a vita?

Parechji sò passate per a vaddi quandu avete lettu questu. Puderete cuncernate, perchè un ghjornu perchè un cumpagnu stessu è sò avè avè avè travagliatu u scudo di a separazione, stupendose cumu si manca cù l'ore di longhu anticipu.

Sentemu a mancanza di a perdita in i nostri cori, quandu un amatoghju hè stata tolta da noi.

Sò pigliatu da voi per un pocu tempu in presenza, micca in coru ... Sò nostalgiu per u celu è anticipiamo a riunione di i nostri amati cum'è a nostra brama di un locu megliu.

U familiarità era tantu confortante. Ùn manca mancu fà facenu daveru. Chì ci sò e stampe chì ci anu tuppatu, i posti chì ci anu datu confort, e visithe chì ci hannu pussutu gioia. Avemu fermu à ciò chì hè preziosu finu ùn hè prutticu da noi spessu cù a profonda anguscia di l'anima.

A volte a so tristizza lavora nantu à noi cum'è l'ochju di l'oceanu chjappà nantu à a nostra ànima. Scuddemu di u so dulore, truvamu campagnolu sottu à l'ale di u Signore.

Avemu dava per menti in a valle di dolore s'ella ùn era micca per a manu di u nostru pastori à guidà ci à traversu e lunghe e longuette notti. In a notte oscura di l'anima, hè u nostru consolatore, una Presenza amorosa chì accede à u nostru dolore è in a nostra sofferenza.

Cù ogni lacrime chì cascanu, a tristura nudge us homeward versu u celu, chì nisuna morte, nè duluri, nè frattura hè cascata. Chjera potendu durà per una notte, ma giò chì vene à a mane. Duvemu in i nostri mumenti di u più profughtu dulore.

À l'aghju pricipitatu avemu anticipatu a nostra riunione cun alive quandu avemu da esse cù i nostri amici in u Signore.

A volte l'angoscia di a vostra anima vi vi moverà à e lacrime, ma abbracciarenu, ùn saperemu micca casa. L'ambitu di u vostru coru accumarà solu a vostra relazione cù u Signore. Ciò ùn hè micca pussibile se ùn avessi camminatu per a valle di dolore.

"Beate quelli chì piangevanu, perchè saranu cunsulati". ~ Matti 5: 4

Perchè u Signore benedite u mantene tù tutti i ghjorni di a vostra vita, finu à chì ghjè in a presenza di u Signore in lu celu.

Ci hè una vita dopu a morte?
Ogni ghjornu, migghiara di e persone piglianu a so altezza finale è trasaltenu in l'eternità, in u celu o in l'infernu. Ancu s'è no avemu mai sapendu i so nomi, a rialtà di a morte succeci ogni ghjornu.

Chì ghjè u mumentu dopu chì murite?

U mumentu dopu chì murite, a vostra alma partire temporaneamente da u vostru corpu per esse ghjustu a Resurrección.

Quelli chì pusonu a so fede in Cristu serà purtatu da l'angeli in a presenza di u Signore. Avà hè cunsulatu. Absent from body and present with the Lord.

Intantu, unbelievi chì avè in Ghjerusalemme per u Judiciale finali.

"E in infernu, elleva i so ochji, è in i turmenti ... È chianciavvi, è disse: Abràhamu, aghju pietà di mè, è mandà à Làzaru, perchè perchè l'impegnu di u so dettu in l'acqua, è cresce a mo lingua; Perchè sò turmentatu in questa chjamata "~ Luke 16: 23a-24

"Allora u pòrtanu tornarà à a terra cum'è: era chì u spiritu tornarà à Diu chì dete." ~ Ecclesiastes 12: 7

Eppuru, avemu aghjustatu a perdita di i nostri amici, avemu a tristezza, ma micca cum'è quelli chì ùn anu micca spiranza. "Perchè s'è crede chì Ghjesù hè mortu è riseddu novu, ancu ancu elli ancu quellu chì dorme in Ghjesù, Diu farà piglià cun ellu. Allora noi chì anu vintu è si ferma sò atturciati cù e nuvuli, per scuntate à u Signore in l'aria: cusì ci hè sempre cun u Signore. Perisce chì cunfurmanu l'altru cù sti paroli "~ 1 Tessitegiani 4: 14, 17-18

Mentre chì u corpu di i incréciate reste restu, chì pò fathom i turmenti chì hè avè travagliatu ?! I so spirti spiruti! "Infernunu di sopra sottu hè spustatu per tè per cun meetà à a vostra vene ..." ~ Isaiah 14: 9a

Unprepared hè ellu à scuntrà à Diu!

Ancu s'ellu ci chianta in u so tormentu, a so prichera ùn prupone nimu cunfortu, perchè un grandiu golfu hè fiscatu quandu nimu pò passà à l'altru cantu. Sula solu in a so miseria. Sula in i so ricordi. A flama di a speranza sempri estinta di veda i so amori.

À u cuntrariu, priziosa à a vista di u Signore hè a morte di i so sante. Scurtati da l'angeli in a presenza di u Signore, sò cunsulati. I so prucessi è u patiremu passanu. Invece chì a so presenza seranu missu in prufonda, anu a sperione di vedenu i so amori.

Ci hè u Matrimoniu in Cielo?
“Ma ùn vulete micca esse ignoranti, fratelli, per quelli chì dormenu, perchè ùn duchite micca, cum'è quelli chì ùn anu micca speranza. Perchè, s'ellu crede chì Ghjesù hè mortu è ghjè rinvivitu, cusì chì ancu chì dormenu in Ghjesù sia purtatu da Iddu.

Chì u Signore, quellu chì hè quellu, ghjunghjerà da u celu cun un ghjudicciu, cu a voce di l'arcangile, è cù a tromba di Diu; è i morti in Cristu saranu primissimi:

Allora chì noi stà vivi è rimanemu ghjunghjemu cun elli in i nuvuli per scuntrà à u Signore in l'aria: è saremu sempre cun u Signore. Perchè cunsulate uno à l'altru cù queste parole. "~ 1 Thessalonians 4: 13-14, 16-18

Parechje persone si dumandavanu cume si giranu da a tomba di i so amati, “Cunnosciaremu i nostri amati in u celu”? "Avemu da vede torna a so faccia"?

U Signore capisce a vostra pena. Abbia purtatu e nostri dolori ... Perchè hà chjappatu à a tomba di u so caru amicu Lazarus ancu s'ellu sapia chì u so pussia righjunghje in pochi minuti.

Ci era parlu cunsulatu à i so amici amati.

"Sò a risurrezzione è a vita; quellu chì crede in Miu, ancu s'ellu era mortu, vivrà." ~ Giuvanni 11: 25

Avà, avemu sofnimentu per quelli chì dormenu in Ghjesù, ma micca cum'è quelli chì ùn anu micca speranza. Perchè in a risurrezzione, Diu porterà cun Ghjesù quelli chì dormenu in Ghjesù. A nostra amicizia hè una durabile. Continua per sempre.

"Perchè in a risurrezione ùn si marianu micca, nè sò date per un matrimoniu, ma sò cum'è l'ànghjuli di Diu in u celu." ~ Matteu 22: 30

Benchì u nostru matrimoniu terrenu ùn sia micca sustinutu in u celu, i nostri rapporti saranu puri è sani. Perchè hè solu un ritrattu chì hà servutu u so scopu finu à i credenti in Cristu saranu sposati à u Signore.

“E Giovanni vene a cità santa, a Nova Ghjerusalemme, scendendu da Diu da u celu, preparatu cum'è una sposa adornata per u so maritu.

13 È aghju amparatu una gran voce da u celu dicendu: Eccu, u Tàbulu di Diu hè cù l'omi, è ellu hà da stà cun ellu, è saranu u so pòpulu, è Diu u Sottu sarà cun elli è u so Diu.

È Diu sàffatu tutte e lacrime da i so ochji; perchè ùn ci sarà più morte, nè dolore, nè plagnà, perchè ùn si capisce micca dolore; perchè e cose anziane saranu passate. "~ Revelazione 21: 2

Avà chì sò salvatu, ciò chì hè successu?
Avà chì avete cridutu in l'Evangelu: chì Cristu hè mortu per i vostri peccati sicondu l'Scrittura, fù intarratu è risuscitatu u terzu ghjornu secondu a Scrittura (1 Corinthians 15: 3-4) è avete dumandatu à Ghjesù Cristu per pardunà u vostru i peccati, chì duvete fà?

U primu ciò chì ci hè bisognu à fà una Bibbia se ùn avete micca unu. Ci hè una quantità di traduzzione precisa e precisa di fà cumprenda.

Poi sviluppate un pianu sistemicu per a lettura di a Bibbia. Ùn puderiate micca iniziare nisun altru libru in u mezu è dopu saltu da un postu à un locu, allora ùn fate micca cu a Bibbia.

A Bibbia hè una recita di libri 66. Quattru d'elli, chjamati Evangelios, dicenu di a vita di Ghjesù. Fighjatu à leghje quattru di elli in questu ordenu, Marc, Lucu, Matteu è Ghjuvanni è poveru leghje per u restu di u Novu Testamentu.

U sicondu ciò chì ci hè bisognu à piglià à cumincià à pricà. Praying is just talking to God, è mentre ch'ellu deveru esse rispittendu, ùn avete bisognu di utilizà un linguaghju speciale.

A Preghera di u Signore in Matti 6: 9-13 hè un gran mudellu per a preghiera. Grazie à Diu per ciò chì hà fattu per voi. Ammustate à ellu quandu u peccatu è dumandate a Cuntata di perdonarvi. (Chì promette chì vulè.) E dumandate à Diu per e cose chì avete bisognu.

A terza cosa chì avete bisognu di fà hè di truvà una bona chiesa. E belle chjese inseganu chì l'intera Bibbia hè a Parola di Diu, parlate perchè Ghjesù morisse in a croce, è sò pieni di boni persone chì a so vita hè cambiata per a so pussibule.

L'evidenza più evidente chì una persona hè in una vita cambiante relazione cù Ghjesù Cristu hè cume trattanu e persone. Cristu disse: “Di quessa, tutti l'omi sapranno chì sì mo mè discepuli, se amate unu l'altru.” - Giovanni 13: 35

Sì a chiesa hà studiu biblica o Classes di l'Ecumenicci per i novi cristiani, pruvate d'assiste Ci hè parechji cumbuglii chì anu apreendu cum'è per avè sapè à Diu solu. Ddiu un prugettu di voi.

Ghjesù hà dettu: "Sò venutu perchè anu a vita, è abbia avè a pienezza". Diu "ci hà tuttu ciò ch'e ne hè bisognu di vita è di pietà per mezu di a nostra cunniscenza di Lui. Quellu ci ha chjamatu per a Sua propria gloria è a bontà. "2 Peter 1: 3

Quandu avete lettu a vostra Bibbia, prege è intarvettenu in una bona cresia, Diu hà da cumincià à cambià a vostra vita in manere ch'è mai hà sunnutu era pussibuli è fassi l'amore è l'alegria è a pace è u propriu sensu.

Diu Diu vi benedisci quandu u seguite.

A prova di a risurrezione per a natura

(Una lettera à un cunnatu afflitta à a perdita di a so moglia)

Bonghjornu,

Sta lettera hè finuta da u mumentu. Hè volutu dà scrive finu da quandu Alba passò per dà à sapè ciò chì credu di Diu è di u Cielo. Aghju tempu di spiegà cose in persona per cusì hè cusì più faciule ponu e mo riflessioni nantu à a carta.

Credu sicuramente in Diu. Hè Diu u Padre, u Figliolu (Ghjesù) è u Spìritu Santu. Hè unu è u listessu, cum'è un ovu hà parti 3, a conchiglia, i bianchi è u tu vitellu (parti 3 ma uguale 1 è uguale). Una persona hà un corpu, una anima (a personalità) è un Spiritu (a parte chì pò risponde à Diu). Ùn pudemu micca vede l'anima o u spiritu, ma hè sempre una parte di noi.

Sò sempre assai entusiasmatu da a natura. A Bibbia ci dice molte cose affascinanti di a natura chì ci aiutanu à capì megliu a Bibbia. Speru chì avete una Bibbia di King James. Sì ùn fate micca pudete ottene unu quasi ovunque. Quandu si sente à Shakespeare quandu avete luu ma quantu più fate u più ti ne ne abituà à u.

Unu di i mo versi preferiti in a Bibbia hè Rumani 1: 20 "Perchè e cose invisibili di ellu da a creazione di u mondu sò chiaramente vistu, essendu capitu da e cose chì sò fatte, ancu a so putenza eterna è a so putenza eterna; accussì chì sò senza scusa ”, perchè u versu ci dice chì osservendu a Creazione ùn si pudemu micca cunnosce chì ci hè un Diu.

Ùn pò mai fà passà a bellezza di a ragnetta. Hè cusì artisticamente perfetti. I teli sò diversi trà a so specie è listessu bellu. U fattu chì a spider sapi abbastanza chì spinanu i so filari intornu à un altru insettu o paraliscili cù u so propiu velenu accussì à nutre stissa hè accussì sorprendente. Nisunu hà mai avutu à insegnarli cumu. Diu hà messu in istintu quellu istintu.

Basta pensate à i bellissimi fiori chì Diu hà criatu è e so fragranze chì danu. Ci hè una tale varietà! Sò chì e persone anu vintu cun novu tippu in l'anni, ma sò stati da a piantina chì era prima messa da Diu.

Pensate à l'arburi è à e fatti chì travagliano. Rappresentanu e tappe di a vita di e persone. A seme (quandu eramu belli), E verdi fughjanu (a crescita quandu si studia). I cambiamenti di culore (cume avemu ghjunto a maturità) è e foglie cadute (quandu noi mossi). Questu ùn deve micca esse a fine di u sì. Rivelazioni 22: 14 ci dice chì Diu hè l'Arbre di a Vita è chì, s'è l'Accessu, credemu in ellu, vivremu cun ellu per sempre. Beati quelli chì facenu i so comandamenti, affinch'elli anu dirittu à l'arburu di a vita, è puderanu passà per e porte in a cità.

Amu l'esempiu di una ghenda. A ghenda hè seppi in a terra. Perdi u so coppiu è diventa un bellu arburu. A ghenda si hè andata è in u so locu ci hè un arburu novu. Quandu uccidemu, i nostri corpi sò messi in a terra ancu ma Diu ci darà i nostri corpi novi, chì sò assai più grandi di i nostri vecchi cume a quercia hè più grande di u ghianta.

U sole in u celu hè una bella foto di Diu, perchè tutti sacciano chì u sole hà sempre stati quì da u principiu è chì avemu fiducia chì quì ghjè quì finu à a fine di u tempu. Ancu s'ellu ci hè solu un solu sole, sapemu chì ghjunghji in ogni parte di u mondu è da dà à a terra ciò chì deve necessariamente sopravvivere, ancu à a parte più remota di a terra. À u listessu hè solu un Diu. Hà primatu, chiunque simu o induve vivemu, o quant'è micca assai significativu, credemu, Petru 5: 7 dice: "Stendu tutta a to cura nantu à ellu; chì persenta per voi.

Amu Matteu 6: 25 è 26. Diu ci dice cum'è l'uccelli di u sò curati da ellu, ùn duviamu micca inchietassi perchè ellu averà ancu cura di noi.

Una di e mo cose preferite da vede hè l'arcardu. Quandu si vede l'arcu pienu, hè perfettamente furmatu è i colori so vividi. Nisun omu avia mai pussutu fà una cosa bè bella. Ùn pudemu micca fà da Diu.

Genesis 1, tuttu u capitulu racconta di a Sua creazione. Ci sò ancu di guardà un pocu di a creazione di Diu per insegnarci cume esse. Proverbi 6: 6 ci dice d'osservà a formica per mostrani chì duvamu occupatu. »Vai à l'antica, pigri; arricchite i so modi, è sì. »Anu un mancu per insegnarli à travaglià; ancu sapenu cumunisce i so cibo è cura per se stessi, cum'è quasi tutti l'animali puderanu fà.

Un esempiu di vita dopu a morte chì vene in mente hè a semente di u giardinu. Se mettite una semente in u palmu di a vostra manu o a mettite nantu à un tavulinu fermerà sempre una semente. Una volta chì avete messu quella semente in terra è l'acqua, a vechja cunchiglia serà lasciata daretu è nasce una nova pianta viva. Quandu piantemu a semente avemu a fede chì vene in vita. Avemu a speranza chì crescerà ". Avà a fede hè a sustanza di e cose sperate, a prova di e cose chì ùn si vedenu. Ebrei 11: 1 & 3 - Questi 2 versi anu una bona definizione di fede aduprendu a creazione di Diu.

U semu di carota mi stupisce. Hè guasgiu nantu à a dimensione di un grana di pimentu. E vedendu quì mi pari quasi impossibile chì puderia diventà una carota. È dopu ci hè u beddu culore troppu. "Perchè à Diu ùn ci hè nunda di impossibile". Luca 1: 37

A papà hè un'altra creatura affascinante in natura. I culori è i disegni è e tappe chì diventaru unu è rimarcate. Sò chì vederemu Dawn sempre e ella sarà sana è ùn invecherà. Vedemu parechje di i nostri amati chì si sonnu in Ghjesù davanti à noi è chì noi ùn seremu micca mai separati da elli. Sì sò stati nascuti solu per moriri, ùn ci vulia un sensu. Rumani 8: 18 dice: "Perchè pensu chì e patrimoniu di stu tempu ùn sonu micca degne di esse paragunati cù a gloria chì si pò rivelà in noi." A Bibbia hè un Libru chì hà fattu da generazioni à generazioni è continua à leghje. da e persone intornu à u mondu ancu oghje. Ebrei 13: 8 dice: "Ghjesù Cristu u mo ieri, è ghjornu è per sempre".

John 3: 16 hè un versu assai pupulari per spiegà u via à a salvezza. Perchè Diu hà amatu tantu u mondu, chì hà datu à u so Figliu solu, quellu chì crede in ellu ùn perì, ma abbia a vita eterna. Diu ha mandatu u Sò Figliu (Ghjesù) à a terra per esse natu è un zitellu cum'è noi, ancu senza peccatu, è mori in a croce cum'è un sacrifiziu per i nostri peccati. Tutti siamo peccatori è meritu mori. Ma Diu hà pietà di noi è mandò u Sò Figliu à piglià a punizione per noi. Iddu muriu è si alzò di novu, cum'è una semina si mori è una nova vita esce. Moriremu un ghjornu, ma se crede in Diu è chjassi à Lione per pirdunu i nostri peccati, ci purtarà una vita nova un ghjornu cun un corpu chì ùn morirà o si ammalà. Ùn sarà micca meravigliosa!

Aghju a paci in u mo core di a prospettiva di mori perchè sì ch'ellu mi farà risurrezzi cù novu vita eterna.

Vi mandu quì u Libro di u Diu Reale. Prova è Prumesse è u paperu di a Farfalla sperendu chì mette e cose chjaru per voi. Sò sicuru chì cunnoscete e tappe di a pappa ma vi aiuterà ancu à vede u aspettu spirituale di questu ancu.

Aghju pussutu cuntestà cù cose diverse di a natura è cumu si tratta in un modu spirituale.

Se legiate a Bibbia per piacè ùn scurdate micca di pruvà à capisce solu. Ùn hè micca una storia longa continua - Ci sò 66 Libri in a Bibbia, scritti da diversi persone chì sò state inspirate da Diu. Ogni volta chì vede a scrittura in stampa rossa, sò parole scritte da Ghjesù stesso.

Speru chì questu ti aiuta. Crede in u Signore Ghjesù Cristu è sarete salvu. Atti 16: 31. Ti pregu pensu à oghje è micca dà bè per un altru ghjornu perchè nisunu di noi sapenu s'ellu ci hè un dumani appena cum'è Dawn. Fortunatamente crede.

Hè sempre bè parlà cun voi. Amuri, a to surella, Robin

Studia biblica relativa: Job 38-41

Cosa ci sò i nostri rapporti in Cielo?
“Ma ùn vulete micca esse ignoranti, fratelli, per quelli chì dormenu, perchè ùn duchite micca, cum'è quelli chì ùn anu micca speranza. Perchè, s'ellu crede chì Ghjesù hè mortu è ghjè rinvivitu, cusì chì ancu chì dormenu in Ghjesù sia purtatu da Iddu.

Chì u Signore, quellu chì hè quellu, ghjunghjerà da u celu cun un ghjudicciu, cu a voce di l'arcangile, è cù a tromba di Diu; è i morti in Cristu saranu primissimi:

Allora chì noi stà vivi è rimanemu ghjunghjemu cun elli in i nuvuli per scuntrà à u Signore in l'aria: è saremu sempre cun u Signore. Perchè cunsulate uno à l'altru cù queste parole. "~ 1 Thessalonians 4: 13-14, 16-18

Parechje persone si dumandavanu cume si giranu da a tomba di i so amati, “Cunnosciaremu i nostri amati in u celu”? "Avemu da vede torna a so faccia"?

U Signore capisce a vostra pena. Abbia purtatu e nostri dolori ... Perchè hà chjappatu à a tomba di u so caru amicu Lazarus ancu s'ellu sapia chì u so pussia righjunghje in pochi minuti.

Ci era parlu cunsulatu à i so amici amati.

"Sò a risurrezzione è a vita; quellu chì crede in Miu, ancu s'ellu era mortu, vivrà." ~ Giuvanni 11: 25

Avà, avemu sofnimentu per quelli chì dormenu in Ghjesù, ma micca cum'è quelli chì ùn anu micca speranza. Perchè in a risurrezzione, Diu porterà cun Ghjesù quelli chì dormenu in Ghjesù. A nostra amicizia hè una durabile. Continua per sempre.

"Perchè in a risurrezione ùn si marianu micca, nè sò date per un matrimoniu, ma sò cum'è l'ànghjuli di Diu in u celu." ~ Matteu 22: 30

Benchì u nostru matrimoniu terrenu ùn sia micca sustinutu in u celu, i nostri rapporti saranu puri è sani. Perchè hè solu un ritrattu chì hà servutu u so scopu finu à i credenti in Cristu saranu sposati à u Signore.

“E Giovanni vene a cità santa, a Nova Ghjerusalemme, scendendu da Diu da u celu, preparatu cum'è una sposa adornata per u so maritu.

13 È aghju amparatu una gran voce da u celu dicendu: Eccu, u Tàbulu di Diu hè cù l'omi, è ellu hà da stà cun ellu, è saranu u so pòpulu, è Diu u Sottu sarà cun elli è u so Diu.

È Diu sàffatu tutte e lacrime da i so ochji; perchè ùn ci sarà più morte, nè dolore, nè plagnà, perchè ùn si capisce micca dolore; perchè e cose anziane saranu passate. "~ Revelazione 21: 2

Quali sò l'efetti di a Pornografia Vigilante?
Caramata anima,

Fighi parlà à u to core per un mumentu .. ùn sò micca quì per ti condemnà, o per ghjudicà duve sì stato. Aghju capitu quantu hè faciule per esse pigliatu in a rete di pornografia.

A tentazione hè in ogni locu. Hè un prublema chì avemu tutti davanti à. Ogni ghjornu ci hè l'entessione di ciò chì vedemu in televisione, in film, o in Internet.

Pò esse parechje una cosa petite per vede quellu chì hè piacevule à l'ochju. U problema hè, circadandu turne in lust, è lusting hè un desideriu chì ùn hè mai satisfied.

“Ma ogni omu hè tentatu, quandu hè attiratu da a so brama, è seduce. Poi quandu a brama hà cuncipitu, produce u peccatu, è u peccatu, quandu hè finitu, hà da fà a morte. ~ ~ Ghjacumu 1: 14-15

In spessu, questu hè chì si basa un ànima in u web di pornografia.

E Scritture trattanu questu prublemu cumunamentu ...

“A vi dicu, chì quellu chì guarda una donna per desiderà d'ella, hè cuminciatu à l'adulteru in a so cuore.”

"È chì u to ochju dirittu ti inziende, smarrate è scartateli; perchè hè bè per voi chì unu di i vostri membri perdi, è micca chì u to corpu sia ghjustu à l'infernu." ~ Matteo 5: 28-29

Satan sapi u nostre tentazione. Utilizza assai imagine è penseri seducenti per seducà in a so web. Intrètemos intriga. U nostru interessu porta à un caminu apparente inutile, finu à ch'ella diventa un roupeu in a nostra vita.

Satana vede a nostra lotta. Ride di noi deliriously! “Sì ancu diventatu cusì cum'è noi? Diu ùn pò ghjunghje oghje, a vostra anima hè fora di a so portata.

Molti morenu in a so attacca, altri in questu a so fede in Diu. Ùn sò micca partutu da a so grazia? A so manu si pesa finu à mè?

I nostri momenti più furtivi sò quandu ci restanu soli, sò fatti bramà da i nostri propri pensamenti lussuriosi. Flirtu cun a tentazione quandu avemu da fuggire. "Ciò chì hà da fà?"

I so mumenti di piacè sò scarsamente illuminati, cume a sonnità si mette in u fallimentu. Hè micca quant'è in furia ghjunghjite, a grazia di Diu hè più grande ancu. U peccatore cadutu Egli desira salvà, Egli allargarà a so manu per tene u vostru.

Ciò chì succede dopu a morte?
Ogni ghjornu, migghiara di e persone piglianu a so altezza finale è trasaltenu in l'eternità, in u celu o in l'infernu. Ancu s'è no avemu mai sapendu i so nomi, a rialtà di a morte succeci ogni ghjornu.

Chì ghjè u mumentu dopu chì murite?

U mumentu dopu chì murite, a vostra alma partire temporaneamente da u vostru corpu per esse ghjustu a Resurrección.

Quelli chì pusonu a so fede in Cristu serà purtatu da l'angeli in a presenza di u Signore. Avà hè cunsulatu. Absent from body and present with the Lord.

Intantu, unbelievi chì avè in Ghjerusalemme per u Judiciale finali.

"E in infernu, elleva i so ochji, è in i turmenti ... È chianciavvi, è disse: Abràhamu, aghju pietà di mè, è mandà à Làzaru, perchè perchè l'impegnu di u so dettu in l'acqua, è cresce a mo lingua; Perchè sò turmentatu in questa chjamata "~ Luke 16: 23a-24

"Allora u pòrtanu tornarà à a terra cum'è: era chì u spiritu tornarà à Diu chì dete." ~ Ecclesiastes 12: 7

Eppuru, avemu aghjustatu a perdita di i nostri amici, avemu a tristezza, ma micca cum'è quelli chì ùn anu micca spiranza. "Perchè s'è crede chì Ghjesù hè mortu è riseddu novu, ancu ancu elli ancu quellu chì dorme in Ghjesù, Diu farà piglià cun ellu. Allora noi chì anu vintu è si ferma sò atturciati cù e nuvuli, per scuntate à u Signore in l'aria: cusì ci hè sempre cun u Signore. Perisce chì cunfurmanu l'altru cù sti paroli "~ 1 Tessitegiani 4: 14, 17-18

Mentre chì u corpu di i incréciate reste restu, chì pò fathom i turmenti chì hè avè travagliatu ?! I so spirti spiruti! "Infernunu di sopra sottu hè spustatu per tè per cun meetà à a vostra vene ..." ~ Isaiah 14: 9a

Unprepared hè ellu à scuntrà à Diu!

Ancu s'ellu ci chianta in u so tormentu, a so prichera ùn prupone nimu cunfortu, perchè un grandiu golfu hè fiscatu quandu nimu pò passà à l'altru cantu. Sula solu in a so miseria. Sula in i so ricordi. A flama di a speranza sempri estinta di veda i so amori.

À u cuntrariu, priziosa à a vista di u Signore hè a morte di i so sante. Scurtati da l'angeli in a presenza di u Signore, sò cunsulati. I so prucessi è u patiremu passanu. Invece chì a so presenza seranu missu in prufonda, anu a sperione di vedenu i so amori.

Cosa succede à u Meu Baby Miscarried?
"... Andaraghju versu ellu, ma ùn ùn turnarà micca à mè". ~ 2 Samuel 12: 23b

U mo preziosu babbu ... U mio core di frebba sulla eterna, fate u tesoru di u mo core! Ti capisce u vostru dettu vicinu à a moia fermu ùn vole micca di partì. Aghju caritati a so gatta finta d'ochji. I vostri ochji fighjulanu bè in a mioia. U so rinfrescante di vita si scachju, pareva prima di u tempu.

A tozza dolce tocca i cori di parechji. A vostra presenza sempre persiste. Aghju pigliu un'altru novu in u celu, ma avà sò in l'armata di Ghjesù.

I sguardi guardianu u nivicinu versu u celu cù e làcrime streaming down my face. "Tenete cura di u mo preziosu babbu finu à avè vistu a fàccia".

L'amuri di Diu avia parmettutu di l'pacìssimu carcu u mio core. Puderete sughjettu u coru di l'angeli strumming his arpels angèliche!

Dìite à mamma per mè Ghjesù hà avutu salvatu di parechji tempestali. Hè a gràzia di Diu nantu à l'innocent chì Hà ricuminatu in i so bracce.

Perchè sò sottu à l'ale di a so prutezzione. Aghju reachu a Land Promised Land! U Ghjesù ami i zitelli per esse hè u regnu di u celu.

Perchè Diu hè u suvrani in a so salvezza Chì ellu quellu chì hà fattu. Ellu riceve quelli chì morse in fiori chì ùn anu micca bisognu di u so propiu.

Ùn ci hè micca tristezza quì, nè duluri ... a risata benzina ciene l'aria! Ci hè una multitùdine di ànghjuli, mommy, ci hè figliolu in ogni locu!

I figlioli di u Diu tutti circunna, stalla à i so ghjinochji. Ogni annu di elli sò preziosi perchè u regnu di u celu appartene à queste.

A morte di un zitellu hè straining, u duluri più penoso chì duvemu purtà. Sò sottu à l'ale di u Signore, caru mamme, sì in u so amori.

U so amori isciutu da l'altures di u celu per righjunghja per a so manu per affaccià a mioia. "Aghju pigliatu in u celu, u mo preziosu bè chì Diu m'hà chjamatu a casa un pocu!"

I vostri labbre chjamate mommy, hè a musica à i mo ore! Avaraghju a so cumpagnia di i so cumpagnie ... quandu quì aghju intricatu cusì vicinu.

Ghjesù disse: "... Sperate chì i zitelli ani venutu à mè, è ùn odiavenu micca; perchè di questu hè u regnu di Diu". ~ Mark 10: 14b

"Oghje hè U ghjornu di Pregnant and Children's Remembrance. Oghje, u mo core s'hè cunsideratu chì hè stata impiegata numerosi volte à solu solu u pensamentu di u nostru ange, Ryley, ma ancu à u pensamentu di u mio figliolu d'ànghjulu è nebbia, è di l'ànghjuli di l'amichi d'amici.

U mo core salute, è aghju pututu capì per quale Diu hà pigliatu i nostri babici cusì prestu.

Ma puru sò ricurdatu di un versu chì avete lettu à un pocu tempu chì m'hà aiutatu: Ecclesiastese 4: 3 "Ma megliu di quantu hè quellu chì ùn hà mai natu, chì ùn hà micca vistu u male chì hè fattu sottu u sole. "(NIV) Eppuru ùn anu pussutu riceve à Ryley, Diu hà tenutu u nostru babbu in i so bracce è hè cura di Ryley, mentri noi quì nantu à a Terra piglià u nostru babbu in a strada. Quale hè chì puderia esse un pruduttore mejoratu per a nostra Ryley chì l'quellu chì a cura di noi?

"Un annu ghjornu, l'aprili 6th, 2017, avemu perde unu di i nostri ziteddi. Avemu avutu cunnosce chì eranu allungati parechji settimani dopu, è aghju avutu l'attaccu di pane di ogni ghjornu. Ma questa matina, era pitta d'esse avutu mai. Ùn pudia micca funziunalità. Ùn pudete micca preparà pè u travagliu. M'arrizzò, è ùn sapia chì qualcosa era sbagliatu. Sapiu chì qualcosa ùn era micca ghjustu cù a gravidenza. Aghju stabilitu una cuntagliu cù u me duttore, è urdinò i teste di sangue è l'ultrasound. L'ultrasound ùn esse micca per un paru di simani, ma s'assumigliava chì tuttu seria bella. U mo travagliu di sangue veni torna cù tuttu ciò chì hè aggradèvule, in più di un nivellu di vitamina D assai bassu.

Avìa ottu ott'anni quandu avemu avutu l'ultrasound. Prima di avà dimostratu chì avemu avutu un solu babbu sanu. E dopu ci anu dicentatu chì avemu avutu perch'e un ziteddu à circa 6 sette, chì era u stessu ghjornu chì m'era svancatu è ùn pudia micca funzionà. Epparìbulu instantamente chì avemu avutu perde u nostru babbu di quellu ghjornu.

Ùn pudianu aiutà, ma dumandassi subitu perchè Diu avia pigliatu u nostru babbu. Ma dopu, in l'annu dopu, aghju avutu perchè! In questu annu, aghju amparatu è cunnisciutu parechje altre donna chì anu persu i so babies. E questu dolore chì Diu hà avutu avè l'aiutu hà aiutatu à pudè caminari cù issi donne è aiutanu cù u so dulore. Ogni vota aghju intesu di unu, aghju avutu u so dulore è u mo dulore.

E ora, u nostru babbu sanu hè 4 mesi. Aghju pigliu per piglià u mo preziosu ogni notte. Ci hè parechje chì ùn puderebbe aiutà ma maravigliate tuttu ciò chì avissi statu cum'è s'ellu avia avutu pussutu averebbe figlioli. Ma avà, aghju aghjunatu per u mo figliolu.

Certe volte, quand'è aghju avutu per dolore, ùn capì micca perchè Diu ùn face ciò chì Avarà. Ùn vidu micca a so stampa completa. Eppuru, certi volte un annu, certi anni, in u futuru, avemu da verificà perchè Diu hà digià passatu stu dulore. A maiò parte di u tempu, hè questu pudemu cunnetta cù e persone. Hè da manera chì pudemu cammarà vicinu à e persone chì passonu per u stessu dulore chì avemu fattu, è aiutanu à traversu u so dulore.

Hè statu un annu, è ancu s'ellu ci hè u mo dulore hè forte, u mo Ddiu hè più forte, è aghju scrittu perchè ellu hà pigliatu u nostru anghjulu. Trovu un versu chì m'hà aiutatu à mezu à quelli di i ghjorni più difficili. Ecclesesi 4: 3: "Ma a più bona furtuna di tutti sò quelli chì ùn sò micca nati. Perchè ùn anu vistu tuttu u male chì hè fattu sottu u sole. "(NLT). U nostru ange anu hè tenutu da u Diu di grande è putente. Ryley ùn cunnosci micca u dolore di cori, o u sensu di tristezza. Ryley hà cunnisciutu a felicità, è hà cunnuscenu u sensu di essendu tinutu da u nostru Salvadore. Pensate chì hè quella chì mi aiutanu à stu anniversariu. U nostru Ryley hè in u celu, è ghjucatu cù tutti l'altre angelo babies. Un ghjornu, aghju da piglià a Ryley. Ma per avà, sò chì Ryley hè salvu in i braccia di u nostru Salvadore, è ùn pò micca esse rimessi ".

Cosa hè u celu?
L'ànghjuli sò intruti è fàtinu à a presenza di Diu, caru mamà. Mi cumportanu cum'è di voi fà quandu dorme. Mi svegnu à e braccia di Ghjesù, quellu chì deti a so vita per mè!

Hè cusì cusì cusì cusì, mama; cusì bella cum'è sempre hà dichjaratu! Un fiume purdu di l'acqua di a vita, chjara cum'è cristallu, da u tronu di Diu.

Cusì trè triste cù u so amore era, cari mammi! Puderete a mo gioia per vede Ghjesù in fronte! U so sonnu - cusì cen ... A so faccia - cusì radiante ... "Benvenuto à a casa u mo figliolu!" Ellu hà dichjaratu.

Oh, ùn hè triste per mè, mòviu. Pudete corse è salta à ballà è cante! Mi sentu accussì luminosu nantu à i mio pede cum'è un sognu, mamma! A voti riri comu ballava in presenza di l'angeli. A malidizioni di a morte hà perditu a so sting.

Oh, ùn chianci micca per mè, mòviu. I vostri brivittati sò cum'è a chjaia d'istati. A morte hè tristezza cù a so separazione. Chianci for a while, ma micca cum'è quelli chì chiancianu in vain.

Ancu Dientinu m'hà chjamatu a casa cusì tempore, cù parechji sogni, tanti canzone per unsung, sò in u vostru core, in i vostri ricordi ricordi. I manca avemu avutu ti purtaranu in modu.

Ai scurdate di a mamma, quandu, in quandu beddu, mi prumetti in u so lettu? Avete tell me storii di Ghjesù è l'amori Hà avutu per noi.

Fighjulatu in a vostra parolla è disse: cum'è lettu à mè da a candela. "Speranu li l'ànghjuli venenu à purtassi me casa, mamma?" E rirennusi intrebatu, ridì à i mio capelli. "Iè, u mo anghjulu pocu, ma avete esce. Fiducià in modu chì u vostru Salvatore, è in u so sangue chì era spusatu per voi.

In i ghjinochje cupulonu vi pricate per mè, una lagrimata splashed down your cheek. "Ci hè stata una tear mama?" Vi dumandu babbu. Mi vede à mè. Un suspiru di dèvule scappò di i vostri labbre ... cumprendu i vostri pinsamenti ... "Sì, u mo ànghjulu pocu, lacrimi in u mo coriu l'acqua e mo pricure". Dissi in leguminu, basgiami ghjornu bonu.

M'arricordu di ddi noti, mama ~ e vostre tesoru storii. Cumpagnu di mammi chi aghju intritu in u mo core. In a bughjura l'accurzzione di a porta di u babbu face a so borra à a notte. Per mezu di i muli finti, aghju intesu di scena. Un ànghjulu chianci, a mio mamma. "Avete a cura di a mamma ..." Dumannu dumane in bè, regu so preghje cù e lacrimi.

Quella notte quandu pricava per mè, aghju avutu per e ghjinochji. A luz di a luna cuddatu nantu à i chjudi di lignu chì aghju dumane à Diu salvà. Eppuru ch'e ùn cunniscia micca ciò chì dicenu prima, mi ricordu di ciò chì dicenu. Pricate da u vostru core, caru miu, dissi di tene voltu à a porta per lascià.

"Carusu miu, sò un piccatore. Purtroppu per i mo peccati. Sò scemu chì eranu accussì significati à voi quandu chjappàvanu à l'arbre. Venite à u mo core, Signore Ghjesù, è devi avè l'ànghjuli, pigliate à u celu cun voi. È Ghjesù, staiu intesu a mamma parlendu. A vista mentre ella dorme. Perdà daddy per esse mean, perchè m'avete pardunatu. In u nome di Ghjesù. Amen ".

Ghjesù hè ghjuntu in a me vita, a mamma, caru mamme! In a bughjura l'avete sentutu un sonnu. Campane ghjittati per me in u celu! U mio nome scrittu in u Libru di a vita.

Cusì ùn chianci micca per mè, ò cresce mamma. Sò quì in u celu per voi. Avemu bisognu di Ghjesù, perchè ci sò i mo fratelli. Ci hè più travagliu in a terra per voi di fà.

Un ghjornu, quandu u vostru travagliu hè finitu, l'ànghjuli saranu per traspurtallu. Sempre à e braccia di Ghjesù, quellu chì hà amatu è mortu per voi.

Cosa hè l'infernu?
"E in infernu, elleva i so ochji, è avendu in turmintatu, è avèndulu Abràhamu distanti, è Làzaru in u so senu. È chianciallu, è disse: Abràhamu, mi misericòrdia nantu à mè, è mandà à Làzaru, perchè perchè u prughjettu di u so dettu in l'acqua, è cresce a mo lingua; Perchè sò turmentatu in questa chjamata. ~ Luke 16: 23-24

Allora ellu disse: Eccu, ti precu, babbu, chì tù avete da mandà à a casa di u mo babbu: Perchè aghju cinche fratelli; Perchè ellu pudete esse tistimunaghju, per chì ùn anu venutu ancu in questu locu di tormentu. ~ Luke 16: 27-28

Tonight, mentre a lettura di sta lettera, a mamma, u so babbu, a serme, u fratellu o l'amicu ànghjulu di qualchissia vi saranu in l'eternità solu per scopre a so decisione in l'infernu.

Imagine chì ricevi una carta cum'è questu di unu di i vostri amici. Scritta da un ghjovanu à u Dieu à teme à a mamma. Ellu murìu è andò in infernu ... Ùn ci sia digià di voi!

Una lettera di l'infernu

Dear Mamma,

Aghju scrittu da u locu più bruttu ch'e aghju avutu mai vistu è più horrible di ciò chì pudete avè l'imbarate. Hè NESSRENO quì, cusì cusì chì ùn aghju micca vedutu tutte l'alme sò sempre strappatu. Socu solu sò persone cum'è mè di i cinghje di sangue SCREAMS. A mo voce hè stata da u mo stessu gridannu comu scrivu in u dulore è u duluri. Ùn aghju micca chjutu per aiutà più, è ùn hè micca utilizzatu, ùn ci hè nimu quì chì hà qualchì compassione per tutta a mo tempesta.

U DOLORO è u soffrenu in questu locu hè soprappoli ughjettu. Cusì cunsuma u mo penseru, ùn pudariu micca sapè se ci era qualcosa altre sensazione per vene nantu à mè. U dulore hè tantu severu, ùn mai stops o ghjornu o notte. U giorno di i ghjorni ùn hè micca appare per via di a bughjura. Ciò chì pò esse nunda più di minuti o ancu parechji s'assumiglia parechji anni endless. U pensamentu di questu suffientu cuntinuendu senza fini hè più di quellu chì pò esse abbituatu. A mo mente ci passa cada vez más cun ogni momentu passatu. Sentu cum'è un zoppa, ùn aghju micca pensatu bè da chjappà in questa chjucheta di cunfusione. Purtantu ci sèrvere u mo spiritu.

U TARDI hè cusì bellu cum'è u dulore, forsi ancu worse. Ùn aghju micca vistu cumu a mo pristitu puderia esse qualcosa di questu, ma sò in paura constantemente chì pò esse in ogni momentu.

A mo bocca hè fresca, è sarà solu più cusì. Hè cusì seccu chì a mo lingua ciacca à u tettu di a mio bocca. Pigliu chì un anticu predicadore dicendu chì hè ciò chì Ghjesù Cristu enduitò cum'è chjappu in quella vechja crocifisso. Ùn ci hè nisuna salvezza, micca cusì cum'è una sola gota d'acqua per fretà a meva lingua minada.

Per aghjunghje più miseria à questu postu di tortu, Sapemu chì mi piacerebbe esse quì. Sò punitu solu per i mo fatti. U punizioni, u dulore, u pienu ùn hè peggiu più ch'è i beni meritava, ma admittendu chì avà ùn serebbe averà mai l'anguish that burns eternally in my miserable soul. Ùn aghju pietate per cumprannari i piccati per fà guadagnà tali destinazione horrible, odi u diavulu chì m'era arristavu, perch'ellu aduprà in questu locu. E quantu a socu hè una malvaganza inescuvule per crede cusì, odiamu u Diu stessu chì hà mandatu u so figliolu unicu per sparghje stu tortu. Ùn mai puderebbe culparà u Cristu chì suffrissiu è sfilicciatu è hè mortu per mè, ma odiò in ogni modu. Ùn puderà mancu cuntrollà i mio sentimenti chì socu esse malvagio, miserable è vilatu. Sò più malvagio è viliu dunu chì eru in a mo esse terrenu. Oh, Se avea solu avè intesu.

Qualcene tormentu terrenu seria assai megghiu di questu. Per fà una morte agonizante lenta da Cancer; Perchè in un edificio ardente cum'è vittimi di l'attacu di terroru 9-11. Ancu è ciuciutu à una cruci, dopu avè assicuratu cum'è u Figliolu di Diu; Ma à sceglie quì u mondu prisenti ùn aghju micca forza. Ùn avete micca quellu scelta.

Avà capitu chì u tormentu è u soffrenu hè ciò chì Ghjesù hà avutu per mè. Credu chì ellu hà patitu, bled è mortu per paià pè i mio peccati, ma u so duluri ùn era micca eternu. Dopu trè ghjorni si suscitò à a vittoria annantu à a tumba. Oh, ùn aghju criu, ma sfortunatamente, hè troppu tardu. Comu a canzetta d'invita vechja dice chì aghju scurdatu di tanti volte, sò "Un ghjornu dem Piazza".

Semu tutti cridenti in stu locu terribili, ma a nostra fede cumporta à nimu. Hè troppu tardu. A porta hè chjude. L'arbre hà cadutu, è quì hè ellu. In l 'inferu. Perdu sempre persu. No Hope, No Comfort, No Peace, No Joy.

Ùn cià micca mai a fine di u mo sufrimentu. M'arricordu chì l'altru predicadore cumu avete lettu "È u fumu di u so turmentu ascendendu per sempre è eternu: È ùn anu nuddu postu di nuvellu o nè"

E questu quarchi forsi lu cchiù bruttu di stu terribbili locu. Ricurdava. Mi ricordu di i servizii church. Mi ricordu di i invitazioni. Pensu sempre ch'elli eranu cusì cugini, cusì stupidu, cusì inutilità. Paria ancu chì eru troppu "duru" per questi affari. A vi tutte e diversità ora, Mamma, ma u mo cambiamentu di core ùn importa nunda in questu puntu.

Aghju vintu cum'è un dissinnatu, finta com'è stupidu, murì com'è stupidu, è avà devi soffre u turmentu è l'anguish d'un stupidu.

Oh, Mamma, quantu mi trovi assai i cunsulazioni di casa. Nun avà tornu novu a vostra carizzia tendenza in tuttu u mio culo. Ùn ci ne scuperte più dispunibuli o cibo in cucina. Nun sanu più novu quì u calore di a chimenea in una nuttata di l'invernu di ghiaccio. Avà u focu devuleghja micca solu questu quì u corpu perercivanu cun u praticatu, ma u focu di l'ira di un Danu Altru Diu cunsuma u mo seru internu cun una angustia chì ùn pò micca esse cumpresi in ogni lingua mortali.

Speru à passà per un pratendu verdu di primavera è vede i belli fiori, stannu di piglià in l'aranciu di u so perfume dolce. Invece, sò rassignatu à u ciauru ardente di sulciuri, sulphuru è un calore cusì intensu chì tutti l'altri sentiti dìcenu micca solu.

Oh, Mamma, cum'è un adulescente, aghju sempre odià d'avè à sente i scuzzuli è scurciate di i picciotti in a chjesa è ancu in a nostra casa. Pensu chì eranu cusì un inconveniente à mè, cusì una irritazione. Cumu sò longu per vede per un mumentu brevi unu di quelli carusi innocenti. Ma ùn ci hè micca un babu in Hell, Mamma.

Ùn ci hè micca Bibblies in Hell, mostru mamma. L'unicu scritture in i membri di i mura di i mali avianu quelli chì anu in e mo ore à l'ora dopu l'ora, u mumentu dopu u mumentu miserabbili. Ùn si ponenu micca cunsulazione in tuttu, però, è solu sirve per fate dunque un insinsatu chì eru.

Ùn era micca per a futità di elli Mom, altri pudereunu altri aligria à sapè chì ci hè una reunione di preghiera senza fini in l'infernu. Ùn importa, ùn hè micca Spìritu Santu per intercede in nostra noma. I preghieri sò tantu sughjetti, è mortu. Sò cose à nunda più di chianci per a misericòrdia chì tutti no sapemu mai risposta.

Vi avvisà i mo fratelli Mamma. Era l'anzianu, è pensavvi chì aveva esse "cool". Dunque ci dicenu chì nimu in Hell hè cool. Avete vi guidà tutti i mo amici, anchi i mio nimici, per paura chì vanu ancu à questu postu di turmentu.

Comu terribbili quandu stu locu hè, Mamma, vidu chì ùn hè micca a mo destinazione finali. Cum'è Satana ridi di tutti quì cusì, è cum'è a multitudine cunghjuntanu in stu festa di miseria, avemu sempre ricurdatu chì un ghjornu in u futuru, tutti seremu per esse ghjustificate per esse accputate prima di u Tronu di u Diu Omnighjenti.

Ddiu ampararete a nostra destinazione eterna scritta in i libri à veda à tutti i nostri travagliu malvaganti. Ùn avemu micca difendiatori, senza scusa, è nunda à dì salute per confessà a ghjustìzia di a nostra malfatta prima di u ghjutru supremu di tutta a terra. À appuntamentu prima di vultà in a nostra destinazione finali di u tormentu, u Lavu di u Focu, avemu averà guardà u face di quellu chì suffria avutu i torments di l'infernu chì pudemu esse mandatu da elli. Cumu avemu alluntanatu in a so presenza sèntina per sèntelu a pronunzia di a nostra damnazione, duvemu allora a mamma per vede tuttu.

Per pirduna per purtà u mio capu in la vrigogna, perchè ùn sia micca qualunqui puderà duverà annunzià u to fàccia. Avete da esse cunfurmatu in l'imaghjini di u Salvadore, è socu serà più di quì ponu stà.

Aghju aghju mandatu questu locu è unete à voi è tanti autri chì aghju cunnisciutu da i mio pezzi anni in terra. Ma sapemu chì ùn hè mai pussibile. Perchè ùn sapendu chì ùn pudere micca scappà di i turmi di u maleficu, dicinu cun làcrime, cun dulore è disperazione prufonda chì ùn pò micca mai esse scritta bè, ùn mai vogliu vede parechji volte. Perchè ùn avete un avè firmatu micca quì.

Dove ghjente si vanu quandu si mori?
Ogni ghjornu, migghiara di e persone piglianu a so altezza finale è trasaltenu in l'eternità, in u celu o in l'infernu. Ancu s'è no avemu mai sapendu i so nomi, a rialtà di a morte succeci ogni ghjornu.

Chì ghjè u mumentu dopu chì murite?

U mumentu dopu chì murite, a vostra alma partire temporaneamente da u vostru corpu per esse ghjustu a Resurrección.

Quelli chì pusonu a so fede in Cristu serà purtatu da l'angeli in a presenza di u Signore. Avà hè cunsulatu. Absent from body and present with the Lord.

Intantu, unbelievi chì avè in Ghjerusalemme per u Judiciale finali.

"E in infernu, elleva i so ochji, è in i turmenti ... È chianciavvi, è disse: Abràhamu, aghju pietà di mè, è mandà à Làzaru, perchè perchè l'impegnu di u so dettu in l'acqua, è cresce a mo lingua; Perchè sò turmentatu in questa chjamata "~ Luke 16: 23a-24

"Allora u pòrtanu tornarà à a terra cum'è: era chì u spiritu tornarà à Diu chì dete." ~ Ecclesiastes 12: 7

Eppuru, avemu aghjustatu a perdita di i nostri amici, avemu a tristezza, ma micca cum'è quelli chì ùn anu micca spiranza. "Perchè s'è crede chì Ghjesù hè mortu è riseddu novu, ancu ancu elli ancu quellu chì dorme in Ghjesù, Diu farà piglià cun ellu. Allora noi chì anu vintu è si ferma sò atturciati cù e nuvuli, per scuntate à u Signore in l'aria: cusì ci hè sempre cun u Signore. Perisce chì cunfurmanu l'altru cù sti paroli "~ 1 Tessitegiani 4: 14, 17-18

Mentre chì u corpu di i incréciate reste restu, chì pò fathom i turmenti chì hè avè travagliatu ?! I so spirti spiruti! "Infernunu di sopra sottu hè spustatu per tè per cun meetà à a vostra vene ..." ~ Isaiah 14: 9a

Unprepared hè ellu à scuntrà à Diu!

Ancu s'ellu ci chianta in u so tormentu, a so prichera ùn prupone nimu cunfortu, perchè un grandiu golfu hè fiscatu quandu nimu pò passà à l'altru cantu. Sula solu in a so miseria. Sula in i so ricordi. A flama di a speranza sempri estinta di veda i so amori.

À u cuntrariu, priziosa à a vista di u Signore hè a morte di i so sante. Scurtati da l'angeli in a presenza di u Signore, sò cunsulati. I so prucessi è u patiremu passanu. Invece chì a so presenza seranu missu in prufonda, anu a sperione di vedenu i so amori.

Perchè Diu Permette à e persone à soffre?
"Allora micca a punizione per u presentu hè apparendu gioia, ma dolente ... Perchè chì u Signore amia, castigava, e flagra ogni figliuu chì riceve." ~ Ebrei 12: 11a, 12: 6

***

U furnu di a sofferenza! Cumu hè fatale è ci porta u dolore. Ci hè quì chì u Signore ci forma à a battaglia. Ci hè quì chì imparemu à pregà.

Hè quì chì Diu ottiene solu cun noi è chì vi rivela chi siamo veramente. Hè quì chì Cuncurava via i nostri confortu è brusgi u peccatu in a nostra vita.

Hè quì, in u furnaciu, chì ci stremu u cuscinu cù lacrimi, quandu in agonia di l'anima chjappemu a Ghjesù: “O Signore, s'ellu ci hè pussibule, smetti di sta cuppa; "

Hè ghjustu chì aduprà i nostri fallimenti per preparà ci à u so travagliu. Hè quì, in u furnu, quandu ùn avemu niente da offra, quandu ùn avemu micca cunsumu di notte.

Ci hè quì chì sentemu com'è a nostra vita hè finita quandu ogni cosa chì avemu gode hè stata tolta da noi. Allora ghjunghjemu à capiscia chì siamo sottu à l'ali di u Signore. Hà cura di noi.

Eccu quì chì spessu ùn ricunniscimu micca u travagliu nascosu di Diu in i nostri tempi più sterili. Hè quì, in u fornu, chì nisuna lacrima hè spruzzata, ma risponde à i so scopi in a nostra vita.

Eccu quì chì Tissenu u filu neri in a tapistra di a nostra vita. Hè quì chì hà rivelatu chì tutte e cose cumunicanu per u bonu à quelli chì u Amanu.

Hè quì chì si ottienu veru cun Diu, quandu tuttu u restu hè dettu è fattu. "Ancu s'ellu m'hà uccidendu, mi rischjenu in ellu." Hè quandu avemu cadutu da amore per sta vita, è vivemu à a luce di l'eternità chì deve andà.

Hè quì chì si rivela u fondu di l'amore chì Hè per noi, "Perchè ritenu chì e patrimoniu di stu tempu ùn sonu micca degne di esse paragunati cù a gloria chì si pò rivelà in noi." ~ Rumani 8: 18

Hè quì, in u furnaciu, chì si cummattenu "Perchè a nostra luce, afflizione, chì hè solu per un momentu, travaglia per noi un pesu assai più impurtante è eternu di gloria". ~ 2 Corinthians 4: 17

Hè quì chì si innamurà à Ghjesù è apprezzà a profondità di a nostra casa eterna, sapendu chì e patrimoniu di u nostru passatu ùn dau micca duvale dolore, ma preferenu arricchiri a Sua gloria.

Hè quandu avemu da u fornace chì a primavera comincia à fiorire. Dopu He hè ridendu à lacrimi, offremu preghiere liquefuse chì toccanu u core di Diu.

Eccu quì chì spargiamu lacrime di intercessione chì ùn saranu micca dimenticati da Diu. "Chì quellu chì esce è pianta, purtendu semine preziosu, ghjunghjerà di novu cun piacè, truvendu e so spezie cun ellu". ~ Salmo 126: 6

“… Ma glureamu in tribulazioni ancu: sapendu chì a tribulazione travaglia pazienza; è a pazienza, l'esperienza; è sperienza, speranza. "~ Rumani 5: 3-4

Perchè Ghjesù morse?
Pregu di Ghjesù, "Quantu ti piace à mè?" Ellu disse: "Questu" è stende e mani è mortu. Mortu per mè, un piccatu cadutu! Ellu hè mortu per voi.

***

A notte prima di a mo morti, site nantu à mo mente. Cumu avia vulutu dà una rilazioni cù voi, per passà l'eternità cù voi in u celu. Ma, u peccatu sceglie da Me è u mo Patre. U sacrificiu di sangue innochiastu era bisognu di u pagamentu di i vostri peccati.

L'ora hè vinutu quandu era stata per piglia a mo vita per voi. Dà pisura di u core, andò à l'ortu per pricà. In agunia di l'anima I sudra, cum'è hè stata, gocci di sangue chì chjese à Diu ... "... U mio Babbu, se chè possi, permette sopra à questu cupidà di mè: ùn ne micca cum'è questu, ma cum'è tù vulete. "~ Matteu 26: 39

Mentre èiu in u giardinu i suldati vìnniru a arrestà finu à quandu eru inoccu di qualchì crimini. Mi purtate davanti à u salone di Pilatu. Quandu era davanti à i mo accusatori. Allora Pilatu mi pigliò, è strufinati. I lacerati chjucu in u mo paese, cum'è pigliu a battaglia per voi. Allora i soldati scorciaru, è pusonu un capelli scarlatte nantu à mè. T'hà vultatu una corona di spine nantu à a mo testa. U sangu du u me facci ... ùn era micca bellezza chì vi vulete desiderà Me.

Allora i suldati si ne ridìanu di mè, dicendu: "Salvami, re di i Ghjudei! Mi purtate prima chì a ghjente vintu, gridendu: "Crucifessu. Crucifiede ". Ci ponu stà in silenciu, sanguinante, ferulinu è battutu. Ferru per i vostri transgressions, feriti per e vostre iniquità. Scusate è ribattatu di l'omi.

Pilatu circate di liberà, ma hà datu in a pressione di a folla. "Pigliate à Ghjesù, è crucifichele; perchè ùn aghju nè culpa in ellu", li disse. Allora ellu hà mandatu per esse crucifissu.

Avete nantu à mo mia, cum'e purtate A mo cruciveru in u locu soleu à u Golgotha. Ci era sottu u so pesu. Era u mo amuri per voi, è per fà a voluntazione di u mo Patrone chì m'hà datu a forza per sopra sottu a so carica pisanti. Eccu, aghju purtatu i vostri doluri è aghju purtatu i vostri piacè chì stanu a mo vita per u peccatu di l'omi.

I suldati si svultatu à daveru i colpi di u marteddu purtendu l'unghie chjucu in i mo mani è i pedi. Amuri ancora i vostri peccati à a croce, perchè mai trattatu. I strogghiati, è ne partenu di more. Eppuru, ùn pigliendu a mio vita. Ju beni beni.

U celu addivintò negru. Ancu u sole si svegliu. U mo corpu venerà cù l'excruciante duluri pigghiò u pisu di u vostru peccatu è hà avutu casticatu per chì l'ira di Diu puderia esse cumene.

Quandu e cose eranu fatti. Mi cumprate u mo spiritu in e mani di u mo Patore, è hà sustegnu e mio parolle finale, "Hè finitu". Hè aghju intristitu u mo capu è hà datu u ghostu.

I Amu ... Ghjesù.

"U maiò amore ùn hà mancu quellu di questu, chì un omu stinnate a so vita per i so amichi". ~ John 15: 13

Ancu Diu mi perdonarà di l'adulterio?
Dear Soul,

Oghje a strada pudete parechje inclinada, è sì stanu suli. Qualchissia chì fiducia hà decepitu. Ddiu vidi i so là. Senti u so dulore. Pigliò per cunsulallu, perchè ellu hè un amicu chì ferma più vicinu à un fratellu.

Ddiu t'era assai chì hà mandatu u so solu Figliolu, Ghjesù, per andà in u vostru locu. Tridellu à pardunà per ogni peccatu chì avete fattu, se ci vulete abbandunà u vostru peccatu è turnate da elli.

Forsi si senti: "Ùn serà micca pardunatu i mio piccati per chì sò troppu grande. Ùn avete micca cunnisciutu i peccati chì aghju avutu, Ùn strayed massa remota da u so amore. "

Aghju cumprendenu i vostri pinsamenti, caru ànima. Aghju persu, puru un indelicadori è immerravuli di u so amore. Quì è stete à u pede di a cruci di prufitta per a misericòrdia, ma hè a gràzia di u nostru Diu.

L'Scrittura dice: "... Ùn hè vinutu micca à chjamà i ghjusti, ma i piccatori à u ripintenza." ~ Mark 2: 17b

Soul, chì vi porta à mè è di mè.

Ùn importa micca quandu quellu chì hè in u pitò hà cadutu, a gràzia di Diu hè più grande. L'ànimi destruzzione brutta, Vense à salvà. Ellu ghjunghje à a so manu pè mantene a tòia.

Cù u to cori aghjunse, dicerete à u Signore:

"Sò un piccatore. Sò statu piccatu tutta a mo vita. Perdà, Signore.

Forsi si voi cum'è quellu piccatu falatu. Ellu viaghjate à Ghjesù, sapendu ch'ellu era Quellu chì pudia salvà. Dopu e so làcrimi streamingendu a so faccia, hà cuminciatu à lavà i so pedi cun làcrime, è l'limpiassi cù i so capelli. Ellu disse: "I so peccati, chì sò parechje, sò pardunati ..." À l'ànima, pò Dicenu chì di voi tonight?

Pudite avè da lacrimi curruzzione per a vostra parata quandu ligheghja cun ella. Forsi si vedi a pornografia è avete vrigugnatu, o avete messu adulteriu è voi esse pirdunatu. "Ùn mi vogliu micca fora da a to presenza. Perdà per u malugnu chì aghju fattu "Hè cum'è culpata cum'è ella era, ma u listessu Ghjesù chì hà pardunatu averà aduverà ancu a tonight.

Un ghjornu oghje nantu à u Signore, trasparente in a so presenza. I libri di a vostra vita sò aperte per esse ghjudicati. Ogni pensamentu ... ogni parola ... tutti i motivi di u vostru core sò esse rivelati in u so luminu illuminante. Chì duvete dì in a so presenza? Dìite à u Signore: "Aghju fattu un fucile di a mo vita, vogliu per esse pardunatu" Ddiu vidi u vostru core, l'ànima estimata. Sure, hà fattu selezziunate cun forse, ma ellu ama sempre!

Forsi si pensavvi à dà a vostra vita à Cristu, ma fece cullà per una ragione o un altru. "Avà, s'e sente a so voce, ùn dura micca i vostri cori." ~ Hebreos 4: 7b

Sapemu unu l'altru in Cielo?
Quale di noi ùn hà pigliatu à a tomba di un seru amatu, o duvendu a so perdita cù quante domande senza risposta? Cunnosciaemu i nostri amati in u celu? Avemu vedhje torna a so faccia?

A morti hè dolorosa per a so separazione, hè difficiule per quelli chì ci lascimiscenu. Quelli chì amanu assai spessu dispiace profondamente, sentendu u dolore di a so sedia vuota.

Ancu, avemu a tristezza per quelli chì sò dorme in Ghjesù, ma micca cum'è quelli chì ùn anu micca spiranza. E Scritture sò intravati cù a cunsulazione chì no solu avemu cunnisciutu i nostri amici in u celu, ma seremu cun elli.

Ancu s'ellu dolemu a perdita di i nostri amati, avemu avè l'eternità per esse cù quelli in u Signore. U sonitu familiari di a so voce dirà u vostru nome. Cusì avemu sempre cù u Signore.

Cosa ci hè di i nostri amati chì pudenu esse morti senza Ghjesù? Vedite di più u so visu? Quale sapi chì ùn anu micca cunfidutu in Ghjesù in i so ultimi mumenti? Avemu forsi chì ùn cunniscemu micca stu latu di u celu.

“Perchè ritenu chì e sofferenze di u tempu presente ùn sò degnu di esse paragunati cù a gloria chì si pò rivelà in noi. ~ Rumani 8: 18

“Perchè u Signore stà si calarà da u celu cù un urghjolu, cu a voce di l'arcangellu, è cù a trumpetta di Diu; è i morti in Cristu risuscitanu prima:

Allora chì noi stà vivi è rimanemu ghjunghjemu cun elli in i nuvuli per scuntrà à u Signore in l'aria: è saremu sempre cun u Signore. Perchè cunsulate l'unu à l'altru cù queste parole. "~ 1 Thessalonians 4: 16-18

Dear Soul,  

Avete averia chì, se avete da muri today sì stanu in a presenza di u Signore in lu celu? A morte per un credulente hè solu una porta chì apre da a vita eterna.

Quelli chì sò dorme in Ghjesù Serà riunite cù i so amori in u celu. Quelli chì avete stabilitu in a tomba in là, Puderete scuntate di novu cù gioia! Oh, per vìdiri u so sonniu è senti u so toccu ... ùn esse più parte!

Eppuru, si ùn avete micca cridutu in u Signore, site l'infernu. Ùn ci hè un modu piacevule per dì.

L'Scrittura dice: "Perchè tutti anu fattu piccatu è falendu a gloria di Diu". ~ Rumani 3: 23

 "Chì si cunfidarà cù a to bocca u Signore Ghjesù è crede in u core chì Diu hà resu di u mortu, sarete salvatu. ~ Romans 10: 9

 Ùn dorme senza Ghjesù à chì vi assicurò di un postu in u celu.

 Tonight, sè vo vulete ricivisce u donu di a vita eterna, prima duvete crede in u Signore. Avete da dumandà i vostri piccati per esse pardunati è fate a vostra fiducia in u Signore. Per esse fidiante in u Signore, dumandate a vita eterna. Ci hè solu un modu à u celu, è per mezu di u Signore Ghjesù. Eccu u maravigliu di Diu di salvezza.

 Pudete principià una rilazioni persunale cun ellu pricendu da u vostru core una preghiera cum'è questa:

 "Oh Diu, sò un piccatore. Sò statu piccatu tutta a mo vita. Perdà, Signore. Ju ricumhje cum'è u mio Salvadore. Ju confiare cum'è u mo Signore. Grazie, per salvàghjanu. In nome di Ghjesù, Amen.

 Sì ùn avete mai avutu u Signore Ghjesù cum'è u vostru Salvatore persunale, ma u ricivete in ellu dopu avè lettendu stu invitu, fate un avanti. Amu piace à sente da voi. U vostru nome hè abbastanza.

Avà, aghju fattu a pace cun Diu ...

Cumu iniziu a vostra nova vita cun Diu ...

Cliccate nantu à a "GodLife" A sottu

discipulu

Avete a parlà? Avete una pregunta?

Se vulete cuntattate per via di guida spirituale, o per seguità l'assistenza, fatevi liberu di scrive à noi photosforsouls@yahoo.com.

Aghjustassi a vostra prichera è aspetta à avè usatu in eternità!

 

Cliccate quì per "Pace cun Diu"